L'invasione dei notebook Linux parte da Taiwan

Secondo fonti ben informate, diversi produttori di computer taiwanesi si preparano a lanciare PC portatili con Linux pre-installato. Tra queste aziende vi sarebbero colossi del calibro di Asus. Che Dell stia facendo tendenza?
Secondo fonti ben informate, diversi produttori di computer taiwanesi si preparano a lanciare PC portatili con Linux pre-installato. Tra queste aziende vi sarebbero colossi del calibro di Asus. Che Dell stia facendo tendenza?

Taipei (Taiwan) – Sulla scia della recente iniziativa pro Linux di Dell , che ha visto l’introduzione sul mercato USA di desktop e laptop basati su Ubuntu, diversi produttori taiwanesi di PC si preparano ad introdurre portatili con Linux pre-installato.

L’indiscrezione arriva da DigiTimes.com , secondo il quale Asus e altre sue connazionali stanno lavorando insieme a Novell alla progettazione di PC portatili con SUSE Linux di serie . Sempre stando alle fonti, i primi sistemi di questo tipo dovrebbero arrivare sul mercato entro la fine dell’anno e portare il marchio di uno dei principali produttori taiwanesi : se si tratti di Asus o di un suo concorrente al momento non è dato sapere.

Va detto che in passato già altri produttori, asiatici e non, hanno sperimentato la vendita di sistemi desktop e portatili Linux-based: nella maggior parte dei casi, però, le vendite sono state piuttosto deludenti, per lo meno sui mercati occidentali. Ciò non ha fermato Lenovo , lo scorso anno, dal fornire agli utenti la possibilità di ordinare alcuni modelli di ThinkPad con SUSE Linux Enterprise Desktop (SLED) 10.

Nell’industria nessuno si illude che Linux desktop possa diventare una piattaforma mainstream in tempi brevi , ma oggi iniziative come quella di Dell e Lenovo vengono viste da analisti e investitori con più fiducia e interesse rispetto a quanto accadeva solo pochi anni fa.

La lenta marcia di Linux verso il mercato desktop, specie quello aziendale, è partita dai mercati emergenti, dove il software open source trova notoriamente il suo terreno più fertile. Ma non va sottovalutato il settore scolastico , che con molti anni di ritardo rispetto a quello accademico sta progressivamente avvicinandosi alle piattaforme aperte.

Proprio di recente lo Unified School District di San Diego , il secondo distretto scolastico più grande della California, ha firmato un contratto con un fornitore locale di computer per l’ acquisto di un imprecisato numero di notebook Lenovo basati su SLED 10 . Il contratto è parte di un’iniziativa, chiamata Always-On Learning Initiative , con cui le autorità di San Diego desiderano fornire PC portatili e software agli studenti della scuola secondaria.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 05 2007
Link copiato negli appunti