Windows Vista bollato come la più grossa delusione del 2007

Ci ha pensato PC World, in una classifica dedicata. Ma a deludere le aspettative c'è anche Apple. E ci sono gli ISP che attentano alla neutralità della rete

Roma – “Cinque anni di lavorazione e questo è tutto ciò che Microsoft ha saputo fare?” Il 2007 volge al termine ed è tempo di bilanci e di classifiche. Pessime notizie per Microsoft: Windows Vista è la più grande delusione del 2007. Ne hanno decretato la sconfitta a PC World , nell’impietosa classifica dei 15 prodotti e dei fenomeni più deludenti dell’anno .

Che Microsoft non la prenda come un’offesa: Windows Vista, checché ne dicano altre classifiche , non appare poi così male, con l’ interfaccia grafica pesante ma sfiziosa, i sistemi di parental control e le rifiniture a Windows XP in termini di gestione delle reti wireless e del search. Indicativo però il fatto che molti utenti abbiano optato per il downgrade al precedente sistema operativo made in Redmond : troppi i problemi di incompatibilità hardware, troppo tempo investito, troppe aspettative generate negli utenti per aver rilasciato a un prodotto non perfetto .

Ma le frecciate di PC World investono altre divisioni di Microsoft: non viene risparmiato Office 2007, il nono prodotto più deludente dell’anno per aver sconquassato le abitudini dei fedelissimi delle suite per ufficio di BigM, ma nemmeno Zune è passato inosservato. Nominato undicesima delusione del 2007, citato in altre classifiche poco meritorie, quello che avrebbe dovuto essere l’ iPod killer soffre di restrizioni capaci di annullare il potenziale della funzione sociale di condivisione di musica.

Ma Microsoft non è il solo colosso ad essere investito dalle critiche di PC World . Apple è bersagliata sul fronte Leopard, classificato ottavo. I problemi di sicurezza del sistema operativo, uno dei quali ereditato da Tiger, la nefasta schermata blu che ha dato il benvenuto agli utenti che si apprestavano all’update, hanno dato una decisa zampata all’immagine della Mela. Ma nemmeno iPhone è stato risparmiato dalle invettive: un prodotto entusiasmante , funestato però dai nei del repentino taglio sul prezzo e dalla politica di chiusura dell’ abbinamento al carrier.

La classifica di PC World non si concentra però solo sui prodotti. Si sono guadagnati posizioni di spicco nella graduatoria delle delusioni anche scenari e fenomeni più vasti come la guerra sugli standard dell’alta definizione, l’utopia della sicurezza su Internet, il proliferare dei social network e degli emuli dei social network, la privacy dei cittadini della rete messa a rischio su più fronti, come dimostrano il caso Yahoo! e la recente disfatta di Facebook e del proprio invadente sistema di advertising.

Altra questione affrontata con deludente lassismo durante il 2007 è la net neutrality : operatori che promettono banda illimitata mostrano di aver setacciato e imposto delle priorità sul traffico degli utenti. Un motivo per attenersi alle tradizioni e auspicare che il 2008 sia un anno migliore.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ammatwain scrive:
    Accanimento terapeutico
    ... ma lascietelo morire in pace ....
  • Nicola scrive:
    soldi buttati
    lo stato aiuta sempre i soliti che negli anni si sono dimostrati incapaci di usare questi fondi... ma una bella rivoluzione in italia no ?
  • Luca Spinelli scrive:
    Titoli, dobloni e pezzi da otto
    Ciao ragazzi,ricordatevi solo che chi scrive gli editoriali quasi mai è anche il titolista. In redazione c'è un omino guercio, tutto peloso e gobbo che passa le giornate a trovare i titoli più accattivanti. ;-) Pensa un po' che io avevo titolato qualcosa come: "Finanziaria: ecco la riforma del cinema".Eheheh! :-DCiao,LS
  • Rocco Terlizzi scrive:
    Il futuro del paese!
    Ottima decisione.Meglio al cinema che alla ricerca e allo sviluppo!Il giorno che il nostro paese avrà raschiato il fondo, (lo abbiamo toccato già da un bel pezzo), ci gireremo su un bel film e poi emigreremo in Albania.Grazie ancora.
  • Ricky scrive:
    Finanziare il cinema?!
    Scusate ma proprio a me sta cosa non va' giu'...Finanziamo COSA?!L'incapacita' di produrre del nostro cinema?Non sono in grado di fare le cose per i fatti propri?Perche' NOI dobbiamo dare a LORO i soldi per ammodernizzare?!Per poi spennarci ancora meglio?Con la scusa dell'avanzamento tecnologico e della miglior fruizione ci bastoneranno e li avremmo pure aiutati noi?Credo che il CINEMA no sia una NECESSITA' e che quindi si debba ARRANGIARE coem qualsiasi realta' che produce,mette in vendita e rastrella consensi/soldi in base alle capacita'.Cosa e' sto assistenzialismo?Possibile che in Italia si debba tenere in vita qualsiasi cosa ad oltranza anche se palesemente incapace di offrire cose decenti!?Lo dico chiaramente:io 20 milioni li avrei dati alla ricerca, alla magistratura che e' con le pezze al culo,agl i ospedali,ridotti a combattere con topi e muffa altro che CIMENA ITALIANO!Insomma...ma che pesi e misure abbiamo?!
  • Jo Pa scrive:
    Servivano proprio questi soldi...
    ..considerato il fatto che la figlia del Wa(l)ter , poco più che ventenne , è già regista . Avendo avuto come mentore un grande della macchina da presa : Muccino . (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • xWolverinex scrive:
    MAVAFFANCULO
    MA BASTA ! :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
  • nome.cognom e scrive:
    I nostri spiccioli
    20 milioni di euro, quante sale cinematografiche ci sono in Italia? 10.000? E con 2.000 euro a testa nell'arco di tre anni quanto ci rinnovano? E soprattutto perchè devono avere agevolazioni? Visto il numero di multisale che stanno aprendo il settore non è certo in crisi! Poi, cinema italiano... secondo l'osservatorio cinecittà a fronte di una sostanziale parità di presenza in sala di film italiani e americani (32 contro 35% circa) i film americani incassano il 59% del totale contro il 21% degli italiani. Gli incassi dei film italiani sono concentrati tutti nei primi posti.Questo significa che gli spettatori non hanno pregiudizi sulla nazionalità visto che i film più visti sono italiani, ma che la stragrande maggioranza dei film nostrani fa cagare. E un terzo dei quali viene prodotto con finanziamenti pubblici che non vengono mai restituiti.Un po' di linkhttp://osservatorio.cinecitta.com/stat_dettaglio.asp?idd=7&id=110http://osservatorio.cinecitta.com/news_dettaglio.asp?idd=5&id=114Quei 20 milioni di euro potevano, ad esempio, essere usati per potenziare gli asili nido, chessò 100 nuovi locali in affitto, vuol dire 200.000 euro a locale.
    • MisterEmme scrive:
      Re: I nostri spiccioli


      Questo significa che gli spettatori non hanno
      pregiudizi sulla nazionalità visto che i film più
      visti sono italiani, ma che la stragrande
      maggioranza dei film nostrani fa cagare. Come la stragrande quantita' di film USA,che pero' hanno piu' $$$ per il marketing.
    • pensaciGiac omino scrive:
      Re: I nostri spiccioli
      Evidentemente si tratta di una tipica emergenza italiana: non si sa più come fare per impedire alla gente di pensare con la propria testa.
  • paoletta scrive:
    Dobloni...
    Dobloni e sesterzi, la passione della redazione per gli antichi coni continua imperterrita, ci regala ancora questi bei toni da macchietta. Meno male che non chiamano i computer i "cervelloni" e il mouse il "topastro".
    • Duke scrive:
      Re: Dobloni...
      - Scritto da: paoletta
      Dobloni e sesterzi, la passione della redazione
      per gli antichi coni continua imperterrita, ci
      regala ancora questi bei toni da macchietta. Meno
      male che non chiamano i computer i "cervelloni" e
      il mouse il
      "topastro".Pensa se lo chiamassero topastro. Non sarebbe terribile? Sarebbe come se ci prendessimo tutti ebola!
    • ---- scrive:
      Re: Dobloni...
      No Paoletta,un tentativo di fare "cool", di lanciare qualche moda 2.0 ... nulla di più, passerà anche questa...- Scritto da: paoletta
      Dobloni e sesterzi, la passione della redazione
      per gli antichi coni continua imperterrita, ci
      regala ancora questi bei toni da macchietta. Meno
      male che non chiamano i computer i "cervelloni" e
      il mouse il
      "topastro".
    • Mario scrive:
      Re: Dobloni...
      Brava, ogni volta che su PI leggo "Dobloni" spaccherei qualcosa.
      • Amhul scrive:
        Re: Dobloni...
        - Scritto da: Mario
        Brava, ogni volta che su PI leggo "Dobloni"
        spaccherei
        qualcosa.Io sto già al terzo mouse. La prossima volta spacco le bose.
  • guast scrive:
    Francia

    la maggioranza di questi articoli sarà
    soggetta, come espressamente previsto
    dalla legge finanziaria,
    all'approvazione della Commissione
    europeaVisto che già i francesi sono riusciti ad imporre l'eccezione culturale difficilmente penso che la comunità europea si opponga.Però in Francia da quando sono arrivati finanziamenti a valanga la quantità di film prodotti è aumentata, ma la qualità media è scesa e il successo internazionale pure.Certo di tanto in tanto tirano fuori qualche grande successo, ma ultimamente la Spagna ha fatto molto di pi con molto meno
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Francia
      - Scritto da: guast
      Però in Francia da quando sono arrivati
      finanziamenti a valanga la quantità di film
      prodotti è aumentata, ma la qualità media è scesa
      e il successo internazionale
      pure.OMG dove arriveremo?Vacanze di Natale a Pasqua? -.-
  • guast scrive:
    Berlusconi ne sarà molto felice
    Comunque Veltroni non si illuda.Berlusconi è uno che prima incassa e poi ti frega
    • superciuk scrive:
      Re: Berlusconi ne sarà molto felice
      - Scritto da: guast
      Comunque Veltroni non si illuda.
      Berlusconi è uno che prima incassa e poi ti fregatra tutti i politici dimmi chi è che non lo fa, e poro berrusconi insomma tutti a parlà male di lui anche quando un c'entra niente (ah no scusate, lui c'entra sempre, lui sa tutto, e dicono che sia pure omnipresente)cmq tornando al fatto in se, non mi pare tanto sensato che in un momento di difficoltà economica per tantissime persone si riescano sempre (e lo fanno entrambi gli schieramenti in maniera uniforme) a trovare fondi per cose INUTILI o cmq di n-esima importanzacmq buon natale a tutti, anche agli scansafatiche sanguisughe parlamentari
      • guast scrive:
        Re: Berlusconi ne sarà molto felice

        anche quando un c'entra niente Ti sei dimenticato che dopo il fallimento di Cecchi Gori lui con la Medusa è rimasto il maggior produttore di film in Italia ?E' lui quello che guadagnerà di più da questa legge.E poi è difficile dire che non c'entra mai niente visto che ha interessi economici in televisione, editoria, assicurazioni, banche, calcio, etc.
        • guast scrive:
          Re: Berlusconi ne sarà molto felice
          Dimenticavo che non ci sono solo gli sgravi per la produzione, ma anche i contributi per le sale cinematografiche. Ma guarda caso anche da qui Berlusconi ci guadagnerà visto che ha i cinema del circuito 5
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Berlusconi ne sarà molto felice
            - Scritto da: guast
            Dimenticavo che non ci sono solo gli sgravi per
            la produzione, ma anche i contributi per le sale
            cinematografiche. Ma guarda caso anche da qui
            Berlusconi ci guadagnerà visto che ha i cinema
            del circuito
            5Peccato che chi l'ha approvato non sia solo Berlusconi ed il suo partito.Insomma... perche' la sinistra tende sempre a lavarsi le mani dopo aver APPROVATO una simile proposta?
    • Fabrizio Losi scrive:
      Re: Berlusconi ne sarà molto felice
      Perchè, Nanni Moretti no?
  • ---- scrive:
    chi è quel sciocchino...
    ...che un po' di articoli fa ha fatto notare l'uso sconsiderato del termine "dobloni" ???ora il nostro amico articolista si sente autorizzato all'uso di tal vocabolo nella speranza di lanciare qualche trend e godere dei quindici minuti di notorietà... magari fondando qualche bel "dobloniblog"...
    • byakuya kuchiki scrive:
      Re: chi è quel sciocchino...
      Heheehe sesterzo anche ci starebbe bene,in fondo è più italica come parola.
      • divertito scrive:
        Re: chi è quel sciocchino...
        Qualcuno ha detto obolo?http://www.google.it/search?hl=it&q=obolo+site%3Apunto-informatico.it&btnG=Cerca&meta=gabella?http://www.google.it/search?hl=it&q=gabella+site%3Apunto-informatico.it&btnG=Cerca&meta=sesterzi?http://www.google.it/search?hl=it&q=sesterzi+site%3Apunto-informatico.it&btnG=Cerca&meta=dobloni?http://www.google.it/search?hl=it&q=dobloni+site%3Apunto-informatico.it&btnG=Cerca&meta=danaro?http://www.google.it/search?hl=it&q=danaro+site%3Apunto-informatico.it&btnG=Cerca&meta=
  • CCC scrive:
    pirate party
    beh... d'altra parte è da un pò che, anche qui in italia, il "pirate party" comanda ed i politici obbediscono...no... è ovvio che il "pirate party" non è questo: http://www.partito-pirata.it/ !!!sono altri... indovina chi???
  • Ste scrive:
    Se non altro
    è una deduzione in credito di imposta e non una elargizione a fondo perduto.Ciò significa che perlomeno saranno incentivati a fatturare tutto il fatturabile, anzichè evadere tutto l'evadibile.Inoltre i soldi così "elargiti" serviranno effettivamente alla produzione di film e all'ammodernamento di sale, anzichè andare chissà dove.Non è detto che vengano sfruttati effettivamente tutti.Questo tipo di incentivi è secondo me la forma migliore, perchè sono realmente incentivi, anzichè "regalie".Detto tutto questo...comprendo l'astio che la proposta ha suscitato sul web: sono gli effetti della politica dei produttori. Hanno scatenato la guerra contro gli utenti...e questi ora li vorrebbero morti ad ogni costo ed in ogni caso. Poco importa che lo scopo di questo particolare finanziamento (almeno sulla carta...) sia "nobile".Solo che...morte mia vita tua...oramai è guerra totale.
  • Anonimo scrive:
    Ce l'hanno fatta...
    ...e intanto se le famiglie degli operai bruciati vivi vedranno qualcosa sarà solo grazie alle sottoscrizioni pubbliche... come al solito stato ladro...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ce l'hanno fatta...
      - Scritto da: Anonimo
      ...e intanto se le famiglie degli operai bruciati
      vivi vedranno qualcosa sarà solo grazie alle
      sottoscrizioni pubbliche... come al solito stato
      ladro...Ma che dici. Lo Stato è vittima! Anzi, lo Stato è la prima vittima dei politici.... :@
    • Operaio scrive:
      Re: Ce l'hanno fatta...
      - Scritto da: Anonimo
      ...e intanto se le famiglie degli operai bruciati
      vivi vedranno qualcosa sarà solo grazie alle
      sottoscrizioni pubbliche... come al solito stato
      ladro...Le famiglie degli operai bruciati vivi dovrebbero avere giustizia e gli eventuali risarcimenti non dallo stato ma da chi ha speculato sulla loro vita non mettendo in pratica le norme di sicurezza e contro eventuali autorità pubbliche se intenzionalmente non le hanno fatte rispettare.Altrimenti la volta prossima saremo ancora lì a piangere morti e feriti e via così da decenni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ce l'hanno fatta...
        Già ma lo stato praticamente non sta facendo niente.Data la gravità della cosa ed il menefreghismo mostrato dai vertici della thyssen lo stato dovrebbe nazionalizzare tutte le sue strutture sul suolo italiano e metterle all'asta.Ma questo vuol dire essere uno stato forte non monopalla come quello attuale
        • sdfgdsfg scrive:
          Re: Ce l'hanno fatta...
          - Scritto da: Anonimo
          Data la gravità della cosa ed il menefreghismo
          mostrato dai vertici della thyssen lo stato
          dovrebbe nazionalizzare tutte le sue strutture
          sul suolo italiano e metterle
          all'asta.Dovresti scrivere fumetti, hai molta fantasia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ce l'hanno fatta...
            Eh sì purtroppo ci vuole molta fantasia per vedere uno stato serio funzionare come si deve...
          • Operaio scrive:
            Re: Ce l'hanno fatta...
            - Scritto da: Anonimo
            Eh sì purtroppo ci vuole molta fantasia per
            vedere uno stato serio funzionare come si
            deve...I politici che non hanno dimostrato il minimo coraggio a ricevere il Dalai Lama per una semplice visita di cortesia temendo chissà quale reazione di uno stato dittatoriale lontano miglia di miglia, hanno più paura di un colosso europeo industriale alla base di tutte le forniture aerospaziali e ferroviarie quel'è thyssen. Il problema è che ci ritroviamo conciati così per una legge 'porcata' elettorale che metterebbe qualasiasi governo in bilico per ogni decisione e iniziativa azzardata che dispiaccia a qualcuno e così sarà finchè non cambia legge elettorale e non si andrà a votare con un sistema che permetta di scegliere direttamente le persone migliori da eleggere, sperando che non sia un bel fumetto anche questo.
          • ...... scrive:
            Re: Ce l'hanno fatta...
            Il governo è in bilico semplicemente perchè alle elezioni la metà degli elettori ha votato un colore e l'altra metà un'altro.Davanti a questo non c'è legge che tenga è una semplice realtà democratica (a meno che non si voglia assurdamente accusare Berlusconi di aver fatto una campagna elettorale "allo scontro" che ha portato a votare una fetta degli italiani che generalmente non vota, ma che se vota è in orbita C-DX. Tra le assurdità ho sentito, non solo qui, anche questa).Poi tutto questo bilico non lo vedo: al C-DX pur avendo oltre 400.000 voti in più al senato, non gli sono bastati per superare il muro dei 6 senatori a vita (Pininfarina non lo considererei si è presentato in senato 2 volte in questa legislatura): che cavolo di legge vorresti avere per assicurare la stabilità governativa? Forse si chiama dittatura?La porcata era anche la legge precedente: il modello deve essere quello scelto dagli italiani nel '92: uninominale anglosassone (che prevede l'indicazione del candidato).
          • H9K scrive:
            Re: Ce l'hanno fatta...

            La porcata era anche la legge precedente: il
            modello deve essere quello scelto dagli italiani
            nel '92: uninominale anglosassone (che prevede
            l'indicazione del candidato).Straquoto!Come ripiego almeno applicassero lo stesso sistema usato per i comuni e le regioni anche al parlamento...Purtroppo il potere di ricatto dei partitini non credo che lo permetterà. :( :( :( :( :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Ce l'hanno fatta...
            Realtà democratica del cavolo perchè l'attuale "governo" è un fritto misto di tantissimi micro partiti che da soli non contano niente (non dovrebbero neanche ricevere i finanziamenti) ma nonostante tutto possono decidere delle sorti di tutto con il loro puzzosissimo voto in più.Democrazia dovrebbe essere potere del popolo mentre da noi abbiamo dei partiti che semplicemente si scambiano dei favori di comodo anche se poi risultano essere dannosi per la gente che li ha votati
    • fr3d scrive:
      Re: Ce l'hanno fatta...
      E intanto c'e' ancora il penale per il p2p..........
    • sono io scrive:
      Re: Ce l'hanno fatta...

      sottoscrizioni pubbliche... come al solito stato
      ladro...Non confondere lo Stato con i politicanti.E' un errore molto grave: le leggi -vedi indulto- vengono approvate da persone con nome e cognome e non da un immateriale e generico "stato". Quindi non scrivere stato ladro ma prodi/berlusconi/veltroni/fini/etc ladri... e soprattutto chiediti perchè li hai votati.
Chiudi i commenti