Matchstick, la zavorra del DRM

Prometteva lo streaming su schermi TV con una piattaforma open hardware e open source basata su Firefox OS: la decisione di implementare soluzioni DRM, non richieste dagli utenti, ha affondato il progetto

Roma – Era stato lanciato ad ottobre dello scorso anno con la promessa di offrire un ecosistema senza limitazioni per fruire di flussi streaming di contenuti multimediali attinti da YouTube, Netflix e via dicendo, sul televisore di casa: il dongle HDMI Matchstick, basato su Firefox OS e su codice open source, supportato da una campagna Kickastarter di successo, rinuncia ora alle proprie ambizioni, frenato dagli attriti dati dall’implementazione di tecnologie DRM.

Matchstick

La decisione di abbracciare delle soluzioni DRM era stata annunciata nel mese di febbraio, insieme alla promessa di hardware più potente, causando un primo ritardo: come Mozilla, rassagnatasi ad integrare la tecnologia nota come Encrypted Media Extensions per continuare a giocare con Firefox il ruolo di intermediario per la fruizione dei contenuti online, anche Matchstick si era probabilmente trovata nella condizione di doversi adeguare. Si invitavano gli sviluppatori a collaborare per dotare il dongle del software necessario a implementare soluzioni come PlayReady di Microsoft per garantire lo streaming di “contenuti premium”, in accordo con soggetti come Netflix con cui si sarebbero potute stringere delle nuove partnership, suggellate dalla protezione offerta ai prodotti oggetto dello streaming.

“Dopo esserci confrontati con lo sviluppo di DRM basato su Firefox OS per la maggior parte dell’anno – spiegano ora i responsabili di Matchstick – abbiamo compreso che proseguire nello sviluppo, nonostante i promettenti segnali iniziali, sarà una strada lunga e difficoltosa”: non è possibile prevedere un traguardo, né un orizzonte temporale per raggiungerlo, e per questo motivo si è deciso di restituire tutti i fondi messi a disposizione dai finanziatori interessati ad accaparrarsi il dongle.

Gli aspiranti utenti del progetto hanno risposto all’annuncio dei responsabili Matchstick pressoché all’ unisono : il supporto alle soluzioni DRM non era previsto agli albori del progetto, e anche per questo motivo in molti avevano scelto di appoggiare l’iniziativa, che a differenza del Chomecast di Google si configurava come una piattaforma aperta, open hardware e open source.

Sono in molti ad esortare i responsabili della campagna a rinunciare alle soluzioni DRM e a distribuire Matchstick nonostante non supporti lo streaming di Netflix e compagnia: la consegna dei gadget sarebbe dovuta avvenire nel corso di questo mese, ma i 17,218 partecipanti alla campagna Kickstarter riceveranno invece, nel giro di 60 giorni dalla richiesta, il rimborso della quota versata, per un totale di oltre 470mila dollari.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Skywalker scrive:
    Perché preferisco il contante sotto i 50
    pur avendo lavorato per banche che emettono carte di credito?Perché quando mi danno una banconota da 500 Euro la mia attenzione schizza alle stelle, quando mi danno una moneta da 2 Euro capita anche che mi rifilino una lira turca. Quando mi danno un 5cent, potrebbe essere anche un tollino di rame, e non ci farei caso.Se cominciassi ad usare la Carta di credito/Bancomat per pagamenti da monetine, finirebbe che la userei disinvoltamente come le monete. Peccato però sia potenzialmente una banconota da 10.000 Euro!Per meno di 50 Euro non uso banconote da 10.000 Euro potenziali.Da 0.01 a 5 Euro le monete svolgono egregiamente il loro lavoro. Sono semplici ed anche se ne perdo una non c'è da disperarsi. Ed anche se me fregano una non è un dramma.Nella fascia 5-50 Euro a volte può essere comodo usare carta, ma personalmente ne uso sempre una diversa dalla Carta di Credito, tipicamente una Carta ricaricabile (che per definizione NON è una Carta di CREDITO, visto che non ti fa nessun credito), ricaricabile dall'Home Banking. Anche se devo dire che le banconote fino a 50 Euro fanno egregiamente il loro lavoro. Le Banconote sopra i 50 Euro, non le ho praticamente quasi mai usate.Pagare con uno smartphone invece è più una scomodità che una comodità. Faccio un esempio che vale più di qualunque spiegazione: a Londra si può usare Apple Pay per pagare i mezzi. Ma ti specificano enorme che LA BATTERIA DEVE ESSERE CARICA altrimenti se quando finisci il viaggio non passi in uscita TI ADDEBITA LA TARIFFA MASSIMA PER IL VIAGGIO PIU' LUNGO (ed a Londra i mezzi pubblici COSTANO!). Meglio usare una Oyster Card o una ricaricabile contactless. Tenute però in portafogli separati, altrimenti se ti prende la Oyster all'inizio e al Contactless alla fine, sono soldoni... quasi quasi rimpiangi le monetine! :-)Insomma, forse l'Italica abitudine di usare il contante per le transazioni inferiori ai 50 Euro, da un punto di vista sia di sicurezza delle transazioni che di privacy delle stesse, non è proprio una cattiva abitudine......semmai lo è l'italica abitudine di usare quelle da 500 Euro per pagare il dentista.
    • panda rossa scrive:
      Re: Perché preferisco il contante sotto i 50
      - Scritto da: Skywalker
      pur avendo lavorato per banche che emettono carte
      di
      credito?

      Perché quando mi danno una banconota da 500 Euro
      la mia attenzione schizza alle stelle, quando mi
      danno una moneta da 2 Euro capita anche che mi
      rifilino una lira turca. Quando mi danno un
      5cent, potrebbe essere anche un tollino di rame,
      e non ci farei
      caso.Io invece con la carta ci pago anche il caffe'.Vantaggi innegabili che vado ad elencare:1) un rediconto mensile di tutte le spese anche le piu' futili2) nessuna monetina in tasca che danno fastidio e si perdono3) nessuna rottura di balle con questuanti e lavavetri (vedi punto 2)4) risparmio per rinuncia di acquisti dove non accettano la carta5) zero soldi in tascaOk mi profileranno, ma io ho un bel tornaconto in cambio.
      Se cominciassi ad usare la Carta di
      credito/Bancomat per pagamenti da monetine,
      finirebbe che la userei disinvoltamente come le
      monete. E che cambia? Anzi, io ho notato il contrario: tante cianfrusaglie da 2 euro non le compro perche' i venditori di cianfrusaglie non accettano la carta.
      Peccato però sia potenzialmente una
      banconota da 10.000
      Euro!Peccato che no! Puoi impostare la disponibilita' mensile e in caso di furto/smarrimento la blocchi.
      Per meno di 50 Euro non uso banconote da 10.000
      Euro potenziali.Contento tu.
      Da 0.01 a 5 Euro le monete svolgono egregiamente
      il loro lavoro. Sono semplici ed anche se ne
      perdo una non c'è da disperarsi. Ed anche se me
      fregano una non è un
      dramma.Contento tu.
      Nella fascia 5-50 Euro a volte può essere comodo
      usare carta, ma personalmente ne uso sempre una
      diversa dalla Carta di Credito, tipicamente una
      Carta ricaricabile (che per definizione NON è una
      Carta di CREDITO, visto che non ti fa nessun
      credito), ricaricabile dall'Home Banking. Che voglia!
      Anche
      se devo dire che le banconote fino a 50 Euro
      fanno egregiamente il loro lavoro. Le Banconote
      sopra i 50 Euro, non le ho praticamente quasi mai
      usate.Ma anche sotto i 50.
      Pagare con uno smartphone invece è più una
      scomodità che una comodità. Intanto ci vuole uno smartphone, che non te lo regala nessuno.
      Faccio un esempio che
      vale più di qualunque spiegazione: a Londra si
      può usare Apple Pay per pagare i mezzi. E rinunciano cosi' allegramente al 90% dei possessori di smartphone?
      Ma ti
      specificano enorme che LA BATTERIA DEVE ESSERE
      CARICA altrimenti se quando finisci il viaggio
      non passi in uscita TI ADDEBITA LA TARIFFA
      MASSIMA PER IL VIAGGIO PIU' LUNGO (ed a Londra i
      mezzi pubblici COSTANO!). Meglio usare una Oyster
      Card o una ricaricabile contactless. Tenute però
      in portafogli separati, altrimenti se ti prende
      la Oyster all'inizio e al Contactless alla fine,
      sono soldoni... quasi quasi rimpiangi le
      monetine!
      :-)Ah, ecco! Ora capisco perche' prendono solo apple-pay: e' un servizio per fessi danarosi.
      Insomma, forse l'Italica abitudine di usare il
      contante per le transazioni inferiori ai 50 Euro,
      da un punto di vista sia di sicurezza delle
      transazioni che di privacy delle stesse, non è
      proprio una cattiva
      abitudine...
      ...semmai lo è l'italica abitudine di usare
      quelle da 500 Euro per pagare il
      dentista.Anche ammesso che il dentista ti faccia un prezzo di favore se lo paghi con pezzi da 500 euro, i pezzi da 500 euro dove li vendono?
  • lorenzo scrive:
    nuovo spazio per i furbi
    dopo gli abbonamenti a servizi inutili e mai richiesti avremo gli acquisti mai effettuati ... spero almeno sia previsto di poter bloccare il meccanismo ...
  • rico scrive:
    Credito?
    Quale credito? TIM ti accorcia i giorni (anche 10-15 alla volta), vodafone ti fa le offerte "che non puoi rifiutare", la tre ti dirotta sui siti a pagamento, wind non so ma sicuro che qualcosa si saranno inventati.Finchè non ci sarà una tariffa FLAT per i dati mobili, non ci sarà libertà nè giustizia.
  • xcaso scrive:
    ricaricare la propria SIM 5 minuti prima
    con banconote o moneta prima di pagare con credito telefonico.
    • prova123 scrive:
      Re: ricaricare la propria SIM 5 minuti prima
      sempre che ci sia campo ...
    • Lollo scrive:
      Re: ricaricare la propria SIM 5 minuti prima
      Beh dai poter pagare l'autobus, il caffè o il giornale quando non hai le monetine non è una cattiva idea, ovviamente quando fai spese maggiori usi il bancomat o la carta di credito.Poi in futuro il telefono diventerà un sostituto della carta di credito più sicuro della carta stessa.
      • xcaso scrive:
        Re: ricaricare la propria SIM 5 minuti prima
        "Poi in futuro il telefono diventerà un sostituto della carta di credito più sicuro della carta stessa."Fortunato tu che ci credi. Io mi ero già smorzato sulla logica della carta di credito.
      • panda rossa scrive:
        Re: ricaricare la propria SIM 5 minuti prima
        - Scritto da: Lollo
        Beh dai poter pagare l'autobus, il caffè o il
        giornale quando non hai le monetine non è una
        cattiva idea, ovviamente quando fai spese
        maggiori usi il bancomat o la carta di
        credito.Perche' cambiare mezzo di pagamento al variare degli importi?
        Poi in futuro il telefono diventerà un sostituto
        della carta di credito più sicuro della carta
        stessa.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Questa e' la migliore della giornata!
Chiudi i commenti