Windows 11 2022 Update funziona su una CPU Intel del 2010

Windows 11 2022 Update funziona su una CPU Intel del 2010

Un utente Reddit racconta di essere riuscito a installare e usare con successo Windows 11 2022 Update su un PC con una CPU Intel del 2010.
Un utente Reddit racconta di essere riuscito a installare e usare con successo Windows 11 2022 Update su un PC con una CPU Intel del 2010.

Mentre svariati utenti lamentano problemi in fatto di prestazioni di gioco con alcuni processori da quando hanno effettuato l’aggiornamento a Windows 11 2022 Update sui loro PC, c’è qualcuno che ha provato a installare il nuovo OS su un computer con una CPU di oltre dieci anni addietro e, contrariamente a ogni aspettativa, non solo ci è riuscito senza particolari difficoltà, ma ne è rimasto pure decisamente soddisfatto.

Windows 11 2022 Update funziona su CPU Intel Core 5-580M

L’utente Reddit “paul_is_on_reddit” ha infatti raccontato di aver installato con successo Windows 11 2022 Update su un sistema con una CPU Intel Core 5-580M, un processore del 2010, com due core e quattro thread, dichiarando che la CPU è in grado di eseguire il sistema operativo quasi come per magia.

L’aggiornamento è stato effettuato tramite Rufus, un’applicazione che consente di realizzare una chiavetta USB bootable per l’installazione di Windows eliminando i requisiti minimi, partendo dall’immagine ISO originale rilasciata dall’azienda di Redmond.

Utilizzando Rufus 3.20 sono stato in grado di installare Windows 11 su questo notebook Acer (realizzato nel 2010). Da notare che la CPU è una Intel Core i5-580m di prima generazione (cache L2 di 3M, 2-core, 4 thread, supporto a hyper-threading, 2.67GHz di base clock, 3.2GHz di frequenza turbo massima). Ho usato Rufus per eliminare tutti i requisiti di TPM/RAM/CPU, e Windows 11 funziona come per magia su questo sistema.

L’esperienza riportata dall’utente suggerisce quindi che per l’installazione e l’utilizzo di Windows 11 Microsoft scarta l’hardware di vecchio corso non per reali motivi di incompatibilità, ma per ragioni legate alla sicurezza. Al riguardo, è inoltre interessante notare come a giugno il colosso di Redmond aveva iniziato a distribuire l’aggiornato 22H2 agli utenti su sistemi non supportati a causa di un presunto bug.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Neowin
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 17 ott 2022
Link copiato negli appunti