Windows 11: importanti novità per il gaming

Windows 11: importanti novità per il gaming

La build 22557 di Windows 11 include nuove funzionalità che permettono di migliorare l'esperienza di gioco con vecchi titoli DirectX 10 e 11.
La build 22557 di Windows 11 include nuove funzionalità che permettono di migliorare l'esperienza di gioco con vecchi titoli DirectX 10 e 11.
Guarda 22 foto Guarda 22 foto

Gli utenti possono scaricare l’aggiornamento KB5010414 di Windows 11 che introduce miglioramenti, funzionalità e nuove app (Notepad e Media Player). Gli iscritti al canale Dev del programma Insider possono invece installare la build 22557 che include le future novità, tra cui quelle relative al gaming.

Ottimizzazioni per i giochi “windowed”

Le principali novità di Windows 11 sono immediatamente visibili al primo avvio. Molte altre però sono “nascoste” e l’utente si accorge della loro presenza solo in determinate occasioni. La build 22557 include tre novità per il gaming che saranno disponibili a tutti nei prossimi mesi. Le prime due (Auto HDR e VRR) sono specifiche per i giochi “windowed” e “borderless windowed” DirectX 10 e 11. La terza (HDR Calibration) può essere sfruttata anche per altri contenuti.

I giochi “windowed” sono quelli che vengono eseguiti all’interno di una finestra, non a schermo pieno. Anche i giochi “borderless windowed” sono eseguiti in una finestra, ma a schermo pieno e senza bordi. Per queste tipologie di giochi sono ora disponibili ottimizzazioni già offerte per i giochi eseguiti a schermo pieno senza finestra.

Le ottimizzazioni devono essere attivate nella sezione delle impostazioni di Windows 11 riservata alla grafica. L’utente noterà una diminuzione della latenza per i vecchi giochi. Eventualmente è possibile disattivare le ottimizzazioni per singoli giochi. La funzionalità consente di sfruttare anche le tecnologie Auto HDR e Variable Refresh Rate (VRR) con display compatibili.

La terza novità è l’app Windows HDR Calibration che verrà distribuita tramite Microsoft Store. Gli utenti potranno utilizzare l’app per effettuare la calibrazione dei display HDR non certificati, in modo da migliorare la resa cromatica e la luminosità.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 17 feb 2022
Link copiato negli appunti