Un allenatore robotico

Sarà un drone volante il futuro compagno di corsa e allenatore dei corridori solitari

In principio usavano un megafono e sedevano su Apecar o similari: così gli istruttori erano pronti a incitare i podisti professionisti per migliorare le performance agonistiche. In un futuro non poi così lontano, il personal trainer che trascinerà i corridori incalliti in una corsa all’ultimo fiato forse perderà la sua natura umana, per trasformarsi in un robot volante, come il Joggobot.

Joggobot

Ideato presso l’ Exertion Games Lab dell’australiano Royal Melbourne Institute of Technology ( RMIT ), questo drone altro non è che un quadrocopter (elicottero robotizzato con quattro rotori) dotato di videocamera frontale e di un software di tracking, simile a un AR.Drone .
Attraverso questo sistema video, Joggobot è in grado di riconoscere il corridore monitorando uno speciale pattern grafico arancione e azzurro disegnato su di un’apposita T-shirt, indossata dal podista. In questo modo, Joggobot è capace di volare accanto al corridore, per seguirlo quindi come un compagno di corsa, oppure di porsi a capofila, per svolgere la funzione di allenatore e invogliare quindi il corridore a seguirlo.

Entrambe le modalità di funzionamento possono essere impostate attraverso un’apposita app per smartphone, con la quale è anche possibile memorizzare dei percorsi predefiniti che il drone può compiere, in modo che il corridore lo segua e si alleni senza preoccuparsi della strada che sta percorrendo.

I sensori di prossimità permettono poi di mantenere una distanza costante di circa 3 metri fra il drone e il runner e una distanza dal suolo di sicurezza per evitare impatti. Queste caratteristiche sono comunque modificabili sempre tramite app, così come sono impostabili anche eventuali valori di velocità di crociera del dispositivo.

Inoltre, quando la videocamera del robot non vede più nessuno all’orizzonte, il drone è programmato per atterrare e aspettare che il compagno di corsa lo raggiunga.

In realtà, sarà difficile farsi lasciare indietro da Joggobot, la cui resistenza nella corsa si stima intorno ai venti minuti, pari cioè alla durata delle sue batterie. Un tempo che si rivela piuttosto limitato, anche per i corridori meno allenati.

Dai primi esperimenti condotti in Australia, però, il drone sembra aver dato alcuni importanti risultati, permettendo ai corridori solitari di distrarsi dalla stanchezza, motivandoli così a migliorare le proprie performance di corsa.

Inoltre, sembra che tutti gli sperimentatori abbiano connotato Joggobot come una persona, prorompendo in affermazioni del tipo: “ora è stanco”, quando le batterie del drone si esaurivano. Questo ha permesso ai ricercatori di dare un ulteriore sviluppo al progetto. Infatti, le future versioni di Joggobot probabilmente avranno maggiore personalità, grazie, ad esempio, alla presenza di due occhi robotici, che riconosceranno i gesti delle mani del corridore come comandi per incrementare o diminuire la velocità di volo.

(via Mashable Tech )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il matto scrive:
    Info
    Astavatvatlatastavatachiavat
  • Zenzabryion scrive:
    recensite aMule!!!!!
    perché non recensite aMule????
  • Annalisa scrive:
    due click in windows
    da xp ad oggi non ho visto una sola scheda che non consenta il cambio di MAC address con due click.non molti lo sanno, ma non è certamente segreto né nascosto; è tra le proprietà della scheda di rete.inoltre, sempre se non siamo su win2000 e precedenti, da commandline possiamo usare "getmac" per avere l'indirizzo mac delle varie schede montate, invece di ipconfig.Saluti a tuttiiii (win)
    • simonelosi scrive:
      Re: due click in windows
      e brava Annalisa, finalmente qualche commento utile e positivo che va oltre alle solite lamentele che si leggono: "e questo non va bene e quell'altro fa schifo, ecc...."
  • critico ne scrive:
    spassoso!
    modificare il mac-address di una interfaccia di rete. bene.perchè farlo? ci possono essere tante ragioni: per realizzare un attacco informatico, per presentarsi ad un router con il mac "giusto", per evitare tracciamenti, per la propria sicurezza ecc. ecc.quale che sia il motivo, difficilmente chi modifica il mac-address di una interfaccia di rete vuole che questa "operazione" sia nota a altri...e allora: usare un software proprietario (scaricato da chissà dove e compilato da chissà chi e chissà come, e il cui codice sorgente NON ci è dato) che, mooooolto probabilmente, la prima cosa che farà è proprio quella di sputt..re il nostro "nuovo" mac-address a mezzo mondo, è una <b
    PURA FOLLIA </b
    una cosa spassosissima, da ridere in faccia al ragazzino smanettone che lo fa e te lo viene a raccontare... ma fa tristezza sentirla su una nota rivista tecnica di "informatica"...
    • cognome scrive:
      Re: spassoso!
      bof, basta provare su una vm e vedere se apre qualche connessione verso l'esterno
      • prova123 scrive:
        Re: spassoso!
        ssssssh, lasciamoli cuocere nella propria acqua ... come i polpi! :D
      • critico ne scrive:
        Re: spassoso!
        - Scritto da: cognome
        bof, basta provare su una vm e vedere se apre
        qualche connessione verso
        l'esternobaf... chiunque sappia di cosa stai parlando non avrebbe bisogno di provare nulla, dato che sicuramente non usarebbe mai e poi mai un software proprietario (come questo) per modificare un mac-address...
        • Findi scrive:
          Re: spassoso!
          quotone!
        • Annalisa scrive:
          Re: spassoso!
          - Scritto da: critico ne
          - Scritto da: cognome

          bof, basta provare su una vm e vedere se apre

          qualche connessione verso

          l'esterno

          baf... chiunque sappia di cosa stai parlando non
          avrebbe bisogno di provare nulla, dato che
          sicuramente non usarebbe mai e poi mai un
          software proprietario (come questo) per
          modificare un
          mac-address...la comodità potrebbe essere un motivoe ormai ho visto tanti veri esperti fidarsi tranquillamente (oddio, fidarsi... dopo aver testato) di sw che gli sono UTILI perchè quando una persona lavora e non fa politica e basta, risparmia il tempo che gli serve e raggiunge l'efficienza che vuole con gli strumenti che ha imparato a rendere utili, senza pregiudizi.
          • open eyes scrive:
            Re: spassoso!
            - Scritto da: Annalisa
            la comodità potrebbe essere un motivo
            e ormai ho visto tanti veri esperti i veri esperti! ma che bello! sembra di essere a porta a porta...
            fidarsi
            tranquillamente (oddio, fidarsi... dopo aver
            testato) di sw che gli sono UTILI perchè quando
            una persona lavora e non fa politica e basta,fidarsi di qualcosa/qualcuno e stablire criteri di utilità significa spesso pare più politica di chi la fa per "professione"...
            risparmia il tempo che gli serve e raggiunge
            l'efficienza che vuole con gli strumenti che ha
            imparato a rendere utili, senza pregiudizi.senza pregiudizi dici?invece è tutto il contrario: lo strumento non è mai neutro o inerte, ignorarlo (volutamente o no) e curarsi solo di efficienza e/o utilità E' DI PER SE' UN PREGIUDIZIO... e stabilire l'equivalenza dei mezzi rispetto ai fini, come in questo caso, vuol dire adottare una precisa IDEOLOGIA
    • Annalisa scrive:
      Re: spassoso!
      - Scritto da: critico ne
      una cosa spassosissima, da ridere in faccia al
      ragazzino smanettone che lo fa e te lo viene a
      raccontare...


      ma fa tristezza sentirla su una nota rivista
      tecnica di
      "informatica"...sei più lamer di quanto tu voglia ammettere... e in fondo in fondo quando ti siedi sulla tazza, da solo, tu lo sai.ci sono molti modi anche elementari, se hai questo sospetto, per usare un software facilotto come questo ED EVITARE i problemi (complottisti) che stai indicando.E se ti sforzi 20, 30 secondi, anche tu ci arriverai.
      • open eyes scrive:
        Re: spassoso!
        - Scritto da: Annalisa
        sei più lamer di quanto tu voglia ammettere... e
        in fondo in fondo quando ti siedi sulla tazza, da
        solo, tu lo sai.questa sarebbe una argomentazione? magari nel mertito?è solo una accozzaglia di tecniche dialettiche, che con me non attaccano
        ci sono molti modi anche elementari, se hai
        questo sospetto, per usare un software facilotto
        come questo ED EVITARE i problemi (complottisti)
        che stai indicando.vallo a dire a chi ha scritto l'articolo senza dire una parola su questoe poi vallo a dire anche al ragazzino smanettone che magari lo userà pensando tutto contento di fare l'hackerinoltre, se il tuo approccio su queste questioni è quello di buttarla sul complottismo ignorando (forse volutamente, il che sarebbe pure peggio) la realtà delle cose... allora non ho proprio nulla di cui discutere con te...
        E se ti sforzi 20, 30 secondi, anche tu ci arriverai.si si, va bene ciao ciao eh
Chiudi i commenti