Spotify doppia Apple Music e si prepara all'IPO

Con 60 milioni di utenti registrati al servizio, Spotify ha nettamente superato il principale avversario. La quotazione in borsa è il prossimo passo, ma prima occorre convincere le major

Roma – I servizi di streaming musicale si contendono fette di mercato sempre maggiori. E la classifica del migliore si gioca sul filo del rasoio. I due a contendersi il podio sono Spotify e Apple Music . Quest’ultimo scalzato dal concorrente per quanto riguarda il numero di utenti paganti: oltre 60 milioni . È quanto si apprende dall’ aggiornamento appena pubblicato dalla piattaforma. Apple Music a giugno contava 27 milioni di sottoscrittori, che ora presumibilmente hanno superato i 30. Spotify da marzo a luglio ha galoppato forte, riuscendo ad acquisire ben 10 milioni di utenti.

Spotify

Il servizio ha ormai acquisito una degna maturità testimoniata anche dall’elevato numero di utenti che usano il servizio attivamente in oltre 60 Paesi. Considerando anche gli utilizzatori della versione gratuita il suo pubblico vanta oltre 140 milioni di persone . La forza del servizio è rappresentato evidentemente dalla facilità di utilizzo, dalla vastità dell’archivio (oltre 30 milioni di canzoni) in continua espansione e dal prezzo contenuto del servizio in abbonamento (meno di 10 euro al mese).

Ma dalla sua parte Spotify ha anche il “riconoscimento” delle major, che volenti o nolenti accettano ormai di far cassa anche approfittando di questo tipo di servizi. D’altronde, se la vendita di musica è aumentata dell’11 per cento , pari a 7,7 miliardi di dollari negli USA nell’ultimo anno (stando alla Recording Industry Association of America), è anche merito loro. La forza che Spotify ha acquisito gli permette di dettare regole e soprattutto stabilire fee più elevate per le major . Allo stato attuale viene riconosciuto alle case discografiche il 55 per cento dei proventi, contro un più generoso 58 per cento di Apple Music (seppur in via di ricontrattazione ).

La strategia adottata dalla piattaforma sembra essere ora orientata ad una contrattazione specifica con le tre principali case discografiche mondiali. Il recente tentativo di accordo con Sony Music testimonia questa intenzione, così come il già siglato accordo con Warner Music. L’ultima etichetta che manca all’appello è Universal Music Group. Raggiunto questo obiettivo e garantito un piano di crescita economico e di performance stabile, Spotify potrà quotarsi in borsa . L’intenzione di avanzare una IPO era già stata comunicata a maggio, per un valore di 13 miliardi.

I prossimi passi per l’avanzata? Puntare maggiormente sui podcast che garantiscono tempi di permanenza sull’app più lunghi e aprono nuove partnership (che esulano dal coinvolgimento delle major). I competitor SoundCloud e Pandora lo stanno già facendo. E forse tornare a puntare sul video live, dopo l’abbandono del test condotto in Europa. Ancora una volta video e musica potrebbero rappresentare un’interessante opportunità. YouTube del resto ce l’ha fatta su entrambi i fronti.

Mirko Zago

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il Reverendo scrive:
    riflessione
    1: trump ha portato un vento di intabilità nella casa bianca tale che parecchi la dentro girano con le mani sui gioielli.2: relatovamente i troll e fake vari qui, devo dire che ho imparato parecchio sulle risposte al vetriolo che spesso leggo nelle schermaglie che si vedono qui. Devo dire che a volte si raggiungono vette insperate, però è divertente.3: confermo che solo qui si può scrivere il peggio senza essere censurati.
  • fanfan la tulip scrive:
    solo giochi di potere
    "Dietro la nuova vicenda si nasconde un certo "Email Prankster"".Dietro la nuova vicenda si nasconde un certo numero di personaggi che cercano di screditare Trump.Abbiamo sempre pensato che i giornalisti siano un potere a se stante, mentre invece sono una manica di allocchi manipolabili a basso costo da chi ha interesse e possibilità di farlo.
  • panda rossa scrive:
    Ok, e' agosto.
    E' agosto.E PI si adegua agli standard della stampa italica.
    • punto gialla scrive:
      Re: Ok, e' agosto.
      - Scritto da: panda rossa
      E' agosto.
      E PI si adegua agli standard della stampa italica.a me pare che sia il resto della stampa italica ad adeguarsi agli standard di PI
      • panda rossa scrive:
        Re: Ok, e' agosto.
        - Scritto da: punto gialla
        - Scritto da: panda rossa

        E' agosto.

        E PI si adegua agli standard della stampa
        italica.

        a me pare che sia il resto della stampa italica
        ad adeguarsi agli standard di
        PIMagari!Trovami un sito di stampa italica che consente di postare commenti anonimi come su PI.Qui siamo anni luce avanti...
        • Jacula scrive:
          Re: Ok, e' agosto.
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: punto gialla

          - Scritto da: panda rossa


          E' agosto.


          E PI si adegua agli standard della
          stampa

          italica.



          a me pare che sia il resto della stampa
          italica

          ad adeguarsi agli standard di

          PI

          Magari!
          Trovami un sito di stampa italica che consente di
          postare commenti anonimi come su
          PI.
          Qui siamo anni luce avanti...Il fatto è che proprio per la registrazione quei siti, non hanno utenti, se non i quattro trollatori pagati dalla redazione stessa.Non devo dirti che PI insegna nell'arte degli utenti fasulli. :)
          • ... scrive:
            Re: Ok, e' agosto.
            - Scritto da: Jacula
            Non devo dirti che PI insegna nell'arte degli
            utenti fasulli. :)PI è l'incubatore di fake_user sia anonimi che registrati che si allenano a trollare qui e poi migrano (i migliori, i falliti invece rimangono)
          • 3 puntini scrive:
            Re: Ok, e' agosto.
            Se non fosse per loro avrei già smesso di frequentare PI da tempo.
          • Jacula scrive:
            Re: Ok, e' agosto.
            - Scritto da: 3 puntini
            Se non fosse per loro avrei già smesso di
            frequentare PI da tempo.Vero, potrebbe diventare un forum troppo serio. Certo è che i troll di PI sono il polso della maturità del popolo italico
    • dottor parmigiano scrive:
      Re: Ok, e' agosto.
      veramente questa notizia (immagine compresa) è presa pari pari dalla stampa americana :S
      • panda rossa scrive:
        Re: Ok, e' agosto.
        - Scritto da: dottor parmigiano
        veramente questa notizia (immagine compresa) è
        presa pari pari dalla stampa americana
        :SSara' agosto anche in america.
    • Panda Merda scrive:
      Re: Ok, e' agosto.
      - Scritto da: panda rossa
      E' agosto.
      E PI si adegua agli standard della stampa italica.Per adeguarsi ai tuoi standard invece bisognerebbe rivolgersi al Cottolengo.
    • Sisko212 scrive:
      Re: Ok, e' agosto.
      Adesso aspettiamo qualche articolo su Ufo, belle ragazze e calcio mercato (o quella roba li)
Chiudi i commenti