Oracle-TikTok: affare fatto secondo Steven Mnuchin

Il Segretario al Tesoro dell'amministrazione Trump ha di fatto confermato la stretta di mano tra Oracle e TikTok ancor prima di un annuncio ufficiale.
Il Segretario al Tesoro dell'amministrazione Trump ha di fatto confermato la stretta di mano tra Oracle e TikTok ancor prima di un annuncio ufficiale.
Guarda 5 foto Guarda 5 foto

Ci saremmo aspettati un comunicato dai siti ufficiale di Oracle o TikTok, invece quella che di fatto può essere interpretata come la conferma della stretta di mano tra le due realtà è giunta sotto forma di una dichiarazione affidata da Steven Mnuchin, Segretario al Tesoro dell’amministrazione Trump (nell’immagine di apertura), ai microfoni dell’emittente CNBC.

ByteDance ha scelto Oracle per TikTok negli USA

Non si tratta di un’acquisizione come ipotizzato in un primo momento: l’azienda californiana diventerà Trusted Tech Partner della cinese ByteDance che controlla il social network, garantendo così alle autorità USA che il funzionamento della piattaforma sia in linea con i principi e con le normative in vigore sul territorio americano. Verrà così scongiurato lo spauracchio del ban che sarebbe altrimenti entrato in vigore il 20 settembre come anticipato il mese scorso da Washington.

Il via libera definitivo arriverà entro la settimana, dopo che l’amministrazione Trump avrà esaminato ogni dettaglio dell’accordo pronunciandosi di conseguenza. Ricordiamo che Microsoft all’inizio di agosto ha inoltrato una proposta al colosso cinese con l’obiettivo di allungare le mani sul servizio mettendo sul piatto un investimento da diverse decine di miliari, ottenendo però una risposta negativa come reso noto nel fine settimana.

L’attività di TikTok negli Stati Uniti poggerà dunque in futuro sull’infrastruttura cloud di Oracle, la stessa che dalla scorsa primavera ospita anche i meeting di Zoom. In questo modo Washington potrà contare su un livello di sicurezza aggiuntivo per quanto concerne la gestione dei dati appartenenti agli iscritti americani e ByteDance continuare a operare senza essere obbligata a cedere il controllo completo della piattaforma.

Fonte: MarketWatch
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti