Pagamenti di terze parti in Olanda: basta solo un'app

Pagamenti di terze parti in Olanda: basta solo un'app

Apple ha eliminato l'obbligo di creare due versioni della stessa app di dating, accettando una delle richieste dell'autorità antitrust olandese.
Apple ha eliminato l'obbligo di creare due versioni della stessa app di dating, accettando una delle richieste dell'autorità antitrust olandese.

L’Authority for Consumers and Markets (ACM) dell’Olanda ha inflitto una multa complessiva di 50 milioni di euro ad Apple per non aver rispettato l’ordine relativo ai sistemi di pagamento alternativi. L’azienda di Cupertino ha finalmente deciso di eliminare una delle condizioni che l’autorità antitrust aveva considerato inaccettabile, ovvero l’obbligo di creare due app separate. Un’altra importante novità, valida in tutto il mondo, riguarda le cosiddette “reader app”.

Pagamenti esterni nelle app di dating

La possibilità di usare un sistema di pagamento alternativo a quello di Apple è riservata unicamente agli sviluppatori che distribuiscono le app di dating in Olanda. LA ACM ha inflitto 10 multe settimanali di 5 milioni di euro perché l’azienda di Cupertino chiedeva la creazione di due versioni della stessa app (una per gli utenti olandesi e una per il resto del mondo).

Ora Apple ha finalmente eliminato questa condizione. Gli sviluppatori possono utilizzare il sistema di pagamento standard o quello alternativo nella stessa app, ma devono limitare la distribuzione allo store olandese. In alternativa possono inserire un link che porta al sito sul quale l’utente può effettuare l’acquisto. È tuttavia necessario specificare che la transazione non viene gestita da Apple e che l’utente deve rivolgersi allo sviluppatore per tutte le relative problematiche (ad esempio i rimborsi).

L’uso di un sistema di pagamento esterno non cancella la commissione da versare ad Apple che, in questo caso, ammonta al 27%. L’autorità antitrust olandese valuterà ora se le nuove condizioni sono conformi all’ordine di fine dicembre.

Creazione account per le reader app

La seconda novità riguarda gli utenti di tutto il mondo. Come promesso all’inizio di settembre 2021, Apple consente ora di includere nelle “reader app” un link al sito dello sviluppatore, dove sarà possibile la creazione e gestione dell’account. Le reader app sono quelle che visualizzano contenuti digitali precedentemente acquistati (libri, audio, video e simili), non offrono acquisti in-app e non permettono interazioni person-to-person in tempo reale.

Fonte: Apple
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 31 mar 2022
Link copiato negli appunti