L'office di Google punta contro PowerPoint

Le speculazioni diventano realtà, e dalla prossima estate gli utenti di BigG potranno fruire di una suite da ufficio online ancora più completa. E ancor più pericolosa per il dominio di Microsoft nel settore
Le speculazioni diventano realtà, e dalla prossima estate gli utenti di BigG potranno fruire di una suite da ufficio online ancora più completa. E ancor più pericolosa per il dominio di Microsoft nel settore

Mountain View – Non si conosce ancora il nome ufficiale del servizio, ma ora “Presently” è ben più di una speculazione : il programma di presentazioni interattive targato Google Inc. verrà rilasciato nel corso di questa estate, e si andrà ad aggiungere alla già ricca selezione di appliance web per l’ufficio e la produttività personale, già operative.

L’annuncio viene da Eric Schmidt, CEO di BigG, durante il Web 2.0 Expo che si tiene questa settimana a San Francisco: nessuna conferma sulla roadmap, ma il Googleblog ufficiale parla di “questa estate” come momento del probabile lancio. Il nuovo servizio va quindi a completare l’attuale offerta di applicativi per la gestione in remoto di documenti, fogli di lavoro, calendari e quant’altro, disponibile all’utenza domestica come a quella aziendale, in questo caso sotto forma del pacchetto integrato Google Apps Premier Edition .

Come già successo per Writley – alla base dell’editor di documenti di Google Docs – anche il nuovo tool non verrà costruito da zero : in contemporanea all’annuncio del servizio, Google ha comunicato di aver rilevato Tonic Systems, dotcom specializzata nella produzione di soluzioni Java per la realizzazione di presentazioni e la gestione dei documenti. È stata a tal riguardo preparata una FAQ raggiungibile alla homepage della società.

Procede dunque spedita la gioiosa macchina da guerra di BigG nella lotta al concorrente Microsoft, anche se Schmidt a riguardo fa melina: “Non pensiamo che (Google Office, ndr) sia un concorrente di Microsoft Office” si è affrettato a rassicurare in una intervista l’ executive , tentando di dissimulare una realtà fattuale che non sfugge più a nessuno , tantomeno a Microsoft stessa .

A.M.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 04 2007
Link copiato negli appunti