Surface Pro 5, debutto al MWC?

L'appalto per la costruzione del nuovo 2-in-1 di Microsoft sarebbe stato assegnato. Sarà presentato al Mobile World Congress di Barcellona

Milano – Si è fatto attendere, ma finalmente è tutto pronto: il nuovo Surface Pro 5, tablet 2-in-1 che ha di fatto lanciato la categoria che oggi va per la maggiore sul mercato, è stato dichiarato pronto alla produzione su larga scala ed è uno solo l’assemblatore che si è aggiudicato l’appalto. Secondo le fonti di Digitimes è stata Pegatron a vincere la corsa, e il termine per la consegna delle unità è fissato per il Q1 del 2017 : in tempo per un’uscita in concomitanza con il Mobile World Congress di Barcellona, manifestazione tra le più importanti del settore che si svolge al solito tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo.

Le caratteristiche estetiche e la scheda tecnica del Surface Pro 5 saranno quindi sveltati in quella occasione, ma ciò non toglie che siano già parecchie le voci che si rincorrono al riguardo. Si va da un display touch con risoluzione UHD 4K , un nuovo processore Core di ultima generazione (Kaby Lake), porte USB 3.0 e proabilmente anche Thunderbolt, oltre ovviamente a un profilo più sottile e maggiore autonomia. Probabile siano migliorate anche le fotocamere di bordo, magari per consentire l’adozione di un sensore posteriore stereoscopico che permetta la ripresa tridimensionale.

C’è però un rumor che più di tutti pare più insistente e interessante: lo stilo fornito in dotazione, che permette di sfruttare al meglio le funzioni e-ink, dovrebbe abbandonare la classica alimentazione con pila stilo AAA e optare per una batteria interna ricaricabile. Le modalità di ricarica sarebbero simili a quelle già adottate per collegare la tastiera opzionale: con un connettore magnetico lo stilo si dovrebbe agganciare al Surface e ricaricarsi in modalità wireless. Una bella trovata che, se confermata, aumenterebbe non poco l’appeal del prodotto.

Infine, è lecito attendersi nuove versioni dei diversi modelli di tastiera prodotti da Microsoft: trackpad più precisi e ampi, corsa dei tasti ridotta e meccanismo più preciso per una digitazione più confortevole, e così via. Tutto questo si scoprirà come detto al MWC : non ci sono stati ancora annunci specifici in tal senso, ma è ancora presto visto che mancano 2 mesi e che siamo alla vigilia di un’altra fiera colosssale – il CES di Las Vegas – che per qualche giorno monopolizzerà l’attenzione dei media e degli addetti ai lavori.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Una chiara risposta del mercato
    E da quando M$ e' entrata in Volvo, il mercato ha dato una risposta chiara e inequivocabile.http://www.ilpost.it/2017/01/03/per-la-prima-volta-dal-1962-in-svezia-lo-scorso-anno-lauto-piu-venduta-non-e-stata-una-volvo/
  • Car Carlo Pravettoni scrive:
    mi sembra giusto
    Lo scopo che si prefigge Volvo è rendere, se possibile, più sicuro lavorare mentre si guida Mi piace 'sta cosa, dovremmo estenderla anche al XXXXX quando il dipendente va ad espletare le funzioni biologiche, ci vorrebbero le stoviglie bluethoot per rompergli i ****** anche mentre mangia, il televisore connesso via satellite con l' azienda che metre lui si guarda la partita di pallone lo interrompo per rompegli il c****, il cuscino con le casse (7.1 subwoofer compreso) incorporate così gli rompo i mattoni mentre dorme.Il tutto a spese sue ovviamente.
  • Shiba scrive:
    Solita XXXXXta proprietaria
    Software bucato come un groviera qualche mese dopo il rilascio e abbandonato al suo triste destino appena comincia la progettazione del modello nuovo.
    • Volvo scrive:
      Re: Solita XXXXXta proprietaria
      'Zzi vostri, io vendo
      tu ti ribalti
      io te ne vendo un' altra e così via fino a quando hai i soldi per pagare.Pensavi forse che le scocche super resistenti le abbiamo inventate per fare un favore a te? NO! Noi semplicemente vogliamo che tu compri un' auto nuova dopo ogni incidente.
Chiudi i commenti