MWC 2021: anche Qualcomm rinuncia

MWC 2021: anche Qualcomm rinuncia

Anche Qualcomm si aggiunge all'elenco delle aziende che hanno deciso di non partecipare fisicamente al MWC 2021 di Barcellona (28 giugno-1 luglio).
Anche Qualcomm si aggiunge all'elenco delle aziende che hanno deciso di non partecipare fisicamente al MWC 2021 di Barcellona (28 giugno-1 luglio).

Nonostante le rassicurazioni della GSMA, anche quest'anno ci saranno molte assenze importanti alla manifestazione spagnola. Qualcomm si aggiunge infatti all'elenco dei produttori che hanno deciso di non partecipare fisicamente al MWC 2021 di Barcellona. L'azienda californiana annuncerà le novità mediante un evento virtuale.

MWC 2021 perde anche Qualcomm

L'edizione 2020 è stata cancellata dopo i forfait dei principali produttori di smartphone. La GSMA ha posticipato il MWC 2021 a fine giugno proprio per evitare nuove rinunce di massa. Gli organizzatori hanno inoltre approntato una serie di misure per garantire la sicurezza dell'evento, tra cui check-in digitale, test negativo nelle ultime 72 ore e pagamenti contactless.

Nonostante ciò sono iniziate ad arrivare le cancellazioni di Nokia, Ericsson, Sony, Google, Samsung, Lenovo, IBM e Oracle. All'elenco si aggiunge ora Qualcomm. L'assenza dell'azienda californiana è piuttosto “grave”, in quanto è quella che produce la maggioranza dei processori utilizzati nei dispositivi mobile.

La GSMA aveva comunicato all'inizio del mese il tema dell'evento, ovvero “Connected Impact”, insieme ai nomi degli speaker che terranno un keynote a Barcellona. Uno di essi è Cristiano Amon, Presidente e CEO di Qualcomm. Il keynote previsto sarà ora in versione digitale. Questa è la dichiarazione ufficiale:

Sebbene apprezziamo le misure per salute e sicurezza messe in atto dalla GSMA per il MWC di Barcelona, abbiamo deciso che è nel migliore interesse dei nostri dipendenti e clienti che la partecipazione di Qualcomm sia virtuale quest'anno. Non vediamo l'ora di interagire con l'ecosistema attraverso il keynote virtuale di Cristiano Amon del 28 giugno.

Difficilmente la GSMA cancellerà l'edizione 2021, ma quanto successo negli ultimi due anni avrà sicuramente ripercussioni sull'organizzazione di futuri eventi in presenza. Non si prevedono invece problemi per l'IFA di Berlino (3-7 settembre), considerato che la campagna vaccinale dovrebbe essere quasi terminata in molti paesi.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 05 2021
Link copiato negli appunti