Microsoft Surface, presentato l'SDK

Il kit di sviluppo per il tavolo multi-touch di Redmond è stato finalmente messo a disposizione degli sviluppatori. I dettagli
Il kit di sviluppo per il tavolo multi-touch di Redmond è stato finalmente messo a disposizione degli sviluppatori. I dettagli

Surface come semplice applicazione dimostrativa di tecnologie di interfacciamento di là da venire? Niente affatto: Microsoft è seriamente intenzionata a fare del proprio progetto multi-touch un’applicazione a tutti gli effetti e a costruire intorno una comunità. Per questo ha annunciato la messa a disposizione di aziende e professionisti di kit di sviluppo per la personalizzazione del dispositivo. Il Software Development Kit, come promesso in passato, è stato offerto in “tiratura limitata” alla Professional Developer Conference che si tiene in questi giorni a Los Angeles.

il tavoletto dove lo metto Il kit , messo a disposizione in 1.000 copie alla convention, necessita, per avere un senso, del corrispondente dispositivo basato su Windows Vista e inclusivo di un monitor orizzontale dalla diagonale di 30 pollici: il tutto si può avere al prezzo di 13.500 dollari , cifra che include cinque licenze di utilizzo e il supporto allo sviluppo.

Non si tratta di un’offerta facile per uno sviluppatore indipendente, ma apre le porte ad applicativi Surface più elaborati di quelli emersi fino ad oggi, in spazi in cui si limita ad animare salotti di alberghi Sheraton , negozi AT&T o le hall della nuova start-up di Bill Gates , così come le mappe elettorali nelle trasmissioni televisive “Microsoft powered” di MSNBC.

In attesa che nei negozi giunga Oahu , il Surface versione consumer , la release dell’SDK apre le porte ad un utilizzo di Surface più professionale , al di là della curiosità tecnologica da ammirare su YouTube.

“Con le 18 unità Surface presenti al PDC – ha dichiarato il portavoce di Microsoft Brad Carpenter – i partner e la comunità di sviluppatori hanno ora l’opportunità di capire come si sviluppano applicazioni per Surface e come massimizzare gli attributi unici del surface computing, il multi-touch, l’interazione diretta, il riconoscimento degli oggetti e le capacità multi-utente”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 10 2008
Link copiato negli appunti