Microsoft conferma: Zune c'è

Non sarà soltanto la risposta ad iPod ma integrerà una serie di prodotti dedicati all'intrattenimento. Il lettore conterrà tecnologie per il P2P e la connettività WiFi. Punterà ad interoperare con prodotti e servizi

Redmond (USA) – Microsoft ha confermato l’esistenza di numerosi progetti per Zune , il lettore multimediale pensato per competere direttamente con iPod di Apple . Una conferma che mette fine ai rumors che nelle ultime settimane si sono rincorsi su mezza Internet.

Zune è in piena fase di sviluppo e per Chris Stephenson, responsabile marketing di MSN , è il nome di una “linea di prodotti software ed hardware” interamente dedicati all’intrattenimento multimediale.

Il primissimo prodotto della linea Zune sarà il cosiddetto anti-iPod già anticipato dalle voci di corridoio: un lettore portatile in grado di riprodurre una vasta gamma di contenuti digitali e con supporto nativo per il DRM di Windows Media Player. Stephenson ha confermato la natura cross-platform del prodotto, che godrà di piena compatibilità con XBox 360, computer Windows e smarphone equipaggiati del sistema operativo Windows Mobile.

“L’idea fondamentale per la strategia di Zune”, ha detto Stephenson, “è quella dell’interconnettività con vari dispositivi, così che sia possibile accedere alla propria selezione di contenuti sia da Xbox, sia da un Windows Media Center”. Uno dei punti forti del lettore sarà il dispositivo 802.11g integrato, che permette comunicazioni senza fili con computer ed altre periferiche.

“Abbiamo differenti strategie riguardo all’uso delle funzionalità wireless”, ha aggiunto il responsabile dell’azienda software. Per il momento sembrano spiccare due applicazioni particolarmente interessanti per spingere il successo del prodotto sul mercato: un servizio di social network strutturato in maniera simile a MySpace , per mettere in contatto gli utenti, ed un sistema P2P che permetta la condivisione di contenuti audiovisivi.

I dettagli sulle varie funzionalità dei player Zune sono ancora riservati, ma Microsoft ha sottolineato che per quanto riguarda il sistema di file sharing si tratterà di “P2P sicuro e protetto”, sia sotto il lato dei diritti d’autore sia sotto quello delle tecnologie impiegate per l’integrità dei contenuti. È plausibile che Microsoft possa stringere vari accordi esclusivi con case discografiche, un’ipotesi ancora più realizzabile dopo la nascita di URGE , il negozio online di Microsoft ed MTV .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Freeple.net scrive:
    Continuiamo a dimenticarci dei Disabili!
    Un'innovazione di questa poertata che obbligherà anche ad un adeguamento Hardware non tiene conto dell'utenza Disabile.Continueranno ad esserci le memorie di spesa da firmare ...Chi non può farlo? Continuerà a non poter usare la Carta di Credito.Continuiamo però a non dare notizie delle vere innovazioni, quelle per Tutti!
  • MandarX scrive:
    truffe
    Non strisciare la banda magnetica della carta di credito su lettori tradizionali, sostengono gli inventori di PayPass, può evitare truffe e brutte sorprese perche il fatto di poggiarla anziche strisciarla no?
    • drizzt84 scrive:
      Re: truffe
      - Scritto da: MandarX
      Non strisciare la banda magnetica della carta
      di credito su lettori tradizionali, sostengono
      gli inventori di PayPass, può evitare truffe e
      brutte
      sorprese

      perche il fatto di poggiarla anziche strisciarla
      no?e' piu' difficile da clonare
      • Anonimo scrive:
        Re: truffe
        - Scritto da: drizzt84

        - Scritto da: MandarX

        Non strisciare la banda magnetica della carta

        di credito su lettori tradizionali, sostengono

        gli inventori di PayPass, può evitare truffe e

        brutte

        sorprese



        perche il fatto di poggiarla anziche strisciarla

        no?

        e' piu' difficile da clonareIn base a quale criterio? Con un rfid a radiofrequenza se il truffatore è nel raggio di 10 metri il gioco è fatto...
    • vergogna italia scrive:
      Re: truffe
      se la passi un lettore chiamato solenoide puo' catturare i dati.se l'avvicini e basta ,questa possibilitita' non c'e'.ma rimanete cosi' almeno arricchiamo,arricchite anzi la romania e tutto l'est europa.l'ignoranza fa godere chi ha studiato......
Chiudi i commenti