Stadia e cloud gaming: se Google e Nintendo...

Un'ipotetica collaborazione tra Google e Nintendo incentrata sul cloud gaming di Stadia potrebbe risultare vincente per entrambe le aziende.

L’entusiasmo suscitato da Google con l’annuncio di Stadia a marzo si è in parte un po’ smorzato quando il mese scorso sono stati svelati nuovi dettagli in merito al servizio: non sarà il Netflix dei videogiochi (l’abbonamento non includerà l’accesso all’intero catalogo), ma ogni titolo andrà acquistato a parte. Cosa potrebbe fare il gruppo di Mountain View per dominare il territorio del cloud gaming, dove tra le altre cose debutterà a breve anche l’alternativa di casa Microsoft? Siglare una partnership con Nintendo.

Stadia: Google, Nintendo e il cloud gaming

Una pazza idea, bisogna ammetterlo, ma che potrebbe aver senso. A ipotizzarlo anche Forbes, raccogliendo le voci di corridoio relative all’arrivo di quello che può essere definito Switch Mini, una versione più compatta e portatile dell’attuale console di Kyoto. Se da un lato Microsoft e Sony hanno già confermato la loro stretta di mano per l’infrastruttura Azure sulla quale gireranno xCloud e l’evoluzione di PlayStation Now, dall’altra Nintendo non ha fino ad oggi svelato alcun piano legato al proprio ingresso nel settore.

Scegliere di farlo al fianco di Google potrebbe tradursi nella più classica delle situazioni win-win: da una parte la società nipponica potrebbe contare sulle performance dei data center messi a disposizione da bigG, dall’altra Stadia finirebbe tra le mani dei milioni di giocatori in possesso della piattaforma hardware di Super Mario, sia nella sua edizione già in commercio sia in quella futura.

I rumor su Switch Mini

È bene precisare che al momento si tratta solamente di una supposizione e che Switch non è tra i dispositivi per i quali è prevista la compatibilità con il servizio di cloud gaming. La sua evoluzione in miniatura, già protagonista di alcuni rumor, potrebbe essere basata sulla nuova generazione del processore NVIDIA Tegra, più attenta ai consumi senza abbattimenti in termini di performance. Dovrebbe essere completamente portatile, senza Joy-Con removibili, con un display 1080p al posto dell’attuale pannello 720p e più economica.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Forbes
Chiudi i commenti