Microsoft regala un search aziendale

La mamma di Windows ha rilasciato la versione preliminare di un sistema di ricerca gratuito per le aziende che può essere esteso mediante connector e filtri. Lanciata inoltre la versione finale di Windows Live Suite

Roma – Negli scorsi giorni Microsoft ha rilasciato una release quasi definitiva di Microsoft Search Server (MSS) 2008 Express, un sistema di ricerca gratuito rivolto alle aziende e progettato per girare su Windows Server. BigM ha inoltre lanciato la versione finale della propria suite di applicazioni Windows Live comprendente client email, gestore di foto, editor di blog ed altri tool desktop.

MSS 2008 poggia sullo stesso motore di ricerca alla base delle ultime release di Microsoft Search Server e SharePoint Server, e fornisce all’incirca le stesse funzionalità offerte da questi due prodotti. Il software è inoltre compatibile con gli attuali tool di amministrazione centralizzata, con le reti federate e con gli attuali connector per le soluzioni di gestione documentale di terze parti.

Come spiegato in questo post di blogs.technet.com , il nuovo search di Microsoft è in grado di indicizzare i contenuti di file server, siti web, Windows SharePoint Services, Microsoft Office SharePoint Server, public folder di Exchange Server e repository di Lotus Notes. In più è estensibile per mezzo di due tipi di connector: Enterprise Search Connector (basati sullo standard Open Search ), per mezzo dei quali è possibile interfacciare MSS 2008 Express a motori di ricerca di terze parti, quali Yahoo!, Google, Flickr, Technorati e YouTube; e Indexing Connector , che consentono di reperire informazioni da sorgenti e repository differenti, creando dei catalog delle informazioni indicizzate.

La terza modalità per estendere le capacità di ricerca di MSS 2008 è data dagli iFilter , che consentono di utilizzare differenti sistemi di ricerca e di indicizzazione, come Microsoft Search Server, Microsoft Office SharePoint Server 2007, Windows SharePoint Services, Windows Desktop Search, Windows Vista e SQL Server.

Al momento della sua disponibilità, Microsoft prevede di rilasciare un certo numero di connector e di filtri gratuiti, tra i quali quelli per l’indicizzazione delle applicazioni Documentum di EMC e FileNet di IBM .

MSS 2008 Express verrà rilasciato all’inizio del prossimo anno insieme ad una edizione a pagamento che, a differenza di quella gratuita, potrà essere installata su più di un server e potrà avvalersi di funzionalità per il bilanciamento del carico e la ridondanza.

Microsoft afferma che MSS 2008 è in grado di rivaleggiare, in termini di funzionalità, con appliance dedicate come Google Mini . “La differenza – ha affermato Rob Gray, product manager inglese per SharePoint – è che con MSS 2008 Express non siete costretti ad acquistare un nuovo componente hardware: questo prodotto è gratuito, non impone alcun limite al numero di documenti indicizzati e include una più ricca interfaccia di amministrazione”.

Chi desidera provare da subito il software può scaricare la Release Candidate di MSS 2008 Express da questa pagina . Attualmente il programma è compatibile esclusivamente con Windows Server 2003: al momento non è chiaro se la release finale girerà anche sul giovane Windows Server 2008 .

Windows Live Services
Martedì, durante un evento tenuto a New York, Microsoft ha lanciato la versione finale della propria suite di applicazioni Windows Live in 36 lingue, tra cui quella italiana.

Gli utenti possono ora scaricare la versione 1.0 dell’installer unificato, di cui era stata rilasciata una versione preliminare lo scorso settembre, e scegliere le applicazioni da installare. Queste includono il client di instant messaging e VoIP Windows Live Messenger 8.5 , il client di posta elettronica Windows Live Mail (naturale successore di Outlook Express), l’editor di blog Windows Live Writer , il gestore di foto Windows Live Photo Gallery (diretto rivale di Google Picasa) e, unico componente a pagamento della suite, il software di sicurezza Windows Live OneCare Family Safety (che di default non viene installato).

Insieme alle Live Apps sono uscite dallo stato di beta anche i servizi Windows Live Spaces, Windows Live Events, Windows Live Hotmail e Windows Live for Windows Mobile: quest’ultimo consente l’accesso ai servizi Windows Live da un dispositivo basato su Windows Mobile.

Non tutti i servizi che erano in beta hanno ancora raggiunto la maturità: tra questi vi sono Windows Live Skydrive, che fornisce spazio disco online (attualmente accessibile solo dagli utenti nordamericani), e Windows Live Calendar, un rivale diretto di Google Calendar.

Stando a Microsoft, gli utenti di Windows Live Services sono oltre 400 milioni in tutto il mondo, ma la fetta più grossa di questo bacino d’utenza è rappresentato dagli iscritti ai già maturi Hotmail e MSN Messenger.

Si segnala anche che, da ieri, è possibile registrare indirizzi email e Windows Live ID con il dominio live.it (o “.com” se si sceglie l’home page americana).

Negli scorsi giorni Microsoft ha anche annunciato che Visual Studio 2008 e MS.NET Framework 3.5 saranno rilasciati entro la fine di questo mese . Questa e altre novità dedicate agli sviluppatori si trovano sintetizzate in questo post della versione italiana di blogs.msdn.com .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • RSS scrive:
    Nel suo alibi non ha tenuto conto...
    ...dei fusi orari. Chissà se ne tengono conto come si deve, se gli orologi sono sincronizzati, ecc.
  • Silandil scrive:
    sbagli provider
    è capitato anche a me di ricevere un ammonimento sbagliato da parte del net-abuse di tiscali per delle mie presunte offese su un newsgroup. L'operatore in questione probabilmente aveva sbagliato a leggere gli headers dei post e non ha mai risposto alla mia richiesta di chiarimenti. Ovviamente cambiero' provider.Ma che sarebbe successo se il provider avesse risposto in maniera sbagliata a una richiesta dell'autorita' giudiziaria ? Chi tutela noi utenti da sbagli umani che possono sempre succedere o dalla scarsa professionalita' che qualcuno, magari precario e da li' da poco, potrebbe avere ?:-(
    • pensar male si fa peccato... ma ci si .. scrive:
      Re: sbagli provider
      - Scritto da: Silandil
      è capitato anche a me di ricevere un ammonimento
      sbagliato da parte del net-abuse di tiscali per
      delle mie presunte offese su un newsgroup.
      L'operatore in questione probabilmente aveva
      sbagliato a leggere gli headers dei post e non ha
      mai risposto alla mia richiesta di chiarimenti.
      Ovviamente cambiero'
      provider.

      Ma che sarebbe successo se il provider avesse
      risposto in maniera sbagliata a una richiesta
      dell'autorita' giudiziaria ? Chi tutela noi
      utenti da sbagli umani che possono sempre
      succedere o dalla scarsa professionalita' che
      qualcuno, magari precario e da li' da poco,
      potrebbe avere
      ?

      :-(eh una bella domandala seconda domanda e': chi ha autorizzato google a dare l'ip all'autorita' giudiziaria?E L'ISP E SOLO L'ISP ResponsabilePiu' vado avanti e meno google mi piaceMicrosoft Microsoft....invece google eh?La seconda cosa che faccio e togliermi da gmail
      • Mauro scrive:
        Re: sbagli provider

        la seconda domanda e': chi ha autorizzato google
        a dare l'ip all'autorita'
        giudiziaria?Non sono conoscitore delle leggi di quel paese quindi non saprei affermare con certezza se l'autorità giudiziaria necessiti di una autorizzazione per richiedere l'IP.In Italia mi pare che esista una figura che valuti la richiesta di chi svolge l'indagine prima di concedere l'autorizzaizone.Non credo sia necessaria l'autorizzazione dell'indagato, anche perchè magari siamo ancora su indagin contro ignoti.Poi ci sono le questioni di giurisdizioni che sono regolate da trattati internazioni ed accordi tra stati.Quando tu, italiano, accedi ad un sito web presente su un server su uno stato estero mi sai che sei tenuto a rispettare sia le leggi italiane sia quelle dello stato estero.IMHO
  • pensar male si fa peccato... ma ci si ... scrive:
    incisiva la frase google ha dato l'ip
    ha sbagliato Google nel fornire l'IP del proprio utente alle autorità indiane, o ha sbagliato il provider Airtel nell'associare quell'IP al nome di LakshmanaGoogle da gli ip? ma si facesse i cxxacci suoi.Faccia il motore di ricerca non l'investigatore.
  • ilbignami scrive:
    satira eccessiva
    chi scommette con me che il reato di 'satira eccessiva' (penale ovviamente) verrà presto abilitato anche in italia?Ragazzi qui sta succedendo qualcosa, i nostri figli (quelli sopravvissuti) lo studieranno sui libri.Siamo nel pieno della rivoluzione dell'informazione, una cosa che ha una portata tale da superare quella industriale.I potenti faranno di tutto per opporscisi.Preparatevi al WWW 3.0 (e non è il web)
    • fred scrive:
      Re: satira eccessiva
      Infatti ci hanno provato gia due volte per non parlare di quello che accade in tv (Grillo, l'editto Bulgaro e altre trasmissioni censurate negli ultimi anni).
  • anonymous scrive:
    nota
    "[...]le corporation statunitensi danno seguito a richieste liberticide nei paesi in cui operano [...]"ma soprattutto nel paese dove sono state fondate (vedi AT&T in questo stesso numero di PI)
  • Basta scrive:
    Squallore
    coma da oggetto
  • fred scrive:
    Servizio sull'India su Raiedu
    trasmesso stamattina alle 8.05 con immagini e informazioni raccolte in giro per l'India, dimostra come l'immagine di quel paese che abbiamo sia molto distorta, anch'io credevo che la situazione fosse migliore.Due terzi del paese vive in assoluta poverta', la disuguaglianze delle classi sociali sono tuttora forti (sebra di essere tornati indietro di un secolo) e sia i ricchi che i politici hanno forti tendenze razziste; sullo speciale ce n'era un po' per tutti, era inteso a ripercorrere la marcia di Ghandi e vedere quali segni erano rimasti.In particolare spiccano i problemi ereditati dal colonialismo inglese durato molto a lungo.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Servizio sull'India su Raiedu
      - Scritto da: fred
      trasmesso stamattina alle 8.05Peccato non averlo saputo in tempo, sono previste repliche? (sul sito Rai la cosa più ovvia e cioè trovare il palinsesto, se non dei tre canali generalisti, è una vera e propria mission impossible)
      • Ubaldo Cecioni scrive:
        Re: Servizio sull'India su Raiedu
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: fred

        trasmesso stamattina alle 8.05

        Peccato non averlo saputo in tempo, sono previste
        repliche? (sul sito Rai la cosa più ovvia e cioè
        trovare il palinsesto, se non dei tre canali
        generalisti, è una vera e propria mission
        impossible)Qui c'è il palinsesto:http://www.educational.rai.it/palinsesto/Ma è molto più probabile che tra un po' riuscirai a trovarlo sul sito del programma:http://www.lastoriasiamonoi.rai.it/
      • fred scrive:
        Re: Servizio sull'India su Raiedu
        la trasmissione e' quella di Giovanni Minoli dal nome La Storia Siamo Noi; dato che viene trasmesso tutte le mattine e diverse sere tutto quel che trasmettono prima o poi viene replicato anche perche' andando in onda per anni di seguito a 300 puntate all'anno le repliche sono inevitabili (ricordo di aver visto certi speciali anche 3 volte), ma non credo esista un vero e proprio palinsenso nella scelta di quello che devono mandare dato che molto spesso la puntata del giorno si collega ad un avvenimento accaduto il giorno precedente (questo significherebbe che prendono la decisione durante la giornata precedente) pero' pare che non avessero ancora pronto un servizio o una biografia di Biagi, anche stamane hanno trasmesso un servizio sul dopoguerra quindi di riempimento.Il programma di Minoli ha un suo spazio web su cui viene pubblicato un sunto dei servizi corredati delle clip piu' interessanti del servizio ma purtroppo mancano i servizi interi in formato video: quello trasmesso sull'India ieri non e' presente e questo potrebbe significare che e' nuovo mentre cercando il termine "India" escono varie informazioni di cui diverse non correlate; la pagina e' qui http://www.lastoriasiamonoi.rai.it/
        • fred scrive:
          Re: Servizio sull'India su Raiedu
          Dimenticavo: non conosco gli orari serali, viene trasmesso tutte le mattine su raitre dopo le 8.05 e dura da 45 minuti in su; in alcune regioni in certi periodi danno una programmazione diversa.
    • NSA scrive:
      Re: Servizio sull'India su Raiedu
      Ne sono rimasto disgustato, la gente come spazzatura. Questo succede alla massa che abbandona i propri diritti aspettando che cali dall'alto il protettore.Non hanno mai avuto diritti? Colpa loro.Vedrete che lasciandoci scivolare nella miseria, in europa non ci stupiremo dell'india.
Chiudi i commenti