Microsoft porta in Africa i vecchi PC

Prende corpo la nuova iniziativa filantropica del colosso mondiale dei sistemi operativi. Che non si ferma davanti ai dubbi dei costruttori e alle critiche a Vista per le sue richieste hardware. I dettagli

Roma – L’Africa come obiettivo privilegiato della lotta al Digital Divide , questo il messaggio che Microsoft vuole lanciare alle aziende produttrici di computer, che grazie all’iniziativa Digital Pipeline avranno d’ora in poi un canale dotato di tutte le commodities necessarie per trasferire nel continente nero le macchine dismesse senza che diventino materiali inquinanti smaltiti male e a buon mercato. Qualcuno dubita dei reali scopi della major del software ma per il big di Redmond non è una novità: segue la strada della crescita dell’IT africano, come promesso a suo tempo dallo stesso Bill Gates.

Il progetto Digital Pipeline si è sviluppato da una costola di African Pathfinder , strategia a lungo termine di informatizzazione delle istituzioni educative che ha ben presto inglobato tra i suoi obiettivi anche il resto del mondo. In questo caso, l’iniziativa non profit ambisce a trasformare i 31 milioni di personal computer gettati via ogni anno in qualcosa di più di mera spazzatura hi-tech .

DP, come la presenta ZDNet , è pensata per agire da organizzazione ombrello tra le società specializzate nel ricondizionamento di hardware non più al passo coi tempi e quelle alla ricerca di canali di smaltimento dei sistemi dismessi. Oltre che a fare da cerniera, BigM vuole avere il ruolo di interlocutore tra le suddette tipologie di aziende, favorendo l’incontro tra la domanda e l’offerta di smaltimento dei PC.

Mark East, presidente della board of trustees per la nuova organizzazione e direttore per le politiche educative di Microsoft EMEA , ha presentato l’idea come il tentativo di mostrare alle aziende “che possono fare una reale differenza per la vita delle persone povere semplicemente prendendo decisioni migliori riguardo le ristrutturazioni dell’attrezzatura IT”.

Sulle critiche rivolte a Windows Vista per le richieste hardware che presenta e, quindi, sull’accelerazione che può provocare nella dismissione dell’hardware già in uso, East non si scompone. Anzi definisce la situazione come un caso di “win-win”, in cui a vincere sono tutti: “Vista è un sistema operativo più potente e richiede maggiore capacità elaborativa – spiega – e come risultato di ciò Digital Pipeline può fornire aiuto alle società per la dismissione della loro vecchia tecnologia”. A tal proposito, DP può già vantare la donazione di 300mila PC da parte della società di servizi IT EDS , con le prime macchine pronte a partire per il Kenya già da questo mese.

Tra gli ostacoli al successo dell’iniziativa anche la scarsa fiducia in simili pratiche dimostrata da alcuni big della produzione di PC, come Dell e HP , i cui responsabili delle politiche di riciclaggio si sono espressi in maniera inequivocabile a riguardo. Inviare vecchi PC nel mondo in via di sviluppo, hanno sostenuto i manager, equivale a regalare a società senza scrupoli un’occasione d’oro per smaltire la spazzatura hi-tech senza preoccuparsi di altro, pratica ad impatto ambientale pesantissimo della quale i maggiori produttori al mondo di personal computer non vogliono ovviamente venire tacciati.

Digital Pipeline ribatte dando assicurazioni sull’assoluta trasparenza dell’intero processo di raccolta/trasporto/smistamento finale dei PC , grazie alla supervisione da parte dell’organizzazione: DP si assicurerà che ogni computer che viene spedito in Africa venga riciclato in maniera responsabile alla fine della sua “seconda vita” nel continente nero, e fornirà inoltre un sistema di tracciamento online grazie al quale il donatore potrà conoscerne in ogni momento la posizione fino alla consegna finale.

Microsoft ha investito circa 1 miliardo di dollari nell’organizzazione non profit, che potrà forse garantirsi qualche minima percentuale di ricavo sui costi di organizzazione e trasporto che saranno accollati alle organizzazioni destinatarie dei PC per la distribuzione alla popolazione.

Nonostante i tanti soldi spesi, assicurazioni sono state fatte in merito alla non esclusività di software Microsoft , come i soliti Windows e Office, preinstallato sulle macchine. Mark East sostiene che il sistema operativo installato al momento della dismissione verrà mantenuto anche a PC ricondizionato: per poter lavorare nell’ambito delle organizzazioni caritatevoli, dice ancora East, ci sono responsabilità stabilite per legge che gli impediscono la possibilità di favorire BigM.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • the_speck scrive:
    Non e' che pubblicita' gratuita
    La cosa e' talmente risibile, che non puo' essere altro che la trovata (geniale) di qualche pubblicitario. :)-- Ciao,Speck
  • nifft scrive:
    Happy birthday
    Forse molti già ne sono al corrente... ma eccovi un paio di link...http://en.wikipedia.org/wiki/Happy_Birthday_to_Youhttp://www.snopes.com/music/songs/birthday.asp
  • dpluca scrive:
    Si paga anche per la musica in ascensore
    La SIAE pretende il pagamento della tassa, anche per la musichetta graghiante in ascensore...Ciao
    • Fabrizio Mondo scrive:
      Re: Si paga anche per la musica in ascensore
      - Scritto da: dpluca
      La SIAE pretende il pagamento della tassa, anche
      per la musichetta graghiante in
      ascensore...

      CiaoEcco perchè occorre chiuderla la siae, non fare degli interventi a mò di contentino.
  • Bertothethird scrive:
    E intanto Prince....
    ....in inghilterra pochi giorni fa ha REGALATO il suo ultimo disco con ogni copia di un giornale domenicale...L'artista regala la sua musica, la sua ex casa discografica pretende di essere pagata per 29 secondi di un brano vecchio 23 anni.
  • ishitawa scrive:
    io mi chiedo sempre
    quando leggo queste notizie io mi chiedo sempre perchè queste persone devono essere cosi "idiote"?(e sono anche manager, consulenti legali etc pagati un sacco di soldi...)- questo è un video comemrciale? chi lo ha fatto ci guadagna? NO- rimuovendo il video la casa discografica ci guadagna?NO- la gente leggendo aumenta il suo astio nei confronti dell'artista?SI- la gente leggendo aumenta il suo astio nei confronti delle case discografiche tutte?SI- la gente aumenta la sua voglia di scaricare gratis cosi tanto per far dispetto alle majorSISISIbella mossa
    • Gesù scrive:
      Re: io mi chiedo sempre
      credo che facciano queste cose anche perché ci sono tante persone che soffrono di ritardi mentali, e spesso arrivano a coprire anche le cariche che permettono di dare il via a porcate come questa
    • guast scrive:
      Re: io mi chiedo sempre
      Per me vogliono solo fare paura e far vedere quanto sono potenti
  • Basta scrive:
    Basta
    Io non compro più dischi.Ascolto quelli di jamendo e soci.
    • Tre Mendo scrive:
      Re: Basta
      Io non compro CD, ascolto solo la radio finchè sarà legale, nell'ipod ho solo i brani dei CD originali che ho comprato quando ero stolto e che mi sono digitalizzato, senza aggirare sistemi di protezione ovviamente!Comprare CD? Ovvero prodotti industriali di scarsa qualità venduti a prezzi da gioielleria artigianale? Piuttosto me li spendo in un ristorante... in un viaggio, in un vestito oppure alla facciaccia loro un mazzo di fiori per la mia ragazza.. dureranno un giorno.. ma secondo me sono moooolto meglio spesi!
  • piffio scrive:
    Una soluzione c'e'
    ed e' supportare gli artisti che hanno deciso di abbandonare il vecchio modello del "diritto d'autore" in favore di forme piu' aperte di distribuzione.Basta farsi un giro su www.jamendo.com per scoprire che ci sono tantissime persone che producono musica (di qualuta') come fine ultimo (e non come mezzo per riempirsi le tasche di denaro).Finche' continueremo supinamente a comprarci le compilation del festivalbar e a scaricarci le suonerie dei cellulari con l'ultima hit dello sbarbatello romantico di turno non faremo altro che alimentare un sistema che persegue il guadagno anche a costo di limitare (e di molto) le liberta' personali.l'alternativa c'e', sta alla gente sostenerla
    • Max-B scrive:
      Re: Una soluzione c'e'
      - Scritto da: piffio
      l'alternativa c'e', sta alla gente sostenerlaCome non darti ragione al 100%.ciaoMax-B
    • Luciano Palladini scrive:
      Re: Una soluzione c'e'
      - Scritto da: piffio
      ed e' supportare gli artisti che hanno deciso di
      abbandonare il vecchio modello del "diritto
      d'autore" in favore di forme piu' aperte di
      distribuzione.
      Basta farsi un giro su www.jamendo.com per
      scoprire che ci sono tantissime persone che
      producono musica (di qualuta') come fine ultimo
      (e non come mezzo per riempirsi le tasche di
      denaro).
      Finche' continueremo supinamente a comprarci le
      compilation del festivalbar e a scaricarci le
      suonerie dei cellulari con l'ultima hit dello
      sbarbatello romantico di turno non faremo altro
      che alimentare un sistema che persegue il
      guadagno anche a costo di limitare (e di molto)
      le liberta'
      personali.

      l'alternativa c'e', sta alla gente sostenerla
  • Pasquale Cacazza scrive:
    Aiuto si salvi chi puo'
    Dico... Ma se io fossi Prince... mi incavolerei come una jena.. patetiche queste major, a questo punto non bisogna proprio fare niente, con le loro azioni si sputtanano da solo.. basta leggere l'ultimo intervento nostrano del Mazzo, Mazzetta.. non ricordo come si chiama..ma vaffanculoooo !
    • grammar nazi scrive:
      Re: Aiuto si salvi chi puo'
      - Scritto da: Pasquale Cacazza
      Dico... Ma se io fossi Prince... mi incavolerei
      come una jena.. Difatti prince ha già avuto le sue belle rogne con le major (http://en.wikipedia.org/wiki/Prince_%28musician%29#Name_change), siamo tutti vittime degli stessi ladri
    • dick scrive:
      Re: Aiuto si salvi chi puo'
      prince so 10 anni che e' incazzato come una jena contro le major, al punto di fare dischi con altri nomi, e l'ultimo disco l'ha dato in regalo insieme al guardian pur di non farlo uscire con le major (sett. scorsa)
    • soulista scrive:
      Re: Aiuto si salvi chi puo'
      - Scritto da: Pasquale Cacazza
      Dico... Ma se io fossi Prince... mi incavolerei
      come una jena..Prince non può dire nulla: se parlasse si tratterebbe di riproduzione non autorizzata della sua voce...
      • Alessio scrive:
        Re: Aiuto si salvi chi puo'
        - Scritto da: soulista
        - Scritto da: Pasquale Cacazza

        Dico... Ma se io fossi Prince... mi incavolerei

        come una jena..

        Prince non può dire nulla: se parlasse si
        tratterebbe di riproduzione non autorizzata della
        sua
        voce...in quanto i suoi diritti vengono gestiti da terzise prince vuole parlare deve pagare i diritti a quei terzi, che poi li spartiranno secondo i criteri convenuti tra di loro, e con quello che infine prince percepirà potrà farci quello che vuole
  • Stefano614 scrive:
    Delirio...
    Ormai le case discografiche sono preda di un delirio di onnipotenza, contro l'interesse del cantante fra l'altro che viene sputtanato per un innocuo video su youtube..
    • Gesù scrive:
      Re: Delirio...
      questo perché non ci sono autorità che multino comportamenti vergognosi come questo
      • TigerMan scrive:
        Re: Delirio...
        - Scritto da: Gesù
        questo perché non ci sono autorità che multino
        comportamenti vergognosi come
        questoDavvero...senza parole...cher vergogna
  • NetWorm scrive:
    Ecco a cosa arriveremo
    Arriveremo al punto in cui se oseremo ascoltare in auto un cd con il finestrino abbassato verremo denunciati per illecita distribuzione e diffusione a terzi di prodotti musicali coperti cda copyright :P
    • Fabrizio Mondo scrive:
      Re: Ecco a cosa arriveremo
      - Scritto da: NetWorm
      Arriveremo al punto in cui se oseremo ascoltare
      in auto un cd con il finestrino abbassato verremo
      denunciati per illecita distribuzione e
      diffusione a terzi di prodotti musicali coperti
      cda copyright
      :PMica tanto falso!
    • dierre scrive:
      Re: Ecco a cosa arriveremo
      - Scritto da: NetWorm
      Arriveremo al punto in cui se oseremo ascoltare
      in auto un cd con il finestrino abbassato verremo
      denunciati per illecita distribuzione e
      diffusione a terzi di prodotti musicali coperti
      cda copyright
      :PNon è un pericolo, è la realtà se tu fai ascoltare un cd comprato da te in auto a persone che ti passano vicino sei equiparabile ad una radio di quartiere e devi pagare i diritti di riproduzione...Ragazzi è inutile che continuate a sbeffeggiare queste notizie, la siae si sta preparando e quando sarà adeguatamente pronta, saranno fringuelli per diabetici per tutti
      • Gesù scrive:
        Re: Ecco a cosa arriveremo
        ricordati che però stiamo parlando di aziende che campano con i soldi delle persone, e se alle persone iniziano a girare le balle allora sono cacchi amari
        • Fabrizio Mondo scrive:
          Re: Ecco a cosa arriveremo
          - Scritto da: Gesù
          ricordati che però stiamo parlando di aziende che
          campano con i soldi delle persone, e se alle
          persone iniziano a girare le balle allora sono
          cacchi
          amariOccorrerebbe un movimento di massa troppo imponente per essere realizzato.In teoria neanche se alzassero il prezzo del pane a 10 euro il kilo avremmo la forza per fare abbassare il prezzo del pane.
          • dierre scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            - Scritto da: Fabrizio Mondo
            In teoria neanche se alzassero il prezzo del pane
            a 10 euro il kilo avremmo la forza per fare
            abbassare il prezzo del
            pane.Evidentemente non sei tu la persona che compra pane nella tua famiglia... ci sono pani che arrivano a 10 euro al kgMa a parte questo, non è il problema della massa, le persone si trovano, ma il pane lo vendono persone che si trovano al potere e che hanno il potere di farsi eleggere dalle stesse persone che stanno protestando.Il serpente che si morde la coda.
          • Fabrizio Mondo scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            - Scritto da: dierre
            - Scritto da: Fabrizio Mondo

            In teoria neanche se alzassero il prezzo del
            pane

            a 10 euro il kilo avremmo la forza per fare

            abbassare il prezzo del

            pane.

            Evidentemente non sei tu la persona che compra
            pane nella tua famiglia... ci sono pani che
            arrivano a 10 euro al
            kg

            Ma a parte questo, non è il problema della massa,
            le persone si trovano, ma il pane lo vendono
            persone che si trovano al potere e che hanno il
            potere di farsi eleggere dalle stesse persone che
            stanno
            protestando.
            Il serpente che si morde la coda.Chiedo scusa allora :) mi ricordavo che il pane costasse 2 euro al chiilogrammo.Allora quale potrebbe essere la soluzione? Non è auspicabile un processo graduale.. arriveremo di nuovo a non accorgerci di niente. IMHO la soluzione è ridimensionare totalmente il potere urbi et orbi della siae. Dovrebbe soprattutto punire i reati gravi come la rivendita abusiva, non chi ascolta una canzone a casa e se la ritrova per sbaglio in un video...Allora credo che per il saggio di danza di mia sorella, avrebbero dovuto sciogliermi nell'acido...
          • 123 scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            ahh ti autodenunci...ora la siae chiederà il tuo IP a P-I e verrà a prenderti a casa con carri armati e apache militari a seguito!la gente sarà anche idiota a continuare a comprare ma se iniziano a fare cose del genere a comprare saranno solo i stolti e chi i soldi li ha...alla siae non cambia nullase ne vende 2 al prezzo X o ne vende uno al presso 2X i soldi in tasca sempre quelli sono
          • Matteo scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            Questo è il ragionamento non del tutto corretto fatto da molte aziende. Mi spiego meglio, se un prodotto viene venduto a 2X diviene meno appetibile (relativamente alla sua utilità, sex appeal, ecc) al pubblico, tagliandone fuori una fetta.Se un prodotto lo vendi a X il mercato si allarga, si è avvantaggiati rispetto alla concorrenza, l'azienda ottiene un feedback sottoforma di immagine nei confronti dei possibili acquirenti.Naturalmente in italia sono ampiamente diffusi i cartelli..anche taciti
          • . . scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            - Scritto da: Matteo
            Questo è il ragionamento non del tutto corretto
            fatto da molte aziende. Mi spiego meglio, se un
            prodotto viene venduto a 2X diviene meno
            appetibile (relativamente alla sua utilità, sex
            appeal, ecc) al pubblico, tagliandone fuori una
            fetta.Eh no... questa è la teoria (economica).Nella pratica esistono le *mode*: un oggetto firmato, pur avendo le stesse caratteristiche intrinseche di quelli non firmati (non venitemi a raccontare che sono davvero "migliori", anche solo come design) e pur costando un multiplo (Nx), è decisamente *più appetibile* degli altri (soprattutto in punto "sex appeal" in senso lato).In altre parole: non esiste nessun "valore aggiunto" nella firma, quanto piuttosto un "valore sottratto" a chi la firma non ce l'ha (leggi: fa "sfigato").
          • Matteo scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            Sono perfettamente daccordo, difatti ho specificato tra parentesti "sex appeal" eheh ;)
          • astor scrive:
            Re: Ecco a cosa arriveremo
            - Scritto da: dierre
            - Scritto da: Fabrizio Mondo

            In teoria neanche se alzassero il prezzo del
            pane

            a 10 euro il kilo avremmo la forza per fare

            abbassare il prezzo del

            pane.

            Evidentemente non sei tu la persona che compra
            pane nella tua famiglia... ci sono pani che
            arrivano a 10 euro al
            kgPani da 10 euro, cioè da 20.000 lire al kg? Se lo possono tranquillamente mangiare loro.
            Ma a parte questo, non è il problema della massa,
            le persone si trovano, ma il pane lo vendono
            persone che si trovano al potere e che hanno il
            potere di farsi eleggere dalle stesse persone che
            stanno
            protestando.
            Il serpente che si morde la coda.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ecco a cosa arriveremo
          - Scritto da: Gesù
          ricordati che però stiamo parlando di aziende che
          campano con i soldi delle persone, e se alle
          persone iniziano a girare le balle allora sono
          cacchi
          amariIn questo mondo di pecore?
      • NetWorm scrive:
        Re: Ecco a cosa arriveremo
        - Scritto da: dierre
        Ragazzi è inutile che continuate a sbeffeggiare
        queste notizie, Mica sbeffeggiavo, è la triste realtà.Sono andato alla Siae l'anno scorso per poter mettere qualche cd durante il pranzo di matrimonio e per suonare qualcosa con un amico che fa pianobar. Ho osato dire "ma se pago ora per i diritti in teoria dovrei poter usare anche cd masterizzati, visto che ho pagato". La tipa dietro al bancone ha sbarrato gli occhi e spalancato la bocca e da dietro sono arrivati due che parevano i men in black a dirmi che non ci dovevo provare, che avrebbero fatto dei controlli, ecc... roba da pazzi! Ma allora, ho detto, pago due volte, una per il bollino e una ora? No, mi han risposto, il bollino vale solo per me e un (UNO) parente di primo grado. Ok, non cascavo dalle nuvole, lo sapevo, però vedete voi...
    • nome e cognome scrive:
      Re: Ecco a cosa arriveremo
      - Scritto da: NetWorm
      Arriveremo al punto in cui se oseremo ascoltare
      in auto un cd con il finestrino abbassato verremo
      denunciati per illecita distribuzione e
      diffusione a terzi di prodotti musicali coperti
      cda copyright
      :PQuesto sarebbe un bene, così tutti quegli scassamaroni che girano con la radio a palla e i finestrini aperti sarebbero costretti a rintronare solo le loro orecchie e non le nostre, che magari quella schifo di musica non abbiano nessuna voglia di ascoltarla!
    • robbie scrive:
      Re: Ecco a cosa arriveremo
      - Scritto da: NetWorm
      Arriveremo al punto in cui se oseremo ascoltare
      in auto un cd con il finestrino abbassato verremo
      denunciati per illecita distribuzione e
      diffusione a terzi di prodotti musicali coperti
      cda copyright
      :PTu scherzi... e chi si fida di far ascoltare una canzone ad un conoscente. Temo che la musica ci tocca ascoltarla con le cuffiette per le stesse ragioni.
      • Alessio scrive:
        Re: Ecco a cosa arriveremo
        la siae sopravvive proprio perché non riesce a far rispettare i suoi diritti legali in tutti i casi applicabili, e trae vantaggio soprattutto dall'ignoranza di massa (la gente non sa cosa la siae è autorizzata a pretendere da lei, e quindi nell'ignoranza la lascia sgazzare nel suo monopolio di proprietà immateriali)altrimenti ci sarebbe già stata una rivolta popolare che avrebbe fatto tornare i bardi al loro posto
        • Fabrizio Mondo scrive:
          Re: Ecco a cosa arriveremo
          - Scritto da: Alessio
          la siae sopravvive proprio perché non riesce a
          far rispettare i suoi diritti legali in tutti i
          casi applicabili, e trae vantaggio soprattutto
          dall'ignoranza di massa (la gente non sa cosa la
          siae è autorizzata a pretendere da lei, e quindi
          nell'ignoranza la lascia sgazzare nel suo
          monopolio di proprietà
          immateriali)
          altrimenti ci sarebbe già stata una rivolta
          popolare che avrebbe fatto tornare i bardi al
          loro
          postoEcco che si torna punto e a capo. Se qualcosa crea danno a tutti in favore di pochi, non siamo in grado di cambiare le cose.
    • DISCOGRAFIC I=SHIT scrive:
      Re: Ecco a cosa arriveremo
      - Scritto da: NetWorm
      Arriveremo al punto in cui se oseremo ascoltare
      in auto un cd con il finestrino abbassato verremo
      denunciati per illecita distribuzione e
      diffusione a terzi di prodotti musicali coperti
      cda copyright
      :PNo arriveremo al punto che quando il discografico va a rompere i coglioni a quello sbagliato, quest'ultimo gli farà saltare la testa di cazzo con una fucilata,come meritano
    • den2k scrive:
      Re: Ecco a cosa arriveremo
      arriveremo al punto in cui scatterà la viuuulenza (oddio ho infranto un copydestra) e si organizzeranno squadre punitive... e non sto scherzando. E ovviamnete comitati per la ridiscussione delle leggi e il boicottaggio delle major.
  • vac scrive:
    E se fischiettassi una canzone?
    E se fischiettassi una canzone mentre cammino per strada?
    • Fabrizio Mondo scrive:
      Re: E se fischiettassi una canzone?
      - Scritto da: vac
      E se fischiettassi una canzone mentre cammino per
      strada?la Siae si sta attrezzando per fustigarti in pubblica piazza.
      • dierre scrive:
        Re: E se fischiettassi una canzone?
        - Scritto da: Fabrizio Mondo
        - Scritto da: vac

        E se fischiettassi una canzone mentre cammino
        per

        strada?

        la Siae si sta attrezzando per fustigarti in
        pubblica
        piazza.Probabilmente non sarai fustigato, ma vi vorrei ricordare che tempo fa la siae richiedeva (e lo fa tutt'ora alle aziende) di pagare i diritti delle canzoni registrate su segreteria telefonica o risponditori automatici.
        • Fabrizio Mondo scrive:
          Re: E se fischiettassi una canzone?
          - Scritto da: dierre
          - Scritto da: Fabrizio Mondo

          - Scritto da: vac


          E se fischiettassi una canzone mentre cammino

          per


          strada?



          la Siae si sta attrezzando per fustigarti in

          pubblica

          piazza.

          Probabilmente non sarai fustigato, ma vi vorrei
          ricordare che tempo fa la siae richiedeva (e lo
          fa tutt'ora alle aziende) di pagare i diritti
          delle canzoni registrate su segreteria telefonica
          o risponditori
          automatici.E Questo è niente! Qualcuno si ricorda dei bambini che cantavano le canzoni bielorusse?
        • Gian scrive:
          Re: E se fischiettassi una canzone?
          c'e' apposita lista delle musiche CONSENTITE con tariffariodevi chiedere la licenza, pagare e rinnovare ogni annoti sei mai chiesto perche senti sempre gli stessi pezzi?perche sono quelli che COSTANO MENOil mio capo, dopo aver detto le piu brutte cose che gli ho mai sentito dire, ha dovuto ingoiare e scegliere la solita musichetta trita e ritrita (che hanno tutti)
          • 123 scrive:
            Re: E se fischiettassi una canzone?
            ma farvela in casa la musicetta con una pentola ed una padella?comunque non fischiare in pubblico che vengono a prenderti le teste d cuoio
          • Bobby solo scrive:
            Re: E se fischiettassi una canzone?
            Beh, vorrà dire che mi costituirò volontariamente alla siae ogni volta che mollo uno scorreggio: hai visto mai che assomiglia a qualche me**a di canzone che oramai si trovano a mucchi! :P
          • Guybrush scrive:
            Re: E se fischiettassi una canzone?
            - Scritto da: Bobby solo
            Beh, vorrà dire che mi costituirò volontariamente
            alla siae ogni volta che mollo uno scorreggio:
            hai visto mai che assomiglia a qualche me**a di
            canzone che oramai si trovano a mucchi!
            :PPeto, si chiama peto... e non hai detto niente di male: l'uso dello sfintere in musica e' cosa arcinota almeno dal 1200.Prendi la Divina Commedia, canto XXI e leggiti l'ultimo verso.E consolati: il copyright, almeno per quello, è scaduto.
          • Alphonse Elric scrive:
            Re: E se fischiettassi una canzone?
            - Scritto da: Guybrush
            E consolati: il copyright, almeno per quello, è
            scaduto.Per ora... (rotfl)
          • leone2000 scrive:
            Re: E se fischiettassi una canzone?
            - Scritto da: Guybrush

            Prendi la Divina Commedia, canto XXI e leggiti
            l'ultimo
            verso.precisamente il XXI canto dell'inferno: "ed elli avea del cul fatto trombetta."
    • gohan scrive:
      Re: E se fischiettassi una canzone?
      - Scritto da: vac
      E se fischiettassi una canzone mentre cammino per
      strada?ti puoi beccare un denuncia per diffusione in pubblico senza autorizzazione di materiale coperto da copyright :)
    • soulista scrive:
      Re: E se fischiettassi una canzone?
      - Scritto da: vac
      E se fischiettassi una canzone mentre cammino per
      strada?Facezie a parte, se incrociassi fischiettando qualche "bravo" della SIAE particolarmente rompiglione, questi potrebbe anche multarti...
      • Alessio scrive:
        Re: E se fischiettassi una canzone?
        - Scritto da: soulista
        - Scritto da: vac

        E se fischiettassi una canzone mentre cammino
        per

        strada?

        Facezie a parte, se incrociassi fischiettando
        qualche "bravo" della SIAE particolarmente
        rompiglione, questi potrebbe anche
        multarti...non solo la multa per utilizzo non autorizzato, ma potrebbe anche fare causa per una reinterpretazione che lede il diritto dell'autore di non veder modificata la propria opera senza previo consenso
        • Fabrizio Mondo scrive:
          Re: E se fischiettassi una canzone?
          - Scritto da: Alessio
          - Scritto da: soulista

          - Scritto da: vac


          E se fischiettassi una canzone mentre cammino

          per


          strada?



          Facezie a parte, se incrociassi fischiettando

          qualche "bravo" della SIAE particolarmente

          rompiglione, questi potrebbe anche

          multarti...

          non solo la multa per utilizzo non autorizzato,
          ma potrebbe anche fare causa per una
          reinterpretazione che lede il diritto dell'autore
          di non veder modificata la propria opera senza
          previo
          consensoMa stiamo scherzando? :| Che mondo.. dove andremo a finire?
          • . . scrive:
            Re: E se fischiettassi una canzone?


            non solo la multa per utilizzo non autorizzato,

            ma potrebbe anche fare causa per una

            reinterpretazione che lede il diritto dell'autore

            di non veder modificata la propria opera senza

            previo consenso
            Ma stiamo scherzando? :| Che mondo.. dove andremo
            a finire?In Cassazione... e senza scherzare.Qualcuno c'è già anche arrivato (vedi altro post). Qualcun altro ci arriverà.La differenza tra il caso "logistep" ed i precedenti (crederete mica che l'intercettazione illecita sia stata inventata dagli svizzeri?) è che, anziché colpire (durissimo) pochi "sfigati" CAPRI ESPIATORI, presto dimenticati e ABBANDONATI dalla "comunità", questa volta si è deciso di colpire (abbastanza lievemente) molte persone (anche se in confronto al totale rimangono sempre poche) accettando, evidentemente, il rischio che fra questi vi potesse essere anche qualche "amico di" (politici, ricconi, esponenti di organizzazioni malavitose, fate voi: siamo pur sempre in Italia).Quindi -passatemi l'espressione- "ben vengano" operazioni di questo tipo, che se non altro possono fungere da "secchiata d'acqua" (e poco danno) per tutti coloro che, ancora, sognano che tanto "chi vuoi che si muova per qualche mp3..."!
        • Io E scrive:
          Re: E se fischiettassi una canzone?
          sul serio???... nooo, uffa io volevo fare passegiata spensierato fischiando x strada, e invece devo stare qua a scrivere l'E-Mail alla SIAE x l'autorizzazione. uffa!
      • Gabriele scrive:
        Re: E se fischiettassi una canzone?
        - Scritto da: soulista
        - Scritto da: vac

        E se fischiettassi una canzone mentre cammino
        per

        strada?

        Facezie a parte, se incrociassi fischiettando
        qualche "bravo" della SIAE particolarmente
        rompiglione, questi potrebbe anche
        multarti...E quelle volte che ci si ferma al semaforo coi finestrini aperti e lo stereo a palla, è esecuzione pubblica per la durata del semaforo rosso ?G.
    • Francesco M. scrive:
      Re: E se fischiettassi una canzone?
      Ricordati di quelle brave personcine che negli anni 70 si "infiltravano" nelle feste sulle spiagge, e multavano chi si metteva a suonare con la chitarra brani coperti da diritto d'autore... giravano avvertimenti del tipo "attenti a quelli con i mocassini"...
    • . . scrive:
      Re: E se fischiettassi una canzone?
      - Scritto da: vac
      E se fischiettassi una canzone mentre cammino per
      strada?Ahinoi, la cosa è già stata considerata (e decisa) in passato.Più precisamente, Cass. civ. Sez. I, 29 maggio 2003, n. 8597 ha affermato che: Sulla base di tale principio, ha affermato che l'utilizzazione non autorizzata di un motivo musicale, "anche se realizzata in termini meramente evocativi", comporta, se non debitamente autorizzata, la violazione dei diritti di utilizzazione esclusiva dell'opera dell'ingegno, ed in motivazione si legge che .ATTENZIONE: in realtà la decisione ha una sua logica, perché nel caso specifico si trattava di uno "spot pubblicitario" nel quale un "Babbo Natale" intonava -senza accompagnamento e con le deformazioni del tipico vocione- una celebre canzone natalizia, i cui editori si sono ovviamente affrettati ad insorgere.EBBENE: la decisione è in qualche modo "saggia" perché bisogna riconoscere che l'agenzia pubblicitaria (in realtà venne condannato anche il network televisivo mi pare!) da quell'operazione ha tratto un LUCRO.Lucro che all'epoca era previsto come requisito essenziale anche dalla normativa penale; poi non più e attualmente di nuovo (e domani chissà), ma tanto quello che passa è il "principio": AI SENSI DELL'ATTUALE NORMATIVA ANCHE SOLO FISCHIETTARE UN MOTIVETTO (RICONOSCIBILE) E' GIA' UN ILLECITO (CIVILE)!Perciò, come ha detto qualcun altro in questo forum, è ora di smetterla di "sbeffeggiare" queste notizie, e capire che c'è DAVVERO qualcosa che non va.Il passo da una vita onesta e serena ad un incubo giudiziario è solo questione di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato!!!(logipasso e altri docent)
    • gnubit scrive:
      Re: E se fischiettassi una canzone?
      Immagina se ti squilla il cello al cinema con la suoneria mp3, prima ti lincia la folla e poi ti multa la siae.
      • joeSeggiola scrive:
        Re: E se fischiettassi una canzone?

        Immagina se ti squilla il cello al cinema con la
        suoneria mp3, prima ti lincia la folla e poi ti
        multa la siae.ROTFL!!!! Mi hai fatto sputtanare dalle risate!
Chiudi i commenti