Microsoft Teams: condivisione dei file facilitata con l'AI

Microsoft Teams: condivisione dei file facilitata con l'AI

Prossimamente Microsoft Teams implementerà una nuova funzione per cercare e condividere file in chat grazie all'intelligenza artificiale.
Prossimamente Microsoft Teams implementerà una nuova funzione per cercare e condividere file in chat grazie all'intelligenza artificiale.

Il team di sviluppatori di Microsoft Teams è costantemente al lavoro su svariate nuove funzioni per la celebre piattaforma di comunicazione. Alcune di esse sono già state implementate, come ad esempio quelle relative alla lingua dei segni, mentre altre saranno aggiunte con futuri aggiornamenti. Proprio per il futuro, Microsoft ha in programma la possibilità di sfruttare l’intelligenza artificiale per permettere agli utenti di risparmiare tempo prezioso quando è necessario condividere i file.

Microsoft Teams: suggerimenti per la condivisone dei file basati sull’AI

Andando più nello specifico, il colosso di Redmond sta lavorando sui suggerimenti per i file in chat basati sull’intelligenza artificiale, in modo tale da facilitare agli utenti l’opportunità di allegare e condividere documenti testuali, immagini, audio ecc. e, di conseguenza, di ottimizzare le tempistiche necessarie per fare ciò.

Il funzionamento è abbastanza semplice e intuitivo: grazie all’implementazione dell’intelligenza artificiale, nei gruppi di lavoro saranno indicati i file che si presuppone possano venire condivisi, mettendoli in primo piano. Tra gli elementi mostrati, sarà possibile scegliere quanto da condividere con un solo clic.

Chiaramente, non dovrebbe mancare l’opportunità di ignorare i suggerimenti ricevuti, se considerati inutili, al pari di com’è possibile ignorare le risposte suggerite.

Stando alla tabella di marcia di Microsoft 365, i suggerimenti per i file nella chat di Microsoft Teams dovrebbero essere disponibili a partire da febbraio 2023, ma è sempre bene non fidarsi troppo delle tempistiche fornite dall’azienda di Redmond, visto e considerato che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo e che proprio per tale ragione potrebbero verificarsi dei ritardi.

Fonte: Neowin
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 dic 2022
Link copiato negli appunti