RFID, ecco come oscurarli

Una nuova iniziativa potrebbe aprire uno spiraglio per la privacy dei cittadini taggati. Si potrà decidere più facilmente quando e come rendere leggibili i propri chip

Roma – Un gruppo di studenti dell’Università di Amsterdam, capitanato dalla laureanda in Fisica Melanie Rieback, sta mettendo a punto un dispositivo che, se si rivelerà efficiente, permetterà a chi lo utilizza di rendere illeggibili i tag RFID che si possono avere addosso, impedendo quindi che le informazioni contenute in essi possano diventare di pubblico dominio.

Il prototipo, le cui specifiche tecniche sono esposte qui , è stato presentato da poco nell’ambito di una conferenza a tema e ha funzioni difensive ispirate a quelle di un firewall tradizionale, ovvero evitare che qualcuno possa monitorare e/o controllare tutti i chippetti che, in un modo o nell’altro, vengono trasportati dall’utente-cittadino.

In sostanza, l’equipe olandese vuole permettere all’utente di gestire la “sicurezza” della propria privacy nel modo che preferisce, decidendo ad esempio chi può accedere a determinate informazioni. Una volta completato, RFID Guardian dovrebbe avere le dimensioni di un walkman e sarà alimentato a batterie.

Gli studenti hanno detto di aver trovato l’ispirazione in una dichiarazione in cui Katherine Albrecht, celebre esperta di RFID e autrice tra le varie cose di spychips : diceva, senza troppa ironia, di non volere che degli estranei possano scoprire, attraverso l’uso di questa tecnologia, che tipo di biancheria intima indossa e sapere se è raffreddata o ha il morbillo. Tuttavia alcuni, pur approvando, si domandano se effettivamente sarà possibile bloccare le trasmissioni dei chip.

Da tempo ormai il mercato dei chip ha spiccato il volo, in particolare negli USA, dove sono stati introdotti non solo in prodotti di consumo ma anche in documenti ufficiali, dove vengono usati per immagazzinare i dati dell’intestatario, come le patenti e gli ormai celebri e-passport, per non parlare delle applicazioni sottopelle che si vanno esplorando.

Anche l’Italia non è immune dall’ evoluzione dei radiochip e si assiste ad un aumento della vendita di prodotti “taggati”. Anche da noi si parla dell’introduzione di passaporti biometrici all’RFID, già caldeggiati negli States .

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Le cose più semplici...
    - Scritto da:
    Non so leggo molti commenti, dettati più che
    altro dall'invidia (dal titolo "cavoli perchè non
    ci ho pensato io?") che non sto a commentare ePeccato che ci abbiano gia' pensato a decine, prima. Personalmente ho avuto a che fare con un software (non faccio il nome perche' sarebbe pubblicita' negativa :D ) che fa le stesse identiche cose e pure di piu', realizzato pero' da cani, e in uso presso svariate Amministrazioni.Insomma, qui il titolo della notizia doveva essere "Scoperta l'acqua calda".k1
  • Anonimo scrive:
    Povera Italia
    Putroppo in Italia la situazione è questa,tutta colpa delle Lauree triennali. Questiragazzi che arrivano a laurearsi allatriennale con tesi misere fanno felicii rettori, che vedono aumentare il numerodei laureati all'anno (serve per pubblicità),mamma e papà, così sono felici che il loropargolo può fregiarsi del titolo "laureato",ed infine le aziende, pronte ad accoglierecarne da macello e da sfruttamento.Povera Italia
  • Anonimo scrive:
    rimango basito
    premetto che sono un programmatore e guardacaso sviluppo gestionali in VB.NET su database SQLServer (anche se non per scelte mie). Conosco cmq anche altri linguaggi di programmazione e scripting.Detto questo, capisco anche che spesso l'unione di idee semplici a problemi che non sembrano problemi generano soluzioni valide e sopratutto utili MA, e c'è un ma, sinceramente stavolta sono rimasto come un cretino.Non tanto per l'idea che hanno avuto, se alla fine risponde alle esigenze di una pubblica amministrazione e riescono a farci soldi buon per loro... funziona così, quanto per la non notizia e sopratutto per il fatto di aver concesso loro la realizzazione di questo progetto come tesi di laurea.Non sono laureato ma come tesi di laurea mi aspetto di vedere elaborati di un certo tipo, e sopratutto in campo ingegneristico applicazioni pratiche di teorie di studio volte a risolvere problematiche conosciute.Qui si parla di una semplice applicazione che avrebbe potuto sviluppare chiunque. Ovviamente serviva solo l'appoggio delle forze dell'ordine per fornire la conoscenza necessaria per avere uno scenario chiaro e per mettere in atto i flussi adeguati a gestire le informazioni.In italia, checchè se ne dica, c'è gente che merita davvero ascolto. La stessa che rendendosi conto di come funziona qui va via all'estero vedendosi riconosciuto spesso il proprio valore.BahGiovanni
    • Anonimo scrive:
      Re: rimango basito

      Non tanto per l'idea che hanno avuto, se alla
      fine risponde alle esigenze di una pubblica
      amministrazione e riescono a farci soldi buon per
      loro... funziona così, quanto per la non notizia
      e sopratutto per il fatto di aver concesso loro
      la realizzazione di questo progetto come tesi di
      laurea.Dove la vedi la non notizia, cosi' giusto per capire
      • Anonimo scrive:
        Re: rimango basito
        - Scritto da:

        Non tanto per l'idea che hanno avuto, se alla

        fine risponde alle esigenze di una pubblica

        amministrazione e riescono a farci soldi buon
        per

        loro... funziona così, quanto per la non notizia

        e sopratutto per il fatto di aver concesso loro

        la realizzazione di questo progetto come tesi di

        laurea.


        Dove la vedi la non notizia, cosi' giusto per
        capirela "non notizia" la vedo nell'articolo :)Qual è secondo te la notizia? Che è stato presentato un sw come tesi di laurea? Ok, ci può stare... ma che sw? Dove sono i contenuti? Io dico che l'avrebbe potuto realizzare chiunque sviluppi applicazione web-based, pertanto non ci vedo niente di così "speciale" a tal punto da poter realizzare una tesi di ingegneria (!!!) ne una notizia.
  • Joe Calzone scrive:
    Proposta
    Per senso di giustizia: Premio Nobel ai programmatori di Strip Poker 1.
  • Anonimo scrive:
    Re: E questa sarebbe una tesi di laurea?
    Concordo con il subject.Allora il mio esame di Sistemi I (ai bei tempi) di Scienze dell'Informazione in cui mi sono scritto da zero un foglio di calcolo simil-lotis123 (ai tempi office non esisteva ancora e si andava col DOS sui 286), con tanto di interprete matematico per le formule, il tutto sotto UNIX su terminali seriali a 9600 baud, come lo definiamo?
    • epikuros scrive:
      Re: E questa sarebbe una tesi di laurea?
      - Scritto da:
      Concordo con il subject.
      Allora il mio esame di Sistemi I (ai bei tempi)
      di Scienze dell'Informazione in cui mi sono
      scritto da zero un foglio di calcolo
      simil-lotis123 (ai tempi office non esisteva
      ancora e si andava col DOS sui 286), con tanto di
      interprete matematico per le formule, il tutto
      sotto UNIX su terminali seriali a 9600 baud, come
      lo
      definiamo?C'é corso di laurea e corso di laurea... tu hai fatto quello giusto... (e non solo tu ;))
    • Anonimo scrive:
      Re: E questa sarebbe una tesi di laurea?
      - Scritto da:
      Concordo con il subject.

      Allora il mio esame di Sistemi I (ai bei tempi)
      di Scienze dell'Informazione in cui mi sono
      scritto da zero un foglio di calcolo
      simil-lotis123 (ai tempi office non esisteva
      ancora e si andava col DOS sui 286), con tanto di
      interprete matematico per le formule, il tutto
      sotto UNIX su terminali seriali a 9600 baud, come
      lo
      definiamo?perdonami, ma il software a cui fa riferimento l'articolo, sebbene non troppo complesso, è certamente più articolato o se preferisci "difficile" di un foglio lotus123viva l'italia :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: E questa sarebbe una tesi di laurea?
        Sara', ma un sw come quello descritto nell'articolo lo scrivo con LAMP o WAMP (Linux/Windows + Apache + Mysql + Php se non sai cosa vogliono dire quegli acronimi) in meno di un mese-uomo, comprendendo il lavoro di grafica del sito.Per quell'esame invece tra analisi, studio dei tools di sviluppo (eh si, una volta i manuali si leggevano *PRIMA* di aprire vi e scrivere una riga di codice, mica come ora che hai le IDE che ti suggeriscono anche la marca delle mutande di chi l'ha programmata con i wizard attivi), test e documentazione ci ho messo 5 mesi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Le cose più semplici...

    Non so leggo molti commenti, dettati più che
    altro dall'invidia eh in effetti io che ho fatto una tesi di laurea DI RICERCA con risultati accademici, e non un semplice applicativo che e' in grado di fare la maggior parte dei programmatori, sono proprio invidioso :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Le cose più semplici...
      ...e quindi qual'è il problema? Forse che della tua tesi di ricerca con risultati accademici non si è fatto menzione su Punto Informatico?Penso che SE hai scelto di fare una tesi di ricerca i risultati e le soddisfazioni non siano mancate...sbaglio? Mi sembra che l'accanimento sia rivolto ai due studenti che con la pubblicazione dell'articolo centrano poco o nulla, in questo senso intendevo "invidia", se poi ti sei sentito chiamato in causa, allora, non ho sbagliato di tanto il tiro! (geek)Ripeto,non voglio difendere i due "ingenieri" loro penso abbiano fatto "il loro dovere" senza lode ne infamia, che poi la "stampa" ne abbia fatto un caso è un altro paio di maniche; mi da solo fastidio che si critichi qualcosa che non si è avuto modo di testare, tutto qui! (geek)
      • Anonimo scrive:
        Re: Le cose più semplici...
        ne che lo si elogi
      • Anonimo scrive:
        Re: Le cose più semplici...
        ma vedi, non è invidia ne chissà cosa.Personalmente non vedo ne i presupposti per una notizia (forse voleva essere buono l'inizio che riguardava un sw come tesi di laurea, ma i contenuti...) ne un lavoro di chissà che portata sopratutto se si parla di laureandi in ingegneria.Come se un laureando in scienze sociali fa la tesi di laurea sui paesi del terzo mondo dicendo che se si fornisce sapone per far lavare i bimbi questi risultano più puliti e meno inclini a malattie della pelle
        • Anonimo scrive:
          Re: Le cose più semplici...

          Personalmente non vedo ne i presupposti per una
          notizia Io sì, due studenti che collaborano con la polizia è una notizia. Che poi tu rosichi è un altro paio di maniche.
          • Anonimo scrive:
            Re: Le cose più semplici...
            - Scritto da:

            Personalmente non vedo ne i presupposti per una

            notizia

            Io sì, due studenti che collaborano con la
            polizia è una notizia. Che poi tu rosichi è un
            altro paio di
            maniche.ahahahahahe perchè dovrei rosicare? :)Magari mi spieghi pure che notizia è quella di due studenti che collaborano con la polizia...
  • Anonimo scrive:
    ClosedSource??
    Perchè lo avete sviluppato su software prorietario e non su software libero?
    • Anonimo scrive:
      Re: ClosedSource??
      - Scritto da:
      Perchè lo avete sviluppato su software
      prorietario e non su software
      libero?
      il software lo hanno creato loro utilizzando un framework cui specifiche sono aperteinoltre se vogliono possono pure rilasciarne i sorgenti (non so dei loro accordi) e renderlo libero, così sarai felice e contento ;)guarda che il mondo non è solo stallman con la sua gpl... c'è altro sai?esci fuori dal tuo guscio sovversivo e intollerante e goditi un po' più il mondo
  • Anonimo scrive:
    SPERIAMO RILEVI PERICOLOSITA GUARDRAIL
    come da oggetto visto quanti morti motociclisti ci sono x colpa di quelle lame..
  • Anonimo scrive:
    Re: E questa sarebbe una tesi di laurea?
    Ma smettila che ti sei appena diplomato all'itis
  • Anonimo scrive:
    Che polli ad usare Microsoft
    Adesso lo stato in più dovrà pagare la microsoft per questo prodotto??cioè tutti noi dovremo essere tassati per questo prodotto!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che polli ad usare Microsoft
      Tutti noi siamo già tassati nel leggere interventi come il tuo. Un applicativo web non ha bisogno di 16500 licenze. Basta un browser qualsiasi per usarlo. Echeppalle!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che polli ad usare Microsoft
      - Scritto da:
      Adesso lo stato in più dovrà pagare la microsoft
      per questo
      prodotto??

      cioè tutti noi dovremo essere tassati per questo
      prodotto!!!ti hanno fatto un bel lavaggio del cervello quelli lì...comunque non trovo il nesso tra il pagamento dello stato e il software in oggettoper il resto credo che la tua vita sia davvero frustrata e inferiore alla media e l'idea che tu deliri non mi dispiace affatto ;)
  • The_GEZ scrive:
    Ma sono scemo io o ...
    Ciao a Tutti !Ma non ho capito, questi in pratica hanno fatto una database consultabile da web ?Cioè quello che fa questo software é :Io inserisco che il 11 Aprile 2007 in via Petrarca è successo un incidente con 3 macchine.Poi gli chiedo : Cosa è successo il l' 11 Aprile 2007 ?Risposta : Un incidente con 3 macchine in via Petrarca.Hanno usato il Wizard di Access per farlo ? :)O l' articolo è riportato male ... o questa cosa mi sembra una vaccata.O meglio la cosa è interessante nel senso che con il metodo "normale" si usano dei "moduli a lettura ottica" (qualunque cosa voglia dire) che qui sono sostituiti con ... dei files TXT.Insomma mi sa che qui più che di un software ci sarebbe bisogno di un pelino di organizzazione e coordinazione in più negli uffici della PS, ... mah !:'( : :(
    • Bombardiere scrive:
      Re: Ma sono scemo io o ...
      Se tu leggessi tutto l'aricolo prima di commentare avresti appreso che lo hanno realizzato in asp.net e come database hanno usato sql server(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)
      • The_GEZ scrive:
        Re: Ma sono scemo io o ...
        Ciao Bombardiere !
        Se tu leggessi tutto l'aricolo prima di
        commentare avresti appreso che lo hanno
        realizzato in asp.net e come database hanno usato
        sql
        serverhttp://it.wikipedia.org/wiki/SarcasmoScrivo certi messaggi sperando di NON ricevere certe risposte, e regolarmente mi sbaglio ... desolante ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma sono scemo io o ...
          - Scritto da: The_GEZ
          Ciao Bombardiere !


          Se tu leggessi tutto l'aricolo prima di

          commentare avresti appreso che lo hanno

          realizzato in asp.net e come database hanno
          usato

          sql

          server

          http://it.wikipedia.org/wiki/Sarcasmo

          Scrivo certi messaggi sperando di NON
          ricevere certe risposte, e regolarmente mi
          sbaglio ... desolante
          ...forse ti conviene rileggere la definizione di sarcasmo... sei talmente superbo che non ti accorgi qunado qualcuno ti risponde usando i tuoi stessi toni... c'erano anche le faccine...scendi dal piedistallo...
          • The_GEZ scrive:
            Re: Ma sono scemo io o ...
            Ciao Anonimo !
            c'erano anche le faccine...Anche nel mio messaggio.
            scendi dal piedistallo...Firma i tuoi interventi prima di sparare sentenze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sono scemo io o ...
      No non sei scemo.Oppure siamo in due ad essere scemi...In pratica hanno realizzato una semplice applicazione web, che consente il caricamento e la consultazione di dati sugli incidenti verificatisi.Nulla di particolare.Non capisco dove sia la notizia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sono scemo io o ...

      Ma non ho capito, questi in pratica hanno fatto
      una database consultabile da web
      ?No, hanno fatto un db consultabile via web e insieme alla polizia urbana
  • Anonimo scrive:
    Solite invidie linare
    Agli autori di questa applicazione web consiglio vivamente di non tener conto della maggiorparte dei commenti di questo forum, tanto sono solo lameroni fanatici e frustrati, per loro esiste solo il "floss"... e mica tanto direi, dal momento che la stragrande maggioranza si crede programmatore solo perchè ha imparato a installare joomla :'(La stragrande maggioranza di questa gente non ha mai guadagnato un soldo in vita sua e sogna un futuro dove i suoi simili saranno gli Dei del software e il mondo dovrà piegarsi alla loro saccenza.Guardate e passate.
  • Anonimo scrive:
    che c'azzecca
    ---PI: Perché farne proprio un'applicazione web?ES: Perché è 100% compatibile con qualunque client ... Anche la manutenibilità ci ha fatto propendere per questa scelta. Abbiamo fatto tutto utilizzando ASP.net e Visual Basic.net su Microsoft SQL Server.---mi sfugge un particolare, che c'azzecca il VB con 'la compatibilità con qualsiasi client' ?
  • Anonimo scrive:
    bravi!
    ottima scelta asp.netavete usato anche ajax???si puo' vedere qualcosa on line?
    • Anonimo scrive:
      Re: bravi!
      - Scritto da:
      ottima scelta asp.net

      avete usato anche ajax??? no, hanno usato AVAM (Asyn. VBscript and MSXML)
      si puo' vedere qualcosa on line? si, ma ci vuole IE7 con Vista :)
      • Anonimo scrive:
        Re: bravi!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ottima scelta asp.net



        avete usato anche ajax???


        no, hanno usato AVAM (Asyn. VBscript and MSXML)





        si puo' vedere qualcosa on line?


        si, ma ci vuole IE7 con Vista


        :)sei simpaticissimotorna a fare le tue pseudoclassi in php va...magari un giorno ti spiego come mai php sia un linguaggio orientato agli oggetto e non AD oggetti.
        • Anonimo scrive:
          Re: bravi!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ottima scelta asp.net





          avete usato anche ajax???





          no, hanno usato AVAM (Asyn. VBscript and
          MSXML)











          si puo' vedere qualcosa on line?





          si, ma ci vuole IE7 con Vista





          :)


          sei simpaticissimo grazie !
          torna a fare le tue pseudoclassi in php quando ho detto che programmo in php?
          va...magari un giorno ti spiego come mai php sia
          un linguaggio orientato agli oggetto e non AD
          oggetti.
          si, un giorno, non adesso che mi viene da vomitare.
    • Anonimo scrive:
      Re: bravi!
      Ajax? No, è troppo nuovo, all'università non sanno ancora cosè. Aspettano che il commerciale MS glielo venda.
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè....
    nell'era del web 2.0, XHTML, dei feed RSS, dell'XML....... UN FILE TXT???!!mah.tanto fa potevano fare un database access mdb -_-fusioN
  • Anonimo scrive:
    l'idea...
    Scusate non capisco il problema...E' chiaro che lo sviluppo non avrà rappresentato una sfida incredibile ma, come nel 99% delle applicazioni che hanno fortuna, è l'idea che sta sotto quella che conta e non le technicality... che sono solo di supporto all'idea.Prima non c'era... adesso c'è... Se l'idea, lo sviluppo, il progetto, ecc... ecc... sono frutto di una tesi o meno, di laureati o diplomati chissene!!Bravi!
    • The_GEZ scrive:
      Re: l'idea...
      Ciao Anonimo !
      Prima non c'era... adesso c'è...
      Se l'idea, lo sviluppo, il progetto, ecc...
      ecc... sono frutto di una tesi o meno, di
      laureati o diplomati
      chissene!!Allora, forse nel mio messaggio mi sono espresso male.Le cose "strane" sono fondamentalmente due, ovvero, da una tesi di laurea ci si aspetterebbe un contenuto tecnico elevato, in fondo ... è una tesi di laurea !E due ... CHE CAVOLO DI SISTEMI USA LA PS PER GESTIRE GLI INCIDENTI !!! :|A parte gli scherzi, poniamo che per qualche motivo sia molto utile avere una funzione che dati 3 numeri somma i primi due e sottrae il terzo. Ora nessuna calcolatrice fornisce una funzione "one touch" per fare questo, io potrei scrivere un software che appena finisci di inserire il terzo numero ti da il risultato di (A+B)-C ...Ora ho scritto un software intelligente : SI !Ho centrato la soluzione ad un problema : SI !Lo potrei usare come tesi di laurea : NO !!!!!Non so se ho reso l' idea ... 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: l'idea...
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao Anonimo !


        Prima non c'era... adesso c'è...

        Se l'idea, lo sviluppo, il progetto, ecc...

        ecc... sono frutto di una tesi o meno, di

        laureati o diplomati

        chissene!!

        Allora, forse nel mio messaggio mi sono espresso
        male.
        Le cose "strane" sono fondamentalmente due,
        ovvero, da una tesi di laurea ci si aspetterebbe
        un contenuto tecnico elevato, in fondo ... è una
        tesi di laurea
        !
        E due ... CHE CAVOLO DI SISTEMI USA LA PS PER
        GESTIRE GLI INCIDENTI !!!
        :|

        A parte gli scherzi, poniamo che per qualche
        motivo sia molto utile avere una funzione che
        dati 3 numeri somma i primi due e sottrae il
        terzo. Ora nessuna calcolatrice fornisce una
        funzione "one touch" per fare questo, io potrei
        scrivere un software che appena finisci di
        inserire il terzo numero ti da il risultato di
        (A+B)-C
        ...
        Ora ho scritto un software intelligente : SI !
        Ho centrato la soluzione ad un problema : SI !
        Lo potrei usare come tesi di laurea : NO !!!!!

        Non so se ho reso l' idea ... 8)LOL :DProbabilmente su PI nei prossimi giorni ti dedicheranno un articolo (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: l'idea...
      qui di innovativo non c'è niente visto che sul mercato esistono programmi ben più complessi da tanto tempo.http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1952771&id=1951093&r=PI
  • Anonimo scrive:
    Ottimo ma non l'avevano già?
    Volete dirmi che non esiste già qualcosa del genere, almeno a livello comunale?Bene, ora capisco perchè continuano fare lavori del casso negli incroci più assurdi (muretti, rotondine, piste ciclabili buttando giù alberi centenari...) dove non succede mai nulla e lasciano invece intatti gli incroci più pericolosi. Forse hanno rispetto dei fiori appesi ai lampioni?E capisco anche perchè la polizia municipale si apposta in quelle belle vie larghe e con perfetta visibilità a beccare chi supera di 10km/h il limite di 50 o 70, oppure a mettere multe perchè RIENTRAVA DAL SORPASSO IN ZONA DI LINEA CONTINUA (iniziato giusto ma finito sbagliato.... a me è successo!!!)Insomma, io per lavoro vado spesso in giro e vedo costantemente manovre azzardate e piloti veramente imprudenti, ma perchè alla fine le multine del casso ce li prendiamo sempre noi???E' così che l'amministrazione pubblica difende i nostri interessi?PS nel mio comune ho visto solo una volta la polizia appostarsi in una zona veramente pericola e dove ci sono stati numerosi incidenti, in quel caso devo dire bravi poichè lo hanno fatto ripetutamente ed hanno anche introdotto altre misure per dissuadere la velocità eccessiva. Può anche darsi che gli serva per fare cassa ma in questo caso almeno lo fanno sensatamente.
  • Anonimo scrive:
    Geniale :s :s :s
    "Prima c'è l'inserimento: si inseriscono i dati generali (data, ora, via, manto stradale...), poi i veicoli (targa, tipologia, peso, passeggeri...), poi i pedoni (se ci sono). "Questi in pratica hanno realizzato un modulo via Web che inserisce i dati in una database. Fantastico ! I prossimi studenti come tesi di laurea presenteranno una pagina Web con dei collegamenti ipertestuali !!! E poi si lamentano che non trovano lavoro.... ma per favore !!! (rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Geniale :s :s :s
      Tu non capisci, loro hanno trovato un modo per inserire i *veicoli* e i *pedoni* direttamente nel database. Provaci un po' tu :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Geniale :s :s :s
      - Scritto da:
      Questi in pratica hanno realizzato un modulo via
      Web che inserisce i dati in una database.Nope, .net, non web.Una net-application, dove un client che si collega con un server il quale s'interfaccia con un dbserver.Quasi sicuramente fatta in modo stupido, del tipo che risulta del tutto inutile se non si e' collegati (no batch).k1
      • Anonimo scrive:
        Re: Geniale :s :s :s
        - Scritto da:
        - Scritto da:


        Questi in pratica hanno realizzato un modulo via

        Web che inserisce i dati in una database.

        Nope, .net, non web.
        Una net-application, dove un client che siMi cospargo il capo di cenere, avevo scorso troppo velocemente l'articolo...Si', e' "solo" una web-application, pure peggio di come pensavo.k1
  • The Raptus scrive:
    Como ed il perchè degli incidenti
    Essendo di Como posso dire la mia con cognizione di causa.A causa di una buca ENORME nell'asfalto sono caduto in moto: 1.300 euri di danni più frattura della caviglia destra.Diciamo il 1° di Luglio, via Perego.Ho fatto notare al comune il problema, non mi ha mai risposto. Allora a Novembre ho dato tutto in mano ad un avvocato, che a CALCI ha PRETESO un incontro con il "responsabile", che ha detto UN SACCO DI CRETINATE (vi risposrmio l'elenco perchè è un'offesa a chiunque! Io sono un ingegnere e questo parlava "altrimenti, senza buca, si allagava la strada" ...).Alla fine riesce a parlare con un dirigente. MAgicamente dopo UN MESE si mette un TOMBINO alla buca in questione "Perchè con la griglia l'acqua entra meglio".Tutta la strada la si riasfalta dopo solo 5 mesi, perchè tanto paga Pantalone.Al 1° luglio di quest'anno sono 2 anni. Non i hanno dato NESSUNA risposta e mi toccherà ricorrere ad un giudice.C'era bisogno di un incidente per vedere una cosa del genere? C'è bisogno di insultare l'intelligenza altrui, dover ricorrere ad un tribunale per far valere i propi diritti, mentre la "giunta" spende 40.000 zucche per fare UN BAGNO (cesso) in comune?Godetevi il sw di questi studenti. Io potrei scommettere che non verrà MAI utilizzato!
    • Anonimo scrive:
      Re: Como ed il perchè degli incidenti
      compare motocilcista ti capisco perfettamente!!Auguri x la tua battaglia..vedrai che alla fine riuscirai a farti rimborsare!Lamps! :D
  • Anonimo scrive:
    PERCHE' AVVENGONO GLI INCIDENTI
    il giovane prende la macchina e pieno di buoni propositi va a 30 all'ora nel centro urbano, parcheggia e al ritorno MULTAZZA perche' ha parcheggiato venendo da sx in orario dispari con targa dispari. Il giovane paga 40 EURAZZI e un po' incazzato circola a 40 all'ora per tornare a casa, viene fermato e multato perche' aveva i fari accesi e non era in autostrada. Il giovine spegne i fari e prosegue a 50, viene fermato perche' in una strada a doppia corsia aveva i fari spenti. Il giovine prende la macchina e a 60 e' quasi arrivato a casa. L'autovelox gli fa la foto perche' ha superato il limite. Il giovine manda AFFAN*ULOO LO STATO, LE FORSE DI STAMIN*HIA A CUI non frega un CA*ZO della sua vta ma vogliono solo fare cassa E FA QUEL CHE STRACA*ZO VUOLE, dopo 2 anni SI SCONTRA CONTRO UN PALO E MUORE
  • selidori scrive:
    Pessimismo
    Leggo solo commenti negativi... ED AVETE RAGIONE!A parte considerazioni "commerciali" su mssql e mysql (sul quale però mi trovate daccordo) pure a me sembra che qua si scopra l'acqua calda.O sono io che non ho capito cosa c'e' di così rivoluzionario o l'articolo è scritto male.Poi cos'è sta storia che ora le statistiche avvengono per LETTORI OTTICI dopo 24 mesi? Ma com'è possibile?Che ci mettiamo a disegnare a mano delle striscioline a barre su dei fogli di carta, per impiegarci 24, dico ventiquattro, mesi?E poi come dovrebbe cambiare la cosa (dico tecnicamente)?Si parla solo DI UN FILE DI TESTO con i dati.Tutto qua?Chi lo fa questo file? Come ci arriva? Che se ne fa?E' un XML?Non c'e' neppure un link aggiuntivo per info...Mi spiace, PI, stavolta hai toppato:articolo inutile e scritto male.Speriamo invece di aver capito male e che 'sta invenzione serva veramente, ecco l'unica cosa che si salva, la speranza sia una cosa utile!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 aprile 2007 05.55-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Incidenti
    Ci sono moltissimi incidenti perchè Como è una città di merda... mica ci vuole un software per capirlo.I vigili poi quando servono non ci sono mai (vedasi a Pasquetta che c'era una fila di 2Km verso il centro...) che se ne fanno di un software? Loro hanno già il solitario!!!Un Comasco
  • Anonimo scrive:
    Motivi dell'Incidentalità : ve li elenco
    Non c'e' certo bisogno, con tutto il rispetto, di un software per sapere quali sono i principali motivi che causano incidenti stradali (e quindi adottare norme preventive).Eccovi l'elenco :-Velocita' massima delle autovetture in commercio troppo elevata, andrebbe data una soglia di 100 Km/h con accellerazione progessiva di 3 minuti per raggiungere la massima velocita'.-Alcolici e droghe ovviamente influiscono sulla capacita' di guidare.Basterebbe togliere la patente (per 5 anni !) a chi viene trovato positivo durante la guida.-Distanza di sicurezza nel traffico che non viene mai mantenuta.Basterebbe fare in modo che entri in azione un sistema frenante (che riduce la velocita' in modo progressivo con l'avvicinamento) quando due vetture si trovano sotto la distanza di sicurezza.Tecnicamente e' possibile.-Semafosi non rispettati : ritiro a vita della patente.Non c'e' altro, il resto degli incidenti e' dovuto a cause di inadeguatezza alla guida, distrazioni involontarie, problemi fisici, stress/mancanza di sonno,etc...Altro che software, ci vorrebbero delle norme adeguate, e ovviamente ci vorrebbe chi le fa rispettare sempre, non solo quando ci si trova lontani dai periodi elettorali...
    • Anonimo scrive:
      Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
      Sarà... io ho un collega che ha fatto 13 tamponamenti perché quando gira in auto si perde a guardare le ragazze che camminano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
        gli toglierei la patente per 26 anni... ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
          - Scritto da:
          gli toglierei la patente per 26 anni... ;)Oppure fargli scegliere tra patente e castrazione chimica ......
          • Anonimo scrive:
            Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            gli toglierei la patente per 26 anni... ;)

            Oppure fargli scegliere tra patente e castrazione
            chimica
            ......a che ci sei perchè non ti fai pure una bella castrazione chimica preventiva... uomo pentito!
          • Anonimo scrive:
            Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el

            a che ci sei perchè non ti fai pure una bella
            castrazione chimica preventiva... uomo
            pentito!Il giorno in cui questo furbone, per guardare le gonne di qualche ragazzina, ammazzera' un padre di famiglia con 2 figli e la moglie a carico, sara' certamenta una festa da segnare sul calendario.Ritiro della patente dopo il terzo incidente colposo mi pare il minimo.Ritiro a vita della patente, intendo.Girare in macchina e' un privilegio, non un obbligo anche per chi risulta incapace di autogestirsi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
            - Scritto da:

            a che ci sei perchè non ti fai pure una bella

            castrazione chimica preventiva... uomo

            pentito!

            Il giorno in cui questo furbone, per guardare le
            gonne di qualche ragazzina, ammazzera' un padre
            di famiglia con 2 figli e la moglie a carico,
            sara' certamenta una festa da segnare sul
            calendario.

            Ritiro della patente dopo il terzo incidente
            colposo mi pare il
            minimo.
            Ritiro a vita della patente, intendo.
            Girare in macchina e' un privilegio, non un
            obbligo anche per chi risulta incapace di
            autogestirsi.Sono un altro...Se i mezzi pubblici funzionassero io la patente l'avrei buttata via da un po'; invece la notte devo rischiare la vita guidando ubriaco oppure dormire sugli scalini del pub. (ghost)
          • Anonimo scrive:
            Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el

            Sono un altro...
            Se i mezzi pubblici funzionassero io la patente
            l'avrei buttata via da un po'; invece la notte
            devo rischiare la vita guidando ubriaco oppure
            dormire sugli scalini del pub.
            (ghost)(sono un'altro)Smettere di bere?Guarda che quando esco con gli amici, uno di noi (a turno) resta sobrio o beve al massimo un bicchiere di birra (comunque non a ridosso delmomento in cui deve guidare).Quello che manca a noi italiani sono educazione e regole ferree... siamo un popolo maleducato e irrispettoso degli altri.Sono spesso all'estero per lavoro. La gente ci guarda come noi guardiamo gli zingari...bye
          • Anonimo scrive:
            Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
            - Scritto da:

            Sono un altro...

            Se i mezzi pubblici funzionassero io la

            patente l'avrei buttata via da un po';

            invece la notte devo rischiare la vita

            guidando ubriaco oppure dormire sugli

            scalini del pub.

            (ghost)
            (sono un'altro)
            Smettere di bere?Ottima idea, inoltre propongo a tutti di rimanere in casa e smettere di lavorare. Cosi' si eliminano tutti problemi di traffico.
            Guarda che quando esco con gli amici, uno di
            noi (a turno) resta sobrio o beve al massimo
            un bicchiere di birra (comunque non a ridosso
            delmomento in cui deve guidare).Evidentemente non sono stato sufficentemente ironico da evitare la romanzina del bacchettone di turno...Grazie per il contributo fuori tema, ora torniamo a parlare di traffico ?
            Quello che manca a noi italiani sono
            educazione e regole ferree... siamo un popolo
            maleducato e irrispettoso degli altri.
            Sono spesso all'estero per lavoro. La gente
            ci guarda come noi guardiamo gli zingari...Inceve la capacita' di capire l'ironia e il vedere un problema da tutti i lati pensavo che gli italiani cel'avessero... Ma magare sei straniero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
            xè in fatto di fighe non ci batte nessuno!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
      - Scritto da:
      Non c'e' certo bisogno, con tutto il rispetto,
      di un software per sapere quali sono i
      principali motivi che causano incidenti
      stradali (e quindi adottare norme preventive).Il mio elenco e' piu corto: - non ci sono mezzi pubblici soprattutto la notte.
      Eccovi l'elenco :
      -Velocita' massima delle autovetture in
      commercio troppo elevata, andrebbe data una
      soglia di 100 Km/h con accellerazione
      progessiva di 3 minuti per raggiungere la
      massima velocita'.Quindi se in autostrada sto superando un camion e questo sbanda un po' sono morto perche' non ho ripresa per levarmi di mezzo: spiacente ma questa te la boccio, la ripresa serve guidando.
      -Alcolici e droghe ovviamente influiscono
      sulla capacita' di guidare.
      Basterebbe togliere la patente (per 5 anni !)
      a chi viene trovato positivo durante la
      guida.Va benissimo se mi dai anche dare la possibilita' a chi vuole andarsi a divertire di non usare la macchina: mezzi pubblici tutta la notte, navette, ecc... Altrimenti guidare e' una necessita' anche se sei fuso / ubriaco.
      -Distanza di sicurezza nel traffico che non
      viene mai mantenuta.
      Basterebbe fare in modo che entri in azione
      un sistema frenante (che riduce la velocita'
      in modo progressivo con l'avvicinamento)
      quando due vetture si trovano sotto la
      distanza di sicurezza.
      Tecnicamente e' possibile.Solo a patto di OBBLIGARE da un giorno all'altro tutti in tutto il mondo ad usarle, altrimenti quando quello davanti frena automaticamente quello dietro lo tampona immediatamente.
      -Semafosi non rispettati : ritiro a vita
      della patente.Sensori che non stiano a fermare il traffico se non passa nessuno.
      Non c'e' altro, il resto degli incidenti e'
      dovuto a cause di inadeguatezza alla guida,
      distrazioni involontarie, problemi fisici,
      stress/mancanza di sonno,etc...E perche' in quelle condizioni si guida lo stesso ? Facile: i mezzi pubblici non esistono o sono inefficenti.
      Altro che software, ci vorrebbero delle norme
      adeguate, e ovviamente ci vorrebbe chi le fa
      rispettare sempre, non solo quando ci si trova
      lontani dai periodi elettorali...
    • enricox scrive:
      Re: Motivi dell'Incidentalità : ve li el
      mah... l'istat dice che:80% degli incidenti(mortali e non) avviene in città, causati dal traffico ...tutte le altre soluzioni penso possano aiutare, ma risolveranno certo la causa principale.Peggio: pensare di risolvere un problema non avendo capito la cusa principale.
  • Anonimo scrive:
    Non sembra male
    Non mi sembra che il progetto sia cosi' male: in primo luogo l'idea e' interessante e sono riusciti a portare il loro software nella fase di test da parte della polizia, quindi significa che sono riusciti a fare un buon lavoro.Anche se l'implementazione tecnica puo' non presentare grossi "technical challenges" da un punto di vista di ricerca (e non lo sappiamo, magari ci sono parti interessanti), la fase di raccolta e discussione dei requisiti ed il design di buone interfacce utente utilizzabili da persone senza una conoscenza tecnica e' comunque di interesse. Inoltre, avere una piattaforma del genere utilizzata dalla polizia e disponibile per la ricerca apre molte possibilita': ora c'e' un set di dati aggiornato ed accessibile agilmente che puo' essere utilizzato da altri ricercatori per una miriade di scopi.Per ultimo la scelta della tecnologia, come dovreste sapere, e' di secondaria importanza. Cosa cambia fare lo stesso sistema in php, java, phyton, perl o klingon? per quale ragione sarebbe stato un sistema migliore?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sembra male
      un progetto cosi lo sa fare la meta dei programmatori :) la maggior parte non laureati..elogiare una laurea basata su una cosa del genere... è una presa in giro secondo me.. l'interfaccia non l'ho vista (neanche tu pero credo..) ma non ci vuole una scienza.. raccogliere dati e tirare fuori statistiche o query, con account e history degli account.. è = a un software videoteca cosi come descritto :) giusto per dirne uno...non mi sembra cosi clamoroso. .se lo usa la polizia non ho ancora capito perche è cosi speciale.. ne è stato scritto nell'articolo... forse perche è sempre meglio che usare la carta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non sembra male
        - Scritto da:
        un progetto cosi lo sa fare la meta dei
        programmatori :) la maggior parte non
        laureati..

        elogiare una laurea basata su una cosa del
        genere... è una presa in giro secondo me..
        l'interfaccia non l'ho vista (neanche tu pero
        credo..) ma non ci vuole una scienza..
        raccogliere dati e tirare fuori statistiche o
        query, con account e history degli account.. è =
        a un software videoteca cosi come descritto :)
        giusto per dirne
        uno...

        non mi sembra cosi clamoroso. .se lo usa la
        polizia non ho ancora capito perche è cosi
        speciale.. ne è stato scritto nell'articolo...
        forse perche è sempre meglio che usare la
        carta?
        la particolarità sta nel fatto che è una tesi di laurea
        • Anonimo scrive:
          Re: Non sembra male

          la particolarità sta nel fatto che è una tesi
          di laureaPeccato che negli USA le tesi di laure facciano nascere REST, non un dataentry...http://www.ics.uci.edu/~fielding/pubs/dissertation/top.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: Non sembra male
            - Scritto da:

            la particolarità sta nel fatto che è una tesi

            di laurea

            Peccato che negli USA le tesi di laure facciano
            nascere REST, non un
            dataentry...

            http://www.ics.uci.edu/~fielding/pubs/dissertationquesta e' una tesi di dottorato ... c'e' un po' di differenza in termini di impegno necessario (si parla di 3 - 4 anni di sola ricerca per la tesi + un paio di anni di corsi avanzati)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sembra male
      Sviluppando software per pubbliche amministrazioni vi posso dire che:-esistono diversi software per gestioni di incidenti stradali sul mercato, dai più complessi a più semplici, questo almeno una decina di anni, ma forse anche 15-tutti questi software fanno statistiche per capire meglio le cause di incidentalità,-esistono realtà provinciali, vedi Milano, che distribuiscono gratuitamente software agli enti per la rilevazione di incidenti stradali-la problematica della trasmissione allISTAT dei dati è un falso problema, visto che da anni (10) la trasmissione può avvenire per via telematica, tramite file ASCII o XML, la trasmissione per via non telematica dallISTAT è accettata solo se avviene da piccoli enti che rilevano pochi incidenti allanno per cui è difficile dotarsi di una procedura informatica.-un buon software di gestione di incidenti stradali deve inoltre produrre tutta la documentazione che serve per la gestione successiva dellincedente e qui stiamo parlando di una miriade di documenti che possono servire alla Polizia, alle assicurazioni, al Prefetto. Dico questo perché se il software non fa questo, questi documenti devono essere riscritti a mano da chi ha fatto la rilevazione.-Un buon software di gestione di incidenti stradali ha anche di un modulo CAD per la ricostruzione della planimetria in maniera più o meno facilitata. -Un buon software di gestione incidenti ha di norma un modulo da usare su strada, è li che si acquisiscono i dati (normalmente su un portatile per essere trasmessi in centrale per successive elaborazioni). -La consultazione delle informazioni da parte di tutte gli utenti, se non per le pure statistiche, mi sembra una scontrarsi molto con la normativa sulla privacy, qui si parla di dati altamente sensibili (prognosi, diagnosi, decessi, ecc.)Tutto questo per dire che:-la problematica è un po datata e già ampiamente ricoperta da diversi software sul mercato, non vedo niente di innovativo e come se avessero fatto una tesi per eccesso su un gestionale di magazzino-la tecnologia usata e le motivazioni sullISTAT opinabili-se poi questo a un costo zero per lente pubblica tanto di cappello, ma ne riparleremo quando il programma dovrà essere aggiornato (spesso) o quando gli agenti dovranno chiamare qualcuno per un bug.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sembra male
      - Scritto da:
      Non mi sembra che il progetto sia cosi' male: in
      primo luogo l'idea e' interessante e sono
      riusciti a portare il loro software nella fase di
      test da parte della polizia, quindi significa che
      sono riusciti a fare un buon
      lavoro.

      Anche se l'implementazione tecnica puo' non
      presentare grossi "technical challenges" da un
      punto di vista di ricerca (e non lo sappiamo,
      magari ci sono parti interessanti), la fase di
      raccolta e discussione dei requisiti ed il design
      di buone interfacce utente utilizzabili da
      persone senza una conoscenza tecnica e' comunque
      di interesse.


      Inoltre, avere una piattaforma del genere
      utilizzata dalla polizia e disponibile per la
      ricerca apre molte possibilita': ora c'e' un set
      di dati aggiornato ed accessibile agilmente che
      puo' essere utilizzato da altri ricercatori per
      una miriade di
      scopi.

      Per ultimo la scelta della tecnologia, come
      dovreste sapere, e' di secondaria importanza.
      Cosa cambia fare lo stesso sistema in php, java,
      phyton, perl o klingon? per quale ragione sarebbe
      stato un sistema
      migliore?
      Ma chi assegna i giudizi su questo forum ? Ma come si fa ad assegnare il commento "Utile" a questo messaggio... mi chiedo se chi ha dato questo commento ha una vaga idea di cosa sia una laurea...
  • Anonimo scrive:
    giusto usare .NET (r)
    Mi sembra giusto che un progetto complesso venga sviluppato con tecnologia MS.Php, Perl, Python sono validi ma solo per lavori molto semplici. Infatti offrono poche funzionalità, nessuno strumento di sviluppo e gestione e prestazioni in esecuzione molto scadenti.Per implementare una web application l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot net framework è di gran lunga superiore.Manuel
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      stai scherzando spero :)in php ho fatto a farla breve un programma che analizza decine di migliaia di rige di log al secondo (su un normale dual xeon), interfacciandosi con piu database (in totale 9 giga di mysql) su 2 server, e tutto va tranquillo tranquillo... circa 3 mega di script.. puoi usare programmazzione a oggetti, e hai anche un buon controllo dell'hardware sotto linuz...so anche programmare in vb, c e altro... ma per fare quel che han fatto loro php BASTA E AVANZA! anche su un celeron 1 ghz te lo assicuro...non sai di che parli
      • Anonimo scrive:
        Re: giusto usare .NET (r)
        ah, e non sono laureato :)
      • Anonimo scrive:
        Re: giusto usare .NET (r)
        - Scritto da:
        stai scherzando spero :)E perchè?
        in php ho fatto a farla breve un programma che
        analizza decine di migliaia di rige di log al
        secondo (su un normale dual xeon),
        interfacciandosi con piu database (in totale 9
        giga di mysql) su 2 server, e tutto va tranquillo
        tranquillo... circa 3 mega di script.. Immagino che sia una figata manutenerlo... Soprattutto con un team composto di più persone che devono litigare per prendere in check-out il file e/o fare poi la merge delle modifiche...E se poi non volessero usare MySQL?puoi usare
        programmazzione a oggetti, e hai anche un buon
        controllo dell'hardware sotto
        linuz...
        Cosa ci fanno in questo caso del controllo hardware?
        so anche programmare in vb, c e altro... ma per
        fare quel che han fatto loro php BASTA E AVANZA!Se è per questo, i tools di datawarehousing esistono da diverso tempo...
        anche su un celeron 1 ghz te lo
        assicuro...

        non sai di che parliQuesta ultima frasetta suona tanto arrogante ...
        • Anonimo scrive:
          Re: giusto usare .NET (r)
          Check in e check out li gestisci con subversion o CVS, non serve un framework per fare quello.La manutenazione di applicativi complessi non è un problema se sono scritti bene, anche fossero fatti in assembler. Se ti manca un framework usi Prado. Per le prestazioni ci sono varie soluzioni tutte adottabili. Se vuoi cambiare database basta che ti doti di una libreria di astrazione come AdoDB che tre l'altro ti fornisce funzioni di caching.
      • Anonimo scrive:
        Re: giusto usare .NET (r)
        perfettamente d'accordo...php lasciatelo per il sito del salumiere sottocasa please.
        • ryoga scrive:
          Re: giusto usare .NET (r)
          - Scritto da:
          perfettamente d'accordo...

          php lasciatelo per il sito del salumiere
          sottocasa
          please.E tu sei il salumiere?Mapperfavore.Se non conoscete i linguaggi di programmazione, non parlate.
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      - Scritto da:
      Mi sembra giusto che un progetto complesso venga
      sviluppato con tecnologia
      MS.Certo, e i soldi delle licenze li chiedi alla mamma?
      Per implementare una web application
      l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot net
      framework è di gran lunga
      superiore.Sarà, ma ti lega mani e piedi a Micro$oft. Per sempre.
    • Anonimo scrive:
      .NET...

      l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot net
      framework è di gran lunga
      superiore.Motiva questa minchiata per favore..NET innanzitutto non fornisce un middleware, non fornisce un layer di persistenza nativo, non fornisce un servizio di clustering e non fornisce una implementazione STANDARD di qualcosa di analogo agli EJB indipendente dal produttore del middleware.Mi ci scontro ogni giorno, e sono sempre più convinto che sia solo il potere infinito del marketing a pompare .NET. Per favore dimmi, TECNICAMENTE, dov'è tutta sta superiorità?
      • Anonimo scrive:
        Re: .NET...
        - Scritto da:

        l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot
        net

        framework è di gran lunga

        superiore.

        Motiva questa minchiata per favore.Stai calmo ... (non sono l'autore)

        .NET innanzitutto non fornisce un middleware, non
        fornisce un layer di persistenza nativo, non
        fornisce un servizio di clustering e non fornisce
        una implementazione STANDARD di qualcosa di
        analogo agli EJB indipendente dal produttore del
        middleware.Non è del tutto esatto. IIS è in sostanza un middleware che funge da endpoint server per i web services .NET. Anche Microsoft ha il suo Queue Manager e ha BizTalk per la process automation e message brokering. Per quanto riguarda la persistenza "nativa", ricorda che in J2EE la JPA è stata ratificata standard solo con la 5.0; inoltre, in .NET esistono gli stessi framework di mapping object-relazionale: nHibernate e iBatis.NET ...

        Mi ci scontro ogni giorno, e sono sempre più
        convinto che sia solo il potere infinito del
        marketing a pompare .NET. Per favore dimmi,
        TECNICAMENTE, dov'è tutta sta
        superiorità?Su questo sono d'accordo: ha comparato un po' mele e pere. Quello che non mi piace di .NET è che devi per forza seguire il loro approccio. In Java hai molta più scelta: EJB, WebServices, POJOS con estensione transazionale (Spring), servizi REST.
    • =Blackout= scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      - Scritto da:
      Mi sembra giusto che un progetto complesso venga
      sviluppato con tecnologia
      MS.
      Php, Perl, Python sono validi ma solo per lavori
      molto semplici. Infatti offrono poche
      funzionalità, nessuno strumento di sviluppo e
      gestione e prestazioni in esecuzione molto
      scadenti.
      Per implementare una web application
      l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot net
      framework è di gran lunga
      superiore.

      Manuelstarai scherzando.la percentuale di website costruita con PHP e' nettamente SUPERIORE a quella realizzata con ASP e .NETnon capisco la gente come te, ignorante in materia, che si permette di sparare sentenze senza sapere di cosa si parla.Python, mio caro amico, permette TRE PARADIGMI DI PROGRAMMAZIONE, sequenziale, ad oggetti e funzionale.E' uno dei POCHISSIMI LINGUAGGI che permette l'uso del Lambda Calculus con una implementazione semplice.Quando devi fare applicativi WEB seri e con funzioni allucinanti infatti USI PYTHON e non ASP.QUando devi creare applicativi STAND ALONE seri usi ADA non VisualBasic.ragazzi vi esorto ANCORA a non sparare minchiate. collegate il cervello prima di aprire la bocca.
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      - Scritto da:
      Mi sembra giusto che un progetto complesso venga
      sviluppato con tecnologia
      MS.
      Php, Perl, Python sono validi ma solo per lavori
      molto semplici. Infatti offrono poche
      funzionalità, nessuno strumento di sviluppo e
      gestione e prestazioni in esecuzione molto
      scadenti.Beata ignoranza ... Python ha framework molto ben sviluppati e una flessibilità e una facilità d'uso che altri si sognano, altroché ...Poi le prestazioni non sono tutto, si tratta di vedere se in questo ambito sono poi così determinante nella scelta di uno strumento di sviluppo.
    • HeroProtagonist scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      beh, dire che .NET sia superiore è una bella presa di posizione, non certamente condivisibile dalla maggior parte degli architetti enterprise.Al di là del fatto che fare una tesi di laurea su un progetto di questa caratura (francamente ridicola) quando si vedono altre università fare progetti e tesi sinceramente spettacolari (i.e. http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Ti_vedo,_ti_schedo/1298585) , il discorso dovrebbe essere allargato all'uso di tecnologie proprietarie nell'ambito delle PA. Non si capisce proprio perché debbano spendere i miei soldi per pagare licenze alla Microsoft.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 aprile 2007 10.40-----------------------------------------------------------
      • Funz scrive:
        Re: giusto usare .NET (r)

        Al di là del fatto che fare una tesi di laurea su
        un progetto di questa caratura (francamente
        ridicola) quando si vedono altre università fare
        progetti e tesi sinceramente spettacolari (i.e.
        http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/T
        Spettacolo, ma non credo che sia una tesi di laurea :)
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      - Scritto da:
      Mi sembra giusto che un progetto complesso venga
      sviluppato con tecnologia
      MS.
      Php, Perl, Python sono validi ma solo per lavori
      molto semplici. Infatti offrono poche
      funzionalità, nessuno strumento di sviluppo e
      gestione e prestazioni in esecuzione molto
      scadenti.
      Per implementare una web application
      l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot net
      framework è di gran lunga
      superiore.

      Manuelprogetto complesso ? Poche funzionalità ? Nessuno strumento di sviluppo e gestione ? Prestazioni scadenti ? J2EE come unica alternativa ?Massì xchè non prendiamo un autobus x spostare 2 persone di 10 metri ?
      • Anonimo scrive:
        Re: giusto usare .NET (r)
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Mi sembra giusto che un progetto complesso venga

        sviluppato con tecnologia

        MS.

        Php, Perl, Python sono validi ma solo per lavori

        molto semplici. Infatti offrono poche

        funzionalità, nessuno strumento di sviluppo e

        gestione e prestazioni in esecuzione molto

        scadenti.

        Per implementare una web application

        l'alternitiva è costituita da J2EE ma il dot
        net

        framework è di gran lunga

        superiore.



        Manuel
        progetto complesso ? Poche funzionalità ? Nessuno
        strumento di sviluppo e gestione ? Prestazioni
        scadenti ? J2EE come unica alternativa
        ?
        Massì xchè non prendiamo un autobus x spostare 2
        persone di 10 metri
        ?Io ho appena preso il TIR a 18ruote che devo andare a prendere 6 bottiglie di acqua al supermercato...
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      Il solito commerciale MS...
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto usare .NET (r)
      Questo non si è accorto che "piccoli siti" come Wikipedia sono scritti in PHP - e non si rendono conto che .NET scals solo quanto scala Windows - cioè non molto.
  • Anonimo scrive:
    un articolo per una Tesi da pochi punti
    ai miei tempi una tesi realizzativa dava pochi punti per la laurea, e le facevano quelli un po' scarsi, al contrario delle tesi di ricerca, che davano piu' punteggio punto informatico, non so chi fra noi due e' piu' fesso, se voi che fate degli articoli cosi', o io che clicco sul link per leggere la "notizia"
  • Anonimo scrive:
    VB ?
    Ma dico ? se solo io proponessi una robaccia fatta con quelle tecnologie qua all'università di Bologna (e per essere precisi: informatica, non ingegneria informatica), penso che non troverie neppure UNO e dico UN professore disposto ad apoggiarmi una tesi del genere basata su quelle tristissime tecnologie.Poi non so cosa ci sia dietro da un punto di vista di studio sulle problematiche o sull'analisi del problema ..... ma già la tecnologia usata la dice tutta sulla bassa qualità degli studenti e del livello della facoltàauguri !!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VB ?
      che ci vuoi fare ? sono ingegneri !!
      • Anonimo scrive:
        Re: VB ?
        Ma molto probabilmente non sono Ing informatici, dai......magari Ing Civili (che so, specializzazione Trasporti) che studiano il problema della sicurezza stradale su una qualche tratta e poi di contorno realizzano questo servizio web.Nella mia esperienza (studio Ing a FI) questo al massimo potrebbe essere un elaboarato per un esame, non certo una tesi (nemmeno triennale) per un Ing informatico o delle tlc.(troll2)...poi magari ci sono problemi dietro + grossi di quello che pensiamo, tipo spiegare come usare il software alla pattuglia che lo deve segnalare!
        • Anonimo scrive:
          Re: VB ?
          Scusate, ma se usano VB.NET sempre codice CLR viene generato. Premesso che non mi occupo strettamente di sviluppo, da quando in qua la scelta di un linguaggio di programmazione è una metrica della qualità dello sviluppatore (o studente come in questo caso)?Io sono dell'idea che si tratti di usare "the right tool for the right job".- Scritto da:
          Ma molto probabilmente non sono Ing informatici,
          dai...
          ...magari Ing Civili (che so, specializzazione
          Trasporti) che studiano il problema della
          sicurezza stradale su una qualche tratta e poi di
          contorno realizzano questo servizio
          web.
          Nella mia esperienza (studio Ing a FI) questo al
          massimo potrebbe essere un elaboarato per un
          esame, non certo una tesi (nemmeno triennale) per
          un Ing informatico o delle
          tlc.
          (troll2)...poi magari ci sono problemi dietro +
          grossi di quello che pensiamo, tipo spiegare come
          usare il software alla pattuglia che lo deve
          segnalare!
    • Anonimo scrive:
      Re: VB ?
      beh, anche a ingegneria (sempre a bologna) si tende ad utilizzare l'open source, anche se poi uno è libero di far quello che vuole. ma dato ceh si tratta di università, meglio l'open source, che ha un carattere più aperto verso la didattica.comunque penso che abbiamo utilizzato VB o altre diavolerie proprietarie solo perchè poi nella pubblica amministrazione si utilizzano prodotti microsoft, e non per altre.
    • Anonimo scrive:
      Re: VB ?
      ma perche' parlate a vanvera?avete mai sviluppato qualcosa di serio in .net??dai su..
  • Anonimo scrive:
    Pretendo una laurea honoris causa!
    Se questa è una tesi da meritarsi una pubblicazione su Punto Informatico, allora... come da oggetto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Pretendo una laurea honoris causa!
      me2 :) da morire dal ridere sto articolo.. mo invio l'url ai miei amici laureandi in ingegneria :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Pretendo una laurea honoris causa!
        - Scritto da:
        me2 :) da morire dal ridere sto articolo.. mo
        invio l'url ai miei amici laureandi in ingegneria...i quali saranno pure dei cervelloni... ma a parte hello world! in C, non saprebbero fare altro ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Pretendo una laurea honoris causa!
      Anch'io anch'io! Voglio la laurea honoris causa. Ma come si fa: ma che sono raccomandati questi qua? A me per pubblicare un articolo di sviluppo di open source che stanno usando a tutto spiano me lo hanno messo come notiziola e anche dichiarata sotto la mia responsabilita'.Ragazzi, facciamo i seri per favore! :-)
  • Anonimo scrive:
    Una tesi avveniristica!
    A quando la gestione videoteca?
  • Anonimo scrive:
    Sempre mamma M$
    Fino a quando si continua ad insegnare ad usare M$ , non ne veniamo più fuori.Eppure, non era cosi difficile / diverso farlo in PHP e MySQL.Anche in quel caso era WEB e consultabile dal WEB.Va be dai ... meno male che c'e' M$.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre mamma M$
      all'università di Bologna, corso di laurea di Informatica presso la facoltà di Matematica, non avrebbero mai accettato una tecnologia così orrida.In genere si cerca di insegnare ad usare prodotti più seri !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre mamma M$
        Sono sempre quello del post sopra .......... ma io non voglio fare critiche al fatto che il software sia serio o meno , solo una precisazione al fatto che esistono alternative free, che offrono gli stessi livelli di sicurezza/prestazioni. Credo infatti che il software di M$ sia comununque Serio/Prestazionale/Affidabile ma esistono alternatve (aime) non foraggiate dai big player.Alternative che ripeto spono FREE, sia come costo che come sviluppo.OpenSource : perchè è meglio se posso sapere come e scritto il programma che uso ..... se ci sono falle vengono corrette subito e le possono scoprire tutti analizzando il codice stesso.Quello dovrebbero insegnare negli atenei : per il resto quella tesi proprio perche fatta con software proprietario la cestinerei e gli direi di rifarla da zero.IMHO
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre mamma M$

          Quello dovrebbero insegnare negli atenei : per il
          resto quella tesi proprio perche fatta con
          software proprietario la cestinerei e gli direi
          di rifarla da
          zero.

          IMHOE come mai? All'Università ci vai per imparare - tra le altre cose - a disegnare ed implementare un sistema software, non per imparare le tecnologie open source (delle quali sono un fan). Credo che un bravo studente (laureando in questo caso) debba essere versatile e sapere usare *qualsiasi* piattaforma, specialmente quelle che sarà più probabile che utilizzi una volta nel mondo del lavoro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre mamma M$
          - Scritto da:
          Sono sempre quello del post sopra ......

          .... ma io non voglio fare critiche al fatto che
          il software sia serio o meno , solo una
          precisazione al fatto che esistono alternative
          free, che offrono gli stessi livelli di
          sicurezza/prestazioni. Credo infatti che il
          software di M$ sia comununque
          Serio/Prestazionale/Affidabile ma esistono
          alternatve (aime) non foraggiate dai big
          player.

          Alternative che ripeto spono FREE, sia come costo
          che come
          sviluppo.
          OpenSource : perchè è meglio se posso sapere come
          e scritto il programma che uso ..... se ci sono
          falle vengono corrette subito e le possono
          scoprire tutti analizzando il codice
          stesso.

          Quello dovrebbero insegnare negli atenei : per il
          resto quella tesi proprio perche fatta con
          software proprietario la cestinerei e gli direi
          di rifarla da
          zero.

          IMHOse fai un'applicazione in .Net puoi tranquillamente rilasciarne i sorgenti come meglio preferisci, il resto sono solo deliri incomprensibili
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre mamma M$
          Ma usati il ca*** che ti pare...la dovete finire di fare una guerra di religione per ogni minch**ta! Vivete più tranquilli e scassate di meno i maroni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre mamma M$
        - Scritto da:
        all'università di Bologna, corso di laurea di
        Informatica presso la facoltà di Matematica, non
        avrebbero mai accettato una tecnologia così
        orrida.

        In genere si cerca di insegnare ad usare prodotti
        più seri
        !!!e cosa ci sarebbe di più serio? Cobol? Java, PHP? (rotfl)... ma fammi il piacere, la serietà la fa il prodotto finale, e non le scelte ideologico-religiose
      • Funz scrive:
        Re: Sempre mamma M$
        Bravo il tuo collega, pero' probabilmente in altri cento uffici si sono fatti fare cento programmi diversi per fare la stessa cosa. Non e' cosi'?Se esistesse una banca dati di programmi open source (filosofia del riuso) certo si darebbe meno lavoro in giro ai programmatori, ma si sprecherebbero meno soldi dei contribuenti. Che ne pensate?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre mamma M$
          - Scritto da: Funz
          Bravo il tuo collega, pero' probabilmente in
          altri cento uffici si sono fatti fare cento
          programmi diversi per fare la stessa cosa. Non
          e' cosi'?
          Se esistesse una banca dati di programmi open
          source (filosofia del riuso) certo si darebbe
          meno lavoro in giro ai programmatori, ma si
          sprecherebbero meno soldi dei contribuenti. Che
          ne pensate?Sono daccordo, e penso che non ci sarebbe meno lavoro, perche' di roba da scrivere c'e' n'e'; al contrario si eviterebbe di reinventare la ruota ogni volta.
        • shevathas scrive:
          Re: Sempre mamma M$
          - Scritto da: Funz
          Bravo il tuo collega, pero' probabilmente in
          altri cento uffici si sono fatti fare cento
          programmi diversi per fare la stessa cosa. Non e'
          cosi'?si
          Se esistesse una banca dati di programmi open
          source (filosofia del riuso) certo si darebbe
          meno lavoro in giro ai programmatori, ma si
          sprecherebbero meno soldi dei contribuenti. Che
          ne
          pensate?che sourceforge esiste già, ma bisogna anche considerare che ogni ufficio ha le sue specificità e le sue esigenze di personalizzazione dell'applicativo.E spesso se un applicativo deve rimanere tutto sommato semplice è meglio farlo quasi da zero che cercare quello più adatto e modificarlo per personalizzarlo.considerando anche che spesso certi tipi di applicativo vuoi perchè strettamente settoriali, vuoi perchè altamente personalizzati o per mille altri motivi non riescono ad attrarre una comunità di sviluppo tale da poter garantire l'esistenza di quel software come prodotto autonomo svincolato dall'ideatore/programmatore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sempre mamma M$
            - Scritto da: shevathas
            che sourceforge esiste già, ma bisogna anche
            considerare che ogni ufficio ha le sue
            specificità e le sue esigenze di
            personalizzazione dell'applicativo.Tempo addietro ci fu un lungo thread su it.lavoro.informatica a proposito di progetti open e Pubblica Amministrazione: http://tinyurl.com/yurxj7In soldoni, la maggior parte dei cosidetti "informatici" che gravitano su quel gruppo fece quadrato, "Non sia mai, tolgono lavoro a noi, non sanno fare nulla, noi come mangeremo, sono degli inetti, mai togliere soldi a noi, ecc..."Atteggiamento *molto* miope, a mio avviso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre mamma M$
        ma per favore!!!!se la stessa identica applicazione la puoi fare girare su un server senza dover pagare:1) windows2) sql serverperchè costringere la Polizia, ovvero NOI CONTRIBUENTI a pagare?cerca di spiegarmelo con parole molto semplici, per piacere.
        • shevathas scrive:
          Re: Sempre mamma M$
          - Scritto da:
          ma per favore!!!!
          se la stessa identica applicazione la puoi fare
          girare su un server senza dover
          pagare:
          1) windows
          2) sql server
          perchè costringere la Polizia, ovvero NOI
          CONTRIBUENTI a
          pagare?
          semplice, potrebbe anche essere che la polizia avesse già a disposizione un server windows con sql server per altri suoi programmi, perchè, in tal caso, chiedere loro di acquistare un ulteriore server per installarci su un architettura LAMP?Poteva essere che il software doveva integrarsi con altri software preesistenti che giravano sull'architettura windows/sql server.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sempre mamma M$
            - Scritto da: shevathas
            semplice, potrebbe anche essere che la polizia
            avesse già a disposizione un server windows con
            sql serverChe culo, eh? (rotfl)
            Poteva essere che il software doveva integrarsi
            con altri software preesistenti che giravano
            sull'architettura windows/sql
            server.Appunto. Per questo è TASSATIVO lasciar perdere l'architettura closed. SOPRATTUTO nelle Pubbliche Amministrazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre mamma M$
      - Scritto da:
      Fino a quando si continua ad insegnare ad usare
      M$ , non ne veniamo più
      fuori.ma fuori da che?le specifiche .Net sono aperte e libere da royalties (vedi progetto mono)io personalmente avrei usato C# con cui mi trovo meglio... ma ognuno usa ciò che preferisceoltretutto c'è anche un compilatore php per .net (oltre che per il perl e per java, ecc..)

      Eppure, non era cosi difficile / diverso farlo in
      PHP e
      MySQL.questo è proselitismo

      Anche in quel caso era WEB e consultabile dal WEB.

      Va be dai ... meno male che c'e' M$. :-o
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre mamma M$
        L'alternativa a mamma M$ è papà Barzetti. Non importa con cosa fai un lavoro, basta che funzioni bene. Il resto è demagogia da piagnoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre mamma M$
      Perché non si dovrebbe insegnare M$?Perché è stata una scelta tecnologica errata per il progetto? (tecnologica e non filosofica: e.g. linguaggio non adatto causa, db inadeguato causa x,y,z)Il resto sono scelte. Punto e basta.- Scritto da:
      Fino a quando si continua ad insegnare ad usare
      M$ , non ne veniamo più
      fuori.

      Eppure, non era cosi difficile / diverso farlo in
      PHP e
      MySQL.

      Anche in quel caso era WEB e consultabile dal WEB.

      Va be dai ... meno male che c'e' M$.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre mamma M$
        Aggiungo una considerazione che non è stata ancora posta: la serie Express di VisualStudio 2005 (Visual Basic.NET Express Edition, Visual C# Express Edition e Visual Web Developer Express Edition) è assolutamente free e non solo, perché la licenza d'uso permette anche di vendere il software così sviluppato. Lo stesso per SqlServer 2005 Express Edition.Altrettanto (ma questo è stato detto), C# è uno standard ECMA ed ISO ed il modello CLI (Common Language Infrastructure) è aperto. Un esempio è Mono, che nonostante molte critiche funziona veramente bene.
  • Anonimo scrive:
    Insomma un gestionaleVB!!!
    Con tutto il rispetto non mi sembra sta grande innovazione, un'applicazione web per catalogare incidenti stradali e per giunta fatta in Visual Basic...A sto punto meglio i soliti robot che scansano gli ostacoli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma un gestionaleVB!!!
      più o meno.Tutti per ogni caxxata sperano di arricchrsi come Bill Gates, purtoppo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Insomma un gestionaleVB!!!
      - Scritto da:
      Con tutto il rispetto non mi sembra sta grande
      innovazione, un'applicazione web per catalogare
      incidenti stradali e per giunta fatta in Visual
      Basic...

      A sto punto meglio i soliti robot che scansano
      gli
      ostacoli...sempre meglio di chi si spaccia per programmatore perl o php, per poi scoprire che ciuccia e rivende CMS freesoftware (phpnuke e simili) cambiando solo l'intestazione e lo skinin ogni caso vb.net è oggi molto più completo e professionale dei vecchi linguaggi di scripting suddetti
      • Anonimo scrive:
        Re: Insomma un gestionaleVB!!!

        sempre meglio di chi si spaccia per programmatore
        perl o php, per poi scoprire che ciuccia e
        rivende CMS freesoftware (phpnuke e simili)
        cambiando solo l'intestazione e lo
        skin
        gia' , io mi ricordo di uno che quasi 30 anni fa scopiazzo' un OS spacciandolo per suo e diventando super miliardario, pero' non mi ricordo il nome, aiutami tu.
        • Bombardiere scrive:
          Re: Insomma un gestionaleVB!!!
          - Scritto da:


          sempre meglio di chi si spaccia per
          programmatore

          perl o php, per poi scoprire che ciuccia e

          rivende CMS freesoftware (phpnuke e simili)

          cambiando solo l'intestazione e lo

          skin




          gia' , io mi ricordo di uno che quasi 30 anni fa
          scopiazzo' un OS spacciandolo per suo e
          diventando super miliardario, pero' non mi
          ricordo il nome, aiutami tu.


          Tutti a dire sempre le stesse cose. Tutti a dire che Bill Gates ha scopiazzato un OS spacciandolo per suo ma nessuno si sofferma sulle migliorie e sulle evoluzioni che dall'ora ad oggi ci sono state. Vai qui http://www.windoweb.it/edpstory_new/em.htmRiporta la storia dal 1975 al 2002 ma è sufficiente a farti rendere conto delle cazzate che spari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma un gestionaleVB!!!
            - Scritto da: Bombardiere

            - Scritto da:




            sempre meglio di chi si spaccia per

            programmatore


            perl o php, per poi scoprire che ciuccia e


            rivende CMS freesoftware (phpnuke e simili)


            cambiando solo l'intestazione e lo


            skin








            gia' , io mi ricordo di uno che quasi 30 anni fa

            scopiazzo' un OS spacciandolo per suo e

            diventando super miliardario, pero' non mi

            ricordo il nome, aiutami tu.







            Tutti a dire sempre le stesse cose. Tutti a dire
            che Bill Gates ha scopiazzato un OS spacciandolo
            per suo ma nessuno si sofferma sulle migliorie e
            sulle evoluzioni che dall'ora ad oggi ci sono
            state. ma che stai a dire?
            Vai qui http://www.windoweb.it/edpstory_new/em.htm

            Riporta la storia dal 1975 al 2002 ma è
            sufficiente a farti rendere conto delle cazzate
            che
            spari. io ti consiglio "i pirati di sylicon valley"cosi ti rendi conto meglio di quale sia la vera realta' dei fatti. poi consiglio ai tuoi genitori di darti qualche rudimento di buona educazione.
          • Bombardiere scrive:
            Re: Insomma un gestionaleVB!!!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Bombardiere



            - Scritto da:






            sempre meglio di chi si spaccia per


            programmatore



            perl o php, per poi scoprire che ciuccia e



            rivende CMS freesoftware (phpnuke e simili)



            cambiando solo l'intestazione e lo



            skin












            gia' , io mi ricordo di uno che quasi 30 anni
            fa


            scopiazzo' un OS spacciandolo per suo e


            diventando super miliardario, pero' non mi


            ricordo il nome, aiutami tu.












            Tutti a dire sempre le stesse cose. Tutti a dire

            che Bill Gates ha scopiazzato un OS spacciandolo

            per suo ma nessuno si sofferma sulle migliorie e

            sulle evoluzioni che dall'ora ad oggi ci sono

            state.

            ma che stai a dire?




            Vai qui
            http://www.windoweb.it/edpstory_new/em.htm



            Riporta la storia dal 1975 al 2002 ma è

            sufficiente a farti rendere conto delle cazzate

            che

            spari.


            io ti consiglio "i pirati di sylicon valley"
            cosi ti rendi conto meglio di quale sia la vera
            realta' dei
            fatti.

            poi consiglio ai tuoi genitori di darti
            qualche rudimento di buona
            educazione.

            Ho cercato i pirati di sylicon valley ma non ho trovato nulla. Ho avuto maggior fortuna cercando: i pirati di silicon valley... forse perché è la maniera corretta? Io consiglio a te stesso di farti un regalo: IL DIZIONARIO PICCOLO PALAZZI (sufficiente per il tuo quoziente intellettivo)Mi spiace ma la mia realtà dei fatti NON coincide, fortunatamente per me, con la tua.
          • Anonimo scrive:
            Re: Insomma un gestionaleVB!!!
            - Scritto da: Bombardiere
            sulle evoluzioni che dall'ora ad oggi ci sono
            state. da quale ora? dalla unix epoch ?
            sufficiente a farti rendere conto delle cazzate
            che
            spari. il tuo post mi ha fatto rendere conto solo delle difficoltà che hai con la lingua italiana.
          • Bombardiere scrive:
            Re: Insomma un gestionaleVB!!!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Bombardiere


            sulle evoluzioni che dall'ora ad oggi ci sono

            state.

            da quale ora? dalla unix epoch ?


            sufficiente a farti rendere conto delle cazzate

            che

            spari.

            il tuo post mi ha fatto rendere conto solo delle
            difficoltà che hai con la lingua
            italiana.Beh, premettendo che sei tu quello che non conosce le regole fondamentali della lingua italiana, e che non sa che le frasi si iniziano con la lettera maiuscola, ti faccio i miei migliori auguri.
          • Bombardiere scrive:
            Re: Insomma un gestionaleVB!!!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Bombardiere


            sulle evoluzioni che dall'ora ad oggi ci sono

            state.

            da quale ora? dalla unix epoch ?


            sufficiente a farti rendere conto delle cazzate

            che

            spari.

            il tuo post mi ha fatto rendere conto solo delle
            difficoltà che hai con la lingua
            italiana.Strano che te ne sei accorto!
Chiudi i commenti