Windows XP dentro gli XO di OLPC

Si sapeva, Gates nei giorni scorsi lo aveva detto e da venerdì è ufficiale: il progetto si converte al formato closed di Windows. Che si aggiungerà a quello originale basato sul software libero. Le polemiche non mancano

Roma – Previsto e preannunciato da lungo tempo , l’accordo tra OLPC e Microsoft per portare Windows XP sui computer leggeri voluti da Nicholas Negroponte, gli XO, è cosa fatta: da giugno inizieranno le nuove distribuzioni , quelle con XO al sapore di XP.

olpc con xp L’intesa, secondo OLPC, non rappresenta un voltare le spalle alla natura di XO, un portatile nato open e pensato per i paesi poveri, ma un modo per ampliare le potenzialità di diffusione del notebook. Una visione che all’interno di OLPC non è stata condivisa da tutti, al punto che alcune delle molte defezioni tra i dirigenti in questi mesi sono state attribuite proprio al progressivo avvicinamento tra la creatura di Negroponte e la società di Bill Gates. Lo stesso Gates, peraltro, ha di recente esplicitato le molte e diversificate strategie dell’azienda sui mercati emergenti, da tempo aggrediti, per così dire, dall’offerta di OLPC.

Non si parla di una conversione completa da Linux a XP ma di una serie di progetti pilota : la prospettiva di inoculare Windows XP su mercati che fin qui hanno conosciuto poco o niente il computing è una prospettiva allettante per Microsoft, che in cambio pone sul piatto la propria struttura organizzativa, l’efficienza nella delivery nonché le comprovate capacità della propria diplomazia commerciale. Al centro dello sforzo OLPC-Microsoft, si legge nei rassicuranti comunicati diffusi in queste ore dai due soggetti, c’è la necessità di coinvolgere le ONG , le Organizzazioni non governative, in questa azione di alfabetizzazione informatica .

Windows XP su un portatile XO costerà 3 dollari , una cifra simbolica che si deve all’inclusione del progetto nella strategia denominata Unlimited Potential , un cappello sotto il quale Microsoft pone una quantità di iniziative che collegano il suo nome a opportunità e tendenze emergenti in mercati ancora non maturi. Secondo Craig Mundie, number three di Microsoft, si punta a “trasformare il mondo dell’istruzione”, indispensabile per “creare opportunità sociali ed economiche sostenibili per le popolazioni attualmente escluse dai benefici delle tecnologie”. A suo dire, con Microsoft i laptop XO dotati di XP potranno “rendere la tecnologia maggiormente abilitante, accessibile e conveniente per gli studenti di ogni parte del mondo”.

Microsoft specifica anche di aver lavorato per oltre un anno con i suoi partner per ottimizzare XP per XO: “Ora Windows in questi portatili – fa sapere l’azienda – supporta la modalità per la lettura di e-book, per l’individuazione di reti WiFi standard, macchine fotografiche, writing pad e tasti personalizzati, oltre alla tecnologia di risparmio energetico e ad altre caratteristiche dell’hardware XO”. Secondo Microsoft “l’adattamento del sistema Windows standard per i portatili XO rende compatibili con questi sistemi le centinaia di migliaia di applicazioni e dispositivi di terze parti disponibili per Windows, estendendo anche agli utenti di portatili XO tutte le opportunità e i vantaggi dell’ecosistema Windows”.

Le critiche sull’apertura del progetto OLPC a Windows XP non si contano : in particolare viene sottolineato come la natura open del progetto lo rendesse in origine uno strumento anche didatticamente perfetto , perché univa alle qualità tecnologiche del software originale di XO il concetto , la filosofia dei sistemi aperti, modificabili a volontà.

Per placare gli animi, sia Microsoft che OLPC insistono che l’obiettivo è dar vita nel più breve tempo possibile ad una macchina XO in grado di gestire sia l’originale sistema SUGAR che Windows XP, in modo tale che di volta in volta le istituzioni che l’adottano possano scegliere in libertà quale tecnologia preferire. In realtà c’è chi osserva come l’integrazione di XP in OLPC significhi che l’hardware già vada ritoccato , in particolare con un ampliamento della memoria da 1 a 2 gigabyte, il che si tradurrebbe in un aumento dei costi di produzione di XO, già molto più elevati di quanto sperato inizialmente dallo stesso Negroponte.

A smuovere le acque attorno al progetto, intanto, il recentissimo annuncio, a ridosso di quello OLPC-Microsoft, con cui Walter Bender, ex pezzo grosso di OLPC, ha fatto sapere di voler dar vita ai Sugar Labs , che avranno il compito di portare il sistema originale di XO ad un nuovo livello, e di esportarlo potenzialmente anche su altre macchine. Tra gli scopi di Sugar Labs proprio quello di continuare ad associare la diffusione di portatili a basso costo nei paesi poveri con la filosofia del software libero.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco Capodanno scrive:
    Ma dai
    E' anche troppo facile prendere una pistola, ma la colpa è di sicuro di chi la usa
  • lellykelly scrive:
    sterminarli
    tutti
  • Caio scrive:
    Disparità
    Se apro un motore di ricerca dedicato ai torrent devo chiudere perché tra i risultati ci sono file piratati.Se apro un motore di ricerca sul web NON devo chiudere anche se tra i risultati ci sono file pedopornografiche.
    • Ste scrive:
      Re: Disparità
      Effettivamente è un po' quello che volevo dire pure io. Anche se in maniera meno cruda.In sostanza un traker torrent è un semplice motore di ricerca, che indicizza links. Non sono link a pagine web, ma a file che in ogni caso non risiedono sul server che si occupa di indicizzarli (sono file delocalizzati).In modo analogo google (come qualunque motore) indicizza link a pagine web e file che non risiedono sui suoi server, ma su server di terze parti.In entrambi i casi l'indicizzatore si dichiara non responsabile per i contenuti indicizzati, come è logico che sia per ragioni tecnico-pratiche ma anche legali.Posto che sia google che un qualsiasi traker possono essere utilizzati per reperire files del tutto leciti, così come file del tutto illeciti...la disparità di trattamento salta all'occhio!
    • Chitto scrive:
      Re: Disparità
      - Scritto da: Caio
      Se apro un motore di ricerca dedicato ai torrent
      devo chiudere perché tra i risultati ci sono file
      piratati.

      Se apro un motore di ricerca sul web NON devo
      chiudere anche se tra i risultati ci sono file
      pedopornografiche.Dipende molto a chi pesti i piedi e a qanti soldi in banca ha questa persona.La "giustizia" è un privilegio per ricchi.
  • devenali scrive:
    Condivido
    Condivido al 100%. In effetti la detenzione di materiale pedo pornografico non nuoce a nessuno; al massimo viola la privacy di quel minore. Non capisco a che serva questa sorta di "caccia alle streghe": vanno puniti coloro che tale materiale lo mettono in rete o peggio, coloro che lo realizzano. Talvolta ti puoi trovare in siti del genere senza comprendere nemmeno come e spesso ciò può accadere a quelle povere persone inesperte, che si avvicinano ad un PC da breve tempo.Se per questo, è vietato detenere illegalmente armi in casa; ma nessuno mi vieta di tenerne le foto o gli schemi di queste.
    • il.gATTo scrive:
      Re: Condivido
      - Scritto da: devenali
      Condivido al 100%. In effetti la detenzione di
      materiale pedo pornografico non nuoce a nessuno;...e già questo mi fa tremare un po' !
      al massimo viola la privacy di quel minore.si.... al massimo.... una cosetta così !
      Non capisco a che serva questa sorta di "caccia alle
      streghe":eh, a questo punto mi sa che ce ne sono tante di cose che non capisci.
      vanno puniti coloro che tale materiale
      lo mettono in rete o peggio, coloro che lo
      realizzano.certo che si, ma ricordati che l'offerta esiste se c'è la domanda.se non ci fossero i pervertiti che cercano immagini pedopornografiche nessuno perderebbe tempo o rischierebbe il carcere per metterle in rete !
      Talvolta ti puoi trovare in siti del
      genere senza comprendere nemmeno comeah si ?!...a me non è mai capitato, ti dirò di più, neppure cercando di capitarci apposta !!sarò proprio sfortunato !
      e spesso ciò può accadere a quelle povere persone
      inesperte, che si avvicinano ad un PC da breve
      tempo....neppure a mia madre è mai capitato !
      Se per questo, è vietato detenere illegalmente
      armi in casa; ma nessuno mi vieta di tenerne le
      foto o gli schemi di queste.ecco, con questo esempio atroce che proprio non calzahai dato il meglio di te...ora sono più preoccupato di prima !...speriamo che come te ce ne siano pochi in giro.
      • Chitto scrive:
        Re: Condivido
        - Scritto da: il.gATTo
        ...a me non è mai capitato, ti dirò di più,
        neppure cercando di capitarci apposta Posso farti notare che con questa tua frase stai ammettendo di aver cercato di procurarti consapevolmente materiale pedopornografico?Ti leggo l'articolo 600 quater:«Chiunque, al di fuori delle ipotesi previste nell'articolo 600-ter, consapevolmente si procura o dispone di materiale pornografico prodotto mediante lo sfruttamento sessuale dei minori degli anni diciotto è punito con la reclusione fino a tre anni o con la multa non inferiore a lire tre milioni.»Vedi, non c'è scritto a che scopo. C'è solo scritto "consapevolmente si procura".Immagino che naturalmente la tua sia stata solo una svista, un errore nel formulare la frase che non implica in alcun modo il fatto da te descritto. :)
        • il.gATTo scrive:
          Re: Condivido
          - Scritto da: Chitto
          - Scritto da: il.gATTo

          ...a me non è mai capitato, ti dirò di più,

          neppure cercando di capitarci
          apposta

          Posso farti notare che con questa tua frase stai
          ammettendo di aver cercato di procurarti
          consapevolmente materiale
          pedopornografico?no no, l'ho fatto apposta e consapevolmente.non tanto perchè mi interessava quel tipo di materiale,ma perchè ero curioso di vedere se è veramente cosi facile trovarlo in rete !alla fine non ho trovato nulla, probabilemte avrò sbagliato a cercare... non lo so.comunque sia, non mi è parso così semplice trovare quel tipo di materiale in rete...credo che si debba essere abbastanza "nel giro" per sapere dove navigare.tutto li, non credo di poter essere incriminato per una semplice curiosità.
          • il.gATTo scrive:
            Re: Condivido
            ...tutto questo per dire che:credo proprio che chi viene trovato con tale materiale sul proprio pc sappia bene dove reperirloe quindi non ce l'ha per caso !
          • il.gATTo scrive:
            Re: Condivido
            sono pienamente d'accordo,comunque, di al tuo amico di cominciare a non visitare siti porno in generale...tanto li, non trova comunque nulla di buono o di valore etico !!la pornografia legale è comunque una fredda e innaturale realtà che col tempo toglie tutto il romanticismo e la dolcezza che abbiamo nel cuore.
          • Chitto scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: il.gATTo
            sono pienamente d'accordo,
            comunque, di al tuo amico di cominciare a non
            visitare siti porno in
            generale
            ...tanto li, non trova comunque nulla di buono o
            di valore etico
            !!

            la pornografia legale è comunque una fredda e
            innaturale realtà che col tempo toglie tutto il
            romanticismo e la dolcezza che abbiamo nel
            cuore.Non sono affatto d'accordo. Trovo il porno un'ottima distrazione oltre che un ottimo modo per scaricare le proprie tensioni.
          • il.gATTo scrive:
            Re: Condivido
            una ragazza in carne ed ossa è un buon modo per scaricare le proprie tensioniuna finta scena di sesso, vuota e priva di significato, ti svuota l'anima piano piano.non sono bigotto o un gatto casa chiesa e ufficio,fidati.... assolutamente no !però credo veramente in ciò che ti sto scrivendo.
          • Chitto scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: il.gATTo
            una ragazza in carne ed ossa è un buon modo per
            scaricare le proprie
            tensioniIo sono omosessuale, le ragazze non mi fanno alcun effetto.
            una finta scena di sesso, vuota e priva di
            significato, ti svuota l'anima piano
            piano.

            non sono bigotto o un gatto casa chiesa e ufficio,
            fidati.... assolutamente no !
            però credo veramente in ciò che ti sto scrivendo.Ma anche io credo in ciò che sto scrivendo.Il porno mi piace e non ritengo stia svuotando proprio nulla. :)
          • il.gATTo scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: il.gATTo

            una ragazza in carne ed ossa è un buon modo per

            scaricare le proprie

            tensioni

            Io sono omosessuale, le ragazze non mi fanno
            alcun effetto.immagino...ma se fossi un po' più elastico avresti potuto leggere "ragazzo" nella mia affermazione.

            una finta scena di sesso, vuota e priva di

            significato, ti svuota l'anima piano

            piano.



            non sono bigotto o un gatto casa chiesa e
            ufficio,

            fidati.... assolutamente no !

            però credo veramente in ciò che ti sto
            scrivendo.

            Ma anche io credo in ciò che sto scrivendo.
            Il porno mi piace e non ritengo stia svuotando
            proprio nulla.
            :)sicuramente ci credi,ma quello che intendo dire, è veramente difficile da spiegare, forse impossibilete ne accorgerai col tempo sulla tua pelle...anche se nel tuo caso, essendo omosessuale, è ancora più difficile !discorso troppo lungo, impossibile da svolgere in un forumsalutoni.
          • Paolino scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: Chitto[cut]
            hanno trovato sul PC un video in cui si
            riprendeva con un petardo illegale che fece
            scoppiare a fine
            anno.Detto cosi'... sembra che fosse tuo cuggino...
          • Chitto scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Chitto
            [cut]

            hanno trovato sul PC un video in cui si

            riprendeva con un petardo illegale che fece

            scoppiare a fine

            anno.

            Detto cosi'... sembra che fosse tuo cuggino...No, non è mio cuggino. Ovviamente non farò nomi e dovrete semplicemente basarvi sulla mia parola.
          • Paolino scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: Chitto[cut]
            No, non è mio cuggino. Ovviamente non farò nomi e
            dovrete semplicemente basarvi sulla mia
            parola.Beh, basta ce ci riporti a qualche articolo di giornale che ne parla.
          • Chitto scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Chitto
            [cut]

            No, non è mio cuggino. Ovviamente non farò nomi
            e

            dovrete semplicemente basarvi sulla mia

            parola.

            Beh, basta ce ci riporti a qualche articolo di
            giornale che ne
            parla.Non so nemmeno se ne hanno parlato o meno ed in ogni caso non li riporterei visto che permetterebbe di identificarlo dato che non si è trattata di una "maxi-operazione-catturatutti".
          • Chitto scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: il.gATTo
            - Scritto da: Chitto

            - Scritto da: il.gATTo


            ...a me non è mai capitato, ti dirò di più,


            neppure cercando di capitarci

            apposta



            Posso farti notare che con questa tua frase stai

            ammettendo di aver cercato di procurarti

            consapevolmente materiale

            pedopornografico?

            no no, l'ho fatto apposta e consapevolmente.
            non tanto perchè mi interessava quel tipo di
            materiale,
            ma perchè ero curioso di vedere se è veramente
            cosi facile trovarlo in rete
            !
            alla fine non ho trovato nulla, probabilemte avrò
            sbagliato a cercare... non lo
            so.
            comunque sia, non mi è parso così semplice
            trovare quel tipo di materiale in
            rete...
            credo che si debba essere abbastanza "nel giro"
            per sapere dove
            navigare.

            tutto li, non credo di poter essere incriminato
            per una semplice
            curiosità.Bé, immagino che se tu avessi detto "l'ho cercato e l'ho trovato" sarebbe stato diverso. Non avendolo trovato non penso che possa applicarsi il quater anche se ad esempio l'FBI ha incriminato alcune persone per aver CERCATO di recuperarsi (senza riuscirci) materiale di questo tipo (mi pare che ne avevano parlato anche su PI, se non erro avevano messo "file esca" contenenti nulla di che e incriminato chiunque se li scaricasse).Ad ogni modo esternazioni come quella che hai fatto sono pericolose, parlo per il tuo bene naturalmente, e sarebbe bene che tu le evitassi... poi fai quello che ti pare, immagino tu sia adulto e vaccinato.
          • il.gATTo scrive:
            Re: Condivido
            - Scritto da: Chitto
            Ad ogni modo esternazioni come quella che hai
            fatto sono pericolose, parlo per il tuo bene
            naturalmente, e sarebbe bene che tu le
            evitassi... poi fai quello che ti pare, immagino
            tu sia adulto e vaccinato.ti ringrazio per il pensiero.tuttavia non posso pensare di dovermi censurare per ogni cosa...credo che sia lecito pensare al giorno d'oggi...e anche capire come funzionano le cose...sai com'è, conoscere per potersi tutelare !se quel materiale fosse cosi semplice da recuperare, altro che filtri per il computer dei miei figli !!le leggi non possono essere "elastiche", cioè adattabili a ciascun caso, sarebbe impossibile scriverle.chi dovrebbe essere in grado di interpretare queste leggi, sono i funzionari preposti...se questi ultimi, ti sbattono in galera solo per aver "controllato" quanto sia facile o difficile reperire materiale pedopornografico dalla reteallora siamo nelle mani di imbecilli !...e questa preoccupazione un po' ce l'ho, visti i tempi che corrono.
  • Vanamonde scrive:
    Cosa ha fatto esattamente di male?
    Ovviamente chi realizza fotografie pornografiche di minori va condannato a pene severissime.E diciamo pure che chi compra queste foto va punito, perché finanzia dei criminali e lì incoraggia a commettere un grave reato.Ma se un tizio trova delle foto su Internet, le scarica gratis e se le guarda privatamente, chi ne viene danneggiato? Dovrebbe essere semmai punito chi le ha messe on-line. L'articolo non dice neppure se la persona in questione condivideva in qualche modo le immagini. Se si limitava a tenerle per sé, mi sembra un reato senza vittima. Condannare qualcuno solo per aver guardato e conservato delle foto, senza aver in alcun modo contribuito a commettere o favorire la loro diffusione, mi sembra un eccesso.
    • lellykelly scrive:
      Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
      purtroppo per rispondere a questa domanda le opinioni personali non servono a nulla. possedere delle immagini pedopornografiche sul proprio computer è reato se lo stabilisce la legge.
      • cappero scrive:
        Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
        - Scritto da: lellykelly
        purtroppo per rispondere a questa domanda le
        opinioni personali non servono a nulla. possedere
        delle immagini pedopornografiche sul proprio
        computer è reato se lo stabilisce la
        legge.Ma se la legge e' nell'interesse della comunita'oppure no, cioe' se e' una buona legge oppure nose ne puo' sempre discutere perche' le leggi nonpiovono dal cielo ma le facciamo noi.
        • lellykelly scrive:
          Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
          rendere illegale il possesso di materiale pedopornografico può essere visto anche come riduzione della libertà delle persone, un po' come il possesso di droga.quindi si, noi facciamo le leggi, ma alcuni saranno daccordo, altri no, quindi serve una legge approvata da tutti, ma questo non accade, neppure in temi assurdi come questi.
          • MiC scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            A prescindere dal fatto che, come già detto, la legge non consente la detenzione di materiale pedo-pornografico, quello che mi domando io è quali possano essere i motivi moralmente accettabili per cui un individuo voglia tenere sul proprio pc simile materiale.Io credo che non ce ne siano, ovviamente è un parere personale.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: MiC
            A prescindere dal fatto che, come già detto, la
            legge non consente la detenzione di materiale
            pedo-pornografico,Corretto.
            quello che mi domando io è
            quali possano essere i motivi moralmente
            accettabili per cui un individuo voglia tenere
            sul proprio pc simile
            materiale.
            Io credo che non ce ne siano, ovviamente è un
            parere
            personale.Mah, ti dirò. Io omosessuale penso la stessa identica cosa del porno etero. D'altra parte un etero immagino pensi la stessa cosa del porno omosessuale. C'è persino gente a cui piacciono cose "esotiche" come scene B&CT, sesso con animali, ecc.D'altra parte, se ad un etero viene presentato del porno gay, difficilmente lo troverà "utile" o anche solo "attraente" quindi per lui sarebbe del tutto "neutro" anzi, forse "schifoso".È anche facile cadere nell'errore di ritenere che per "pedoporno" si intendano foto di sesso (magari violento, o peggio ancora) fra bambini e adulti... ma in realtà non è sempre così.Per "pedoporno" si intendono anche scene di semplice nudo ottenute senza violenza alcuna, scene con ragazzini e ragazzi anche belli maturi e perfettamente consenzienti.Quello che tuttavia la "persona comune" immagina quando sente alla radio/tv/giornale/web la parola "pedoporno" è quindi qualcosa di sostanzialmente diverso da quello che la legge intende per "pedoporno"... e infatti, diverse persone finiscono nei guai senza nemmeno sapere di fare qualcosa di illegale... proprio perché il senso comune ha una definizione di "pedoporno" che è anche molto diversa da ciò che dice la legge.Pertanto, una persona che si senta attratta... chessò... da delle/dei 15enni (che, per inciso, potrebbe tranquillamente portarsi anche a letto senza violare legge alcuna), potrebbe finire alla berlina allo stesso modo di qualcuno che invece abusa davvero di bambini di 2 anni.Purtroppo l'attuale e sciocca legge sul pedoporno deriva da una cultura sessuofoba che NON ci appartiene (quella anglosassone)... tant'è vero che l'AOC in Italia è di 14 anni, e arriva addirittura a 13 in Spagna.
          • N.C. scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: lellykelly
            ok, ma il sesso tra adulti è una cosa, e il sesso
            tra un adulto ed un bambino, che presumo non
            possa capire più di tanto cosa gli accada, non è
            tollerabile.

            IMHOSo d'accordo , mi sembra inaccettabile fare una cosa del genere ad un bambino che non sa assolutamente cosa sta facendo!! Cmq quel tizio si e' dovuto iscrivere ad un sito , ha dovuto scaricare le immagini ( che non erano 2 !!! ) e le ha tenute sul computer... non e' che sia innocente ... Cmq su una cosa sono d'accordo .. la punizione esemplare la devono dare a chi ha condiviso quelle immagini!!!
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: N.C.
            So d'accordo , mi sembra inaccettabile fare una
            cosa del genere ad un bambino che non sa
            assolutamente cosa sta facendo!!Se è per questo un bambino non sa nemmeno cosa sta facendo neanche quando è battezzato, o quando è costretto a mangiare la minestra che ha nel piatto, o quando impara a guidare una bicicletta.Se vogliamo considerare gli incidenti anche mortali che capitano ai bambini guidando una bicicletta penso che probabilmente sorpasserebbero di diverse leghe incidenti di gravità comparabile avvenuti giocando con il proprio corpo.
            Cmq quel tizio
            si e' dovuto iscrivere ad un sito , ha dovuto
            scaricare le immagini ( che non erano 2 !!! ) e
            le ha tenute sul computer... non e' che sia
            innocente ...Io sto contestando l'esistenza della legge così com'è, non ho mai detto che sia innocente. D'altra parte se creassimo una legge che rende criminale chiunque respira sarebbero tutti criminali.Quello che sto dicendo io è che la legge attuale è sciocca e non è affatto indice della pericolosità di una persona e tende anzi a punire una persona per quello che è piuttosto che per quello che fa.
            Cmq su una cosa sono d'accordo .. la punizione
            esemplare la devono dare a chi ha condiviso
            quelle
            immagini!!!Anche qui non posso essere completamente d'accordo. Dipende da che tipo di immagini sono e da come sono state recuperate. Ad esempio... foto di nudi presi al mare concorderai con me che sono molto diversi da foto di un 50enne che si sta inchiappettando un 2enne.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2008 15.15-----------------------------------------------------------
          • Gabriele scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto[CUT]

            Anche qui non posso essere completamente
            d'accordo. Dipende da che tipo di immagini sono e
            da come sono state recuperate. Ad esempio... foto
            di nudi presi al mare concorderai con me che sono
            molto diversi da foto di un 50enne che si sta
            inchiappettando un
            2enne.Ovvio che sono diverse, così come dovrebbe esser ovvio che sono entrambi dei comportamenti da malati di mente !Se ti becco a fare le foto al mare a mia figlia (con fare sospetto), vedi come ti inchiappetto io, con l'ombrellone però!Tornando alla domanda iniziale del thread, il reato va punito perché non c'entra una mazza se le foto erano gratis, private o in condivisione. L'importante è che essersi iscritto ad un sito, dopo aver cercare foto di quel genere, alimenta comunque dei comportamenti criminali. Punto.E' vero che la legge in Italia è scritta male, ma direi che questo caso sia emblematico e dare la colpa a Google fa pena.G.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Gabriele
            Ovvio che sono diverse, così come dovrebbe esser
            ovvio che sono entrambi dei comportamenti da
            malati di mente!Non credo. Fino a 20 anni fa essere omosessuale era considerato "comportamento da malati di mente".Poi improvvisamente gli omosessuali sono rinsaviti.Bisognerebbe imparare dalla propria storia che il semplice considerare sbagliato qualcosa non significa che quella cosa sia da "malati di mente".
            Se ti becco a fare le foto al mare a mia figlia
            (con fare sospetto), vedi come ti inchiappetto
            io, con l'ombrellone
            però!È più o meno quello che farei io se ti vedo picchiare tua figlia. 8)
            Tornando alla domanda iniziale del thread, il
            reato va punito perché non c'entra una mazza se
            le foto erano gratis, private o in condivisione.Non sono d'accordo.
            L'importante è che essersi iscritto ad un sito,
            dopo aver cercare foto di quel genere, alimenta
            comunque dei comportamenti criminali.
            Punto.Un comportamento è criminale fintanto che esiste una legge che lo definisce come tale. Ciò non implica in alcun modo che la legge sia perfetta.
            E' vero che la legge in Italia è scritta male, maOttimo.
            direi che questo caso sia emblematico e dare la
            colpa a Google fa pena.Non mi sono pronunciato sul caso specifico ma si, penso che sia piuttosto sciocco dare la colpa a Google.
          • Gabriele scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto[cut]
            Un comportamento è criminale fintanto che esiste
            una legge che lo definisce come tale. Ciò non
            implica in alcun modo che la legge sia
            perfetta.[cut]Eh no, ci sono dei comportamenti umani che dovrebbero essere riconosciuti come criminali per principio!Altrimenti, secondo il tuo ragionamento, l'infibulazione non dovrebbe essere vietata, visto che in alcuni luoghi la si pratica ?Per "criminale" non intendo necessariamente "vietato dalla legge", perché spero che l'essere umano si renda conto anche da solo di quali comportamenti siano da censurare.Purtroppo noto dai tuoi ragionamenti che non è così e quindi la legge è necessaria.G.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Gabriele
            Eh no, ci sono dei comportamenti umani che
            dovrebbero essere riconosciuti come criminali per
            principio!Interessante. Io invece penso che ci debba essere una legge a definirli. Legge che può cambiare con il tempo.
            Altrimenti, secondo il tuo ragionamento,
            l'infibulazione non dovrebbe essere vietata,
            visto che in alcuni luoghi la si pratica?Infatti in alcuni paesi non è illegale. Ma d'altra parte io considero profondamente sbagliata anche la circoncisione, e a maggior ragione l'infibulazione.Tuttavia finché non c'è una legge che prevede questo reato in quei paesi è e resta una pratica lecita, seppur odiosa.
            Per "criminale" non intendo necessariamente
            "vietato dalla legge", perché spero che l'essere
            umano si renda conto anche da solo di quali
            comportamenti siano da censurare.Ti dirò... durante i secoli l'uomo ha cambiato più e più volte l'idea su ciò che è giusto e sbagliato. Non vedo perché secondo te invece questa definizione debba essere fissa ed immutabile.
            Purtroppo noto dai tuoi ragionamenti che non è
            così e quindi la legge è
            necessaria.I miei ragionamenti si basano sul raziocinio, la logica e i fatti concreti. Sfortunatamente sono immune da paure irrazioni riguardanti il sesso che puntano a criminalizzarlo in quanto tale.Tuttavia ho anche io le mie fobie, ad esempio mi fa un sacco impressione l'altezza. :)
          • Lucianino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Gabriele
            - Scritto da: Chitto
            [cut]


            Un comportamento è criminale fintanto che esiste

            una legge che lo definisce come tale. Ciò non

            implica in alcun modo che la legge sia

            perfetta.
            [cut]

            Eh no, ci sono dei comportamenti umani che
            dovrebbero essere riconosciuti come criminali per
            principio!
            Altrimenti, secondo il tuo ragionamento,
            l'infibulazione non dovrebbe essere vietata,
            visto che in alcuni luoghi la si pratica
            ?
            Per "criminale" non intendo necessariamente
            "vietato dalla legge", perché spero che l'essere
            umano si renda conto anche da solo di quali
            comportamenti siano da
            censurare.
            Purtroppo noto dai tuoi ragionamenti che non è
            così e quindi la legge è
            necessaria.

            G.Quoto completamente. Mi rammarico che non ci siano reazioni più rigide dall' "alto" di questo forum.Noto, tuttavia, che l'aver scritto "uomo di merxa" all'artefice di questi post ha fatto si che venisse cancellato il mio post.Si valuta quindi come dannoso un termine come quello che ho utilizzato e si lascia spazio alle farneticazioni di uno squilibrato. COMPLIMENTI A PUNTO INFORMATICO.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            :-o :-o
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto[cut]
            Un comportamento è criminale fintanto che esiste
            una legge che lo definisce come tale. Ciò non
            implica in alcun modo che la legge sia
            perfetta.Non importa. Non e;' una buona scusa per non rispettarla...A meno che tu non riesca a difendere criminali dicendo: "Signor giudice, il mio cliente non puo' essere condannato perche' non ritengo la legge giusta..."Vediamo quanti ne salvi... :D
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Chitto
            [cut]

            Un comportamento è criminale fintanto che esiste

            una legge che lo definisce come tale. Ciò non

            implica in alcun modo che la legge sia

            perfetta.

            Non importa. Non e;' una buona scusa per non
            rispettarla...
            A meno che tu non riesca a difendere criminali
            dicendo: "Signor giudice, il mio cliente non puo'
            essere condannato perche' non ritengo la legge
            giusta..."
            Vediamo quanti ne salvi... :DIo sto contestando la legge, non sto dicendo che sia lecito infrangerla fintanto che esiste. È un mio diritto farlo ed è un mio diritto elencare le motivazioni che ritengo importanti per il mio giudizio su una legge che ritengo sbagliata.Ti è più chiaro ora?
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            - Scritto da: Chitto

            [cut]


            Un comportamento è criminale fintanto che
            esiste


            una legge che lo definisce come tale. Ciò non


            implica in alcun modo che la legge sia


            perfetta.



            Non importa. Non e;' una buona scusa per non

            rispettarla...

            A meno che tu non riesca a difendere criminali

            dicendo: "Signor giudice, il mio cliente non
            puo'

            essere condannato perche' non ritengo la legge

            giusta..."

            Vediamo quanti ne salvi... :D

            Io sto contestando la legge, non sto dicendo che
            sia lecito infrangerla fintanto che esiste. È un
            mio diritto farlo ed è un mio diritto elencare le
            motivazioni che ritengo importanti per il mio
            giudizio su una legge che ritengo
            sbagliata.

            Ti è più chiaro ora?Ora che lo hai detto si, ma non e' chiaro come vorresti la legge (solo in parte... ma esprimi solo posizioni ambigue)
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Ora che lo hai detto si, ma non e' chiaro come
            vorresti la legge (solo in parte... ma esprimi
            solo posizioni
            ambigue)È molto semplice. Voglio una legge che condanni la violenza, ma che non condanni delle persone semplicemente per quello che sono.La legge attuale fa di tutta l'erba un fascio, se ne frega se la violenza c'era o non c'era. Condanna qualcuno per il mero possesso trattandolo alla stessa stregua del peggiore criminale al mondo.A me questo non va bene.Negli anni che posto qui ho più volte suggerito metodi per migliorarla, come appunto la realizzazione di un canale legale di distribuzione di immagini che permetta a queste persone:1) di ottnere queste immagini senza fare del male a nessuno e senza dover subire pene ingiuste ed esagerate2) annientare il mercato nero con tutti i rischi ad esso connessi3) permettere a queste persone di SAPERE che non stanno facendo del male a nessunoAltri modi per migliorarla sono l'abbassamento dell'AOC a 12 anni (anche se ribadisco che sarei più propenso ad una sua completa eliminazione basando la legge sui fatti effettivi e non su un limite artificiale). L'abbassamento dell'età per creare pornografia a 14 anni. Il NON considerare materiale autoprodotto come materiale pedopornografico. Il NON considerare semplici nudi (foto al mare ad esempio) come materiale pedopornografico.Come vedi di proposte ne ho, e sono tutte estremamente ragionevoli e razionali. In nessun caso ho mai giustificato la violenza di nessuno contro nessuno, tantomeno contro i bambini.
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            Ora che lo hai detto si, ma non e' chiaro come

            vorresti la legge (solo in parte... ma esprimi

            solo posizioni

            ambigue)

            È molto semplice. Voglio una legge che condanni
            la violenza, ma che non condanni delle persone
            semplicemente per quello che
            sono.
            La legge attuale fa di tutta l'erba un fascio, se
            ne frega se la violenza c'era o non c'era.
            Condanna qualcuno per il mero possesso
            trattandolo alla stessa stregua del peggiore
            criminale al
            mondo.

            A me questo non va bene.Neanche a me. Tutte le leggi dovrebbero essere piu' specifiche.Esempio: il limite di velocita' potrebbe essere in funzione del guidatore (capace o meno), della vettura, delle condizioni meccaniche, del fondo stradale ecc...E chiaro che sarebbe piu' giusto, ma sarebbe ingestibile. Come lo e' quello che chiedi tu.
            Negli anni che posto qui ho più volte suggerito
            metodi per migliorarla, come appunto la
            realizzazione di un canale legale di
            distribuzione di immagini che permetta a queste
            persone:
            1) di ottnere queste immagini senza fare del male
            a nessuno e senza dover subire pene ingiuste ed
            esagerate
            2) annientare il mercato nero con tutti i rischi
            ad esso
            connessi
            3) permettere a queste persone di SAPERE che non
            stanno facendo del male a
            nessunoCome dicevo sopra chiedi l'impossibile.Sarebbe bellissimo avere tutte le leggi razionali e che tangono conto di ogni fattore possibile.Ma il tuo QI dovrebbe permetterti di capire che tutte queste variabili sarebbero ingestibili.[cut]
            creare pornografia a 14 anni. Il NON considerare
            materiale autoprodotto come materiale
            pedopornografico. Il NON considerare semplici
            nudi (foto al mare ad esempio) come materiale
            pedopornografico.Ma le certifichi? Oppure come fai a sapere che qualcuno non sia stato costretto a fare queste foto?Solite storie, proponi un sacco di cose che potrebbero essere condivisibile, ma devi trovare un metodo per apllicarle.
            Come vedi di proposte ne ho, e sono tutte
            estremamente ragionevoli e razionali. In nessun
            caso ho mai giustificato la violenza di nessuno
            contro nessuno, tantomeno contro i
            bambini.Le proposte sono comrpensibili, peccato che siano inapplicabili. Questo e' il problema della tua proposta: la totale inapplicabilita'
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            E chiaro che sarebbe piu' giusto,Ottimo. Vedo che finalmente siamo d'accordo su qualcosa.
            ma sarebbe
            ingestibile.Ma questo lo dici tu. Se era così ingestibile... come mai la legge sulla pedopornografia esiste solo dagli anni '90?Se era davvero impossibile controllare queste cose... se era davvero frutto di una violenza indicibile... come mai nessuno ci ha pensato prima in 2000 anni di civiltà?
            Come dicevo sopra chiedi l'impossibile.Non credo.
            Sarebbe bellissimo avere tutte le leggi razionali
            e che tangono conto di ogni fattore
            possibile.Si può fare tranquillamente.
            Ma il tuo QI dovrebbe permetterti di capire che
            tutte queste variabili sarebbero
            ingestibili.Questo lo dici tu e la tua parola non è in alcun modo sufficiente a stabilire l'impossibilità o la possibilità di qualcosa.
            Ma le certifichi? Oppure come fai a sapere che
            qualcuno non sia stato costretto a fare queste
            foto?Certamente.
            Solite storie, proponi un sacco di cose che
            potrebbero essere condivisibile, ma devi trovare
            un metodo per apllicarle.La mia proposta è concreta, e se vuoi so persino realizzarla.
            Le proposte sono comrpensibili, peccato che siano
            inapplicabili. Questo e' il problema della tua
            proposta: la totale
            inapplicabilita'Ti ripeto, la tua parola non può essere usata per determinare l'inapplicabilità delle mie proposte, reali e concrete.Proviamoci, come fai a sapere che una cosa è inapplicabile se non la provi?
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            indicibile... come mai nessuno ci ha pensato
            prima in 2000 anni di
            civiltà?Lo hai detto tu che regole sono mutabili.In questo caso sono cambiate, semplice.


            Come dicevo sopra chiedi l'impossibile.

            Non credo.Beh, l'attuale sistema legislativo ne e' la dimostrazione.

            Sarebbe bellissimo avere tutte le leggi
            razionali

            e che tangono conto di ogni fattore

            possibile.

            Si può fare tranquillamente.Peccato che sia fatto ben in 0 leggi...E che la complessita' dovrebbe essere evitata, non aumentata (a parte il fatto di avere Calderoli... :D ma non voglio divagare)
            Questo lo dici tu e la tua parola non è in alcun
            modo sufficiente a stabilire l'impossibilità o la
            possibilità di
            qualcosa.Allora neanche la tua e' sufficiente a stabilirne la possibilita'.Io mi baso sul fatto che attulamente il sistema e' gia' crisi ad apllicare regole semplici, figuriamoci gestire complessita' di un ordine di grandezza superiore (tenendo conto 10 vairabili per caso... quindi nenahce tante!)
            La mia proposta è concreta, e se vuoi so persino
            realizzarla.Bene, sto aspettando :)
            Ti ripeto, la tua parola non può essere usata per
            determinare l'inapplicabilità delle mie proposte,
            reali e
            concrete.Beh, se vuoi ti ripeto che neanche la tua e' sufficiente a stabilirne la possibilita'.
            Proviamoci, come fai a sapere che una cosa è
            inapplicabile se non la
            provi?o mi baso sul fatto che attulamente il sistema e' gia' crisi ad apllicare regole semplici, figuriamoci gestire complessita' di un ordine di grandezza superiore.Se dici che e' realizzabile, sono surioso di sentire come.Magari possiamo anche tornare sull'esempio pratico del limite di velocita' variabile in funzione di decine di parametri. :)
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Chitto


            indicibile... come mai nessuno ci ha pensato

            prima in 2000 anni di

            civiltà?

            Lo hai detto tu che regole sono mutabili.
            In questo caso sono cambiate, semplice.E possono ricambiare. Semplice.
            Beh, l'attuale sistema legislativo ne e' la
            dimostrazione.(newbie)
            Peccato che sia fatto ben in 0 leggi...
            E che la complessita' dovrebbe essere evitata,
            non aumentata (a parte il fatto di avere
            Calderoli... :D ma non voglio
            divagare)La complessità a volte non può essere evitata... farlo significa condannare chi non se lo merita.
            Allora neanche la tua e' sufficiente a
            stabilirne la
            possibilita'.Infatti io chiedo di provare.
            Io mi baso sul fatto che attulamente il sistema
            e' gia' crisi ad apllicare regole semplici,
            figuriamoci gestire complessita' di un ordine di
            grandezza superiore (tenendo conto 10 vairabili
            per caso... quindi nenahce
            tante!)Ti ripeto, non ritengo che discriminare i casi in cui c'è stata violenza dai casi in cui c'è stata "complichi" le cose. D'altra parte è ciò che si fa normalmente con gli adulti... ad esempio tu non vieni condannato per aver fatto sesso con qualcuno... a meno che questo qualcuno non decida che tu hai abusato di lui/lei.Come vedi non si applica una regola restrittiva di default, si cerca di discriminare i casi di sesso legittimo da quelli di sesso violento. La mia richiesta è del tutto identica.
            Bene, sto aspettando :)Se mi viene chiesto di farlo lo farò volentieri, a patto che poi lo si usi. È chiaro che non mi metterò a lavorare solo per soddisfare la tua curiosità.
            o mi baso sul fatto che attulamente il sistema e'
            gia' crisi ad apllicare regole semplici,
            figuriamoci gestire complessita' di un ordine di
            grandezza
            superiore.
            Se dici che e' realizzabile, sono surioso di
            sentire
            come.Il giudice deve comunque valutare il singolo caso. visto che c'è può usare il buon senso, ascoltare anche la presunta vittima, anziché basarsi su un limite d'età artificiale.
            Magari possiamo anche tornare sull'esempio
            pratico del limite di velocita' variabile in
            funzione di decine di parametri.
            :)Sono pefettamente d'accordo anche su questo. La tecnologia d'altra parte anche in questo caso può tranquillamente essere usata per discriminare tipo di veicolo e quindi velocità massima. Ma non solo... può persino essere usata per impedire a uno che ha bevuto di guidare (e se non erro questa tecnologia è già montata su alcune auto).
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            - Scritto da: Chitto




            indicibile... come mai nessuno ci ha pensato


            prima in 2000 anni di


            civiltà?



            Lo hai detto tu che regole sono mutabili.

            In questo caso sono cambiate, semplice.

            E possono ricambiare. Semplice.E quindi perche' mi hai fatto la domanda se la risposta la sapevi gia'?[cut]
            La complessità a volte non può essere evitata...
            farlo significa condannare chi non se lo
            merita.La legge stabilisce chi merita o meno. Il tuo eccesso di complessita' porterebbe solo ad un collasso del sistema che non potrebbe piu' condannare nessuno. Oltretutto diventerebbe anche incompresibile per chi la vuole rispettare.Pensa se ogni legge, invece che una regola stabilisse una regola in funzione di decine di variabili...Nessuno capirebbe piu' niente!Si deve semplificare razionalmente, non complicare all'estremo come vorresti fare tu.Quello che vuoi si potrebbe fare solo in un mondo utopico.
            Infatti io chiedo di provare.Puoi anche provare a non mangiare per 10 mesi...Puoi provare tutto, ma devi dimostrare che sia fattibile (cosa che non hai fatto, se non in modo eccessivamente semplicistico) e che il gioco valga in minima parte la candela (cosa da cui se molto lontano.)[cut]
            qualcuno... a meno che questo qualcuno non decida
            che tu hai abusato di
            lui/lei.Gia', ma ci vuole una denuncia da parte della vittima.
            Come vedi non si applica una regola restrittiva
            di default, si cerca di discriminare i casi di
            sesso legittimo da quelli di sesso violento. La
            mia richiesta è del tutto
            identica.Non tieni conto della violenza che non puo' essere denunciata (e non e' certo l'eccezione dei casi)

            Bene, sto aspettando :)

            Se mi viene chiesto di farlo lo farò volentieri,
            a patto che poi lo si usi. È chiaro che non mi
            metterò a lavorare solo per soddisfare la tua
            curiosità.:D

            o mi baso sul fatto che attulamente il sistema
            e'

            gia' crisi ad apllicare regole semplici,

            figuriamoci gestire complessita' di un ordine di

            grandezza

            superiore.

            Se dici che e' realizzabile, sono surioso di

            sentire

            come.

            Il giudice deve comunque valutare il singolo
            caso. visto che c'è può usare il buon senso,
            ascoltare anche la presunta vittima, anziché
            basarsi su un limite d'età
            artificiale.E con quale titolo il giudice potrebbe farlo?Sarebbe necessaria una perizia con valore legale.Il giudice non ha le competenze necessarie!E non puo' certo averle in tutto.
            Sono pefettamente d'accordo anche su questo. La
            tecnologia d'altra parte anche in questo caso può
            tranquillamente essere usata per discriminare
            tipo di veicolo e quindi velocità massima. Ma non
            solo... può persino essere usata per impedire a
            uno che ha bevuto di guidare (e se non erro
            questa tecnologia è già montata su alcune
            auto).Quindi vediamo di approfondire:Prima di fare una multa ti serve: una perizia teccnica sullo stato di usura del veicolo, una perizia psico-attitudinale sul guidatore, una perizia effettuata sulle condizioni del fondo stradale, una perizia sulle condizioni di visibilita'...Poi non dimentichiamo lo stato del traffico.Se lo ritieni fattibile... beh, proprio non capisco come senza portare al collasso istantaneo del sistema.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            La legge stabilisce chi merita o meno.
            Il tuo eccesso di complessita' porterebbe solo ad
            un collasso del sistema che non potrebbe piu'
            condannare nessuno.(rotfl) Se lo dici tu c'è da fidarsi. (rotfl)
            Oltretutto diventerebbe anche incompresibile per
            chi la vuole
            rispettare.fai violenza =
            finisci in galeranon fai violenza =
            non finisci in galeraSi, incomprensibile.
            Pensa se ogni legge, invece che una regola
            stabilisse una regola in funzione di decine di
            variabili...
            Nessuno capirebbe piu' niente!
            Si deve semplificare razionalmente, non
            complicare all'estremo come vorresti fare
            tu.
            Quello che vuoi si potrebbe fare solo in un mondo
            utopico.fai violenza =
            finisci in galeranon fai violenza =
            non finisci in galeraNon vedo queste decine di variabili di cui parli.
            Gia', ma ci vuole una denuncia da parte della
            vittima.I bambini che denunciano abusi esistono. Chiedilo a Telefono Azzurro se non ci credi.
            Non tieni conto della violenza che non puo'
            essere denunciata (e non e' certo l'eccezione dei
            casi)Violenza dove?

            Se mi viene chiesto di farlo lo farò volentieri,

            a patto che poi lo si usi. È chiaro che non mi

            metterò a lavorare solo per soddisfare la tua

            curiosità.

            :DChiedi a qualunque informatico degno di questo nome. Vuoi un esempio di funzionamento? Perfetto:Vai qui: - http://www.infocert.it/servizi_businesskey.htmCerca e scarica il loro software, si chiama "Dike".Passa in camera di commercio e fatti rilasciare una smartcard [20-30 euro circa] o un business-key [70 euro circa] per la firma elettronica (può chiederla chiunque).Firma un file qualsiasi sul tuo computer.Chiedi a qualunque persona al mondo di falsificarla.Vedi un po' cosa ti rispondono.
            E con quale titolo il giudice potrebbe farlo?
            Sarebbe necessaria una perizia con valore legale.
            Il giudice non ha le competenze necessarie!
            E non puo' certo averle in tutto.Tuttavia ha un cervello e un cuore. Cosa che vedo a molti utenti che postano qui solo per fare sciocche affermazioni basate sulle proprie convinzioni manca completamente.
            Quindi vediamo di approfondire:
            Prima di fare una multa ti serve: una perizia
            teccnica sullo stato di usura del veicolo, una
            perizia psico-attitudinale sul guidatore, una
            perizia effettuata sulle condizioni del fondo
            stradale, una perizia sulle condizioni di
            visibilita'...
            Poi non dimentichiamo lo stato del traffico.
            Se lo ritieni fattibile... beh, proprio non
            capisco come senza portare al collasso istantaneo
            del
            sistema.No. Il sistema è automatico. Nessuna perizia, solo dati macinati da una macchina in automatico e senza intervento umano.Nessuno collasso. Le macchine esistono per questo.
          • MiC scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            Il commento di MiC a cui ho risposto tendeva
            (almeno così l'ho capito io) a fare un dicorso
            del tipo: "ma perché mai qualcuno potrebbe anche
            solo voler tenere sul proprio PC queste
            immagini?"Ci hai preso in pieno :)Bè io parto dal presupposto che l'amore che si prova per i propri figli (e che per "riflesso condizionato" viene esteso anche ai figli degli altri) porta a ritenere aberrante un'attrazione di natura sessuale nei confronti dei bambini.Probabilmente è solo istinto paterno, avere cura della propria prole e di quella degli altri reputando l'aspetto sessuale del tutto alieno.Pertanto ciò mi porta a pensare che le persone che si sentono sessualmente attratte dai bambini (e quindi potenzialmente dai miei figli) sono una potenziale minaccia alla loro incolumità psico-fisica.
            La mia risposta dunque va vista in quest'ottica.
            È chiaro che se tu non provi attrazione verso una
            certa cosa (un certo sesso, un certo tipo di
            persona/animale/cosa) riterrai l'esistenza del
            porno che la riguarda "inutile" o comunque
            "evitabile".Dire che ritengo il pedo-porno "inutile" ed "evitabile" è un eufemismo.Non stiamo parlando di preferenze alimentari, stiamo parlando di atteggiamenti che strumentalizzano a mero oggetto sessuale individui in fase di crescita e del tutto (o quasi) privi di difese.E' chiaro che c'è una differenza determinante tra chi compie violenza sui minori e tra chi si limita a fruire del materiale prodotto, ed è anche chiaro che c'è differenza tra chi fruisce del materiale registrato durante violenze su minori e tra chi fruisce di materiale registrato durante scene di sesso tra adulti e minori consenzienti.Per quanto mi riguarda è anche chiaro che chi fruisce di materiale pedo-pornografico è una persona che va individuata e tenuta sotto controllo (e curata?).
            È facile fare questo genere di discorsi quando
            l'oggetto della discussione a noi personalmente
            non interessa. Per questo ho scritto (in sintesi)
            "bé, anche io che sono omosessuale potrei fare un
            discorso simile riguardo al porno etero visto che
            non mi
            interessa".La mia osservazione voleva ovviamente essere provocatoria, e credo ci sia riuscita :)L'oggetto della discussione mi interessa eccome per le ragioni su citate.
            C'è da capire che le persone attratte da persone
            anche molto giovani non sono in alcun modo, da un
            punto di vista dei desideri, diverse dalle
            persone che invece non ne sono attratte. Per loro
            il così detto "porno normale" è del tutto
            inutile, o quasi completamente inutile. Quindi
            anche discorsi del tipo "ma con tutto il porno
            che c'è proprio quello..." sono dicorsi
            perfettamente
            ipocriti.C'è anche da capire che ci sono persone a cui piace fare violenza ad altre persone e non sono in alcun modo, da un punto di vista dei desideri, diverse dalle persone a cui non piace fare violenza...Non si può generalizzare in questo modo, non stiamo parlando di "a me piace bianco" "a me piace nero", stiamo parlando di atteggiamenti che minano le fondamenta della nostra società e del nostro futuro: i nostri figli.Non esiste che si faccia violenza psico-fisica su un'altra persona come non esiste che si liberalizzi la fruizione di materiale pedo-pornografico.
            Gran parte delle persone che
            vengono pescate con immagini pedoporno sul PC non
            ne fanno, né ne farebbero anche se messe in
            condizione di farlo. Anzi, cercano appunto di
            utilizzare queste immagini come alternativa al
            sesso vero con bambini veri proprio perché non
            vogliono fare del male a
            nessuno.Hai fatto uno studio approfondito sulle persone che fruiscono di materiale pedo-pornografico? Magari sai anche dire come reagirebbero queste persone se non potessero fruire di questi materiali?Anzi metti il caso che una di queste persone per qualche motivo non possa "utilizzare queste immagini come alternativa al sesso vero con bambini", e si trovi a dover stare suo malgrado per un tempo più o meno lungo a stretto contatto con dei bambini. Cosa potrebbe fare per porre rimedio alla stressante situazione?Convincere i bambini (senza violenza per carità) che farsi toccare o fare del sesso con loro è cosa buona e giusta?O forse dovrebbe semplicemente pensare ad altro? Ma come potrebbe pensare ad altro essendo abituato a visionare continuamente del materiale pedo-pornografico che utilizzava "come alternativa al sesso vero con bambini"?
            Sarebbe molto più corretto se la legge prevedesse
            dei metodi legali, leciti e certificati
            "senza-violenza" per permettere a queste persone
            che non fanno del male a nessuno di poter
            continuare a vivere la loro vita senza essere
            ingiustamente criminalizzate e trattate per
            criminali che non
            sono.D'accordissimo, in strutture apposite sotto controllo medico-psichiatrico.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            [PARTE 1 di 2]- Scritto da: MiC
            Ci hai preso in pieno :)Bene, vedo che non sono ancora completamente rincoglionito.
            Bè io parto dal presupposto che l'amore che si
            prova per i propri figli (e che per "riflesso
            condizionato" viene esteso anche ai figli degli
            altri) porta a ritenere aberrante un'attrazione
            di natura sessuale nei confronti dei
            bambini.
            Probabilmente è solo istinto paterno, avere cura
            della propria prole e di quella degli altri
            reputando l'aspetto sessuale del tutto
            alieno.
            Pertanto ciò mi porta a pensare che le persone
            che si sentono sessualmente attratte dai bambini
            (e quindi potenzialmente dai miei figli) sono una
            potenziale minaccia alla loro incolumità
            psico-fisica.Il tuo discorso posso anche capirlo. Tuttavia dovresti, IMO, riflettere sul fatto che tuo figlio, fra 10 anni, sarà ancora tuo figlio... e non sarà più "protetto" da queste leggi, ma in compenso queste leggi, per come sono scritte ora, potranno essere usate per fargli del male, MOLTO male, senza che lui abbia prima fatto del male a qualcuno.D'altra parte, una persona che non si lascia accecare dalla "voglia di vendetta" ma è disposta a ragionare, sa anche che non basta provare attrazione nei confronti di qualcuno per farle del male, anzi, è esattamente il contrario.Hai citato il fatto di avere figli, quindi immagino che tu abbia anche una moglie. Come molti etero immagino che anche tu provi o abbia provato attrazione fisica verso persone di sesso opposto al tuo. Questo nel tuo caso è significato che avresti volentieri violentato una donna? Credo di no, vero? Provare attrazione verso qualcuno non significa quindi in nessun modo volerle fare del male.Tant'è che molte persone che finiscono nei guai a causa del pedoporno mai si sono sognati, né si sognerebbero, di fare del male a dei bambini reali, e se anzi avessero la possibilità di recuperare questo materiale SAPENDO che nessun male è mai stato fatto lo farebbero subito rinunciando immediatamente ad altre vie.Le persone non possono essere catalogate come buone o cattive solo in base alle loro preferenze. Sei d'accordo?Certo, le carogne ci sono, così come d'altra parte ci sono anche persone che carogne non sono.Quello che tuttavia a me interessa più di ogni altra cosa cambi è che si facciano le giuste distinzioni... NON che si permetta la violenza indiscriminatamente. Non è possibile, né umanamente accettabile, che un 20enne che VUOLE BENE ad un suo amico di 12-13 anni sia trattato alla stessa stregua di un maniaci 60enne che s'inchiappetta una 2enne. La pena attualmente prevista per quel 20enne che si lasci andare in atti a sfondo sessuale (anche la mera masturbazione consensuale) giusitificata però da un profondo legame affettivo è di 5 anni (CINQUE ANNI) di galera... e se trova il giudice fobico rischia anche di più (fino a 12 anni).Ti faccio un esempio: immagina di trovarti in questa situazione. Tua figlia 12-13enne ha un amico più grande (facciamo 19 anni?), a cui vuole davvero bene e la stessa cosa vale per lui nei suoi confronti. Per qualche ragione si viene a sapere che i due hanno fatto più che semplicemente baciarsi (una cosa del tutto naturale, considera che molti 18enni nemmeno sono a conoscenza dell'attuale AOC quindi potrebbero anche ignorare completamente che stanno facendo qualcosa di illegale [d'altra parte è naturale immaginarsi che la legge impedisca la violenza... non l'affetto]). Bene. Tua figlia è separata a forza da una persona a cui vuole bene, con la quale si trova bene, che la ama a sua volta. Viene obbligata attraverso interrogatori umilianti a confessare ciò che ha fatto con il suo amico, le viene raccontato che lui voleva approfittarsi di lei (indipendentemente dalla buona fede del ragazzo).Ora dimmi, alla luce di questo esempio... chi ha fatto violenza su tua figlia? Anche ammesso che tu consideri certe esperienze (e non sto nemmeno parlando di "sesso completo") non adatte all'età di tua figlia... l'avresti sottoposta all'umiliazione di raccontare tutto a degli estranei, alla violenza di essere sbattuta sui giornali e alla violenza di vedersi portar via qualcuno che lei ama e di vederlo finire in galera per quello che lei riterrà per il resto della vita essere causa propria?Ora immaginiamo che tua figlia si sia scattata delle foto ai limiti del porno e che le abbia spedite a questa persona. Tua figlia verrebbe anche accusata di produzione e diffusione di materiale pedopornografico, e il ragazzo in questione di possesso e sfruttamento di minore.Incominci a vedere l'assurdità di una legge che fa di tutta l'erba un fascio?
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            [PARTE 2 di 2]Ora lasciamo stare gli esempi "immaginari" e passiamo ad esempi concreti.A 15-16 anni io ho voluto DAVVERO BENE ad un ragazzino di 12 anni. Passavamo un sacco di tempo assieme e quei due anni in cui siamo stati assieme sono stati fra gli anni più belli della mia vita. Ricordo ancora quella persona con profondo affetto nonostante ci siamo oramai persi di vista. Suo padre non l'ho mai visto, né ne conosco la sorte... vedevo che al mio amico non piaceva parlarne e quindi cercavo di evitare l'argomento. Sua mamma d'altro canto era assolutamente contenta che lui avesse me come amico più grande, sapeva che razza di persona sono e di conseguenza sapeva che non avrei permesso che gli succedesse nulla di male e così è stato. Ricordo ancora le volte che lui si appoggiava a me e chiudeva gli occhi e io lo stringevo a me e stavamo in silenzio come due allocchi uno nelle braccia dell'altro con la paura che qualcuno entrasse nella stanza e ci vedesse. Lo andavo a prendere a scuola ogni giorno anche se questo significava 2Km di pedalata in andata e 2Km di pedalata al ritorno e lo accompagnavo fino alla stazione dei bus dove lo salutavo prima di salire. Potevamo stare assieme solo mezzoretta durante la settimana... ma era una mezzoretta che non ci saremmo mai persi per nessuna ragione al mondo. I fine settimana ci facevamo a turni 8Km di pedalata sulle stradine di montagna (in andata e 8 al ritorno) solo per poter stare qualche ora assieme. Gli volevo un bene dell'anima e sarei stato tranquillamente disposto a dare la mia vita se fosse servito a farlo stare bene. Tuttavia, eravamo entrambi maschi, io non ero nemmeno sicuro di essere omosessuale all'epoca (o meglio, mi raccontavo un sacco di balle mentali per cercare di non esserlo) e quando lui, circa 2 anni dopo, mi parlò di una ragazza che gli piaceva mi si spezzo il cuore, ma non gli dissi nulla. Lo lasciai andare perché volevo che fosse felice, e per la sua felicità rinunciai alla mia. Piano piano ci incontrammo sempre meno frequentemente, per fortuna sono riuscito a farmene una ragione... sta di fatto che tutt'oggi quando ci penso mi manca.Io non ho fatto del sesso con lui, ma quello che so è che gli volevo bene e che sarebbe anche potuto capitare. Non ero a conoscenza di concetti quali AOC, né sognavo nei miei peggiori incubi che avrei potuto finire in galera se l'avessi fatto e peggio ancora che al mio amico avrebbero fatto credere che il mio affetto non era tale. Tutto grazie ad una legge sciocca che da per scontata la violenza e l'abuso a priori. Quanti genitori, scoprendo che loro figlio potrebbe "diventare omosessuale" frequentando una persona anche di poco più grande, sarebbero disposti ad approfittarsi di questa assurda legge per impedire ai due che si frequentino? E per anzi... sapararli in modo violento e definitivo? Quanti genitori scoprendo delle foto sul cellulare di proprio figlio o figlia possono usare la sciocca legge sulla pedopornografia per separare proprio figlio/a da una persona che non approvano?Pensi che la legge, così com'è, faccia sconti? Ti sbagli. L'unica cosa che può fare il giodice, anche ammesso che sia correttamente informato dell'avvenuto, è dare al ragazzo/a più grande la pena minima (5 anni).Come vedi ho delle motivazioni più che ottime per considerare queste leggi, dettate dalla fobia di massa guidata dall'ideologia malata dei politici, pura e semplice spazzatura e un pericolo per il prossimo.Ora tu continua pure sulla tua "scuola di pensiero", io non intendo fare retromarcia, se lo facessi volterei le spalle a troppe persone e all'affetto che può esistere anche senza la tua approvazione e di quella della società.
    • Chitto scrive:
      Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
      - Scritto da: Vanamonde
      Ovviamente chi realizza fotografie pornografiche
      di minori va condannato a pene
      severissime.Non sono d'accordo, non così in generale almeno.Fino a qualche anno fa (un paio di decenni) in alcuni Paesi Europei erano in vendita riviste [non chiedermi il nome che non me lo ricordo] che ritraevano minori nudi o addirittura vere e proprie scene porno... e nessuno se ne scandalizzava. Perché questo? Semplicemente perché si dava per scontato che se tale immagine NON era ripresa usando violenza o costrizione alcuna allora non c'era nulla di sbagliato in essa.Ma non solo... il fatto che esistessero una o più fonti legali di queste immagini permettevano alla gente di recuperarle senza violare la legge, sapendo che NESSUN male era stato fatto e quelle persone, senza pagare nessun criminale e quindi il mercato nero (che poi è il VERO pericolo per i bambini) non aveva ragione d'esistere.Cosa hanno ottenuto oggi a parte diffondere il panico e creare un ottima scusante jolly per qualsiasi legge-porcata e abuso della privacy delle persone? Hanno ottenuto che il business è finito in mano a chi non ha certo remore a uccidere un bambino nel caso dovesse diventare un problema.Per fortuna, gran parte delle persone che recuperano questo materiale, lo fa grazie a canali di condivisione gratuita e quindi senza finanziare proprio nessuno.La legge dovrebbe quindi essere riscritta in modo da essere più equilibrata... condannando fermamente i casi di violenza senza però interferire ingiustamente con i casi in cui la violenza semplicemente non c'è mai stata.
      E diciamo pure che chi compra queste foto va
      punito, perché finanzia dei criminali e lì
      incoraggia a commettere un grave
      reato.Su questo sono d'accordo, a meno che naturalmente non si parli di riviste specializzate che agiscono in modo corretto, sensibile e professionale.
      Ma se un tizio trova delle foto su Internet, le
      scarica gratis e se le guarda privatamente, chi
      ne viene danneggiato? Dovrebbe essere semmai
      punito chi le ha messe on-line.
      L'articolo non
      dice neppure se la persona in questione
      condivideva in qualche modo le immagini. Se si
      limitava a tenerle per sé, mi sembra un reato
      senza vittima. Condannare qualcuno solo per aver
      guardato e conservato delle foto, senza aver in
      alcun modo contribuito a commettere o favorire la
      loro diffusione, mi sembra un
      eccesso.Infatti quello che si è venuto a creare con la sciocca legge sul pedoporno è appunto "reati senza vittime". Ma non solo... ha messo le radici per un commercio illegale e fortemente pericoloso di immagini che non è soggetto ad alcun possibile controllo.
      • lellykelly scrive:
        Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
        per me avere a che fare con un bambino di 5 anni, pur senza violenza, è inconcepibile, e va oltre i miei limiti di tolleranza. se ne becco uno...
        • Chitto scrive:
          Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
          - Scritto da: lellykelly
          per me avere a che fare con un bambino di 5 anni,
          pur senza violenza, è inconcepibile, e va oltre i
          miei limiti di tolleranza. se ne becco
          uno...Non vedo proprio perché.Dai per scontato che al bambino sia stato fatto un danno. Ora... potrebbe anche essere, ma potrebbe anche non essere. La legge dovrebbe distinguere i due casi.Senza contare che, anche nel post precedente, tendi a scordare che per "pedoporno" non si intende affatto solo i bambini di 5 anni.
          • Gabriele scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: lellykelly

            per me avere a che fare con un bambino di 5
            anni,

            pur senza violenza, è inconcepibile, e va oltre
            i

            miei limiti di tolleranza. se ne becco

            uno...

            Non vedo proprio perché.
            Dai per scontato che al bambino sia stato fatto
            un danno. Ora... potrebbe anche essere, ma
            potrebbe anche non essere. La legge dovrebbe
            distinguere i due
            casi.[cut]Il tuo psichiatra che dice ?Non ho parole... mi auguro che tu non abbia figli.G.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Gabriele
            Il tuo psichiatra che dice ?
            Non ho parole... mi auguro che tu non abbia figli.Ottima argomentazione, mi hai convinto. :)
          • Lucianino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            Stai giustificando, seppur in modo vellutato, il possesso di immagini di natura pedopornografica sul computer di una persona con mille cazzate filosofiche sul bene o il male che potrebbero fare ...Una persona per quale motivo dovrebbe tenere immagini del genere sul proprio computer se non per una devianza mentale ? Cosa c'entrano gli omosessuali o gli etero con la pedopornografia ?Mi AUGURO CHE LA REDAZIONE DI QUESTO SITO CHIUDA LA BOCCA AD UN UOMO DI MERDA COME QUESTO E LO SEGNALI PRONTAMENTE COME PERSONA DA TENERE SOTTO CONTROLLO !!! RILEGGETE CIO' CHE HA SCRITTO QUESTO INDIVIDUO.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            È anni che posto qui ed è anni che di tanto in tanto salta fuori un esaltato che vorrebbe impedirmi di esprimere la mia opinione su di una legge che ritengo assurda e criminale . :)Abbiamo sentito il tuo delirio, ora se vuoi posta pure le motivazioni razionali che hai tralasciato nella tua "argomentazione". :)
          • Lucianino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            È anni che posto qui ed è anni che di tanto in
            tanto salta fuori un esaltato che vorrebbe
            impedirmi di esprimere la mia opinione su di una
            legge che ritengo assurda e
            criminale .
            :)Io ritengo tale chi la pensa come te.

            Abbiamo sentito il tuo delirio, ora se vuoi posta
            pure le motivazioni razionali che hai tralasciato
            nella tua "argomentazione".
            :)Rileggi
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Lucianino
            Io ritengo tale chi la pensa come te.Ognuno è libero di avere una sua opinione. :)Naturalmente non sono d'accordo con la tua. :)
            RileggiRiletto, non vedo l'ombra di un'argomentazione, vedo solo il delirio di qualcuno che non è assolutamente in grado di sostenere una discussione in modo civile senza fare insinuazioni ed offendere la persona con la quale sta discutendo. :)
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: lellykelly

            per me avere a che fare con un bambino di 5
            anni,

            pur senza violenza, è inconcepibile, e va oltre
            i

            miei limiti di tolleranza. se ne becco

            uno...

            Non vedo proprio perché.
            Dai per scontato che al bambino sia stato fatto
            un danno. Ora... potrebbe anche essere, ma
            potrebbe anche non essere. La legge dovrebbe
            distinguere i due
            casi.Evidemente tu riesci a distinguere i due casi dalle fotografie... Il danno e chiaro e palese perche' e' ovvio che tu non sia in grado di determinare l'eventuale volontarieta', quindi si procedee con metodo conservativo
            Senza contare che, anche nel post precedente,
            tendi a scordare che per "pedoporno" non si
            intende affatto solo i bambini di 5
            anni.E riesci anche, dalle stesse foto, a determinare se ne avevano 5 o 6??
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Evidemente tu riesci a distinguere i due casi
            dalle fotografie...D'altra parte posso usare la tua stessa "argomentazione" nei casi ritraenti sesso violento: stavano recitando si o no?Chi mi garantisce che da un'immagine scaricata dal P2P in cui è rappresentata una palese violenza ai danni di un adulto essa sia solo una rappresentazione e non altro? Tuttavia difficilmente qualcuno ti condannerebbe per il possesso di questa foto. Così come difficilmente qualcuno ti condannerebbe per il possesso di un video rappresentante un militare americano sgozzato per davvero (dubito sia stato consenziente).Quello che propongo io è la creazione di un database di immagini (o di agenzie che si occupino di questo in modo professionale e serio) in cui si garantisce l'assoluta mancanza di violenza alcuna.
            Il danno e chiaro e palese perche' e' ovvio cheNo, non lo è affatto invece.
            tu non sia in grado di determinare l'eventuale
            volontarieta', quindi si procedee con metodo
            conservativoQuesto vale per qualsiasi foto.

            Senza contare che, anche nel post precedente,

            tendi a scordare che per "pedoporno" non si

            intende affatto solo i bambini di 5

            anni.

            E riesci anche, dalle stesse foto, a determinare
            se ne avevano 5 o 6??E che razzo c'entra con ciò che ho scritto? (newbie)
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            Evidemente tu riesci a distinguere i due casi

            dalle fotografie...

            D'altra parte posso usare la tua stessa
            "argomentazione" nei casi ritraenti sesso
            violento: stavano recitando si o
            no?Appunto, io non ci riesco.Se tu che devi spiegare come ci riesci, mica io...
            Quello che propongo io è la creazione di un
            database di immagini (o di agenzie che si
            occupino di questo in modo professionale e serio)
            in cui si garantisce l'assoluta mancanza di
            violenza
            alcuna.Comprati dei film porno. Cosi' sei sicuro che recitassero...

            tu non sia in grado di determinare l'eventuale

            volontarieta', quindi si procedee con metodo

            conservativo

            Questo vale per qualsiasi foto.Appunto.


            Senza contare che, anche nel post precedente,


            tendi a scordare che per "pedoporno" non si


            intende affatto solo i bambini di 5


            anni.



            E riesci anche, dalle stesse foto, a determinare

            se ne avevano 5 o 6??

            E che razzo c'entra con ciò che ho scritto?
            (newbie)Se non ci arrivi non te lo so spiegare in altro modo, piu' semplice di cosi'....
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino

            D'altra parte posso usare la tua stessa

            "argomentazione" nei casi ritraenti sesso

            violento: stavano recitando si o

            no?

            Appunto, io non ci riesco.
            Se tu che devi spiegare come ci riesci, mica io...L'ho spiegato. Creando un circuito legale di immagini identificabili in modo certo ed univoco attraverso SHA1.
            Comprati dei film porno. Cosi' sei sicuro che
            recitassero...E questo che c'entra? Ti risulta che se ti scarichi un film porno dalla rete in cui si rappresenta una violenza sessuale qualcuno ti accusi di nulla? Se no, perché? Secondo il tuo modo di ragionare dovrebbero farlo.

            Questo vale per qualsiasi foto.

            Appunto. Vedi che non capisci le implicazioni di ciò che dici? Se vale per qualsiasi foto, allora anche le immagini che rappresentano violenza dovrebbero far incriminare chi le possiede semplicemente sulla base del fatto che non è possibile stabilire se si trattava di interpretazione o meno.
            Se non ci arrivi non te lo so spiegare in altro
            modo, piu' semplice di
            cosi'....Ho un QI misurato da dei professionisti che varia da 120 a 130. Fatti un po' di conti. :)
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto[cut]
            L'ho spiegato. Creando un circuito legale di
            immagini identificabili in modo certo ed univoco
            attraverso
            SHA1.Aggirabile, piratabile, debole, senza reali garanzie -
            inutile.
            E questo che c'entra? Ti risulta che se ti
            scarichi un film porno dalla rete in cui si
            rappresenta una violenza sessuale qualcuno ti
            accusi di nulla? Se no, perché? Secondo il tuo
            modo di ragionare dovrebbero
            farlo.C'e' un reato a detenere immagini violente?Non mi risulta. C'e' reato a detenere immagini pedopornografiche.
            Vedi che non capisci le implicazioni di ciò che
            dici? Se vale per qualsiasi foto, allora anche le
            immagini che rappresentano violenza dovrebbero
            far incriminare chi le possiede semplicemente
            sulla base del fatto che non è possibile
            stabilire se si trattava di interpretazione o
            meno.No... non mi risulta reato avere le foto di due che fanno a cazzotti.Mi risulta che lo sia avere del pedoporno.E' ben diverso.
            Ho un QI misurato da dei professionisti che varia
            da 120 a 130. Fatti un po' di conti.
            :)Allora sei decisamente indietro a me!!! :DAnche se per la verita' non me ne vado in giro a vantarmene...ne lo uso per dire "lei non sa chi sono io"
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Chitto
            [cut]

            L'ho spiegato. Creando un circuito legale di

            immagini identificabili in modo certo ed univoco

            attraverso

            SHA1.

            Aggirabile, piratabile, debole, senza reali
            garanzie -

            inutile.Benissimo, se sei così bravo a trovare delle collisioni SHA1 magari spiegaci il metodo che usi. Sono molti gli informatici e i matematici che vorrebbero scoprirlo.Ti ricordo che algoritmi come l'SHA1 sono usati persino in quella che si chiama "firma elettronica" ed è considerata così sicura che è equiparata alla firma normale.Ora, se non si trattasse di cose sicure... pensi che si userebbero in tutto il mondo con tale leggerezza?Ho una SC per la firma elettronica a casa con il mio nome sopra, chiunque la usi sta firmando con il mio nome e cognome, in modo del tutto vincolante per me... dici che non dovrei fidarmi? Quali sono le basi matematiche secondo le quali affermi questo?
            C'e' un reato a detenere immagini violente?
            Non mi risulta.
            C'e' reato a detenere immagini pedopornografiche.Vedo che fai fatica a capire il concetto di "io sto criticando la legge attuale".
            No...
            non mi risulta reato avere le foto di due che
            fanno a
            cazzotti.
            Mi risulta che lo sia avere del pedoporno.
            E' ben diverso.Vedo che fai fatica a capire il concetto di "io sto criticando la legge attuale".
            Allora sei decisamente indietro a me!!! :D
            Anche se per la verita' non me ne vado in giro a
            vantarmene...ne lo uso per dire "lei non sa chi
            sono
            io"Te l'ho citato perché tu mettevi in dubbio le mie capacità di intendere e di volere affermando che non sarei stato in gradi di capire ciò che dici. O devo stare qui a farmi dare del demente aggratis secondo te? :)
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            - Scritto da: Chitto

            [cut]


            L'ho spiegato. Creando un circuito legale di


            immagini identificabili in modo certo ed
            univoco


            attraverso


            SHA1.



            Aggirabile, piratabile, debole, senza reali

            garanzie -


            inutile.

            Benissimo, se sei così bravo a trovare delle
            collisioni SHA1 magari spiegaci il metodo che
            usi. Sono molti gli informatici e i matematici
            che vorrebbero
            scoprirlo.Non ce ne e' bisogno. Basta aggiungere nella lista una cosa: il mercato nero...Quindi la debolezza del tuo sistema resta.Prova a mettere il DRM nei video e audio... e vediamo se sparisce la pirateria audiovisiva? Mi sa di no...

            C'e' un reato a detenere immagini violente?

            Non mi risulta.

            C'e' reato a detenere immagini
            pedopornografiche.

            Vedo che fai fatica a capire il concetto di "io
            sto criticando la legge
            attuale".Vedo che fai fatica a capire la differenza tra il detenere immagini viuolente con immagini pedopornografiche.Per quanto riguarda la legge ti ho rispoto in un altro post.[cut]
            Te l'ho citato perché tu mettevi in dubbio le mie
            capacità di intendere e di volere affermando che
            non sarei stato in gradi di capire ciò che dici.Ho semplicemente affermato che consideravo il concetto semplice, ma nessun dubbio sulle tue capacita'.
            O devo stare qui a farmi dare del demente
            aggratis secondo te?
            :)Nessuno ti ha dato del demente (permalosetto eh :) )
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Non ce ne e' bisogno. Basta aggiungere nella
            lista una cosa: il mercato
            nero...
            Quindi la debolezza del tuo sistema resta.Mercato nero? Le certificazioni delle fotografie sarebbero rilasciate solo dalle forze dell'ordine, e da nessun altro.
            Prova a mettere il DRM nei video e audio... e
            vediamo se sparisce la pirateria audiovisiva? Mi
            sa di no...Ancora una volta confondi le cose.Il DRM non funziona perché un qualsiasi player che voglia aprire quel determinato file NECESSITA la chiave d'apertura. Ergo... decodificando ciò che il player sta facendo è possibile (magari è difficile) scoprire quale chiave è stata usata.Cosa diversa è invece la certificazione dei file che si basa su un principio diverso e non richiede affatto che nessun altro possegga la chiave segreta usata per la certificazione stessa.
            Vedo che fai fatica a capire la differenza tra il
            detenere immagini viuolente con immagini
            pedopornografiche.Io non faccio fatica proprio per nulla. Tu hai affermato che se non è possibile stabilire che le persone rappresentate nella foto sono state consenzienti allora tali immagini debbono essere illegali.Io ti sto semplicemente dicendo che _SE QUESTO_ è il vero principio di fondo che vuoi applicare, allora tale principio dovrebbe essere applicato anche a tutte le altre immagini in cui manca la certezza della consenzienza.Non mi dirai che ad esempio il video di un militare americano decapitato può essere considerato qualcosa di consenziente. Ora... perché non è reato detenerlo?
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            Non ce ne e' bisogno. Basta aggiungere nella

            lista una cosa: il mercato

            nero...

            Quindi la debolezza del tuo sistema resta.

            Mercato nero? Le certificazioni delle fotografie
            sarebbero rilasciate solo dalle forze
            dell'ordine, e da nessun
            altro.Forse hanno di meglio da fare...IMHO la fai troppo troppo semplice.Sarebbe un sistema complicatissimo, e come tale soggetto a debolezze.Devono scatterle i carabinieri le foto?Oppure devi piantonare gli studi fotografici?E magari ci metti anche uno psicologo a seguire la cosa?Ovviamente questo sistema sarebbe costosissimo, quindi porta aperte al mercato nero...[cut]

            Cosa diversa è invece la certificazione dei file
            che si basa su un principio diverso e non
            richiede affatto che nessun altro possegga la
            chiave segreta usata per la certificazione
            stessa.A parte il fatto che nello specifico potrebbe funzionare, ma e' troppo debole anche per altri motivi.Insomma, posso capire che su singoli file specifici ci sia sicurezza, ma non e' certo sicura al 100%... anzi...

            Io non faccio fatica proprio per nulla. Tu hai
            affermato che se non è possibile stabilire che le
            persone rappresentate nella foto sono state
            consenzienti allora tali immagini debbono essere
            illegali.Solo riguardo la pedopornografia. mi sembrava scontato.
            Io ti sto semplicemente dicendo che _SE QUESTO_ è
            il vero principio di fondo che vuoi applicare,
            allora tale principio dovrebbe essere applicato
            anche a tutte le altre immagini in cui manca la
            certezza della
            consenzienza.Opinione tua.
            Non mi dirai che ad esempio il video di un
            militare americano decapitato può essere
            considerato qualcosa di consenziente. Ora...
            perché non è reato
            detenerlo?Perche' non e' pedopornografico.La legge punisce la detenzione di immagini pedopornografiche. E chiaro?
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Forse hanno di meglio da fare...Si, mettere nei guai un sacco di persone.
            IMHO la fai troppo troppo semplice.No affatto, conosco molto bene la tecnologia di cui parlo.
            Sarebbe un sistema complicatissimo, e come tale
            soggetto a
            debolezze.Tutt'altro, è una cosa abbastanza banale.
            Devono scatterle i carabinieri le foto?No, può farlo uno studio apposito, oppure le persone rappresentate possono donare la loro foto scattata (o auto-scattata) anni prima autocertificandola come esente da violenza. Le foto esistono no? E di alcune si sa anche a chi appartengono. Basta aspettare che queste persone raggiungano la maggior età e chiedere loro se vogliono contribuire affinché il mercato nero di cui loro sono stati vittime scompaia.
            Oppure devi piantonare gli studi fotografici?Si può fare anche questo. D'altra parte i film che rappresentano nudi di minori esistono e sono pure legalmente distribuibili. Ricordo di averne visti anche trasmessi in RAI anni addietro. Quindi non è impossibile da fare.
            E magari ci metti anche uno psicologo a seguire
            la cosa?Perché mai?
            Ovviamente questo sistema sarebbe costosissimo,
            quindi porta aperte al mercato
            nero...Secondo me la stai facendo più complicata di quello che è in realtà.
            A parte il fatto che nello specifico potrebbe
            funzionare, ma e' troppo debole anche per altri
            motivi.
            Insomma, posso capire che su singoli file
            specifici ci sia sicurezza, ma non e' certo
            sicura al 100%...
            anzi...La crittoanalisi è oramai studiata da molti anni, in tutti questi anni nessuno se ne è mai uscito con un algoritmo in grado rompere in tempo utile una chiave RSA da 4096 bit. La firma digitale si basa (in genere) su una chiave RSA da 1024 bit. Gli enti certificatori usano chiavi a 2048 bit.Come vedi si tratta di cose serie, usate a livello istituzionale.

            Io non faccio fatica proprio per nulla. Tu hai

            affermato che se non è possibile stabilire che
            le

            persone rappresentate nella foto sono state

            consenzienti allora tali immagini debbono essere

            illegali.

            Solo riguardo la pedopornografia. mi sembrava
            scontato.E perché mai?

            Non mi dirai che ad esempio il video di un

            militare americano decapitato può essere

            considerato qualcosa di consenziente. Ora...

            perché non è reato

            detenerlo?

            Perche' non e' pedopornografico.
            La legge punisce la detenzione di immagini
            pedopornografiche. E
            chiaro?So benissimo cosa dice la legge... quale parte di "io sto criticando la legge attuale" non ti è chiara?
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Paolino

            Forse hanno di meglio da fare...

            Si, mettere nei guai un sacco di persone.


            IMHO la fai troppo troppo semplice.

            No affatto, conosco molto bene la tecnologia di
            cui
            parlo.Se la tecnologia risolve anche il mercato nero...
            Tutt'altro, è una cosa abbastanza banale.Risolvi il mercato nero e siamo quasi daccordo.

            Devono scatterle i carabinieri le foto?

            No, può farlo uno studio apposito, oppure le[cut]Questo non risolve il mercato nero.

            Oppure devi piantonare gli studi fotografici?

            Si può fare anche questo. D'altra parte i film
            che rappresentano nudi di minori esistono e sono
            pure legalmente distribuibili. Ricordo di averne
            visti anche trasmessi in RAI anni addietro.
            Quindi non è impossibile da
            fare.Si, ma costa. Poi nulla e' impossibile se volgiamo, solo troppo complicato.


            E magari ci metti anche uno psicologo a seguire

            la cosa?

            Perché mai?Per decidere se la persona e' in grado di intedere e di volere con una perizia.

            Ovviamente questo sistema sarebbe costosissimo,

            quindi porta aperte al mercato

            nero...

            Secondo me la stai facendo più complicata di
            quello che è in
            realtà.E infatti non funziona come dici tu... casualmente.Io la sto facendo realistica.[cut]
            Come vedi si tratta di cose serie, usate a
            livello istituzionale.Si, ma come al solito non ti protegge dal mercato nero![cut]

            Solo riguardo la pedopornografia. mi sembrava

            scontato.

            E perché mai?Perche' di quello si parla...

            Perche' non e' pedopornografico.

            La legge punisce la detenzione di immagini

            pedopornografiche. E

            chiaro?

            So benissimo cosa dice la legge... quale parte di
            "io sto criticando la legge attuale" non ti è
            chiara?Mi e' chiarissima. Ma che c'entra?Si parla di detenzione di materiale pedopornografico.Non di detenzione di foto con atti violenti (o vuoi modificare anche quella?).Io mi baso sulla legge attuale e su quella discuto.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Se la tecnologia risolve anche il mercato nero...In questo specifico caso si. Lo risolve.
            Risolvi il mercato nero e siamo quasi daccordo.Questo è ossessionato dal mercato nero. (rotfl)Immaginiamo pure che si formi un mercato nero, dando anche per scontato che questo sia possibile.Sarebbe in dimensione inferiore o maggiore rispetto al mercato odierno incontrollato ed incontrollabile.Visto che per la stessa natura della firma dei file chi firma quel determinato file sarebbe anche responsabile diretto per il suo contenuto, quanti bamba conosci che sarebbero disposti a farlo sapendo ciò che rischiano?
            Si, ma costa. Poi nulla e' impossibile se
            volgiamo, solo troppo
            complicato.No, non conosci ciò di cui sto parlando.
            Per decidere se la persona e' in grado di
            intedere e di volere con una
            perizia.Per farsi una foto non servono perizie particolari.
            E infatti non funziona come dici tu...
            casualmente.
            Io la sto facendo realistica.Certamente, l'importante è crederci. Se chiedi ad LDSBoy se esiste DIO ti dice che è una certezza matematica. L'importante è esserne convinti.
            Mi e' chiarissima. Ma che c'entra?
            Si parla di detenzione di materiale
            pedopornografico.
            Non di detenzione di foto con atti violenti (o
            vuoi modificare anche
            quella?).
            Io mi baso sulla legge attuale e su quella
            discuto.Fammi sapere dovre avrei scritto che oggi è legale tenere immagini pedopornografiche. Io sto criticando la legge attuale, vedo che questo banale concetto è ancora troppo difficile per te. È chiaro che criticare una legge significa non essere d'accordo con essa.Continui a non rispondere alla mia domanda.PERCHÉ (capito? ho chiesto perché, non ti ho chiesto "ma è vero che?") tenere un file rappresentante una violenza reale e palese (il caso del militare sgozzato) è del tutto lecito ma tenere delle immagini che rappresentano bambini nudi lo è? Capisci cosa ti ho chiesto? Ti sto chiedendo il perché dell'esistenza della legge attuale e perché c'è questa abissale differenza di trattamento. Non ti sto chiedendo la tua opinione sulla legge, né ti sto chiedendo se è vero o falso che la legge dica o non dica qualcosa.
    • shezan74 scrive:
      Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
      Teoricamente il tuo discorso non fa una piega, se non fosse che le immagini pedopornografiche vengono realizzate perchè qualcuno le desidera, e dunque alimenta il mercato.Certo, con le foto non fa del male a nessuno. Certo però non diresti la stessa cosa se su quelle foto (che non fanno male a nessuno) ci fosse tuo figlio/a...Io personalmente lo prenderei a badilate sui cogl*oni...- Scritto da: Vanamonde
      Ovviamente chi realizza fotografie pornografiche
      di minori va condannato a pene
      severissime.
      E diciamo pure che chi compra queste foto va
      punito, perché finanzia dei criminali e lì
      incoraggia a commettere un grave
      reato.
      Ma se un tizio trova delle foto su Internet, le
      scarica gratis e se le guarda privatamente, chi
      ne viene danneggiato? Dovrebbe essere semmai
      punito chi le ha messe on-line. L'articolo non
      dice neppure se la persona in questione
      condivideva in qualche modo le immagini. Se si
      limitava a tenerle per sé, mi sembra un reato
      senza vittima. Condannare qualcuno solo per aver
      guardato e conservato delle foto, senza aver in
      alcun modo contribuito a commettere o favorire la
      loro diffusione, mi sembra un
      eccesso.
      • Chitto scrive:
        Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
        - Scritto da: shezan74
        Teoricamente il tuo discorso non fa una piega, seAnche praticamente.
        non fosse che le immagini pedopornografiche
        vengono realizzate perchè qualcuno le desidera, e
        dunque alimenta il mercato.La semplie realizzazione delle immagini non implica in alcun modo l'esistenza di violenza alcuna. Il renderle illegali invece incentiva molto i criminali a mettersi nel "business" a spese di tutti.
        Certo, con le foto non fa del male a nessuno.Infatti.
        Certo però non diresti la stessa cosa se su
        quelle foto (che non fanno male a nessuno) ci
        fosse tuo figlio/a...Dipende da quello che direbbe mio figlio/a. Se tali foto se le è fatte scattare di sua volontà io non avrei proprio nulla da ridire al riguardo.
        Io personalmente lo prenderei a badilate sui
        cogl*oni...Io no.
        • lellykelly scrive:
          Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
          strapparglieli e impalarlo
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            La tua reazione è esagerata e difficilmente giustificabile.
          • lellykelly scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            dipende cosa una persona riesce a tollerare, io questi comportamenti non li tollero.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: lellykelly
            dipende cosa una persona riesce a tollerare, io
            questi comportamenti non li
            tollero.Una cosa è considerare una azione sbagliata. Una cosa è volere che la legge si occupi dei casi di violenza. Un'altra cosa invece è volere che la legge si comporti in modo inutilmente crudele con qualcuno, anche se abbiamo tutte le ragioni per essere incazzati.Ritengo che nella vita si debba cercare di avere un certo equilibrio, e questo implica il non volere il male di nessuno, nemmeno quello di persone che riteniamo per una ragione o per l'altra "spregevoli".Personalmente vado fuori dai gangheri se vedo un grande che picchia un ragazzino (indipendentemente dalla ragione del grande)... non riesco nemmeno a guardarlo in registrazioni. Mi fa venire voglia di vomitare e mi fa stare da schifo. Tuttavia seppur m'incazzi come una biscia quando qualcuno afferma sciocchezze del tipo "è giusto picchiare i figli per educarli" mi guarderei bene dal chiedere che gli siano applicate pene sproporzionate... seppur mi possa fare momentaneamente piacere l'immagine mentale di questa persona che brucia all'inferno.
          • lellykelly scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            giustissimo, ma se io trovo uno che sta facendo cose con un bambino, io vado in prigione.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: lellykelly
            giustissimo, ma se io trovo uno che sta facendo
            cose con un bambino, io vado in
            prigione.È un tuo diritto... più o meno... forse più meno che più. :)
        • Paolino scrive:
          Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
          - Scritto da: Chitto[cut]
          Dipende da quello che direbbe mio figlio/a. Se
          tali foto se le è fatte scattare di sua volontà
          io non avrei proprio nulla da ridire al
          riguardo.E di si sicuro tu riesci a disciminarlo dalle foto...Ma per favore...E inoltre sono minori, non possono decidere di propria volonta' su certe cose!

          Io personalmente lo prenderei a badilate sui

          cogl*oni...

          Io no.Beh, certo questa filo-pedofilia e' un po' inquitante...
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Si, perche' firmi una liberatoria e devi essere
            maggiorenne per farlo se vuoi fare certe
            foto.Interessante. E dimmi, le volte che hai scaricato porno, hai naturalmente ottenuto anche una copia di questa liberatoria, vero?
            Cmq non dico certo che sia facile.Nemmeno io infatti.
            Ovviamente non hai spiegato come tu ci riesci
            pero'...Ma infatti non è possibile.
            E come decidi dalla foto se erano consenzienti o
            meno.È molto semplice, creando un circuito legale e certificato, che identifichi le foto tramite SHA1.
            Beh, evidentemente a 5 anni e' cosi'...
            Se ritieni che un bambino di 4 anni possa
            decidere certe cose, beh, perche' non gli dai la
            patente...
            :DPer due ottime ragioni:1) a 5 anni non hai la capacità fisica di guidare un'auto, a patto che non sia un'auto appositamente realizzata2) a 5 anni difficilmente hai l'attenzione necessaria alla guida e questo ti traforma in un pericolo per te e per altriNaturalmente nel caso tu mi mostrassi un 5enne capace di guidare, che passi sia la teoria che la pratica, io non avrei alcunché da dire.Ora dimmi, cosa c'entra tutto questo con delle foto?
            Beh, nessuno qui ha urlato ne si e' strappato
            capelli...
            Sono le tue arogmentazioni che latitano...Le mie argomentazioni sono lì, puoi leggerle e rileggerle. Mancano le argomentazioni di chi preferisce strillare e urlare.
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto
            Interessante. E dimmi, le volte che hai scaricato
            porno, hai naturalmente ottenuto anche una copia
            di questa liberatoria,
            vero?No di certo.Ma per farlo lo devi firmare.Potrebbe farlo un minore secondo te?Ma dai... vabbe' il paradosso, ma non potrebbe. Mi spiace x te...

            Cmq non dico certo che sia facile.

            Nemmeno io infatti.Beh, sei tu che non accusi a priori la cosa.Ma come se non lo fai, allora dicci come fai a discriminarlo.

            Ovviamente non hai spiegato come tu ci riesci

            pero'...

            Ma infatti non è possibile.Appunto. Quindi usi l'approccio conservativo, l'opposto al tuo... (per cui sei possibilista sul fatto che i ritratti siano consenzienti, ma non ci dici come riconoscerli).
            È molto semplice, creando un circuito legale e
            certificato, che identifichi le foto tramite
            SHA1.LOL... E basta un certificato???E chi lo rilascia? Sempre tuo cuggino...E quando ci sara' il commercio illegale di certificati che fai? Non solo sarebbe inutile,ma anche estremamanete debole.[cut]
            Ora dimmi, cosa c'entra tutto questo con delle
            foto?Con il fatto che non tutti a 5 anni la maturita' necessaria per decidere su certe cose.

            Sono le tue arogmentazioni che latitano...

            Le mie argomentazioni sono lì, puoi leggerle e
            rileggerle. Mancano le argomentazioni di chi
            preferisce strillare e
            urlare.Dimmi dove avrei strillato e urlato, grazie.
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            No di certo.
            Ma per farlo lo devi firmare.
            Potrebbe farlo un minore secondo te?
            Ma dai... vabbe' il paradosso, ma non potrebbe.
            Mi spiace x te...Non potrebbe per la legge attuale. Io sto criticando la legge attuale. Nessun paradosso.
            Beh, sei tu che non accusi a priori la cosa.
            Ma come se non lo fai, allora dicci come fai a
            discriminarlo.Potresti riformulare questa frase magari aggiungendoci anche tutti i dettagli che dai per scontati ma che per me non lo sono?
            Appunto. Quindi usi l'approccio conservativo,
            l'opposto al tuo... (per cui sei possibilista sul
            fatto che i ritratti siano consenzienti, ma non
            ci dici come riconoscerli).L'ho spiegato, più volte.Ed in ogni caso ho portato esempi in cui l'approccio conservativo (come lo definisci tu) non è usato. Se la legge è uguale per tutti... allora deve essere uguale anche per il resto del porno.
            LOL... E basta un certificato???
            E chi lo rilascia? Sempre tuo cuggino...
            E quando ci sara' il commercio illegale di
            certificati che fai?Immagino tu non conosca nulla circa hashing dei dati e certificatori. Io si, fa parte del mio lavoro. :)
            Non solo sarebbe inutile,ma anche estremamanete
            debole.Non lo credo affatto.
            Con il fatto che non tutti a 5 anni la maturita'
            necessaria per decidere su certe cose.Trovo interessanti due cose:1) insisti sul caso del 5enne, quando sai benissimo che per pedoporno si intende anche la foto di un 15enne che PER LEGGE potrebbe far sesso con chi gli pare2) dai per scontato che serva della maturità per segarsi. È palese che un bambino di 5 anni certe sperienze (fisicamente parlando) non le può fare, così palese che ritengo inutile anche citarlo.



            Sono le tue arogmentazioni che latitano...



            Le mie argomentazioni sono lì, puoi leggerle e

            rileggerle. Mancano le argomentazioni di chi

            preferisce strillare e

            urlare.

            Dimmi dove avrei strillato e urlato, grazie.Dimmi dovrei avrei scritto che sei stato tu a farlo.
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto[cut]Rimando la discussione sulla legge al post di sopra dove hai spiegato la tua idea di legge, cosi' non duplichiamo il discorso.
            Immagino tu non conosca nulla circa hashing dei
            dati e certificatori. Io si, fa parte del mio
            lavoro.
            :)Mi basta guardare come la pirateria bypassa qualsiasi cosa.E come si formerebbe un bel mercato nero di codici.

            Non solo sarebbe inutile,ma anche estremamanete

            debole.

            Non lo credo affatto.E infatti... la pirateria non esiste :D[cut]

            Dimmi dove avrei strillato e urlato, grazie.

            Dimmi dovrei avrei scritto che sei stato tu a
            farlo.Hai risposto a me quando lo hai fatto, nel post delle 18.56 (se non mi sbaglio e' quello...)
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            Hai risposto a me quando lo hai fatto, nel post
            delle 18.56 Correggo: 18.33
          • Paolino scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Chitto[cut]
            Ti faccio notare che nemmeno in quel post ho
            detto che TU ti stavi strappando i capelli e
            urlando. Se leggi bene ho semplicemente detto che
            per certe persone chiunque non si metta ad urlare
            e a strapparsi i capelli in queste materie è un
            criminale.Sa un po' di arrampicata sugli specchi, ma tutto sommato e' vero... :)
          • Chitto scrive:
            Re: Cosa ha fatto esattamente di male?
            - Scritto da: Paolino
            - Scritto da: Chitto
            [cut]

            Ti faccio notare che nemmeno in quel post ho

            detto che TU ti stavi strappando i capelli e

            urlando. Se leggi bene ho semplicemente detto
            che

            per certe persone chiunque non si metta ad
            urlare

            e a strapparsi i capelli in queste materie è un

            criminale.

            Sa un po' di arrampicata sugli specchi, ma tutto
            sommato e' vero...
            :)Nessuna arrampicata sugli specchi. Come del resto anche tu hai avuto modo di notare.
  • Qualcuno scrive:
    Certo...
    ...ora è colpa di Google se si è salvato sedicimila immagini pedopornografichecome tutti sanno infatti, quando ti connetti a Google per fare una ricerca, non solo trovi il 99% di contenuto pedopornografico, ma ti si connette pure automaticamente un HDD esterno e viene salvato tutto li dentro
  • Nilok scrive:
    Mettiamola così....
    Ave.goggle dice di fornire "servizi ad utenti" e se uno di questi "servizi" è di fargli trovare materiale pedopornografico...direi che comunque la vogliamo rigirare "la frittata"....una qualche responsabilità ce l'ha!Ovviamente lo stesso vale per tutti i "motori di ricerca".Questo tipo quà sta solo cercando di usufruire di una "attenuante", ed è nel suo pieno diritto cercare di farlo: ma non è detto che glie lo riconosceranno!A prestoNilok
    • Sgabbio scrive:
      Re: Mettiamola così....
      ma anche no, sinceramente. Un motore di ricerca non è resmponsabile sul materiale che indicizza, anche perchè non li ha materialmente lui.
  • lellykelly scrive:
    che ridere
    vado in una discarica abusiva, prendo una spranga, bastono un po' di gente, mi arrestano e mi giustifico che si insomma era li e non è colpa mia che li non ci doveva essere dovevano pulire prima che io passassi di li?
    • Marco scrive:
      Re: che ridere
      Si veramente una difesa ridicola. Allora dobbiamo chiudere tutti i negozi di casalinghi, perchè è troppo facile andare a comprare un coltello con cui posso ammazzare la gente -_-
  • Wakko scrive:
    lo dicev
    Avete Visto ??? io lo dicevo che era colpa del sistema
  • Marco scrive:
    Ha ragione!
    Ha ragione. E' inutile che ci si nasconda dietro un dito e che Google faccia finta di niente.Il motore di ricerca più potente per tovare materiale pirata è Google. Siti come rapidhsare campano grazieall'associazione con Google. Basta disabilitare il flebile filtro e qualunque ricerca facciate su Google questa vi porterà in casa tonnellate di pornografia legale e non.Sempre messa ai primi posti della ricerca. E' mai possibile che nella ricerca per immagini qualunque cosa mettiate esca fuori roba porno. Spingetevi solo un pò più in là con i termini e Google vi fornirà tanta pornografia minorile. E' come accendere la televisione e girare tra canali pornografici gratuiti, senza filtro, senza password...
    • loose scrive:
      Re: Ha ragione!
      - Scritto da: Marco
      Ha ragione. E' inutile che ci si nasconda dietro
      un dito e che Google faccia finta di
      niente.
      Il motore di ricerca più potente per tovare
      materiale pirata è Google. Siti come rapidhsare
      campano
      grazie
      all'associazione con Google.
      Basta disabilitare il flebile filtro e qualunque
      ricerca facciate su Google questa vi porterà in
      casa tonnellate di pornografia legale e
      non.
      Sempre messa ai primi posti della ricerca. E' mai
      possibile che nella ricerca per immagini
      qualunque cosa mettiate esca fuori roba porno.
      Spingetevi solo un pò più in là con i termini e
      Google vi fornirà tanta pornografia minorile. E'
      come accendere la televisione e girare tra canali
      pornografici gratuiti, senza filtro, senza
      password...BS
    • lellykelly scrive:
      Re: Ha ragione!
      la vera domanda è: come è possibile indicizzare dei siti perdopornografici?chi li mette impiedi è un idiota? (a parte per come è, ma per come costruisce il sito)le associazioni contro il pedoporno dovrebbero usare google?
      • Marco scrive:
        Re: Ha ragione!
        Il punto è che Google se ne lava le mani. E' sotto gli occhi di tutti. Fate delle ricerche per immagini. Qui chi è il colpevole? Google che pur avendo mezzi, soldi e tecnologia a disposizione non filtra le cose illegali oppure l'utente che ci accede come cambia canale televisivo?
        • Anonymous scrive:
          Re: Ha ragione!
          - Scritto da: Marco
          Il punto è che Google se ne lava le mani. E'
          sotto gli occhi di tutti. Fate delle ricerche per
          immagini. Qui chi è il colpevole? Google che pur
          avendo mezzi, soldi e tecnologia a disposizione
          non filtra le cose illegali oppure l'utente che
          ci accede come cambia canale
          televisivo?che autorita' ha google per decidere cosa e' illegale o meno?Lasciare che siano le persone a decidere no vero?E' il solito discorso vecchio trito e ritrito: se io accoltello una persona e' colpa mia, dell'azienda che ha prodotto il coltello, della mia ragazza che non ha chiuso a chiave il cassetto della cucina che li contiene?Ma vi rendete conto delle schiocchezze che state dicendo??
        • Paolino scrive:
          Re: Ha ragione!
          - Scritto da: Marco
          Il punto è che Google se ne lava le mani. E'
          sotto gli occhi di tutti. Fate delle ricerche per
          immagini. Qui chi è il colpevole? Google che pur
          avendo mezzi, soldi e tecnologia a disposizione
          non filtra le cose illegali oppure l'utente che
          ci accede come cambia canale
          televisivo?Google, ne nessun altro motore di ricerca, e' tenuto a discriminare cosa sia legale e cosa non lo sia.Ne quali contenuti siano da indicizzare e quali no.E' una questione di neutralita': ma la scusa non regge...Google puo' indicizzare quello che gli pare.Ma certo avere migliaia di foto pedopornografiche non e' certo una caso.... Sei ben consapevole di quello che fai, quindi te ne devi prendere la responsabilita'.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ha ragione!
      Infatti Google è finanziata dalla tentacolare internazionale della pedofilia e la setta dei conigli neri.
  • Lucia Tassi scrive:
    Chi io?
    Non se ne puo' piu'. I figli crescono "storti", è colpa della scuola, mi stampo a duecento allora in autostrada quando c'è nebbia? E' colpa della nebbia! Questo è solo il piu' recente (e ridicolo) esempio lapalissiano di rifiuto delle proprie responsabilità cercando un colpevole terzo.Stasera, tornando a casa in auto, investirò qualche pedone. Poi spiegherò ai vigili che se non fosse stato così facile tirarli sotto certamente.....
  • kkX scrive:
    Colpa del Comune
    Da domani farò l'avvocato per tutti coloro i quali sono accusati di spaccio di droga.Li difenderò accusando il comune perchè ha costruito la strada che ha permesso loro di andare dal "fornitore".Se siete interessati lasciate un messaggio, le mie tariffe sono le migliori in circolazione.
  • favio scrive:
    questa notizia?
    http://www.lastampa.it/Torino/cmsSezioni/cronaca/200805articoli/6949girata.aspe' stata commentada da p.i?
    • MircoM scrive:
      Re: questa notizia?
      lol! quindi ecco una nuova definizione del termine "hacker".hacker: colui che utilizza il sistema di peer-2-peer [cioè la cosiddetta condivisione dei file con altri navigatori che possono prelevare o inserire, nella stessa cartella dei pc collegati, ogni tipo di file] per caricare film o musica protetta dal copyright.un altro articolo di quelli da ricordare.rabbrividiamo...
      • Alessandrox scrive:
        Re: questa notizia?
        Ma poi... ci vorranno mesi per scoprire cosa contengono quei files?O ha detto lui una scemenza o sono i periti dei cialtroni
        • Lucia Tassi scrive:
          Re: questa notizia?
          Li pagano a giornata :)
        • Chitto scrive:
          Re: questa notizia?
          - Scritto da: Alessandrox
          Ma poi... ci vorranno mesi per scoprire cosa
          contengono quei
          files?

          O ha detto lui una scemenza o sono i periti dei
          cialtroniBé, a me è capitato di scaricare, chessò... dei libri con il P2P e dimenticarmene lasciandoli lì in condivisione senza averli mai aperti.Questo succede se per esempio stai cercando X e nei risultati della ricerca oltre ad X compare anche Y. Tu vedi Y, non ti serve subito ma ti dici "si in effetti potrebbe servirmi in futuro... intanto lo scarico poi si vedrà".Come risultato hai che scarichi oltre ad X anche Y, ma di Y ti dimentichi finché o non lo apri per far spazio sul disco mentre stai cercando roba da cancellare o non sorge la necessità di usare Y (in quel caso te ne ricordi).Tuttavia, durante tutto questo tempo che può certamente durare mesi, Y continua ad essere in condivisione... e se Y anziché essere un libro (o un film o un album di musica) risulta essere una collezione di pisellini rischi davvero che qualcuno lo scarichi da te e poi, spaventato, vada a fare una denuncia (che non è affatto obbligatoria ma molti la fanno semplicemente per non correre rischi vista l'alta irrazionalità e assurdità della legge vigente in materia).A quel punto ti vedrai arrivare a casa tutta la settima fanteria con tanto di giornali al seguito manco avessi ammazzato qualcuno.
      • Chitto scrive:
        Re: questa notizia?
        A me è piaciuta la parte in cui dice: "affrontare l'accusa di essere un hacker". (rotfl) Certo che i giornalisti li fanno con lo stampino ultimamente.(rotfl)
        • Nome e cognome obbligator io scrive:
          Re: questa notizia?
          - Scritto da: Chitto
          A me è piaciuta la parte in cui dice: "affrontare
          l'accusa di essere un hacker".

          (rotfl)

          Certo che i giornalisti li fanno con lo stampino
          ultimamente.
          (rotfl)La gente mediamente conosce solo questa terminologia grossolana e questa vuole sentire. Un informatico non sarebbe in grado di scrivere un articolo esaustivo o sarebbe troppo prolisso.
          • Chitto scrive:
            Re: questa notizia?
            - Scritto da: Nome e cognome obbligator io
            La gente mediamente conosce solo questa
            terminologia grossolana e questa vuole sentire.Conosce questa terminologia grossolana perché questa terminologia grossolana è usata dai giornali.
            Un informatico non sarebbe in grado di scrivere
            un articolo esaustivo o sarebbe troppo
            prolisso.Mah questo lo dici tu.D'altra parte da un professionista mi aspettere che usi la terminologia corretta nel contesto corretto.Io ad esempio sono un informatico, ma non posso permettermi di sviluppare software senza conoscere nel dettaglio come esso sarà utilizzato e nemmeno posso permettermi di non conoscere e/o confondere la terminologia usata dal mio cliente.Se sbaglio terminologia, o la uso impropriamente, rischio non solo di sviluppare un software poco utile e confusionario, ma anche di causare un danno economico al mio cliente.Ti faccio un esempio... recentemente ho sviluppato un software piuttosto grosso per uno dei miei clienti... molto del tempo se ne è andato semplicemente per capire cosa il cliente volesse e quale terminologia usare. Se non l'avessi fatto il software in questione confonderebbe gli impiegati anziché essere loro d'aiuto e creerebbe incomprensioni fra me e l'utente che potrebbero portare a grossi danni economici (conti fatti con campi sbagliati, ecc) e di immagine.Come vedi un professionista è tenuto ad informarsi sul dominio su cui andrà ad operare quando è chiamato a svolgere il suo lavoro. Almeno questo è quello che DOVREBBE succedere quando si ha a che fare con professionisti e non con il primo che passa.
    • Nilok scrive:
      Re: questa notizia?
      Ciao,quella notizia è semplice propaganda infarcita di DISINFORMAZIONE.Vuole provare a far riflettere le persone che usano il P2P sul fatto che, se inavvertitamente scaricano roba illegale, si troveranno in GROSSI CASINI, anche se sono "innocenti".Peccato però che, persino se investi in auto...ed uccidi...qualcuno per strada "inavvertitamente"...dopo poco non solo sei fuori dalla galera, ma le possibilità che ci ritorni sono quasi NULLE.E' chiaro che, essendoci ora al Governo una compaggine simile a quella che ha approvato il Decreto Urbani (che ha sancito l'illegalità del possesso di anche solo un singolo file che non si possa dimostrare di aver acquistato), è cominciata la campagna mediatica di disinformazione sul P2P e quindi di propaganda di demotivazione dell'utilizzo del P2P.A prestoNilok
      • lellykelly scrive:
        Re: questa notizia?
        vado su un sito pieno di link buffi, mi sono capitati 2 link su miaglia che non erano proprio buffi, a questo punto ho effettivamente visionato quel tipo di materiale, e suprattutto l'ho scaricato, cioè mi è rimasto nella cache, ma non mi sono preoccupato di pulirla perchè non ho la "colpa" di essere andato a cercarli, nel senso che non mi è venuto in mente che potessi essere accusato di qualcosa per 2 merde umane che ho visto non volontariamente. però se ci fossero stati dei controlli, e mi avessero "scoperto"? se quelle immagini erano "controllate"? come potevo difendermi? gli dicevo "non l'ho fatto apposta"? sarebbe bastato?a questo punto c'è la possibilità che almeno una volta nella vita ad ognuno che possiede il computer capiti un evento del genere e che se anche dopo salta fuori che è stato un caso, comunque rimani col dito puntato per sempre perchè la gente di te non si fida più.spero che non mi accada mai...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: questa notizia?
        - Scritto da: Nilok
        Peccato però che, persino se investi in auto...ed
        uccidi...qualcuno per strada
        "inavvertitamente"...dopo poco non solo sei fuori
        dalla galera, ma le possibilità che ci ritorni
        sono quasi
        NULLE.Si chiama omicidio colposo o lesioni colpose. E' cosa diversa dall'omicidio volontario. Se uno si suicida buttandosi volontariamente sotto la tua macchina all'ultimo momento e tu lo fai fuori non è che devi andarci di mezzo.
        E' chiaro che, essendoci ora al Governo una
        compaggine simile a quella che ha approvato il
        Decreto Urbani (che ha sancito l'illegalità del
        possesso di anche solo un singolo file che non si
        possa dimostrare di aver acquistato), è
        cominciata la campagna mediatica di
        disinformazione sul P2P e quindi di propaganda di
        demotivazione dell'utilizzo del
        P2P.Se è per questo il governo Prodi ha approvato la legge Gentiloni che ha sancito l'illegalità del possesso di immagini NON realizzate mediante lo sfruttamento sessuale di minori, ma comunque modificate/fotoritoccate in modo da far sembrare che quei minori si trovino in situazioni sessuali.Detto brevemente, se prendi una foto (normale) di un bambino e la apri con paintshop, e vai a modificare la zona sotto la pancia in modo da eliminare i vestiti e disegnare un pisello di due metri sei punibile come se avessi preso quel bambino e costretto a farsi fotografare col pene in erezione.
    • lellykelly scrive:
      Re: questa notizia?
      se si scarica una cosa per un'altra e ti controllano, sono cazzi, perchè anche se non è colpa tua, quanto tempo ci vuole per confermarlo?
      • Chitto scrive:
        Re: questa notizia?
        - Scritto da: lellykelly
        se si scarica una cosa per un'altra e ti
        controllano, sono cazzi, perchè anche se non è
        colpa tua, quanto tempo ci vuole per
        confermarlo?In genere le indagini durano 6 mesi, che possono essere prolungate di 6 mesi in 6 mesi per un massimo di 2 volte (quindi 18 mesi in tutto).Nel caso sul tuo computer venga trovato del pedoporno, anche nel caso che tu riesca a dimostrare (a forza di spese legali non indifferenti) che trattasi di materiale che bene o male non cercavi e non volevi, di certo resti senza PC per circa 1 anno (almeno) e non è nemmeno detto che te lo ritornino in quanto contenente materiale illegale.
Chiudi i commenti