XP SP3 e Internet Explorer, istruzioni per l'uso

Microsoft ha fornito maggiori dettagli sul modo in cui il Service Pack 3 per Windows XP interagisce con Internet Explorer, avvisando gli utenti che, dopo l'update, la pre-esistente release del browser non può più essere disinstallata
Microsoft ha fornito maggiori dettagli sul modo in cui il Service Pack 3 per Windows XP interagisce con Internet Explorer, avvisando gli utenti che, dopo l'update, la pre-esistente release del browser non può più essere disinstallata

Ora che Microsoft ha appena ripreso la distribuzione ufficiale del Service Pack 3 per Windows XP, sospesa la scorsa settimana a causa di un problema dell’ultima ora , il team di sviluppo di Internet Explorer ha fornito qualche dettaglio in più sull’interazione tra SP3 e IE, e sulla possibilità o meno di effettuare l’eventuale downgrade del browser.

Come noto, nel corposo service pack per XP non è incluso IE7 : l’aggiornamento conserva infatti la versione di IE che trova installata nel sistema, sia essa la versione 6, 7 o 8 Beta 1. Ciononostante, esistono delle piccole differenze nel modo in cui l’SP3 si integra con le varie edizioni di IE , e la più importante riguarda IE8b1.

In questo post apparso sul blog ufficiale di IE, e ripreso qui sul TechNet Blog italiano, uno dei program manager di Microsoft spiega in dettaglio tali differenze. Di seguito se ne riassumono i punti salienti.

Utenti di IE6
Se nel sistema si trova installato IE6, l’SP3 conserverà tale versione e vi applicherà un roll-up update contenente le più recenti patch di sicurezza. Dopo l’aggiornamento non sarà possibile disinstallare IE6, mentre lo si potrà aggiornare ad una versione successiva (7 o 8).

Utenti di IE7
Al termine dell’installazione dell’SP3, gli utenti di IE7 ritroveranno il proprio browser inalterato, ma scopriranno di non poterlo più disinstallare dal sistema (cosa invece possibile con l’SP2). Chi desiderasse tornare a IE6 avrebbe una sola possibilità: disinstallare l’SP3, disinstallare IE7 e reinstallare l’SP3. Nel caso invece che IE7 venga installato dopo l’SP3, sarà possibile tornare a IE6 in qualsiasi momento. In entrambi i casi, IE può essere aggiornato alla versione 8 senza alcun problema.

Microsoft ha spiegato questo comportamento con il fatto che l’SP3 aggiorna un considerevole numero di file alla base di IE6: se si rimuovesse un’installazione di IE7 pre-SP3, il sistema potrebbe ripristinare i vecchi file di IE6, con conseguenze indesiderabili sulla stabilità di Windows.

Utenti di IE8b1
Quanto detto sopra, inclusa l’impossibilità di disinstallare il browser dopo l’applicazione dell’SP3, si applica per intero anche a IE8b1. In questo caso, però, il team di sviluppo di IE suggerisce agli utenti di disinstallare IE8b1 prima di effettuare l’installazione dell’SP3 : questo per evitare di dover disinstallare e reinstallare il service pack quando sarà rilasciata una nuova beta o la versione finale di IE8. Per evitare agli utenti queste seccature, Microsoft ha fatto in modo che sui sistemi con IE8b1, l’SP3 possa essere scaricato solo in modo manuale (l’aggiornamento, pertanto, non sarà proposto né su Windows Update né su Aggiornamenti automatici ).

Correzione in corso
Come si è detto, la distribuzione dell’SP3 al grande pubblico è stata recentemente sospesa , ma in realtà i link al download manuale delle varie localizzazioni, inclusa quella italiana , hanno continuato a funzionare: questo ha consentito ai più impazienti di installare l’aggiornamento prima che questo fosse reso disponibile su Download Center e Windows Update.

Microsoft sta attualmente lavorando alla risoluzione del problema di compatibilità tra l’SP3 e Microsoft Dynamics Retail Management System (MDRMS) emerso verso la fine dello scorso mese: in attesa del rilascio di una patch vera e propria, BigM ha implementato un filtro che impedisce il download del service pack da Windows Update su quei sistemi dove si trova installato MDRMS.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 05 2008
Link copiato negli appunti