Privacy ieri, oggi, domani

Il Garante per la protezione dei dati personali contro lo strapotere dei colossi web, intermediari esclusivi tra produttori e consumatori. Annunciate nuove misure sulle intercettazioni, lontane dal modello USA

Roma – Si parte dalle cifre, nella relazione 2012 del Garante Privacy sulla protezione dei dati, la trasparenza e le principali tecnologie della comunicazione. Alla fine dello scorso anno, le sanzioni amministrative riscosse dal Garante per la protezione dei dati personali ammontano a quasi 4 milioni di euro, da un totale di 578 violazioni – in netto aumento rispetto alle 358 dell’anno precedente – tra mancato rispetto delle norme nel telemarketing e conservazione eccessiva dei dati di traffico telefonico e telematico.

Dalla questione trasparenza nella PA online e le problematiche emerse con il fenomeno del cyberbullismo, il 2012 è certamente stato un anno di fuoco per l’Autorità tricolore, all’inseguimento dei cambiamenti nel progressivo sviluppo delle reti di comunicazione elettronica e dei comportamenti di chi le popola. Dal cosiddetto diritto all’oblio al procedimento specifico nei confronti di Google, il Garante della privacy ha tracciato un bilancio del suo lavoro con “l’obiettivo di costruire una autentica ed effettiva protezione dei dati personali, in particolare riguardo all’uso delle nuove forme di comunicazione e dei nuovi sistemi tecnologici”.

Questo impegno continuo – più recentemente sono state adottate nuove regole sui data breach , per contenere in modo efficace e tempestivo le conseguenze degli attacchi informatici – è certamente dettato da quello che lo stesso presidente Antonello Soro ha descritto come lo strapotere dei colossi del web, ormai divenuti intermediari esclusivi tra produttori di contenuti e servizi e consumatori digitali . “Il potere di questi soggetti, che trattano da pari con stati ed organismi sovranazionali, non può essere ignorato – ha avvertito Soro – così come non sono più accettabili le asimmetrie normative rispetto alle imprese europee che producono contenuti o veicolano servizi”.

Presentando il testo della relazione 2012 alla Camera, Soro non vuole permettere che i dati personali degli utenti diventino di proprietà di chi li raccoglie , che si tratti dei servizi di Google o degli sconfinati meandri social di Facebook. L’Autorità ha infatti ricordato il procedimento avviato contro la privacy semplificata dell’azienda di Mountain View, che faciliterebbe l’incrocio dei dati personali tra i vari presidi elettronici di BigG, dal servizio di posta Gmail alle mappe.

A pochi giorni dalle bollenti rivelazioni sul tecnocontrollo statunitense , l’Autorità del Belpaese ha promesso un punto di equilibrio tra sicurezza e privacy a livello sovranazionale. “Cerchiamo una bussola diversa nell’uso di strumenti che magari altri paesi con scarsa consuetudine democratica usano come strumenti di oppressione – ha spiegato Soro – Quello che è emerso in questi giorni in America era in qualche modo prevedibile – È dal 2001, dalle Torri Gemelle, che le autorità americane si riservano la possibilità di accedere ai grandi archivi telefonici e ai provider di Internet. Ma oggi abbiamo davanti un sistema diffuso di sorveglianza indiscriminata e generalizzata, al di là dell’immaginazione. Si previene il terrorismo, sì, ma entrando nei dettagli della vita di milioni e milioni di persone”.

Pur rappresentando una “risorsa investigativa fondamentale, insostituibile”, il sistema delle intercettazioni verrà analizzato nelle prossime settimane con un provvedimento generale che indichi soluzioni idonee “ad elevare lo standard di protezione dei dati trattati ed evitarne indebite divulgazioni”, come ha spiegato lo stesso presidente dell’Autorità tricolore. Sono stati inoltre avviati contatti con le altre autorità d’Europa con l’obiettivo di promuovere un’azione congiunta su un modello più rispettoso di quello statunitense.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca scrive:
    Non cambio idea
    Dopo la conferenza Microsoft ho deciso.. Prossimo giro PS4.. La questione drm è inaccettabile e quindi ho deciso di fare a meno di quelle poche esclusive anche belle in favore di Sony che nei confronti dei video giocatori è stata più rispettosa..Ryse che è l'unico gioco veramente da spacca mascella ha il difetto di dover seguire troppo ste cavolo di combo che il computer ti indica ,almeno per me.. Poi vogliamo parlare dei 100 che costa più di Sony... Ripeto io ho iniziato con Xbox la storia con le console, ne ho avute sempre tante per fare i LAN party a casa mia e ne sono sempre stato soddisfatto(tranne che per i led della morte).. Ora però passo alla concorrenza..
    • embe scrive:
      Re: Non cambio idea

      La questione drm è inaccettabile e quindi ho
      deciso di fare a meno di quelle poche esclusive
      anche belle in favore di Sony che nei confronti
      dei video giocatori è stata più
      rispettosa..http://www.v2o.it/ps4-sony-fa-marcia-indietro-sullusato-palla-ai-publisher-agg/Giusto per informarti, non voglio sottintendere che la tua scelta non sia comunque corretta, tanto più che ci sto pensando anche io...
  • Luca scrive:
    Non cambio idea
    Dopo la conferenza Microsoft ho deciso.. Prossimo giro PS4.. La questione drm è inaccettabile e quindi ho deciso di fare a meno di quelle poche esclusive anche belle in favore di Sony che nei confronti dei video giocatori è stata più rispettosa..Ryse che è l'unico gioco veramente da spacca mascella ha il difetto di dover seguire troppo ste cavolo di combo che il computer ti indica ,almeno per me.. Poi vogliamo parlare dei 100 che costa più di Sony... Ripeto io ho iniziato con Xbox la storia con le console, ne ho avute sempre tante per fare i LAN party a casa mia e ne sono sempre stato soddisfatto(tranne che per i led della morte).. Ora però passo alla concorrenza..
  • unaDuraLezione scrive:
    Metal Gear Solid V
    contenuto non disponibile
  • iRoby scrive:
    Tagliare gole
    Ma quel gioco nel video è allucinante!!!Infilzare gente e tagliare gole con quel livello di dettaglio mi ha lasciato sconcertato!!Ma è questo il futuro dei videogiochi?
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Tagliare gole
      - Scritto da: iRoby
      Ma quel gioco nel video è allucinante!!!

      Infilzare gente e tagliare gole con quel livello
      di dettaglio mi ha lasciato
      sconcertato!!

      Ma è questo il futuro dei videogiochi?Ciao Moige.
      • iRoby scrive:
        Re: Tagliare gole
        Non sono sposato e non ho figli...Mi piacciono i videogiochi, ma non quelli violenti.Finora gli unici in cui ho ucciso per divertimento erano funghetti velenosi, alieni a volontà, qualche demone, e un po' di coccodrilli.
        • Winaro scrive:
          Re: Tagliare gole
          - Scritto da: iRoby
          Non sono sposato e non ho figli...

          Mi piacciono i videogiochi, ma non quelli
          violenti.
          Finora gli unici in cui ho ucciso per
          divertimento erano funghetti velenosi, alieni a
          volontà, qualche demone, e un po' di
          coccodrilli.... appunto, sei un casual gamer.Detto questo, quella violenza c'è sempre stata, a cambiare è il livello di definizione e l'uso di tecniche cinematografiche per la resa di alcune scene. Nel caso specifico di cui scrivi, si tratta di un gioco di guerra, con le spade, lance e le freccie, che ti aspettavi?Se devo esprimere una critica, il gioco è "bello" ma sti romani sembrano pompati di anfetamine: un realismo cinematografico tipicamente americano e di conseguenza PATETICO. Come rovinare un gioco.Parola di Winaro! ;)
          • Funz scrive:
            Re: Tagliare gole
            - Scritto da: Winaro
            - Scritto da: iRoby

            Non sono sposato e non ho figli...



            Mi piacciono i videogiochi, ma non quelli

            violenti.

            Finora gli unici in cui ho ucciso per

            divertimento erano funghetti velenosi,
            alieni
            a

            volontà, qualche demone, e un po' di

            coccodrilli.

            ... appunto, sei un casual gamer.
            Detto questo, quella violenza c'è sempre stata, a
            cambiare è il livello di definizione e l'uso di
            tecniche cinematografiche per la resa di alcune
            scene. Nel caso specifico di cui scrivi, si
            tratta di un gioco di guerra, con le spade, lance
            e le freccie, che ti
            aspettavi?
            Se devo esprimere una critica, il gioco è "bello"
            ma sti romani sembrano pompati di anfetamine: un
            realismo cinematografico tipicamente americano e
            di conseguenza PATETICO. Come rovinare un
            gioco.Per una volta quoto.Bello come grafica, per carità, ma sembra "Salvate il soldato Lucius" con il solito percorso lineare e i bottoni da schiacciare quando ti viene detto.Niente a che vedere con roba tipo Warband, dove hai la massima libertà di azione e il combattimento in melée richiede veramente skill.Il tutto con una grafica datata e senza troppi effettacci gore, ma che permette di avere parecchie decine di soldati in battaglia allo stesso tempo pure su PC datati.L'unico titolo che aspetto veramente con ansia è il seguito di questo qua.
      • sgabbio revolution s scrive:
        Re: Tagliare gole
        proviamo con qualche faccina :) ;) :P
    • trecentosed ici scrive:
      Re: Tagliare gole
      - Scritto da: iRoby
      Ma quel gioco nel video è allucinante!!!

      Infilzare gente e tagliare gole con quel livello
      di dettaglio mi ha lasciato
      sconcertato!!

      Ma è questo il futuro dei videogiochi?Pac Man ha insegnato a una intera generazione che è perfettamente accettabile imbottirsi di pasticche in uno stanzone semibuio, mentre si ascolta musica ripetitiva.
      • iRoby scrive:
        Re: Tagliare gole
        Ma ci vuole parecchia più fantasia per arrivare ad affermare ciò che scrivi...Quello che si vede in quel gioco è semplicemente vomitevole. Ossia scene di guerra corpo a corpo all'arma bianca dove ti sembra la normalità sgozzare altri individui...Già oggi l'addestramento dei militari USA come anche la guerra vera sono diventati niente più che videogiochi...Ma qua si va anche oltre, nell'abituare ragazzini all'infilzare e sgozzare altri individui con quella facilità, come per gioco insomma.
        • embe scrive:
          Re: Tagliare gole

          Ma qua si va anche oltre, nell'abituare ragazzini
          all'infilzare e sgozzare altri individui con
          quella facilità, come per gioco
          insomma.Ma ci vuole parecchia più fantasia per arrivare ad affermare ciò che scrivi...In molti sostengono l'esatto opposto, sfogarsi con i videogiochi riduce il rischio di compiere certi atti nella realtà.E' invece la repressione di certi aspetti naturali della vita (violenza, ma anche sesso) che mi fa più paura.
        • Jacopo scrive:
          Re: Tagliare gole
          - Scritto da: iRoby
          Ma ci vuole parecchia più fantasia per arrivare
          ad affermare ciò che
          scrivi...

          Quello che si vede in quel gioco è semplicemente
          vomitevole. Ossia scene di guerra corpo a corpo
          all'arma bianca dove ti sembra la normalità
          sgozzare altri
          individui...

          Già oggi l'addestramento dei militari USA come
          anche la guerra vera sono diventati niente più
          che
          videogiochi...
          Ma qua si va anche oltre, nell'abituare ragazzini
          all'infilzare e sgozzare altri individui con
          quella facilità, come per gioco
          insomma.Scusa Roby, ma quindi non guardi nemmeno Film Horror, d'azione oppure i vari fast&furios oppure vai in strada a fare gare clandestine sparando alla gente e mutilando ragazzini!!Con Hitman il primo uscito ammazzavi quanto adesso...ma non mi sermbra ci siano schiere di killer con il codice a barre in giro!Un gioco è un gioco, un film è un film vanno presi per quello che sono.
          • oscar carogna scrive:
            Re: Tagliare gole
            moralisti e perdenisti del XXXXX ovunque... siete la rovina dell'italia
Chiudi i commenti