Parler ritorna su App Store con moderazione IA

Parler ritorna su App Store con moderazione IA

Dopo oltre quattro mesi, l'app Parler ritorna sullo store di Apple, ma con un sistema di moderazione che nasconde automaticamente i contenuti vietati.
Dopo oltre quattro mesi, l'app Parler ritorna sullo store di Apple, ma con un sistema di moderazione che nasconde automaticamente i contenuti vietati.

Dopo oltre quattro mesi, Parler ritorna su App Store. L'app era stata rimossa in seguito all'assalto di Capitol Hill, in quanto il social network era stato utilizzato per diffondere contenuti piuttosto discutibili che ora vengono automaticamente nascosti da un sistema di moderazione basato sull'intelligenza artificiale. L'azienda del Nevada ha annunciato anche il nuovo CEO George Farmer che sostituisce il CEO ad interim Mark Meckler.

Parler su iOS con moderazione IA

Il social network è stato utilizzato per coordinare l'attacco al Congresso degli Stati Uniti all'inizio di gennaio. Per questo motivo Apple e Google hanno rimosso l'app dai rispettivi store e Amazon ha interrotto l'accesso ai server. Parler è tornato online a metà febbraio, grazie al nuovo hosting provider, ma le app non erano state ripristinate. Da ieri è disponibile nuovamente la versione iOS.

Nelle note di rilascio è scritto “Enhanced threat and incitement reporting tools“, quindi sono stati migliorati gli strumenti per segnalare post con minacce o incitamento all'odio. In realtà la principale novità è rappresentata dal sistema di moderazione dei contenuti. Un algoritmo di intelligenza artificiale rileva automaticamente contenuti vietati dalle linee guida e aggiunge l'etichetta “hate” (odio).

Questi contenuti vengono “censurati” su iOS e quindi non sono visibili su iPhone e iPad. Gli utenti possono comunque vederli con la versione web del social network e su Android (l'app non è ancora presente sul Google Play Store, ma l'installazione è possibile tramite sideloading).

Parler ha inoltre annunciato che George Farmer sarà il nuovo CEO. Il posto era occupato provvisoriamente da Mark Meckler che a sua volta aveva sostituito John Matze (licenziato a febbraio).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 05 2021
Link copiato negli appunti