NFT: il video Charlie Bit My Finger venduto per oltre 760000 dollari

Il video Charlie Bit My Finger venduto come NFT

Un fratellino mordicchia il dito all'altro: la clip diventa prima virale, poi un Non-Fungible Token; la bizzarra storia di Charlie Bit My Finger.
Un fratellino mordicchia il dito all'altro: la clip diventa prima virale, poi un Non-Fungible Token; la bizzarra storia di Charlie Bit My Finger.

Con oltre 884 milioni di visualizzazioni su YouTube, la clip Charlie Bit My Finger è stata venduta all'asta da Origin Protocol sotto forma di NFT, per un prezzo di 760.999 dollari. Il breve video, dalla durata inferiore al un minuto, è per il momento ancora visibile in streaming di seguito, ma potrebbe essere presto eliminato dalla piattaforma (non sarà comunque difficile reperirne una copia online).

NFT: 760.999 dollari per Charlie Bit My Finger

Il filmato riprende semplicemente due fratellini, il più piccolo intento a mordicchiare un dito del maggiore. Ad acquistarlo il collezionista 3F Music, che ora ne detiene la proprietà grazie a un certificato basato su blockchain.

Non è il primo contenuto virale a diventare un Non-Fungible Token per poi essere venduto a cifre da capogiro. A fine aprile è toccato anche a Disaster Girl, celebre immagine che raffigura una bambina dallo sguardo luciferino a pochi metri di distanza da una casa in fiamme.

Ad acquistarlo è stato anche in questo caso 3F Music, per oltre 500.000 dollari. Il collezionista ha allungato le mani anche su Overly Attached Girlfriend (411.000 dollari), confermando la sua predilezione per i meme.

Tornando a Charlie Bit My Finger, l'upload del video risale al 2007. I due bambini protagonisti, Harry e Charlie Davies-Carr (oggi rispettivamente di 15 e 17 anni), inconsapevolmente hanno fruttato una fortuna ai genitori, consentendo loro di racimolare il denaro necessario per arrivare tre anni più tardi ad acquistare una nuova casa. Online anche un video celebrativo del decimo anniversario.

Sentiremo sempre più spesso parlare di NFT, anche se forse i 69,3 milioni di dollari sborsati per l'opera “EVERYDAYS: THE FIRST 5000 DAYS, 2021” dell'artista Beeple rimarranno un record difficile da raggiungere e superare. Tra coloro che hanno confermato l'intenzione di dire la propria in questo ambito c'è anche eBay, che a breve aprirà una sezione del marketplace dedicata a questa tipologia di contenuti.

Fonte: Engadget
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti