Qualcomm lavora con Microsoft per chip dedicati all'AR

Qualcomm lavora con Microsoft per chip dedicati all'AR

Qualcomm ha annunciato una collaborazione con Microsoft per realizzare chip dedicati specificamente alla realtà aumentata e al metaverso.
Qualcomm ha annunciato una collaborazione con Microsoft per realizzare chip dedicati specificamente alla realtà aumentata e al metaverso.

Qualcomm ha scelto di sfruttare l'edizione 2022 del CES di Las Vegas per comunicare un'importante collaborazione con Microsoft che permetterà lo sviluppo di soluzioni business e consumer dedicate alla realtà aumentata e al metaverso, di cui entrambe le aziende sono delle forti sostenitrici.

Qualcomm e Microsoft: insieme per l'AR e il merverso

Quello che, precisamente, intende fare Qualcomm in accoppiata con Microsoft è progettare dei chip dedicati in maniera specifica alla realtà aumentata e mista da andare ad inserire all'interno di visori e occhiali che siano leggeri, efficienti, potenti e capaci di offrire a chi se ne serve un'esperienza totalmente immersiva.

Riportiamo di seguito in forma tradotta quanto dichiarato da Cristiano Amon, CEO di Qualcomm, riguardo il nuovo corso intrapreso.

Annunciamo che stiamo sviluppando un chip Snapdragon per la realtà aumentata personalizzato per occhiali AR di nuova generazione per l'ecosistema Microsoft, efficienti dal punto di vista energetico e molto leggeri. Stiamo integrando in quella piattaforma chip software di entrambe le società: la piattaforma Microsoft Mesh e la piattaforma di sviluppo Qualcomm Snapdragon Spaces XR annunciata di recente. Snapdragon Spaces sarà completamente integrato in Microsoft Mesh e questa piattaforma sarà disponibile per gli occhiali leggeri di prossima generazione.

La collaborazione, comunque, non è sorprende più di tanto, una mossa del genere era facilmente prevedibile se si considerazione che il chip Snapdragon 850 alimenta il visore HoloLens 2 di Microsoft dal 2019 e che Qualcomm ha realizzato anche lo Snapdragon XR2 presente su Oculus Quest 2. Inoltre, Qualcomm e Microsoft hanno operato in sinergia anche su chip ad hoc in passato, come i processori SQ1 e SQ2 usati sul Surface Pro X, senza dimenticare il lavoro che Microsoft Mesh è in grado di compiere con la Developer Platform Snapdragon Spaces XR.

Fonte: Qualcomm
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 01 2022
Link copiato negli appunti