Windows 10: un bug risveglia il PC dallo standby

In seguito all'installazione dell'aggiornamento opzionale KB4571744 torna a farsi vivo un fastidioso problema della piattaforma Microsoft.
In seguito all'installazione dell'aggiornamento opzionale KB4571744 torna a farsi vivo un fastidioso problema della piattaforma Microsoft.
Guarda 7 foto Guarda 7 foto

La scorsa settimana Microsoft ha dato il via alla distribuzione dell’aggiornamento opzionale KB4571744 per Windows 10: include una lunga serie di bugfix indirizzati soprattutto ai problemi introdotti con il May 2020 Update. Peccato che, a sua volta, il pacchetto sembra aver riportato alla luce un intoppo già emerso in passato e corretto dalla software house, relativo alla gestione della modalità standby.

Il bug di Windows 10 che risveglia il PC

Sulle pagine del forum di supporto ufficiale si sono moltiplicati gli interventi di coloro che lamentano un malfunzionamento del PC: dopo aver attivato la sospensione per qualche motivo il computer torna attivo, rendendo di fatto inutile l’operazione. Indagando qualcuno ha identificato nel processo ““MoUSO Core Worker Process (MoUsoCoreWorker.exe)” legato alla gestione degli update il responsabile, offrendo un workaround utile in attesa di una patch:

  • digitare “services.msc” nel campo di ricerca di Windows;
  • una volta aperta la finestra “Servizi” scorrere il lungo elenco fino a trovare la voce “Windows Update”;
  • aprirla e selezionare “Stop”;
  • aprirla nuovamente e selezionare questa volta “Riprendi”.

Così facendo MoUsoCoreWorker.exe dovrebbe non impedire più la corretta sospensione del computer. Come scritto, lo stesso problema era già emerso in passato e corretto da Microsoft a fine luglio con il rilascio dell’aggiornamento KB4568831, lo stesso che ha permesso di ottenere in anteprima il nuovo menu Start (negli screenshot qui sopra).

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti