WhatsApp: arrivano i link per condividere le chiamate

WhatsApp: arrivano i link per condividere le chiamate

Nella beta di WhatsApp per Android è stata trovata una funzione che permette di generare i link per condividere chiamate e videochiamate.
Nella beta di WhatsApp per Android è stata trovata una funzione che permette di generare i link per condividere chiamate e videochiamate.

È un periodo di interessanti novità per WhatsApp, questo è poco ma sicuro. Basti pensare alle reazioni ai messaggi in dirittura d’arrivo, all’implementazione delle immagini di copertina e ora, a quanto pare, pure alla possibilità di creare i link per condividere chiamate e videochiamate.

WhatsApp: unirsi a chiamate e videochiamate tramite link

L’ultima beta per Android di WhatsApp, quella siglata come 2.22.5.4, contiene infatti del codice relativo a questa nuova funzione per chiamate e videochiamate, al momento non ancora fruibile da parte degli utenti, ma comunque sia esistente.

Più precisamente, la funzionalità consente di invitare gli utenti WhatsApp ad unirsi ad una chiamata oppure ad una videochiamata mediante la creazione e la condivisione di un apposito link. Niente di particolarmente rivoluzionario, sia ben chiaro, ma si tratta comunque di una caratteristica che potrebbe rivelarsi molto utile, considerando che grazie ad essa sarebbe possibile invitare più persone senza che queste siano presenti nella propria lista contatti.

La feature, insomma, ricorda un po’ l’integrazione con Messenger Rooms tramite un collegamento che è poi stata rimossa, ma diversamente da questo caso, ove chiunque poteva entrare in una sessione anche senza possedere un account Facebook, con il link generato da WhatsApp è comunque necessario disporre un account sul famoso servizio di messaggistica per partecipare ad una chiamata, la quale risulterà quindi coperta dalla crittografia end-to-end.

Da notare che trattandosi di una funzione presente nella beta di WhatsApp, non è dato sapere se e quando verrà effettivamente aggiunta alla versione finale del servizio e, dunque, quando tutti gli utenti potranno usufruirne.

Fonte: WABetaInfo
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 feb 2022
Link copiato negli appunti