Salvate XP, si accende una speranza

Pare che a Redmond non facciano orecchie da mercante. Ma una decisione sulla sorte di Windows 5 non è ancora stata presa. Nel frattempo, la petizione monta

Roma – Salvate XP! Salvate XP! Il grido, risuonato in rete lo scorso gennaio, non si è infranto contro un muro di gomma: mamma Microsoft ha ascoltato l’urlo di dolore dei suoi sorcini, e forse (forse) la fine di Windows XP fissata per il prossimo giugno potrebbe non essere poi così scontata.

“Siamo al corrente della petizione – ha dichiarato un portavoce di Redmond a Computerworld – ma daremo ascolto prima di tutto e principalmente al feedback che arriva dai nostri partner e dai nostri clienti, per decidere cosa abbia maggiormente senso per soddisfare i loro bisogni”. A quanto pare fare baccano è servito, anche se forse i numeri della protesta sono ancora troppo esigui per cambiare i pesi sulla bilancia.

Microsoft spiega che le esigenze della clientela sono “ciò che ha giustificato l’estensione della disponibilità di XP rispetto alle decisioni iniziali”, e che qualsiasi scelta futura “continuerà a dipendere da queste esigenze”. Forse gli oltre 75mila che hanno già firmato la petizione non sono ancora abbastanza per modificare la rotta di XP, eppure qualcosa si sta già muovendo .

Windows 5 non sparirà dal mercato il 30 giugno: su questo, si può stare sicuri. Tralasciando le iniziative di downgrade organizzato come quella di NEC, i fornitori OEM e gli assemblatori avranno ancora a disposizione XP almeno fino a gennaio 2009 . Per quanto attiene alla versione Starter Edition , riservata ai paesi in via di sviluppo, la sua permanenza sul mercato è garantita almeno fino al 30 giugno 2010.

(Leggi qui la posizione degli analisti)


Insomma, XP è stato un successo e non si cancella. Ma, come ribadito anche a Punto Informatico questa settimana, per Microsoft Vista resta una evoluzione significativa della piattaforma Windows e un prodotto maturo e adatto a soddisfare le esigenze di tutti. Le vendite fatte segnare fino ad oggi sarebbero soddisfacenti a detta dell’azienda, ed è solo questione di tempo prima che tutti gli utenti decidano di passare alla nuova versione. No, non Windows 7 : Vista!

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea scrive:
    e perche'...
    ...non era in galera? GIUSTIZIA ITALIANA MUOVI IL CULO, nel piccolo e nel grande.
    • Overture scrive:
      Re: e perche'...
      maddai ma poverino... era solo la prima volta, poi aveva promesso che non lo avrebbe fatto più, s'era pentito... è dovere di tutti dargli una seconda chance e se non bastava (come non è bastata) bisogna concedergli una terza poi una quarta una quinta...
    • XPista scrive:
      Re: e perche'...
      soprattutto nel GRANDE!
      • Banana Joe scrive:
        Re: e perche'...
        Prima e soprattutto nel grande.Ma nel grande il reato non esiste neanche. Non pagare le tasse si chiama globalizzazione. Costruire castelli fittizi di capitale da usare come arma per mettere fuori mercato chiunque non voglia dipendere dai continui finanziamenti di una banca si chiama fractional reserve banking.Di fronte a queste cosuccie anche il crack parmalat è un affare minore, figuriamoci 'sto idiota che sbava su una consolle.
    • utopico scrive:
      Re: e perche'...
      - Scritto da: Andrea
      ...non era in galera? GIUSTIZIA ITALIANA MUOVI IL
      CULO, nel piccolo e nel
      grande.Tristemente ti quoto.Le leggi e le procedure sono divenute un giocattolo ad uso e consumo dei potenti, non più uno strumento per garantire il bel vivere della gente onesta.
      • starise scrive:
        Re: e perche'...
        - Scritto da: utopico
        - Scritto da: Andrea

        ...non era in galera? GIUSTIZIA ITALIANA MUOVI
        IL

        CULO, nel piccolo e nel

        grande.

        Tristemente ti quoto.
        Le leggi e le procedure sono divenute un
        giocattolo ad uso e consumo dei potenti, non più
        uno strumento per garantire il bel vivere della
        gente
        onesta.Prevedo tempi molto duri. Non oso immaginare con Berlusconi al governo cosa succederebbe. Tempi duri per la magistratura....
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: e perche'...
          - Scritto da: starise
          Prevedo tempi molto duri. Non oso immaginare con
          Berlusconi al governo cosa succederebbe. Tempi
          duri per la
          magistratura....Abbiamo gia' visto con Prodini & Ruttino cosa accade con loro ( c'e' il fuori tutti - dal truffatore all'assassino )Tempi durissimi per la magistratura....
Chiudi i commenti