Windows Vista bollato come la più grossa delusione del 2007

Ci ha pensato PC World, in una classifica dedicata. Ma a deludere le aspettative c'è anche Apple. E ci sono gli ISP che attentano alla neutralità della rete
Ci ha pensato PC World, in una classifica dedicata. Ma a deludere le aspettative c'è anche Apple. E ci sono gli ISP che attentano alla neutralità della rete

“Cinque anni di lavorazione e questo è tutto ciò che Microsoft ha saputo fare?” Il 2007 volge al termine ed è tempo di bilanci e di classifiche. Pessime notizie per Microsoft: Windows Vista è la più grande delusione del 2007. Ne hanno decretato la sconfitta a PC World , nell’impietosa classifica dei 15 prodotti e dei fenomeni più deludenti dell’anno .

Che Microsoft non la prenda come un’offesa: Windows Vista, checché ne dicano altre classifiche , non appare poi così male, con l’ interfaccia grafica pesante ma sfiziosa, i sistemi di parental control e le rifiniture a Windows XP in termini di gestione delle reti wireless e del search. Indicativo però il fatto che molti utenti abbiano optato per il downgrade al precedente sistema operativo made in Redmond : troppi i problemi di incompatibilità hardware, troppo tempo investito, troppe aspettative generate negli utenti per aver rilasciato a un prodotto non perfetto .

Ma le frecciate di PC World investono altre divisioni di Microsoft: non viene risparmiato Office 2007, il nono prodotto più deludente dell’anno per aver sconquassato le abitudini dei fedelissimi delle suite per ufficio di BigM, ma nemmeno Zune è passato inosservato. Nominato undicesima delusione del 2007, citato in altre classifiche poco meritorie, quello che avrebbe dovuto essere l’ iPod killer soffre di restrizioni capaci di annullare il potenziale della funzione sociale di condivisione di musica.

Ma Microsoft non è il solo colosso ad essere investito dalle critiche di PC World . Apple è bersagliata sul fronte Leopard, classificato ottavo. I problemi di sicurezza del sistema operativo, uno dei quali ereditato da Tiger, la nefasta schermata blu che ha dato il benvenuto agli utenti che si apprestavano all’update, hanno dato una decisa zampata all’immagine della Mela. Ma nemmeno iPhone è stato risparmiato dalle invettive: un prodotto entusiasmante , funestato però dai nei del repentino taglio sul prezzo e dalla politica di chiusura dell’ abbinamento al carrier.

La classifica di PC World non si concentra però solo sui prodotti. Si sono guadagnati posizioni di spicco nella graduatoria delle delusioni anche scenari e fenomeni più vasti come la guerra sugli standard dell’alta definizione, l’utopia della sicurezza su Internet, il proliferare dei social network e degli emuli dei social network, la privacy dei cittadini della rete messa a rischio su più fronti, come dimostrano il caso Yahoo! e la recente disfatta di Facebook e del proprio invadente sistema di advertising.

Altra questione affrontata con deludente lassismo durante il 2007 è la net neutrality : operatori che promettono banda illimitata mostrano di aver setacciato e imposto delle priorità sul traffico degli utenti. Un motivo per attenersi alle tradizioni e auspicare che il 2008 sia un anno migliore.

Gaia Bottà

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 12 2007
Link copiato negli appunti