UK, la privacy avverte Google

Il Garante britannico scrive a BigG chiedendo la distruzione di tutti i dati raccolti per errore attraverso le auto di Street View. Nessuna sanzione per l'azienda californiana, che ha 35 giorni di tempo. Anche la Spagna indaga

Roma – Un preciso ultimatum inviato dal Garante britannico Information Commissioner’s Office (ICO) ai vertici di Google, che avranno 35 giorni di tempo per distruggere tutti quei dati raccolti per errore dalle auto del servizio di mappatura Street View . Nessuna sanzione pecuniaria per l’azienda californiana, dal momento che i danni causati alla privacy degli utenti d’Albione non hanno raggiunto il livello minimo per l’applicazione di multe da parte dell’authority nazionale.

Alla fine dello scorso luglio, i vertici dell’ICO avevano chiesto conto a BigG di quelle specifiche informazioni rinvenute nel corso delle operazioni di revisione di migliaia di dischi relativi al servizio di mappatura, intenzionati a riprendere le indagini e dunque assicurarsi che i dati venissero distrutti una volta per tutte. Le pubbliche scuse del global privacy counsel Peter Fleischer non erano bastate al garante britannico, che ora pretende la totale eliminazione di tutti i dati entro la fine del mese prossimo.

In aggiunta, l’azienda californiana dovrà avvertire le autorità britanniche in caso di ritrovamento di ulteriori dischi contenenti dati inappropriati rastrellati nel corso mappatura per Street View. Se considerata inadempiente, BigG rischia un’accusa di oltraggio alla corte, un reato secondo il sistema giudiziario nel Regno Unito. Nelle sintetiche dichiarazioni di un portavoce dell’azienda statunitense si spiega come i dati rimanenti saranno distrutti entro i tempi stabiliti, posto che la stessa Google non ha mai analizzato né sfruttato le informazioni rastrellate per errore a mezzo WiFi.

Nel mirino della transalpina Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés (CNIL) per la spremuta di policy in materia di privacy sui suoi servizi digitali, Google sarà oggetto di specifiche istruttorie in altri paesi come l’Italia e la Spagna. La Agencia Española de Protección de Datos (AEPD) ha accusato la Grande G di svariate violazioni delle leggi nazionali sulla protezione dei dati personali, paventando una sanzione economica che potrebbe raggiungere i 300mila euro per ciascuna infrazione .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maxsix scrive:
    Rivoglio i soldi indietro eh
    Visto che questo NON è il momento di fare follie come queste, dimostrate anche da altri che si sono fatti oltremodo molto male, e visto che i soldi li caccio anch'io, se non funziona, RIVOGLIO la mia quota indietro.E sopratutto voglio che chi ha deciso questa cosa venga messo a zappare la terra a mani nude.In modo che anche gli zappatori professional possano prenderlo per il deretano.
    • Savio Saverio scrive:
      Re: Rivoglio i soldi indietro eh
      - Scritto da: maxsix
      Visto che questo NON è il momento di fare follie
      come queste, dimostrate anche da altri che si
      sono fatti oltremodo molto male, e visto che i
      soldi li caccio anch'io, se non funziona,
      RIVOGLIO la mia quota
      indietro.A meno che tu viva nella provincia di Bolzano, questa richiesta non avrà alcun seguito. Trento e Bolzano sono autonome, e trattengono il 100 % del gettito fiscale. Non ci sono, che io sappia, soldi del resto d'Italia utilizzati per questo progetto.
      E sopratutto voglio che chi ha deciso questa cosa
      venga messo a zappare la terra a mani
      nude.Insomma come quel consigliere regionale della Lombardia, ben pagato, che ora fa il contadino?[img]http://www.lettera43.it/upload/images/11_2012/l43-renzo-bossi-trota-121130165706_big.jpg[/img]
      • maxsix scrive:
        Re: Rivoglio i soldi indietro eh
        - Scritto da: Savio Saverio
        - Scritto da: maxsix

        Visto che questo NON è il momento di fare
        follie

        come queste, dimostrate anche da altri che si

        sono fatti oltremodo molto male, e visto che
        i

        soldi li caccio anch'io, se non funziona,

        RIVOGLIO la mia quota

        indietro.

        A meno che tu viva nella provincia di Bolzano,
        questa richiesta non avrà alcun seguito. Trento e
        Bolzano sono autonome, e trattengono il 100 % del
        gettito fiscale. Non ci sono, che io sappia,
        soldi del resto d'Italia utilizzati per questo
        progetto.
        Nein.Il 10% arriva dallo stato centrale.Anche se è 1 cent, lo rivoglio indietro.Mi spetta.


        E sopratutto voglio che chi ha deciso questa
        cosa

        venga messo a zappare la terra a mani

        nude.

        Insomma come quel consigliere regionale della
        Lombardia, ben pagato, che ora fa il
        contadino?

        [img]http://www.lettera43.it/upload/images/11_2012Il trota. Cucciolo, lui e PR farebbero una coppia formidabile.
    • gnammolo scrive:
      Re: Rivoglio i soldi indietro eh
      ma sta terra perché non vai tu a zapparla visto le competenze informatiche scarse che hai sempre dimostrato?
    • BarbaRuffoz scrive:
      Re: Rivoglio i soldi indietro eh
      MA tu tieni conto solo i posti dove ha fallito oppure anche quelli dove ha funzionato?Mah.
      • Savio Saverio scrive:
        Re: Rivoglio i soldi indietro eh
        - Scritto da: BarbaRuffoz
        MA tu tieni conto solo i posti dove ha fallito
        oppure anche quelli dove ha
        funzionato?Se ti riferisci alla PA, hai sbagliato il tempo del verbo, "dove funzionerà". Il progetto è appena partito nella provincia di BZ, e di progetti effettivamente partiti in altre PA non ho notizia.
        • panda rossa scrive:
          Re: Rivoglio i soldi indietro eh
          - Scritto da: Savio Saverio
          - Scritto da: BarbaRuffoz


          MA tu tieni conto solo i posti dove ha
          fallito

          oppure anche quelli dove ha

          funzionato?


          Se ti riferisci alla PA, hai sbagliato il tempo
          del verbo, "dove funzionerà". Il progetto è
          appena partito nella provincia di BZ, e di
          progetti effettivamente partiti in altre PA non
          ho
          notizia.Il progetto e' partito DA ANNI.Ti ho sbattuto in faccia il link ieri, che hai ancora il segno.E per quanto riguarda altre PA puoi andare a chiedere a Monaco di Baviera.E' solo questione di tempo.Chi molla M$ non torna indietro.Il monopolista mafioso e' gia' fallito.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            Panda Rossa, tu scrivi scemenze ancora prima di metterti alla tastiera.Torna a vomitare su Microsoft e sui codici chiusi e non rompere l'anima al prossimo. Questi progetti che citi sono solo sulla carta (leggi: in una legge votata un tempo, e rapidamente dimenticata).
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            Panda Rossa, tu scrivi scemenze ancora prima di
            metterti alla
            tastiera.Se mi mettessi a scrivere usando termini tecnici tu non capiresti.Devo pormi al livello dell'interlocutore.
            Torna a vomitare su Microsoft e sui codici chiusi
            e non rompere l'anima al prossimo.E lasciarti cosi' campo libero nel fud e nello scrivere menzogne?Ma torna tu da dove sei venuto, servo di M$ che non sei altro!
            Questi progetti che citi sono solo sulla carta
            (leggi: in una legge votata un tempo, e
            rapidamente
            dimenticata).Tra un markettaro M$ e un dipendente PA di Bolzano a chi dovrei credere io secondo te?
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            A te semplicemente non crede più nessuno. Dopo la figuraccia delle estensioni .aux, è comprensibile.Io stesso ho messo un link alla comunicazione ufficiale della Provincia di Bolzano, quindi l'uso lì inizia davvero, non esistono dubbi, ma inizia adesso. Non pervenute: altre 109 province, e 20 regioni. Trai tu le conclusioni.
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            A te semplicemente non crede più nessuno. Questo non e' un problema tuo.
            Dopo la
            figuraccia delle estensioni .aux, è
            comprensibile.Vuoi dire che adesso si puo' creare una directory aux usando piastrellotto?Oppure, visto che siamo in tema, puoi salvare un documento di office con nome aux?
            Io stesso ho messo un link alla comunicazione
            ufficiale della Provincia di Bolzano, quindi
            l'uso lì inizia davvero, non esistono dubbi, ma
            inizia adesso. Non pervenute: altre 109 province,
            e 20 regioni. Trai tu le
            conclusioni.Le conclusioni sono molto semplici.M$ ha perso per sempre una provincia.L'open source ne ha guadagnata una.E io che sono seduto sul bordo del fiume vedo che e' passato il primo cadavere.La migrazione all'open nel prossimo futuro e' una CERTEZZA.E il fallimento di M$ sara' una conseguenza.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            Oppure, visto che siamo in tema, puoi salvare un
            documento di office con nome
            aux?Discutine con chi avevi iniziato a parlarne a suo tempo. Io non ero fra loro, ma ricordo che a interrompere la discussione sei stato tu.
            La migrazione all'open nel prossimo futuro e' una
            CERTEZZA.
            E il fallimento di M$ sara' una conseguenza.E adesso che ci hai propinato una delle tue innumerevoli fantasie malate, possiamo tornare a parlare di fatti e di circostanze?
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa



            Oppure, visto che siamo in tema, puoi
            salvare
            un

            documento di office con nome

            aux?

            Discutine con chi avevi iniziato a parlarne a suo
            tempo. Io non ero fra loro,Tu sei arrivato solo ieri con queste vesti.
            ma ricordo che a
            interrompere la discussione sei stato tu.E ovviemente ricordi male.Se tanto ci tieni, pero', puoi sempre spiegare su questo forum come si deve fare per poter salvare un documento col nome AUX.DOC, o, in alternativa, ammettere che ms office fa schifo e che la provincia di bolzano ha fatto benissimo ad abbandonare un simile ammasso di bug.

            La migrazione all'open nel prossimo futuro
            e'
            una

            CERTEZZA.

            E il fallimento di M$ sara' una conseguenza.

            E adesso che ci hai propinato una delle tue
            innumerevoli fantasie malate, possiamo tornare a
            parlare di fatti e di
            circostanze?Si, possiamo parlare di cifre.Il trimestrale di M$ per esempio...
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa

            ma ricordo che a

            interrompere la discussione sei stato tu.

            E ovviemente ricordi male.Ricordo benissimo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3764064&m=3766052#p3766052Sei del tutto inaffidabile su questioni informatiche basilari, e pure di memoria corta.

            E adesso che ci hai propinato una delle tue

            innumerevoli fantasie malate, possiamo
            tornare
            a

            parlare di fatti e di

            circostanze?

            Si, possiamo parlare di cifre.
            Il trimestrale di M$ per esempio...Parliamone. L'ultima è questa:https://www.microsoft.com/en-us/news/press/2013/apr13/04-18fy13Q3earningsPR.aspxMa guarda che io mica ho azioni Microsoft o interessi in Microsoft. Più che i soldi che guadagna Redmond mi interessano quelli che risparmiano le PA italiane. In particolare, se siano risparmi veri o solo presunti.
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa




            ma ricordo che a


            interrompere la discussione sei stato
            tu.



            E ovviemente ricordi male.

            Ricordo benissimo:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3764064&m=376
            Sei del tutto inaffidabile su questioni
            informatiche basilari, e pure di memoria
            corta.Evidentemente, a differenza tua, io non passo la mia vita su questo forum, a memorizzare i messaggi degli altri.E se tu sei un morpher, sei tu quello senza credibilita.Io ho un solo nick. Non ne cambio uno al giorno dopo ogni figura di XXXXX, come evidentemente fai tu.Spiegami come salvare con msoffice un documento con nome aux.doc.


            E adesso che ci hai propinato una delle
            tue


            innumerevoli fantasie malate, possiamo

            tornare

            a


            parlare di fatti e di


            circostanze?



            Si, possiamo parlare di cifre.

            Il trimestrale di M$ per esempio...

            Parliamone. L'ultima è questa:
            https://www.microsoft.com/en-us/news/press/2013/apOste? Com'e' il vino?
            Ma guarda che io mica ho azioni Microsoft o
            interessi in Microsoft. Come no. Sei qui da giorni a strisciare per difendere M$.
            Più che i soldi che
            guadagna Redmond mi interessano quelli che
            risparmiano le PA italiane. In particolare, se
            siano risparmi veri o solo
            presunti.Il risparmio comincia dalle licenze.Il resto viene da se'.Bolzano insegna.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            Evidentemente, a differenza tua, io non passo la
            mia vita su questo forum, a memorizzare i
            messaggi degli
            altri.Di figuracce ne hai fatte abbastanza. Di credibilità ne hai persa abbastanza. Non peggiorare la situazione con insulti da doposcuola delle elementari, che in questo caso lasciano il tempo che trovano.
            Oste? Com'e' il vino?Buono.E sta a te dimostrare il contrario. Funziona così.

            Più che i soldi che

            guadagna Redmond mi interessano quelli che

            risparmiano le PA italiane. In particolare,
            se

            siano risparmi veri o solo

            presunti.

            Il risparmio comincia dalle licenze.No, il risparmio si calcola su tutte le voci: prezzo dell'hardware, prezzo del software, prezzo dell'assistenza tecnica, installazione e manutenzione della rete. Indirettamente si calcola anche su quanto un dipendente ci mette a fare un dato lavoro con un programma e con un altro, ma questi sono calcoli da fare caso per caso, e conoscendo i dettagli.Se di assistenza tecnica devo spendere il doppio o il triplo di quanto spendevo prima, il risparmio per le licenze gratis è già bell'e sparito.
            Il resto viene da se'.
            Bolzano insegna.Impareremo anche il tedesco e a costruire in stile tirolese, allora. Bolzano insegna.
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            Evidentemente, a differenza tua, io non
            passo
            la

            mia vita su questo forum, a memorizzare i

            messaggi degli

            altri.

            Di figuracce ne hai fatte abbastanza. Di
            credibilità ne hai persa abbastanza. Non
            peggiorare la situazione con insulti da
            doposcuola delle elementari, che in questo caso
            lasciano il tempo che
            trovano.Io non devo certo rispondere a te, a un servo, delle mie opinioni.

            Oste? Com'e' il vino?

            Buono.
            E sta a te dimostrare il contrario. Funziona così.Si, certo, nel tuo mondo di fuffa markettara, dove te le canti e te le suoni da solo.Nel mondo reale sono gli organi terzi che valutano e giudicano.


            Più che i soldi che


            guadagna Redmond mi interessano quelli
            che


            risparmiano le PA italiane. In
            particolare,

            se


            siano risparmi veri o solo


            presunti.



            Il risparmio comincia dalle licenze.

            No, il risparmio si calcola su tutte le voci:
            prezzo dell'hardware, Zero: resta quello che c'e'.
            prezzo del software, Zero.
            prezzo dell'assistenza tecnica, Piu' basso, in quanto aperto a concorrenza.
            installazione e
            manutenzione della rete. Invariato.
            Indirettamente si
            calcola anche su quanto un dipendente ci mette a
            fare un dato lavoro con un programma e con un
            altro, ma questi sono calcoli da fare caso per
            caso, e conoscendo i
            dettagli.Benissimo. Atteniamoci ai dati piu' facilmente verificabili che ho riportato sopra.Ti spiace fare la somma e confrontarla con le pretese del monopolista?
            Se di assistenza tecnica devo spendere il doppio
            o il triplo di quanto spendevo prima, il
            risparmio per le licenze gratis è già bell'e
            sparito.Ma siccome ci sara' maggior concorrenza e pure la collaborazione delle universita', la spesa dell'assistenza sara' molto inferiore.

            Il resto viene da se'.

            Bolzano insegna.

            Impareremo anche il tedescoMale non ti farebbe.
            e a costruire in
            stile tirolese, E' un tipo di architettura molto piacevole e decisamente ecosostenibile.
            allora. Bolzano
            insegna.Prosit![img]http://www.veniceonair.com/wp-content/uploads/2010/07/clip_image00268.jpg[/img]
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            Io non devo certo rispondere a te, a un servo,
            delle mie
            opinioni.Infatti. Rispondi solo delle figuracce.E dei proclami che sei solito fare sul codice aperto, a cui nessuno crede, visto che provengono da te.
            Si, certo, nel tuo mondo di fuffa markettara,
            dove te le canti e te le suoni da
            solo.Stai per caso parlando di te stesso? Perché la descrizione si attaglia perfettamente.
            Nel mondo reale sono gli organi terzi che
            valutano e
            giudicano.Infatti. Ma una trimestrale della Microsoft è già stata vagliata, prima di essere resa pubblica, perché la Microsoft è una public company.

            prezzo dell'assistenza tecnica,

            Piu' basso, in quanto aperto a concorrenza.Ma chi ti crede? Ma dove credi di andare con il tuo fanatismo per il codice aperto? Ma racconta barzellette, almeno. Quello è il tuo genere.
            Ti spiace fare la somma e confrontarla con le
            pretese del
            monopolista?La somma si fa dopo alcuni anni di uso, non adesso, che è stato appena introdotto. E l'ho già scritto.

            Se di assistenza tecnica devo spendere il
            doppio

            o il triplo di quanto spendevo prima, il

            risparmio per le licenze gratis è già bell'e

            sparito.

            Ma siccome ci sara' maggior concorrenza e pure la
            collaborazione delle universita', la spesa
            dell'assistenza sara' molto
            inferiore.Il profeta Panda Rossa. Le fanfaronate assurte a filosofia di vita.
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa



            Io non devo certo rispondere a te, a un
            servo,

            delle mie

            opinioni.

            Infatti. Rispondi solo delle figuracce.
            E dei proclami che sei solito fare sul codice
            aperto, a cui nessuno crede, visto che provengono
            da te.Che il codice aperto sia liberta' non e' un proclama, e' un dato di fatto.I proclami li lascio volentieri a te che devi far passare il messaggio che la roba M$ fa meno schifo rispetto ad una versione fa.

            Si, certo, nel tuo mondo di fuffa markettara,

            dove te le canti e te le suoni da

            solo.

            Stai per caso parlando di te stesso? Perché la
            descrizione si attaglia
            perfettamente.Hai forse dimenticato che sei tu il markettaro, qui?

            Nel mondo reale sono gli organi terzi che

            valutano e

            giudicano.

            Infatti. Ma una trimestrale della Microsoft è già
            stata vagliata, prima di essere resa pubblica,
            perché la Microsoft è una public
            company.E se punto informatico parla di trimestrale in rosso, vuol dire che tra piastrellotto che la gente non vuole neanche piratato, figuraccia con xbox, e perdita del mercato mobile, M$ e' prossima al fallimento. Se poi aggiungiamo che le PA cominciano a mollarla, si puo' anche azzardare una stima del tempo che manca al fallimento.


            prezzo dell'assistenza tecnica,



            Piu' basso, in quanto aperto a concorrenza.

            Ma chi ti crede? Chiunque a cui mando un'offerta di assistenza, mi crede.
            Ma dove credi di andare con il
            tuo fanatismo per il codice aperto? A prendere il tuo posto di intermediario markettaro.
            Ma racconta
            barzellette, almeno. Quello è il tuo
            genere.Tanto tu non le capiresti.

            Ti spiace fare la somma e confrontarla con le

            pretese del

            monopolista?

            La somma si fa dopo alcuni anni di uso, non
            adesso, che è stato appena introdotto. E l'ho già
            scritto.Allora puoi fare la somma dei soldi che sono stati BUTTATI in M$ fino ad ora.


            Se di assistenza tecnica devo spendere
            il

            doppio


            o il triplo di quanto spendevo prima, il


            risparmio per le licenze gratis è già
            bell'e


            sparito.



            Ma siccome ci sara' maggior concorrenza e
            pure
            la

            collaborazione delle universita', la spesa

            dell'assistenza sara' molto

            inferiore.

            Il profeta Panda Rossa. Le fanfaronate assurte a
            filosofia di vita.Intanto ti si sente che hai la strizza.Il tuo fumo non si mangia, e neppure si fuma.Hai perso.
          • cimurro scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Savio Saverio

            - Scritto da: panda rossa






            Io non devo certo rispondere a te, a un

            servo,


            delle mie


            opinioni.



            Infatti. Rispondi solo delle figuracce.

            E dei proclami che sei solito fare sul codice

            aperto, a cui nessuno crede, visto che
            provengono

            da te.

            Che il codice aperto sia liberta' non e' un
            proclama, e' un dato di
            fatto.Non è ciò a cui si riferiva, tra le cose che poteva intendere c'è la mancanza di retrocompatibilità dei documenti OpenOffice che avevi sbandierato.
            E se punto informatico parla di trimestrale in
            rosso, vuol dire che tra piastrellotto che la
            gente non vuole neanche piratato, figuraccia con
            xbox, e perdita del mercato mobile, M$ e'
            prossima al fallimento.

            Se poi aggiungiamo che le PA cominciano a
            mollarla, si puo' anche azzardare una stima del
            tempo che manca al
            fallimento.Dai, sentiamo(qualcosa meglio delle previsioni di maxsix però)
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: cimurro
            Non è ciò a cui si riferiva, tra le cose che
            poteva intendere c'è la mancanza di
            retrocompatibilità dei documenti OpenOffice che
            avevi
            sbandierato.La retrocompatibilita' dei documenti di OpenOffice c'e' ed e' pure solida.Ho un vecchissimo rottame su cui gira Win98, su cui gira una vecchia versione di OpenOffice, e sul quale porto tranquillamente documenti fatti con l'ultima versione di LIBO e viceversa. <b
            Quindi smettetela di sparare balle markettare e RASSEGNATEVI ALL'EVIDENZA. </b
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            Ho un vecchissimo rottame su cui gira Win98, su
            cui gira una vecchia versione di OpenOffice, e
            sul quale porto tranquillamente documenti fatti
            con l'ultima versione di LIBO e
            viceversa.In formato ODT? Che versione di OpenOffice?Come ti ho già detto stai fuddando in quanto la versione 1.0 di OO non supporta l'ODT http://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument_software#Word_proXXXXXrs
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa

            Infatti. Rispondi solo delle figuracce.

            E dei proclami che sei solito fare sul codice

            aperto, a cui nessuno crede, visto che
            provengono

            da te.

            Che il codice aperto sia liberta' non e' un
            proclama, e' un dato di
            fatto.Come le estensioni aux e con.Qui c'è gente che ancora si tiene la pancia.
            I proclami li lascio volentieri a te che devi far
            passare il messaggio che la roba M$ fa meno
            schifo rispetto ad una versione
            fa.Mai detto. Ma alle tue allucinazioni sono abituato, quindi probabilmente sei pure in buona fede. Inaffidabile, ma non bugiardo in senso stretto.
            Hai forse dimenticato che sei tu il markettaro,
            qui?Farselo ripetere da te è quasi una nota di merito. Equivale, più o meno, a sostenere che è una calunnia. "Se panda rossa lo scrive con tanta insistenza, evidentemente é una cretinata, una delle tante che escono dalla sua tastiera". Questo è il ragionamento che consegue alle tue uscite su estensioni .con e .aux.
            E se punto informatico parla di trimestrale in
            rosso, vuol dire che tra piastrellotto che la
            gente non vuole neanche piratato, figuraccia con
            xbox, e perdita del mercato mobile, M$ e'
            prossima al fallimento.Punto Informatico parla di trimestrale in crescita:http://punto-informatico.it/3772425/PI/News/trimestrale-microsoft-positiva-nonostante-windows.aspxNon so che razza di articoli vai a leggere. Forse quelli di 1 anno fa.
            Se poi aggiungiamo che le PA cominciano a
            mollarla, si puo' anche azzardare una stima del
            tempo che manca al
            fallimento.Finché sono province come quella di Bolzano, che ha lo 0,9 % della popolazione italiana, può dormire sonni tranquilli. Inoltre, per stessa ammissione dell'assessorato, 500 licenze Microsoft Office saranno mantenute così come sono.

            Ma dove credi di andare con il

            tuo fanatismo per il codice aperto?

            A prendere il tuo posto di intermediario
            markettaro.Ti butta male. Io lo faccio per hobby, non vivo di questo.

            La somma si fa dopo alcuni anni di uso, non

            adesso, che è stato appena introdotto. E
            l'ho
            già

            scritto.

            Allora puoi fare la somma dei soldi che sono
            stati BUTTATI in M$ fino ad
            ora.Non "buttati": spesi per la corresponsione di un servizio di cui le PA avevano bisogno. Se poi il servizio era così cattivo, ci si chiede come mai abbia resista dal 2001 ad oggi in tanti posti, malgrado l'offerta alternativa di OpenOffice e LibreOffice.A questo mondo nulla è davvero gratis.
            Intanto ti si sente che hai la strizza.
            Il tuo fumo non si mangia, e neppure si fuma.
            Hai perso.Un'altra delle tue fissazioni. Non ho alcun interesse in Microsoft, né altre aziende; sei talmente fanatico che non ammetti che esistano persone che non abbiano una fede precisa. Però so capire da me se un cambiamento farà risparmiare le PA oppure no.
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa



            Infatti. Rispondi solo delle figuracce.


            E dei proclami che sei solito fare sul
            codice


            aperto, a cui nessuno crede, visto che

            provengono


            da te.



            Che il codice aperto sia liberta' non e' un

            proclama, e' un dato di

            fatto.

            Come le estensioni aux e con.
            Qui c'è gente che ancora si tiene la pancia.Gia'. C'e' proprio da tenersi la pancia dal ridere, per il fatto che nel 2013 ancora sono presenti questi residui anacronistici.

            I proclami li lascio volentieri a te che
            devi
            far

            passare il messaggio che la roba M$ fa meno

            schifo rispetto ad una versione

            fa.

            Mai detto. Mai detto?Ma se non stai facendo altro?Dignita' nello sciacquone, a quanto vedo!
            Ma alle tue allucinazioni sono
            abituato, quindi probabilmente sei pure in buona
            fede. Inaffidabile, ma non bugiardo in senso
            stretto.Gia'. Sono un realista che maneggia software quotidianamente.So quel che dico!

            Hai forse dimenticato che sei tu il
            markettaro,

            qui?

            Farselo ripetere da te è quasi una nota di
            merito.E allora vantatene che ti sei fatto sgamare.
            Equivale, più o meno, a sostenere che è
            una calunnia. "Se panda rossa lo scrive con tanta
            insistenza, evidentemente é una cretinata, una
            delle tante che escono dalla sua tastiera".
            Questo è il ragionamento che consegue alle tue
            uscite su estensioni .con e .aux.Ritorna quando avrai una procedura passo passo per salvare con office un documento con nome aux.xlsIo con OOo non ho questa limitazione (ovviamente quando gira su un vero sistema operativo, che la versione per colapasta deve subire le bizze del SO).

            E se punto informatico parla di trimestrale
            in

            rosso, vuol dire che tra piastrellotto che la

            gente non vuole neanche piratato, figuraccia
            con

            xbox, e perdita del mercato mobile, M$ e'

            prossima al fallimento.

            Punto Informatico parla di trimestrale in
            crescita:
            http://punto-informatico.it/3772425/PI/News/trimes
            Non so che razza di articoli vai a leggere. Forse
            quelli di 1 anno fa.Di quell'articolo che hai linkato non hai letto ne' testo ne' commenti.E neanche tutto il titolo.Ti sarai fermato solo alla prima riga.Comunque hai un modo molto semplice per dimostrare al mondo le tue convinzioni.Vendi la casa e investi il ricavato in azioni M$.Quando sarai diventato miliardario grazie a questa mirabolante operazione finanziaria, potrai comprare PI e farci schiattare tutti dall'invidia.......ma siccome perderai tutto, finirai sotto i ponti a far compagnia ai videotecari, coi quali parlerete dei bei tempi mentre arrostirete una lisca di pesce marcio sul fuocherello.
          • deplorevole scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Savio Saverio

            Indicami il punto della discussione in cui io

            avrei fatto passare "il messaggio che la
            roba
            M$

            fa meno schifo rispetto ad una versione

            fa".

            E solo quella frase, grazie: le tue accuse

            immaginarie a base di markette e altre

            espressioni simili hanno già stufato.

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3835658&m=383Congratulazioni, hai ottenuto il nuovo record di pateticità del forum.Record che già tu stesso detenevi
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: deplorevole
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Savio Saverio


            Indicami il punto della discussione in
            cui
            io


            avrei fatto passare "il messaggio che la

            roba

            M$


            fa meno schifo rispetto ad una versione


            fa".


            E solo quella frase, grazie: le tue
            accuse


            immaginarie a base di markette e altre


            espressioni simili hanno già stufato.




            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3835658&m=383
            Congratulazioni, hai ottenuto il nuovo record di
            pateticità del
            forum.
            Record che già tu stesso deteneviQui di patetico ci sei soltanto tu (o voi) che cambiate nick piu' spesso di quanto cambiate le mutande e quindi rendete impossibile una conversazione visto che ogni volta potrebbe essere chiunque.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            La tua barzelletta col link creato a bella posta dopo che io te lo avevo chiesto è sufficientemente divertente. Te l'avevo detto che le barzellette ti riescono meglio.Per oggi basta: come tu hai abbandonato la discussione su .con e .aux mesi fa, io mi sento in diritto di smettere. Caso mai riprendiamo domani.
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            La tua barzelletta col link creato a bella posta
            dopo che io te lo avevo chiesto è
            sufficientemente divertente. Te l'avevo detto che
            le barzellette ti riescono
            meglio.

            Per oggi basta: come tu hai abbandonato la
            discussione su .con e .aux mesi fa, io mi sento
            in diritto di smettere. Caso mai riprendiamo
            domani.C'e' poco da riprendere.Non si puo' conversare con un utente non registrato.
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            C'e' poco da riprendere.
            Non si puo' conversare con un utente non
            registrato.Ci stai dicendo che hai già subito abbastanza figure di palta(la più grande quella della compatibilità con ODT di OO 1.0) e non vuoi accumlarne altre?
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Forrest sgabbio
            - Scritto da: panda rossa

            C'e' poco da riprendere.

            Non si puo' conversare con un utente non

            registrato.
            Ci stai dicendo che hai già subito abbastanza
            figure di palta(la più grande quella della
            compatibilità con ODT di OO 1.0) e non vuoi
            accumlarne
            altre?La devi smettere.O sei in grado di postare lo screenshot con questo presunto messaggio di errore (che non esiste), oppure sparisci.
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            La devi smettere.
            O sei in grado di postare lo screenshot con
            questo presunto messaggio di errore (che non
            esiste), oppure
            sparisci.1) Te lo dice anche Wikipedia che non lo supportahttp://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument_software#Word_proXXXXXrs"OpenOffice Writer - full support from 2.0, import-only in 1.1.5"2) Non si degna neanche di dare un messaggio di errore, finge di aprirlo e lascia il foglio bianco
          • panda rossa scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Forrest sgabbio
            - Scritto da: panda rossa

            La devi smettere.

            O sei in grado di postare lo screenshot con

            questo presunto messaggio di errore (che non

            esiste), oppure

            sparisci.
            1) Te lo dice anche Wikipedia che non lo supporta
            http://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument_software
            "OpenOffice Writer - full support from 2.0,
            import-only in
            1.1.5"Import only sai che cosa sigifica?
            2) Non si degna neanche di dare un messaggio di
            errore, finge di aprirlo e lascia il foglio
            biancoProva a fare File/Import invece di File/Open
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Forrest sgabbio

            "OpenOffice Writer - full support from 2.0,

            import-only in

            1.1.5"

            Import only sai che cosa sigifica?1.0.3 sai che è inferiore a 1.1.5?
            Prova a fare File/Import invece di File/OpenNon c'è nessun Import in OpenOffice 1.0.3
          • cimurro scrive:
            Re: Rivoglio i soldi indietro eh
            - Scritto da: Savio Saverio
            A te semplicemente non crede più nessuno. Dopo la
            figuraccia delle estensioni .aux, è
            comprensibile.Fosse l'unica, tra le altre ce n'è giusto una qui sopra sulla presunta compatibilità tra le varie versioni di OpenOffice con l'ODT
    • Etype scrive:
      Re: Rivoglio i soldi indietro eh
      - Scritto da: maxsix
      Visto che questo NON è il momento di fare follie
      come queste, Invece regalare dindini a Ms per tutta la vita è molto meglio eh ? :D
      dimostrate anche da altri che si
      sono fatti oltremodo molto maleCome con i server dove hanno sostituito Windows con Linux ? :D
      e visto che i
      soldi li caccio anch'ioTu tiri fuori solo le chiacchiere ...
      se non funziona,
      RIVOGLIO la mia quota
      indietro.Se non funziona significa che le cose non sono state fatte a regola d'arte,poi ci lamentiamo eh.Dobbiamo farci risarcire un bel po di cose da Ms allora ...
      E sopratutto voglio che chi ha deciso questa cosa
      venga messo a zappare la terra a mani
      nude.Accomodati va.....
      In modo che anche gli zappatori professional
      possano prenderlo per il
      deretano.Parli per esperienza diretta ? :D
    • Savio Saverio scrive:
      Re: Rivoglio i soldi indietro eh
      La nuova versione di MS Office fa meno schifo di quella precedente.
    • Andrea scrive:
      Re: Rivoglio i soldi indietro eh
      Tu vuoi i soldi indietro? Ma quali soldi, dato che LibreOffice non costerà nulla??Sono io che voglio i soldi indietro, da tutta la PA che li ha spesi finora e continuerò a spenderli in licenze costose per programmi che non servono e che possono essere tranquillamente rimpiazzati da programmi liberi!
  • il solito bene informato scrive:
    Re: altro che software libero!
    - Scritto da: iRoby
    Ogni paese che si considera al nord è al sud di
    un altro
    paese...

    E ti posso garantire che gli altoatesini sono a
    loro volta schifati e considerati terroni dagli
    austriaci che non li vogliono come loro
    connazionali.

    Per cui vengono ampiamente ricambiati con lo
    stesso
    razzismo.c'é un orso polare, seduto su un igloo, costruito esattamente sul polo nord, che caga in testa a tutti
  • Gino Mash scrive:
    LibreOffice: Auguri!
    LibreOffice è l' _unico_ software gratuito/opensource che fa rimpiangere un software commerciale (MS Office): 1. pieno di bug (ripristini continui)2. inserimenti di immagini "dove capita" 3. scomparsa improvvisa di didascalie per motivi ancori ignoti 4. lagga di brutto anche già da 100 pagine(Pentium G640 con 8GB di RAM)5. il foglio elettronico ha potenzialità ridicole rispetto ad ExcelChe dire, auguri a Bolzano per questa coraggiosa scelta
    • Etype scrive:
      Re: LibreOffice: Auguri!
      - Scritto da: Gino Mash
      LibreOffice è l' _unico_ software
      gratuito/opensource che fa rimpiangere un
      software commerciale (MS
      Office):Certo come no ...
      1. pieno di bug (ripristini continui)Ms Office no ? :D
      2. inserimenti di immagini "dove capita"Dove tu le metti ...
      3. scomparsa improvvisa di didascalie per motivi
      ancori ignotiPropria imbranataggine ?
      4. lagga di brutto anche già da 100
      pagine(Pentium G640 con 8GB di
      RAM)Questo è assolutamente falso
      5. il foglio elettronico ha potenzialità ridicole
      rispetto ad
      ExcelFinito la trollatina ?
      Che dire, auguri a Bolzano per questa coraggiosa
      sceltaE ci si augura che altri prendano esempio.
      • sgabbio unchained scrive:
        Re: LibreOffice: Auguri!
        - Scritto da: Etype
        - Scritto da: Gino Mash

        LibreOffice è l' _unico_ software

        gratuito/opensource che fa rimpiangere un

        software commerciale (MS

        Office):

        Certo come no ...


        1. pieno di bug (ripristini continui)

        Ms Office no ? :D


        2. inserimenti di immagini "dove capita"

        Dove tu le metti ...


        3. scomparsa improvvisa di didascalie per motivi

        ancori ignoti

        Propria imbranataggine ?


        4. lagga di brutto anche già da 100

        pagine(Pentium G640 con 8GB di

        RAM)

        Questo è assolutamente falso


        5. il foglio elettronico ha potenzialità
        ridicole

        rispetto ad

        Excel

        Finito la trollatina ?


        Che dire, auguri a Bolzano per questa coraggiosa

        scelta

        E ci si augura che altri prendano esempio.Hai riassunto in pieno il linaro medio del forum.Bug prodotto Microsoft -
        M$ XXXXX, buuuuu, scie chimiche, servo, e chi più ne ha più ne metta.Bug prodotto Open Source -
        Troll! Balle!! Markettaro! Utonto! Non esistono bug nel FOSS
    • qualcuno scrive:
      Re: LibreOffice: Auguri!
      - Scritto da: Gino Mash
      LibreOffice è l' _unico_ software
      gratuito/opensource che fa rimpiangere un
      software commerciale (MS
      Office):

      1. pieno di bug (ripristini continui)
      2. inserimenti di immagini "dove capita"
      3. scomparsa improvvisa di didascalie per motivi
      ancori ignoti

      4. lagga di brutto anche già da 100
      pagine(Pentium G640 con 8GB di
      RAM)
      5. il foglio elettronico ha potenzialità ridicole
      rispetto ad
      Excel

      Che dire, auguri a Bolzano per questa coraggiosa
      sceltaTroll detected(troll)(troll1)(troll2)
    • Etype scrive:
      Re: LibreOffice: Auguri!
      - Scritto da: Gino Mash
      LibreOffice è l' _unico_ software
      gratuito/opensource che fa rimpiangere un
      software commerciale (MS
      Office):Falso
      1. pieno di bug (ripristini continui)Falso,allora Ms Office ? e lo paghi pure eh ..
      2. inserimenti di immagini "dove capita"Dove tu li metti
      3. scomparsa improvvisa di didascalie per motivi
      ancori ignoticerto certo
      4. lagga di brutto anche già da 100
      pagine(Pentium G640 con 8GB di
      RAM)Questa te la potevi anche risparmiare.
      5. il foglio elettronico ha potenzialità ridicole
      rispetto ad
      Exceldefinisci ridicolo ...
      Che dire, auguri a Bolzano per questa coraggiosa
      sceltaDa prendere come esempio
      • maxsix scrive:
        Re: LibreOffice: Auguri!



        5. il foglio elettronico ha potenzialità
        ridicole

        rispetto ad

        Excel

        definisci ridicolo ...
        La compatibilità di VBA è ridicola.E tu sai cosa si fa con VBA e excel nelle PA vero?Lo sai vero?Torna ai tuoi dissipatori di calore con ventole quadrate.Tutta salute.PS: torni nel solito posto eh.
        • Etype scrive:
          Re: LibreOffice: Auguri!
          - Scritto da: maxsix
          La compatibilità di VBA è ridicola.Cavolo VBA eh ...di Ms poi, pensa tu di quale alta tecnologia stiamo parlando eh.
          E tu sai cosa si fa con VBA e excel nelle PA vero?
          Lo sai vero?Come dire che .net è il miglior linguaggio di programmazione esistente.Quindi a tuo modo di vedere se uno non adotta il .net è meglio che non faccia il programmatore.Chi ti ha inculcato l'idea che bisogna a tutti i costi seguire Ms per ogni cosa ? Così per curiosità.
          Torna ai tuoi dissipatori di calorein rame con heatpipe ?
          con ventole quadrate.Tu usi quelle trapezoidali immagino,vero ? :D
          Tutta salute.Dimmi la temperatura del tuo proXXXXXre,lo puoi fare con il Mac vero ?Non sto dando per scontanto anche questo ?
          PS: torni nel solito posto eh.Ma non ero già in black list ?:D :D :D
          • shevathas scrive:
            Re: LibreOffice: Auguri!
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: maxsix


            La compatibilità di VBA è ridicola.

            Cavolo VBA eh ...di Ms poi, pensa tu di quale
            alta tecnologia stiamo parlando
            eh.
            il suo sXXXXX lavoro lo fa. (pur potendo dire tutto il peggio di VBA come linguaggio). E la soluzione alternativa deve almeno mantenere lo stesso livello di funzionalità.E' inutile sostenere che con OO posso sviluppare le macro in 35 linguaggi diversi se poi non esiste il modulo che consente di interfacciare il programma di rendicontazione con il foglio di calcolo.
          • panda rossa scrive:
            Re: LibreOffice: Auguri!
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Etype

            - Scritto da: maxsix




            La compatibilità di VBA è ridicola.



            Cavolo VBA eh ...di Ms poi, pensa tu di quale

            alta tecnologia stiamo parlando

            eh.



            il suo sXXXXX lavoro lo fa. (pur potendo dire
            tutto il peggio di VBA come linguaggio). E la
            soluzione alternativa deve almeno mantenere lo
            stesso livello di
            funzionalità.
            E' inutile sostenere che con OO posso sviluppare
            le macro in 35 linguaggi diversi se poi non
            esiste il modulo che consente di interfacciare il
            programma di rendicontazione con il foglio di
            calcolo.Io con OOo calc, mi collego al DB Oracle, effettuo una query e mi ritrovo il risultato nel foglio.Che altro serve?
          • shevathas scrive:
            Re: LibreOffice: Auguri!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas

            - Scritto da: Etype


            - Scritto da: maxsix






            La compatibilità di VBA è ridicola.





            Cavolo VBA eh ...di Ms poi, pensa tu di
            quale


            alta tecnologia stiamo parlando


            eh.






            il suo sXXXXX lavoro lo fa. (pur potendo dire

            tutto il peggio di VBA come linguaggio). E la

            soluzione alternativa deve almeno mantenere
            lo

            stesso livello di

            funzionalità.

            E' inutile sostenere che con OO posso
            sviluppare

            le macro in 35 linguaggi diversi se poi non

            esiste il modulo che consente di
            interfacciare
            il

            programma di rendicontazione con il foglio di

            calcolo.

            Io con OOo calc, mi collego al DB Oracle,
            effettuo una query e mi ritrovo il risultato nel
            foglio.
            Che altro serve?mah mettere un bottone nel gestionale: esporta risultato come OpenCalc o importa da OpenCalc.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 giugno 2013 13.53-----------------------------------------------------------
    • panda rossa scrive:
      Re: LibreOffice: Auguri!
      - Scritto da: Gino Mash
      LibreOffice è l' _unico_ software
      gratuito/opensource che fa rimpiangere un
      software commerciale (MS
      Office):Arrivi tardi.C'e' gia' un altro markettaro come te mandato qua a spargere fud e da ieri sta solo ricevendo in faccia gran sacchi di letame.Ce n'e' anche per te se vuoi, sai?
    • Funz scrive:
      Re: LibreOffice: Auguri!
      - Scritto da: Gino Mash
      LibreOffice è l' _unico_ software
      gratuito/opensource che fa rimpiangere un
      software commerciale (MS
      Office):

      1. pieno di bug (ripristini continui)mai visti.Ti consiglio di portare il PC dal tecnico, sicuramente sarà impestato.
      2. inserimenti di immagini "dove capita" mai sucXXXXX, le inserisce "dove voglio io". Ti consiglio di imparare come funziona il programma.
      3. scomparsa improvvisa di didascalie per motivi
      ancori ignotiMai sucXXXXX.
      4. lagga di brutto anche già da 100
      pagine(Pentium G640 con 8GB di
      RAM)Vedi risposta al punto 1
      5. il foglio elettronico ha potenzialità ridicole
      rispetto ad
      ExcelChe ci siano meno funzioni è pacifico, ma quelle presenti sono sufficienti per il 99,5% dell'utenza.
      Che dire, auguri a Bolzano per questa coraggiosa
      scelta
  • Mauro D. scrive:
    altro che software libero!
    Ecco che genere di libertà desidera la maggioranza (tedesca) dei cittadini della provincia di Bolzano - Suedtirol, mentre della minoranza italiana non si occupa nessuno. Altro che software libero!http://www.ibs.it/code/9788806586287/vassalli-sebastiano/sangue-suolo-viaggio.html N.B.: pregasi non cancellare l'intervento. Grazie.
    • iRoby scrive:
      Re: altro che software libero!
      Ogni paese che si considera al nord è al sud di un altro paese...E ti posso garantire che gli altoatesini sono a loro volta schifati e considerati terroni dagli austriaci che non li vogliono come loro connazionali.Per cui vengono ampiamente ricambiati con lo stesso razzismo.
  • thebecker scrive:
    a proposito di formati office
    Leggo molto spesso in giro che i formati Office sono standard di fatto. Mi sembra una cosa stupida. Vi faccio un esempio:Io voglio usare il programma X perchè è gratis e non voglio spendere soldi, il programma X supportma molti formati aperti o liberi da royalty. Il mio amico usa Office mi manda un file che non riesco a leggere e modificare bene. Quindi in sostanza l'amico usa un software commerciale e secondo lui dovrei essere obbligato a pagare per aprire e modificare il fomato chiuso. Nessuno mi può obbligare ad acquistare un software, quindi gli scambi di file devono avvenire in formati standard veri e non di fatto. Attenzione il mio amico è libero di usare il software che vuole ma al momento di scambiare un file deve darmelo in un "linguaggio comprensibile a tutti"....Condivido molto questo pensiero di Richard Stallman:[...]Ma questo è anche un comportamento dannoso per noi nel momento in cui, presumendo che anche noi usiamo Word, ci mandano documenti in Word (o chiedono a noi di mandarne a loro). Alcune persone pubblicano o spediscono documenti in formato Word. Alcune organizzazioni accettano file solo se in formato Word: una persona che conosco non ha potuto proporsi per un lavoro, perché i curricula dovevano essere presentati come file di Word. Addirittura, talvolta i governi impongono il formato Word al pubblico, il che è veramente oltraggioso. [...]http://www.gnu.org/philosophy/no-word-attachments.it.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2013 17.31-----------------------------------------------------------
    • Savio Saverio scrive:
      Re: a proposito di formati office
      - Scritto da: thebecker
      Leggo molto spesso in giro che i formati Office
      sono standard di fatto. Mi sembra una cosa
      stupida. Vi faccio un
      esempio:

      Io voglio usare il programma X perchè è gratis e
      non voglio spendere soldi, il programma X
      supportma molti formati aperti o liberi da
      royalty.

      Il mio amico usa Office mi manda un file che non
      riesco a leggere e modificare bene. Quindi in
      sostanza l'amico usa un software commerciale e
      secondo lui dovrei essere obbligato a pagare per
      aprire e modificare il fomato chiuso. Nessuno mi
      può obbligare ad acquistare un software, quindi
      gli scambi di file devono avvenire in formati
      standard veri e non di fatto. Finché non ci si intende su qual è la definizione di standard, continueranno questi standard di fatto. Perché gli standard <I
      de iure </I
      , semplicemente, non li ha stabiliti nessuno. E chi deve stabilirli? L'Onu?
      • panda rossa scrive:
        Re: a proposito di formati office
        - Scritto da: Savio Saverio
        - Scritto da: thebecker


        Leggo molto spesso in giro che i formati
        Office

        sono standard di fatto. Mi sembra una cosa

        stupida. Vi faccio un

        esempio:



        Io voglio usare il programma X perchè è
        gratis
        e

        non voglio spendere soldi, il programma X

        supportma molti formati aperti o liberi da

        royalty.



        Il mio amico usa Office mi manda un file che
        non

        riesco a leggere e modificare bene. Quindi in

        sostanza l'amico usa un software commerciale
        e

        secondo lui dovrei essere obbligato a pagare
        per

        aprire e modificare il fomato chiuso.
        Nessuno
        mi

        può obbligare ad acquistare un software,
        quindi

        gli scambi di file devono avvenire in formati

        standard veri e non di fatto.

        Finché non ci si intende su qual è la definizione
        di standard, continueranno questi standard di
        fatto. Perché gli standard <I
        de iure
        </I
        , semplicemente, non li ha stabiliti
        nessuno. E chi deve stabilirli?
        L'Onu?Li stabilisce ISO, e tu da buon servo winaro, lo ignori.
        • Savio Saverio scrive:
          Re: a proposito di formati office
          ISO certifica gli standard che gli chiedono di certificare, ma non può imporre alcunché. Con il formato .odt è andata bene, ma ci hanno messo sei anni! E intanto i formati proprietari si diffondevano, oh, se si diffondevano. Alcune nazioni non sono nell'ISO: solo in Europa, Albania, Lettonia e Moldova. Per loro lo standard potrebbe benissimo essere un altro.
          • Etype scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: Savio Saverio
            ISO certifica gli standard che gli chiedono di
            certificare, ma non può imporre alcunché. Con il
            formato .odt è andata bene, ma ci hanno messo sei
            anni! E intanto i formati proprietari si
            diffondevano, oh, se si diffondevano.Dici che c'è o no qualche interesse per spingere a rallentare l'adozione di altri formati ? :D noooooooooooooooooooooRicordi quando si parlava di patente Europea ? All'inizio era solo ed unicameente Ms Office ....una buona pubblicità per Ms,non credi ?
          • Savio Saverio scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: Etype

            ISO certifica gli standard che gli chiedono di

            certificare, ma non può imporre alcunché. Con il

            formato .odt è andata bene, ma ci hanno messo
            sei

            anni! E intanto i formati proprietari si

            diffondevano, oh, se si diffondevano.

            Dici che c'è o no qualche interesse per spingere
            a rallentare l'adozione di altri formati ? :D
            noooooooooooooooooooooMa che ne so! Mica parlavo di questo.Parlavo di costi vivi per le PA.
            Ricordi quando si parlava di patente Europea ?
            All'inizio era solo ed unicameente Ms Office
            ....una buona pubblicità per Ms,non credi
            ?Mai stata certificata ISO. Non c'entra nulla.In più il TAR l'ha anche spinta verso il dimenticatoio, stai parlando di una cosa sconfitta dalla storia:http://www.ictlex.net/?p=431
          • collione scrive:
            Re: a proposito di formati office
            la cosa strana è che invece con docx c'hanno messo 6 settimanecomunque sia basta pochissimo per risolvere il problema, ovvero un regolamento statale che obbliga la PA ad usare formati interoperabili, i quali vengono scelti, che so, in base a quelli approvati dall'ISO, a quelli che non hanno royalties appiccicate, ecc...il problema vero è che l'UE non lo farà mai, per non far XXXXXXXre zio Samdiavolo, sanno di essere spiati fin nel bagno e non nemmeno sollevato una protesta formale
          • Savio Saverio scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: collione
            comunque sia basta pochissimo per risolvere il
            problema, ovvero un regolamento statale che
            obbliga la PA ad usare formati interoperabili, i
            quali vengono scelti, che so, in base a quelli
            approvati dall'ISO, a quelli che non hanno
            royalties appiccicate,
            ecc...Per ora questo regolamento non c'è, o meglio, non è vincolante ed è pure vago, quindi ogni amministrazione decide da sé. E io so cosa hanno deciso 109 province italiane. E apprendo da PI la decisione alternativa di Bolzano.
          • maxsix scrive:
            Re: a proposito di formati office


            E io so cosa hanno deciso 109 province italiane.
            E apprendo da PI la decisione alternativa di
            Bolzano.Quindi.Mi stai dicendo che 109 province (ok le province dovrebbero essere cancellate tutte domani mattina, ma lasciamo perdere) italiane per un motivo o un altro hanno scelto M$ e SOLO quella di bolzano ha scelto LO.Ergo.Se ci sono passaggi di documenti tra bolzano e trento, tragedie.Per risolvere la tragedia verrà chiamato il consulente di turno a 100 euri all'ora minimo a sbrogliare la questione.E DEVO PAGARE IO (anche)?Ottimo.
          • panda rossa scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: maxsix

            E DEVO PAGARE IO?

            Ottimo.Questa e' una delle pochissime cose giuste e sacrosante che tu abbia mai detto.Ebbene si, la soluzione e' proprio far pagare queste consulenze a te, macaco danaroso, che gia' butti via un sacco di soldi in inutili portafrutta in vetro.Quindi paga pure le consulenze alle province.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: maxsix

            E io so cosa hanno deciso 109 province
            italiane.

            E apprendo da PI la decisione alternativa di

            Bolzano.

            Quindi.
            Mi stai dicendo che 109 province (ok le province
            dovrebbero essere cancellate tutte domani
            mattina, ma lasciamo perdere) italiane per un
            motivo o un altro hanno scelto M$ e SOLO quella
            di bolzano ha scelto
            LO.Per ora sì.Ci sono state delibere in passato in altre province e in altre regioni, ma sono rimaste sulla carta.
            Ergo.
            Se ci sono passaggi di documenti tra bolzano e
            trento,
            tragedie.Non ci sono passaggi di documenti fra Bolzano e Trento. Ogni provincia autonoma pensa per sé.
            Per risolvere la tragedia verrà chiamato il
            consulente di turno a 100 euri all'ora minimo a
            sbrogliare la
            questione.Non credo, per i motivi suddetti.E nel caso LibreOffice ha la possibilità di salvare in formati compatibili con Microsoft. Sapendo che vanno anche in altre istituzioni, salveranno i file in due formati diversi.
            E DEVO PAGARE IO (anche)?Come nel canto liturgico, "C'è sempre qualcuno che paga per tutti":https://www.youtube.com/watch?v=85mbs3NCm1Y
          • Etype scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: maxsix
            Quindi.
            Mi stai dicendo che 109 province (ok le province
            dovrebbero essere cancellate tutte domani
            mattina, ma lasciamo perdere) italiane per un
            motivo o un altro hanno scelto M$ e SOLO quella
            di bolzano ha scelto
            LO.
            Ergo.
            Se ci sono passaggi di documenti tra bolzano e
            trento,
            tragedie.
            Per risolvere la tragedia verrà chiamato il
            consulente di turno a 100 euri all'ora minimo a
            sbrogliare la
            questione.

            E DEVO PAGARE IO (anche)?

            Ottimo.Quello che tu dici non è sucXXXXX quando è uscito Office 2007 e andavano in giro per gli uffici i documenti docx e xlsx,vero ? :D
        • pippo75 scrive:
          Re: a proposito di formati office


          Li stabilisce ISO, e tu da buon servo winaro, lo
          ignori.Quindi LibreOffice è standard? Hanno approvato l'ODT 1.2? Se selezioni il formato 1.0 LO mi dice che potrebbe dare problemi.
          • collione scrive:
            Re: a proposito di formati office
            i formati standardizzati sono quelli ODF 1.1office li supporta, ma parzialmente
      • thebecker scrive:
        Re: a proposito di formati office
        - Scritto da: Savio Saverio
        - Scritto da: thebecker


        Leggo molto spesso in giro che i formati
        Office

        sono standard di fatto. Mi sembra una cosa

        stupida. Vi faccio un

        esempio:



        Io voglio usare il programma X perchè è
        gratis
        e

        non voglio spendere soldi, il programma X

        supportma molti formati aperti o liberi da

        royalty.



        Il mio amico usa Office mi manda un file che
        non

        riesco a leggere e modificare bene. Quindi in

        sostanza l'amico usa un software commerciale
        e

        secondo lui dovrei essere obbligato a pagare
        per

        aprire e modificare il fomato chiuso.
        Nessuno
        mi

        può obbligare ad acquistare un software,
        quindi

        gli scambi di file devono avvenire in formati

        standard veri e non di fatto.

        Finché non ci si intende su qual è la definizione
        di standard, continueranno questi standard di
        fatto. Perché gli standard <I
        de iure
        </I
        , semplicemente, non li ha stabiliti
        nessuno. E chi deve stabilirli?
        L'Onu?Si ma tu non mi puoi obbligare ad usare programmi a pagamento (Office Starter è limitato)!! per leggere un formato. Nessuno può imporre agli altri. Me la paghi tu la licenza per aprire l'allegato che mi mandi con un formato chiuso che non riesco a modificare bene?Comunque qui è ben documentato qual'è il formato standard:http://www.iso.org/iso/iso_catalogue/catalogue_tc/catalogue_detail.htm?csnumber=43485Per la precisione il pagamento e richiesto per una versione in CD della documentazione scaricarla e gratis qui:http://standards.iso.org/ittf/licence.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2013 18.02-----------------------------------------------------------
        • Savio Saverio scrive:
          Re: a proposito di formati office
          - Scritto da: thebecker
          Si ma tu non mi puoi obbligare ad usare programmi
          a pagamento (Office Starter è limitato)!! per
          leggere un formato. Nessuno può imporre agli
          altri. Tu, Usa, non puoi imporre al mondo la tua lingua, l'inglese, come standard de facto.E però succede.Si chiama la legge del più forte. Ne hai mai sentito parlare?
          Comunque qui è ben documentato qual'è il formato
          standard:
          http://www.iso.org/iso/iso_catalogue/catalogue_tc/È uno dei formati standard, non l'unico. C'è anche il DSDL, sempre certificato ISO.Come vedi, avere un'autorità che nemmeno è rappresentata da tutti gli Stati Onu serve relativamente a poco.
          • thebecker scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: thebecker



            Si ma tu non mi puoi obbligare ad usare
            programmi

            a pagamento (Office Starter è limitato)!! per

            leggere un formato. Nessuno può imporre agli

            altri.

            Tu, Usa, non puoi imporre al mondo la tua lingua,
            l'inglese, come standard de
            facto.
            E però succede.
            Si chiama la legge del più forte. Ne hai mai
            sentito
            parlare?Si ma nessuno mi obbliga a pagare per imparare la lingua inglese (posso imparare da aolo come autodidatta e me la insegnano a scuola grais come seconda lingua). Non solo la grammatica e in generale la lingua inglese non è protetta da copyright e chiusa per dirla in termini tecnici le specifiche dell'inglese sono note a tutte. Questa tua affermazione avrà senso solo quando le specifiche dei formati MS OFFICE saranno aperti e qualsiasi programmatore può inserirle nella propria suite per ufficio, Nel sito MS c'è solo documentazione limitata per delle API.



            Comunque qui è ben documentato qual'è il
            formato

            standard:


            http://www.iso.org/iso/iso_catalogue/catalogue_tc/

            È uno dei formati standard, non l'unico. C'è
            anche il DSDL, sempre certificato
            ISO.
            Come vedi, avere un'autorità che nemmeno è
            rappresentata da tutti gli Stati Onu serve
            relativamente a
            poco.Ok ma se tu mi mandi un file in formato .docx che non riesco a modificare non pretendere che io spendo soldi perchè tu usi un programma che io non voglio. Al limite per sfregio cracco MS OFFICE e apro il files ma nessuno mi impone di pagare una licenza per un programma che non mi interessa. Mi sembri un impiegato di Microsoft e tutto il giorno che difendi MS Office. Attenzione io non difendo Libre Office il mio è un discorso generale valido per qualsiasi suite per ufficio alternativa Picopallino Office, Galaxy Office.... tanto per fare degli esempi inventati.Io difendo un principio non un singolo sofware.
    • Etype scrive:
      Re: a proposito di formati office
      Esatto,il succo della questione è tutta li ...
    • aphex_twin scrive:
      Re: a proposito di formati office
      - Scritto da: thebecker
      Io voglio usare il programma X perchè è gratis e
      non voglio spendere soldi, il programma X
      supportma molti formati aperti o liberi da
      royalty.

      Il mio amico usa Office mi manda un file che non
      riesco a leggere e modificare bene. Quindi in
      sostanza l'amico usa un software commerciale e
      secondo lui dovrei essere obbligato a pagare per
      aprire e modificare il fomato chiuso. Nessuno mi
      può obbligare ad acquistare un software, quindi
      gli scambi di file devono avvenire in formati
      standard veri e non di fatto. Attenzione il mio
      amico è libero di usare il software che vuole ma
      al momento di scambiare un file deve darmelo in
      un "linguaggio comprensibile a
      tutti"....Nessuno deve nessuno a cambiare suite.Chiami il tuo amico e gli dici di salvare i file in formato ODT, lui é contento con Office e tu sei contento con OO.Era difficile ?
      • iRoby scrive:
        Re: a proposito di formati office
        La presunta compatibilità di Office coi formati degli altri, e con i suoi stessi formati ma di qualche versione precedente è solo sulla carta.
        • aphex_twin scrive:
          Re: a proposito di formati office
          Fammi capire, tu non puoi , giustamente , essere obbligato ad usare Office ma pretendi che io usi LO o OO ?
          • Etype scrive:
            Re: a proposito di formati office
            - Scritto da: aphex_twin
            Fammi capire, tu non puoi , giustamente , essere
            obbligato ad usare Office ma pretendi che io usi
            LO o OO
            ?In campo privato ognuno può fare quel che gli pare,non nel pubblico...Certo che uno lo pretende,ti ritrovi con la stessa versione in più uffici e non hai sborsato nulla...che brutta cosa eh.
  • FAPFAP scrive:
    Sondaggio...
    letta la miriade di commenti, mi chiedevo se la maggior parte dei lettori di questo sito sia composta da:1) scribacchini che usano MS Office2) winari in crisi isterica3) scribacchini che usano MS Office ma con la patente europea e che si definiscono genericamente "informatici"4) sistemisti5) progammatoriOra escludendo me, Panda e qualche altro che so appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a quali afferiscono?
    • aphex_twin scrive:
      Re: Sondaggio...
      - Scritto da: FAPFAP
      Ora escludendo me, Panda e qualche altro che so
      appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a
      quali
      afferiscono?Ma lo sai solo tu, quando vi si chiede qualcosa scappate. Vedi fantomatiche macro che solo i folletti delle fiabe possono usare.
      • FAPFAP scrive:
        Re: Sondaggio...
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: FAPFAP

        Ora escludendo me, Panda e qualche altro che
        so

        appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a

        quali

        afferiscono?

        Ma lo sai solo tu, quando vi si chiede qualcosa
        scappate. Vedi fantomatiche macro che solo i
        folletti delle fiabe possono
        usare.No, io non lo so. :p
    • Jacopo scrive:
      Re: Sondaggio...
      - Scritto da: FAPFAP
      letta la miriade di commenti, mi chiedevo se la
      maggior parte dei lettori di questo sito sia
      composta
      da:

      1) scribacchini che usano MS Office
      2) winari in crisi isterica
      3) scribacchini che usano MS Office ma con la
      patente europea e che si definiscono
      genericamente
      "informatici"
      4) sistemisti
      5) progammatori

      Ora escludendo me, Panda e qualche altro che so
      appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a
      quali
      afferiscono?Hai scordato cazzari e troll :)
      • FAPFAP scrive:
        Re: Sondaggio...
        - Scritto da: Jacopo
        - Scritto da: FAPFAP

        letta la miriade di commenti, mi chiedevo se
        la

        maggior parte dei lettori di questo sito sia

        composta

        da:



        1) scribacchini che usano MS Office

        2) winari in crisi isterica

        3) scribacchini che usano MS Office ma con la

        patente europea e che si definiscono

        genericamente

        "informatici"

        4) sistemisti

        5) progammatori



        Ora escludendo me, Panda e qualche altro che
        so

        appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a

        quali

        afferiscono?

        Hai scordato cazzari e troll :)Non l'ho scordato, ma quelle che hai citato sono categorie trasversali alle altre.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Sondaggio...
      - Scritto da: FAPFAP
      letta la miriade di commenti, mi chiedevo se la
      maggior parte dei lettori di questo sito sia
      composta
      da:

      1) scribacchini che usano MS Office
      2) winari in crisi isterica
      3) scribacchini che usano MS Office ma con la
      patente europea e che si definiscono
      genericamente
      "informatici"
      4) sistemisti
      5) progammatori

      Ora escludendo me, Panda e qualche altro che so
      appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a
      quali
      afferiscono?utilizzatore (finale) intensivo di <i
      illustrètor </i
      e <i
      indesain </i
      (ok, non c'entro un ca**o)
      • FAPFAP scrive:
        Re: Sondaggio...
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: FAPFAP

        letta la miriade di commenti, mi chiedevo se
        la

        maggior parte dei lettori di questo sito sia

        composta

        da:



        1) scribacchini che usano MS Office

        2) winari in crisi isterica

        3) scribacchini che usano MS Office ma con la

        patente europea e che si definiscono

        genericamente

        "informatici"

        4) sistemisti

        5) progammatori



        Ora escludendo me, Panda e qualche altro che
        so

        appartenere alle categorie 4 e 5, gli altri a

        quali

        afferiscono?

        utilizzatore (finale) intensivo di <i

        illustrètor </i
        e <i
        indesain
        </i
        (ok, non c'entro un
        ca**o)Ok, dimenticavo i grafici/designer.
    • astro scrive:
      Re: Sondaggio...
      - Scritto da: FAPFAP
      letta la miriade di commenti, mi chiedevo se la
      maggior parte dei lettori di questo sito sia
      composta
      da:

      1) scribacchini che usano MS Office
      2) winari in crisi isterica
      3) scribacchini che usano MS Office ma con la
      patente europea e che si definiscono
      genericamente
      "informatici"
      4) sistemisti
      5) progammatori

      Ora escludendo me, Panda e qualche altro che so
      appartenere alle categorie 4 e 5(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • FAPFAP scrive:
        Re: Sondaggio...
        - Scritto da: astro
        - Scritto da: FAPFAP

        letta la miriade di commenti, mi chiedevo se
        la

        maggior parte dei lettori di questo sito sia

        composta

        da:



        1) scribacchini che usano MS Office

        2) winari in crisi isterica

        3) scribacchini che usano MS Office ma con la

        patente europea e che si definiscono

        genericamente

        "informatici"

        4) sistemisti

        5) progammatori



        Ora escludendo me, Panda e qualche altro che
        so

        appartenere alle categorie 4 e 5
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(toh, un winaro... ma tu che lavoro fai, ed in che orario dato che al pari di altri che hai ripreso, cazzeggiavi qui verso mezzogiorno?
        • ma cosa scrive:
          Re: Sondaggio...
          - Scritto da: FAPFAP

          toh, un winaro... ma tu che lavoro fai, ed in che
          orario dato che al pari di altri che hai ripreso,
          cazzeggiavi qui verso
          mezzogiorno?Vuoi che faccia un winaro tranne capzeggiare? Pretenderai mica che faccia qulache cosa di produttivo
  • Rouler scrive:
    risparmi
    Io rimango dubbioso sul vero valore del risparmio. Le PA, almeno nella mia regione, hanno acXXXXX alle licenze MS tramite Intercent a prezzi veramente esigui (Office 2007 standard a 10+iva).Inoltre, il problema di compatibilità non è sicuramente dato dalla complessità dei calcoli o delle formule in excel, ma soprattutto dai plugin dei vari applicativi come SAP e SAS ormai molto diffusi nella PA.Ulteriore dubbio è, ovviamente nel tempo, la disponibilià di queste piattaforme open source. Ricordiamo che la storia di Open Office e Libre office non è proprio "lineare".Piuttosto proverei a metter mano alle infrastrutture exchange o domino dove i costi si potrebbero abbatere facilmente tramite webmail (Google apps, ad esempio).
    • iRoby scrive:
      Re: risparmi
      2007 a 10+IVA?Ai dipendenti di General Electric Office 2010 professional ci veniva 12 euro inclusa IVA, almeno finché ero ancora in GE.Se hai certi canali il software costa una cifra, sugli scaffali in scatoletta di plastica viene cifre totalmente diverse.Ma sicuramente da quando ci sono prodotti come Openoffice/Libreoffice si è ridotto moltissimo?Ed allora, FORZA LIBREOFFICE!!! Continuiamo a piantare chiodi sulla bara di quell'azienda monopolista pluricondannata e pluripregiudicata.
    • Savio Saverio scrive:
      Re: risparmi
      - Scritto da: Rouler
      Io rimango dubbioso sul vero valore del
      risparmio. Le PA, almeno nella mia regione, hanno
      acXXXXX alle licenze MS tramite Intercent a
      prezzi veramente esigui (Office 2007 standard a
      10+iva).Sì, è quello che sto dicendo da questa mattina. E la licenza é solo una voce delle spese per la PA, magari si pagasse solo quella. Alla fine il proverbio della nonna "chi più spende meno spende" vale ancora. In ogni caso quello della provincia di Bolzano è un esperimento importante, vedremo come andrà a finire.
      Ulteriore dubbio è, ovviamente nel tempo, la
      disponibilià di queste piattaforme open source.
      Ricordiamo che la storia di Open Office e Libre
      office non è proprio
      "lineare".Anche la Microsoft potrebbe fallire..."Del doman non v'è certezza". Si agisce basandosi su un futuro non traumatico, altrimenti non si va avanti con nessun tipo di pacchetto.
      • iRoby scrive:
        Re: risparmi
        - Scritto da: Savio Saverio
        Anche la Microsoft potrebbe fallire...
        "Del doman non v'è certezza". Si agisce basandosi
        su un futuro non traumatico, altrimenti non si va
        avanti con nessun tipo di pacchetto.Ma tu guarda, che invece Libreoffice non potrà mai fallire, perché non appartiene a nessuna azienda, il codice è aperto e chiunque ne può commissionare miglioramenti e mantenimento.È decisamente il miglior investimento in software per qualsiasi azienda.
        • Savio Saverio scrive:
          Re: risparmi
          - Scritto da: iRoby
          Ma tu guarda, che invece Libreoffice non potrà
          mai fallire, perché non appartiene a nessuna
          azienda, il codice è aperto e chiunque ne può
          commissionare miglioramenti e
          mantenimento.Se The Document Foundation chiude i battenti, non necessariamente per fallimento, magari perché han litigato, la suite perde automaticamente di appeal, al posto di un aggiornamento periodico ne vengono fatti diecimila, tutti diversi. E lo standard de facto per le suite gratuite passa ad un altro prodotto. Il senso è questo.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: iRoby


            Ma tu guarda, che invece Libreoffice non
            potrà

            mai fallire, perché non appartiene a nessuna

            azienda, il codice è aperto e chiunque ne può

            commissionare miglioramenti e

            mantenimento.

            Se The Document Foundation chiude i battenti, non
            necessariamente per fallimento, magari perché han
            litigato, la suite perde automaticamente di
            appeal,appeal e' l'anagramma di apple.Qui si parla di informatica.
            al posto di un aggiornamento periodico ne
            vengono fatti diecimila, tutti diversi. E lo
            standard de facto per le suite gratuite passa ad
            un altro prodotto. Il senso è
            questo.Lo standard e' quello definito da ISO.Tutto cio' che non e' definito da ISO non e' standard, ma lock-in.Inutile chiamarlo standard di fatto, il formato M$ si chiama lock-in.
          • astro scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Savio Saverio
            Inutile chiamarlo standard di fatto, il formato
            M$ si chiama
            lock-in.Non usarlo, tanto non è standard :D
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: panda rossa
            appeal e' l'anagramma di apple.
            Qui si parla di informatica.Appunto, cosa vieni a commentare allora? Sei solo un'utilitaria, senza sistemi informatici avanzati.

            al posto di un aggiornamento periodico ne

            vengono fatti diecimila, tutti diversi. E lo

            standard de facto per le suite gratuite
            passa
            ad

            un altro prodotto. Il senso è

            questo.

            Lo standard e' quello definito da ISO.Anche la ISO aggiorna gli standard.Nulla rimane uguale a sé stesso in eterno, anche se a molti piace crederlo.
            Tutto cio' che non e' definito da ISO non e'
            standard, ma
            lock-in.Il modo in cui è strutturato un programma come Write, Calc o Data, non è oggetto degli standard ISO. ISO si occupa dei formati dei documenti una volta salvati.Se anche per la correzione di un baco banale esistono diecimila soluzioni diverse, tutte valide, magari, ma che hanno differenti conseguenze sull'interfaccia utente, la lotta contro un programma standardizzato e supportato dal produttore stesso come Microsoft Office è persa in partenza.Va' a dirlo tu a una dipendente della PA che il PC del suo vicino ha lo stesso programma ma funziona in modo diverso perché hanno fatto aggiornamenti da posti diversi.E al di là dell'eventualità della chiusura di The Document Foundation, non molto probabile, la possibilità di un fork come quello avvenuto con OpenOffice é sempre attuale.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            appeal e' l'anagramma di apple.

            Qui si parla di informatica.

            Appunto, cosa vieni a commentare allora? Sei solo
            un'utilitaria, senza sistemi informatici
            avanzati.Io sono un sistemista programmatore.Tu sei un markettaro al soldo della multinazionale.Io parlo di informatica per passione.Tu invece spargi fud perche' ti pagano per farlo.Quello fuori posto qui dentro sei tu.

            Lo standard e' quello definito da ISO.

            Anche la ISO aggiorna gli standard.
            Nulla rimane uguale a sé stesso in eterno, anche
            se a molti piace
            crederlo.Aggiornare gli standard non significa cancellare quelli precedenti.E comunque ISO e' un organo terzo, non e' il padrone del vapore.Se ISO modifica uno standard lo fa per precise esigenze universali, non per il meschino tornaconto di M$.

            Tutto cio' che non e' definito da ISO non e'

            standard, ma

            lock-in.

            Il modo in cui è strutturato un programma come
            Write, Calc o Data, non è oggetto degli standard
            ISO. ISO si occupa dei formati dei documenti una
            volta salvati.Esatto.Ed e' quello che conta.I formati M$ invece si possono aprire solo con applicazioni M$ e solo se c'e' la volonta' di M$.M$ e' la stessa che fa xbox e che ha detto "se volete giocare, vi dovete collegare alla rete".Potra' dire la stessa cosa "se volete scrivere la letterina, vi dovete collegare alla rete"E se lo facesse, tu hai una sola scelta: chinare la testa e dire Sissignore!
            Se anche per la correzione di un baco banale
            esistono diecimila soluzioni diverse, tutte
            valide, magari, ma che hanno differenti
            conseguenze sull'interfaccia utente, la lotta
            contro un programma standardizzato e supportato
            dal produttore stesso come Microsoft Office è
            persa in partenza.A proposito di bachi.Hai guardato la lista delle falle presenti sul pacchetto office del sito di secunia?Almeno un software open, qualcuno che si prende la briga di correggere c'e'.Nel closed, se il padrone decide che non c'e' fretta, perche' il governo americano sta usando quel bug per spiare la gente, tu ti tieni il bug.
            Va' a dirlo tu a una dipendente della PA che il
            PC del suo vicino ha lo stesso programma ma
            funziona in modo diverso perché hanno fatto
            aggiornamenti da posti
            diversi.Ma sei fuori?Una azienda, compresa la PA, uniforma sempre il software che viene usato.In quale posto ci sono due scrivanie con versioni diverse di software?Forse dove lavori tu in M$?
            E al di là dell'eventualità della chiusura di The
            Document Foundation, non molto probabile, la
            possibilità di un fork come quello avvenuto con
            OpenOffice é sempre attuale.E nel caso di un fallimento di M$?
          • aphex_twin scrive:
            Re: risparmi
            Hai strarotto LA XXXXXXX
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: aphex_twin
            Hai strarotto LA XXXXXXXObiettivo raggiunto. @^Avanti il prossimo.
          • Etype scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: aphex_twin
            Hai strarotto LA XXXXXXXNO dai riprendi aphex :D
          • astro scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Savio Saverio

            - Scritto da: panda rossa




            appeal e' l'anagramma di apple.


            Qui si parla di informatica.



            Appunto, cosa vieni a commentare allora? Sei
            solo

            un'utilitaria, senza sistemi informatici

            avanzati.

            Io sono un sistemista programmatore.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • iRoby scrive:
            Re: risparmi
            È un astroturfer!Deve essere pagato da M$ Italia o da un partner che fornisce prodotti alle P.A.Sono tutti uguali, hanno le stesse frasi omologate, sono inconfondibili!Giri di parole su opportunità, risparmio, TCO, e menate varie, che sono solo aria fritta, il nulla!Microsoft Office si paga, Libreoffice no, stop. Non c'è storia. Sono entrambi due software che si devono imparare ad usare in entrambi i casi. Per quanto spenderai di formazione, comunque Libreoffice sarà sempre in vantaggio perché il suo costo di licenza è sempre zero!È aritmetica, semplice, che anche un bambino ci arriva.Ma loro a fare le più mirabolanti contorsioni lessicali per dimostrarti che invece è più conveniente la XXXXX M$...
          • iRoby scrive:
            Re: risparmi
            Ad oggi Microsoft Office non segue nessuno standard ISO. Il formato ratificato da Microsoft a suon di mazzette non è rispettato da nessuna suite Office di Microsoft in commercio.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            In parte è vero, ma non si vive di solo standard.Le PA hanno bisogno di comunicare e di parlare con altre PA. Se tutte usano Microsoft Office, come è adesso, il problema non si pone. È più importante che gli impiegati abbiano sotto il naso lo stesso programma indipendentemente dal posto in cui vanno a lavorare, perché riqualificare un dipendente trasferito ad altro settore solo perché deve fare la stessa cosa con un programma diverso costa.
          • iRoby scrive:
            Re: risparmi
            Bla bla bla, tutta pubblicità.Come ti hanno più volte spiegato un documento prodotto con Office 2010 non viene aperto bene dal 2007 e dal 2003. Questo è un'obbligo a uniformare tutte le versioni.E dato che M$ ne sforna una nuova ogni 3 anni introducendo incompatibilità, li obbliga ad aggiornarsi ogni 3 anni.Con Libreoffice se ci sono incompatibilità si scarica e si installa gratuitamente su tutte le macchine.E non solo, è anche multipiattaforma, e questo permette anche l'introduzione di sistemi operativi alternativi come Linux. E questo già avviene soprattutto nelle scuole, e in certi ambiti di nicchia.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: iRoby
            Bla bla bla, tutta pubblicità.Bla bla bla, tutte illusioni di chi crede alla nuova teoria monetaria e ai banchieri ebrei.
            Come ti hanno più volte spiegato un documento
            prodotto con Office 2010 non viene aperto bene
            dal 2007 e dal 2003. Questo è un'obbligo a
            uniformare tutte le
            versioni.La pubblica amministrazione non ha i soldi per aggiornare a Windows XP, figuriamoci se può solo pensare di aggiornare a Office 2007. In più ogni singolo territorio (in genera la provincia) deve comunicare con le PA di quel territorio, ma in misura minima con quelle degli altri. Se anche hanno versioni più aggiornate di Windows il problema della compatibilità si presenterà una volta all'anno a dir tanto.E l'assistenza è compresa nel prezzo, se qualcosa si può fare, per trasformare un documento in un altro formato, si fa.
            E dato che M$ ne sforna una nuova ogni 3 anni
            introducendo incompatibilità, li obbliga ad
            aggiornarsi ogni 3
            anni.Macché li obbliga.Se i soldi non ci sono, si va avanti a MS-Dos, altroché.
            E non solo, è anche multipiattaforma, e questo
            permette anche l'introduzione di sistemi
            operativi alternativi come Linux. E questo già
            avviene soprattutto nelle scuole, e in certi
            ambiti di
            nicchia.Bene, si occupino degli ambiti di nicchia.Le PA che vogliono continuare a lavorare e a fare le cose che han sempre fatto con versioni di programmi anche vecchie, si tengono stretto il vecchio Windows e il vecchio Office, che a differenza delle stampanti e degli schermi CRT non si usura.
          • iRoby scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            E l'assistenza è compresa nel prezzo, se qualcosa
            si può fare, per trasformare un documento in un
            altro formato, si fa.Ma non è vero sono tutte falsità, non c'è incluso nulla e va comprata a parte.Così come se il sistema si impalla Microsoft ti rimborsa, è falso anche questo, i contratti prevedono 5 di rimborso, una buffonata.Così come è falsa la percezione della gente che se ha problemi con prodotti Microsoft ha un soggetto a cui chiedere i danni, si sa benissimo che nel momento in cui accetta l'EULA si esonera il produttore da qualsiasi responsabilitàQuindi sto pagando per non avere nulla di più di un prodotto gratuito!
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: iRoby

            E l'assistenza è compresa nel prezzo, se
            qualcosa

            si può fare, per trasformare un documento in
            un

            altro formato, si fa.

            Ma non è vero sono tutte falsità, non c'è incluso
            nulla e va comprata a
            parte.Certo che va comprata a parte. Quando una PA acquista qualcosa come 500 licenze, a logica, acquista anche l'assistenza, almeno per i primi anni. Con 500 licenze gli costa una scemenza in più.
            Così come se il sistema si impalla Microsoft ti
            rimborsa, è falso anche questo, i contratti
            prevedono 5 di rimborso, una
            buffonata.Mai parlato di sistema che si impalla.
            Così come è falsa la percezione della gente che
            se ha problemi con prodotti Microsoft ha un
            soggetto a cui chiedere i danni, si sa benissimo
            che nel momento in cui accetta l'EULA si esonera
            il produttore da qualsiasi
            responsabilitàIl soggetto a cui chiedere assistenza c'è. E si sa pure in partenza quanto costa, pensa un po'.Dei prezzi dell'assistenza per LibreOffice non sarei altrettanto sicuro. Cosa vuoi che importi alla PA di ricevere un risarcimento da lavoro rovinato? Interessa riprendere il lavoro il più presto possibile.
            Quindi sto pagando per non avere nulla di più di
            un prodotto
            gratuito!Infatti. Per avere qualcosa <B
            in meno </B
            : mille seccature in meno.L'OpenOffice é nato nel 2001, siamo nel 2013, questo spostamento in massa verso il gratuito non lo vedo, nemmeno da parte di privati, che non devono sottostare a leggi e a circolari. Mi metterò gli occhiali. :-)
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: iRoby




            E l'assistenza è compresa nel prezzo, se

            qualcosa


            si può fare, per trasformare un
            documento
            in

            un


            altro formato, si fa.



            Ma non è vero sono tutte falsità, non c'è
            incluso

            nulla e va comprata a

            parte.

            Certo che va comprata a parte.E quindi si compra a parte anche l'assistenza a OOo.
            Quando una PA
            acquista qualcosa come 500 licenze, a logica,
            acquista anche l'assistenza, almeno per i primi
            anni. Con 500 licenze gli costa una scemenza in
            più.Gia'.Come dire: Ti vendo 500 licenze a 100.000 euro, ma l'assistenza e' gratis.Con l'open invece si dice: ti vendo l'assistenza a 50.000 ma il software e' gratis.Quelli come te scelgono l'opzione 1) perche' credono che gli venga regalata l'assistenza, e non si accorgono che vengono truffati.

            Così come se il sistema si impalla Microsoft
            ti

            rimborsa, è falso anche questo, i contratti

            prevedono 5 di rimborso, una

            buffonata.

            Mai parlato di sistema che si impalla.Perche' e' una cosa a cui ormai ci siamo abituati.Perfino M$ ha deciso di chiamare BSOD la prossima versione di winsozz.

            Così come è falsa la percezione della gente
            che

            se ha problemi con prodotti Microsoft ha un

            soggetto a cui chiedere i danni, si sa
            benissimo

            che nel momento in cui accetta l'EULA si
            esonera

            il produttore da qualsiasi

            responsabilità

            Il soggetto a cui chiedere assistenza c'è. E si
            sa pure in partenza quanto costa, pensa un
            po'.Quello che non si sa e' se sa risolvere il problema e quanto tempo ci mette.
            Dei prezzi dell'assistenza per LibreOffice non
            sarei altrettanto sicuro.Oste, com'e' il vino?
            Cosa vuoi che importi alla PA di ricevere un
            risarcimento da lavoro rovinato? Interessa
            riprendere il lavoro il più presto possibile.No, a loro interessa avere un barile da scaricare a qualcun altro.Pagare una assistenza per pararsi il cubo.Poi tanto l'assistenza non assiste, ma non ci sono penali perche' tanto e' monopolista: o loro, o loro.Alla peggio fanno uno sconto.

            Quindi sto pagando per non avere nulla di
            più
            di

            un prodotto

            gratuito!

            Infatti. Per avere qualcosa <B
            in meno
            </B
            : mille seccature in
            meno.
            L'OpenOffice é nato nel 2001, siamo nel 2013,
            questo spostamento in massa verso il gratuito non
            lo vedo,Potevi dirlo subito che sei cieco.
            nemmeno da parte di privati, che non
            devono sottostare a leggi e a circolari. Mi
            metterò gli occhiali.
            :-)Suggerisco un trapianto di cornee, nel tuo caso, altro che occhiali.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: panda rossa
            Suggerisco un trapianto di cornee, nel tuo caso,
            altro che
            occhiali.Le tue personali allucinazioni sulla diffusione di LibreOffice non mi interessano.E hai lordato a sufficienza questo forum con le tue assurdità. Fermati, almeno per rispetto a te stesso.
          • iRoby scrive:
            Re: risparmi
            Non si vendono più i prodotti Microsoft come una volta.Windows 7 Starter e le riduzioni di prezzo di Office sono solo dei tentativi di arginare la diffusione di Linux e Openoffice/Libreoffice sui computer più economici.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            Suggerisco un trapianto di cornee, nel tuo
            caso,

            altro che

            occhiali.

            Le tue personali allucinazioni sulla diffusione
            di LibreOffice non mi
            interessano.Mentre le balle che stai raccontando tu da questa mattina, a me interessano: qualcuno potrebbe anche cascarci, e allora mi faccio carico di confutare ogni tua XXXXXXccia.Tanto io lo faccio per passione e quindi saro' qui in eterno.A te invece, non appena smettono di pagarti, sparisci.Quindi ho gia' vinto.
            E hai lordato a sufficienza questo forum con le
            tue assurdità. Fermati, almeno per rispetto a te
            stesso.Non sono io quello che difende M$.Quello che lorda il forum, fino a prova contraria sei tu.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi

            Non sono io quello che difende M$.
            Quello che lorda il forum, fino a prova contraria
            sei
            tu.Bum!Le pande rosse hanno spesso il carburatore difettoso. E si vede.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio

            Non sono io quello che difende M$.

            Quello che lorda il forum, fino a prova
            contraria

            sei

            tu.

            Bum!
            Le pande rosse hanno spesso il carburatore
            difettoso. E si
            vede.Il panda rosso e' libero!Tu la liberta' l'hai persa da tempo, costretto come sei dalla catena al collo e dal padrone che ti dice dove devi andare oggi.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: iRoby

            Bla bla bla, tutta pubblicità.

            Bla bla bla, tutte illusioni di chi crede alla
            nuova teoria monetaria e ai banchieri
            ebrei.



            Come ti hanno più volte spiegato un documento

            prodotto con Office 2010 non viene aperto
            bene

            dal 2007 e dal 2003. Questo è un'obbligo a

            uniformare tutte le

            versioni.

            La pubblica amministrazione non ha i soldi per
            aggiornare a Windows XP, figuriamoci se può solo
            pensare di aggiornare a Office 2007.Per questo la PA deve passare a OpenOffice al piu' presto.Non avendo soldi, non deve pagare per scaricare la versione ultima.
            In più ogni singolo territorio (in genera la
            provincia) deve comunicare con le PA di quel
            territorio, ma in misura minima con quelle degli
            altri. Se anche hanno versioni più aggiornate di
            Windows il problema della compatibilità si
            presenterà una volta all'anno a dir
            tanto.Ma intanto quell'unica volta costringe a spendere inutilmente milioni in altrettanto inutili licenze M$.
            E l'assistenza è compresa nel prezzo,NON E' VERO!L'ASSISTENZA COMPRESA NEL PREZZO PREVEDE LA SOLUZIONE STANDARD: "SPEGNI E RIACCENDI!"
            se qualcosa
            si può fare, per trasformare un documento in un
            altro formato, si fa.Pagando qualcuno.Ma se la PA non ha soldi, come fa?

            E dato che M$ ne sforna una nuova ogni 3 anni

            introducendo incompatibilità, li obbliga ad

            aggiornarsi ogni 3

            anni.


            Macché li obbliga.
            Se i soldi non ci sono, si va avanti a MS-Dos,
            altroché.Poi c'e' da comprare un computer nuovo che arriva con installato piastrellotto, NAV in demo 30 giorni, M$OFFICE in demo 30 giorni.

            E non solo, è anche multipiattaforma, e
            questo

            permette anche l'introduzione di sistemi

            operativi alternativi come Linux. E questo
            già

            avviene soprattutto nelle scuole, e in certi

            ambiti di

            nicchia.

            Bene, si occupino degli ambiti di nicchia.
            Le PA che vogliono continuare a lavorare e a fare
            le cose che han sempre fatto con versioni di
            programmi anche vecchie, si tengono stretto il
            vecchio Windows e il vecchio Office, che a
            differenza delle stampanti e degli schermi CRT
            non si
            usura.Per fortuna non sei tu quello che decide.A Bolzano hanno deciso!E i risultati si vedono.A te non resta che rosikare e andare a far compagnia ai videotecari falliti.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: panda rossa
            Per fortuna non sei tu quello che decide.
            A Bolzano hanno deciso!
            E i risultati si vedono.Quali risultati, scusa? Bolzano è un esperimento iniziato ora.Torna a sognare, ma senza disturbare chi gli occhi li deve tenere aperti, per lavoro. L'Italia ha 110 province.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            Per fortuna non sei tu quello che decide.

            A Bolzano hanno deciso!

            E i risultati si vedono.

            Quali risultati, scusa? Bolzano è un esperimento
            iniziato
            ora.No, ora hanno stabilito che funziona.L'esperimento e' iniziato anni orsono.Adesso non e' piu' esperimento.Adesso e' realta'.
            Torna a sognare, ma senza disturbare chi gli
            occhi li deve tenere aperti, per lavoro. L'Italia
            ha 110
            province.Province che verranno presto eliminate perche' non possiamo permetterci di mantenere.Esattamente come le licenze M$.E come i markettari parassiti.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: panda rossa
            No, ora hanno stabilito che funziona.
            L'esperimento e' iniziato anni orsono.
            Adesso non e' piu' esperimento.
            Adesso e' realta'.Dal sito ufficiale (che é questo: http://www.provincia.bz.it/usp/285.asp?aktuelles_action=4&aktuelles_article_id=428958):"tra febbraio e aprile il gruppo di lavoro composto dai sindacati, tra i promotori dell'iniziativa, tecnici dell'Assessorato provinciale all'informatica, del Consorzio dei Comuni e dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige, TIS Innovation Park e rappresentanti di Informatica Alto Adige ha creato un progetto di migrazione a LibreOffice concordato tra PAB, Azienda sanitaria provinciale e Consorzio dei Comuni".Tra febbraio e aprile, okay?Ed è un <B
            progetto </B
            , nessuno ha detto che sarà definitivo.Dimmi, ti pagano almeno in natura per ogni singola XXXXXXXta che scrivi su PI? E possiamo istituire un premio per la milionesima che scriverai? Tanto, al ritmo che tieni ora, ci arrivi in fretta.
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            No, ora hanno stabilito che funziona.

            L'esperimento e' iniziato anni orsono.

            Adesso non e' piu' esperimento.

            Adesso e' realta'.


            Dal sito ufficiale (che é questo:
            http://www.provincia.bz.it/usp/285.asp?aktuelles_a

            "tra febbraio e aprile il gruppo di lavoro
            composto dai sindacati, tra i promotori
            dell'iniziativa, tecnici dell'Assessorato
            provinciale all'informatica, del Consorzio dei
            Comuni e dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige,
            TIS Innovation Park e rappresentanti di
            Informatica Alto Adige ha creato un progetto di
            migrazione a LibreOffice concordato tra PAB,
            Azienda sanitaria provinciale e Consorzio dei
            Comuni".

            Tra febbraio e aprile, okay?Da punto informatico, che e' questo:http://punto-informatico.it/2657037/PI/Brevi/pinguini-sopra-berlino.aspxarticolo del 2009:"Già dal 2007 la provincia autonoma di Bolzano ha adottato standard aperti. Emilia Romagna, Toscana e Umbria hanno approvato una legge sull'uso del software libero, mentre sono in via di approvazione normative analoghe in Friuli, Lombardia e Sardegna. (C.T.)"Dal 2007, ok?
            Ed è un <B
            progetto </B
            , nessuno
            ha detto che sarà
            definitivo.Rassegnati!
            Dimmi, ti pagano almeno in natura per ogni
            singola XXXXXXXta che scrivi su PI? Tu quanto prendi per le tue markette?
            E possiamo
            istituire un premio per la milionesima che
            scriverai? Tanto, al ritmo che tieni ora, ci
            arrivi in
            fretta.Puoi versarlo alla FSF se proprio ci tieni darmi un premio.
          • thebecker scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            In parte è vero, ma non si vive di solo standard.
            Le PA hanno bisogno di comunicare e di parlare
            con altre PA. Se tutte usano Microsoft Office,
            come è adesso, il problema non si pone.

            E' invece si. Nessumno più obbligare a pagare o installare un programma cbe non voglio. Se vogliono usare Office comunque per comunicare con terzi devono usae un formato che può essere aperto senza problemi da qualsiasi editor di testo o foglio di calcolo..ecc.
            È più importante che gli impiegati abbiano
            sotto il naso lo stesso programma
            indipendentemente dal posto in cui vanno a
            lavorare, perché riqualificare un dipendente
            trasferito ad altro settore solo perché deve fare
            la stessa cosa con un programma diverso
            costa.Allora questi dipendenti sono dei veri utonti o è colpa dei corsi che hanno frequentato. Quando ho scoperto Open Office tanto tempo fa, da solo ho ricercato le stesse funzioni che usavo in MS OFFICE, menu diversi, icone diverse ma non era la fine del mondo, ora uso LibreOffice, ma questo discorso vale per qualsiasi programma alternativo. La cosa assurda è insegnare a memoria le posizioni dei menu e alcuni concetti (ho partecipato a dei corsi d'informatica ed insegnavano solo dei concetti a memoria e la logica era "PC=Windows" "Scrivere documenti=MS Word", questo modo rigido di insegnare limita la flessibilità e la predisposizione al cambiamento dell'utente).
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: thebecker

            In parte è vero, ma non si vive di solo
            standard.

            Le PA hanno bisogno di comunicare e di
            parlare

            con altre PA. Se tutte usano Microsoft
            Office,

            come è adesso, il problema non si pone.





            E' invece si. Nessumno più obbligare a pagare o
            installare un programma cbe non voglio. Se
            vogliono usare Office comunque per comunicare con
            terzi devono usae un formato che può essere
            aperto senza problemi da qualsiasi editor di
            testo o foglio di
            calcolo..ecc.Quando ci sarà una legge, comunicheranno fra di loro solo in un formato aperto che è leggibile da vari sistemi.Per ora questa legge non c'è, e si comunica con formati chiusi, leggibili da Microsoft Office, per pura comoditá. Nel senso che Office ha la possibilità di salvare in formati compatibili, ma se non è necessario, nessuno lo fa.

            È più importante che gli impiegati
            abbiano

            sotto il naso lo stesso programma

            indipendentemente dal posto in cui vanno a

            lavorare, perché riqualificare un dipendente

            trasferito ad altro settore solo perché deve
            fare

            la stessa cosa con un programma diverso

            costa.

            Allora questi dipendenti sono dei veri utonti o è
            colpa dei corsi che hanno frequentato. Mavààààààà????Pensavo che gli impiegati della PA italiana fossero tutti candidati d'ufficio al premio Turing, talmente è grande la loro abilità nell'usare il PC e nel manipolare codice.Guarda la realtà così com'è, che è meglio. Non ti piacerà, ma è con quella che devi fare i conti.
          • shevathas scrive:
            Re: risparmi

            Quando ci sarà una legge, comunicheranno fra di
            loro solo in un formato aperto che è leggibile da
            vari
            sistemi.
            Per ora questa legge non c'è, e si comunica con
            formati chiusi, leggibili da Microsoft Office,
            per pura comoditá. Nel senso che Office ha
            la possibilità di salvare in formati compatibili,
            ma se non è necessario, nessuno lo
            fa.
            mi spiace ma la legge esiste. Il dato comunicato al cittadino deve essere comunicato in un formato aperto e leggibile dal cittadino. Nessuno, salvo casi particolari, deve essere obbligato ad acquistare un qualsiasi software per accedere ai dati della PA.
          • amldc scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: Savio Saverio
            In parte è vero, ma non si vive di solo standard.
            Le PA hanno bisogno di comunicare e di parlare
            con altre PA. Se tutte usano Microsoft Office,
            come è adesso, il problema non si pone.
            Certo, intanto il cittadino si deve arrangiare e spendere dei soldi per comprarsi un programma compatibile. Notoriamente la PA lavora per sè stessa e non per il cittadino.

            È più importante che gli impiegati abbiano
            sotto il naso lo stesso programma
            indipendentemente dal posto in cui vanno a
            lavorare, perché riqualificare un dipendente
            trasferito ad altro settore solo perché deve fare
            la stessa cosa con un programma diverso
            costa.Quindi tutte le PA DEVONO aggiornarsi contemporaneamente per evitare che un impiegato trasferito si trovi ad utilizzare una versione differente del software.Come la metti poi con i cambiamenti delle ultime versioni di Office che stravolgono il modo di lavorare molto più che rispetto al passaggio ad un OpenOffice/LibreOffice ?Mo sembra che i fautori del 'manteniamo Office per non dover imparare qualcosa di nuovo' siano in gradi di percepire solamente il cambiamento di un marchio invece di un cambiamento nel modo di utilizzare un software.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: amldc

            In parte è vero, ma non si vive di solo
            standard.

            Le PA hanno bisogno di comunicare e di parlare

            con altre PA. Se tutte usano Microsoft Office,

            come è adesso, il problema non si pone.


            Certo, intanto il cittadino si deve arrangiare e
            spendere dei soldi per comprarsi un programma
            compatibile. Notoriamente la PA lavora per sè
            stessa e non per il
            cittadino.Notoriamente sì, ma andiamo con ordine.La maggior parte dei documenti prodotti dalle PA con i programmi Office sono per uso interno, o fra vari dipartimenti dello stesso organismo. Ci sono comunicazioni all'esterno o al singolo cittadino, è vero, ma queste vengono stampate su carta, e a quel punto è irrilevante quale programma è stato usato.Se la PA ha necessità di comunicare via e-mail, ne invia una in HTML (o spesso solo .txt) che è già standard. Solo nel caso di allegati si porrebbe quindi il problema di un formato non compatibile con i programmi usati dal cittadino. Io, ammetto la mia ignoranza, non vedo quale sia l'occasione in cui una comunicazione della PA al cittadino abbia necessità di un allegato. Se hai esempi concreti da fare, magari illustrameli, e discutiamo.

            È più importante che gli impiegati abbiano

            sotto il naso lo stesso programma

            indipendentemente dal posto in cui vanno a

            lavorare, perché riqualificare un dipendente

            trasferito ad altro settore solo perché deve
            fare

            la stessa cosa con un programma diverso

            costa.

            Quindi tutte le PA DEVONO aggiornarsi
            contemporaneamente per evitare che un impiegato
            trasferito si trovi ad utilizzare una versione
            differente del
            software.Sì, sarebbe una soluzione.Non avverrà mai. Tra l'altro la cosa porrebbe anche seri problemi pratici, perché se la transizione non funziona nessun ufficio potrebbe usare il vecchio sistema funzionante.
            Come la metti poi con i cambiamenti delle ultime
            versioni di Office che stravolgono il modo di
            lavorare molto più che rispetto al passaggio ad
            un OpenOffice/LibreOffice
            ?Tutti mi fanno la stessa domanda. :Non c'è stato alcun aggiornamento a Office 2010, ma nemmeno a Office 2007 o a Office 2003. Causa mancanza di soldi, nelle PA si va avanti con Office XP.Ed è anche per questo che un vero confronto tra LibreOffice e Microsoft Office nella PA non si può fare. Il confronto alla pari si può fare solo nel caso ci sia una delibera di aggiornamento di tutto il parco programmi Office. Solo a quel punto ha senso chiedersi se costa meno Microsoft o LibreOffice.
            Mo sembra che i fautori del 'manteniamo Office
            per non dover imparare qualcosa di nuovo' siano
            in gradi di percepire solamente il cambiamento di
            un marchio invece di un cambiamento nel modo di
            utilizzare un
            software.È così. E non ci sono avvisaglie che indichino un'inversione di tendenza, a parte la provincia di Bolzano. Ecco un esempio recente, ma ne troverei chissà quanti:http://www.savignanoscuole.it/blog/343-invalsi-in-formato-proprietario.html
          • io123456 scrive:
            Re: risparmi
            avanza una 'a' fenomeno da baraccone !
          • panda rossa scrive:
            Re: risparmi
            - Scritto da: io123456
            avanza una 'a' fenomeno da baraccone !Eccone un altro che non ha capito la battuta.Te la spiego: apple non produce computer, ma acXXXXXri di moda e complementi d'arredo. Roba stilosa, che svolge la sua funzione anche stando spenta (anzi, la svolge molto meglio quando e' spenta).
          • nome e cognome scrive:
            Re: risparmi

            Se The Document Foundation chiude i battenti, non
            necessariamente per fallimento, magari perché han
            litigato, la suite perde automaticamente di
            appeal, al posto di un aggiornamento periodico ne
            vengono fatti diecimila, tutti diversi. E lo
            standard de facto per le suite gratuite passa ad
            un altro prodotto. Il senso è
            questo.Basta guardare come hanno approcciato la standardizzazione (o meglio la mancata standardizzazione) dell'ODF ... dopo essere riusciti a standardizzare un formato con orrende mancanze (ODF 1.0 e 1.1) ci hanno messo 6 anni per decidersi a formalizzare la nuova versione ODF 1.2 (nel frattempo tutti i software hanno salvato in 1.2 visto che l'1.1 era inutilizzabile) e dopo due anni non hanno ancora cominciato il proXXXXX di standardizzazione ISO.
      • Izio01 scrive:
        Re: risparmi
        - Scritto da: Savio Saverio
        - Scritto da: Rouler


        Io rimango dubbioso sul vero valore del

        risparmio. Le PA, almeno nella mia regione,
        hanno

        acXXXXX alle licenze MS tramite Intercent a

        prezzi veramente esigui (Office 2007
        standard
        a

        10+iva).

        Sì, è quello che sto dicendo da questa mattina.
        E la licenza é solo una voce delle spese per la
        PA, magari si pagasse solo quella. Alla fine il
        proverbio della nonna "chi più spende meno
        spende" vale ancora.

        In ogni caso quello della provincia di Bolzano è
        un esperimento importante, vedremo come andrà a
        finire.
        Per quel che vale, sono d'accordo con te. Io sono solo contento se mandano a quel paese M$, Office e creano posti di lavoro in Italia, ma purtroppo so anche che quando si parla di pubblica amministrazione, RARAMENTE (super mega eufemismo) si procede per competenza ed efficienza, privilegiando invece gli amici e gli amici degli amici, a spese dei contribuenti. Forse a Bolzano, tra tutti i posti, è una soluzione che può funzionare. Mi pare di aver letto non molto tempo fa di particolari eccellenze nella gestione pubblica di quei luoghi - però non abito lì e c'è sempre il rischio che certi articoli siano commissionati da chi viene celebrato.Come dici tu: l'esperimento è interessante, staremo a vedere.
        • Savio Saverio scrive:
          Re: risparmi
          - Scritto da: Izio01
          Forse a Bolzano,
          tra tutti i posti, è una soluzione che può
          funzionare. Mi pare di aver letto non molto tempo
          fa di particolari eccellenze nella gestione
          pubblica di quei luoghi - però non abito lì e c'è
          sempre il rischio che certi articoli siano
          commissionati da chi viene
          celebrato.
          Come dici tu: l'esperimento è interessante,
          staremo a
          vedere.Non dimentichiamo che per statuto le regioni autonome di Trento e Bolzano trattengono il 100 % del gettito fiscale. Loro certi problemi di bilancio che si potrebbero verificare se un giorno LibreOffice venisse a costare troppo in termine di manutenzione o di addestramento dei dipendenti non li temono. Sono gli ultimi, in Italia, che rischiano la bancarotta. Voglio vedere se altre province, economicamente più traballanti, avranno il coraggio di fare un passo del genere.
          • iRoby scrive:
            Re: risparmi
            Ma tu a pubblicizzare Microsoft e i suoi prodotti lo fai gratis o vieni pagato?No perché se non venissi pagato, saresti veramente un caso disperato. Io mi faccio perfino staccare il portatarga ed altri adesivi con la pubblicità del concessionario, quando compro un'auto o una moto nuova. Oppure gli chiedo 100 per tenerli per 2 anni.Tu perché pubblicizzi qui i prodotti Microsoft?
    • panda rossa scrive:
      Re: risparmi
      - Scritto da: Rouler
      Io rimango dubbioso sul vero valore del
      risparmio. Le PA, almeno nella mia regione, hanno
      acXXXXX alle licenze MS tramite Intercent a
      prezzi veramente esigui (Office 2007 standard a
      10+iva).La tua regione qual e'?E comunque 10+iva e' sempre maggiore di zero.
      Inoltre, il problema di compatibilità non è
      sicuramente dato dalla complessità dei calcoli o
      delle formule in excel, ma soprattutto dai plugin
      dei vari applicativi come SAP e SAS ormai molto
      diffusi nella PA.Quale parte di " <i
      La suite di Microsoft resterà solo per quelle applicazioni in cui la migrazione verso LibreOffice potrebbe compromettere la funzionalità operativa necessaria. </i
      " non ti e' chiara?
      Ulteriore dubbio è, ovviamente nel tempo, la
      disponibilià di queste piattaforme open source.Essendo open source, sono eterne.Cosa che non si puo' dire di quelle closed, che non appena M$ fallira', puoi dire buonanotte a tutti i tuoi sistemi e i tuoi dati.
      Ricordiamo che la storia di Open Office e Libre
      office non è proprio "lineare".Che cosa intendi dire?La storia di M$ invece? Vogliamo parlarne?Processi per abuso di posizione dominante, multe, politiche commerciali di stampo mafioso...
      Piuttosto proverei a metter mano alle
      infrastrutture exchange o domino dove i costi si
      potrebbero abbatere facilmente tramite webmail
      (Google apps, ad esempio).Una cosa alla volta.Prima eliminiamo M$ e tutti quelli che la difendono.
      • aphex_twin scrive:
        Re: risparmi
        - Scritto da: panda rossa
        Essendo open source, sono eterne.
        Cosa che non si puo' dire di quelle closed, che
        non appena M$ fallira', puoi dire buonanotte a
        tutti i tuoi sistemi e i tuoi
        dati.Non diciamo razzate, cosa fanno vengono in casa e mi piallano il disco ?Abbi un filo di dignità dai!
        • Etype scrive:
          Re: risparmi
          - Scritto da: aphex_twin
          Non diciamo razzate, cosa fanno vengono in casa e
          mi piallano il disco
          ?

          Abbi un filo di dignità dai!Cosa te ne fai di un programma non più supportato e che non si può installare neanche su un nuovo OS ?
      • Rouler scrive:
        Re: risparmi
        - Scritto da: panda rossa
        La tua regione qual e'?
        E comunque 10+iva e' sempre maggiore di zero.La mia regione è l'Emilia-Romagna. Devo dire che è passato un pò di tempo da quando seguivo la PA, probabilmente oggi il pacchetto disponibile è O2010

        Quale parte di " <i
        La suite di Microsoft
        resterà solo per quelle applicazioni in cui la
        migrazione verso LibreOffice potrebbe
        compromettere la funzionalità operativa
        necessaria. </i
        "

        non ti e' chiara?
        Mi è chiarissima. Forse non sono stato preciso io, ho evidenziato solo i software più "rognosi". Esistono molte altre applicazioni, spesso "fatte in casa" che necessitano della suita Microsoft, ad esempio diffusissimi sono i DB Access.

        Ulteriore dubbio è, ovviamente nel tempo, la

        disponibilià di queste piattaforme open
        source.

        Essendo open source, sono eterne.
        Cosa che non si puo' dire di quelle closed, che
        non appena M$ fallira', puoi dire buonanotte a
        tutti i tuoi sistemi e i tuoi
        dati.Open Source=Eterno mi sembra un pò eccessivo. Sai quanti sono i progetti abbandonati?


        Ricordiamo che la storia di Open Office e
        Libre

        office non è proprio "lineare".

        Che cosa intendi dire?
        La storia di M$ invece? Vogliamo parlarne?
        Processi per abuso di posizione dominante, multe,
        politiche commerciali di stampo
        mafioso...


        Piuttosto proverei a metter mano alle

        infrastrutture exchange o domino dove i
        costi
        si

        potrebbero abbatere facilmente tramite
        webmail

        (Google apps, ad esempio).

        Una cosa alla volta.
        Prima eliminiamo M$ e tutti quelli che la
        difendono.Guarda, io sono sistemista Debian da 10 anni con certificazione LPI. Seguo una piccola server farm nella quale gestiamo mail (qmail) e web di circa 80 aziende. Abbiamo sempre spinto molto sull'open source, a partire da samba o squid per piccole/medie aziende.Sulla parte client abbiamo più spesso trovato problemi al passaggio a soluzione Linux: non tanto per problemi con l'utente ma solitamente con appllicativi terzi (agenzia entrate, inps, ecc..) e hardware sempre troppo eterogeneo da ufficio ad ufficio.Proprio per questo, e visti i notevoli costi che ci potrebbero essere in una migrazione massiva all'open source, preferirei che si provasse a partire dalla parte server dove spesso i valori in gioco non sono nemmeno quantificabili.
        • shevathas scrive:
          Re: risparmi

          Proprio per questo, e visti i notevoli costi che
          ci potrebbero essere in una migrazione massiva
          all'open source, preferirei che si provasse a
          partire dalla parte server dove spesso i valori
          in gioco non sono nemmeno
          quantificabili.da quello che ho visto nella PA i server sono linux. Win Server viene usato per gestire il dominio e talvolta c'è exchange per gestire la posta. DB Server e Web server sono tranquillamente sotto Linux. La rogna sono i client.
    • Etype scrive:
      Re: risparmi
      - Scritto da: Rouler
      Io rimango dubbioso sul vero valore del
      risparmio. Le PA, almeno nella mia regione, hanno
      acXXXXX alle licenze MS tramite Intercent a
      prezzi veramente esigui (Office 2007 standard a
      10+iva).E guarda al risultato quando è uscito office 2007,incompatibilità con i formati del 2003...incompatibilità voluta ovviamente.Questa è Ms....
      Ulteriore dubbio è, ovviamente nel tempo, la
      disponibilià di queste piattaforme open source.
      Ricordiamo che la storia di Open Office e Libre
      office non è proprio
      "lineare".Tornando alla riga di sopra anche quella di Office 2007 che inizialmente aveva rotto con il passato secondo i comodi di Ms ...
    • giulio scrive:
      Re: risparmi
      google apps???? tu sei uno di quelli che fanno gestire interamente i propri dati ad una multinazionale (che fra l'altro diventa per contratto proprietaria dei tuoi dati)?no , se permatti mi aspetto che una PA in un paese civile (non il nostro) i dati li protegga e se li gestisca interamente da sola, lasciando le webapps ai bimbiXXXXXXX
      • Rouler scrive:
        Re: risparmi
        - Scritto da: giulio
        google apps???? tu sei uno di quelli che fanno
        gestire interamente i propri dati ad una
        multinazionale (che fra l'altro diventa per
        contratto proprietaria dei tuoi
        dati)?
        no , se permatti mi aspetto che una PA in un
        paese civile (non il nostro) i dati li protegga e
        se li gestisca interamente da sola, lasciando le
        webapps ai
        bimbiXXXXXXXForse non conosci bene la PA italiana: i dati sono già gestiti da multinazionali, e spesso i CED sono in outsourcing. Di solito l'azienda è sempre quella, IBM o, al limite, HP.Ora: se vogliamo dire che i dati sono più sicuri se i server sono a casa mia ma li gestisci tu, possiamo farlo. Ma forse dovresti farti un giro nelle varie server farm per capire qual'è il vero livello di sicurezza dei dati della nostra PA.
      • Teo_ scrive:
        Re: risparmi
        - Scritto da: giulio
        google apps???? tu sei uno di quelli che fanno
        gestire interamente i propri dati ad una
        multinazionale (che fra l'altro diventa per
        contratto proprietaria dei tuoi
        dati)?Con Google Apps i dati restano di proprietà di chi li ha caricati.
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: risparmi
      Ci lavoro in quella Regine, e SAP esporta non solo nei formati Office. Comunque prima o poi anche da noi ci sarà la migrazione da Office a OpenOffice, almeno è stata annunciata ma vedo molte resistenze tra i miei colleghi. Speriamo si organizzino per dei corsi con l'Università...
    • wishmerhill scrive:
      Re: risparmi
      Su questo bando Consip ( http://tinyurl.com/pkwqpgg ) leggo 16 milioni di euro per 40000 licenza di Office. Mi sembrano circa 400 euro a licenza, non 10...
  • Enjoy with Us scrive:
    E finalmente!
    Mi chiedevo cosa aspettassero a fare una simile migrazione!Tra l'altro la spesa per la formazione del personale nella PA è notoriamente zero!I dipendenti sono invitati ad adattarsi, se non lo fanno cavoli loro, altro che costosi corsi!Quindi il risparmio ci sarà eccome, ma la cosa più importante sarà che i documenti finalmente saranno disponibili in un formato aperto e che l'utenza si abituerà ad utilizzare Libre office od open office anzichè MS Office!Per M$ sono cavoli, Windows 8 annaspa, M$ office pure....
    • aphex_twin scrive:
      Re: E finalmente!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Tra l'altro la spesa per la formazione del
      personale nella PA è notoriamente
      zero!Perché ? Ci via tu gratis a fare i corsi ?
      I dipendenti sono invitati ad adattarsi, se non
      lo fanno cavoli loro, altro che costosi
      corsi!Ed allora speriamo che le strutture ospedaliere non passino MAI ad ai formati open se poi "se non si adattano cavoli loro" (che poi son cavoli tuoi , non miei visto che vivo all'estero)
      Quindi il risparmio ci sarà eccome, Se li istruisci tu a costo zero il risparmio c'é eccome. :D
      ma la cosa
      più importante sarà che i documenti finalmente
      saranno disponibili in un formato aperto e che
      l'utenza si abituerà ad utilizzare Libre office
      od open office anzichè MS
      Office!Ma visto che si devono adattare LORO, il tuo bel documento non lo hai in 2 settimane ma in 2 mesi.Contento tu ...
      Per M$ sono cavoli, Windows 8 annaspa, M$ office
      pure....Chi salta prima , MS o Apple ? :-o
      • Etype scrive:
        Re: E finalmente!
        - Scritto da: aphex_twin
        Perché ? Ci via tu gratis a fare i corsi ? Personale interno no eh
        Ed allora speriamo che le strutture ospedaliere
        non passino MAI ad ai formati open se poi "se non
        si adattano cavoli loro" (che poi son cavoli tuoi
        , non miei visto che vivo
        all'estero)tipica mente markettara ...

        Quindi il risparmio ci sarà eccome,

        Se li istruisci tu a costo zero il risparmio c'é
        eccome.
        :DVabbeh sta parlando un applefan..
        Ma visto che si devono adattare LORO, il tuo bel
        documento non lo hai in 2 settimane ma in 2
        mesi.E questo da dove lo hai tirato fuori ?

        Per M$ sono cavoli, Windows 8 annaspa, M$
        office

        pure....

        Chi salta prima , MS o Apple ? :-oCome hai preso 2 eccelenze dell'Informatica ....Possio anche capire per la prima,ma per la seconda che neanche fa testo ..
        • aphex_twin scrive:
          Re: E finalmente!
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: aphex_twin

          Perché ? Ci via tu gratis a fare i corsi ?

          Personale interno no eh
          Il personale interno lavora gratis ?

          Ed allora speriamo che le strutture ospedaliere

          non passino MAI ad ai formati open se poi "se
          non

          si adattano cavoli loro" (che poi son cavoli
          tuoi

          , non miei visto che vivo

          all'estero)

          tipica mente markettara ...
          Tipica mente da uno che non vuole trovarsi il medico specializzato con in mano i manuali di informatica.


          Quindi il risparmio ci sarà eccome,



          Se li istruisci tu a costo zero il risparmio c'é

          eccome.

          :D

          Vabbeh sta parlando un applefan..Ma a chi rispondi ? A me o al tuo amico immaginario ?


          Ma visto che si devono adattare LORO, il tuo bel

          documento non lo hai in 2 settimane ma in 2

          mesi.

          E questo da dove lo hai tirato fuori ?Fai tu , se devono "autoistruirsi" ti fanno perdere tempo.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E finalmente!
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Etype

            - Scritto da: aphex_twin


            Perché ? Ci via tu gratis a fare i
            corsi ?




            Personale interno no eh



            Il personale interno lavora gratis ?
            Non avete capito nulla, nella PA i corsi non li fanno punto e basta, quando proprio organizzano un corso è al limite una presa in giro!


            Ed allora speriamo che le strutture
            ospedaliere


            non passino MAI ad ai formati open se
            poi
            "se

            non


            si adattano cavoli loro" (che poi son
            cavoli

            tuoi


            , non miei visto che vivo


            all'estero)



            tipica mente markettara ...



            Tipica mente da uno che non vuole trovarsi il
            medico specializzato con in mano i manuali di
            informatica.
            Benvenuto nella triste realtà, dove i "direttori generali" degli ospedali commissionano a ditte esterne software gestionali per gestire le cartelle cliniche, le ricette, i pazienti ambulatoriali, richiedono una valutazione del software da parte del loro personale con le eventuali modifiche da apportare e che poi sistematicamente vengono ignorate "perchè costano!"Dove magari si cambia dopo 3 anni (quando finalmente si incomincia a comprendere il funzionamento o il non funzionamento del gestionale) per passare ad un nuovo gestionale (bisogna rinnovarsi!), a essere cattivi ci sarebbe da sospettare un qualche giro di mazzette!Ora l'ultimo grido è il cloud... peccato che l'infrastruttura informatica degli ospedali sia inadeguata e che la banda necessaria per un cloud alway on non ci sia... usare un gestionale in grado di funzionare anche off line e di aggiornare il database centrale ogni x minuti o alla forzatura di un'operatore no vero? Non sia mai che uno possa stampare direttamente la ricetta dalla stampante collegata al proprio PC... meglio gestire la stampante come una risorsa separata in rete, inviargli il file postscript di svariati Mb e poi attendere se non ci sono problemi di riconoscimento dei vari driver in rete che il file sia girato dalla postazione locale al server centrale e poi di nuovo alla stampante connessa alla postazione locale...




            Quindi il risparmio ci sarà
            eccome,






            Se li istruisci tu a costo zero il
            risparmio
            c'é


            eccome.


            :D



            Vabbeh sta parlando un applefan..

            Ma a chi rispondi ? A me o al tuo amico
            immaginario
            ?





            Ma visto che si devono adattare LORO,
            il tuo
            bel


            documento non lo hai in 2 settimane ma
            in
            2


            mesi.



            E questo da dove lo hai tirato fuori ?

            Fai tu , se devono "autoistruirsi" ti fanno
            perdere
            tempo.Ah ma tanto a chi frega? Mica al direttore generale che anzi si vanterà di aver migliorato la struttura informatica dell'ospedale... tanto ci sono i soliti fessi che faranno il doppio lavoro prima di scrivere a mano e poi di riscrivere tutto a terminale...
          • Etype scrive:
            Re: E finalmente!
            - Scritto da: aphex_twin
            Il personale interno lavora gratis ?Il personale interno ti rimane ed e lui a fare il grosso e a fare formazione.Poichè già assunto non ha interesse nel farti spendere di più per il proprio tornaconto....oltretutto è sempre disponibile,cosa non da poco.
            Tipica mente da uno che non vuole trovarsi il
            medico specializzato con in mano i manuali di
            informatica.Se è un medico specializzato ha paura di qualche blanda nozione di informatica ?
            Ma a chi rispondi ? A me o al tuo amico
            immaginario?All'apple user :D
            Fai tu , se devono "autoistruirsi" ti fanno
            perdere
            tempo.Stiamo parlando sempre di usare una suite Office oppure di iniziare un corso di programmazione in C dall'oggi al domani ?Dici che forse sarebbe meglio mandare in pensione questi 50-60 enni che lavorano nelle PA,non hanno mai fatto un minimo corso d'informatica, digitano il nome di una persona con gli indici delle 2 mani ?sostituirli con giovani anche laureati e che hanno più dimestichezza con la tecnologia ? lo vogliamo dire si o no ?
          • aphex_twin scrive:
            Re: E finalmente!
            - Scritto da: Etype
            Il personale interno ti rimane ed e lui a fare il
            grosso e a fare formazione.Poichè già assunto non
            ha interesse nel farti spendere di più per il
            proprio tornaconto....oltretutto è sempre
            disponibile,cosa non da
            poco.Questo personale avrà delle mansioni giusto ? E se usi queste risorse interne chi fará le mansioni che non possono essere svolte da chi é occupato a fare i corsi ?Dai che non é difficile da capire.
            Se è un medico specializzato ha paura di qualche
            blanda nozione di informatica
            ?Se é un medico specializzato mi auguro che dedichi il suo tempo a curare le persone, di informatica puó benissimo non capirci una mazza.
            All'apple user :DNon ce la fate proprio a non pensare al vostro demone.Dai che Mariuccia domani ti scrive un'articolo ad hoc cosí da poter dire "apple buuuuuh" "apple XXXXX" ...
            Stiamo parlando sempre di usare una suite Office
            oppure di iniziare un corso di programmazione in
            C dall'oggi al domani
            ?Una macro di conversione sarebbe utilissima e farebbe risparmiare tempo. Visto che la "comunitá open di PI" non vuole rilasciare la macro "one-click-conversion" possono esserci problemi per il medico.
            Dici che forse sarebbe meglio mandare in pensione
            questi 50-60 enni che lavorano nelle PA,non hanno
            mai fatto un minimo corso d'informatica, digitano
            il nome di una persona con gli indici delle 2
            mani
            ?Piú che mandarli in pensione , bisognerebbe evitare :- che il collega timbri per te- che si vada a fare la spesa invece di lavorare- che si vada a portare il bambino a scuola invece di lavorare- che le pause non durino 30 minuti- ...Questi sono i problemi , mica Office o LO o OO.
            sostituirli con giovani anche laureati e che
            hanno più dimestichezza con la tecnologia ? lo
            vogliamo dire si o no
            ?Sinceramente in una PA non ci lavorerei mai , non sarebbe gratificante per me. Questi sono posti di lavoro adatti a 40-50enni , purché non battano la fiacca.
          • Etype scrive:
            Re: E finalmente!
            - Scritto da: aphex_twin
            Questo personale avrà delle mansioni giusto ?Personale tecnico....
            E se usi queste risorse interne chi fará le
            mansioni che non possono essere svolte da chi é
            occupato a fare i corsi
            ?Un tecnico che lavora per un'azienda risolve i problemi interni a cicli di 24H continui ?
            Se é un medico specializzato mi auguro che
            dedichi il suo tempo a curare le persone, di
            informatica puó benissimo non capirci una
            mazza.tipica mente Apple....

            All'apple user :D

            Non ce la fate proprio a non pensare al vostro
            demone.Gli unici demoni che conosco sono quelli di Linux
            Dai che Mariuccia domani ti scrive un'articolo ad
            hoc cosí da poter dire "apple buuuuuh"
            "apple XXXXX"
            ...Figurati,non c'è bisogno....Apple si ridicolizza da sola,non ha bisogno di aiuti :D
            Una macro di conversione sarebbe utilissima e
            farebbe risparmiare tempo.In effetti con LO non è possibile fare macro....
            Visto che la "comunitá open di PI" non vuole rilasciare
            la macro "one-click-conversion" possono esserci
            problemi per il
            medico.Fai una macro che cancella ogni tuo post qui su PI,così non scrivi fesserie.
            Piú che mandarli in pensione , bisognerebbe
            evitare
            :
            - che il collega timbri per teAbbastanza facile da scovare
            - che si vada a fare la spesa invece di lavorarecome sopra
            - che si vada a portare il bambino a scuola
            invece di
            lavorareCome sopra
            - che le pause non durino 30 minuti
            - ...Come sopra
            Questi sono i problemi , mica Office o LO o OO.Già dimenticavo, Ms Office è gratuito per le PA
            Sinceramente in una PA non ci lavorerei mai ,non sarebbe gratificante per me. Questi sono posti di
            lavoro adatti a 40-50enni , purché non battano la
            fiacca.Stiamo parlando di te ?
          • aphex_twin scrive:
            Re: E finalmente!
            - Scritto da: Etype

            Una macro di conversione sarebbe utilissima e

            farebbe risparmiare tempo.

            In effetti con LO non è possibile fare macro....Ma se non capisci chiedi ... cribbio!Mi serve la famosa macro che con un click mi converta i file dal formato office al formato open, questa mi sarebbe utilissima per valutare l'eventuale passaggio ad OO o LO.Non mai detto che con LO non si possano fare macro, non é quello il punto.
          • maxsix scrive:
            Re: E finalmente!

            sostituirli con <s
            giovani anche laureati </s
            gente che ha buon senso e che
            hanno più dimestichezza con la tecnologia ? lo
            vogliamo dire si o no
            ?Appunto. Laureati fanXXXXXsti a coltivare il demanio.Lo vogliamo dire si o no?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: E finalmente!
        - Scritto da: aphex_twin
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Tra l'altro la spesa per la formazione del

        personale nella PA è notoriamente

        zero!

        Perché ? Ci via tu gratis a fare i corsi ?
        Perchè nella PA i corsi non li fanno o se li fanno è robetta di due ore scarse e poi via!Viene lasciato tutto alla buona volontà e alle conoscenze dei singoli che arma poi di santa pazienza spiegano all'immancabile collega/colleghi informaticamente diversamente abili come funziona il nuovo software... e parlo per esperienza diretta!

        I dipendenti sono invitati ad adattarsi, se
        non

        lo fanno cavoli loro, altro che costosi

        corsi!

        Ed allora speriamo che le strutture ospedaliere
        non passino MAI ad ai formati open se poi "se non
        si adattano cavoli loro" (che poi son cavoli tuoi
        , non miei visto che vivo
        all'estero)Eh purtroppo invece sono le prime ad esserci passate, magari si trattasse solo di Libre office, ci sono tutti i software di gestione delle cartelle cliniche, delle ricette , delle liste ambulatoriali, che ogni tanto vengono "migliorati" a sorpresa, ossia ti ritrovi al mattino con il software stravolto senza che nessuno abbia mai comunicato alcunchè... sempre che la connessione di rete funzioni, perchè si sa i server sono vecchi, vanno giù ecc ecc... ed intanto l'utenza aspetta e reclama...


        Quindi il risparmio ci sarà eccome,

        Se li istruisci tu a costo zero il risparmio c'é
        eccome.
        :D
        Il punto è che nella PA se ne fregano, le alte sfere decidono di fare un aggiornamento software, i vari dipendenti prima o poi impareranno ad usarlo... è sempre stato così fino ad oggi!

        ma la cosa

        più importante sarà che i documenti
        finalmente

        saranno disponibili in un formato aperto e
        che

        l'utenza si abituerà ad utilizzare Libre
        office

        od open office anzichè MS

        Office!

        Ma visto che si devono adattare LORO, il tuo bel
        documento non lo hai in 2 settimane ma in 2
        mesi.
        Il problema non è Libre office, sono i gestionali verticali progettati male e realizzati peggio, rigorosamente installati su server centrali che pretendono un always on per qualsiasi operazione, con un intasamento incredibile della banda e ovviamente down di server e blocchi delle operazioni all'ordine del giorno... ecco perchè a me quando parlano del Cloud viene l'orticaria!
        Contento tu ...


        Per M$ sono cavoli, Windows 8 annaspa, M$
        office

        pure....

        Chi salta prima , MS o Apple ? :-openso M$ da come stanno evolvendo le cose, M$ è un'azienda generalista che si regge su un ampio mercato, apple è sempre campata di nicchie, quindi per Lei sarà più facile sopravvivere!
        • astro scrive:
          Re: E finalmente!
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: aphex_twin

          - Scritto da: Enjoy with Us


          Tra l'altro la spesa per la formazione
          del


          personale nella PA è notoriamente


          zero!



          Perché ? Ci via tu gratis a fare i corsi ?



          Perchè nella PA i corsi non li fanno o se li
          fanno è robetta di due ore scarse e poi
          via!Strano, visto quanto ci costano :D
    • nome e cognome scrive:
      Re: E finalmente!

      I dipendenti sono invitati ad adattarsi, se non
      lo fanno cavoli loro, altro che costosi
      corsi!Ahahah... ottimo, cosi' la tua pratica invece di arrivare nei canonici 2 anni non arriverà proprio. Pero' gran risparmio... togliamogli direttamente i computer.
  • Trollone scrive:
    Il vero risparmio
    è ridurre le SETTEMILA postazioni di almeno un 50%Mi spiegate cosa se ne fanno tutti di un pacchetto office?Quand'è che unifichiamo tutta l'amministrazione pubblica in processi e interfacce web standard uguali per tutti?
    • Savio Saverio scrive:
      Re: Il vero risparmio

      Quand'è che unifichiamo tutta l'amministrazione
      pubblica in processi e interfacce web standard
      uguali per
      tutti?Quando in Italia la banda offerta dai provider sarà garantita sia in ampiezza sia in qualità. Non mi pare che per ora sia così, e prova a immaginarti un intero ufficio pubblico che non può lavorare perché quel giorno internet va a carbonella...
      • iRoby scrive:
        Re: Il vero risparmio
        Cosa centra Internet dei vari provider? Le P.A. e le grandi aziende tra le filiali hanno linee dedicate con un livello di efficienza differente dal'Internet consumer.
        • tucumcari scrive:
          Re: Il vero risparmio
          - Scritto da: iRoby
          Cosa centra Internet dei vari provider?

          Le P.A. e le grandi aziende tra le filiali hanno pagano coi nostri soldi
          linee dedicate con un livello di efficienza
          differente uguale dal' Internet
          consumer ma a un prezzo nettamente superiore.Fixed :D
        • Savio Saverio scrive:
          Re: Il vero risparmio
          Se lo dici tu....Io delle linee dedicate mi fido quasi meno dell'internet ad uso consumer, pensa un po'.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il vero risparmio
        - Scritto da: Savio Saverio

        Quand'è che unifichiamo tutta
        l'amministrazione

        pubblica in processi e interfacce web
        standard

        uguali per

        tutti?

        Quando in Italia la banda offerta dai provider
        sarà garantita sia in ampiezza sia in qualità.
        Non mi pare che per ora sia così, e prova a
        immaginarti un intero ufficio pubblico che non
        può lavorare perché quel giorno internet va a
        carbonella...Proprio per questo motivo fanno bene a fuggire dal morbo M$ che obblighera' al cloud tra una versione o due.
        • Etype scrive:
          Re: Il vero risparmio
          - Scritto da: panda rossa
          Proprio per questo motivo fanno bene a fuggire
          dal morbo M$ che obblighera' al cloud tra una
          versione o
          due.Lo stesso cloud aggirato nella nuova suite di Adobe :D :D :D ....poverini avevano puntato molto su questo fatto :D
      • collione scrive:
        Re: Il vero risparmio
        - Scritto da: Savio Saverio
        immaginarti un intero ufficio pubblico che non
        può lavorare perché quel giorno internet va a
        carbonella...ma succede pure oggi, alle Poste soprattutto :Dcomunque sia non è che il cloud dev'essere per forza pubblicoil cloud può essere anche privato, con la PA che organizza internamente i suoi datacenter, magari localizzandoli per meglio gestire gli outage di rete
      • nome e cognome scrive:
        Re: Il vero risparmio

        Quando in Italia la banda offerta dai provider
        sarà garantita sia in ampiezza sia in qualità.
        Non mi pare che per ora sia così, e prova a
        immaginarti un intero ufficio pubblico che non
        può lavorare perché quel giorno internet va a
        carbonella...Hai presente di quante persone stiamo parlando? L'intera provincia di Bolzano ha 500.000 abitanti. Se il comune di inXXXXnia sopra eggen ha problemi con l'anagrafe il vecchietto torna il giorno dopo...
      • res tore scrive:
        Re: Il vero risparmio
        - Scritto da: Savio Saverio

        Quand'è che unifichiamo tutta
        l'amministrazione

        pubblica in processi e interfacce web
        standard

        uguali per

        tutti?

        Quando in Italia la banda offerta dai provider
        sarà garantita sia in ampiezza sia in qualità.
        Non mi pare che per ora sia così, e prova a
        immaginarti un intero ufficio pubblico che non
        può lavorare perché quel giorno internet va a
        carbonella...non hai capito una mazzasi tratta di usare per le procedure amministrative delle interfacce web standard INTERNAMENTE alla rete (intranet) dell'ente
        • shevathas scrive:
          Re: Il vero risparmio

          si tratta di usare per le procedure
          amministrative delle interfacce web standard
          INTERNAMENTE alla rete (intranet)
          dell'enteè solo una parte dei lavori che competono all'ente. E per certe pratiche non puoi usare le interfacce web.
    • bradipao scrive:
      Re: Il vero risparmio
      - Scritto da: Trollone
      è ridurre le SETTEMILA postazioni di almeno un 50%

      Mi spiegate cosa se ne fanno tutti di un
      pacchetto office?Effettivamente nel 95% dei casi è la necessità di un word proXXXXXr con capacità di formattare in BOLD e ITALIC... il WRITE di win31 avanzerebbe.
  • qualcuno scrive:
    Sarà vero?
    Vogliono davvero migrare o vogliono solo spillare un po' di soldi sottobanco a M$?Ogni volta che si parla di adottare software open i commerciali corrono in massa a blandire, offrire favori e fare di tutto per sabotare l'iniziativa.Ci crederò solo quando il piano sarà completato e in funzione.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Sarà vero?
      - Scritto da: qualcuno
      Vogliono davvero migrare o vogliono solo spillare
      un po' di soldi sottobanco a
      M$?Vogliono migrare perché cosi' giustificano tutti i dipendenti pubblici che hanno assunto...
  • Savio Saverio scrive:
    E i soldi risparmiati
    E i soldi risparmiati dalle licenze Microsoft verranno spesi per la formazione dei dipendenti (e per esperti di LibreOffice che risolvono le magagne, ma quelli si pagavano anche con Microsoft, solo in genere vengono compresi nel prezzo); almeno all'inizio è così. :Il risparmio si vede sul lungo periodo.
    • Internetcrazia scrive:
      Re: E i soldi risparmiati
      soldi in licenze microsoft = volo diretto per microsoft corporation USAformazione dipendenti = soldi spesi per l'indotto in ITALIA...magari qualche giovane laureato costretto a servire panini al mc donald's potrà tornare a sperare di fare un lavoro per la quale i genitori hanno buttato il sangue per pagargli gli studi!
      • Savio Saverio scrive:
        Re: E i soldi risparmiati
        - Scritto da: Internetcrazia
        soldi in licenze microsoft = volo diretto per
        microsoft corporation
        USA
        formazione dipendenti = soldi spesi per l'indotto
        in ITALIA...magari qualche giovane laureato
        costretto a servire panini al mc donald's potrà
        tornare a sperare di fare un lavoro per la quale
        i genitori hanno buttato il sangue per pagargli
        gli
        studi!Questi però sono ragionamenti che esulano dal discorso Microsoft Office e LibreOffice. "Se gli italiani comprassero solo auto italiane la Fiat non sarebbe costretta a ridimensionare il personale". Che discorsi. Tutto vero, sia chiaro, ma non puoi imporre il patriottismo per legge. E gli italiani, sotto questo aspetto, sono i meno patriottici del mondo.
        • snoopy scrive:
          Re: E i soldi risparmiati
          - Scritto da: Savio Saverio
          - Scritto da: Internetcrazia


          soldi in licenze microsoft = volo diretto per

          microsoft corporation

          USA

          formazione dipendenti = soldi spesi per
          l'indotto

          in ITALIA...magari qualche giovane laureato

          costretto a servire panini al mc donald's
          potrà

          tornare a sperare di fare un lavoro per la
          quale

          i genitori hanno buttato il sangue per
          pagargli

          gli

          studi!

          Questi però sono ragionamenti che esulano dal
          discorso Microsoft Office e LibreOffice. "Se gli
          italiani comprassero solo auto italiane la Fiat
          non sarebbe costretta a ridimensionare il
          personale". Che discorsi. Tutto vero, sia chiaro,
          ma non puoi imporre il patriottismo per legge. E
          gli italiani, sotto questo aspetto, sono i meno
          patriottici del
          mondo.- uno è un software opensource, l'altro un prodotto proprietario.- uno ti fa pagare la licenza, soldi pubblici che vanno "a fondo perso" all'estero- l'altro permette a chiunque di accedere ai sorgenti e modificarlo/migliorarlodi fatto io posso lavorarci a fondo perso e tutti ne beneficiano, qualunque software house può ricevere una commessa per lavorarci e tutti ne beneficiano, i comuni/regioni/stato possono investirci e tutti ne beneficianodi fatto posso creare posti di lavoro di qualità, avere un prodotto migliore e far uscire delgli ingegneri dalla disoccupazione
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: snoopy
            di fatto io posso lavorarci a fondo perso e tutti
            ne beneficiano, qualunque software house può
            ricevere una commessa per lavorarci e tutti ne
            beneficiano, i comuni/regioni/stato possono
            investirci e tutti ne
            beneficiano

            di fatto posso creare posti di lavoro di qualità,
            avere un prodotto migliore e far uscire delgli
            ingegneri dalla
            disoccupazioneHo l'impressione che si voglia vedere a tutti i costi un intento filantropico che la provincia di Bolzano non aveva affatto. LibreOffice è gratis, è a sorgente aperto, le direttive italiane caldeggiano l'adozione di standard a sorgente aperto (almeno sulla carta), ergo lo si installa. Tutto qua.Sarà da vedere se i primi anni il beneficio economico ci sarà, come ho già detto, perché i corsi di aggiornamento del personale non sono "a sorgente aperto", no no, si pagano secondo le leggi di mercato. E nemmeno l'assistenza tecnica. :|
          • snoopy scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: snoopy


            di fatto io posso lavorarci a fondo perso e
            tutti

            ne beneficiano, qualunque software house può

            ricevere una commessa per lavorarci e tutti
            ne

            beneficiano, i comuni/regioni/stato possono

            investirci e tutti ne

            beneficiano



            di fatto posso creare posti di lavoro di
            qualità,

            avere un prodotto migliore e far uscire
            delgli

            ingegneri dalla

            disoccupazione

            Ho l'impressione che si voglia vedere a tutti i
            costi un intento filantropico che la provincia di
            Bolzano non aveva affatto. LibreOffice è gratis,
            è a sorgente aperto, le direttive italiane
            caldeggiano l'adozione di standard a sorgente
            aperto (almeno sulla carta), ergo lo si installa.
            Tutto
            qua.

            Sarà da vedere se i primi anni il beneficio
            economico ci sarà, come ho già detto, perché i
            corsi di aggiornamento del personale non sono "a
            sorgente aperto", no no, si pagano secondo le
            leggi di mercato. E nemmeno l'assistenza tecnica.

            :|mmh, io non voglio vedere niente a nessun costo.ribadivo quello che ha detto Internetcraziaripeto: ogni centesimo investito in loco permette di creare posti di lavoro e know how in locoogni centesimo investito in un prodotto closed source se ne va all'estero, in loco al massimo permette di creare lavoro tipo rivenditori, installatori,...secondo te, per una regione, una provincia o uno stato; dove sarebbe auspicabile investire? anche se fosse 10 volte più costoso andrebbe fatto (tenendo conto delle gravissime perdite date da una scelta, e dagli enormi benefici dati dall'altra)!
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: snoopy
            ripeto: ogni centesimo investito in loco permette
            di creare posti di lavoro e know how in
            locoAttenzione alla differenza fra investire e gettare dalla finestra, che illustrerò fra poco.
            ogni centesimo investito in un prodotto closed
            source se ne va all'estero, in loco al massimo
            permette di creare lavoro tipo rivenditori,
            installatori,...Che coi tempi che corrono non vanno buttati via. :-)Acquistando e utilizzando un'auto della polizia di marca estera una parte dei soldi vanno inevitabilmente all'estero, verissimo, ma se i prezzi sono concorrenziali con quelle italiane di pari fascia, è davvero il caso di salassare i contribuenti e fare la scelta patriottica, che é più costosa?[img]http://www.comune.merano.bz.it/it/attualita/285.asp?aktuelles_action=300&aktuelles_image_id=537412[/img]Alla fine il meccanico locale è italiano.
            secondo te, per una regione, una provincia o uno
            stato; dove sarebbe auspicabile investire? anche
            se fosse 10 volte più costoso andrebbe fatto
            (tenendo conto delle gravissime perdite date da
            una scelta, e dagli enormi benefici dati
            dall'altra)!No: secondo me, e credo anche secondo molti altri, la scelta migliore è quella che fa risparmiare più soldi. In totale, si intende, non parlo della licenza del software, che è solo una delle tante voci.Non è compito delle province o dei Comuni, coi loro problemi di bilancio, dare una spinta all'economia e risolvere la disoccupazione. Ho abbastanza anni per ricordarmi che questo avveniva nei decenni precedenti la crisi del 1993: sostanzialmente si assumevano i lavoratori licenziati da aziende decotte dentro le poste, o dentro l'amministrazione comunale o provinciale. Risultato: il rapporto debito Pil in Italia oggi è del 130 %.E la disoccupazione è diminuita giusto per il numero di anni in cui questo "giochetti" era possibile farli. Quindi attenzione a vedere nelle scelte della Provincia un regalo a disoccupati qualificati: certi regali si pagano molto cari.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Attenzione alla differenza fra investire e
            gettare dalla finestra, che illustrerò fra
            poco.Non e' una banale questione di costi.E' una questione soprattutto di LIBERTA' E FORMATI APERTI.Una PA non puo' legarsi polsi, cavigli e collo ad una catena, la cui impugnatura sta nelle mani della multinazionale americana.E questa liberta' non ha un costo calcolabile. E' una esigenza IRRINUNCIABILE.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa

            Attenzione alla differenza fra investire e

            gettare dalla finestra, che illustrerò fra

            poco.

            Non e' una banale questione di costi.
            E' una questione soprattutto di LIBERTA' E
            FORMATI
            APERTI.I soldi non crescono sugli alberi nemmeno nella PA.
            Una PA non puo' legarsi polsi, cavigli e collo ad
            una catena, la cui impugnatura sta nelle mani
            della multinazionale
            americana.

            E questa liberta' non ha un costo calcolabile.
            E' una esigenza IRRINUNCIABILE.Se verrà fissata per legge, avverrà così. In Cina hanno già deciso di abbandonare i formati chiusi (leggi: formati americani) e usare solo software a codice aperto. http://punto-informatico.it/517223/PI/News/cina-verso-autarchia-digitale.aspxIn attesa di una legge davvero vincolante per le PA, l'esempio della provincia di Bolzano farà da apripista per il resto d'Italia: nel senso, "vediamo un po' come va a finire". L'esito non è scontato.
          • sgabbinetto scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            Non e' una banale questione di costi.
            E' una questione soprattutto di LIBERTA' E
            FORMATI
            APERTI.

            Una PA non puo' legarsi polsi, cavigli e collo ad
            una catena, la cui impugnatura sta nelle mani
            della multinazionale
            americana.

            E questa liberta' non ha un costo calcolabile.
            E' una esigenza IRRINUNCIABILE.Da quando l'Office Open XML è un formato chiuso?E da quando con Office non puoi salvare nei formati OpenDocument?
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: sgabbinetto

            E' una esigenza IRRINUNCIABILE.
            Da quando l'Office Open XML è un formato chiuso?Da sempre, visto che non rispetta le specifiche depositate all'ISO.
            E da quando con Office non puoi salvare nei
            formati
            OpenDocument?Da sempre.Il software M$ volutamente non salva in ODT, e sempre volutamente introduce degli errori di formattazione, senza parlare dei popup con tono minaccioso che fa uscire con messaggi del tipo "Questo non e' un formato sicuro. Per il tuo (e per il nostro) bene, meglio se converti al nostro formato chiuso!"
          • sgabbinetto scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            Da sempre, visto che non rispetta le specifiche
            depositate
            all'ISO.Falso, fino alla versione 2010 di Office non c'era il supporto completo, quindi, ciò che salvava rientrava comunque nelle specifiche, dalla versione 2013 il supporto è completo.
            Da sempre.
            Il software M$ volutamente non salva in ODT, e
            sempre volutamente introduce degli errori di
            formattazione, senza parlare dei popup con tono
            minaccioso che fa uscire con messaggi del tipo
            "Questo non e' un formato sicuro. Per il tuo (e
            per il nostro) bene, meglio se converti al nostro
            formato
            chiuso!"Falso anche questo, è dalla versione SP2 di Office 2007 che è stato introdotto salvataggio in OpenDocument, mentre sia in Office 2010 che nel 2013 è supportato dall'inizio.A memoria affermo anche che alla prima apertura Office 2013 chiede quale dei 2 formati utilizzare di default senza dire nulla rigurado a formati non sicuri, o al tuo bene, o altre fesserie che ti passano per la testa
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: sgabbinetto
            - Scritto da: panda rossa

            Da sempre, visto che non rispetta le
            specifiche

            depositate

            all'ISO.
            Falso, fino alla versione 2010 di Office non
            c'era il supporto completo, quindi, ciò che
            salvava rientrava comunque nelle specifiche,
            dalla versione 2013 il supporto è
            completo.Quindi vero.La PA non ha la versione 2013, e quindi PER TUA STESSA AMMISSIONE, la PA si trova ad avere (e pagare) per una versione senza supporto completo.

            Da sempre.

            Il software M$ volutamente non salva in ODT,
            e

            sempre volutamente introduce degli errori di

            formattazione, senza parlare dei popup con
            tono

            minaccioso che fa uscire con messaggi del
            tipo

            "Questo non e' un formato sicuro. Per il tuo
            (e

            per il nostro) bene, meglio se converti al
            nostro

            formato

            chiuso!"
            Falso anche questo, è dalla versione SP2 di
            Office 2007 che è stato introdotto salvataggio in
            OpenDocument, mentre sia in Office 2010 che nel
            2013 è supportato dall'inizio.Office 2007 gestiva il formato Open Document in modo disgustoso.Per non parlare del ribbon che ha impedito il passaggio alla nuova versione in migliaia di uffici rimasti ancora con 2003.
            A memoria affermo anche che alla prima apertura
            Office 2013 chiede quale dei 2 formati utilizzare
            di default senza dire nulla rigurado a formati
            non sicuri, o al tuo bene, o altre fesserie che
            ti passano per la testa[img]http://www.neowin.net/images/uploaded/office2010prompt.png[/img]Leggi l'ultima frase. Dice piu' o meno: "Sappi che se scegli questo formato (ODT) e poi perdi qualcosa, non lamentarti con noi."
          • sgabbinetto scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi vero.
            La PA non ha la versione 2013Che ne sai che non avrebbero acquistato quella?
            e quindi PER TUA
            STESSA AMMISSIONE, la PA si trova ad avere (e
            pagare) per una versione senza supporto
            completo.La PA si troverebbe un prodotto che supporta completamente ciò che esso fa e ciò che fanno le versioni precedenti.
            Office 2007 gestiva il formato Open Document in
            modo
            disgustoso.Puoi descrivercelo?
            Per non parlare del ribbon che ha impedito il
            passaggio alla nuova versione in migliaia di
            uffici rimasti ancora con 2003.Ti stai già aggrappando all'interfaccia? Ma l'hai mai utilizzata quella di OpenOffice?

            Leggi l'ultima frase. Dice piu' o meno: "Sappi
            che se scegli questo formato (ODT) e poi perdi
            qualcosa, non lamentarti con
            noi."E' una tua libera interpretazione.Essendo formati diversi è ovvio che non sono garantite le stesse feature.http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_Office_Open_XML_and_OpenDocumentSimili, ma non identici, appunto.Comunque non riesco a visualizzare l'immagine, mi ritorna "You don't have permission to access /images/uploaded/office2010prompt.png on this server"Era identica a questa quella che hai postato?[img]http://officeimg.vo.msecnd.net/en-gb/files/198/655/ZA101878958.jpg[/img]In ogni caso dice solo la verità...
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sgabbinetto



            E' una esigenza IRRINUNCIABILE.

            Da quando l'Office Open XML è un formato
            chiuso?

            Da sempre, visto che non rispetta le specifiche
            depositate
            all'ISO.


            E da quando con Office non puoi salvare nei

            formati

            OpenDocument?

            Da sempre.
            Il software M$ volutamente non salva in ODT, e
            sempre volutamente introduce degli errori di
            formattazione, senza parlare dei popup con tono
            minaccioso che fa uscire con messaggi del tipo
            "Questo non e' un formato sicuro. Per il tuo (e
            per il nostro) bene, meglio se converti al nostro
            formato
            chiuso!"Concordo pienamente...
          • nome e cognome scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            Da sempre, visto che non rispetta le specifiche
            depositate
            all'ISO.XXXXXXX.
            Da sempre.
            Il software M$ volutamente non salva in ODT, e
            sempre volutamente introduce degli errori di
            formattazione, senza parlare dei popup con tono
            minaccioso che fa uscire con messaggi del tipo
            "Questo non e' un formato sicuro. Per il tuo (e
            per il nostro) bene, meglio se converti al nostro
            formato
            chiuso!"Perché quella XXXXXta di ODT non è ancora uno standard approvato.
          • vac scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Ma tu ci hai provato?
          • sgabbinetto scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: vac
            Ma tu ci hai provato?Io sì, tu?
          • collione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            non dire XXXXXXXdocx e compagnia sono standard, ma la documentazione è ( per usare un eufemismo ) una cagata pazzescal'approvazione avvenne in tempi record ( impossibili ed innaturali ), la documentazione risultò pesantemente inadeguate, da più parti di parlò di mazzette pagate per far approvare tale standard rapidamenteriguardo le capacità di export di office, supporta opendocument solo dal 2010 in poi ( e solo perchè l'UE li ha minacciati di farli a pezzi )interessante notare la scritta che dice che alcuni elementi vengono persi se si usano formati opendocument ( e dovrebbero spiegarmi perchè mai!!! )
          • nome e cognome scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            interessante notare la scritta che dice che
            alcuni elementi vengono persi se si usano formati
            opendocument ( e dovrebbero spiegarmi perchè
            mai!!!
            )mica ci vuole molto a spiegartelo: quella XXXXX di opendocument, nella versione che è stata standardizzata non descrive nemmeno la sintassi delle formule. Non è un caso se da sempre i vari shitoffice scrivono per default in opendocument 1.2 che NON è standard ISO e solo dal 2011 è stato ratificato da OASIS. E comunque la scritta esce anche se decidi di usare un formato office obsoleto, e anche qui il motivo è ovvio...
          • snoopy scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            Acquistando e utilizzando un'auto della polizia
            di marca estera una parte dei soldi vanno
            inevitabilmente all'estero, verissimo, ma se i
            prezzi sono concorrenziali con quelle italiane di
            pari fascia, è davvero il caso di salassare i
            contribuenti e fare la scelta patriottica, che é
            più
            costosa?

            [img]http://www.comune.merano.bz.it/it/attualita/2

            Alla fine il meccanico locale è italiano.ma infatti, non si sta parlando di favorire una ditta a dispetto di un'altra.si sta parlando di utilizzare un prodotto open source! se tutti i progetti della fiat fossero open source e qualunque ditta/persona/istituto scolastico potesse accederci, imparare e contribuire ad avere un'auto migliore, allora il tuo paragone sarebbe uguale. Questo permetterebbe di accrescere il livello di know how interno, permetterebbe di far nascere tante piccole/medie imprese di "alto livello". Chi lo farà per primo diventerà anche un punto di riferimento per sviluppo e consulenza,...



            secondo te, per una regione, una provincia o
            uno

            stato; dove sarebbe auspicabile investire?
            anche

            se fosse 10 volte più costoso andrebbe fatto

            (tenendo conto delle gravissime perdite date
            da

            una scelta, e dagli enormi benefici dati

            dall'altra)!

            No: secondo me, e credo anche secondo molti
            altri, la scelta migliore è quella che fa
            risparmiare più soldi. In totale, si intende, non
            parlo della licenza del software, che è solo una
            delle tante
            voci.

            Non è compito delle province o dei Comuni, coi
            loro problemi di bilancio, dare una spinta
            all'economia e risolvere la disoccupazione. il comune o la provincia a bilancio deve mettere anche i disoccupati, il disagio sociale,... Esempio scemo: se per fare le statue prendo il marmo cinese probabilmente mi diranno bravo per aver speso poco, ma alla fine le cave chiudono, i trasportatori chiudono, gli scultori chiudono, la segretaria della cava si trova a casa, l'artigianato e la conoscienza acquisita in secoli se ne va. Anche questo va a bilanci a lungo termine, certo, magari a fine anno ho i conti in positivo... i tuoi figli probabilmente no...
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: snoopy

            Non è compito delle province o dei Comuni, coi

            loro problemi di bilancio, dare una spinta

            all'economia e risolvere la disoccupazione.

            il comune o la provincia a bilancio deve mettere
            anche i disoccupati, il disagio sociale,...Costa meno pagare l'Indennità di disoccupazione ASpI, che è fissa,che assumere con contratti "a tempo indeterminato" persone per svolgere un lavoro che fanno ditte esterne a un quarto del costo. "A tempo indeterminato" fra virgolette, perché quando i soldi per questi sussidi mascherati alla disoccupazione non ci sono più il contratto cessa comunque.Ed è sucXXXXX più volte, nella storia recente.
            Esempio scemo: se per fare le statue prendo il
            marmo cinese probabilmente mi diranno bravo per
            aver speso poco, ma alla fine le cave chiudono, i
            trasportatori chiudono, gli scultori chiudono, la
            segretaria della cava si trova a casa,
            l'artigianato e la conoscienza acquisita in
            secoli se ne va. Anche questo va a bilanci a
            lungo termine, certo, magari a fine anno ho i
            conti in positivo... i tuoi figli probabilmente
            no...Sono oltre trent'anni anni che lo Stato italiano non si può permettere di pensare al futuro. E così i Comuni. Cerchino di gestire il giorno per giorno e avere un bilancio perlomeno in pareggio, che è già difficile così.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Costa meno pagare l'Indennità di disoccupazione
            ASpI, che è
            fissa,che neanche dovrebbe esserci nel 2013,poichè la nostra costituzione è fondata sul lavoro.
            che assumere con contratti "a tempo
            indeterminato" persone per svolgere un lavoro che
            fanno ditte esterne a un quarto del costo.Tutti dovrebbero avere un contratto a tempo indeterminato,sai perchè ?Le persone non mangiano solo quando lavorano,non hanno un interruttore dietro la schiena che lo metti su OFF e tanti saluti.
            "A tempo indeterminato" fra virgolette, perché
            quando i soldi per questi sussidi mascherati alla
            disoccupazione non ci sono più il contratto cessa
            comunque.
            Ed è sucXXXXX più volte, nella storia recente.Storia di un Paese che nno ha mai funzionato,che ha sempre fatto discriminazioni,che se n'è sempre fregato del cittadino mentre i politici prendevano più di 10.000 Euro al mese
            Sono oltre trent'anni anni che lo Stato italiano
            non si può permettere di pensare al futuro. E
            così i Comuni.Un Paese che non pensa al futuro è un Paese morto e destinato al declino,non è che puoi improvvisare (come si sta facendo ora).
            Cerchino di gestire il giorno per giorno e avere
            un bilancio perlomeno in pareggio, che è già
            difficile
            così.Chiediamoci perchè ...
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Etype

            Costa meno pagare l'Indennità di disoccupazione

            ASpI, che è

            fissa,

            che neanche dovrebbe esserci nel 2013,poichè la
            nostra costituzione è fondata sul
            lavoro.Se davvero credi in ciò che scrivi, manda la questione alla Corte Costituzionale. Magari è la volta che abrogano non solo l'ASpI, ma le varie casse integrazioni e mobilità.

            che assumere con contratti "a tempo

            indeterminato" persone per svolgere un lavoro
            che

            fanno ditte esterne a un quarto del costo.

            Tutti dovrebbero avere un contratto a tempo
            indeterminato,sai perchè
            ?No, perché?
            Le persone non mangiano solo quando lavorano,non
            hanno un interruttore dietro la schiena che lo
            metti su OFF e tanti
            saluti.Agli imprenditori non piace fallire, sai com'è.Se diminuendo il personale possono salvarsi le terga, lo fanno.

            "A tempo indeterminato" fra virgolette, perché

            quando i soldi per questi sussidi mascherati
            alla

            disoccupazione non ci sono più il contratto
            cessa

            comunque.

            Ed è sucXXXXX più volte, nella storia recente.
            Storia di un Paese che nno ha mai funzionato,che
            ha sempre fatto discriminazioni,che se n'è sempre
            fregato del cittadino mentre i politici
            prendevano più di 10.000 Euro al
            meseBenvenuto in Italia.Storia di una Paese che é sempre stato così, si è sempre saputo che era così, ma ci si lamenta solo quando le cose volgono al peggio per noi stessi.

            Sono oltre trent'anni anni che lo Stato italiano

            non si può permettere di pensare al futuro. E

            così i Comuni.

            Un Paese che non pensa al futuro è un Paese morto
            e destinato al declino,non è che puoi
            improvvisare (come si sta facendo
            ora).L'Italia è un Paese morto, infatti.Però sarebbe anche il caso di prenderne atto, e smettere di coltivare illusioni.

            Cerchino di gestire il giorno per giorno e avere

            un bilancio perlomeno in pareggio, che è già

            difficile

            così.

            Chiediamoci perchè ...Con un rapporto debito pubblico Pil del 130 %, mi stupirebbe il contrario.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Se davvero credi in ciò che scrivi, manda la
            questione alla Corte Costituzionale. Hanno fatto rietrare cose che nella costituzione non dovevano mai entrarci.Questo solo per il bene di pochi eh.Mi pare il minimo riscriverla per il bene del popolo.
            Magari è la
            volta che abrogano non solo l'ASpI, ma le varie
            casse integrazioni e
            mobilità.Queste sono il contentino per far stare buono il disoccupato inizialmente.Dopodichè lo stato se ne frega altamente se finisci per strada o meno..Benchè in forma diversa,questi sussidi sono previsti anche in altri stati,però è un problema solo in Italia,che strano eh.
            No, perché?vuoi anche una risposta,oppure hai un interruttore sulla schiena ? :D
            Agli imprenditori non piace fallire, sai com'è.
            Se diminuendo il personale possono salvarsi le
            terga, lo
            fanno.Gli imprenditori falliscono ugualmente.Meno dipendenti = meno lavoro = meno incassi per l'imprenditore stesso ...alla fine fallisce comunque.Quello che tu dici è solo un prender tempo,alla fine falliranno comunque.Un imprenditore senza dipendenti non può fare nulla.
            Benvenuto in Italia.
            Storia di una Paese che é sempre stato così, si è
            sempre saputo che era così, ma ci si lamenta solo
            quando le cose volgono al peggio per noi
            stessi.Quando i problemi sono di pochi,il resto del Paese se ne fregaQuando il problema sarà di tutti o quasi allora voglio vedere.
            L'Italia è un Paese morto, infatti.
            Però sarebbe anche il caso di prenderne atto, e
            smettere di coltivare
            illusioni.Più che altro sarebbe meglio prenderne atto,passare ad una democrazia diretta e far presente quali siano i veri problemi del popolo e non della casta,risolvendoli una volta per sempre.
            Con un rapporto debito pubblico Pil del 130 %, mi
            stupirebbe il
            contrario.Il debito non si è creato dall'oggi al domani,in Italia ogni volta che si commette un illecito stranamente non si riesce mai ad arrivare alla fonte,nessuno è colpevole,nessuno è responsabile di niente...tanto paga il cittadino.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Etype
            Hanno fatto rietrare cose che nella costituzione
            non dovevano mai entrarci.Questo solo per il bene
            di pochi eh.Mi pare il minimo riscriverla per il
            bene del
            popolo.Insomma, deciditi: o si abroga l'ASpI, perché é in contrasto con l'art. 1, o si riscrive la Costituzione. Non si può avere tutto dalla vita. :-)

            Magari è la

            volta che abrogano non solo l'ASpI, ma le varie

            casse integrazioni e

            mobilità.

            Queste sono il contentino per far stare buono il
            disoccupato
            inizialmente.Un disoccupato contrario alla costituzione, perché essendo la Repubblica fondata sul lavoro, come mi ricordi tu, i disoccupati non dovrebbero esistere.
            Dopodichè lo stato se ne frega altamente se
            finisci per strada o
            meno..E vorrei ben vedere!Lo Stato baby sitter è finito da un pezzo. Per la verità non sarebbe mai dovuto nascere, ma è un fatto che in una fase della storia ha avuto quel ruolo. Speriamo non ci siano revival in tal senso.
            Benchè in forma diversa,questi sussidi sono
            previsti anche in altri stati,però è un problema
            solo in Italia,che strano
            eh.Non è un problema. Il problema sarà trovare i soldi a copertura, quando andrà realmente a regime (esiste solo dal gennaio 2013, e i primi ad averne diritto saranno i disoccupati del 2014).

            No, perché?

            vuoi anche una risposta,oppure hai un
            interruttore sulla schiena ?
            :DVoglio capire bene.Non esistono gli interruttori sulla schiena, ma nemmeno i soldi che crescono sugli alberi.

            Agli imprenditori non piace fallire, sai com'è.

            Se diminuendo il personale possono salvarsi le

            terga, lo

            fanno.

            Gli imprenditori falliscono ugualmente.Meno
            dipendenti = meno lavoro = meno incassi per
            l'imprenditore stesso ...alla fine fallisce
            comunque.Boh... strano ragionamento. Tutti gli imprenditori per guadagnare di più dovrebbero puntare a diventare grandi come la General Motors.Se per un imprenditore il lavoro è costituito da commesse, e le commesse diminuiscono, per restare sul mercato dovrà diminuire anche il numero di dipendenti. Diversamente, il prodotto finale gli costerebbe molto di più, e verrebbe escluso dal mercato.Il profitto per lui sarà uguale, o di poco inferiore, ma il rischio di fallire verrà allontanato.
            Quello che tu dici è solo un prender tempo,alla
            fine falliranno
            comunque.
            Un imprenditore senza dipendenti non può fare
            nulla.Ma chi ha scritto "senza dipendenti"?Con meno dipendenti.
            Quando i problemi sono di pochi,il resto del
            Paese se ne
            fregaTu compreso.
            Quando il problema sarà di tutti o quasi allora
            voglio
            vedere.Pure io. 8)

            L'Italia è un Paese morto, infatti.

            Però sarebbe anche il caso di prenderne atto, e

            smettere di coltivare

            illusioni.

            Più che altro sarebbe meglio prenderne
            atto,passare ad una democrazia diretta e far
            presente quali siano i veri problemi del popolo e
            non della casta,risolvendoli una volta per
            sempre.Non si può più. Il debito non diminuisce con la democrazia diretta. <I
            Game over. </I


            Con un rapporto debito pubblico Pil del 130 %,
            mi

            stupirebbe il

            contrario.

            Il debito non si è creato dall'oggi al domani,Prevalentemente dagli anni Settanta agli anni Novanta, in effetti.Per inciso, l'epoca in cui si assumevano disoccupati alle poste e in altre aziende statali e parastatali, e si andava in pensione dopo 19 anni 6 mesi e un giorno. Sarà un caso?
            in
            Italia ogni volta che si commette un illecito
            stranamente non si riesce mai ad arrivare alla
            fonte,nessuno è colpevole,nessuno è responsabile
            di niente...tanto paga il
            cittadino.Sarà per questo che le carceri sono vuote, e non ci sono mai sentenze di condanna. Sí sì.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Insomma, deciditi: o si abroga l'ASpI, perché é
            in contrasto con l'art. 1, o si riscrive la
            Costituzione. Non si può avere tutto dalla vita.
            :-)Puoi abrogare ASPI o altre indennità solo quando crei lavoro continuativo.Poi ci sono anche gli imprenditori furboni,ti assumono con qualifica più bassa possibile in modo da risparmiare,non ti pagano i giorni di prova,ti licenziano ufficialmente e poi ti si tengono a nero con paga ridotta,ovviamente controlli zero ....questo non lo dici,vero ?Ovviamente ci devi aggiungere molti imprenditori che dovrebbero fare ben altro nella vita,vista la loro incapacità nel portare avanti un'azienda.
            Un disoccupato contrario alla costituzione,Ma sei un troll ? sei per caso il depresso Real ?
            perché essendo la Repubblica fondata sul lavoro,
            come mi ricordi tu, i disoccupati non dovrebbero
            esistere.Appunto i disoccupati non dovrebbero esistere in teoria,una persona mangia del suo lavoro,punto.Oppure tu se non lavori vieni pagato lo stesso ?
            E vorrei ben vedere!Eh no caro,troppo comodo.Lo stato vuole i soldi ugualmente sia se tu lavori o meno.Lo stato ha diritti e doveri,ma anche il cittadino.Altrimenti anche il singonlo può dire "non pago più neanche un centesimo" vedi come implode una nazione in breve tempo.
            Lo Stato baby sitter è finito da un pezzo. Per la
            verità non sarebbe mai dovuto nascerePer non farlo nascere dovevi pensarci prima,ti ricordo che anche in Germania ed in altri stati sono previsti aiuti di questo tipo.
            ma è un fatto che in una fase della storia ha avuto quel
            ruolo. Speriamo non ci siano revival in tal
            senso.Tu augurati che questo governo fantoccio faccia qualcosa di concreto e che i salari torneranno ad un potere d'acquisto decente nei prossimi anni e non nel 2036 come preventivato.Di questo ti devi preoccupare.
            Non è un problema. Il problema sarà trovare i
            soldi a copertura, quando andrà realmente a
            regime (esiste solo dal gennaio 2013, e i primi
            ad averne diritto saranno i disoccupati del
            2014).Per la Tav ed altre opere inutili i soldi si son trovati e non stiamo parlando di monetine.
            Voglio capire bene.Oggi una persona non può vivere senza un lavoro. Più chiaro di così ?
            Non esistono gli interruttori sulla schiena, ma
            nemmeno i soldi che crescono sugli
            alberi.Perchè ne fai una questione personale ?Li prendono solo da te forse ?
            Boh... strano ragionamento. Tutti gli
            imprenditori per guadagnare di più dovrebbero
            puntare a diventare grandi come la General
            Motors.Smagliato...si son visti i risultati alla GM.In Italia la maggior parte delle imprese sono piccole e medie,non grandi.
            Se per un imprenditore il lavoro è costituito da
            commesse, e le commesse diminuiscono, per restare
            sul mercato dovrà diminuire anche il numero di
            dipendenti.Ho visto questi tipi di aziende,sono arrivate ad un punto tale dove le spese per rimanere a galla non erano più coperte...alla fine sono fallite tutte.Si inizia 100 dipendenti,poi 80-60-50 e così via,il lavoro è sempre di meno...quindi la mente malata di un imprenditore taglia subito sul personale (e non sulle spese superflue) e gli fa guadagnare tempo...alla fine fallisce.
            Diversamente, il prodotto finale gli
            costerebbe molto di più, e verrebbe escluso dal
            mercato.Diversifichi,prendi più clienti,usi altre strategie....se non sono sufficienti crollerai comunque è solo una questione di tempo.
            Il profitto per lui sarà uguale, o di poco
            inferiore, ma il rischio di fallire verrà
            allontanato.Profitto ? si parla di persone non di fogli di carta.Ho visto alcuni imprenditori lamentarsi della crisi e preoccuparsi della propria azienda....licenziando decine e decine di dipendenti...dopo poco si andava a comprare una bella macchina da 60.0000 euro,ma bada bene il costo erano quei 5 dipendenti eh ....
            Ma chi ha scritto "senza dipendenti"?
            Con meno dipendenti.che significa meno lavoro = meno guadagniLe centinania di aziende che oggi sono fallite hanno tutte fatto questo percorso ...riduzione eprsonale...poi ancora...meno lavoro...licenziamento -
            azienda fallita.
            Non si può più. Il debito non diminuisce con la
            democrazia diretta. <I
            Game over.
            </I
            Il debito è in parte vero,in parte costruito ad hoc per ottenere queste situazioni.Il debito può essere rinegoziato,di certo non salvi un Paese facendolo indebitare ancora di più con dei prestiti a tassi alti.
            Prevalentemente dagli anni Settanta agli anni
            Novanta, in
            effetti.E nessuno pagava un tubo,nessun governo ha mai preso provvedimenti alemno per arginarlo.Ogni governo faceva i propri interessi,in caso di magagne nessuno pagava.
            Per inciso, l'epoca in cui si assumevano
            disoccupati alle poste e in altre aziende statali
            e parastatali, e si andava in pensione dopo 19
            anni 6 mesi e un giorno. Sarà un
            caso?Disoccuapti che lavoravano oppure guadagnavano gratis ?Questa storiella poi non c'entra nulla,non èche tutti gli italiani hanno lavorato in massa alle poste creando un buco.
            Sarà per questo che le carceri sono vuote, e non
            ci sono mai sentenze di condanna. Sí
            sì.Hai mai visto un politico che conta in carcere ?Ne hai mai visto uno che frodava depredato da qualche ente statale per il recupero dei crediti in maniera rilevante ? NOIn carcere ci finisce chi ha commesso reati comuni,se sei un potente non ci finisci di certo,anzi rimani anche in parlamento.
          • inaltoasinistra scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Secondo me il parallelo con le auto non ha senso. Un conto è comprare auto Fiat che è una singola azienda e può benissimo non reinvestire niente, pensare solo agli azionisti e trovarsi nella XXXXX; un altro è creare un'economia locale di aziende che forniscono assistenza e modificano software basata sul libero mercato.È un grande investimento sul futuro, anche se nel breve periodo dovesse costare di più
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: inaltoasinistra
            Secondo me il parallelo con le auto non ha senso.
            Un conto è comprare auto Fiat che è una singola
            azienda e può benissimo non reinvestire niente,
            pensare solo agli azionisti e trovarsi nella
            XXXXX; un altro è creare un'economia locale di
            aziende che forniscono assistenza e modificano
            software basata sul libero
            mercato.Le aziende che forniscono assistenza e modificano programmi esistono già all'estero, e hanno filiali in Italia.Usiamo quelle, non foss'altro che costano meno.
            È un grande investimento sul futuro, anche se nel
            breve periodo dovesse costare di
            piùNon ci sono i soldi. Dura lex, sed lex. Risparmiare anche un euro per i Comuni e le province fa la differenza. Gli investimenti sul futuro li facciano in Germania, lò spread non riguarda solo i tassi di interesse, no no.
          • vac scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            D'accordo!Software libero =
            concorrenza libera.Se M$ vuole puo benissimo fare assistenza a Libre Office.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Non ci sono i soldi. Dura lex, sed lex.
            Risparmiare anche un euro per i Comuni e le
            province fa la differenza.Stranamente non ci sono i soldi solo quando una cosa si riferisce al popolo,in altri casi si trovano sempre...Il risparmio c'è già non comrpano le licenze,non hanno bisogno di cambiare OS,non devono comprare nuove macchine ...ti sembra poco ?
            Gli investimenti sul futuro li facciano in
            Germania, lò spread non riguarda solo i tassi di
            interesse, no
            no.Il tempo non lo puoi fermare,riguarda tutti.Lo spread è una truffa legalizzata,ti sei mai chiesto perchè è stato preso come riferimento con quello tedesco ? Lo spread non è mai esistito
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Savio Saverio

            Non ci sono i soldi. Dura lex, sed lex.

            Risparmiare anche un euro per i Comuni e le

            province fa la differenza.

            Stranamente non ci sono i soldi solo quando una
            cosa si riferisce al popolo,in altri casi si
            trovano sempre...Il risparmio c'è già non
            comrpano le licenze,non hanno bisogno di cambiare
            OS,non devono comprare nuove macchine ...ti
            sembra poco
            ?Sì, decisamente.Di un software gratis che anziché aiutarmi nel lavoro, cosa di cui ho bisogno, in quanto PA, me lo rende più complicato e oneroso, faccio volentieri a meno.

            Gli investimenti sul futuro li facciano in

            Germania, lò spread non riguarda solo i tassi di

            interesse, no

            no.
            Il tempo non lo puoi fermare,riguarda tutti.Lo
            spread è una truffa legalizzata,ti sei mai
            chiesto perchè è stato preso come riferimento con
            quello tedesco ? Lo spread non è mai
            esistitoBene, crogiolati in questa convinzione, allora. Intanto la Germania i soldi per pensare al futuro li ha. L'Italia può sempre provare con l'oro per la patria:[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/f/fc/Oro_alla_Patria,_consegna_delle_Fedi_d%27oro.jpg/350px-Oro_alla_Patria,_consegna_delle_Fedi_d%27oro.jpg[/img]In passato ha funzionato.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Sì, decisamente.
            Di un software gratis che anziché aiutarmi nel
            lavoro, cosa di cui ho bisogno, in quanto PA, me
            lo rende più complicato e oneroso, faccio
            volentieri a
            meno.Ma visto che il software della PA lo pago io, tu ti adegui!


            Gli investimenti sul futuro li facciano
            in


            Germania, lò spread non riguarda solo i
            tassi
            di


            interesse, no


            no.


            Il tempo non lo puoi fermare,riguarda
            tutti.Lo

            spread è una truffa legalizzata,ti sei mai

            chiesto perchè è stato preso come
            riferimento
            con

            quello tedesco ? Lo spread non è mai

            esistito

            Bene, crogiolati in questa convinzione, allora.
            Intanto la Germania i soldi per pensare al futuro
            li ha. Avendo migrato a linux da tempo, effettivamente la germania i soldi adesso li ha.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Solo a Monaco di Baviera sono migrati a Linux, non in tutta la Germania.E poi, appunto, loro i soldi ce li hanno. Noi no.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Solo a Monaco di Baviera sono migrati a Linux,
            non in tutta la
            Germania.E guarda caso, il Bayern ha vinto campionato, coppa e si e' preso Guardiola.
            E poi, appunto, loro i soldi ce li hanno. Noi no.Ce li hanno perche' risparmiano sulle licenze M$.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa

            E poi, appunto, loro i soldi ce li hanno.
            Noi
            no.

            Ce li hanno perche' risparmiano sulle licenze M$.Ma no, li avevano già prima che Microsoft fosse presente negli uffici della PA tedesca.Hanno un basso debito pubblico e un'imprenditoria che ancora produce qualcosa da esportare.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa



            E poi, appunto, loro i soldi ce li
            hanno.

            Noi

            no.



            Ce li hanno perche' risparmiano sulle
            licenze
            M$.

            Ma no, li avevano già prima che Microsoft fosse
            presente negli uffici della PA
            tedesca.
            Hanno un basso debito pubblico e un'imprenditoria
            che ancora produce qualcosa da
            esportare.E soprattutto usano linux e formati aperti.A noi interessa solo questo aspetto, visto che siamo in un forum di informatica.Per il resto, visto che tu stesso elogo la loro imprenditoria, non fai che confermare che passare all'open e' una scelta intelligente.
          • agente sgabbio missione Goldfinger scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            E soprattutto usano linux e formati aperti.
            A noi interessa solo questo aspetto, visto che
            siamo in un forum di
            informatica.
            Per il resto, visto che tu stesso elogo la loro
            imprenditoria, non fai che confermare che passare
            all'open e' una scelta
            intelligente.Ma trolli così spuodratamente o credi davvero a ciò che scrivi?
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: agente sgabbio missione Goldfinger
            - Scritto da: panda rossa

            E soprattutto usano linux e formati aperti.

            A noi interessa solo questo aspetto, visto
            che

            siamo in un forum di

            informatica.

            Per il resto, visto che tu stesso elogo la
            loro

            imprenditoria, non fai che confermare che
            passare

            all'open e' una scelta

            intelligente.
            Ma trolli così spuodratamente o credi davvero a
            ciò che
            scrivi?A differenza vostra, io difendo un ideale e lo faccio gratis.Voi invece difendete uno schifo, nel quale manco credete, solo per uno schifoso piatto di lenticchie rancide.Quindi siete voialtri quelli che trollate.
          • agente sgabbio missione Goldfinger scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            A differenza vostra, io difendo un ideale e lo
            faccio
            gratis.Ogni volta che qualcuno ti fa notare che imbratti di letame il forum te ne esci fuori con questa idiozia, sei così a corto di idee?Non ci sono più i troll di una volta
            Voi invece difendete uno schifo, nel quale manco
            credete, solo per uno schifoso piatto di
            lenticchie
            rancide.Quando ho difeso cosa?
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: agente sgabbio missione Goldfinger
            - Scritto da: panda rossa

            A differenza vostra, io difendo un ideale e
            lo

            faccio

            gratis.
            Ogni volta che qualcuno ti fa notare che imbratti
            di letame il forum te ne esci fuori con questa
            idiozia, sei così a corto di
            idee?Non sono io che parlo di M$.Quindi le accuse di imbrattare di letame il forum le puoi anche rigirare ad altri.
            Non ci sono più i troll di una voltaGia'.Una volta c'era Fiber.Oggi c'e' questo saverio...

            Voi invece difendete uno schifo, nel quale
            manco

            credete, solo per uno schifoso piatto di

            lenticchie

            rancide.
            Quando ho difeso cosa?Attacchi me, quindi difendi M$.
          • agente sgabbio missione Goldfinger scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Sei veramente un trollino di poco conto, non sei neanche agli inizi, impara qualcosa: http://trololobros.weebly.com/lessons-0-the-basics.html
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Sì, decisamente.A scelta :1) imprenditore frustrato sull'orlo del fallimento2) Dipendente frustrato che per un motivo non vuole uscire dalle sue abitudini3) Lavori direttamente o indirettamente per Ms ....
            Di un software gratis che anziché aiutarmi nel
            lavoroUn unica versione su tutti i sitemi
            cosa di cui ho bisogno, in quanto PA, me
            lo rende più complicato e oneroso, faccio
            volentieri a
            meno.Assolutamente falso e sei di parte lo abbiamo capito.
            Bene, crogiolati in questa convinzione, allora.Non è una convinzione è la realtà,solo che i media te lo fanno credere perchè così fa comodo a qualcuno...da quando hai sentito questo termine e questa importanza? chieditelo ..
            Intanto la Germania i soldi per pensare al futuro
            li ha. L'Italia può sempre provare con l'oro per
            la
            patriaLa Germania ha sempre avuto un certo grado di efficienza,nonostante non sia tutto oro quello che luccica.In Italia invece abbiamo avuto una classe politica che si è sempre fatta gli affari propri anche quando vedeva la nave imbarcare acqua,il popolo non ha saputo togliergli il potere.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Acquistando e utilizzando un'auto della polizia
            di marca estera una parte dei soldi vanno
            inevitabilmente all'estero, verissimo, ma se i
            prezzi sono concorrenziali con quelle italiane di
            pari fascia, è davvero il caso di salassare i
            contribuenti e fare la scelta patriottica, che é
            più
            costosa?

            [img]http://www.comune.merano.bz.it/it/attualita/2

            Alla fine il meccanico locale è italiano.Di quali auto stiamo parlando ? I pezzi di ricambio non li consideri ?E' più facile trovare un pezzo di ricambio italiano o tedesco ?Quale dei 2 ti viene a costare di più in caso di sostituzione ed entro quanto tempo ?Ho visto auto della Polizia BMW,TOYOTA,ecc ....a che serve avere auto della polizia estere e di alta cilindrata ? Solo a spedendere di più per i pezzi di ricambio e a consumare più carburante,per i tempi che corrono una vera genialata.
            No: secondo me, e credo anche secondo molti
            altri, la scelta migliore è quella che fa
            risparmiare più soldi. In totale, si intende, non
            parlo della licenza del software, che è solo una
            delle tante
            voci.E lo hanno fatto,quali sarebbero questi costi nascosti ?
            Non è compito delle province o dei Comuni, coi
            loro problemi di bilancio, dare una spinta
            all'economia e risolvere la disoccupazione.Direttamente o indirettamente è tutto collegato.
            Ho abbastanza anni per ricordarmi che questo
            avveniva nei decenni precedenti la crisi del
            1993: sostanzialmente si assumevano i lavoratori
            licenziati da aziende decotte dentro le poste, o
            dentro l'amministrazione comunale o provinciale.
            Risultato: il rapporto debito Pil in Italia oggi
            è del 130
            %.In Italia le cose vanno così perchè i controlli sono ZERO,chi è ai piani alti fa quel che gli pare senza disturbato.
            E la disoccupazione è diminuita giusto per il
            numero di anni in cui questo "giochetti" era
            possibile farli. Non si è mai voluto fare le cose sul serio,questo è il problema.
            Quindi attenzione a vedere nelle
            scelte della Provincia un regalo a disoccupati
            qualificati: certi regali si pagano molto
            cari.Basta mettere le persone giuste al posto giusto e fare controlli.Non mi ricordo se era sempre Bolzano,ma da quelle parti hanno anche sostituito sistemi server di Ms con Linux...risultato ? risparmiano migliaia di euro per licenze,programmi Antivirus,ecc ...All'interno non è cambiato nulla,il tecnico c'era prima e il tecnico c'e ora.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Etype

            Acquistando e utilizzando un'auto della polizia

            di marca estera una parte dei soldi vanno

            inevitabilmente all'estero, verissimo, ma se i

            prezzi sono concorrenziali con quelle italiane
            di

            pari fascia, è davvero il caso di salassare i

            contribuenti e fare la scelta patriottica, che é

            più

            costosa?




            [img]http://www.comune.merano.bz.it/it/attualita/2



            Alla fine il meccanico locale è italiano.

            Di quali auto stiamo parlando ? I pezzi di
            ricambio non li consideri
            ?
            E' più facile trovare un pezzo di ricambio
            italiano o tedesco
            ?Quando siamo in UE, come nel caso della marca dell'auto della foto, è identico.
            Quale dei 2 ti viene a costare di più in caso di
            sostituzione ed entro quanto tempo
            ?Identico.
            Ho visto auto della Polizia BMW,TOYOTA,ecc ....a
            che serve avere auto della polizia estere e di
            alta cilindrata ? A compiti che le auto italiane non sono in grado di assolvere, perché non esistono in quella fascia.
            Solo a spedendere di più per i
            pezzi di ricambio e a consumare più
            carburante,per i tempi che corrono una vera
            genialata.Lascia decidere a polizia e a polizia municipale quali sono i mezzi più adatti per lavorare. La pelle contro i delinquenti la rischiano loro, non tu.Il grosso delle auto in dotazione alle forze di polizia sono Fiat e Alfa Romeo. Per compiti speciali, o specifici, ci si affida a marche estere.

            No: secondo me, e credo anche secondo molti

            altri, la scelta migliore è quella che fa

            risparmiare più soldi. In totale, si intende,
            non

            parlo della licenza del software, che è solo una

            delle tante

            voci.

            E lo hanno fatto,quali sarebbero questi costi
            nascosti
            ?Assistenza e riqualificazione dei dipendenti.E tempo, che nella società odierna equivale a denaro.

            Non è compito delle province o dei Comuni, coi

            loro problemi di bilancio, dare una spinta

            all'economia e risolvere la disoccupazione.

            Direttamente o indirettamente è tutto collegato.Fra poco chiederai l'istituzione della beneficenza comunale, dell'elemosina di Stato.

            Ho abbastanza anni per ricordarmi che questo

            avveniva nei decenni precedenti la crisi del

            1993: sostanzialmente si assumevano i lavoratori

            licenziati da aziende decotte dentro le poste, o

            dentro l'amministrazione comunale o provinciale.

            Risultato: il rapporto debito Pil in Italia oggi

            è del 130

            %.

            In Italia le cose vanno così perchè i controlli
            sono ZERO,chi è ai piani alti fa quel che gli
            pare senza
            disturbato.E il disoccupato che viene assunto per fare un lavoro che non serve a nulla grazie a un'idea del governo in carica non protesta di certo. Anzi, facile che lo voti alle prossime elezioni.Per la verità, alcuni disoccupati chiedono ancora simili iniziative. Senza alcun effetto, sia chiaro, perché di soldi da buttare dalla finestra non ce ne sono più.

            E la disoccupazione è diminuita giusto per il

            numero di anni in cui questo "giochetti" era

            possibile farli.

            Non si è mai voluto fare le cose sul serio,questo
            è il
            problema.E perché dovrebbero iniziare adesso?Sono 40 anni che va così. Mi sa che abbiamo disimparato ad essere seri.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Quando siamo in UE, come nel caso della marca
            dell'auto della foto, è
            identico.Come no,i pezzi (originali) vengono dall'estero,quindi hai spese maggiori sopra.
            Identico.Certo come no,basta convincersene.
            A compiti che le auto italiane non sono in grado
            di assolvere,
            perché non esistono in quella
            fascia.Falso,159....Quale compito ? No perchè persino una vecchia punto ti fa 180 Km come niente fosse eh....quindi falso il doppio.
            Lascia decidere a polizia e a polizia municipale
            quali sono i mezzi più adatti per lavorare. Come con la Lamboghini della polizia vero ? Quanto viene a costare quel gioiellino al popolo ? Adatti per lavorare ? Se ho visto fuoristrada da 60.000 Euro in posti perfettamente piani,dove neanche nevica sempre parcheggiati fuoai al comando,spesso più di una ....e dovrebbero decidere loro ?
            La pelle contro i delinquenti la rischiano loro, non
            tu.La pelle la rischiano i cittadini comuni visto la delinquenza che dilaga,non sono auto blindate.
            Il grosso delle auto in dotazione alle forze di
            polizia sono Fiat e Alfa Romeo.Come quelle dell'esercito,bastano ed avanzano....molte di esse sono anche al sopra di quello che serve.
            Per compiti speciali, o specifici, ci si affida a marche
            estere.L'economia italiana ringrazia.
            Assistenza e riqualificazione dei dipendenti.Quindi quando c'è stato il pasasggio da office 2003 al 2007 tutto gratis ?Perchè non prevedere strutture interne per questo genere di cose anzichè appalti esterni più costosi.
            E tempo, che nella società odierna equivale a
            denaro.il tempo come per tante altre cose,basta organizzarsi bene.il tempo è denaro ...ma il denaro non ti ridarà il tempo.
            Fra poco chiederai l'istituzione della
            beneficenza comunale, dell'elemosina di
            Stato.Tra poco neanche ci sarà più uno stato....
            E il disoccupato che viene assunto per fare un
            lavoro che non serve a nulla grazie a un'idea del
            governo in carica non protesta di certo. Anzi,
            facile che lo voti alle prossime
            elezioni.Un lavoro che non serve a nulla ? Io l'unico lavoro che ho visto che non serve a nulla è quello del politico,anche se lavoro non è la prola giusta.
            Per la verità, alcuni disoccupati chiedono ancora
            simili iniziative. Senza alcun effetto, sia
            chiaro, perché di soldi da buttare dalla finestra
            non ce ne sono
            più.I disoccupati chiedono lavoro,questo perchè è l'unico modo legale per vivere,altri nnon ce ne sono....se non puoi hai 2 alternative1) il suicidio.2) diventare un criminale.
            E perché dovrebbero iniziare adesso?Perchè se si persevera sulla strada sbagliata perchè fa comodo ai piani alti le basi tremeranno e verrà giù la baracca.
            Sono 40 anni che va così. Mi sa che abbiamo
            disimparato ad essere
            seri.Democrazia diretta,chi fa i propri interessi o non fa nulla,via dalle scatole e mai più al potere.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Etype
            Come no,i pezzi (originali) vengono
            dall'estero,quindi hai spese maggiori sopra.I pezzi che vengono dall'Italia hanno comunque un trasporto. Non li fabbrica il rivenditore di pezzi di ricambio. Il tragitto è più breve, ma avendo l'Italia solo il trasporto su gomma, e non su rotaia, costa di più.Quindi, sempre parlando di marche di auto UE, i due costi si compensano. Se poi il pezzo di ricambio era già più caro in partenza all'estero, certo non diminuisce arrivando in Italia.

            Identico.

            Certo come no,basta convincersene.La gente non compra utilitarie di marche estere per il gusto di spendere di più.Oramai il divario si è totalmente annullato.

            A compiti che le auto italiane non sono in grado

            di assolvere,

            perché non esistono in quella

            fascia.

            Falso,159....
            Quale compito ? No perchè persino una vecchia
            punto ti fa 180 Km come niente fosse eh....quindi
            falso il
            doppio.E che ne so? Mica sono un poliziotto.Questioni di capienza bagagliaio, di posti a sedere convertibili, di alloggio per i macchinari. Immagino cose così.

            Lascia decidere a polizia e a polizia municipale

            quali sono i mezzi più adatti per lavorare.

            Come con la Lamboghini della polizia vero ?Quelli sono mezzi confiscati alla criminalità organizzata e donati alla polizia. Ma ce ne saranno due in tutta Italia.
            Quanto viene a costare quel gioiellino al popolo
            ? Adatti per lavorare ? Se ho visto fuoristrada
            da 60.000 Euro in posti perfettamente piani,dove
            neanche nevica sempre parcheggiati fuoai al
            comando,spesso più di una ....e dovrebbero
            decidere loro
            ?Per ora è così. La polizia non decide come tu debba educare tuo figlio o se ti sia permesso mangiare carne al venerdì, e a te non è permesso decidere di quali mezzi abbian bisogno. Puoi fare interrogazioni parlamentari, per chiedere conto della singola situazione, ma niente di più.

            La pelle contro i delinquenti la rischiano
            loro,
            non

            tu.

            La pelle la rischiano i cittadini comuni visto la
            delinquenza che dilaga,non sono auto
            blindate.No, alcune sono blindate. Dipende dagli usi:http://www.cislveneto.it/Rassegna-stampa-Veneto/Auto-blindate-in-officina-I-sindacati-di-polizia-Siamo-senza-mezzi

            Il grosso delle auto in dotazione alle forze di

            polizia sono Fiat e Alfa Romeo.

            Come quelle dell'esercito,bastano ed
            avanzano....molte di esse sono anche al sopra di
            quello che
            serve.Vorrà dire che ti proporranno a ministro dell'interno. Visto che hai così il polso della situazione.A parlare di tagli alle auto della polizia al capo della polizia e di altre forze ci vai tu, però. Di persona.

            Per compiti speciali, o specifici, ci si affida
            a
            marche

            estere.

            L'economia italiana ringrazia.La sicurezza italiana. La polizia non si deve occupare di economia.

            Assistenza e riqualificazione dei dipendenti.

            Quindi quando c'è stato il pasasggio da office
            2003 al 2007 tutto gratis
            ?Non c'è mai stato. Secondo me il grosso delle PA hanno ancora Office XP. :|E anche laddove c'è stato, passare a una versione successiva dello stesso pacchetto é una cosa, passare a un pacchetto del tutto nuovo un'altra. Le ore di addestramento sono diverse.
            Perchè non prevedere strutture interne per questo
            genere di cose anzichè appalti esterni più
            costosi.Perché la PA funziona così.Se vuoi avere dipendenti che sappiano fare il loro lavoro e non si possano attaccare a scuse di tipo informatico, devi fornire loro un addestramento coi controfiocchi.

            E tempo, che nella società odierna equivale a

            denaro.

            il tempo come per tante altre cose,basta
            organizzarsi
            bene.
            il tempo è denaro ...ma il denaro non ti ridarà
            il
            tempo.No, ma quando è risparmiato ci si fa più bella figura.E a investire in LibreOffice, per ora, questa gran figura con la popolazione non la si fa. Forse un giorno sarà considerato chic, per ora appare solo come una mossa per cambiare ciò che già funziona bene.

            Fra poco chiederai l'istituzione della

            beneficenza comunale, dell'elemosina di

            Stato.

            Tra poco neanche ci sarà più uno stato....Bisogna abituarsi.

            E il disoccupato che viene assunto per fare un

            lavoro che non serve a nulla grazie a un'idea
            del

            governo in carica non protesta di certo. Anzi,

            facile che lo voti alle prossime

            elezioni.

            Un lavoro che non serve a nulla ? Io l'unico
            lavoro che ho visto che non serve a nulla è
            quello del politico,anche se lavoro non è la
            prola
            giusta.E invece ci sono lavori che non servono a nulla, e lavoratori che fanno cose che non servono a nulla. O più spesso fanno finta di farle ma non le fanno, tanto è uguale.http://www.liceomorgagni.it/sites/www.liceomorgagni.it/files/allegati-circolari/2013/circ._102_corso_di_stenografia.pdf
            I disoccupati chiedono lavoro,questo perchè è
            l'unico modo legale per vivere,altri nnon ce ne
            sono....se non puoi hai 2
            alternative

            1) il suicidio.
            2) diventare un criminale.Nulla contro chi chiede un lavoro oppure un corso che lo qualifichi per un lavoro. Richieste più che legittime.Chiedere rozzamente di essere assunti da qualcuno, per il solo fatto di esistere, equivale a chiedere di elevare il debito pubblico dal 130 % al 260 % del Pil. Avanti così.

            E perché dovrebbero iniziare adesso?

            Perchè se si persevera sulla strada sbagliata
            perchè fa comodo ai piani alti le basi tremeranno
            e verrà giù la
            baracca.Aspettiamo che i piani alti tremino e che venga giù la baracca, allora.Ci avevano provato tra il '68 e il '77, e i risultati non sono stati molto buoni. Vediamo stavolta.

            Sono 40 anni che va così. Mi sa che abbiamo

            disimparato ad essere

            seri.

            Democrazia diretta,chi fa i propri interessi o
            non fa nulla,via dalle scatole e mai più al
            potere.Eh sì, molta gente pensa che un'espulsione al giorno tolga il medico di torno. :-D
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            I pezzi che vengono dall'Italia hanno comunque un
            trasporto. Non li fabbrica il rivenditore di
            pezzi di ricambio. Il tragitto è più breve, ma
            avendo l'Italia solo il trasporto su gomma, e non
            su rotaia, costa di
            più.
            Quindi, sempre parlando di marche di auto UE, i
            due costi si compensano.La fornitura dei pezzi di ricambio di marche italiane sono più capillari rispetto a quelle estere.Il costo maggiore su pezzi esteri ce l'hai sempre,non è che vengono qui interi vagoni con la ferrovia eh.Il tempo di attesa è anche maggiore....tutto controproducente.
            La gente non compra utilitarie di marche estere
            per il gusto di spendere di
            più.
            Oramai il divario si è totalmente annullato.Oggi le macchine italiane hanno la stessa affidabilità di quelle estere,in qualche caso anche di più.Questo l'aveva detto la stessa Dekra,che è tedesca,alcuni anni fa.
            E che ne so? Mica sono un poliziotto.
            Questioni di capienza bagagliaio, di posti a
            sedere convertibili, di alloggio per i
            macchinari. Immagino cose
            così.Tutte cose che possono avere anche macchine italiane.

            Come con la Lamboghini della polizia vero ?

            Quelli sono mezzi confiscati alla criminalità
            organizzata e donati alla polizia. Ma ce ne
            saranno due in tutta
            Italia.Sono mezzi dati dalla Lamborghini,hai idea di quanto costi quell'auto come manutenzione e benzina ?Senza parlare di quelle che comunque sono in città e sono di grande cilindrata a benzina.
            No, alcune sono blindate. Dipende dagli usi:

            http://www.cislveneto.it/Rassegna-stampa-Veneto/AuAlcune e per scopi specifici,non sono la norma.
            Vorrà dire che ti proporranno a ministro
            dell'interno. Visto che hai così il polso della
            situazione.
            A parlare di tagli alle auto della polizia al
            capo della polizia e di altre forze ci vai tu,
            però. Di
            persona.Non serve un esperto,ma buon senso.
            La sicurezza italiana.
            La polizia non si deve occupare di economia.Ogni ente statale ha l'obbligo di non sprecare inutilmente.
            Non c'è mai stato.
            Secondo me il grosso delle PA hanno ancora Office
            XP.
            :|Secondo te chi è passato dal 2003 al 2007 non ha trovato nessuna difficoltà ?Un'interfaccia completamente diversa,menù spostati altrove....però in questo caso va bene,vero ?
            E anche laddove c'è stato, passare a una versione
            successiva dello stesso pacchetto é una cosa,
            passare a un pacchetto del tutto nuovo un'altra.
            Le ore di addestramento sono
            diverse.Perchè 2007 non è stato del tutto nuovo rispetto agli anni passati ?LE ore di addestramento sono quelle,molte cose in Office moderno si fanno in maniera diversa dal passato.Sarebbe anche il caso di cambiare personale con altro più giovane e che abbia più confidenza con la tecnologia che dici ?
            Perché la PA funziona così.Infatti vedo come funziona
            Se vuoi avere dipendenti che sappiano fare il
            loro lavoro e non si possano attaccare a scuse di
            tipo informatico, devi fornire loro un
            addestramento coi
            controfiocchi.Che oggi non c'è,nonostante si sia sempre fatto con il vecchio "metodo" e le stesse applicazioni della stessa casata software.
            No, ma quando è risparmiato ci si fa più bella
            figura.ed avere costi più alti,wow
            E a investire in LibreOffice, per ora, questa
            gran figura con la popolazione non la si fa.Forse perchè i dipendenti sono tutti vecchi e non sanno un tubo d'informatica ?
            Forse un giorno sarà considerato chic, per ora
            appare solo come una mossa per cambiare ciò che
            già funziona
            bene.Funziona bene ? ma dove ?? Guarda che Ms può cambiare le carte in tavola secondo i propri capricci eh,se decide l'anno prossimo un nuovo office dimenticandosi del vecchio con suoi nuovi standard dovrai sborsare di nuovo
            E invece ci sono lavori che non servono a nulla,
            e lavoratori che fanno cose che non servono a
            nulla. O più spesso fanno finta di farle ma non
            le fanno, tanto è
            uguale.
            http://www.liceomorgagni.it/sites/www.liceomorgagnPerchè quelli sono casi che sono rimasti con la mente negli anni 40,chi è che si batte per ammodernare ? nessuno
            Nulla contro chi chiede un lavoro oppure un corso
            che lo qualifichi per un lavoro. Richieste più
            che
            legittime.Ed è quello di cui stiamo parlando.
            Chiedere rozzamente di essere assunti da
            qualcuno, per il solo fatto di esistere, equivale
            a chiedere di elevare il debito pubblico dal 130
            % al 260 % del Pil. Avanti
            così.Dal momento che esisti,devi lavorare,non si scappa.
            Aspettiamo che i piani alti tremino e che venga
            giù la baracca,
            allora.
            Ci avevano provato tra il '68 e il '77, e i
            risultati non sono stati molto buoni. Vediamo
            stavolta.A quei tempi non c'erano crisi di queste proporzioni.
            Eh sì, molta gente pensa che un'espulsione al
            giorno tolga il medico di torno.
            :-DIntanto la elimini e la rendi inoffensiva,in più recuperi tutto quello che ha accumulato indebitamente,niente pensioni d'oro e si inizia a formare un nuova Italia.
          • se ci credi.... scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            davvero metti sullo stesso piano il rendimento e l'affidabilità di una Fiat con quella di una Bmw? Quest'ultima va il triplo e consuma la metà e fa molta molta piu' strada prima di dover essere sostituita. Quindi non so alla fine quale costi di piu'.Se sostieni il contrario vuol dire che parli solo per sentito dire e non hai alcuna esperienza diretta
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Ma cosa ne sai tu di economia?Se fosse come dici tu oggi gli USA sarebbero un paese agricolo che esporta cotone, perché Adam Smith diceva che le locomotive era meglio comprarle dagli Inglesi che le facevano meglio, invece che mettere dazi sui prodotti esteri e iniziare a progettare locomotive nella federazione.I tuoi esempi sono totalmente campati in aria e senza un senso macro-economico, pur di dimostrare un cosa indimostrabile ossia che i prodotti Microsoft alla lunga risultano più a buon mercato.Se da un lato le Teorie Monetarie Moderne ribadiscono che l'importazione di prodotti della scienza e della tecnica, quindi di prodotti in grado di generare progresso, sia un vantaggio rispetto all'esportare prodotti simili, in realtà davanti ad un'alternativa gratuita come Libreoffice, questa è sempre e comunque vantaggiosa.Perché se è vantaggioso importare tecnologia, Microsoft Office non dimostra più di essere una tecnologia così tanto avanzata rispetto a Libreoffice, per cui questo denaro si può tranquillamente risparmiare.Uno dei grandi successi che ebbe la Germania di Hitler, fu proprio il non impiegare prodotti stranieri pagandoli con denaro creato dallo Stato per evitare il ripetersi del fenomeno Weimar.Ma i Marchi furono usati solo ed esclusivamente in patria per muovere i cittadini nel lavoro di costruzione di infrastrutture e armamenti che poi furono usati per gli scopi biechi che conosciamo!Ma da un punto di vista tecnico fu assolutamente un sucXXXXX! Tutto fu fabbricato in casa dai carri armati Tigre agli Stukas. Ci saranno dei motivi per cui Apple sta per spostare la produzione in USA.E tu ci proponi ancora i risparmi fittizi che si avrebbero rivolgendosi ad un monopolista estero?Sei fazioso, oltre a provare a dimostrare cose ce ormai è risaputo essere false...
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: iRoby
            Uno dei grandi successi che ebbe la Germania di
            Hitler, fu proprio il non impiegare prodotti
            stranieri pagandoli con denaro creato dallo Stato
            per evitare il ripetersi del fenomeno
            Weimar.
            Ma i Marchi furono usati solo ed esclusivamente
            in patria per muovere i cittadini nel lavoro di
            costruzione di infrastrutture e armamenti che poi
            furono usati per gli scopi biechi che
            conosciamo!
            Ma da un punto di vista tecnico fu assolutamente
            un sucXXXXX! Tutto fu fabbricato in casa dai
            carri armati Tigre agli Stukas.Bravo, sei uscito allo scoperto. Banchieri ebrei, economia autarchica, cosa volete di più?!? Il kit per la piccola dittatura con un piccolo Hitler a capo è completo.Ma dirle prima le cose no, eh?
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            No è la semplice dimostrazione dell'idiozia del ragionamento che fai dello rivolgersi all'estero per la tecnologia, dato che in casa si ha un Libreoffice gratuito.L'autarchia è possibilissima oggi con Linux e Libreoffice e l'openoffice in genere.Non è un caso che la Cina si sia fatta le sue distribuzioni e i suoi prodotti opensource attingendo a quello che era già pronto.La stupidità o la malafede di chi vuole dimostrare che comprando prodotti M$ si risparmia è palese.
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Doppio post-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2013 18.49-----------------------------------------------------------
          • nome e cognome scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            ripeto: ogni centesimo investito in loco permette
            di creare posti di lavoro e know how in
            locoE cosa ti garantisce che il comune di BZ dovendo commissionare modifiche al codice di libre office (cosa che ovviamente non farà mai) si rivolta ad una società locale e non ad una software house straniera? Magari in India?
            secondo te, per una regione, una provincia o uno
            stato; dove sarebbe auspicabile investire? anche
            se fosse 10 volte più costoso andrebbe fatto
            (tenendo conto delle gravissime perdite date da
            una scelta, e dagli enormi benefici dati
            dall'altra)!Guarda che questo è l'approccio che si è tenuto fino ad ora, mascherare il welfare con consulenze e lavori inutili pagati molto più di quello che si sarebbe dovuto.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio

            Sarà da vedere se i primi anni il beneficio
            economico ci sarà, come ho già detto, perché i
            corsi di aggiornamento del personale non sono "a
            sorgente aperto", no no, si pagano secondo le
            leggi di mercato. E nemmeno l'assistenza tecnica.I corsi di aggiornamento del personale ci sono anche quando si passa dal colapasta al piastrellotto.E l'assistenza tecnica M$ non solo si paga di piu', ma chi la fa e' totalmente impreparato oltre ad essere arrogante e strafottente.
          • astro scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            E l'assistenza tecnica M$ non solo si paga di
            piu', ma chi la fa e' totalmente impreparato
            oltre ad essere arrogante e
            strafottente.Lavori per loro? :D
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: panda rossa

            E l'assistenza tecnica M$ non solo si paga di

            piu', ma chi la fa e' totalmente impreparato

            oltre ad essere arrogante e

            strafottente.
            Lavori per loro? :DNo. Tu lavori per loro.
          • astro scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: astro

            - Scritto da: panda rossa


            E l'assistenza tecnica M$ non solo si
            paga
            di


            piu', ma chi la fa e' totalmente
            impreparato


            oltre ad essere arrogante e


            strafottente.

            Lavori per loro? :D

            No. Tu lavori per loro.Dalla descrizione che hai fatto, sembri proprio uno di loro :D
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: astro


            - Scritto da: panda rossa



            E l'assistenza tecnica M$ non solo
            si

            paga

            di



            piu', ma chi la fa e' totalmente

            impreparato



            oltre ad essere arrogante e



            strafottente.


            Lavori per loro? :D



            No. Tu lavori per loro.
            Dalla descrizione che hai fatto, sembri proprio
            uno di loro
            :DBisogna conoscere il nemico che si combatte.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            I corsi di aggiornamento del personale ci sono
            anche quando si passa dal colapasta al
            piastrellotto.

            E l'assistenza tecnica M$ non solo si paga di
            piu', Se così fosse, non avrei scritto il commento.Sono assolutamente convinto che i corsi di aggiornamento si pagano più salati per il passaggio da un pacchetto all'altro, perché ogni coso è nuova, e che il personale Microsoft, essendo già una parte del contratto di licenza, costi in proporzione molto di meno. Non so se il singolo dipendente Microsoft guadagni di meno, però all'amministrazione pubblica la Microsoft assieme alla licenza fa pagare solo un fisso di assiestenza che un'azienda di consulenza LibreOffice non potrebbe offrire. Tra l'altro dai per scontato che le amministrazioni pubbliche passino puntualmente da Office 2007 a Office 2010, cosa che non è. In passato alcuni commentatori qui hanno detto che nelle scuole statali ancora si incontra Windows Me, figurati che pacchetto Office hanno!
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            I corsi di aggiornamento del personale ci
            sono

            anche quando si passa dal colapasta al

            piastrellotto.



            E l'assistenza tecnica M$ non solo si paga di

            piu',

            Se così fosse, non avrei scritto il commento.Spiegaci per quale <b
            disinteressato </b
            motivi avresti scritto il commento, allora.
            Sono assolutamente convinto che i corsi di
            aggiornamento si pagano più salati per il
            passaggio da un pacchetto all'altro, perché ogni
            coso è nuova, Le tue convinzioni non stabiliscono il listino prezzi.Informati sui costi offerti direttamente dall'organizzazione di open office, senza passare attraverso inutili e costosi intermediari parassiti.
            e che il personale Microsoft,
            essendo già una parte del contratto di licenza,
            costi in proporzione molto di meno.L'articolo parla chiaro. Si parla di un risparmio non indifferente.
            Non so se il
            singolo dipendente Microsoft guadagni di meno,
            però all'amministrazione pubblica la Microsoft
            assieme alla licenza fa pagare solo un fisso di
            assiestenza che un'azienda di consulenza
            LibreOffice non potrebbe offrire.Intanto libo funziona, e quindi non c'e' tutta questa esigenza di consulenze.Inoltre libo e' aperto, e quindi CHIUNQUE e' in grado di fornire consulenza, (e come ben sai la libera concorrenza fa abbassare i prezzi), cosa che non e' possibile fare col software del monopolista.
            Tra l'altro dai per scontato che le
            amministrazioni pubbliche passino puntualmente da
            Office 2007 a Office 2010, cosa che non è. Cosa che prima o poi sara', visto che il lock-in prevede che ad un certo punto la compatibilita' si perda.Office 2010 salva di default in formati illeggibili con il 2007, costringendo chi ha 2007 a migrare a 2010.
            In
            passato alcuni commentatori qui hanno detto che
            nelle scuole statali ancora si incontra Windows
            Me, figurati che pacchetto Office
            hanno!In passato avranno parlato di passato.Se vai a leggerti i primi articoli di PI del 1998 si parlava di ben altro.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            Informati sui costi offerti direttamente
            dall'organizzazione di open office, senza passare
            attraverso inutili e costosi intermediari
            parassiti.Ha già risposto un altro utente, qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3835658&m=3836587#p3836587Chiedi a lui.
            L'articolo parla chiaro. Si parla di un risparmio
            non
            indifferente.Comunicazione strategica, e null'altro.Nessuna amministrazione va a dire ai propri cittadini che la mossa che ha fatto farà spendere di più.Nota che poi il discorso riferito alle pure licenze è vero, non si può obiettare nulla. È tutto il resto che costa.
            Intanto libo funziona, e quindi non c'e' tutta
            questa esigenza di
            consulenze.Sei il capo di una PA e ti si presenta l'impiegato piantagrane e dice che una certa cosa LibreOffioce non la fa. Hai due soluzioni: o sei un esperto di LibreOffice e gli spieghi bene come fare, oppure paghi un esterno che risolva il problema. La soluzione di licenziare l'impiegato non è attuabile, perché esiste ancora l'art. 18 per i dipendenti pubblici. Anche i piantagrane.
            Inoltre libo e' aperto, e quindi CHIUNQUE e' in
            grado di fornire consulenza, (e come ben sai la
            libera concorrenza fa abbassare i prezzi), cosa
            che non e' possibile fare col software del
            monopolista.Non mi interessa quante persone sono in grado di fornire consulenza.Io guardo alle spese vive, comparata con quelle Microsoft. Un giorno magari saranno inferiori. Per ora, pare proprio non sia così: i consulenti LibreOffice si fanno pagare profumatamente. E una PA, di base, non può chiedere consulenza al primo che passa per strada.

            Tra l'altro dai per scontato che le

            amministrazioni pubbliche passino
            puntualmente
            da

            Office 2007 a Office 2010, cosa che non è.

            Cosa che prima o poi sara', visto che il lock-in
            prevede che ad un certo punto la compatibilita'
            si
            perda.
            Office 2010 salva di default in formati
            illeggibili con il 2007, costringendo chi ha 2007
            a migrare a
            2010.Prima o poi avverrà così. Per ora, le scuole che hanno Windows Me sono una realtà. Anche per ragioni di costi, non credo siano orgogliosi di usare sistemi di oltre 12 anni fa.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa



            Informati sui costi offerti direttamente

            dall'organizzazione di open office, senza
            passare

            attraverso inutili e costosi intermediari

            parassiti.

            Ha già risposto un altro utente, qui:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3835658&m=383

            Chiedi a lui.Ho anche risposto a quel tuo messaggio.Risposta che ti sei ben guardato dal commentare.

            L'articolo parla chiaro. Si parla di un
            risparmio

            non

            indifferente.

            Comunicazione strategica, e null'altro.Il servo M$ che ti ha preceduto su questo forum (Fiber) almeno postava i link delle balle che sparava.
            Nessuna amministrazione va a dire ai propri
            cittadini che la mossa che ha fatto farà spendere
            di più.Tutti quanti qua dentro sappiamo fare il conto della serva.N licenze a zero costano zero.
            Nota che poi il discorso riferito alle pure
            licenze è vero, non si può obiettare nulla.
            È tutto il resto che
            costa.Una cosa alla volta.Anche la bicicletta ha un costo, ma intanto non consuma e non inquina.Tu stai dicendo di non passare alla bicicletta perche' ha comunque dei costi di manutenzione. Non ti senti ridicolo?

            Intanto libo funziona, e quindi non c'e'
            tutta

            questa esigenza di

            consulenze.

            Sei il capo di una PA e ti si presenta
            l'impiegato piantagrane e dice che una certa cosa
            LibreOffioce non la fa. Hai due soluzioni: o sei
            un esperto di LibreOffice e gli spieghi bene come
            fare, oppure paghi un esterno che risolva il
            problema. A parte che l'impiegato piantagrane puo' essere immediatamente ricollocato allo sportello, che cosa cambia con M$?Con la differenza che l'esterno che risolve il problema lo puoi scegliere con ampia concorrenza e non essere costretto a rivolgerti solo al fornitore unico e ai suoi prezzi.
            La soluzione di licenziare l'impiegato
            non è attuabile, perché esiste ancora l'art. 18
            per i dipendenti pubblici. Anche i
            piantagrane.Esiste sempre carta e penna, non vengono mica abrogati.

            Inoltre libo e' aperto, e quindi CHIUNQUE e'
            in

            grado di fornire consulenza, (e come ben sai
            la

            libera concorrenza fa abbassare i prezzi),
            cosa

            che non e' possibile fare col software del

            monopolista.

            Non mi interessa quante persone sono in grado di
            fornire consulenza.Questo e' chiaro.A te interessa poterla fornire solo te.Classico discorso da intermediario parassita che vede minata la propria rendita da posizione monopolista.
            Io guardo alle spese vive, comparata con quelle
            Microsoft. Un giorno magari saranno inferiori.Sono gia' inferiori.Software aggiornato all'ultima versione a costo ZERO.
            Per ora, pare proprio non sia così: i consulenti
            LibreOffice si fanno pagare profumatamente. Sentiamo questi prezzi?Che ti trovo subito in rete consulenti che chiedono la meta', e M$ che chiede il doppio.
            E una
            PA, di base, non può chiedere consulenza al primo
            che passa per strada.Gia'. Non potrebbero fare la cresta e spartirsela sotto banco.


            Tra l'altro dai per scontato che le


            amministrazioni pubbliche passino

            puntualmente

            da


            Office 2007 a Office 2010, cosa che non
            è.




            Cosa che prima o poi sara', visto che il
            lock-in

            prevede che ad un certo punto la
            compatibilita'

            si

            perda.

            Office 2010 salva di default in formati

            illeggibili con il 2007, costringendo chi ha
            2007

            a migrare a

            2010.

            Prima o poi avverrà così. Per ora, le scuole che
            hanno Windows Me sono una realtà. Anche per
            ragioni di costi, non credo siano orgogliosi di
            usare sistemi di oltre 12 anni fa.Evidentemente per quello che devono fare, un sistema di 12 anni fa va benissimo.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            Ho anche risposto a quel tuo messaggio.
            Risposta che ti sei ben guardato dal commentare.Credo più a lui che a te, Panda rossa.Sei solo un fanatico, e anche facile da smontare.

            Nessuna amministrazione va a dire ai propri

            cittadini che la mossa che ha fatto farà
            spendere

            di più.

            Tutti quanti qua dentro sappiamo fare il conto
            della
            serva.
            N licenze a zero costano zero.Non sono solo le licenze. Qui sei tu che non leggi.Le licenze sono uno dei costi, e nemmeno il più importante, oramai. Pacchetti Office gratis esistono dal 2001, il tempo per imporsi c'era. Ma guarda caso quelli della Microsoft resistono, in ambito pubblico e privato. Perché? Perché ci sono diverse cose che gratis non sono. Fra cui l'assistenza e la "riconversione" degli utenti. La forza dell'abitudine non si sconfigge dall'oggi al domani.
            Una cosa alla volta.
            Anche la bicicletta ha un costo, ma intanto non
            consuma e non
            inquina.Va bene, Panda rossa: nel 2013 torniamo alle biciclette, ai calessi, e alle macchine da scrivere Olivetti lettera 24.[img]http://images.alinari.it/cariplo/VBA-S-A03597-0003.jpg[/img]Un esempio più scemo non lo potevi fare. Chiudo qui.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            Ho anche risposto a quel tuo messaggio.

            Risposta che ti sei ben guardato dal
            commentare.

            Credo più a lui che a te, Panda rossa.
            Sei solo un fanatico, e anche facile da smontare.Ha parlato il servo!


            Nessuna amministrazione va a dire ai
            propri


            cittadini che la mossa che ha fatto farà

            spendere


            di più.



            Tutti quanti qua dentro sappiamo fare il
            conto

            della

            serva.

            N licenze a zero costano zero.

            Non sono solo le licenze. Qui sei tu che non
            leggi.
            Le licenze sono uno dei costi, e nemmeno il più
            importante, oramai.Fa niente. Se il costo di licenza e' comunque una buona scusa per mollare M$, ben venga.
            Pacchetti Office gratis esistono dal 2001, il
            tempo per imporsi c'era. Ma guarda caso quelli
            della Microsoft resistono, in ambito pubblico e
            privato. Perché? Abuso di posizione dominante, con metodologie di stampo mafioso basate su preinstallazioni a forza.Devo farti un disegnetto?
            Perché ci sono diverse cose che
            gratis non sono. Cominciamo col rendere gratis la sostanza, che e' indispensabile.Tutto il resto e' sostituibile e appaltabile al miglior offerente.
            Fra cui l'assistenza e la
            "riconversione" degli utenti. La forza
            dell'abitudine non si sconfigge dall'oggi al
            domani.Chi ha detto ribbon?Chi ha detto piastrelle?Quando ho letto "forza dell'abitudine" mi sono fischiate le orecchie.

            Una cosa alla volta.

            Anche la bicicletta ha un costo, ma intanto
            non

            consuma e non

            inquina.

            Va bene, Panda rossa: nel 2013 torniamo alle
            biciclette, ai calessi, e alle macchine da
            scrivere Olivetti lettera 24.Per muoversi in un percorso urbano la bicicletta e' imbattibile.Costo zero.Maggior velocita'.Inquinamento zero.Abbattimento del traffico.Tu continua a girare col suv in citta' e a parcheggiare sulle strisce.Basta che non ti lamenti se poi trovi delle feci di cane spalmate sul vetro, per ricordarti quello che sei.
            [img]
            http://images.alinari.it/cariplo/VBA-S-A03597-0003

            Un esempio più scemo non lo potevi fare. Chiudo
            qui.Non potendo controbattere, scappi.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: panda rossa
            Per muoversi in un percorso urbano la bicicletta
            e'
            imbattibile.
            Costo zero.
            Maggior velocita'.
            Inquinamento zero.
            Abbattimento del traffico.Vacci tu in bicicletta, e non rompere gli zebedei a chi i soldi per acquistare una macchina ce li ha, e oggi non è da tutti, e la usa pure. L'unica provincia che ha adottato un pacchetto Office gratuito, dal 2001 ad oggi, è quella di Bolzano. Personalmente non ho altro da aggiungere, i fatti valgono più di mille parole.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            - Scritto da: panda rossa


            Per muoversi in un percorso urbano la
            bicicletta

            e'

            imbattibile.

            Costo zero.

            Maggior velocita'.

            Inquinamento zero.

            Abbattimento del traffico.

            Vacci tu in bicicletta, e non rompere gli zebedei
            a chi i soldi per acquistare una macchina ce li
            ha, e oggi non è da tutti, e la usa pure.Soldi che smetterai di avere non appena tutte le PA passeranno a Open Office, cafone arrogante che non sei altro.
            L'unica provincia che ha adottato un pacchetto
            Office gratuito, dal 2001 ad oggi, è quella di
            Bolzano. Personalmente non ho altro da
            aggiungere, i fatti valgono più di mille
            parole.La prima di una lunga serie.Io mi siedo in riva al fiume, e piano piano passerete tutti quanti.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Non sono solo le licenze. Qui sei tu che non
            leggi.
            Le licenze sono uno dei costi, e nemmeno il più
            importante, oramai.e cos'altro c'è ?
            Pacchetti Office gratis esistono dal 2001, il
            tempo per imporsi c'era.mica tanto eh visto che quando compravi un pc insieme avevi anche una bella copia demo di Ms office.
            Ma guarda caso quelli
            della Microsoft resistono, in ambito pubblico e
            privato. Perchè ci sono interessi dietro,non di carattere tecnico.Quando è uscito Office 2007 molti uffici inviavano documenti per email con estensioni .docx e .xslx ai destinatari.Sai qual'è stato il risultato ?Dall'altra parte non riuscivano ad aprirli,solo dopo forti critiche la Msfece uscire un pacchetto di compatibilità,secondo te perchè non ci avevano pensato subito ? Li la formazione per una cosa così semplice dov'era ?
            Perché? Perché ci sono diverse cose che
            gratis non sono. Fra cui l'assistenza e la
            "riconversione" degli utenti. superabilissime ....
            La forza
            dell'abitudine non si sconfigge dall'oggi al
            domani.E' questo il motivo ? uno per abitudine dovrebbe spendere denaro pubblico ?
            Va bene, Panda rossa: nel 2013 torniamo alle
            biciclette, ai calessi, e alle macchine da
            scrivere Olivetti lettera
            24.
            [img]
            http://images.alinari.it/cariplo/VBA-S-A03597-0003

            Un esempio più scemo non lo potevi fare. Chiudo
            qui.Questo invece è molto più serio ...
          • shevathas scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            Tutti quanti qua dentro sappiamo fare il conto
            della
            serva.
            N licenze a zero costano zero.
            e una bicicletta costa 0 di benzina. Ma non puoi andarci da cagliari a sassari (~220 Km) in due ore e mezza.
            Una cosa alla volta.
            Anche la bicicletta ha un costo, ma intanto non
            consuma e non
            inquina.
            devo spostare un rack da 42 con un paio di server da cagliari a sassari. mi consigli una bici da corsa o una mtb ?
            Con la differenza che l'esterno che risolve il
            problema lo puoi scegliere con ampia concorrenza
            e non essere costretto a rivolgerti solo al
            fornitore unico e ai suoi
            prezzi.
            forse non hai idea dei costi che ci son dietro il cambiare "manutentore" di un prodotto sviluppato custom. Anche se hai tutti i sorgenti e le strutture di tutta la base dati. Minimo il nuovo manutentore dovrà studiarsi tutto il codice prima di metterci mano per fare cambi "critici".Anche se hai a disposizione il codice sorgente, ma non hai una struttura informatica robusta dietro il fornitore lo cambi con difficoltà.
            Esiste sempre carta e penna, non vengono mica
            abrogati.
            basta che poi non ti arrabbi se il certificato viene fatto dopo 30 gg e non in presenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: shevathas

            Tutti quanti qua dentro sappiamo fare il
            conto

            della

            serva.

            N licenze a zero costano zero.


            e una bicicletta costa 0 di benzina. Ma non puoi
            andarci da cagliari a sassari (~220 Km) in due
            ore e mezza.Va bene.Ma quante volte al giorno hai bisogno di andare a Sassari?Non e' che la maggior parte delle volte devi andare solo fino a Decimomannu, e in tal caso la bicicletta va benissimo?

            Una cosa alla volta.

            Anche la bicicletta ha un costo, ma intanto
            non

            consuma e non

            inquina.


            devo spostare un rack da 42 con un paio di server
            da cagliari a sassari. mi consigli una bici da
            corsa o una mtb ?Ripeto.Quante volte al giorno devi fare una cosa del genere?

            Con la differenza che l'esterno che risolve
            il

            problema lo puoi scegliere con ampia
            concorrenza

            e non essere costretto a rivolgerti solo al

            fornitore unico e ai suoi

            prezzi.


            forse non hai idea dei costi che ci son dietro il
            cambiare "manutentore" di un prodotto sviluppato
            custom. Anche se hai tutti i sorgenti e le
            strutture di tutta la base dati. Minimo il nuovo
            manutentore dovrà studiarsi tutto il codice prima
            di metterci mano per fare cambi
            "critici".Stai parlando con un "manutentore" di server aziendale che, ogni volta che l'azienda ha cambiato fornitore di assistenza, e' stato prontamente assoldato dal nuovo fornitore dell'assistenza medesima.Il costo e' stato sempre zero e il disservizio anche.
            Anche se hai a disposizione il codice sorgente,
            ma non hai una struttura informatica robusta
            dietro il fornitore lo cambi con difficoltà.I motivi per cui vengono cambiati i fornitori sono sempre politici o commerciali. Non sono mai motivi tecnici.Quindi chi decide di cambiare fornitore lo fa e se ne frega delle conseguenze. Sono tutti problemi di chi subentra.Da alcuni anni ormai e' subentrata l'abitudine a non dare piu' importanza al livello e alla qualita' di servizio, ma alle penali.

            Esiste sempre carta e penna, non vengono mica

            abrogati.


            basta che poi non ti arrabbi se il certificato
            viene fatto dopo 30 gg e non in presenza.Non so dalle tue parti, ma qui da me faccio tutto online.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Sono assolutamente convinto che i corsi di
            aggiornamento si pagano più salati per il
            passaggio da un pacchetto all'altroBasta organizzarsi all'interno,le spese sono quasi nulle.Nel caso di Ms Office -
            Libre Office lo fai una volta e basta.
            perché ogni coso è nuova, e che il personale Microsoft,
            essendo già una parte del contratto di licenza,
            costi in proporzione molto di meno.Un ottimo modo per rimanere legati a loro in eterno,a pagamento si intende.
            Non so se il singolo dipendente Microsoft guadagni di meno,
            però all'amministrazione pubblica la Microsoft
            assieme alla licenza fa pagare solo un fisso di
            assiestenza che un'azienda di consulenza
            LibreOffice non potrebbe offrire.Organizzazione del personale tecnico,non serve altro.
            Tra l'altro dai per scontato che le
            amministrazioni pubbliche passino puntualmente da
            Office 2007 a Office 2010da 2007 al 2010 magari no,ma dal 2003 o più vecchi a quelli più recenti si,cambiando anche macchina...che bel risparmio eh ...
            cosa che non è. In
            passato alcuni commentatori qui hanno detto che
            nelle scuole statali ancora si incontra Windows
            Me, figurati che pacchetto Office
            hanno!Infatti anche per le scuole via Office e via Windows e il risparmio per lo stato è ancora più alto.
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Etype

            Sono assolutamente convinto che i corsi di

            aggiornamento si pagano più salati per il

            passaggio da un pacchetto all'altro

            Basta organizzarsi all'interno,le spese sono
            quasi
            nulle.
            Nel caso di Ms Office -
            Libre Office lo fai una
            volta e
            basta."Basta organizzarsi", ma le PA non lo fanno! Non sono pagate per questo. E quindi ci si tiene Office di Microsoft. In genere molto vecchio, ma è usato sicuro.

            perché ogni coso è nuova, e che il personale
            Microsoft,

            essendo già una parte del contratto di licenza,

            costi in proporzione molto di meno.

            Un ottimo modo per rimanere legati a loro in
            eterno,a pagamento si
            intende.Nulla è gratis. E come PA, preferisco sapere in anticipo quanto mi costerà un servizio, anziché avere spiacevoli sorprese dopo, strada facendo.

            Non so se il singolo dipendente Microsoft
            guadagni di
            meno,

            però all'amministrazione pubblica la Microsoft

            assieme alla licenza fa pagare solo un fisso di

            assiestenza che un'azienda di consulenza

            LibreOffice non potrebbe offrire.

            Organizzazione del personale tecnico,non serve
            altro.Sì, serve una legge che imponga l'organizzazione del personale tecnico alle PA. Una legge che non arriverà mai.E quindi Microsoft Office rimane lì, ancora per molto.

            Tra l'altro dai per scontato che le

            amministrazioni pubbliche passino puntualmente
            da

            Office 2007 a Office 2010

            da 2007 al 2010 magari no,ma dal 2003 o più
            vecchi a quelli più recenti si,cambiando anche
            macchina...che bel risparmio eh
            ...Commento di 7 mesi fa:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3672019&m=3673695#p3673695(vedi terza risposta).Messaggio di un annetto fa:http://cplobby.it/showthread.php?tid=465Stai parlando di una scuola pubblica e di una PA che non esistono, in Italia.

            cosa che non è. In

            passato alcuni commentatori qui hanno detto che

            nelle scuole statali ancora si incontra Windows

            Me, figurati che pacchetto Office

            hanno!

            Infatti anche per le scuole via Office e via
            Windows e il risparmio per lo stato è ancora più
            alto.No, non c'è alcun risparmio perché per definizione non si risparmia aggiungendo qualcosa, ma casomai togliendo qualcosa. Le licenze Microsoft (vecchie come il cucco) sono già state pagate. I PC pure, e non ci sono soldi per macchine più moderne. L'assistenza probabilmente nemmeno è stata rinnovata. Ma anche se lo è, la PA dovrebbe disdirla per farne un'altra per LibreOffice, che secondo me costa di più.Nell'immediato non c'è affatto un risparmio, e ci sono gli immani grattacapi di passare da un sistema all'altro.
          • aphex_twin scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Mr.Macro hai rotto LA MUNCHIA 8)
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Dovete smetterla di continuare a pubblicizzare il business di un'azienda pluricondannata e pluripregiudicata per le sue pratiche monopolistiche.Ormai non tira più, la gente è stufa, le aziende sono stufe.E le P.A. non hanno più soldi per foraggiare quell'azienda nel ricambio continuo di prodotti buggati e spesso inutili e sovrapprezzati.
          • Etype scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Savio Saverio
            Ho l'impressione che si voglia vedere a tutti i
            costi un intento filantropico che la provincia di
            Bolzano non aveva affatto. LibreOffice è gratis,
            è a sorgente aperto, le direttive italiane
            caldeggiano l'adozione di standard a sorgente
            aperto (almeno sulla carta), ergo lo si installa.
            Tutto
            qua.

            Sarà da vedere se i primi anni il beneficio
            economico ci sarà, come ho già detto, perché i
            corsi di aggiornamento del personale non sono "a
            sorgente aperto", no no, si pagano secondo le
            leggi di mercato. E nemmeno l'assistenza tecnica.

            :|Quali sarebbero secondo te gli enormi vantaggi di Ms Office rispetto a LibreOffice ?Ms Office ha fatto la parte del leone per tanti anni con la sua suite,ultimamente persino rendendola incompatibile con Os ancora supportati (indovina perchè?)Corsi di aggiornamento del personale ?Ci devono essere,che sia una PA o un piccolo ufficio non devono vedere la cosa come spreco di tempo ed improduttività,basta organizzarsi bene.Stiamo parlando degli stessi prodotti Ms con messaggi di errore e bug,personalmente mi è capitato anche di avviare Word 2007,chiudersi da solo senza neanche premere un tasto dopo 5 secondi.Oppure Excel 2010 ...salvi un file pieno di dati,lo apri con Office 2007 ed il documento è vuoto,WOW questa si che è professionalità di Ms con tanto di licenze pagate eh.
          • nove sgabbio e mezzo scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: snoopy
            - uno è un software opensource, l'altro un
            prodotto
            proprietario.
            - uno ti fa pagare la licenza, soldi pubblici che
            vanno "a fondo perso"
            all'estero
            - l'altro permette a chiunque di accedere ai
            sorgenti e
            modificarlo/migliorarlo

            di fatto io posso lavorarci a fondo perso e tutti
            ne beneficiano, qualunque software house può
            ricevere una commessa per lavorarci e tutti ne
            beneficiano, i comuni/regioni/stato possono
            investirci e tutti ne
            beneficiano

            di fatto posso creare posti di lavoro di qualità,
            avere un prodotto migliore e far uscire delgli
            ingegneri dalla
            disoccupazione1) Non credo proprio che pagheranno e poi renderanno disponibili a gratis i miglioramenti fatti2) Se ognuno se lo modifica secondo la strada che preferisce vengono fuori N versioni inamalgamabili se non tramite secchiellate di codice mattone
      • TADsince1995 scrive:
        Re: E i soldi risparmiati

        magari qualche giovane laureato
        costretto a servire panini al mc donald's potrà
        tornare a sperare di fare un lavoro per la quale
        i genitori hanno buttato il sangue per pagargli
        gli
        studi!Giustissimo, ma per il giovane laureato insegnare a fare fogli di calcolo in una pubblica amministrazione non credo sia proprio il sogno di una vita. Senza contare che la laurea nemmeno gli servirebbe...
      • vac scrive:
        Re: E i soldi risparmiati
        MA E' IL CONTRARIO!!$ Risparmiati ad M$ =
        Spesi in italia
        • Savio Saverio scrive:
          Re: E i soldi risparmiati
          - Scritto da: vac
          MA E' IL CONTRARIO!!
          $ Risparmiati ad M$ =
          Spesi in italiaLasciamo perdere dove vadano i soldi per i programmi della Microsoft. E facciamo un confronto su <B
          quanti </B
          soldi sono una solzuione, e quanti soldi quella alternativa.La licenza per LibreOffice è gratuita, il resto no.
      • maxsix scrive:
        Re: E i soldi risparmiati
        - Scritto da: Internetcrazia
        soldi in licenze microsoft = volo diretto per
        microsoft corporation
        USA
        formazione dipendenti = soldi spesi per l'indotto
        in ITALIA...magari qualche giovane laureato
        costretto a servire panini al mc donald's potrà
        tornare a sperare di fare un lavoro per la quale
        i genitori hanno buttato il sangue per pagargli
        gli
        studi!Stai parlando dei laureati in scienze politiche qui?
    • BarbaRuffoz scrive:
      Re: E i soldi risparmiati
      Perchè invece con Office tutti geni, vero?Di solito le PA che ho visto hanno contratti a forfait con aziende di consulenza. Chiamare 10 o 100 volte l'omino che ti sistema "le magagne" non cambia nulla.
      • Savio Saverio scrive:
        Re: E i soldi risparmiati
        - Scritto da: BarbaRuffoz
        Perchè invece con Office tutti geni, vero?
        Di solito le PA che ho visto hanno contratti a
        forfait con aziende di consulenza. Chiamare 10 o
        100 volte l'omino che ti sistema "le magagne" non
        cambia
        nulla.Che più o meno è quello che dicevo io. L'omino, come lo chiami spregiativamente tu (si chiama addetto, consulente, e può essere una donna) non è detto che con LibreOffice costi lo stesso, perché è gratis il pacchetto, ma chi vive risolvendo le magagne altrui deve mangiare.In compenso, alcuni contratti Microsoft lo comprendevano nel prezzo delle licenze i primi anni, e malgrado si pagasse, indubitabilmente, il costo non si faceva sentire.
        • collione scrive:
          Re: E i soldi risparmiati
          pure i vendor di soluzioni linux offrono sconti e compagnia bellanon è che la PA scarica libreoffice e lo installa, ma si rivolge ad un'azienda IT che fa questo di mestieremigrazione non vuol dire installare libreoffice in proprioma soprattutto c'è il discorso dell'indotto ( da non sottovalutare ) e quello della sicurezzachi mi dice quante backdoor nasconde office? con libreoffice posso guardare il codice e rendermi conto della situazionecominciano pure a pensare alla sicurezza, questa Cenerentola sempre più disprezzata
          • Savio Saverio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: collione
            pure i vendor di soluzioni linux offrono sconti e
            compagnia
            bella

            non è che la PA scarica libreoffice e lo
            installa, ma si rivolge ad un'azienda IT che fa
            questo di
            mestiereStai tirando a indovinare, o hai notizie precise che io non ho sulle attività della provincia di Bolzano? Sinceramente io proprio così ho capito: scaricano il pacchetto e lo installano al posto di Microsoft Office, eventualmente sotto la supervisione di un consulente pagato giusto il tempo necessario all'installazione.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            contenuto non disponibile
          • Ciccio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Lavoro in Comune a Bolzano e posso dire che il pacchetto LibreOffice è stato installato dalla ns. ripartizione CED e che lo stiamo utilizzando senza problemi ;-)
          • astro scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Ciccio
            Lavoro in Comune a BolzanoIn questo momento sei in ferie vero? :D
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Ciccio
            Lavoro in Comune a Bolzano e posso dire che il
            pacchetto LibreOffice è stato installato dalla
            ns. ripartizione CED e che lo stiamo utilizzando
            senza problemi
            ;-)E percaso qualcuno e' morto o e' impazzito?(A parte il markettaro M$ di zona che ha perso un appalto di milioni e che si sara' buttato nell'Adige?)
          • qualcuno scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Ma é una migrazione che va in parallelo a quella della provincia o il comune é partito prima?
          • Ciccio scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Siamo partiti prima della Provincia (circa 4 - 5 mesi fa) con un mini corso anche perchè OO è praticamente uguale a Office
          • Internetcrazia scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            oddio e ora i detrattori dell'ultimo quarto d'ora come faranno?per favore non farti tirare giu dalle loro offese (visto che è l'unica arma che gli rimane)...rimani calmo e al massimo ignorali
          • astro scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Internetcrazia
            oddio e ora i detrattori dell'ultimo quarto d'ora
            come
            faranno?
            per favore non farti tirare giu dalle loro offese
            (visto che è l'unica arma che gli
            rimane)...rimani calmo e al massimo
            ignoraliMagari possono invitarlo a LAVORARE in orario d'ufficio :D
          • Internetcrazia scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            purtroppo in Italia ci stiamo mettendo tutti contro tutti...ma fidati per ogni impiegato comunale perennemente in pausa caffe ce ne sono altri 100 che lavorano con entusiasmo e professionalità....
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            contenuto non disponibile
          • nome e cognome scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: Internetcrazia
            purtroppo in Italia ci stiamo mettendo tutti
            contro tutti...ma fidati per ogni impiegato
            comunale perennemente in pausa caffe ce ne sono
            altri 100 che lavorano con entusiasmo e
            professionalità....Inverti l'ordine e ti avvicini alla realtà.
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Non è vero! Io li conosco quelli di Bolzano sono presenti a tutti i convegni su open source e Pubblica Amministrazione, dove vengono a parlare delle loro esperienze. Sono preparati, sono anni che hanno introdotto l'opensource a tutti i livelli. Gli ci sono voluti 10 anni ad affinare e formare internamente personale e selezionare le tecnologie, ma oggi si può dire che il Trentino Alto Adige è all'avanguardia in questo settore. E si merita l'ammirazione di tutto il resto del paese. Risparmiano un sacco di denaro, e pagano solo personale alto-atesino che tra l'altro parla italiano e tedesco, e tutti i loro software sono bilingue.Basta guardare qualche link di convegni o progetti innovativi come il FUSSC'è sempre il Trentino o le provincie autonome come relatori o pionieri:http://unaretedilavagne.wordpress.com/http://www.innovazione.provincia.tn.it/notizie/012-10198.htmlhttp://www.artiemestieri.tn.it/Members/lallo/news/don_milani_intervento_os/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2013 15.41-----------------------------------------------------------
          • nome e cognome scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            Gli ci sono voluti 10 anni ad affinare e formare
            internamente personale e selezionare le
            tecnologie, ma oggi si può dire che il Trentino
            Alto Adige è all'avanguardia in questo settore. E
            si merita l'ammirazione di tutto il resto del
            paese.Bravi, ora togliamogli lo status di regione a statuto speciale (trattengono il 90% delle tasse) e smettiamo di dargli 2000 euro a cittadino di trasferimenti statali. Cosi' vediamo come pagano i 10 anni di formazione.
            C'è sempre il Trentino o le provincie autonome
            come relatori o
            pionieri:Quando non si hanno veri problemi di bilancio perché tanto paga pantalone è molto più facile... sito preso a caso da google...http://www.ragionpolitica.it/cms/index.php/201207245435/economia-internazionale/quanto-ci-costano-le-regioni-a-statuto-speciale.htmlIl caso più eclatante è quello del Trentino-Alto-Adige, destinatario di copiosi trasferimenti alle sue province autonome di Trento e Bolzano, che incassano dallo Stato i 9/10 di quanto fiscalmente lo Stato riceve da quei territori. Nel 2011, la Provincia Autonoma di Trento ha chiuso il suo bilancio in pareggio, grazie a trasferimenti statali per 3,9 miliardi su complessivi 4,6 miliardi. E dire che la minoranza tedesca nella Provincia di Bolzano ancora oggi inveisce contro presunte violazioni dei loro diritti, quando sono stati beneficiari di privilegi, che nessuno Stato al mondo ha mai conXXXXX a una minoranza. Gli italiani sono stati, invece, oggetto di una «reverse discrimination» o «discriminazione all'incontrario», mentre la burocrazia è passata saldamente nelle mani dei tedeschi. Le stesse cifre demografiche ci mostrano come da «minoranza», gli italiani di origine tedesca siano diventati maggioranza. Inltre la Regione vanta oggi un numero di impiegati pubblici del 32% superiore alla media nazionale. E grazie alla manna da Roma, le tasse pesano sui bilanci comunali alto-atesini molto meno che nel resto d'Italia.
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Scusami ma quello che avviene per il Trentino è ciò che dovrebbe avvenire con ogni regione d'Italia.Si trattiene le sue tasse, non munge le altre regioni.È il caso eclatante del Veneto e delle Marche, le Marche pagano più del Veneto ma prendono meno...Se tutte le regioni trattenessero il 90% delle tasse non ci sarebbe Roma ladrona e lo Stato non sarebbe la macchina più costosa d'Italia.Il Trentino ha la migliore qualità della vita e dei servizi.
          • nome e cognome scrive:
            Re: E i soldi risparmiati

            Se tutte le regioni trattenessero il 90% delle
            tasse non ci sarebbe Roma ladrona e lo Stato non
            sarebbe la macchina più costosa
            d'Italia.Dimentichi una cosa, il trentino può trattenere il 90% delle tasse perché ci sono regioni che ne trattengono il 42%. E quindi pagano le scuole (statali), la polizia (statale), l'esercito (statale), la macchina amministrativa centrale anche per il trentino.
            Il Trentino ha la migliore qualità della vita e
            dei
            servizi.Certo, glieli pagano i lombardi.
          • collione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            ma tutto questo che c'entra con l'opensource?e comunque la formazione va fatta pure, che so, per imparare ad usare le stupide piastrelle di wincagotto GET THE FACTS (rotfl)
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Wincag8 è stata un'operazione di marketing furbesca e pianificata!Ti faccio pagare 40 per darti le piastrelle che si sapeva la gente avrebbe rigettato......Per poi fottergli 100 per ridargli di nuovo Win7 sotto le mentite spoglie di Win8.1I dirigenti di quell'azienda andrebbero presi a calci nel XXXX per una distanza quanto la circonferenza del pianeta...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 giugno 2013 20.33-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: iRoby
            Wincag8 è stata un'operazione di marketing
            furbesca e
            pianificata!

            Ti faccio pagare 40 per darti le piastrelle che
            si sapeva la gente avrebbe
            rigettato...

            ...Per poi fottergli 100 per ridargli di nuovo
            Win8 sotto le mentite spoglie di
            Win8.1

            I dirigenti di quell'azienda andrebbero presi a
            calci nel XXXX per una distanza quanto la
            circonferenza del
            pianeta... <b
            Giove! </b
            Fixed. 8)
          • iRoby scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            Scusa era Win7 sotto le mentite spoglie di Win8.1
          • FDG scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: collione
            chi mi dice quante backdoor nasconde office? con
            libreoffice posso guardare il codice e rendermi
            conto della situazioneVisti i recenti fatti, non mi meraviglierei se il binario scaricato dalla rete sia leggermente diverso dai sorgenti. Meglio così :)
          • collione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            almeno puoi comunque compilartelo dai sorgenti i sorgenti sono facilmente sottoponibili ad auditingovvio che se installa bovinamente ubuntu, allora ti stai fidando di Mark ciecamenteio non mi fido e tu?
          • FDG scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: collione
            almeno puoi comunque compilartelo dai sorgenti i
            sorgenti sono facilmente sottoponibili ad auditingSi, certo. Ma devi scoprire le backdoor (e finché non sono scoperte possono essere sfruttate) e devi scaricarti i sorgenti e compilare il software per razzi tuoi.È possibile ma lo devi fare. Intendo questo.
            io non mi fido e tu?Manco io...
          • collione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: FDG
            Si, certo. Ma devi scoprire le backdoor (e finché
            non sono scoperte possono essere sfruttate) eper fortuna non è che deve farlo ogni singolo utente, ma basta che la tal università o la tal azienda scoprano una backdoor, per mandare gambe all'aria i perpetratori occulti
            devi scaricarti i sorgenti e compilare il
            software per razzi
            tuoi.per fortuna questo è relativamente semplice, soprattutto per una grossa organizzazione
          • FDG scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: collione
            ...Non metto in dubbio che queste cose si possano fare. Però finché non vengono fatte si è esposti. È un dato di fatto.In conclusione... dobbiamo farlo... almeno dovremmo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2013 00.27-----------------------------------------------------------
          • collione scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            l'auditing viene già fatto, per trovare bug e vulnerabilitàper i sorgenti, beh, ci sono organizzazioni che non si fanno problemi a creare proprio distribuzioni ad hoc basate su gentoopurtroppo molte preferiscono installare ubuntu!!! ma in questo caso si tratta di accendere il cervello, e purtroppo non ci sono soluzioni semplici per tale bug :D
          • shevathas scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: FDG


            Si, certo. Ma devi scoprire le backdoor (e
            finché

            non sono scoperte possono essere sfruttate) e

            per fortuna non è che deve farlo ogni singolo
            utente, ma basta che la tal università o la tal
            azienda scoprano una backdoor, per mandare gambe
            all'aria i perpetratori
            occulti
            e chi assicura che l'eseguibile sia proprio quello ottenuto dai sorgenti? dovresti ricompilare tutto e confrontare i vari hash.
          • maxsix scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: FDG




            Si, certo. Ma devi scoprire le backdoor
            (e

            finché


            non sono scoperte possono essere
            sfruttate)
            e



            per fortuna non è che deve farlo ogni singolo

            utente, ma basta che la tal università o la
            tal

            azienda scoprano una backdoor, per mandare
            gambe

            all'aria i perpetratori

            occulti



            e chi assicura che l'eseguibile sia proprio
            quello ottenuto dai sorgenti? dovresti
            ricompilare tutto e confrontare i vari
            hash.E sopratutto, lavoriamo o cazzeggiamo?No, perchè, c'è qualcuno che paga qua eh.
          • panda rossa scrive:
            Re: E i soldi risparmiati
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: collione

            - Scritto da: FDG




            Si, certo. Ma devi scoprire le backdoor
            (e

            finché


            non sono scoperte possono essere
            sfruttate)
            e



            per fortuna non è che deve farlo ogni singolo

            utente, ma basta che la tal università o la
            tal

            azienda scoprano una backdoor, per mandare
            gambe

            all'aria i perpetratori

            occulti



            e chi assicura che l'eseguibile sia proprio
            quello ottenuto dai sorgenti? MD5
            dovresti
            ricompilare tutto e confrontare i vari
            hash.Non e' una cosa tanto difficile, neppure tanto lunga, e in ogni caso il computer la fa da solo mentre tu vai al bagno o al caffe'.Nel momento in cui c'e' qualcosa che non ti torna, hai beccato la magagna.E basta che lo faccia uno una volta.
        • iRoby scrive:
          Re: E i soldi risparmiati
          Tu come fai a conoscere questi dettagli sui contratti, lavori per Microsoft o per un'azienda partner e sei qui a pubblicizzare i prodotti e servizi dei tuoi padroni?
    • qualcuno scrive:
      Re: E i soldi risparmiati
      Se questo fosse un primo passo per liberarsi del vendor lock in i risparmi alla fine potrebbero essere enormi.Oltre a tutti gli aggiornamenti pensa a quante applicazioni gli vende M$.
    • iRoby scrive:
      Re: E i soldi risparmiati
      ECCO UN ALTRO ASTROTURFERTutti a ripetere il protocollo sul TCO che gli è stato passato da Microsoft e che viene ripetuto fino alla nausea.Non è vero, non è vero. Openoffice/LibreOffice è una suite potete e compatibile, e fa tutto ciò che serve alla quasi totalità degli utenti e delle aziende.E Linux è molto più robusto e immune a malware e deterioramenti del sistema (come avviene invece a Windows XP).
    • bradipao scrive:
      Re: E i soldi risparmiati
      - Scritto da: Savio Saverio
      E i soldi risparmiati dalle licenze Microsoft
      verranno spesi per la formazione dei dipendenti
      (e per esperti di LibreOffice che risolvono le
      magagne, ma quelli si pagavano anche con
      Microsoft, solo in genere vengono compresi nel
      prezzo); almeno all'inizio è così. :Il
      risparmio si vede sul lungo periodo.No aspetta, per Office microsoft non fornisce nessun supporto gratuito agli utenti. Almeno in tutte le realtà medio-grandi che ho visto.
  • jjletho scrive:
    Dubito
    io capirei se le suite di produttività fossero comparabili, ma adesso c'è veramente un abisso.L aproduttività calerà e ci saranno da pagare un po di consulenti
    • BarbaRuffoz scrive:
      Re: Dubito
      Ma tu hai idea dei documenti Excel/word della PA Italiana?Ma credi che siano tutti pieni di macro? (ROTFL)Per il 99% sono semplici fogli che non danno nessuna magagna!Sentiamo: quale fantastico aspetto di Office manca in LibreOffice. Dico, tra quelli usati in una PA eh!
      • FDG scrive:
        Re: Dubito
        - Scritto da: BarbaRuffoz
        Per il 99% sono semplici fogli che non danno
        nessuna magagna!Qualcuno ha mai fatto una denuncia? Un template condiviso su un server, modificato a mano e archiviato come file sempre su una directory del server. E per questo si paga una licenza di Office.IMHO, manco LibreOffice sarebbe la soluzione migliore. Ma piuttosto che spendere inutilmente soldi per una licenza...
      • iRoby scrive:
        Re: Dubito
        Uh io riesco ad utilizzare alla grande anche fogli di calcolo molto complessi con i calcoli stechiometrici per le mappature di auto e moto ad iniezione elettronica.Ci sono formule che dal rapporto stechiometrico derivano i valori di efficienza volumetrica da inserire nella mappa della centralina.Funzionano a meraviglia su OpenOffice e Libreoffice così ho risparmiato di piratare o comprare Microsoft Office.
    • collione scrive:
      Re: Dubito
      per questo il personale va formato
    • Skywalker scrive:
      Re: Dubito
      Scusa? Io sto ancora litigando alla ricerca di dove diavolo hanno nascosto le funzioni di MS Office nella nuova versione. Il passaggio da MS Office 2007 a Libre0ffice invece è quasi automatico.Diversi documenti .doc mi si aprono più fedelmente su LibreOffice che su MS Office 2010 ed in diversi casi documenti .doc dati per corrotti su MS Office 2010 sono stati aperti senza problemi da LibreOffice.Un documento .doc aperto in MS Office 2010, modificato e risalvato in .doc in diverse occasioni mi ha perso la formattazione o mi ha trasformato oggetti modificabili in oggetti non più modificabili. Con LibreOffice ho avuto molti meno problemi.MS Office 2010 funziona decentemente solo se migri tutto a .docx. Ma se devo migrare tutto a .docx per poi avere problemi di compatibilità persino con chi ha MS Office in versioni dal 2007 indietro, avere problemi di formato per avere problemi di formato, tanto vale migrare a .odt.Piuttosto mi chiedo in che modo MS Office ha implementato il filtro di importazione di .odt: un file ODT che Google Docs, LibreOffice, OpenOffice e Symphony aprono senza problemi, risulta "corrotto" aprendolo con MS Office 2010. Tra l'altro continuo a non capire perché aprendo la tendina dei tipi di file mi da "WordPerfect 6.x (.wpd,.doc)" oppure "Rich Text Format (.rtf)" ma invece di "OpenDocument Text (.odt)" si trova un criptico "ODT (.odt)". Bah.Tra l'altro da 2007 a 2010 sono già una licenza full ed un aggiornamento, e per aggiornare a 2013 sarebbe un'altro aggiornamento. Inoltre non c'è una versione Portable di MS Office, mentre sul mio HD esterno ho la mia versione di LibreOffice sempre disponibile, qualunque sia il PC MS Windows su cui mi trovo. Con MS Office ogni volta devo litigare tra PC che non ce l'hanno, PC con MS Office 95 o con MS Office 2003 che non aprono i .docx, PC con MS Office 2007 ed altri con MS Office 2010, che hanno due interfacce completamente diverse, ed ora anche PC con MS Office 2013.Certo, c'è stata uno scalino sulla curva di apprendimento di LibreOffice (MS Office lo sapevo già usare), ma superato i problemi scendono di molto. Soprattutto grazie al fatto che è Portable e quindi ho sempre la MIA versione con me.
    • ALf scrive:
      Re: Dubito
      concordo, tra l'altro su versioni diverse di libreoffice (3.4 e 3.6 ad esempio) stessi documenti sono visualizzati in modo diverso.LibreOffice da molti problemi di interoperabilità...
      • panda rossa scrive:
        Re: Dubito
        - Scritto da: ALf
        concordo, tra l'altro su versioni diverse di
        libreoffice (3.4 e 3.6 ad esempio) stessi
        documenti sono visualizzati in modo
        diverso.

        LibreOffice da molti problemi di
        interoperabilità...OK, bravo.Adesso che hai sparato il tuo fud quotidiano, puoi tornare su MSN a reclamare il tozzo di pane che ti sei faticosamente guadagnato per oggi.Pallista markettaro! <b
        OOo e LIBO non hanno problemi di compatibilita'! </b
        • astro scrive:
          Re: Dubito
          - Scritto da: panda rossa
          <b
          OOo e LIBO non hanno problemi di
          compatibilita'! </b

          Nel magico mondo di panda, forse... :D
          • FDG scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: panda rossa

            <b
            OOo e LIBO non hanno problemi di

            compatibilita'! </b



            Nel magico mondo di panda, forse... :DE quale sarebbe nello specifico il problema? Visto che anche io non ho mai notato incompatibilità, potrei scoprire qualcosa di nuovo.
          • vac scrive:
            Re: Dubito
            Mi unisco al coro:Mai avuto problemi di compatibilità tra diverse versioni di Open Office e Libre Office.Magari hai passato il documento da un PC ad un altro e non hai gli stessi font installati?
          • ZLoneW scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: vac
            Mi unisco al coro:
            Mai avuto problemi di compatibilità tra diverse
            versioni di Open Office e Libre
            Office.Io invece rilancio: dalle mie parti centinaia di documenti attualmente in uso sono nati in formato .SXW con StarOffice, e sono tuttora in uso in formato .ODT su Open Office e Libre Office delle versioni più disparate, senza nessun problema.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2013 11.09-----------------------------------------------------------
        • aphex_twin scrive:
          Re: Dubito
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ALf

          concordo, tra l'altro su versioni diverse di

          libreoffice (3.4 e 3.6 ad esempio) stessi

          documenti sono visualizzati in modo

          diverso.



          LibreOffice da molti problemi di

          interoperabilità...

          OK, bravo.
          Adesso che hai sparato il tuo fud quotidiano,
          puoi tornare su MSN a reclamare il tozzo di pane
          che ti sei faticosamente guadagnato per
          oggi.

          Pallista markettaro!

          <b
          OOo e LIBO non hanno problemi di
          compatibilita'! </b

          Ma é piú "pallista markettaro" chi espone problemi REALI o chi ci racconta che crea macro di conversione per passare da MSOffice a OO con un click senza mostrarla a nessuno ?
        • aphex_twin scrive:
          Re: Dubito
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ALf

          concordo, tra l'altro su versioni diverse di

          libreoffice (3.4 e 3.6 ad esempio) stessi

          documenti sono visualizzati in modo

          diverso.



          LibreOffice da molti problemi di

          interoperabilità...

          OK, bravo.
          Adesso che hai sparato il tuo fud quotidiano,
          puoi tornare su MSN a reclamare il tozzo di pane
          che ti sei faticosamente guadagnato per
          oggi.

          Pallista markettaro!

          <b
          OOo e LIBO non hanno problemi di
          compatibilita'! </b

          Tutto grazie ad inesistenti macro :D
        • nome e cognome scrive:
          Re: Dubito

          <b
          OOo e LIBO non hanno problemi di
          compatibilita'! </b
          Aspetta che te lo faccio dire dai tuoi amicihttp://ask.libreoffice.org/en/question/4393/libre-office-34-wont-open-and-36-downloaded-but/There are a few incompatibilities between 3.4 and later versions. Thus, first, uninstall LibreOffice 3.4 completely and then try a later version. In your case, it might be advisable to uninstall all versions of LibreOffice that you might have installed.
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: nome e cognome

            <b
            OOo e LIBO non hanno problemi di

            compatibilita'! </b


            Aspetta che te lo faccio dire dai tuoi amici

            http://ask.libreoffice.org/en/question/4393/libre-

            There are a few incompatibilities between 3.4 and
            later versions. Thus, first, uninstall
            LibreOffice 3.4 completely and then try a later
            version. In your case, it might be advisable to
            uninstall all versions of LibreOffice that you
            might have
            installed.Lo capisci da solo quello che hai postato o devo riderti proprio in faccia per farti capire il concetto?Riguarda un problema di INSTALLAZIONE/AGGIORNAMENTO tra la versione 3.4 e la 3.5Roba vecchia visto che siamo alla versione 4 e comunque non ha nulla a che fare coi documenti prodotti, ma riguarda solo l'installazione.
      • cicciobello scrive:
        Re: Dubito
        Prova a passare un documento tra due versioni diverse di microsoft office, a volte non te lo apre nemmeno.
        • aphex_twin scrive:
          Re: Dubito
          Ma non diciamo ca.... :-o
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Ma non diciamo ca.... :-oProva ad aprire qualcosa salvato con office 2010 usando office 2003, poi torna qui con le orecchie basse.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Guarda lo faccio ogni giorno , se vuoi ti spiego anche come fare.Ma prima voglio provare la tua macro, magari ci fa risparmiare soldi (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Guarda lo faccio ogni giorno , se vuoi ti spiego
            anche come
            fare.

            Ma prima voglio provare la tua macro, magari ci
            fa risparmiare soldi
            (rotfl)Non c'e' nessuna MIA macro.C'e' una macro.Ma tu non vuoi la macro, tu vuoi sapere chi sono io.Quindi smettila.Che a me di sapere chi sei tu non me ne puo' fregar di meno.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: panda rossa
            Non c'e' nessuna MIA macro.
            C'e' una macro.

            Ma tu non vuoi la macro, tu vuoi sapere chi sono
            io.
            Quindi smettila.
            Che a me di sapere chi sei tu non me ne puo'
            fregar di
            meno.Non me ne frega niente chi sei o chi non sei , nessuno ti obbliga a scrivere nome e cognome sulla macro.Se proprio devi farlo scrivi "Panda Rossa ", "topolino" , ecc
          • Etype scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Guarda lo faccio ogni giorno , se vuoi ti spiego
            anche come
            fare.:D :D :D
            Ma prima voglio provare la tua macro, magari ci
            fa risparmiare soldi
            (rotfl)Sei incapace di fare un macro su LO ?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Etype
            Sei incapace di fare un macro su LO ?No, per quello chiedo, visto che ci racconta che lui "ha una macro che basta un click" , che é "open" , che é bellissima ma non la vuole dare a nessuno.Bello riempirsi la bocca di "software open source" e poi non condividere nulla.
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: Etype

            Sei incapace di fare un macro su LO ?

            No, per quello chiedo, visto che ci racconta che
            lui "ha una macro che basta un click" , che é
            "open" , che é bellissima ma non la vuole dare a
            nessuno.

            Bello riempirsi la bocca di "software open
            source" e poi non condividere
            nulla.vabbè però con 'sta storia della macro stai iniziando a diventare pedante. Un po' come la faida tucumcari-leguleio, insomma.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Dimostro solo l'incoerenza del personaggio.E lo faró sempre se continua con i soliti toni.Anche i ciclici commenti anti-apple , anti-ms , anti-qualsiasi-cosa-diverso-da-open li trovo pedanti, ma che ci posso fare ?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Se uno si inventa le cose glielo rinfaccio. Se in più persevera ... :D
          • io123456 scrive:
            Re: Dubito
            ma sei un genio ! apri la versione salvata oggi con l'applicativo di 10 anni fa e hai dei problemi ??? strano !!!PS Gli script ?
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: io123456
            ma sei un genio !
            apri la versione salvata oggi con l'applicativo
            di 10 anni fa e hai dei problemi ??? strano
            !!!eh già... chi glielo farebbe fare alla gente di comprare la versione 2013 se fosse retrocompatibile?solo monopolisti possono permettersi di fare cose del genere (come la Adobe, entrando nel mio campo)
          • shevathas scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: io123456

            ma sei un genio !

            apri la versione salvata oggi con
            l'applicativo

            di 10 anni fa e hai dei problemi ??? strano

            !!!

            eh già... chi glielo farebbe fare alla gente di
            comprare la versione 2013 se fosse
            retrocompatibile?
            è retrocompatibile se salvi in formato vecchio, però se salvi in formato vecchio perdi tutte le nuove funzionalità, tanto per dirne una le colonne oltre la 255 nel foglio di calcolo.
            solo monopolisti possono permettersi di fare cose
            del genere (come la Adobe, entrando nel mio
            campo)salviamo un file con l'ultima versione di ODT e vediamo se lo apre star office originale?
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: il solito bene informato

            - Scritto da: io123456


            ma sei un genio !


            apri la versione salvata oggi con

            l'applicativo


            di 10 anni fa e hai dei problemi ???
            strano


            !!!



            eh già... chi glielo farebbe fare alla gente
            di

            comprare la versione 2013 se fosse

            retrocompatibile?



            è retrocompatibile se salvi in formato vecchio,
            però se salvi in formato vecchio perdi tutte le
            nuove funzionalità, tanto per dirne una le
            colonne oltre la 255 nel foglio di
            calcolo.


            solo monopolisti possono permettersi di fare
            cose

            del genere (come la Adobe, entrando nel mio

            campo)

            salviamo un file con l'ultima versione di ODT e
            vediamo se lo apre star office
            originale?Lo apre!E visualizza solo quello che capisce.ODT e' un formato XMLQuindi il programma che lo interpreta, se non riconosce qualche tag, semplicemente la ignora.Ma non ti dice "Questo file non si riesce ad aprire, forse e' corrotto, magari c'e' un virus..."
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Non so cosa sia meglio, se avere un documento che non si apre o avere un documento mozzato.Meglio la XXXXX molle o il vomito ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Non so cosa sia meglio, se avere un documento che
            non si apre o avere un documento
            mozzato.

            Meglio la XXXXX molle o il vomito ?Con la robaccia di redmonnezz puoi avere entrambe, con la certezza che i governi hanno la possibilita' di accedere ai tuoi documenti.E per tutto questo devi pure pagare.
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: panda rossa
            ODT e' un formato XML
            Quindi il programma che lo interpreta, se non
            riconosce qualche tag, semplicemente la
            ignora.
            Ma non ti dice "Questo file non si riesce ad
            aprire, forse e' corrotto, magari c'e' un
            virus..."Allora è proprio incredibile che OpenOffice 1.0.3 non sia in grado di aprirmi un ODT SOLO TESTO salvato con la versione 3.4.1
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Forrest sgabbio
            - Scritto da: panda rossa

            ODT e' un formato XML

            Quindi il programma che lo interpreta, se non

            riconosce qualche tag, semplicemente la

            ignora.

            Ma non ti dice "Questo file non si riesce ad

            aprire, forse e' corrotto, magari c'e' un

            virus..."
            Allora è proprio incredibile che OpenOffice 1.0.3
            non sia in grado di aprirmi un ODT SOLO TESTO
            salvato con la versione
            3.4.1Hai scritto una evidente panzana, ma ho voluto verificare.Ho salvato una paginetta da 3.4 in formato testo e l'ho aperta con 1.0 (credo che ti vada bene lo stesso).E vuoi sapere che e' sucXXXXX? L'ha aperta!Fuddaro!
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: panda rossa
            Hai scritto una evidente panzana, ma ho voluto
            verificare.
            Ho salvato una paginetta da 3.4 in formato testo
            e l'ho aperta con 1.0 (credo che ti vada bene lo
            stesso).

            E vuoi sapere che e' sucXXXXX? L'ha aperta!

            Fuddaro!Fuddi e racconti un sacco di ba**e!Hai salvato in ODT? Non credo proprio, come dice anche wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument_software#Word_proXXXXXrsOpenOffice nella versione 1.0 non sapeva neanche cosa fosse l'ODT.
          • shevathas scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Forrest sgabbio
            - Scritto da: panda rossa

            Hai scritto una evidente panzana, ma ho
            voluto

            verificare.

            Ho salvato una paginetta da 3.4 in formato
            testo

            e l'ho aperta con 1.0 (credo che ti vada
            bene
            lo

            stesso).



            E vuoi sapere che e' sucXXXXX? L'ha aperta!



            Fuddaro!
            Fuddi e racconti un sacco di ba**e!
            Hai salvato in ODT? Non credo proprio, come dice
            anche wikipedia
            http://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument_software
            OpenOffice nella versione 1.0 non sapeva neanche
            cosa fosse
            l'ODT.prima l'avrà passato per la sua supermacro.
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: shevathas
            prima l'avrà passato per la sua supermacro.(rotfl)(rotfl)(rotfl)09/10
          • Forrest sgabbio scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: shevathas
            prima l'avrà passato per la sua supermacro.(rotfl)(rotfl)(rotfl)09/10
          • Etype scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: io123456
            ma sei un genio !
            apri la versione salvata oggi con l'applicativo
            di 10 anni fa e hai dei problemi ??? strano
            !!!

            PS Gli script ?Quindi anche LO dovrebbe avere gli stessi identici difetti,giusto ?Oltreutto neanche occorre arrivare a 10 anni eh ma solo un paio di anni.
          • Etype scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Ma non diciamo ca.... :-oExcel 2007 -
            2010 ...nel 2010 il foglio era completamente vuotoSenza parlare di piccoli difettucci,tipo colori delle celle alterateSpesso tra versioni di Word diverse si perde la formattazioneEssi proprio cavoalte,vero ?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Uso da diversi mesi Office 2010 e tutti i documenti sono stati prodotti da Office 2003.Finora ZERO problemi.Ciao
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Uso da diversi mesi Office 2010 e tutti i
            documenti sono stati prodotti da Office
            2003.

            Finora ZERO problemi.

            CiaoIn genere è il proXXXXX opposto che crea problemi.Se un poveraccio con 2003 riceve un documento da un collega con 2010 sono dolori, a meno che il collega "2010" non sia smaliziato ed abbia salvato il documento appositamente per il poveraccio di cui sopra.
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: PinguinoCattivo
            - Scritto da: aphex_twin

            Uso da diversi mesi Office 2010 e tutti i

            documenti sono stati prodotti da Office

            2003.



            Finora ZERO problemi.



            Ciao

            In genere è il proXXXXX opposto che crea problemi.
            Se un poveraccio con 2003 riceve un documento da
            un collega con 2010 sono dolori, a meno che il
            collega "2010" non sia smaliziato ed abbia
            salvato il documento appositamente per il
            poveraccio di cui
            sopra.E rinunciare cosi' alla fondamentale doppia sottolineatura sopra e sotto?Giammai!
          • nome e cognome scrive:
            Re: Dubito

            In genere è il proXXXXX opposto che crea problemi.
            Se un poveraccio con 2003 riceve un documento da
            un collega con 2010 sono dolori, a meno che il
            collega "2010" non sia smaliziato ed abbia
            salvato il documento appositamente per il
            poveraccio di cui
            sopra.E non è una cosa ovvia e inevitabile? Oppure il mitico software opensorcio ha dei formati in grado di supportare tutto quello che deve ancora essere inventato?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Male che vada c'è il tool gratuito di conversione automatica (tipo la "fumosa" macro di PR) da .docx a .doc. E' gratis ed é a disposizione di tutti ... questa. :)
      • collione scrive:
        Re: Dubito
        - Scritto da: ALf
        concordo, tra l'altro su versioni diverse di
        libreoffice (3.4 e 3.6 ad esempio) stessi
        documenti sono visualizzati in modo
        diverso.
        falso
        LibreOffice da molti problemi di
        interoperabilità...con i formati ms office, che sappiamo essere standardizzati per modo di dire
        • aphex_twin scrive:
          Re: Dubito
          Il formato office é lo "standard de facto", é open office che deve adeguarsi se vuole realmente diffondersi. Fatevene una ragione :D
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Il formato office é lo "standard de facto", é
            open office che deve adeguarsi se vuole realmente
            diffondersi.


            Fatevene una ragione :DSe un formato non e' open non puo' essere standard.Fai un bel respiro e pensaci un po' su, magari ci arrivi da solo al perche'.PS: niente aiuti dal pubblico, please :)
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: aphex_twin

            Il formato office é lo "standard de facto", é

            open office che deve adeguarsi se vuole
            realmente

            diffondersi.





            Fatevene una ragione :D
            Se un formato non e' open non puo' essere
            standard.
            Fai un bel respiro e pensaci un po' su, magari ci
            arrivi da solo al
            perche'.
            Mai sentito parlare di standard di fatto? Es. zip non è open ma lo trovi ovunque ;)
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: aphex_twin


            Il formato office é lo "standard de
            facto",
            é


            open office che deve adeguarsi se vuole

            realmente


            diffondersi.








            Fatevene una ragione :D

            Se un formato non e' open non puo' essere

            standard.

            Fai un bel respiro e pensaci un po' su,
            magari
            ci

            arrivi da solo al

            perche'.


            Mai sentito parlare di standard di fatto? Es. zip
            non è open ma lo trovi ovunque
            ;)Guarda, non avevo dubbi che non capissi un accidente di informatica, ma potevi evitare di dare la conferma in maniera cosi' plateale........
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: astro

            - Scritto da: Trollollero


            - Scritto da: aphex_twin



            Il formato office é lo "standard de

            facto",

            é



            open office che deve adeguarsi se
            vuole


            realmente



            diffondersi.











            Fatevene una ragione :D


            Se un formato non e' open non puo'
            essere


            standard.


            Fai un bel respiro e pensaci un po' su,

            magari

            ci


            arrivi da solo al


            perche'.




            Mai sentito parlare di standard di fatto?
            Es.
            zip

            non è open ma lo trovi ovunque

            ;)
            Guarda, non avevo dubbi che non capissi un
            accidente di informatica, ma potevi evitare di
            dare la conferma in maniera cosi'
            plateale........Cosa devo farti capire oggi? :D
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: astro


            - Scritto da: Trollollero



            - Scritto da: aphex_twin




            Il formato office é lo
            "standard
            de


            facto",


            é




            open office che deve
            adeguarsi
            se

            vuole



            realmente




            diffondersi.














            Fatevene una ragione :D



            Se un formato non e' open non puo'

            essere



            standard.



            Fai un bel respiro e pensaci un
            po'
            su,


            magari


            ci



            arrivi da solo al



            perche'.






            Mai sentito parlare di standard di
            fatto?

            Es.

            zip


            non è open ma lo trovi ovunque


            ;)

            Guarda, non avevo dubbi che non capissi un

            accidente di informatica, ma potevi evitare
            di

            dare la conferma in maniera cosi'

            plateale........
            Cosa devo farti capire oggi? :DPer quale motivo ti ostini a sparar XXXXXte riguardo ad argomenti che evidentemente non conosci.Giro la domanda anche a te: perche' se non e' open un formato non puo' essere veramente standard ?
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            Giro la domanda anche a te: perche' se non e'
            open un formato non puo' essere veramente
            standard
            ?Perchè non ha il bollino blu?Chissenefrega se non è open, se iso dice che è standard lo è, se non lo dice no, punto.E nel caso dello ZIP NON lo ha detto, cosa non riesci a capire?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            cosa non
            riesci a
            capire?Quanto tempo hai ? :D
          • tucumcari scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: Trollollero

            Giro la domanda anche a te: perche' se non e'

            open un formato non puo' essere veramente

            standard

            ?
            Perchè non ha il bollino blu?
            Chissenefrega se non è open, se iso dice che è
            standard lo è, se non lo dice no,
            punto.
            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto, cosa non
            riesci a
            capire?Quale è la parte di PUBLIC DOMAIN che non ti è chiara?http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: astro

            - Scritto da: Trollollero


            Giro la domanda anche a te: perche' se
            non
            e'


            open un formato non puo' essere
            veramente


            standard


            ?

            Perchè non ha il bollino blu?

            Chissenefrega se non è open, se iso dice che
            è

            standard lo è, se non lo dice no,

            punto.

            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto, cosa
            non

            riesci a

            capire?
            Quale è la parte di PUBLIC DOMAIN che non ti è
            chiara?
            http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)questa:"but some ZIP features are covered by patents or pending patents"
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: astro


            - Scritto da: Trollollero



            Giro la domanda anche a te:
            perche'
            se

            non

            e'



            open un formato non puo' essere

            veramente



            standard



            ?


            Perchè non ha il bollino blu?


            Chissenefrega se non è open, se iso
            dice
            che

            è


            standard lo è, se non lo dice no,


            punto.


            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto,
            cosa

            non


            riesci a


            capire?

            Quale è la parte di PUBLIC DOMAIN che non ti
            è

            chiara?


            http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)
            questa:
            "but some ZIP features are covered by patents or
            pending
            patents"Leggiti questohttp://broadcast.oreilly.com/2010/06/is-zip-in-the-public-domain-or.htmlincassa, e vatti a nascondere in nuova zelanda.
          • tucumcari scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: astro


            - Scritto da: Trollollero



            Giro la domanda anche a te:
            perche'
            se

            non

            e'



            open un formato non puo' essere

            veramente



            standard



            ?


            Perchè non ha il bollino blu?


            Chissenefrega se non è open, se iso
            dice
            che

            è


            standard lo è, se non lo dice no,


            punto.


            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto,
            cosa

            non


            riesci a


            capire?

            Quale è la parte di PUBLIC DOMAIN che non ti
            è

            chiara?


            http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)
            questa:
            "but some ZIP features are covered by patents or
            pending
            patents""features" e "formato" sono cose diverse.Imparare a leggere non fa mai male.
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: Trollollero

            Giro la domanda anche a te: perche' se non e'

            open un formato non puo' essere veramente

            standard

            ?
            Perchè non ha il bollino blu?
            Chissenefrega se non è open, se iso dice che è
            standard lo è, se non lo dice no,
            punto.Limiti evidenti, non c'e' niente da fare.......
            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto, cosa non
            riesci a
            capire?Per quale motivo tu abbia tirato in ballo ZIP, che non e' uno standard de jure.
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: astro

            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto, cosa
            non

            riesci a

            capire?
            Per quale motivo tu abbia tirato in ballo ZIP,
            che non e' uno standard de
            jure.Per questo:"Mai sentito parlare di standard di fatto? Es. zip non è open ma lo trovi ovunque"Nemmeno office, è uno standard de jure, quindi?
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: astro


            E nel caso dello ZIP NON lo ha detto,
            cosa

            non


            riesci a


            capire?

            Per quale motivo tu abbia tirato in ballo
            ZIP,

            che non e' uno standard de

            jure.
            Per questo:
            "Mai sentito parlare di standard di fatto? Es.
            zip non è open ma lo trovi
            ovunque"
            Nemmeno office, è uno standard de jure, quindi?Quindi non e' un vero standard, CVD.
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: astro

            - Scritto da: Trollollero


            - Scritto da: astro



            E nel caso dello ZIP NON lo ha
            detto,

            cosa


            non



            riesci a



            capire?


            Per quale motivo tu abbia tirato in
            ballo

            ZIP,


            che non e' uno standard de


            jure.

            Per questo:

            "Mai sentito parlare di standard di fatto?
            Es.

            zip non è open ma lo trovi

            ovunque"

            Nemmeno office, è uno standard de jure,
            quindi?
            Quindi non e' un vero standard, CVD.Si, si, certo mister azzeccagarbugli, adesso vieni pure a proporre la tua suite per ufficio SENZA la compatibilità con MS office, tanto non essendo uno standard si può ignorare :D
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            Quindi non e' un vero standard, CVD.Appunto, sono ore che ti stiamo dicendo che é uno "standard de facto". :(
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Avevi una sola risposta possibile ed educata ed era : GRAZIE
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Avevi una sola risposta possibile ed educata ed
            era :
            GRAZIEDi farci ridere con la tua ignoranza ?Replay: se non e' open non e' standard PERCHE'...................
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Si parlava di "standard de facto" , ancora non sai di cosa si parlava.Torno quando avrai capito il discorso , ciao
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Si parlava di "standard de facto" , ancora non
            sai di cosa si
            parlava.

            Torno quando avrai capito il discorso ,

            ciaoGli standard "de facto" non sono veri standard: si tratta semplicemente di roba ampiamente utilizzata.Ripassi quando conoscerai la differenza tra "de facto" e "de jure".
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Vedi anche hai imparato anche qualcos'altro di nuovo
          • tucumcari scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Avevi una sola risposta possibile ed educata ed
            era :
            GRAZIEGrazie per cosa per la bufala?zip non è open?http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)Quale è la parte di PUBLIC DOMAIN che non capisci?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: tucumcari
            Grazie per cosa per la bufala?Linko la spiegazione di "standard de facto" e sarebbe una bufala ? Perché ?
            zip non è open?
            http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)
            Quale è la parte di PUBLIC DOMAIN che non capisci?Ora faccio come te e dico che é una bufala :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            Mai sentito parlare di standard di fatto? Es. zip
            non è open ma lo trovi ovunque
            ;)Tu evidentemente non ne hai mai sentito parlare, e quindi e' meglio se la smetti di parlare di cose che non conosci altrimenti fai figure di palta.Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_file%29
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: astro


            Mai sentito parlare di standard di fatto?
            Es.
            zip

            non è open ma lo trovi ovunque

            ;)

            Tu evidentemente non ne hai mai sentito parlare,
            e quindi e' meglio se la smetti di parlare di
            cose che non conosci altrimenti fai figure di
            palta.

            Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.

            http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_filCapisco che sXXXXXre un macaco che parli di informatica sia cosa giusta e doverosa, ma questo e' un aiutino (e pure corposo) per il caro astro......
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: astro




            Mai sentito parlare di standard di
            fatto?

            Es.

            zip


            non è open ma lo trovi ovunque


            ;)



            Tu evidentemente non ne hai mai sentito
            parlare,

            e quindi e' meglio se la smetti di parlare di

            cose che non conosci altrimenti fai figure di

            palta.



            Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.




            http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_fil
            Capisco che sXXXXXre un macaco che parli di
            informatica sia cosa giusta e doverosa, ma questo
            e' un aiutino (e pure corposo) per il caro
            astro......prova a leggere la versione inglese:http://en.wikipedia.org/wiki/ZIP_(file_format)è leggermente diversa :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: astro






            Mai sentito parlare di standard di

            fatto?


            Es.


            zip



            non è open ma lo trovi ovunque



            ;)





            Tu evidentemente non ne hai mai sentito

            parlare,


            e quindi e' meglio se la smetti di
            parlare
            di


            cose che non conosci altrimenti fai
            figure
            di


            palta.





            Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.








            http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_fil

            Capisco che sXXXXXre un macaco che parli di

            informatica sia cosa giusta e doverosa, ma
            questo

            e' un aiutino (e pure corposo) per il caro

            astro......
            prova a leggere la versione inglese:
            http://en.wikipedia.org/wiki/ZIP_(file_format)
            è leggermente diversa :D(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • astro scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: astro


            Mai sentito parlare di standard di fatto?
            Es.
            zip

            non è open ma lo trovi ovunque

            ;)

            Tu evidentemente non ne hai mai sentito parlare,
            e quindi e' meglio se la smetti di parlare di
            cose che non conosci altrimenti fai figure di
            palta.

            Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.

            http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_filLa versione inglese dice tutt'altro, e di sicuro NON è uno standard iso
          • tucumcari scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: astro




            Mai sentito parlare di standard di
            fatto?

            Es.

            zip


            non è open ma lo trovi ovunque


            ;)



            Tu evidentemente non ne hai mai sentito
            parlare,

            e quindi e' meglio se la smetti di parlare di

            cose che non conosci altrimenti fai figure di

            palta.



            Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.




            http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_fil
            La versione inglese dice tutt'altro, e di sicuro
            NON è uno standard
            isoè public domain!http://en.wikipedia.org/wiki/Zip_(file_format)
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Ma cosa diavolo centra uno "standard de facto" con una licenza GPL ?Ci stai raccontando che secondo i "tuoi studi" quello che é sotto GPL é automaticamente standard e quello che non é sotto GPL non puó essere uno standard ?Sei giá a questo punto del barile o ho capito male io ? :D
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Ma cosa diavolo centra uno "standard de facto"
            con una licenza GPL
            ?
            Replay: se non e' open NON E' UN VERO STANDARD.
            Ci stai raccontando che secondo i "tuoi studi"
            quello che é sotto GPL é automaticamente standard
            e quello che non é sotto GPL non puó essere
            uno standard
            ?

            Sei giá a questo punto del barile o ho
            capito male io ?
            :D
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Sono paziente , torno quando hai dimostrato di aver capito cosa é uno "standard de facto", adesso perderei solo tempo.
          • Trollollero scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Sono paziente , torno quando hai dimostrato di
            aver capito cosa é uno "standard de facto",
            adesso perderei solo
            tempo.Due parole: "de jure".
          • nome e cognome scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: astro


            Mai sentito parlare di standard di fatto?
            Es.
            zip

            non è open ma lo trovi ovunque

            ;)

            Tu evidentemente non ne hai mai sentito parlare,
            e quindi e' meglio se la smetti di parlare di
            cose che non conosci altrimenti fai figure di
            palta.

            Il formato ZIP e' pubblico e sotto GPL.

            http://it.wikipedia.org/wiki/ZIP_%28formato_di_filA panda... leggi bene, specifiche pubbliche e alcune implementazioni sono GPL. Hai praticamente detto che il formato .doc è GPL. Comunque leggi la versione in inglese che spiega meglioThe .ZIP file format was released into the public domain,[3][4][5][6][7] but some ZIP features are covered by patents or pending patents.[8]
          • Etype scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: astro
            Mai sentito parlare di standard di fatto? Es. zip
            non è open ma lo trovi ovunque
            ;)Che fine ha fatto winzip ? :DPeccato che lo zip lo posso estrarre con qualsiasi altro programma che c'è in giro :D
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Se non sai cos´é uno "standard de facto" non c'é problema, nessuno nasce imparato e visto che io sono "open" e non "closed" come i personaggi che popolano il mondo "open", voglio aiutarti :http://en.wikipedia.org/wiki/De_facto_standardPrego !
          • FAPFAP scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Se non sai cos´é uno "standard de facto" non
            c'é problema, nessuno nasce imparato e visto che
            io sono "open" e non "closed" come i personaggi
            che popolano il mondo "open", voglio aiutarti
            :

            http://en.wikipedia.org/wiki/De_facto_standard

            Prego !Bastaaaaaa! Butta quella XXXXX di patente europea nel XXXXX e lavora!!!
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            E' di "italica usanza" far passare la "patente europea" per laurea in informatica.Ed io vivo all'estero , dove "la patente europea" é pari al Topolino, anche se l'avessi mi guarderei bene dal mostrarla.
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Il formato office é lo "standard de facto", é
            open office che deve adeguarsi se vuole realmente
            diffondersi.


            Fatevene una ragione :DHai cambiato padrone? Da oggi sei servo di ballmerd?
          • bradipao scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Il formato office é lo "standard de facto", é
            open office che deve adeguarsi se vuole realmente
            diffondersi.

            Fatevene una ragione :DIl mondo sta evolvendo verso formati che non prendono il nome dal prodotto commerciale con cui si aprono. Il formato HTML è uno dei primi ad aver aperto la strada e l'incredibile sucXXXXX (è ovvio per tutti che è uno standard) lo testimonia. Stessa cosa seguirà per i formati "di produttività", magari non prestissimo, ma quella è la via.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Dubito
            Nulla da dire, se quella sará la via ci si adatterá. :)
          • Etype scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: aphex_twin
            Il formato office é lo "standard de facto", é
            open office che deve adeguarsi se vuole realmente
            diffondersi.Solo perchè ci sono leccapiedi ;)
            Fatevene una ragione :DIo posso installare LO anche su 50 pc,senza immettere nessun condice,senza attivazione, senza spendere nulla.Avere la stessa suite su Windows e su Linux,passare ad un PDF di defalut senza installare nulla,non devo aggiornare ne il sistema ne il pc.....fattene una ragione.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Dubito

            Io posso installare LO anche su 50 pc,senza
            immettere nessun condice,senza attivazione, senza
            spendere nulla.Avere la stessa suite su Windows e
            su Linux,passare ad un PDF di defalut senza
            installare nulla,non devo aggiornare ne il
            sistema ne il pc.....fattene una
            ragione.Quindi? Puoi anche dormire sotto un ponte senza pagare niente ma generalmente se hai la possibilità di spendere preferisci una casa.
          • panda rossa scrive:
            Re: Dubito
            - Scritto da: nome e cognome

            Io posso installare LO anche su 50 pc,senza

            immettere nessun condice,senza attivazione,
            senza

            spendere nulla.Avere la stessa suite su
            Windows
            e

            su Linux,passare ad un PDF di defalut senza

            installare nulla,non devo aggiornare ne il

            sistema ne il pc.....fattene una

            ragione.

            Quindi? Puoi anche dormire <b
            con la tua donna </b

            pagare niente ma generalmente se hai la
            possibilità di spendere preferisci una
            <b
            XXXXXXX </b
            .Fixed. 8)Questo e' quello che avresti dovuto scrivere, per manifestare piu' chiaramente il tuo pensiero meschino.
      • pippo75 scrive:
        Re: Dubito
        - Scritto da: ALf
        concordo, tra l'altro su versioni diverse di
        libreoffice (3.4 e 3.6 ad esempio) stessi
        documenti sono visualizzati in modo
        diverso.se ci metti un esempio online di documenti con questo problema, possiamo provare.Al momento ho installato LO4.Più persone notano il problem, più lo segnalano e più sarà sentito....
    • iRoby scrive:
      Re: Dubito
      ATTENZIONE ASTROTURFER AL LAVORO.SI RACCOMANDA DI SFANCULIZZARE E RISPEDIRE AL COMMITTENTE.
Chiudi i commenti