Ubuntu, il prezzo della convergenza

Con il vantaggio del ritardo, Canonical ritiene di aver individuato un nuovo target, quello interessato a incardinare la propria vita digitale su uno smartphone che sa adattarsi a diversi scenari. E disposto a spendere tra i 200 e i 400 dollari

Roma – Non saranno dispositivi di fascia bassa gli smartphone che saranno animati da Ubuntu: costeranno meno di iPhone e dei dispositivi di punta che montano Android, ma non saranno economici quanto gli smartphone proposti da Mozilla insieme al proprio sistema operativo mobile. “Tra i 200 e i 400 dollari”, questo il prezzo previsto dal CEO di Canonical Mark Shuttleworth per un Ubuntu Phone.

L’esperienza fallimentare della raccolta fondi per Ubuntu Edge è ormai archiviata, utile a solleticare l’interesse di quelli che ora sono i partner nell’operazione , il produttore spagnolo BQ e il cinese Meizu: se il lancio entro il 2014 è un auspicio più che una certezza , pare essere ben chiaro lo scenario di mercato in cui gli smartphone Ubuntu faranno il loro debutto.

Sotto i riflettori del Cebit di Hannover, il CEO Shuttleworth ha spiegato che i dispositivi animati da Ubuntu non saranno venduti in una fascia di prezzo bassa perché l’intento è quello di raggiungere “persone che stanno cercando una esperienza d’uso molto nitida e piacevole” e l’ambizione è quella di “vendere il PC del futuro, il propulsore del personal computing del futuro”, facendo dei terminali Ubuntu il perno su cui incardinare diversi scenari d’uso a seconda delle periferiche collegate.

Una cifra che si colloca tra i 200 e i 400 dollari, produttori permettendo , è ritenuta da Canonical equa per sfidare con la propia idea di mobile la monolitica offerta di Apple e la variegata proposta dei produttori che montano Android, così come la concorrenza open ed economica di Firefox. “È il momento per qualcosa di nuovo – prospetta Shuttleworth: il “vantaggio di partire in ritardo”, spiega il CEO di Canonical, ha consentito di analizzare in profondità il mercato e le esigenze del pubblico per offire loro qualcosa di differente. “Quello che per me c’è di interessante in quello che stiamo facendo – chiosa il CEO di Canonical – è questo aspetto della convergenza, perché è profondamente nuovo”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pin8 scrive:
    state calmi...
    ...chè se non contate un ca77o nessuno si prenderà mai la briga di spiarvi singolarmente. Al limite, vi confonderete tra la massa di pecore simili a voi.
    • krane scrive:
      Re: state calmi...
      - Scritto da: pin8
      ...chè se non contate un ca77o nessuno si
      prenderà mai la briga di spiarvi singolarmente.
      Al limite, vi confonderete tra la massa di pecore
      simili a voi.Fatto sta che a causa dello spionaggio siamo piu poveri di decine di milioni di euro...http://cryptome.org/echelon-ep-fin.htm
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: state calmi...
      contenuto non disponibile
  • GAP scrive:
    Criminali di Stato
    A questo punto la definizione di "Criminali di Stato" ci sta tutta.Se Aaron Swartz rischiava 35 anni di galera per la semplice accusa di aver scaricato degli articoli scientifici, a questi in proporzione cosa bisognerebbe fare? Squartarli sulla pubblica piazza?Anche se contro alcuni attacchi, come quelli via hardware-spia, non c'è quasi niente da fare, supponendo che i chip taroccati dalla NSA non siano ancora la norma e non siano comunque onnipotenti, resta molto con cui difendersi:- Tor, per ogni attività che possa causare interesse tra gli spioni (ormai, quasi tutto!)- crittografia TrueCrypt con plausible deniability- macchine virtuali crittografate entro volumi hidden TrueCrypt, dentro le quali fare tutto, compreso usare Tor- sistemi Live su supporti rimovibili e facilmente occultabili (come chiavette USB) che contengono tutto quanto sopraE inoltre tutte le altre precauzioni comportamentali da tenere (tipo non mescolare mai attività, nickname ed altri indizi tra rete Tor ed internet in chiaro).Il vero guaio è che la gente NON si difende dai Criminali, nè privati nè di Stato, e quando costoro agiscono viene invariabilmente sorpresa con le braghe calate, già nei primi dieci minuti. Centinaia di notizie di cronaca, ogni anno, lo testimoniano.Ma non esiste ancora nessuno che sia stato beccato usando Tor (se lo usava bene) nè usando TrueCrypt.La diffusione a livello di massa della coscienza dei pericoli e delle tecniche per difendersi (da OGGI, non da domani!) è sempre più urgente.Facciamo, ognuno, la nostra parte.
  • unaDuraLezione scrive:
    Re: Chissenefrega...
    contenuto non disponibile
  • unaDuraLezione scrive:
    nessuno parla della backdoor sui galaxy?
    contenuto non disponibile
    • ... scrive:
      Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
      - Scritto da: unaDuraLezione
      nessuno parla della backdoor sui galaxy?
      Sui firmware tra l'altro.Perchè?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
        contenuto non disponibile
        • ... scrive:
          Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: unaDuraLezione




          nessuno parla della backdoor sui galaxy?


          Sui firmware tra l'altro.



          Perchè?

          perchè sì.E' veramente una vergogna!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
            contenuto non disponibile
          • ... scrive:
            Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
            - Scritto da: unaDuraLezione

            d'altra parte è così.Non se ne può proprio più!
          • sbrotfl scrive:
            Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ...






            perchè sì.



            E' veramente una vergogna!

            d'altra parte è così.Rivogliamo Miriam :@
    • Cogli il nome scrive:
      Re: nessuno parla della backdoor sui galaxy?
      Non è ancora venerdì, vedi tra qualche ora (geek)
  • get the facts scrive:
    la cia spia pure il senato americano
    e notizia di ieri che l cia SPIAVA pure la commissione del senato che indaga sulle torture del governo bush, se non si fanno problemi a spiare ii loto politici figuriamoci nel resto del mondoA questo punto mi aspetto chemettano dei chip spioni nei mouse, nelle tastiere, nelle stamapnti, insomma qualsiasi oggetto che possa accedere al pc, al suo hard disk e spiare di tutto e di piu credo che non si fermino solo al lato software ma agiscano anche sullhardware, ho gia letto di prese usb munite di antenne radio per spedire tutto il traffico a 200 metri
    • krane scrive:
      Re: la cia spia pure il senato americano
      - Scritto da: get the facts
      e notizia di ieri che l cia SPIAVA pure la
      commissione del senato che indaga sulle torture
      del governo bush, se non si fanno problemi a
      spiare ii loto politici figuriamoci nel resto del
      mondo
      A questo punto mi aspetto chemettano dei chip
      spioni nei mouse, nelle tastiere, nelle
      stamapnti, insomma qualsiasi oggetto che possa
      accedere al pc, al suo hard disk e spiare di
      tutto e di piu credo che non si fermino solo al
      lato software ma agiscano anche sullhardware, ho
      gia letto di prese usb munite di antenne radio
      per spedire tutto il traffico a 200 metriNo, nei chip ci pensa la cina.
      • collione scrive:
        Re: la cia spia pure il senato americano
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: get the facts

        e notizia di ieri che l cia SPIAVA pure la

        commissione del senato che indaga sulle
        torture

        del governo bush, se non si fanno problemi a

        spiare ii loto politici figuriamoci nel
        resto
        del

        mondo

        A questo punto mi aspetto chemettano dei chip

        spioni nei mouse, nelle tastiere, nelle

        stamapnti, insomma qualsiasi oggetto che
        possa

        accedere al pc, al suo hard disk e spiare di

        tutto e di piu credo che non si fermino solo
        al

        lato software ma agiscano anche
        sullhardware,
        ho

        gia letto di prese usb munite di antenne
        radio

        per spedire tutto il traffico a 200 metri

        No, nei chip ci pensa la cina.tu CIA volele fessificale me? io fessico te con chip spione in tuo fluttatole (Rotfl)
    • king volution scrive:
      Re: la cia spia pure il senato americano
      - Scritto da: get the facts
      A questo punto mi aspetto chemettano dei chip
      spioni nei mouse, nelle tastiere, nelle
      stamapnti, insomma qualsiasi oggetto che possa
      accedere al pc, al suo hard disk e spiare di
      tutto e di piu credo che non si fermino solo al
      lato software ma agiscano anche sullhardware, infatti...e lo fanno già da tempo... con i bios, con gli hard disk, con i chip wifi, con i router ecc. ecc.PI: Cassandra Crossing/ Zombie Computinghttp://punto-informatico.it/3949510/PI/Commenti/cassandra-crossing-zombie-computing.aspxPI: Schegge di Cassandra/ OHM2013: l'hard disk vi guardahttp://punto-informatico.it/3873008/PI/Commenti/schegge-cassandra-ohm2013-hard-disk-vi-guarda.aspxe se cerchi in rete trovi montagne di documentazione su tutto
      • vrioexo scrive:
        Re: la cia spia pure il senato americano
        - Scritto da: king volution
        e lo fanno già da tempo... con i bios, con gli
        hard disk, con i chip wifi, con i router ecc.
        ecc.Concordo. Per l'NSA è più preziosa una vulnerabilità hardware (voluta o meno) che una vulnerabilità software (che può essere individuata e fixata in maniera decisamente più semplice): e per averne conferma basta saper leggere tra le righe - ma neanche troppo - dell'articolo apparso sul Guardian nel settembre del 2013 ad opera di Bruce Schneier:http://www.theguardian.com/world/2013/sep/05/nsa-how-to-remain-secure-surveillance''Assume that while your computer can be compromised, it would take work and risk on the part of the NSA - so it probably isn't. If you have something really important, use an air gap. Since I started working with the Snowden documents, I bought a new computer that has never been connected to the internet. If I want to transfer a file, I encrypt the file on the secure computer and walk it over to my internet computer, using a USB stick. To decrypt something, I reverse the process. This might not be bulletproof, but it's pretty good.''Non ci vuole poi molto a comprendere le motivazioni di tali affermazioni...
  • prova123 scrive:
    I primi terroristi sono loro
    poi l'abbronzatissimo ha poco da lamentarsi ...
    • krane scrive:
      Re: I primi terroristi sono loro
      - Scritto da: prova123
      poi l'abbronzatissimo ha poco da lamentarsi ...Emmm sbagliato finestra :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 marzo 2014 17.15-----------------------------------------------------------
    • get the facts scrive:
      Re: I primi terroristi sono loro
      temo che oramai cia ,nsa e il pentagono siano degli stati a se stanti, non prendono comandi da nessunouno stato nello stato
  • emoticon e video scrive:
    140.000 PC?
    saranno certo 140.000 terroristi
Chiudi i commenti