Nuovi iPad Pro con chip M2: annuncio imminente

Nuovi iPad Pro con chip M2: annuncio imminente

Apple dovrebbe annunciare nei prossimi giorni i nuovi iPad Pro con processore M2, mentre nel 2023 è previsto il lancio di un dock con altoparlanti.
Apple dovrebbe annunciare nei prossimi giorni i nuovi iPad Pro con processore M2, mentre nel 2023 è previsto il lancio di un dock con altoparlanti.

Da mesi circolano indiscrezioni sui nuovi iPad Pro. Secondo le fonti del noto Mark Gurman di Bloomberg, Apple annuncerà i tablet nei prossimi giorni (ma non è previsto un evento di lancio). La principale novità è rappresentata dal processore M2. L’azienda di Cupertino potrebbe inoltre trasformare gli iPad Pro in smart display, aggiungendo un dock con altoparlante integrato.

iPad Pro (2022) con chip M2

Mark Gurman scrive che il debutto dei nuovi iPad Pro da 11 e 12,9 pollici è questione di giorni. Come detto, la principale differenza rispetto ai modelli 2021 è rappresentata dal chip M2 che offre un incremento di prestazioni fino al 20% rispetto al precedente M1.

Non sono previsti cambiamenti estetici, quindi il design rimarrà invariato. Possibile però l’utilizzo di uno schermo IPS con mini LED anche per il modello da 11 pollici. Sui nuovi tablet verrà installato iPadOS 16.1 che includerà la funzionalità Stage Manager. Gurman non esclude il lancio di un iPad entry level con cornici sottili (quindi senza Touch ID) e porta USB Type-C.

Apple avrebbe inoltre pianificato il lancio (nel 2023) di un accessorio che permetterà di trasformare gli iPad Pro in smart display. Il dock, venduto separatamente, integrerà gli altoparlanti e probabilmente consentirà di ricaricare la batteria. Si tratta quindi di una soluzione simile a quella mostrata da Google per il suo Pixel Tablet. Gli utenti potranno così usare i tablet per le videochiamate con FaceTime e controllare i dispositivi smart presenti nell’abitazione.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Bloomberg
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 ott 2022
Link copiato negli appunti