Yahoo: account e buoi dei paesi tuoi

Sarà presto impossibile accedere ai servizi di Yahoo autenticandosi con un account Facebook o Google: Sunnyvale vuole più dati sui propri utenti, per personalizzare contenuti e pubblicità

Roma – Non basterà un account Google o Facebook, nel prossimo futuro, per accedere ai servizi offerti da Yahoo: sarà necessario registrare un ID presso la piattaforma in viola. Yahoo si potrà così basare su una mole di informazioni più nutrita per ogni utente, al fine di offrire servizi tagliati su misura. Advertising compreso.

A rilevare il cambiamento operato presso Yahoo è per primo Betanews : uno dei servizi di intrattenimento a sfondo sportivo, Yahoo Fantasy sports , invita ad accedere al proprio profilo con un ID di Yahoo. Di qui, la conferma che presto sarà necessario un account Yahoo per godere di tutti i servizi della piattaforma a cui fino ad ora si è potuto accedere con account di terze parti, nel nome di una esperienza utente più semplice, uniforme e personalizzata e nel nome di una più agevole messa in campo delle procedura di sicurezza.

Si tratterà di un passaggio graduale, che via via si estenderà a tutti i servizi: il recente repulisti dagli account inutilizzati dovrebbe agevolare i netizen che sceglieranno di continuare ad utilizzare le proposte di Sunnyvale registrando un account sulla piattaforma. La scommessa, tuttavia, è rischiosa : saranno gli utenti a soppesare il costo di dover registrare un nuovo account e il valore dei servizi che Yahoo sta tentando di rendere sempre più attrattivi.

La retromarcia di Yahoo, che da anni batte la strada dell’integrazione perseguita dall’ex CEO Carol Bartz permettendo ai propri utenti di sfruttare servizi come Flickr eseguendo l’accesso per mezzo di account di terze parti, mostra con chiarezza un cambio di strategia: se prima l’intento era quello di creare una base di utenti per macinare traffico sui propri servizi, ora l’obiettivo del CEO Marissa Mayer è quello di offrire contenuti centrati sui singoli utenti e, parallelamente, un advertising più mirato e di valore. Per farlo, è necessario raggranellare più dati possibile riguardo ai loro interessi e alle loro abitudini: permettere il login con servizi di terze parti come Google o Facebook significa rinunciare a questi dati.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • filingo scrive:
    filingo
    Regarder Milliers de Films en Streaming Gratuitement et sans limite, Film Streaming Action, Film Streaming Romance, Film Streaming Thriller, Film Streaming Gratuit http://www.streamingvffilm.com
  • Pino di Molfetta scrive:
    che mi frega ammé...
    ....tanto io scarico a manetta, alla faccia di Pianeta Video e di Leguleio. p)
    • Leguleio scrive:
      Re: che mi frega ammé...

      ....tanto io scarico a manetta, alla faccia di
      Pianeta Video e di Leguleio.
      p)Scusa?!?!Io che c'entro?
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Maxi sequestro FALLITO
    http://www.webnews.it/2014/03/14/maxi-sequestro-siti-pirata-gdf-fallito-siti-visibili-follow-the-money/
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Di nuovo online i siti
    ... ma in realtà non erano mai stati offline:http://www.lastampa.it/2014/03/14/tecnologia/i-siti-pirata-chiusi-di-nuovo-accessibili-online-2uuismkMH0J8NClNl4eHuO/pagina.html
  • dont feed the troll - Back Again scrive:
    Cambiamo per un attimo punto di vista
    Se avessi dovuto pagare per ogni film che ho visto e per ogni canzone che ho sentito oggi sarei infinitamente + ignorante.La mia accresciuta cultura è un vantaggio per tutta la società.Compresi quelli che asseriscono di essere stati danneggiati economicamente (senza peraltro portare nessuna prova di questa lagnanza).Poichè nella Costituzione italiana c'è scritto che lo Stato promuove la crescita culturale degli individui (art.9), questi atti dei magistrati e della GdF non si possono ritenere incostituzionali?(Astenersi LEgulei, grazie)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
      - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
      Se avessi dovuto pagare per ogni film che ho
      visto e per ogni canzone che ho sentito oggi
      sarei infinitamente +
      ignorante.

      La mia accresciuta cultura è un vantaggio per
      tutta la
      società.

      Compresi quelli che asseriscono di essere stati
      danneggiati economicamente (senza peraltro
      portare nessuna prova di questa
      lagnanza).

      Poichè nella Costituzione italiana c'è scritto
      che lo Stato promuove la crescita culturale degli
      individui (art.9), questi atti dei magistrati e
      della GdF non si possono ritenere
      incostituzionali?

      (Astenersi LEgulei, grazie)E' il copyright stesso a essere incostituzionale perché limita la cultura solo a chi può permettersela. Invece il senzatetto deve avere lo stesso diritto, di vedere un film, di leggere un libro o di sentire musica, di un multimiliardario. La cultura non va assoggettata a un costo.Se invece quello che fanno non è cultura, allora non si lamentassero perché evidentemente fanno qualcosa di inutile.
      • dont feed the troll - Back Again scrive:
        Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: dont feed the troll - Back Again

        Se avessi dovuto pagare per ogni film che ho

        visto e per ogni canzone che ho sentito oggi

        sarei infinitamente +

        ignorante.



        La mia accresciuta cultura è un vantaggio per

        tutta la

        società.



        Compresi quelli che asseriscono di essere
        stati

        danneggiati economicamente (senza peraltro

        portare nessuna prova di questa

        lagnanza).



        Poichè nella Costituzione italiana c'è
        scritto

        che lo Stato promuove la crescita culturale
        degli

        individui (art.9), questi atti dei
        magistrati
        e

        della GdF non si possono ritenere

        incostituzionali?



        (Astenersi LEgulei, grazie)

        E' il copyright stesso a essere incostituzionale
        perché limita la cultura solo a chi può
        permettersela. Invece il senzatetto deve avere lo
        stesso diritto, di vedere un film, di leggere un
        libro o di sentire musica, di un
        multimiliardario. La cultura non va assoggettata
        a un
        costo.
        Se invece quello che fanno non è cultura, allora
        non si lamentassero perché evidentemente fanno
        qualcosa di
        inutile.Anche l'immondizia di puro intrattenimento in un certo senso è conoscenza...no giusto per dire.Non foss'altro per capire cosa è arte e cosa no, come esempio negativo.Se fruisco di 1000 opere sarò in grado di capirne il valore, se fruisco di 5 non sarò mai in grado di distinguere il buono dal brutto
      • ThEnOra scrive:
        Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        E' il copyright stesso a essere incostituzionale
        perché limita la cultura solo a chi può
        permettersela. Invece il senzatetto deve avere lo
        stesso diritto, di vedere un film, di leggere un
        libro o di sentire musica, di un
        multimiliardario. La cultura non va assoggettata
        a un
        costo.
        Se invece quello che fanno non è cultura, allora
        non si lamentassero perché evidentemente fanno
        qualcosa di
        inutile.Già, il senzatetto si preoccupa di come vedersi il film...!
        • dont feed the troll - Back Again scrive:
          Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
          - Scritto da: ThEnOra
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato



          E' il copyright stesso a essere
          incostituzionale

          perché limita la cultura solo a chi può

          permettersela. Invece il senzatetto deve
          avere
          lo

          stesso diritto, di vedere un film, di
          leggere
          un

          libro o di sentire musica, di un

          multimiliardario. La cultura non va
          assoggettata

          a un

          costo.

          Se invece quello che fanno non è cultura,
          allora

          non si lamentassero perché evidentemente
          fanno

          qualcosa di

          inutile.


          Già, il senzatetto si preoccupa di come vedersi
          il
          film...!Quando, speriamo presto, apparterrai alla categoria, ce lo farai sapere con precisione.
      • Allibito scrive:
        Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: dont feed the troll - Back Again

        Se avessi dovuto pagare per ogni film che ho

        visto e per ogni canzone che ho sentito oggi

        sarei infinitamente +

        ignorante.



        La mia accresciuta cultura è un vantaggio per

        tutta la

        società.



        Compresi quelli che asseriscono di essere
        stati

        danneggiati economicamente (senza peraltro

        portare nessuna prova di questa

        lagnanza).



        Poichè nella Costituzione italiana c'è
        scritto

        che lo Stato promuove la crescita culturale
        degli

        individui (art.9), questi atti dei
        magistrati
        e

        della GdF non si possono ritenere

        incostituzionali?



        (Astenersi LEgulei, grazie)

        E' il copyright stesso a essere incostituzionale
        perché limita la cultura solo a chi può
        permettersela. Invece il senzatetto deve avere lo
        stesso diritto, di vedere un film, di leggere un
        libro o di sentire musica, di un
        multimiliardario. La cultura non va assoggettata
        a un
        costo.
        Se invece quello che fanno non è cultura, allora
        non si lamentassero perché evidentemente fanno
        qualcosa di
        inutile.Già che ci sei, chiedi l'acXXXXX alle migliori università del mondo, chiedi che ti vengano regalati tutti i testi di cui hai bisogno e chiedi una casa a Piazza di Spagna che è ben collegata. Lascia stare la cultura, quello che si scarica è solo entertainment e come tale lo paghi. Per i senzatetto, visto che vi preoccupate tanto, potreste fare mille cose invece di pensare che il loro problema sia vedere film gratis.
        • dont feed the troll - Back Again scrive:
          Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

          - Scritto da: dont feed the troll - Back Again


          Se avessi dovuto pagare per ogni film che
          ho


          visto e per ogni canzone che ho sentito
          oggi


          sarei infinitamente +


          ignorante.





          La mia accresciuta cultura è un vantaggio
          per


          tutta la


          società.





          Compresi quelli che asseriscono di essere

          stati


          danneggiati economicamente (senza peraltro


          portare nessuna prova di questa


          lagnanza).





          Poichè nella Costituzione italiana c'è

          scritto


          che lo Stato promuove la crescita culturale

          degli


          individui (art.9), questi atti dei

          magistrati

          e


          della GdF non si possono ritenere


          incostituzionali?





          (Astenersi LEgulei, grazie)



          E' il copyright stesso a essere incostituzionale

          perché limita la cultura solo a chi può

          permettersela. Invece il senzatetto deve avere
          lo

          stesso diritto, di vedere un film, di leggere un

          libro o di sentire musica, di un

          multimiliardario. La cultura non va assoggettata

          a un

          costo.

          Se invece quello che fanno non è cultura, allora

          non si lamentassero perché evidentemente fanno

          qualcosa di

          inutile.
          Già che ci sei, chiedi l'acXXXXX alle migliori
          università del mondoDel mondo no, ma italiane si.Esiste un diritto alla cultura, per il quale, IO che non evado nemmeno un centesimo, pago fior di quattrini di tasse.Ma forse è questo il problema, molti non pagando le tasse non capiscono l'importanza dei diritti.
        • cicciobello scrive:
          Re: Cambiamo per un attimo punto di vista

          Già che ci sei, chiedi l'acXXXXX alle migliori
          università del mondo,Le lezioni universitarie sono pubbliche, lo sapevi? Puoi entrare in aula quando vuoi, nessuno te lo impedisce.
          Lascia stare la cultura, quello che si
          scarica è solo entertainmentQuindi dici che è inutile? Allora, perchè sprecare tempo e soldi per produrlo?
          • Allibito scrive:
            Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
            - Scritto da: cicciobello

            Già che ci sei, chiedi l'acXXXXX alle
            migliori

            università del mondo,

            Le lezioni universitarie sono pubbliche, lo
            sapevi? Puoi entrare in aula quando vuoi, nessuno
            te lo
            impedisce.


            Lascia stare la cultura, quello che si

            scarica è solo entertainment

            Quindi dici che è inutile? Allora, perchè
            sprecare tempo e soldi per
            produrlo?Se conoscessi il significato della parola entertainment, non avresti scritto quello che hai scritto. Anche un pallone, i pattini, il monopoli e milioni di altre cose sono inutili dal tuo punto di vista.
          • krane scrive:
            Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: cicciobello


            Lascia stare la cultura, quello che si


            scarica è solo entertainment

            Quindi dici che è inutile? Allora, perchè

            sprecare tempo e soldi per

            produrlo?
            Se conoscessi il significato della parola
            entertainment, non avresti scritto quello che hai
            scritto. Anche un pallone, i pattini, il monopoli
            e milioni di altre cose sono inutili dal tuo
            punto di vista.Intanto sei tu che l'hai definito "solo entertainment", ti ricordo le tue parole: Lascia stare la cultura, quello che si scarica è solo entertainment.Ma a parte cio', dalle tue parole devo dedurre che ti stai lamentando, piangendo e pestando i piedi da anni qua perche' ti copiano il giocattolo ? Molto maturo da parte tua.
          • cicciobello scrive:
            Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
            Dal MIO punto di vista? Sei stato tu ad implicare che non avessero valore, mica io.Se pensi che ti abbia frainteso, te lo chiedo esplicitamente: quello che si scarica è indispensabile, oppure è qualcosa di cui la maggior parte della gente dovrebbe fare a meno?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Cambiamo per un attimo punto di vista
          - Scritto da: Allibito
          Lascia stare la cultura, quello che si
          scarica è solo entertainment e come tale lo
          paghi.Se è entertainment ossia sono solo canzonette[yt]JBS48R2i6Pw[/yt]allora perché Bennato non le fa pagare per ascoltarle?
        • Un signore scrive:
          Re: Cambiamo per un attimo punto di vista

          Già che ci sei, chiedi l'acXXXXX alle migliori
          università del mondo, chiedi che ti vengano
          regalati tutti i testi di cui hai bisogno ehttp://www.ocwconsortium.org/The OpenCourseWare Consortium is a worldwide community of hundreds of higher education institutions and associated organizations committed to advancing open education and its impact on global education. We seek to engender a culture of openness in education to allow everyone, everywhere to access the education they desire, while providing a shared body of knowledge and best practices that can be drawn upon for innovative and effective approaches.The OCW Consortium helps to solve social problems through expansion of access to education. It does this by leveraging its sources of expert opinion, its global network and its position as the principal voice of open education.
  • Carlo scrive:
    ladri!
    Vi sta proprio bene, siete una banda di ladri!
  • Luca Pucchion scrive:
    Indignato
    E' normale che adesso stiano bloccando tutti i film in streaming altrimenti tutte le mer. de che ci vogliono fare i soldi con lo streaming non ci guadagnano...Esistono "INFINITY" modi di metterla in quel posto a persone che magari per ammazzare il tempo si vedono un film sul pc...e che magari per problemi fisici e economici non potrebbero andare al cinema...Dico solo una cosa, invece di rompere l'anima a quattro poveri "sfigati" che non possono uscire di casa, andate a rompere le palle a tutti i politici ladroni che mangiano e si arricchiscono sulle nostre spalle...Che schifo!!!!!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Indignato
      - Scritto da: Luca Pucchion
      andate a rompere le palle a tutti i
      politici ladroni che mangiano e si arricchiscono
      sulle nostre
      spalle...Guarda che sono proprio questi ultimi (i politici) che danno le direttive alla finanza!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Indignato
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Luca Pucchion


        andate a rompere le palle a tutti i

        politici ladroni che mangiano e si arricchiscono

        sulle nostre

        spalle...

        Guarda che sono proprio questi ultimi (i
        politici) che danno le direttive alla
        finanza!Quoto. Il servizio che l'OP ha citato, quello che inizia con la I e finisce con la Y, secondo lui a chi fa capo?
      • Allibito scrive:
        Re: Indignato
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: Luca Pucchion


        andate a rompere le palle a tutti i

        politici ladroni che mangiano e si arricchiscono

        sulle nostre

        spalle...

        Guarda che sono proprio questi ultimi (i
        politici) che danno le direttive alla
        finanza!O più semplicemente, la GDF, decide di perseguire chi infrange la legge... non mi sembra un complotto, c'è un reato e c'è un organo di polizia giudiziaria che lo persegue, dovrebbe essere nella logica delle cose, non capisco lo stupore.
        • krane scrive:
          Re: Indignato
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: Luca Pucchion




          andate a rompere le palle a tutti i


          politici ladroni che mangiano e si
          arricchiscono


          sulle nostre


          spalle...



          Guarda che sono proprio questi ultimi (i

          politici) che danno le direttive alla

          finanza!

          O più semplicemente, la GDF, decide di perseguire
          chi infrange la legge... non mi sembra un
          complotto, c'è un reato e c'è un organo di
          polizia giudiziaria che lo persegue, dovrebbe
          essere nella logica delle cose, non capisco lo
          stupore.E invece cancellarlo dai DNS in modo che chiunque continui ad usarli per te e' logico ? Ok, se va bene a te...
          • Allibito scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: Nome e cognome


            - Scritto da: Luca Pucchion






            andate a rompere le palle a tutti i



            politici ladroni che mangiano e si

            arricchiscono



            sulle nostre



            spalle...





            Guarda che sono proprio questi ultimi (i


            politici) che danno le direttive alla


            finanza!



            O più semplicemente, la GDF, decide di
            perseguire

            chi infrange la legge... non mi sembra un

            complotto, c'è un reato e c'è un organo di

            polizia giudiziaria che lo persegue, dovrebbe

            essere nella logica delle cose, non capisco
            lo

            stupore.

            E invece cancellarlo dai DNS in modo che chiunque
            continui ad usarli per te e' logico ? Ok, se va
            bene a
            te...Questo no, quando la magistratura capirà che gli ISP bloccano i siti per finta, magari invece di ordinarne il blocco, stabiliranno anche che tipo di blocco deve essere adottato.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: Allibito
            Questo no, quando la magistratura capirà che gli
            ISP bloccano i siti per fintaAdesso è colpa degli ISP se i siti non sono bloccati?Se proprio vuoi trovare un motivo tecnico per cui i siti non si possono bloccare la risposta è in cinque lettere: TCP/IP. <i
            Il web era rivoluzionario? Andiamo! Il browser, che è un client, si collega ad un sito, che si trova su un server. L'architettura del web è il più classico dei client-server, un concetto nato negli anni '70: il client chiede cosa vorrebbe, e il server decide cosa dargli. Con questo non voglio dire che non mi piaccia il web, trovo che il web sia fantastico e ha reso Internet così popolare.Ma Internet è basato sul protocollo Tcp/Ip (sul quale si appoggia anche l'architettura del web), e nel protocollo Tcp/Ip non ci sono client e server, sono tutti host. Due host devono parlare tra di loro, e se esiste una strada per metterli in comunicazione, <b
            puoi provare a fermarli, ma il protocollo Tcp/Ip cercherà di trovare questa strada, non importa quanto lontana e tortuosa possa essere </b
            .Senza distinzione di casta: al Tcp/Ip non interessa se un host atteggiandosi a server vuole fare il leader, per lui un host è uguale ad un altro host. Un modello creato per continuare a funzionare anche in presenza di un evento devastante come un attacco nucleare, con il risultato di una rete nella quale vige la democrazia diretta. </i
            (tratto da <i
            Partito Pirata all'arrembaggio della politica. Come e perché i pirati cambieranno la politica che conosciamo. Per sempre. </i
            di Mauro Pili, pagg.35-36)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 marzo 2014 02.04-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: Allibito

            E invece cancellarlo dai DNS in modo

            che chiunque continui ad usarli per

            te e' logico ? Ok, se va bene a

            te...
            Questo no, quando la magistratura capirà
            che gli ISP bloccano i siti per finta, magari
            invece di ordinarne il blocco, stabiliranno
            anche che tipo di blocco deve essere
            adottato.Allora diccelo tu quale tipo di blocco funzionerebbe, che magari lo diciamo anche ai cinesi che loro ci tengono tanto a bloccare ma non riescono.
          • Allibito scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Allibito



            E invece cancellarlo dai DNS in modo


            che chiunque continui ad usarli per


            te e' logico ? Ok, se va bene a


            te...


            Questo no, quando la magistratura capirà

            che gli ISP bloccano i siti per finta,
            magari


            invece di ordinarne il blocco, stabiliranno

            anche che tipo di blocco deve essere

            adottato.

            Allora diccelo tu quale tipo di blocco
            funzionerebbe, che magari lo diciamo anche ai
            cinesi che loro ci tengono tanto a bloccare ma
            non
            riescono.Tutti hanno sempre bloccato quello che veramente volevano bloccare... Ne mancano di siti all'appello.
          • Allibito scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Allibito





            E invece cancellarlo dai DNS in modo



            che chiunque continui ad usarli per



            te e' logico ? Ok, se va bene a



            te...




            Questo no, quando la magistratura capirà


            che gli ISP bloccano i siti per finta,

            magari




            invece di ordinarne il blocco,
            stabiliranno



            anche che tipo di blocco deve essere


            adottato.



            Allora diccelo tu quale tipo di blocco

            funzionerebbe, che magari lo diciamo anche ai

            cinesi che loro ci tengono tanto a bloccare ma

            non

            riescono.
            Tutti hanno sempre bloccato quello che veramente
            volevano bloccare... Ne mancano di siti
            all'appello.Aggiungo, la strada che verrà percorsa è impedire la pubblicità... chiuderebbero da soli e lo stanno già facendo...
          • krane scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Allibito
            Tutti hanno sempre bloccato quello che
            veramente volevano bloccare... Ne mancano
            di siti all'appello.Ma se la cina non riesce a bloccare tor...Solo nella tua sono riusciti a bloccare.
    • Allibito scrive:
      Re: Indignato
      - Scritto da: Luca Pucchion
      E' normale che adesso stiano bloccando tutti i
      film in streaming altrimenti tutte le mer. de che
      ci vogliono fare i soldi con lo streaming non ci
      guadagnano...
      Esistono "INFINITY" modi di metterla in quel
      posto a persone che magari per ammazzare il tempo
      si vedono un film sul pc...e che magari per
      problemi fisici e economici non potrebbero andare
      al
      cinema...
      Dico solo una cosa, invece di rompere l'anima a
      quattro poveri "sfigati" che non possono uscire
      di casa, andate a rompere le palle a tutti i
      politici ladroni che mangiano e si arricchiscono
      sulle nostre
      spalle...
      Che schifo!!!!!Anche con Infinity, si possono vedere i film senza uscire di casa, così con Sky, I-Tunes ecc ecc. Quello che non va bene è che qualcuno si arricchisca senza produrre nulla o senza pagare una quota a chi ha prodotto. I politici ladroni andrebbero perseguiti a prescindere.
      • dont feed the troll - Back Again scrive:
        Re: Indignato
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Luca Pucchion

        E' normale che adesso stiano bloccando tutti i

        film in streaming altrimenti tutte le mer. de
        che

        ci vogliono fare i soldi con lo streaming non ci

        guadagnano...

        Esistono "INFINITY" modi di metterla in quel

        posto a persone che magari per ammazzare il
        tempo

        si vedono un film sul pc...e che magari per

        problemi fisici e economici non potrebbero
        andare

        al

        cinema...

        Dico solo una cosa, invece di rompere l'anima a

        quattro poveri "sfigati" che non possono uscire

        di casa, andate a rompere le palle a tutti i

        politici ladroni che mangiano e si arricchiscono

        sulle nostre

        spalle...

        Che schifo!!!!!
        Anche con Infinity, si possono vedere i film
        senza uscire di casa, così con Sky, I-Tunes ecc
        ecc. Quello che non va bene è che qualcuno si
        arricchisca senza produrre nulla o senza pagare
        una quota a chi ha prodotto. I politici ladroni
        andrebbero perseguiti a
        prescindere.E infatti quello è il futuro.Purtroppo i prezzi sono esorbitanti in alcuni casi o sproporzionati in confronto all'offerta in altri, ma la strada è quella giusta.
        • Allibito scrive:
          Re: Indignato
          - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
          - Scritto da: Allibito

          - Scritto da: Luca Pucchion


          E' normale che adesso stiano bloccando
          tutti
          i


          film in streaming altrimenti tutte le
          mer.
          de

          che


          ci vogliono fare i soldi con lo
          streaming non
          ci


          guadagnano...


          Esistono "INFINITY" modi di metterla in
          quel


          posto a persone che magari per
          ammazzare
          il

          tempo


          si vedono un film sul pc...e che magari
          per


          problemi fisici e economici non
          potrebbero

          andare


          al


          cinema...


          Dico solo una cosa, invece di rompere
          l'anima
          a


          quattro poveri "sfigati" che non
          possono
          uscire


          di casa, andate a rompere le palle a
          tutti
          i


          politici ladroni che mangiano e si
          arricchiscono


          sulle nostre


          spalle...


          Che schifo!!!!!

          Anche con Infinity, si possono vedere i film

          senza uscire di casa, così con Sky, I-Tunes
          ecc

          ecc. Quello che non va bene è che qualcuno si

          arricchisca senza produrre nulla o senza
          pagare

          una quota a chi ha prodotto. I politici
          ladroni

          andrebbero perseguiti a

          prescindere.

          E infatti quello è il futuro.
          Purtroppo i prezzi sono esorbitanti in alcuni
          casi o sproporzionati in confronto all'offerta in
          altri, ma la strada è quella
          giusta.Appena spazzeranno via la pirateria in maniera seria, sarà uno scenario possibile, per il momento nessuno investe in secchi bucati per svuotare piscine.
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Indignato
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: dont feed the troll - Back Again

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Luca Pucchion



            E' normale che adesso stiano bloccando

            tutti

            i



            film in streaming altrimenti tutte le

            mer.

            de


            che



            ci vogliono fare i soldi con lo

            streaming non

            ci



            guadagnano...



            Esistono "INFINITY" modi di metterla
            in

            quel



            posto a persone che magari per

            ammazzare

            il


            tempo



            si vedono un film sul pc...e che
            magari

            per



            problemi fisici e economici non

            potrebbero


            andare



            al



            cinema...



            Dico solo una cosa, invece di rompere

            l'anima

            a



            quattro poveri "sfigati" che non

            possono

            uscire



            di casa, andate a rompere le palle a

            tutti

            i



            politici ladroni che mangiano e si

            arricchiscono



            sulle nostre



            spalle...



            Che schifo!!!!!


            Anche con Infinity, si possono vedere i
            film


            senza uscire di casa, così con Sky, I-Tunes

            ecc


            ecc. Quello che non va bene è che qualcuno
            si


            arricchisca senza produrre nulla o senza

            pagare


            una quota a chi ha prodotto. I politici

            ladroni


            andrebbero perseguiti a


            prescindere.



            E infatti quello è il futuro.

            Purtroppo i prezzi sono esorbitanti in alcuni

            casi o sproporzionati in confronto all'offerta
            in

            altri, ma la strada è quella

            giusta.
            Appena spazzeranno via la pirateria in maniera
            seria, sarà uno scenario possibile, per il
            momento nessuno investe in secchi bucati per
            svuotare
            piscine.Diversi studi scientifici hanno dimostrato dati alla mano che la pirateria non infligge nessun danno all'industria dell'intrattenimento, semmai la favorisce.Ma su una cosa hai ragione, bisogna eliminare dei parassiti dal circuito, e cioè tutti i distributori che oggi si frappongono tra case produttrici e consumatori finali.L'ironia della sorte sta nel fatto che lo sappiamo noi consumatori, lo sanno benissimo le case produttrici, e non lo sanno tali intermediari, che invece si ergono a paladini dei diritti delle major e non hanno capito che sono i loro primi e pressocchè unici carnefici.Quando vi espelleranno dal circuito, e lo faranno loro non i pirati, voglio proprio vedere contro chi vi scaglierete a corpo morto, perchè avete il coraggio di berciare contro dei poveretti che si scaricano un film, ma contro quelli che prima vi hanno sfruttati e che oggi vi gettano nel secchio della spazzatura non ce lo avete.Ps. Per la cronaca, è il destino di tutti gli esercenti e distributori anche di beni materiali. Perchè per comprare p.e. un TV devo recarmi al negozio fisico e caricarmelo in macchina, quando posso ordinarlo da casa, me lo portano a domicilio e pagarlo tra il 20 e il 30 per cento di meno?
          • cicciobello scrive:
            Re: Indignato

            Appena spazzeranno via la pirateria in maniera
            seria,Cioè fra 50-60 anni, come minimo... e per allora non ci sarà più nulla da piratare, perchè gli utenti avranno probabilmente anche solo nella memoria dell'orologio da polso più film di quanti possano vedere.
            sarà uno scenario possibileCioè mai. Le memorie portatili sono sempre più leggere, economiche e capienti, ed ormai quasi tutti hanno già scaricato i loro film e la loro musica preferita, quindi l'interesse a cercare altro non c'è più.
            , per il
            momento nessuno investe in secchi bucati per
            svuotare
            piscine.Infatti sarebbero soldi sprecati. All'industria conviene di più potare i rami secchi, e concentrare i fondi sui settori che ancora rendono (concerti dal vivo, saloni cinematografici, merchandising.
    • Carlo scrive:
      Re: Indignato
      "I siti pirata di contenuti audiovisivi non sono creati per la passione del cinema. Si reggono sul numero milionario di click che ricevono giornalmente che sono un'ottima base per fare pubblicità diretta a decine di milioni di persone", ha spiegato Il Comandante Paolo Occhipinti del Nucleo Speciale GdF per la Radiodiffusione e l'Editoria. "Nel momento in cui si interrompe il flusso della pubblicità si interrompe anche il flusso di denaro".AGIS (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo), ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e UNIVIDEO (Unione Italiana Editoria Audiovisiva - Media Digitali e Online) concordano.Come agire quindi? Basterebbe "responsabilizzare" gli inserzionisti e le società che si occupano di gestire le campagne online. Chiusi i rubinetti, chiuderebbe la maggioranza dei siti.
      • krane scrive:
        Re: Indignato
        - Scritto da: Carlo
        "I siti pirata di contenuti audiovisivi non sono
        creati per la passione del cinema. Si reggono sul
        numero milionario di click che ricevono
        giornalmente che sono un'ottima base per fare
        pubblicità diretta a decine di milioni di
        persone", ha spiegato Il Comandante Paolo
        Occhipinti del Nucleo Speciale GdF per la
        Radiodiffusione e l'Editoria. "Nel momento in cui
        si interrompe il flusso della pubblicità si
        interrompe anche il flusso di
        denaro".

        AGIS (Associazione Generale Italiana dello
        Spettacolo), ANICA (Associazione Nazionale
        Industrie Cinematografiche Audiovisive e
        Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela
        dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e
        UNIVIDEO (Unione Italiana Editoria Audiovisiva -
        Media Digitali e Online)
        concordano.

        Come agire quindi? Basterebbe "responsabilizzare"
        gli inserzionisti e le società che si occupano di
        gestire le campagne online. Chiusi i rubinetti,
        chiuderebbe la maggioranza dei
        siti.Ti hanno gia' risposto in 26, perche' continui a ripetere come un pappagallo invece di affrontare le domande che ti vengono poste ?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Indignato
        - Scritto da: Carlo
        AGIS (Associazione Generale Italiana dello
        Spettacolo), ANICA (Associazione Nazionale
        Industrie Cinematografiche Audiovisive e
        Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela
        dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e
        UNIVIDEO (Unione Italiana Editoria Audiovisiva -
        Media Digitali e Online)
        concordano.(rotfl)OSTE E' BUONO IL VINO?
    • luigi gigi scrive:
      Re: Indignato
      concordo in pieno
  • maurizio scrive:
    ci vorrebbe più criterio
    invece di escogitare dei modi legali per poter scaricare contenuti audio video a prezzi accessibili, perdono tempo a stare a presso le richieste della SIAI. BOOOH!
  • Sutter Kaine.. scrive:
    AHhhhhhhh
    bè adesso si che è veramente finita..;P...
  • Rei Hasegawa scrive:
    RIdicoli!
    Primo i siti funzionano ancora tutti sotto il solito dominio.Secondo: sono questi i problemi dell'Italia vero?Ma andate in camporella voialtri!Che lavoro inutile!
  • ray manzarek scrive:
    finanza...
    invece di andare a prendere gli evasori fiscali. Sono loro la piaga della società, mica 4 nerds che scaricano un po di musica
    • Rei Hasegawa scrive:
      Re: finanza...
      - Scritto da: ray manzarek
      invece di andare a prendere gli evasori fiscali.
      Sono loro la piaga della società, mica 4 nerds
      che scaricano un po di
      musica
      • krane scrive:
        Re: finanza...
        - Scritto da: Rei HaXXXXwa
        - Scritto da: ray manzarek

        invece di andare a prendere gli evasori fiscali.

        Sono loro la piaga della società, mica 4 nerds

        che scaricano un po di musicaEsatto, ad esempio guarda questi come evadono usando software pirata sulle loro macchinette ?http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=31537&st=0&start=0
      • Allibito scrive:
        Re: finanza...
        - Scritto da: Rei HaXXXXwa
        - Scritto da: ray manzarek

        invece di andare a prendere gli evasori fiscali.

        Sono loro la piaga della società, mica 4 nerds

        che scaricano un po di

        musicaSono entrambi due piaghe della società, il fatto che tu faccia parte di una piuttosto che dell'altra non ti autorizza a definirla meno brutta.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: finanza...
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: Rei HaXXXXwa

          - Scritto da: ray manzarek


          invece di andare a prendere gli evasori
          fiscali.


          Sono loro la piaga della società, mica 4 nerds


          che scaricano un po di


          musica

          Sono entrambi due piaghe della società,Quindi i proprietari delle major che mettono i soldi creando società "all iberian" vanno perseguiti. E se sono ancora in libertà nonostante questo, allora vanno colpiti nel portafogli: e quale modo migliore per farlo se non condividere gratis quello che producono di modo che non possano guadagnare più un centesimo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 marzo 2014 15.18-----------------------------------------------------------
  • Funz scrive:
    Ridicolo
    Ho provato per sfizio ad aprire un paio di link dal PC di lavoro, usando il mio Firefox ma senza toccare impostazioni DNS né altro... ma che razza di blocchi sarebbero?
    • Web Surfer scrive:
      Re: Ridicolo
      - Scritto da: Funz
      Ho provato per sfizio ad aprire un paio di link
      dal PC di lavoro, usando il mio Firefox ma senza
      toccare impostazioni DNS né altro... ma che razza
      di blocchi
      sarebbero?Blocchi alla XXXXXXX di cane ;)
    • Rei Hasegawa scrive:
      Re: Ridicolo
      E menomale che funzionano ancora! Non ho così tanti soldi da comprarmi tutti i film che voglio guardare :) anzi...
    • Rei Hasegawa scrive:
      Re: Ridicolo
      blocchi inutili sì perché se i siti possono tornare tranquilli e funzionanti solo cambiando dominio allora vedo che il lavoro qua quei tizi non lo san fare proprio per niente!menomale comunque.. almeno ci si vede un po' di film!
  • tucumcari scrive:
    parrebbe impossibile controllare
    "parrebbe impossibile controllare e soffocare il fenomeno"[img]http://crazyhyena.com/imagebank/g/Hyena8.jpg[/img]Effettivamente parrebbe anche a me! :D
  • axl scrive:
    le videoteche
    esultano !!!ma ci rendiamo conto che credono davvero che non siano raggiungibili sti siti ?mi fanno troppo ridere !ogni volta che esce la notizia trovi 3 o 4 di loro che dicono "oh bene finalmente, era ora" quando in realtà non è cambiato assolutamente nulla..si fanno tirare la sabbia negli occhi ed esultano pure !!!
    • krane scrive:
      Re: le videoteche
      - Scritto da: axl
      esultano !!!
      ma ci rendiamo conto che credono davvero che non
      siano raggiungibili sti siti ?
      mi fanno troppo ridere !
      ogni volta che esce la notizia trovi 3 o 4 di
      loro che dicono "oh bene finalmente, era ora"
      quando in realtà non è cambiato assolutamente
      nulla..
      si fanno tirare la sabbia negli occhi ed
      esultano pure !!!E noi lasciamoli esultare, facciamogli credere che nessuno raggiunga piu' niente, cosi' non scassano i OO per un po'.
    • collione scrive:
      Re: le videoteche
      - Scritto da: axl
      ma ci rendiamo conto che credono davvero che non
      siano raggiungibili sti siti
      ?considera che ci crede pure il magistrato che ha ordinato il "sequestro"la magistratura italiana ha sempre sofferto di un complesso di onnipotenza ( ad esempio esiste un principio secondo cui, nei casi dubbi, si applica sempre la legislazione italiana )chiaramente se non hai 12 portaerei e migliaia di cacciabombardieri, ti rimane solo la spocchia e la convinzione di essere caput mundi
    • ZLoneW scrive:
      Re: le videoteche
      - Scritto da: axl
      ogni volta che esce la notizia trovi 3 o 4 di
      loro che dicono "oh bene finalmente, era ora"
      quando in realtà non è cambiato assolutamente
      nulla..Magari fosse... purtroppo, ogni volta che succede qualche palata di soldi dei cittadini italiani finisce giù nel buco nero senza alcun vantaggio concreto per nessuno.
    • Carlo scrive:
      Re: le videoteche
      Non c'é niente da esultare. C'è solo da vergognarsi che ci siano in giro delle teste bacate come le vostre.
      • Passante scrive:
        Re: le videoteche
        - Scritto da: Carlo
        Non c'é niente da esultare. C'è solo da
        vergognarsi che ci siano in giro delle teste
        bacate come le
        vostre.Ma guarda come rosica questo (rotfl)
    • Carlo scrive:
      Re: le videoteche
      Non c'é proprio niente da esultare. C'è solo da vergognarsi per le vostre teste bacate che anche qua fanno vedere la loro ignoranza con i loro commenti. Ormai fate pena.
      • cicciobello scrive:
        Re: le videoteche
        Hai una videoteca?Te lo chiedo perchè ho visto videotecheforum, ma non ho mai visto i tuoi post là (mentre ne ho visti alcuni qui)
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: le videoteche
          - Scritto da: cicciobello
          Hai una videoteca?

          Te lo chiedo perchè ho visto videotecheforum, ma
          non ho mai visto i tuoi post là (mentre ne ho
          visti alcuni
          qui)Quello a cui hai risposto non è quello che ha il locale micragnoso di fianco alla MAXI CASE.QUELLO è stato bannato da videotecheforum, per questo non lo vedi là.
    • Carlo scrive:
      Re: le videoteche
      "I siti pirata di contenuti audiovisivi non sono creati per la passione del cinema. Si reggono sul numero milionario di click che ricevono giornalmente che sono un'ottima base per fare pubblicità diretta a decine di milioni di persone", ha spiegato Il Comandante Paolo Occhipinti del Nucleo Speciale GdF per la Radiodiffusione e l'Editoria. "Nel momento in cui si interrompe il flusso della pubblicità si interrompe anche il flusso di denaro".AGIS (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo), ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e UNIVIDEO (Unione Italiana Editoria Audiovisiva - Media Digitali e Online) concordano.Come agire quindi? Basterebbe "responsabilizzare" gli inserzionisti e le società che si occupano di gestire le campagne online. Chiusi i rubinetti, chiuderebbe la maggioranza dei siti.
      • dont feed the troll - Back Again scrive:
        Re: le videoteche
        - Scritto da: Carlo
        "I siti pirata di contenuti audiovisivi non sono
        creati per la passione del cinema. Si reggono sul
        numero milionario di click che ricevono
        giornalmente che sono un'ottima base per fare
        pubblicità diretta a decine di milioni di
        persone", ha spiegato Il Comandante Paolo
        Occhipinti del Nucleo Speciale GdF per la
        Radiodiffusione e l'Editoria. "Nel momento in cui
        si interrompe il flusso della pubblicità si
        interrompe anche il flusso di
        denaro".
        Dal che se ne deduce che tutti vogliono contenuti a costo percepito pari a zero.Imprenditori in gamba si ingegnerebbero a sfruttare un tale mercato, invece di distruggerlo.Ma forse il problema è quello di trovare imprenditori in gamba.
        AGIS (Associazione Generale Italiana dello
        Spettacolo), ANICA (Associazione Nazionale
        Industrie Cinematografiche Audiovisive e
        Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela
        dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e
        UNIVIDEO (Unione Italiana Editoria Audiovisiva -
        Media Digitali e Online)
        concordano.Il che è garanzia del fatto che sia sbagliato.
        Come agire quindi? Basterebbe "responsabilizzare"
        gli inserzionisti e le società che si occupano di
        gestire le campagne online. Chiusi i rubinetti,
        chiuderebbe la maggioranza dei
        siti.Oppure si potrebbe distruggere la pirateria fornendo alternative legali che sfruttano lo stesso modello di business, in modo che magari la GDF potrebbe andare a beccare gli evasori fiscali.Ma forse è proprio quello che non si vuole.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: le videoteche
        - Scritto da: Carlo
        AGIS (Associazione Generale Italiana dello
        Spettacolo), ANICA (Associazione Nazionale
        Industrie Cinematografiche Audiovisive e
        Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela
        dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali) e
        UNIVIDEO (Unione Italiana Editoria Audiovisiva -
        Media Digitali e Online) concordano.(rotfl)OSTE E' BUONO IL VINO?
        • Carlo scrive:
          Re: le videoteche
          Articolo 19Entrata in vigore1. Il presente regolamento entra in vigore il 31 marzo 2014.http://www.agcom.it/Default.aspx?DocID=12229
          • krane scrive:
            Re: le videoteche
            - Scritto da: Carlo
            Articolo 19
            Entrata in vigore
            1. Il presente regolamento entra in vigore il 31
            marzo
            2014.

            http://www.agcom.it/Default.aspx?DocID=12229"uno spazio su cui sono presenti opere digitali o parti di esse ovvero collegamenti ipertestuali link o torrent alle stesse, anche caricati da terzi"Benissimo, quindi chiuderenno finalmente gli ip dei cloud di miscrosoft, amazon e goolge ? Era ora !In compenso occorre togliere i blocchi alla baia poiche' i loro link puntano alla legalissima Azure di micrsoft.
  • rico scrive:
    Advertising
    Certo non la richiesta di donazioni, ma l'advertising selvaggio con finestre e pagine pubblicitarie che si aprono da sole, E' scopo di lucro.Non fate finta di non capire.
    • Ignorante scrive:
      Re: Advertising
      - Scritto da: rico
      Certo non la richiesta di donazioni, ma
      l'advertising selvaggio con finestre e pagine
      pubblicitarie che si aprono da sole, E' scopo di
      lucro.
      Non fate finta di non capire.Sono solo punti di vista, potrebbe essere semplice copertura di spese del server per tenere il sito.
    • king volution scrive:
      Re: Advertising
      - Scritto da: rico
      Certo non la richiesta di donazioni, ma
      l'advertising selvaggio con finestre e pagine
      pubblicitarie che si aprono da sole, E' scopo di
      lucro.certo certo... me li immagino proprio gli admin di questi siti siu loro yacht a contare i miliardi... ma va là
      Non fate finta di non capire.e tu non cercare di rivoltare la frittata
      • Allibito scrive:
        Re: Advertising
        - Scritto da: king volution
        - Scritto da: rico

        Certo non la richiesta di donazioni, ma

        l'advertising selvaggio con finestre e pagine

        pubblicitarie che si aprono da sole, E'
        scopo
        di

        lucro.

        certo certo... me li immagino proprio gli admin
        di questi siti siu loro yacht a contare i
        miliardi... ma va



        Non fate finta di non capire.

        e tu non cercare di rivoltare la frittataNon regalano opere altrui qui, il traffico che si genera è sicuramente inferiore a quello di chi ruba e si arricchisce con quelli come voi che ignari contribuiscono allo sfacelo di una delle industrie più floride.
        • Sloggato scrive:
          Re: Advertising
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: king volution

          - Scritto da: rico


          Certo non la richiesta di donazioni, ma


          l'advertising selvaggio con finestre e
          pagine


          pubblicitarie che si aprono da sole, E'

          scopo

          di


          lucro.



          certo certo... me li immagino proprio gli admin

          di questi siti siu loro yacht a contare i

          miliardi... ma va






          Non fate finta di non capire.



          e tu non cercare di rivoltare la frittata
          Non regalano opere altrui qui, il traffico che si
          genera è sicuramente inferiore a quello di chi
          ruba e si arricchisce con quelli come voi che
          ignari contribuiscono allo sfacelo di una delle
          industrie più
          floride.Come questi qua che usano software pirata sulle macchinette del noleggio:http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=31537&st=0&start=0Per di piu' rubandolo ad un onesto rivenditore.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Advertising
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: king volution

          - Scritto da: rico


          Certo non la richiesta di donazioni, ma


          l'advertising selvaggio con finestre e
          pagine


          pubblicitarie che si aprono da sole, E'

          scopo

          di


          lucro.



          certo certo... me li immagino proprio gli admin

          di questi siti siu loro yacht a contare i

          miliardi... ma va






          Non fate finta di non capire.



          e tu non cercare di rivoltare la frittata
          Non regalano opere altrui qui, il traffico che si
          genera è sicuramente inferiore a quello di chi
          ruba e si arricchisce con quelli come voi che
          ignari contribuiscono allo sfacelo di una delle
          industrie più
          floride.L'industria è morta. Benvenuto nel terzo millennio. Invece di badare ai riccastri di Hollywood, se vuoi salvare l'industria perché non fai qualcosa per i cassintegrati italiani?
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Advertising
      - Scritto da: rico
      Certo non la richiesta di donazioni, ma
      l'advertising selvaggio con finestre e pagine
      pubblicitarie che si aprono da sole, E' scopo di
      lucro.I casi sono due.Caso A: i banner fanno guadagnare più di quanto costi tenere il sito (la banda, l'abbonamento di chi carica i contenuti, lo spazio, il dominio... non sono gratis).Risposta: se si guadagna così tanto, perché non lo fanno le case direttamente? Che senso avrebbe piratare qualcosa che si trova a pari condizioni (cioè gratis coi banner) legalmente? Nessuno: infatti quei contenuti non vengono piratati.Caso B: i banner non fanno guadagnare più di quanto costi tenere il sito. Risposta: Allora non c'è scopo di lucro perché i costi sono maggiori dei ricavi quindi non c'è alcuna entrata economica.O è A o è B, in entrambi i casi le case hanno torto: o nel non attuare la stessa politica, o nel dire che è scopo di lucro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 marzo 2014 02.39-----------------------------------------------------------
      • Marco Ravich scrive:
        Re: Advertising
        Scusa eh, ma lo scopo di lucro non è una congettura !Perché TNT Village non lo chiudono ?Semplice, perché è un'associazione senza scopo di lucro, appunto.SVEGLIAAA !
    • Nauseato scrive:
      Re: Advertising
      - Scritto da: rico
      Certo non la richiesta di donazioni, ma
      l'advertising selvaggio con finestre e pagine
      pubblicitarie che si aprono da sole, E' scopo di
      lucro.
      Non fate finta di non capire.Capiamo benissimo: è scopo di lucro, e allora? Forse non è scopo di lucreo ben più meschino e di ben altra misura il sanguisugare per secoli da parte delle ineffabili Majors che col favore di leggi amiche si abboffano di rendite di posizione generate da altri? Almeno questi odiati portali rendono un servizio alla comunità, e col reddito trasversalmente generato si coprono almeno le spese.
  • Skywalker scrive:
    Richiesta di donazioni?
    "Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato attraverso [...] la richiesta di donazioni."!!!!!Mio Dio, se questo è diventato il criterio per identificare il "lucro" la vedo grigia per molti!Wikipedia è sicuramente una Associazione a Scopo di Lucro.Tutte le ONLUS che conosco si devono immediatamente convertire in Srl!Mi vedo già un contingente di Guardie di Finanza circondare le Chiese Parrocchiali urlando al Prevosto di uscire con le mani alzate e costituirsi! C'è almeno una cassetta delle offerte in ognuna, e comunque ad ogni Celebrazione c'è uno che gira con un cesto a raccogliere offerte!Non parliamo poi di Medici Senza Frontiere o Emergency! Sui loro siti campeggia un bel pulsantone "Dona ora"!Mi sorge un dubbio: ma se uno non chiede donazioni, ma scrive:"Mi basta sapervi felici!" è senza fine di lucro o si configura come scopo di profitto?...quali altre devastazione del diritto si inventeranno per proteggere delle mere posiziondi monopolistiche garantite con soldi pubblici?
    • Allibito scrive:
      Re: Richiesta di donazioni?
      - Scritto da: Skywalker
      "Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato
      attraverso [...] la richiesta di
      donazioni."!!!!!

      Mio Dio, se questo è diventato il criterio per
      identificare il "lucro" la vedo grigia per
      molti!

      Wikipedia è sicuramente una Associazione a Scopo
      di
      Lucro.

      Tutte le ONLUS che conosco si devono
      immediatamente convertire in
      Srl!

      Mi vedo già un contingente di Guardie di Finanza
      circondare le Chiese Parrocchiali urlando al
      Prevosto di uscire con le mani alzate e
      costituirsi! C'è almeno una cassetta delle
      offerte in ognuna, e comunque ad ogni
      Celebrazione c'è uno che gira con un cesto a
      raccogliere
      offerte!

      Non parliamo poi di Medici Senza Frontiere o
      Emergency! Sui loro siti campeggia un bel
      pulsantone "Dona
      ora"!

      Mi sorge un dubbio: ma se uno non chiede
      donazioni, ma scrive:"Mi basta sapervi felici!" è
      senza fine di lucro o si configura come scopo di
      profitto?

      ...quali altre devastazione del diritto si
      inventeranno per proteggere delle mere posiziondi
      monopolistiche garantite con soldi
      pubblici?Le chiese e le Onlus fanno azioni caritatevoli per i bisognosi, non si intascano le donazioni in cambio di materiale piratato. Non so se scorgi la sottile differenza.Altro chiarimento: chiami "devastazione" quella che invece è solo protezione di un diritto. Lo stesso diritto che tu useresti per proteggere il tuo lavoro.
      • krane scrive:
        Re: Richiesta di donazioni?
        - Scritto da: Allibito
        Le chiese e le Onlus fanno azioni caritatevoli
        per i bisognosi, non si intascano le donazioni in
        cambio di materiale piratato. Non so se scorgi la
        sottile differenza.Si, in effetti sparissero le chiese domandi non mi darebbe alcun fastidio, potessi dare il 5 x mille a pirate bay lo farei.
        Altro chiarimento: chiami "devastazione" quella
        che invece è solo protezione di un diritto. Lo
        stesso diritto che tu useresti per proteggere il
        tuo lavoro.Lavoro del tipo chiamare gente che in nero ti aggiorna le macchine per affittare i dvd rubando gli strumenti del suo datore di lavoro ?http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=31537&st=0&start=0Ma lo sai che il bios che l'omino nero vi aggiorna e' una copia pirata ?
        • Allibito scrive:
          Re: Richiesta di donazioni?
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: Allibito


          Le chiese e le Onlus fanno azioni
          caritatevoli

          per i bisognosi, non si intascano le
          donazioni
          in

          cambio di materiale piratato. Non so se
          scorgi
          la

          sottile differenza.

          Si, in effetti sparissero le chiese domandi non
          mi darebbe alcun fastidio, potessi dare il 5 x
          mille a pirate bay lo
          farei.


          Altro chiarimento: chiami "devastazione"
          quella

          che invece è solo protezione di un diritto.
          Lo

          stesso diritto che tu useresti per
          proteggere
          il

          tuo lavoro.

          Lavoro del tipo chiamare gente che in nero ti
          aggiorna le macchine per affittare i dvd rubando
          gli strumenti del suo datore di lavoro
          ?

          http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=

          Ma lo sai che il bios che l'omino nero vi
          aggiorna e' una copia pirata
          ?Non credo e non mi interessano i distributori automatici. Sulle chiese hai detto tutto te, inutile aggiungere altro, ti sei ben definito:muoiano i bisognosi, basta che mi lascino vedere il mio filmetto piratato gratis. Complimenti, devi essere una gran bella persona.
          • krane scrive:
            Re: Richiesta di donazioni?
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Allibito




            Le chiese e le Onlus fanno azioni

            caritatevoli


            per i bisognosi, non si intascano le

            donazioni

            in


            cambio di materiale piratato. Non so se

            scorgi

            la


            sottile differenza.



            Si, in effetti sparissero le chiese domandi non

            mi darebbe alcun fastidio, potessi dare il 5 x

            mille a pirate bay lo

            farei.




            Altro chiarimento: chiami "devastazione"

            quella


            che invece è solo protezione di un diritto.

            Lo


            stesso diritto che tu useresti per

            proteggere

            il


            tuo lavoro.



            Lavoro del tipo chiamare gente che in nero ti

            aggiorna le macchine per affittare i dvd rubando

            gli strumenti del suo datore di lavoro

            ?




            http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=



            Ma lo sai che il bios che l'omino nero vi

            aggiorna e' una copia pirata

            ?
            Non credo e non mi interessano i distributori
            automatici. Sulle chiese hai detto tutto te,
            inutile aggiungere altro, ti sei ben
            definito:muoiano i bisognosi, basta che mi
            lascino vedere il mio filmetto piratato gratis.
            Complimenti, devi essere una gran bella
            persona.Grazie, ma i preti che vivono nel lusso sono sicuramente migliori di me.
      • king volution scrive:
        Re: Richiesta di donazioni?
        - Scritto da: Allibito
        Altro chiarimento: chiami "devastazione" quella
        che invece è solo protezione di un diritto. Lo
        stesso diritto che tu useresti per proteggere il
        tuo lavoro.lavoro? vuoi dire RENDITA PARASSITARIA, semmai...il copyright è la stessa cosa del "diritto" esclusivo che i detentori/protettori si arrogano sui guadagni delle artiste/prostitute che "proteggono"...
      • Guybrush scrive:
        Re: Richiesta di donazioni?
        - Scritto da: Allibito[...]
        Le chiese e le Onlus fanno azioni caritatevoli
        per i bisognosi, non si intascano le donazioni in
        cambio di materiale piratato. Non so se scorgi la
        sottile
        differenza.
        Altro chiarimento: chiami "devastazione" quella
        che invece è solo protezione di un diritto. Lo
        stesso diritto che tu useresti per proteggere il
        tuo
        lavoro.Ciao caro, sempre a scrivere inesattezze, vero?Una donazione è una donazione, non puoi associarla al lucro.Parliamo del "diritto" vuoi?Normalmente una "norma" viene stesa dai deputati, che sono eletti da una certa parte dell'elettorato e di cui normalmente (cioè in un normale stato democratico) rispecchiano le idee.Non so perché ma non ce la vedo tutta 'sta massa di persone che NON scarica e va nei luoghi deputati al download "lecito" e rigorosamente a pagamento.Fattene una ragione: devi cambiar mestiere.O almeno: preferisco dare 2,5 eur a Murdock per un noleggio lungo un mese, piuttosto che 1,5 + 5 cents l'ora per:1) Uscire di casa2) Vedere se al distributore c'è quel che voglio vedere3) Tornare a casa4) Vedermi il film scelto5) Ri-uscire di casa6) Restituire il film7) Tornare a casaa essere buoni spendi "solo" 1,6 eur, ma se riconsegni la mattina dopo sono 1,9 eur quasi 2....capisci, lo sbattimento che la tua professione richiede rispetto a quel "singolo click" di mouse per 50 centesimi in più e la possibilità di avere 1 mese di tempo per usufruire dello streaming con la garanzia di avere un prodotto esente da difetti, tutto sommato ci può stare.Quando vi dicevo di creare quel "valore aggiunto" che giustifichi la spesa, intendevo qualcosa del genere.Bye bye.GTPS: hai perso.
        • Sgarbi scrive:
          Re: Richiesta di donazioni?
          - Scritto da: Guybrush
          Quando vi dicevo di creare quel "valore aggiunto"
          che giustifichi la spesa, intendevo qualcosa del
          genere.

          Bye bye.
          GT

          PS: hai perso.Il problema è che qui in Italia solo oggi inizia ad affacciarsi un'offerta che si può definire decente, sebbene ritengo che i prezzi praticati siano veramente spropositati.Un noleggio di un film dovrebbe costare 1 euro, non da 5 a 9 euro. A quel punto vado a vedermelo al cinema...mi domando con quale faccia di cu** si lamentano della pirateria.Il valore aggiunto dell'avere tutto online potrebbe essere quello di veicolare contenuto in HD e in 3D a prezzi davvero appetibili. Parliamoci chiaro: se un film in 3D a noleggio costasse 1 euro, chi non lo spenderebbe per avere un contenuto di qualità, legale e sicuro? Penso tutti e farebbero un pacco di soldi.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Richiesta di donazioni?
          - Scritto da: Guybrush
          PS: hai perso.Ha perso già quando ti hanno cacciato dal loro forum del piffero. Il solo fatto che qui lui continua a postare dimostra chi ha vinto (noi) e chi ha perso (loro).
          • krane scrive:
            Re: Richiesta di donazioni?
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Guybrush

            PS: hai perso.
            Ha perso già quando ti hanno cacciato dal loro
            forum del piffero. Il solo fatto che qui lui
            continua a postare dimostra chi ha vinto (noi) e
            chi ha perso (loro).Parli di quel forum dove dichiarano di usare software pirata nelle macchinette del noleggio ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Richiesta di donazioni?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Guybrush


            PS: hai perso.


            Ha perso già quando ti hanno cacciato dal
            loro

            forum del piffero. Il solo fatto che qui lui

            continua a postare dimostra chi ha vinto
            (noi)
            e

            chi ha perso (loro).

            Parli di quel forum dove dichiarano di usare
            software pirata nelle macchinette del noleggio
            ?Quello e il suo gemello morto.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Richiesta di donazioni?

            Quello e il suo gemello morto.... di fame :D
      • giuda scrive:
        Re: Richiesta di donazioni?
        chiesa e onlus fanno opere caritatevoli? bello il mondo dove vivi tu...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Richiesta di donazioni?
        - Scritto da: Allibito
        Le chiese e le Onlus fanno azioni caritatevoli
        per i bisognosi, non si intascano le donazioni in
        cambio di materiale piratato.E quindi?Cosa cambia questo nella definizione di "scopo di lucro"?Chi riceve donazioni spontanee, che non sono condizione necessaria per accedere al servizio fornito, o fa scopo di lucro o non lo fa.E' come quando per giustificare la repressione di chi condivide gratuitamente su internet materiale protetto da copyright si dice che la presenza del materiale gratuitamente disponibile distrugge i produttori ed impedisce la creazione di nuovo materiale, mentre per giustificare la repressione di chi condivide gratuitamente su internet materiale pedoXXXXXgrafico si dice che la presenza del materiale gratuitamente disponibile non distrugge i produttori ma al contrario incentiva le nuove produzioni di suddetto materiale.Queste sono le incongruenze della legge italiana nonché il motivo per cui chi le crea, chi le applica e chi pretende che vengano rispettate da me merita meno rispetto di quanto ne merita un escremento di cane.
    • collione scrive:
      Re: Richiesta di donazioni?
      - Scritto da: Skywalker
      Mi vedo già un contingente di Guardie di Finanza
      circondare le Chiese Parrocchiali urlando al
      Prevosto di uscire con le mani alzate e[img]http://www.wallsave.com/wallpapers/1600x1200/spetznaz/385653/spetznaz-spets-s-for-spetsnaz-385653.jpg[/img]
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    La parte più ridicola dell'articolo
    ancora non l'avete commentata?"Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato attraverso l'advertising o la richiesta di donazioni"La richiesta di donazioni è scopo di lucro. Ditelo a tutte le ONLUS, che per loro stessa definizione non possono fare lucro!
    • Free Internet scrive:
      Re: La parte più ridicola dell'articolo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      ancora non l'avete commentata?

      "Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato
      attraverso l'advertising o la richiesta di
      donazioni"L'unico commento possibile è questo:[yt]wst7f_AFre8[/yt]
    • bubba scrive:
      Re: La parte più ridicola dell'articolo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      ancora non l'avete commentata?

      "Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato
      attraverso l'advertising o la richiesta di
      donazioni"

      La richiesta di donazioni è scopo di lucro.
      Ditelo a tutte le ONLUS, che per loro stessa
      definizione non possono fare
      lucro!io avrei qualcosa da ridire pure sulla pubblicita'... sostiene il peso?? dei link* o del webserver,forum,antani ? e inoltre... la solita vecchia domanda... ma nei 40byte di un link ce sta' "l'opera d'ingegno tutelata dal diritto d'autore"? :P*ne ho guardati 2-3, ed erano tutti "catalogazione di link" con roba hostata altrove
    • Allibito scrive:
      Re: La parte più ridicola dell'articolo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      ancora non l'avete commentata?

      "Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato
      attraverso l'advertising o la richiesta di
      donazioni"

      La richiesta di donazioni è scopo di lucro.
      Ditelo a tutte le ONLUS, che per loro stessa
      definizione non possono fare
      lucro!Vale anche per te, leggi sopra... mischiare una Onlus con un pirata e come sommare patate e lattine.
      • krane scrive:
        Re: La parte più ridicola dell'articolo
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        ancora non l'avete commentata?

        "Lo scopo di lucro si sarebbe concretizzato

        attraverso l'advertising o la richiesta di

        donazioni"

        La richiesta di donazioni è scopo di lucro.

        Ditelo a tutte le ONLUS, che per loro stessa

        definizione non possono fare lucro!
        Vale anche per te, leggi sopra... mischiare una
        Onlus con un pirata e come sommare patate e
        lattine.Vorrei la tua opinione riguardo a questi soggetti che dichiarano di utilizzare software pirata installato in nero sulle loro macchinette: http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=31537&st=0&start=0
      • Guybrush scrive:
        Re: La parte più ridicola dell'articolo
        - Scritto da: Allibito[...]
        Vale anche per te, leggi sopra... mischiare una
        Onlus con un pirata e come sommare patate e
        lattine.Attento a come scegli gli esempi, caro il mio dinosauro.Patate e lattine possono benissimo mescolarsi.GT
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Libro da leggere
    https://docs.google.com/document/d/1CmCB6hiTCijJbGup0yTYGW-XEtMrP7KezW9vEyCOLCg/editE' in tema.
  • fabio di iorio scrive:
    cacoweb
    lorenzo ti dovrei anche ricordare che cacaoweb non ha nemmeno bisogno dei siti per funzionare infatti se lo hai scaricato quando entri con uno dei browser all'inizio ti appare una schermata con uno spazio dove ti dice d'incollare il link del film oppure basta che scrivi il titolo e il gioco e fatto ti godi il film che ti interessa oppure la serie televisiva in entrambi i modi poi vederti il film inoltre cacaoweb potrebbe essere la nuova frontiera della pirateria perchè se hai notato non utilizza una connessione ip ma utilizza una connessione proxy che è più difficile da scovare se non sbaglio
    • boscolo scrive:
      Re: cacoweb
      Ma siamo certi della sicurezza di cacaoweb? In rete dicono che é una botnet mascherata.
      • Shiba scrive:
        Re: cacoweb
        - Scritto da: boscolo
        Ma siamo certi della sicurezza di cacaoweb? In
        rete dicono che é una botnet
        mascherata.Basta usarlo da utente guest di Ubuntu e poi può fare quello che gli pare.
  • Angelo scrive:
    Bene
    E' stata dura ma tutti quelli che non conoscevo alla fine sono riuscito a d aggiungerli nei linnk dei preferiti
  • Lorenzo Fornara scrive:
    Cacaoweb
    cacaoweb è una piattaforma di streaming p2p per cui l'unica cosa che possono fare è quella di chiudere i siti che pubblicano i link. Spreco di tempo!!!!
  • Free Internet scrive:
    ...
    Ma questi signori pensano che gli utenti utilizzino il pc solo per vedere corriere.it ??? Continuino pure cosí, e il mercato dei pc (e relative connessioni) avrá un calo sempre maggiore!N.B. per quanto mi riguarda possono chiudere tutti i siti torrent/filesharing, ma da me grandi major e videotechini non vedranno mai neppure un euro !!! :@
  • prova123 scrive:
    Beh ,,,,
    ho guardato l'elenco: MotoGP e F1 sono salve!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • axl scrive:
    ma va la
    alcuni erano già OSCURATI da tempo, gli altri vanno TUTTI con il solito cambio DNS..così si spreca solo tempo e si da aria alla bocca (o alla penna..)
  • andrea scrive:
    Lista siti censurati
    Tempo fa avevo pubblicato un link a un sito che puntualmente elenca la lista dei siti censurati o sottoposti a sequestro. Molto utile :-)http://blog.shift.it/2013/11/24/il-paese-dei-baluba/
  • Phronesis scrive:
    Mi sbagliavo
    In un post* di commento all'articolo "Quanto vale la pirateria" scrivevo - Scritto da: Phronesis
    Ciao.
    Si dibatte spesso sulla pirateria, spero sempre
    che si comprenda che non genera un reale impatto
    economico sul mercato della
    produzione/distribuzione, ma non vedo passi
    avanti.
    Non spero che lo dichiarino le major (loro lo
    sanno) ma che lo capiscano i "difensori" di
    questo
    sistema.Mi sbagliavo, cominciano a dirlo anche le major.http://www.tomshw.it/cont/news/pirateria-hollywood-chiede-per-favore-di-smetterla/54010/1.html :p* http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3997269&m=3998829#p3998829
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Mi sbagliavo
      Ma tu guarda! Hanno capito che fare leggi liberticide, chiedere miliardi di dollari di risarcimento ad una madre single per 24 brani e altre cosi poco carini, fa male ai loro affari... Non l'avrei mai detto, guarda! :D
      • ThEnOra scrive:
        Re: Mi sbagliavo
        L'industria del cinema non è quella della musica. Non confondere gli attori.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 marzo 2014 19.15-----------------------------------------------------------
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Mi sbagliavo
          Modificato dall' autore il 05 marzo 2014 19.15
          --------------------------------------------------Non cambia una bega, son sempre nella stessa pasta.
          • ruppolo scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Come i relativi pirati.
          • gnammolo scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            leggi che ti f benehttp://www.tomshw.it/cont/news/pirateria-hollywood-chiede-per-favore-di-smetterla/54010/1.html
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ruppolo
            Come i relativi pirati.Si ok, ma parliamo da adulti ti va?Come credi di imporre, stravolgendo ragione, logica etica e buon senso, un valore ad una copia?A suon di leggi? Il risultato ottenuto è sotto gli occhi di tutti.
          • ruppolo scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Phronesis
            - Scritto da: ruppolo

            Come i relativi pirati.

            Si ok, ma parliamo da adulti ti va?Parlare da adulti non significa nulla, bisogna parlare da persone mature e responsabili.
            Come credi di imporre, stravolgendo ragione,
            logica etica e buon senso, un valore ad una
            copia?Iniziando dalla scuola a insegnare cos'è l'etica e il suo valore.Poi farei una serie di esempi pratici, anche come insegnamento per gli adulti (che oggi sono peggio dei loro figli).Esempi tipo questo: acquisti un piccolo campo (il più piccolo che trovi), poi vai a comprare una zappa e del letame, smuovi un po' di terra, ci metti un po' di concime, semini 1 seme di pomodoro. Lo bagni regolarmente quando non piove. Nel frattempo prepari una piccola rete antigrandine, non si sa mai (quindi vai a comprare rete, fil di ferro, paletti, martello... gli attrezzi che servono. Ad un certo punto la piantina avrà bisogno del verderame, per evitare muffe e parassiti. Quindi compri il verderame e la pompetta per spruzzarlo, prepari la miscela e spruzzi. Poi periodicamente togli l'erba, altrimenti questa si mangia il nutrimento riservato alla pianta di pomodoro. Continui a bagnare. I giorni passano, nel frattempo tu devi vivere: mangiare, bollette, auto... le solite cose che ben conosciamo. Viene il momento di raccogliere (sempre che la pianta non sia morta o qualcuno non abbia rubato i pomodori... qualche rischio, insomma) e raccogli 5 bei pomodori.Ora viene il momento di venderli: quanto vuoi? Speri di poter guadagnare qualcosa? Quanto hai speso in tutto?Questo esempio fa capire che il costo di un prodotto è gravato da una serie di costi che si possono sopportare solo se la produzione viene effettuata su numeri maggiori. Se invece di un solo seme, seminavo tutto il campo, determinati costi si sarebbero spalmati su tutta la produzione, abbassando drasticamente il costo del prodotto, ovvero dei pomodori, permettendomi di venderli d un prezzo accettabile e al tempo stesso ripagare le spese, la fatica e guadagnare dei soldi.Parliamo ora di un film: se vendessi IL film, che è UNO, quello che ho prodotto, mi ritroverei lo stesso problema della singola pianta di pomodori: una montagna di costi su tale prodotto, quindi nessuno lo comprerebbe. Come posso quindi vendere questo film ad un prezzo accettabile, pagarmi le spese e guadagnare soldi? Non ci sono molti modi: chiedere un tot ad ogni visione, o ad ogni copia. Anche qui con il rischio di non riuscire nell'impresa.Occhio che in entrambi i casi NESSUNO mi ha commissionato nulla: né i pomodori né il film. Sono io, produttore, che OFFRO la mia merce al mercato. E non posso offrire 5 pomodori a diecimila euro l'uno, né un film a 100 milioni di euro.In entrambi i casi ho lavorato e sostenuto delle spese, ovvero ho ANTICIPATO ciò che è servito per produrre, senza alcuna garanzia che avrò un ritorno, in entrambi i casi. Questo si chiama "rischio d'impresa".A questo punto del discorso una persona matura e responsabile dovrebbe aver capito che mangiare i pomodori o guardare il film, senza pagare, è una azione disonesta.Ora tu mi chiedi cosa, come colpire i disonesti? Le leggi sono inefficaci?Beh, le leggi si adeguano in base alla loro efficacia (o inefficacia).Giusto per fare un esempio, nella seconda metà del 1800 in America del nord scorazzavano bande di delinquenti, che si facevano beffe della Legge. Si è quindi arrivati alle taglie, soldi in cambio del delinquente, vivo o morto non aveva importanza. E il problema fu risolto. Non del tutto, ovviamente, ma riportato sotto un limite accettabile, oggi gestito da polizie, tribunali e carceri.Naturalmente è solo un esempio, ma fa capire che non ci sono limiti a dove può arrivare la Legge (e, oggi, dove non arriva la Legge arrivano i servizi segreti, che risolvono anche i problemi più "irrisolvibili", per cui l'ipotetico sito pernicioso ospitato in qualche "paradiso" informatico si fa saltare in aria, senza troppa pubblicità, e tanti saluti).Ti dico comunque che io non approvo l'uso della violenza, io sono per soluzioni pacifiche: bisogna inculcare alla gente, da piccoli, il valore dell'onestà. Oggi purtroppo sta arrivando in età adulta una generazione di persone senza valori, egoiste, senza alcun rispetto per il prossimo, persone pratiche di violenza (grazie anche ai videogiochi dove si ammazzano persone come si ammazzano i polli negli allevamenti) ma al tempo stesso deboli, quindi ci saranno tempi difficili.
            A suon di leggi? Il risultato ottenuto è sotto
            gli occhi di
            tutti.Purtroppo.
          • Passante scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Phronesis

            - Scritto da: ruppolo


            Come i relativi pirati.



            Si ok, ma parliamo da adulti ti va?
            Parlare da adulti non significa nulla, bisogna
            parlare da persone mature e
            responsabili.

            Come credi di imporre, stravolgendo ragione,

            logica etica e buon senso, un valore ad una

            copia?

            Iniziando dalla scuola a insegnare cos'è l'etica
            e il suo
            valore.

            Poi farei una serie di esempi pratici, anche come
            insegnamento per gli adulti (che oggi sono peggio
            dei loro
            figli).

            Esempi tipo questo: acquisti un piccolo campo (il
            più piccolo che trovi), poi vai a comprare una
            zappa e del letame, smuovi un po' di terra, ci
            metti un po' di concime, semini 1 seme di
            pomodoro. Lo bagni regolarmente quando non piove.
            Nel frattempo prepari una piccola rete
            antigrandine, non si sa mai (quindi vai a
            comprare rete, fil di ferro, paletti, martello...
            gli attrezzi che servono. Ad un certo punto la
            piantina avrà bisogno del verderame, per evitare
            muffe e parassiti. Quindi compri il verderame e
            la pompetta per spruzzarlo, prepari la miscela e
            spruzzi. Poi periodicamente togli l'erba,
            altrimenti questa si mangia il nutrimento
            riservato alla pianta di pomodoro. Continui a
            bagnare. I giorni passano, nel frattempo tu devi
            vivere: mangiare, bollette, auto... le solite
            cose che ben conosciamo. Viene il momento di
            raccogliere (sempre che la pianta non sia morta o
            qualcuno non abbia rubato i pomodori... qualche
            rischio, insomma) e raccogli 5 bei
            pomodori.
            Ora viene il momento di venderli: quanto vuoi?
            Speri di poter guadagnare qualcosa? Quanto hai
            speso in tutto?Il materiale per avere una copia della pianta, direi esempio perfetto.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Ruppolo e un pirate haters, non è obbiettivo :D
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ruppolo
            Iniziando dalla scuola a insegnare cos'è l'etica
            e il suo valore.http://www.massadimaremma.it/wp-content/uploads/2014/01/scambio-figurine.jpgQuesta è l'etica che viene giustamente insegnata.Ciò che acquisto ne faccio quello che voglio, la Panini lo sa e le sta bene (lo scrivono pure) nonostante potrebbero scrivere ridicole stupidaggini (che nessuno seguirebbe) del tipo "le figurine che hai preso non sono davvero tue, rimangono della Panini e non le puoi scambiare né cedere né regalare a nessuno perché ognuno deve pagare i soldi a noi e se lo fai tu sei un ladro" perché è esattamente questo che dicono le major e i videotechini vari.FORTUNATAMENTE da bambini ci viene insegnato a condividere ciò che abbiamo. Ai miei tempi ci si doppiava le cassette del Commodore 64 (già piratate di loro) con due registratori e questo quihttp://www.bertinettobartolomeodavide.it/programmazione/commodore64/museo/duplicatorecassette/duplicatorecassette.htmlIl farlo in forma digitale è soltanto la sua evoluzione. Così come il condividere con molte più persone contemporaneamente. Prima si conosceva solo i compagni di scuola, al limite l'oratorio per chi (non io) lo frequentava, i parenti e poco altro.Oggi sui social network si hanno centinaia se non migliaia di amici...
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Ciao.Ho letto il tuo commento ieri, non sapevo davvero se rispondere.Ho detto a me stesso che non era giusto partire prevenuto e quindi eccomi.- Scritto da: ruppolo
            Parlare da adulti non significa nulla, bisogna
            parlare da persone mature e
            responsabili.Ossia parlare da adulti.Parlare da persone mature e responsabili vuol dire non incaponirsi a vedere le copie di un bene virtuale come il furto dei pomodi, accettare che non è così per le leggi della fisica.Vuol dire fare esempi del pomodoro solo quando i pomodori saranno duplicabili a costi irrisori.Parlare di mercato e economia non di un principio, che non mi stancherò mai di ricordarlo è stato introdotto artificiosamente.


            Come credi di imporre, stravolgendo ragione,

            logica etica e buon senso, un valore ad una

            copia?

            Iniziando dalla scuola a insegnare cos'è l'etica
            e il suo
            valore.L'etica non è la morale, non è la tuo o lamia morale, l'etica è la morale guidata dalla ragione.cito: << L'etica (dal greco antico εθος (o ήθος)[1], èthos, "carattere", "comportamento", "costume", "consuetudine") è un ramo della filosofia che studia i fondamenti oggettivi e razionali che permettono di assegnare ai comportamenti umani uno status deontologico ovvero distinguerli in buoni, giusti, moralmente leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti cattivi o moralmente inappropriati.

            Copiare un film dalla popolazione mondiale non è ritenuto eticamente disdicevole che tu lo accetti o meno, le major lo sanno e il 3d a cui rispondi inizia facendo notare che iniziano anche a dirlo.

            Poi farei una serie di esempi pratici, anche come
            insegnamento per gli adulti (che oggi sono peggio
            dei loro
            figli).L'esempio pratico deve essere attinente, altrimenti è come spiegare ad un bambino il sesso usando la cicogna o il cavolo.
            Questo esempio fa capire che il costo di un
            prodotto è gravato da una serie di costi che si
            possono sopportare solo se la produzione viene
            effettuata su numeri maggiori.Come vedi la conclusione che trai è errata (la realtà dei fatti è diversa) poichè non applicabile al contesto, visto che le premesse sono errate poichè non applicabili al contesto.Nei fatti:I film più scaricati e più costosi (avatar) sono quelli con maggiore incasso, anche film adeguatamente scaricati ma di minor costo (lego movies) sono stati ampiamente ripagati.

            A suon di leggi? Il risultato ottenuto è
            sotto

            gli occhi di

            tutti.

            Purtroppo.Magari si insegnasse l'educazione civica* i cittadini sarebbero più responsabili, parteciperebbero allo stato e eviterebbero di accettare questa specie di oligarchia lobbistica su argomenti ben più importanti e fondamentali per la dignità umana che l'equo compenso.Parliamo da adulti ti va?*L'educazione civica è lo studio delle forme di governo di una cittadinanza, con particolare attenzione al ruolo dei cittadini, alla gestione e al modo di operare dello Stato.
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ruppolo
            Occhio che in entrambi i casi NESSUNO mi ha
            commissionato nulla: né i pomodori né il film.
            Sono io, produttore, che OFFRO la mia merce al
            mercato. E non posso offrire 5 pomodori a
            diecimila euro l'uno, né un film a 100 milioni di
            euro.
            In entrambi i casi ho lavorato e sostenuto delle
            spese, ovvero ho ANTICIPATO ciò che è servito per
            produrre, senza alcuna garanzia che avrò un
            ritorno, in entrambi i casi. Questo si chiama
            "rischio
            d'impresa".Esatto. E' un rischio che hai deciso di assumere.Hai speso dei soldi perchè pensavi che il business dei pomodori (o dei film) per come lo hai pensato ti fosse redditizio.Se non è redditizio è perchè hai concepito male il business.Ma ti dirò di + il business dei film è abbastanza redditizio.Qui si sta facendo della dietrologia su una redditività teorica che non trova riscontro all'atto pratico.

            A questo punto del discorso una persona matura e
            responsabile dovrebbe aver capito che mangiare i
            pomodori o guardare il film, senza pagare, è una
            azione
            disonesta.Se mangio i tuoi pomodori rubandoteli sicuramente.Se mangio i pomodori coltivati da me o chi per me, con i semi dei tuoi pomodori che qualcuno ha comprato invece no.Tu avevi 5 pomodori e ne hai venduto uno solo, e te l'hanno pagato.Chi ha pagato quel pomodoro ne ha preso i semi e ce li ha distribuiti.Tutti abbiamo mangiato pomodori ma a te non è stato tolto nulla.Di che ti lagni?Del fatto che no nti conviene?Bene se ne sei convinto, fa qualcos'altro.

            Ora tu mi chiedi cosa, come colpire i disonesti?
            Le leggi sono
            inefficaci?Nello specifico del copyright non sono inefficaci, sono sbagliate.Inefficace è il modo in cui vengono applicate.

            Beh, le leggi si adeguano in base alla loro
            efficacia (o
            inefficacia).Le leggi esprimono un principio, prima di ogni altra cosa.Distorcerle pro domo di qualcuno è distorcerne i principi, i cardini stessi del patto sociale.Sei sicuro di voler distruggere i valori dello stato per garantirti la vendita di 4 micragnosi pomodori?
            persone pratiche di violenza (grazie
            anche ai videogiochi dove si ammazzano persone
            come si ammazzano i polli negli allevamenti) Ma per favore questi sono ragionamenti reazionari e da psicologia for dummies già dimostrati come palesemente errati 30/40 anni fa.Sono abbastanza vecchio da ricordare la crociata anti robottoni giapponesi perchè secondo qualche psicologo da salotto bene fomentavano la violenza.Adesso ve la prendete con i videogiochi, che stupidaggine.Se i giovani non hanno valori è perchè i loro genitori sono assenti impegnati a distruggere il buon senso per vendere 4 pomodori clonati all'infinito e fare soldi senza lavorare.Ai giovani manca il buon esempio, e sono ragionamenti come il tuo ad essere quello cattivo.
          • cicciobello scrive:
            Re: Mi sbagliavo

            Iniziando dalla scuola a insegnare cos'è l'etica
            e il suo
            valore.E credi che sia facile insegnare un concetto "innaturale" come il copyright a dei bambini? Come lo insegneresti?

            Poi farei una serie di esempi pratici, anche come
            insegnamento per gli adulti (che oggi sono peggio
            dei loro
            figli).

            Esempi tipo questo: acquisti un piccolo campo (il
            più piccolo che trovi), poi vai a comprare una
            zappa e del letame, smuovi un po' di terra, ci
            metti un po' di concime, semini 1 seme di
            pomodoro. ......
            Ora viene il momento di venderli: quanto vuoi?
            Speri di poter guadagnare qualcosa? Quanto hai
            speso in
            tutto?Ok: ora ti faccio una obiezione che potrebbe farti anche un bambino di 5 anni in una scuola:Se io entro nel tuo campo e ti rubo un pomodoro, sono un ladro.Ma se io compro un tuo pomodoro, lo apro, tolgo i semi e li pianto sul mio davanzale, e poi regalo (o vendo) i pomodori che crescono lì, faccio la stessa cosa che hai fatto tu, quindi faccio bene.Quindi se tu mi vendi un dvd, e io faccio la copia con il mio masterizzatore, è come se avessi seminato il tuo pomodoro.Come rispondi a questo? E non venire a dire "la legge non dice così"... un bambino (e anche un adulto) ti direbbe "allora la legge è sbagliata" (e tu stesso hai ammesso che la legge non basta, che vuoi educare, quindi non puoi citare la legge, devi citare i MOTIVI per cui esiste tale legge)

            Ora tu mi chiedi cosa, come colpire i disonesti?
            Le leggi sono
            inefficaci?

            Beh, le leggi si adeguano in base alla loro
            efficacia (o
            inefficacia).
            Giusto per fare un esempio, nella seconda metà
            del 1800 in America del nord scorazzavano bande
            di delinquenti, che si facevano beffe della
            Legge. Si è quindi arrivati alle taglie, soldi in
            cambio del delinquente, vivo o morto non aveva
            importanza. E il problema fu risolto. Non del
            tutto, ovviamente, ma riportato sotto un limite
            accettabile, oggi gestito da polizie, tribunali e
            carceri.Davvero?Le taglie sono state introdotte in tale perido (1830-1850):http://en.wikipedia.org/wiki/Bounty_%28reward%29#Historical_examples(a volte anche su base razziale: si incassavano taglie per aver ucciso i nativi americani... avere la pelle rossa era automaticamente un crimine?)E la criminalità non è scesa, anzi, è salita:[img]http://econlog.econlib.org/crime.jpg[/img]Si vede un picco di crescita subito dopo il 1850... in un trend che era in <i
            discesa </i
            ! In altre parole: la criminalità stava scendendo per conto suo... e l'introduzione delle taglie l'ha fatta <i
            aumentare </i
            .

            Ti dico comunque che io non approvo l'uso della
            violenza, io sono per soluzioni pacifiche:
            bisogna inculcare alla gente, da piccoli, il
            valore dell'onestà.Appunto: e, partendo dal tuo stesso esempio dei pomodori, ti ho mostrato come verrebbe percepito (da bambini, ma anche da adulti) il concetto di fare le copie: onesto, esattamente quanto quello di chi ha coltivato i pomodori.Quindi, torniamo al punto di partenza: vuoi educare la gente fin da piccola? Benissimo: ipotizziamo che ti invitino a tenere una conferenza in una scuola (diciamo una scuola media, tanto per fare un esempio): puoi parlare, ma gli alunni possono alzare la mano e fare domande; ovviamente, non puoi tirare sberle (finiresti immediatamente in carcere per maltrattamenti di minorenne).Il professore ti introduce:"Ragazzi, oggi è qui con noi Roberto Ruppolo, che vi terrà una lezione sull'uso responsabile dei computer e di internet. Prego, signor Ruppolo..."Tocca a te, ora: cosa dici?
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ruppolo
            Esempi tipo questo: acquisti un piccolo campo (il
            più piccolo che trovi), [...]
            Ora viene il momento di venderli: quanto vuoi?
            Speri di poter guadagnare qualcosa? Quanto hai
            speso in
            tutto?

            Parliamo ora di un film: se vendessi IL film, che
            è UNO, quello che ho prodotto, mi ritroverei lo
            stesso problema della singola pianta di pomodori:
            una montagna di costi su tale prodotto, quindi
            nessuno lo comprerebbe. Come posso quindi vendere
            questo film ad un prezzo accettabile, pagarmi le
            spese e guadagnare soldi? Non ci sono molti modi:
            chiedere un tot ad ogni visione, o ad ogni copia.
            Anche qui con il rischio di non riuscire
            nell'impresa.I due esempi non coincidono per niente: da un lato hai un bene materiale mentre dall'altro un bene immateriale.Avresti dovuto ragionare in questi termini, invece:Ho impiegato X anni e Y euro per ottenere la mia vigna con delle particolarità altamente specifiche.Questa vigna ha quindi un valore piuttosto elevato.Vendo l'uva.Tu me ne acquisti 1Kg, la mangi (ne usufruisci) e poi i semi li pianti nel tuo orto. Le prossime N generazioni te le mangerai senza tornare da me ad acquistare uva (principio della copia ad uso privato).Conseguenza collaterale: ti viene a trovare un amico e assaggia la tua (mia) uva. Gli piace e tu gli doni qualche seme. Lo stesso fa lui con semi di piante sue (principio di condivisione - copia tra N individui).Domanda: ipotizzando che sia materialmente impossibile rendere l'uva sterile, io produttore originario come ne esco? Come posso garantirmi un ritorno dell'investimento?Unica soluzione possibile: convincere tutti che lo scambio dei semi è furto, è reato.
        • Ubunto scrive:
          Re: Mi sbagliavo
          - Scritto da: ThEnOra
          L'industria del cinema non è quella della musica.
          Non confondere gli
          attori.
          --------------------------------------------------
          Modificato dall' autore il 05 marzo 2014 19.15
          --------------------------------------------------L'industria no, i "mecenati" sì.
      • Phronesis scrive:
        Re: Mi sbagliavo
        - Scritto da: Sg@bbio
        Ma tu guarda! Hanno capito che fare leggi
        liberticide, chiedere miliardi di dollari di
        risarcimento ad una madre single per 24 brani e
        altre cosi poco carini, fa male ai loro affari...
        Non l'avrei mai detto, guarda!
        :DCiao Sg@bbio.A me ha fatto sorridere che le parole i termini e i concetti usati sono estremamente simili a quelli usati da chi è indicato come "scaricone" :)
    • ThEnOra scrive:
      Re: Mi sbagliavo
      In realtà la "lotta alla pirateria" che si fa in Italia è nei confronti degli "intermediari" ossia contro coloro che lucrano sulla pirateria. Non ho mai sentito di casi contro l'utente finale, almeno dall'Italia (es. caso Peppermint).
      • Phronesis scrive:
        Re: Mi sbagliavo
        - Scritto da: ThEnOra
        In realtà la "lotta alla pirateria" che si fa in
        Italia è nei confronti degli "intermediari" ossia
        contro coloro che lucrano sulla pirateria. Non ho
        mai sentito di casi contro l'utente finale,
        almeno dall'Italia (es. caso
        Peppermint).Si ok, comprendo e capisco il tuo punto di vista.L'articolo che linkavo è con un metro così rigido anche OT con l'articolo.Volevo in realtà sottolineare un concetto, ossia che la pirateria digitale (streaming e download), analizzando il fenomeno da un punto di vista pratico è semplicemente un mercato a cui non viene data una adeguata risposta e proposta commerciale, lo sanno praticamente tutti oramai (escluso forse chi continua ad associare la pirateria al furto).Se volessero smettere di "far ingrassare" gli "intermediari" illeciti, al posto di usare queste "manovre di dubbia utilità" basterebbe proporre legalmente quello che tutti cercano.Tempo a dietro feci su questo forum una bella discussione con un utente di nome cicciobello sul valore della copia.La copia nella storia delle arti e dei mestieri non ha mai avuto valore intrinseco per nessuno. Può dargli un prezzo ma non è detto che questo gli dia valore. Tutti cercano un servizio o vogliono comprare l'unicità dell'originale.Aggiungici che il proibizionismo se c'è la domanda non ha mai portato a risolvere il problema.
        • ThEnOra scrive:
          Re: Mi sbagliavo
          - Scritto da: Phronesis
          - Scritto da: ThEnOra

          In realtà la "lotta alla pirateria" che si fa in

          Italia è nei confronti degli "intermediari"
          ossia

          contro coloro che lucrano sulla pirateria. Non
          ho

          mai sentito di casi contro l'utente finale,

          almeno dall'Italia (es. caso

          Peppermint).

          Si ok, comprendo e capisco il tuo punto di vista.
          Questo è il punto di vista dell'industria.Non si può pretendere che un soggetto privato investa ben sapendo che, seppur a livello normativo esistano strumenti di repressione del fenomeno, non avrà nessun tipo di tutela effettiva.Cambiando ambito, vedo molte aziende estere interessate ad acquisire società italiane, ben conoscendo la lentezza della giustizia e di tutti gli oneri burocratici che dovrebbero affrontare: gli chiedo quindi perchè comprano qui? Mi rispondono tutti che l'attrativa delle aziende italiane non sta nel "sistema paese" ma nel valore dell'azienda stessa, e quindi della strategicità che l'acquisizione comporterebbe.Nell'industria dell'intrattenimento oggi avviene la stessa cosa: puntano sul sicuro e osano di meno.Noi utenti ci stiamo veramente guadagnando?Di certo, oggi si può spendere di meno :D
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            Questo è il punto di vista dell'industria.Non concordo.Questo è il punto di vista a cui tu vuoi dar credito.La verità (i fatti) sono unici, i punti di vista molteplici, dare credito ad uno o ad un altro dipende da tanti fattori personali, come informazione, cultura personale, logica etica etc.

            Non si può pretendere che un soggetto privato
            investa ben sapendo che, seppur a livello
            normativo esistano strumenti di repressione del
            fenomeno, non avrà nessun tipo di tutela
            effettiva.Vedi?Nessuno pretende questo. I film sono prodotti e ripagati perchè il mercato esiste ed è florido.Qui si parla di un altro mercato a cui non viene data una vera attenzione commerciale perchè vogliono chiuderlo e controllarlo.

            Cambiando ambito, vedo molte aziende estere
            interessate ad acquisire società italiane, ben
            conoscendo la lentezza della giustizia e di tutti
            gli oneri burocratici che dovrebbero affrontare:
            gli chiedo quindi perchè comprano qui? Mi
            rispondono tutti che l'attrativa delle aziende
            italiane non sta nel "sistema paese" ma nel
            valore dell'azienda stessa, e quindi della
            strategicità che l'acquisizione
            comporterebbe.
            Nell'industria dell'intrattenimento oggi avviene
            la stessa cosa: puntano sul sicuro e osano di
            meno.

            Noi utenti ci stiamo veramente guadagnando?
            Di certo, oggi si può spendere di meno :DNon cambiamo ambito "non mi gingillo con situazioni ipotetiche il mondo e gia abbastanza seccante così com'è" cit da "Il Grinta 2010 fratelli Coen".Puntano al sicuro e osano di meno poichè c'è un appiattimento culturale voluto da loro, hanno compreso che le meteore alla Twilight sono mercificabile molto meglio e sono più fruttuose di un pulp fiction poiché attori, registi, scenografi sono tutti sostituibili e possono essere presi di bassa lega.Ed è proprio questo che fanno oggi le industrie producono valore fittizio grazie ad un impoverimento culturale da loro voluto ed incentivato.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Phronesis
            - Scritto da: ThEnOra

            Questo è il punto di vista dell'industria.

            Non concordo.Mi presento. Io sono l'industria.

            Vedi?
            Nessuno pretende questo. I film sono prodotti e
            ripagati perchè il mercato esiste ed è
            florido.Florido? Non direi, ne dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Lo sostieni pure tu dopo.

            Non cambiamo ambito "non mi gingillo con
            situazioni ipotetiche il mondo e gia abbastanza
            seccante così com'è" cit da "Il Grinta 2010
            fratelli
            Coen".Cit. carina! :)Ringraziami che te l'ho conXXXXX! :D
            Puntano al sicuro e osano di meno poichè c'è un
            appiattimento culturale voluto da loro, hanno
            compreso che le meteore alla Twilight sono
            mercificabile molto meglio e sono più fruttuose
            di un pulp fiction poiché attori, registi,
            scenografi sono tutti sostituibili e possono
            essere presi di bassa
            lega.

            Ed è proprio questo che fanno oggi le industrie
            producono valore fittizio grazie ad un
            impoverimento culturale da loro voluto ed
            incentivato.Vedi? Solo l'ultimo punto non è corretto: è la conseguenza della pirateria. No sicurezza dell'investimento? = non osano = puntano sul sicuro = minore pluralità = peggior qualità = etc...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Se fosse vero quello che dici....
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Beh, non ci vuole molto a giungere a questa conclusione.Alla fine cià che conta sono i soldi, dunque?
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Phronesis

            - Scritto da: ThEnOra


            Questo è il punto di vista
            dell'industria.



            Non concordo.

            Mi presento. Io sono l'industria.Faccio parlare Bennato[yt]http://www.youtube.com/watch?v=Pa6-2YTFL1E [/yt]
            Florido? Non direi, ne dal punto di vista
            quantitativo che qualitativo. Lo sostieni pure tu
            dopo.Basta vedere i botteghini e confrontarli con i film più piratati.Ammettilo dai ... e dai... è lenitiva la verità :p
            Lo sostieni pure tu
            dopo.No, io dico che è in maggioranza scialbo culturalmente, ed è colpa dell'industria che vuole fare solo utili e non cultura, pensavo di essermi espresso correttamente :)I maggiori utili si fanno con cosucce commerciali, poichè abbatti i costi.Cosa citiamo il cinepanettone oppure le saghe per teenager americane?

            Cit. carina! :)
            Ringraziami che te l'ho conXXXXX! :D ;) anche se sai ... a rigor di legge la citazione è consentita.
            Vedi? Solo l'ultimo punto non è corretto: è la
            conseguenza della pirateria. No sicurezza
            dell'investimento? = non osano = puntano sul
            sicuro = minore pluralità = peggior qualità =
            etc...Ma dai, rispondi ad un messaggio che nel primo link porta l'intervista ad un rappresentante dell'industria che ammette che la pirateria porta a vedere più film al cinema e a comprare più supporti.Facciamo così siamo d'accordo di essere in disaccordo...Ciao ciao :)
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Phronesis
            Faccio parlare Bennato
            [yt]http://www.youtube.com/watch?v=Pa6-2YTFL1E[/yt]se non il tag non lo prende. link:http://www.youtube.com/watch?v=Pa6-2YTFL1E
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Phronesis

            Ma dai, rispondi ad un messaggio che nel primo
            link porta l'intervista ad un rappresentante
            dell'industria che ammette che la pirateria porta
            a vedere più film al cinema e a comprare più
            supporti.
            Facciamo così siamo d'accordo di essere in
            disaccordo...

            Ciao ciao :)Io rispondevo al tuo post, mica all'articolo.Poi stai parlando di chi sostenva il contrario qualche anno fa, dunque, ti fidi delle loro balle marketing pur di vendere qualcosa di più?Se oggi si punta sul "commercialmente assicurato", un motivo ci sarà? No?Da come la racconti te sembra quasi che la pirateria sia stata voluta da noi!
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Phronesis



            Ma dai, rispondi ad un messaggio che nel
            primo

            link porta l'intervista ad un rappresentante

            dell'industria che ammette che la pirateria
            porta

            a vedere più film al cinema e a comprare più

            supporti.

            Facciamo così siamo d'accordo di essere in

            disaccordo...



            Ciao ciao :)

            Io rispondevo al tuo post, mica all'articolo.
            Poi stai parlando di chi sostenva il contrario
            qualche anno fa, dunque, ti fidi delle loro balle
            marketing pur di vendere qualcosa di
            più?
            Se oggi si punta sul "commercialmente
            assicurato", un motivo ci sarà?
            No?

            Da come la racconti te sembra quasi che la
            pirateria sia stata voluta da
            noi!Ora, senza offesa, ma non credo che tu sia rappresentativo dell'industria cinematografica o musicale.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: dont feed the troll - Back Again

            Ora, senza offesa, ma non credo che tu sia
            rappresentativo dell'industria cinematografica o
            musicale.Esatto: rappresento anche dell'industria videoludica, del software aziendale e dell'editoria.
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: dont feed the troll - Back Again



            Ora, senza offesa, ma non credo che tu sia

            rappresentativo dell'industria
            cinematografica
            o

            musicale.

            Esatto: rappresento anche dell'industria
            videoludica, del software aziendale e
            dell'editoria.Ergo sei un "distributore", non un produttore (in tutti i sensi del termine), proprio la categoria che la modernità va ad eliminare, pirateria o no.(Tra l'altro supponiamo per un attimo che tu effettivamente sia un produttore di tutte queste cose, come potrebbe la tua opinione rappresentare tutta la categoria? Sei stato eletto portavoce? Hai fatto un sondaggio tra i tuoi colleghi e vieni qui a rappresentarne una sintesi? Non è come minimo presuntuoso considerare le proprie opinioni rappresentative di quelle di una intera categoria?)
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Ps. Scusa se insisto, ma sei il presidente di una qualche società di distribuzione/produzione? Un mero dirigente? Un operaio?Insomma chi sei? (Chi credi di essere lo abbiamo già capito)
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            Io rispondevo al tuo post, mica all'articolo.
            Poi stai parlando di chi sostenva il contrario
            qualche anno fa, dunque, ti fidi delle loro balle
            marketing pur di vendere qualcosa di
            più?Ciao.In primis, credevo mi trollassi dicendo che eri l'industria.Quindi avevo alleggerito il discorso.Sono molto interessato invece a parlare con un rappresentante dell'industria.Benchè rappresentante dell'industri vuol dire poco (sarebbe interessante capire se produttore, editore, artista o tecnico di sostegno) ci sono alcuni aspetti generici che si possono estendere a tutta la filiera.
            Se oggi si punta sul "commercialmente
            assicurato", un motivo ci sarà?
            No?Il motivo c'è, e te l'ho ampiamente spiegato. Evidentemente è, per i tuoi ragionamenti, incomprensibile.Riprovo poiché potrei essere stato io a non sapermi correttamente esprimere.Non creare più Artisti con la A maiuscola e Miti con la M minuscola è un ottimo modo per abbattere, annullare, annichilire il potere contrattuale dell'artista (regista compositore, musicista, attore) da parte di chi gestisce i diritti di tali Artisti.La meteora, il cosi detto "tormentone" (che sia il pulcino pio o altro) permette all'industria di racimolare soldi ma tenere a stecchetto l'artista (con la a minuscola) poichè se l'estate successiva non si presta alle regole contrattuali imposte non produce danno agli editori, poichè si utilizza un altra sciampista tettona o un altro fusto belloccio e lo si fa cantare l'ennesimo tormentone.Andate da XXXXXXX (benchè pop, un mito) a dirgli che gli date lo 0.1% degli incassi e che deve cedervi i ricavi del live televisivo, e poi ditemi cosa i suoi avvocati vi hanno detto dopo aver smesso di ridere.Adesso è più chiaro?L'appiattimento commerciale è solo a vantaggio dell'industria non dell'artista o della cultura.
            Da come la racconti te sembra quasi che la
            pirateria sia stata voluta da
            noi!Visto che ci piacciono le citazioni << Riempi quella borsa

            << Le scommesse sono cancellate.

            << Non sono venuto qui per fare una scommessa di merdà!

            << Mi fa molto piacere, ma tutte ... le scommesse ... sono ... cancellate.Se le scommesse sono cancellate non ci possono essere soldi, giusto.?!

            << No XXXXX io non la bevo!

            << Bhe tanto meglio, perchè io non te la sto servendo, è un dato di fatto!

            Snatch - 2000 - Guy Ritchie.Solo perché ti ostini a credere (non so se per professione o per retaggio culturale o per miopia) che la pirateria ha in qualche modo a che vedere con la qualità di ciò che si scarica non è detto che sia così.è una forma di mercato, un commercio che non implica la qualità della merce scambiata, smettila di mischiare i discorsi.Ora ti (vi) invito a cominciare a comprendere che la realtà è cambiata, dovete cominciare a cambiare anche voi.Quando dico che la realtà è cambiata non intendo la percezione della realtà intendo proprio la realtà.Il sevizio che svolgevano le videoteche e i supporti oramai è inutile, anacronistico.Neanche prima le persone avevano la percezione di comprare una copia o una licenza, compravano un servizio ed erano "felici" di pagarlo.Voi vi siete convinti (chissà come tra l'altro) che si poteva vendere una copia o una licenza, ma il CD per le persone era un servizio, un backup fisico che gli dava la possibilità di ascoltare la musica quando e quanto volevano.Oggi quel servizio è inutile, quindi non è un servizio per il cliente che non lo vuole pagare.Inoltre Voi togliete anche i vantaggi del vecchio servizio (la proprietà fisica del supporto con la conseguente rivedibilità o cessione).Evidentemente pensate che la montagna del sapone sia più grande di quel che è.Non conosco il tuo livello di rappresentanza ma se puoi porta il messaggio ad altri.La SIAE nella sua attuale incarnazione è un danno per l'arte in generale.Magari tu fossi il Sig.Gino Paoli (anche se è stato un Artista benchè non trai miei preferiti) sarei curioso di chiederli come mai nella SIAE il voto decisionale ha più peso se sei più ricco?Secondo quale criterio culturale (si parla di un punto ogni euro incassato, è corretto?) chi più incassa ha più potere?è vero che per votare bisogna recarsi a Roma? e se si come fa un piccolo artista siciliano o veneto a sobbarcarsi la spesa se sa che il suo voto è un millesimo in confronto a quello di gente che forse ORA non produce neanche più brani o film?Come fa un artista emergente anche se fosse il nuovo Johann Sebastian Bach ad avere incassi pari a chi anche producendo canzonette è sul mercato da più tempo? Per quale assurdo motivo lo sfruttamento commerciale dell'artista non decade con la sua morte? finanziare il figlio o il nipote che può fare dal carpentiere al notaio, come si inquadra nel concetto di ausilio alla cultura?Quindi se volete riformarvi e riformare vedrete che c'è un nuovo mercato da aggredire (streaming e donwload), e ne troverete come me i metodi per penetrarlo con la differenza che voi ne avete anche il potere, altrimenti nascondervi biecamente dietro la cultura (nota a margina anche se le casse languono con l'equo compenso salvate una tantum un teatro) purtroppo però verrete visti per quel che siete, sfruttatori commerciali.Aggiungo un tassello è termino.La Pirateria (con la p maiuscola) non esiste già più.C'è lo streming in qualità degradata (che per la media è un miglior servizio rispetto al download e allo stoccaggio - come vedi si parla sempre di servizi- ) non insistete troppo con manovre di dubbia utilità perchè se spingete alla Pirateria seria la maggior parte delle persone Torrent+HD.plus perdete credibilità e mercato.PSPiacere personale.Ditelo ai piccoli bottegai che li avreste comunque fagocitati e scaricati con un calcio nel sedere, almeno non si sentono in dovere di difendervi.Fammi sapere.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Phronesis

            Sono molto interessato invece a parlare con un
            rappresentante
            dell'industria.
            Benchè rappresentante dell'industri vuol dire
            poco (sarebbe interessante capire se produttore,
            editore, artista o tecnico di sostegno) ci sono
            alcuni aspetti generici che si possono estendere
            a tutta la
            filiera.Rappresentante dell'industria vuol dire che rappresento sia i produttori, editori, artisti, etc... ovviamente rappresento le posizioni prevalenti e non quelle marginali.

            Se oggi si punta sul "commercialmente

            assicurato", un motivo ci sarà?

            No?

            Il motivo c'è, e te l'ho ampiamente spiegato.
            Evidentemente è, per i tuoi ragionamenti,
            incomprensibile.Tu mi hai proposto una tua analisi. Io ti propongo un fatto.
            Riprovo poiché potrei essere stato io a non
            sapermi correttamente
            esprimere.

            Non creare più Artisti con la A maiuscola e Miti
            con la M minuscola è un ottimo modo per
            abbattere, annullare, annichilire il potere
            contrattuale dell'artista (regista compositore,
            musicista, attore) da parte di chi gestisce i
            diritti di tali
            Artisti.Ti sei espresso bene ma sostenere che lo stato delle cose è tale perchè voluto da noi, è una conclusione errata. Punto. La questione è meramente economica, se non lo fosse, e per il tuo ragionamento, oggi avremmo più artisti (i cui contratti fanno schifo), più produzioni cinematrografiche di bassa lega, più di tutto, però qualitativamente inferiore.
            La SIAE nella sua attuale incarnazione è un danno
            per l'arte in
            generale.Pienamente d'accordo. Per come è oggi, in Italia, non ha ragione d'esseree deve essere subito riformato... speriamo in questo governo!
            PS
            Piacere personale.
            Ditelo ai piccoli bottegai che li avreste
            comunque fagocitati e scaricati con un calcio nel
            sedere, almeno non si sentono in dovere di
            difendervi.

            Fammi sapere.In verità ci faceva comodo averli! Tu stesso ammetti il loro essere anacronistico... la pirateria ha accelerato, direi vorticosamente, la loro estinzione... eppure tutt'oggi esistono ancora commercianti che vendono ghiaccio!
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Phronesis



            Sono molto interessato invece a parlare con
            un

            rappresentante

            dell'industria.

            Benchè rappresentante dell'industri vuol dire

            poco (sarebbe interessante capire se
            produttore,

            editore, artista o tecnico di sostegno) ci
            sono

            alcuni aspetti generici che si possono
            estendere

            a tutta la

            filiera.

            Rappresentante dell'industria vuol dire che
            rappresento sia i produttori, editori, artisti,
            etc... ovviamente rappresento le posizioni
            prevalenti e non quelle
            marginali.A quale e con quale titolo?
          • Phronesis scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            Ciao.- Scritto da: ThEnOra
            Tu mi hai proposto una tua analisi. Io ti
            propongo un
            fatto.

            La questione è meramente economica, se non lo
            fosse, e per il tuo ragionamento, oggi avremmo
            più artisti (i cui contratti fanno schifo), più
            produzioni cinematrografiche di bassa lega, più
            di tutto, però qualitativamente
            inferiore.Ma perchè scusa, non è così?Fammi comprendere bene, tu dici che la mia conclusione è errata poichè altrimenti avremmo più (immagino che il più sia da intendere come la maggior parte) produzioni di bassa lega, avremmo gli artisti con contratti capestro (per esempio che prendono una misera parte dei proventi) avremmo un "racket" sulla diffusione via radio o televisiva ecc. ecc. ora mi chiedo e ti chiedo : << non è esattamente così?

            Quindi come fa la mia conclusione ad essere errata se rispecchia la realtà?
            Ti sei espresso bene ma sostenere che lo stato
            delle cose è tale perchè voluto da noi, è una
            conclusione errata. Punto.
            Per questo aspetto forse non dipende da te o dalla tua società, ma certamente la meteora e il tormentone è "incentivato" dalle major.Alla fine le major si sono ridotte ad essere grandi banche che vogliono un utile diretto ed immediato, se ne fregano dell'arte.Non per nulla i grandi registi cominciano a prodursi e a produrre da soli alcuni generi di nicchia (== non commerciale)


            La SIAE nella sua attuale incarnazione è un
            danno

            per l'arte in

            generale.

            Pienamente d'accordo. Per come è oggi, in Italia,
            non ha ragione
            d'essere
            e deve essere subito riformato... speriamo in
            questo
            governo!Almeno siamo d'accordo su qualcosa.Mi par di capire che tu non fai parte della SIAE, poichè la risposta altrimenti sarebbe stata diversa.Il governo può solo abolirla o renderla una delle tante agenzie aprendo concretamente il mercato all'Europa, una riforma concreta della siae deve partire dalla siae, ed è impensabile.- Scritto da: ThEnOra
            Rappresentante dell'industria vuol dire che
            rappresento sia i produttori, editori, artisti,
            etc... ovviamente rappresento le posizioni
            prevalenti e non quelle
            marginali.A questo punto svelaci l'arcano, di quale associazione fai parte?
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Phronesis
            Ciao.

            - Scritto da: ThEnOra

            Tu mi hai proposto una tua analisi. Io ti

            propongo un

            fatto.



            La questione è meramente economica, se non lo

            fosse, e per il tuo ragionamento, oggi
            avremmo

            più artisti (i cui contratti fanno schifo),
            più

            produzioni cinematrografiche di bassa lega,
            più

            di tutto, però qualitativamente

            inferiore.

            Ma perchè scusa, non è così?No, non lo è.Nel 2013 sono stati pubblicati meno film rispetto al 2012 e poi non mi risulta vi siano più artisti emergenti, year-over-year.Sul fronte qualitativo, credo non debba risponderti.
            Fammi comprendere bene, tu dici che la mia
            conclusione è errata poichè altrimenti avremmo
            più (immagino che il più sia da intendere come la
            maggior parte) produzioni di bassa lega, avremmo
            gli artisti con contratti capestro (per esempio
            che prendono una misera parte dei proventi)
            avremmo un "racket" sulla diffusione via radio o
            televisiva ecc. ecc. ora mi chiedo e ti chiedo
            :

            << non è esattamente così?

            Scusa, ma non è sempre stato così?
            Quindi come fa la mia conclusione ad essere
            errata se rispecchia la
            realtà?


            Ti sei espresso bene ma sostenere che lo
            stato

            delle cose è tale perchè voluto da noi, è una

            conclusione errata. Punto.



            Per questo aspetto forse non dipende da te o
            dalla tua società, ma certamente la meteora e il
            tormentone è "incentivato" dalle
            major.Si incentiva non la meteora, ma si segue l'investimento sicuro... se ancora non lo capisci...
            Alla fine le major si sono ridotte ad essere
            grandi banche che vogliono un utile diretto ed
            immediato, se ne fregano
            dell'arte.Prima erano "banchieri" con la passione dell'arte... ora non lo sono più!Sapete chi ringraziare.
            Non per nulla i grandi registi cominciano a
            prodursi e a produrre da soli alcuni generi di
            nicchia (== non
            commerciale)Già! Perchè investire!?!?
            A questo punto svelaci l'arcano, di quale
            associazione fai
            parte?Voi la chiamate "a delinquere" :D
          • krane scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Phronesis

            Ciao.

            Ma perchè scusa, non è così?
            No, non lo è.
            Nel 2013 sono stati pubblicati meno film rispetto
            al 2012 e poi non mi risulta vi siano più artisti
            emergenti, year-over-year.E come mai nel 2009 invece ne sono stati pubblicati ancora di meno ?http://www.mymovies.it/film/2012/1992 film prodotti nell'anno 2012http://www.mymovies.it/film/2011/2043 film prodotti nell'anno 2011http://www.mymovies.it/film/2010/1641 film prodotti nell'anno 2010http://www.mymovies.it/film/2009/1467 film prodotti nell'anno 2009
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: Phronesis


            Ciao.




            Ma perchè scusa, non è così?


            No, non lo è.

            Nel 2013 sono stati pubblicati meno film
            rispetto

            al 2012 e poi non mi risulta vi siano più
            artisti

            emergenti, year-over-year.

            E come mai nel 2009 invece ne sono stati
            pubblicati ancora di meno
            ?


            http://www.mymovies.it/film/2012/
            1992 film prodotti nell'anno 2012

            http://www.mymovies.it/film/2011/
            2043 film prodotti nell'anno 2011

            http://www.mymovies.it/film/2010/
            1641 film prodotti nell'anno 2010

            http://www.mymovies.it/film/2009/
            1467 film prodotti nell'anno 2009(rotfl) scusa ma almeno prendi i dati da IMDB (rotfl)
          • krane scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: ThEnOra


            - Scritto da: Phronesis



            Ciao.







            Ma perchè scusa, non è così?




            No, non lo è.


            Nel 2013 sono stati pubblicati meno film

            rispetto


            al 2012 e poi non mi risulta vi siano
            più

            artisti


            emergenti, year-over-year.



            E come mai nel 2009 invece ne sono stati

            pubblicati ancora di meno

            ?





            http://www.mymovies.it/film/2012/

            1992 film prodotti nell'anno 2012



            http://www.mymovies.it/film/2011/

            2043 film prodotti nell'anno 2011



            http://www.mymovies.it/film/2010/

            1641 film prodotti nell'anno 2010



            http://www.mymovies.it/film/2009/

            1467 film prodotti nell'anno 2009

            (rotfl) scusa ma almeno prendi i dati da IMDB
            (rotfl)Per prendere solo i film usa ?Ma non c'e' qualche statistica a livello mondiale ?
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            Voi la chiamate "a delinquere" :DAvremo pure noi le nostre buone ragioni, che un certo atteggiamento omertoso non aiuta a confutare.
          • Passante scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            Prima erano "banchieri" con la passione
            dell'arte... ora non lo sono
            più!
            Sapete chi ringraziare.Questa me la spieghi con qualche esempio ?Grazie.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: Passante
            - Scritto da: ThEnOra


            Prima erano "banchieri" con la passione

            dell'arte... ora non lo sono

            più!

            Sapete chi ringraziare.

            Questa me la spieghi con qualche esempio ?
            Grazie.Easy! Ora non pensano più all'arte!
          • Passante scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Passante

            - Scritto da: ThEnOra




            Prima erano "banchieri" con la passione


            dell'arte... ora non lo sono


            più!


            Sapete chi ringraziare.



            Questa me la spieghi con qualche esempio ?

            Grazie.

            Easy! Ora non pensano più all'arte!Intanto non li hai tirati fuori questi esempi, se poi mi vuoi dire che micale Jackson era arte e jovannotti no beh...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Mi sbagliavo
            - Scritto da: ThEnOra
            Prima erano "banchieri" con la passione
            dell'arte... ora non lo sono più!
            Sapete chi ringraziare.Prima quando? Perché io mi ricordo di molte schifezze fortemente pubblicizzate, in tutti i settori, anche nei decenni passati.
  • lorenzo scrive:
    Siamo messi male ...
    Poveri noi ... qualcuno spieghi a queste persone cosa e' internet e per quale scopo e' stata progettata in origine , forse capiranno che cercare di bloccare qualcosa progettato per non essere bloccato e' un non senso ! Sinceramente vorrei sapere quanto costano queste operazioni ... dato che quello che stanno facendo e' cercare di svuotare l'oceano con un colino o lo fanno apposta o sono molto malconsigliati , e pantalone paga! N.B. non e' una difesa alla pirateria ... e' una difesa ai portafogli dei cittadini italiani che pagano le tasse.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Siamo messi male ...
      Per il caso specifico, secondo me hanno speso poco o niente: qualche copia incolla su word, qualche whois, nessun ping, e poi via di fax.E' vero anche che in tutto questo tempo sprecato potevano fare di meglio... ma chi ha operato, MALE, dovrà pagare! Dovrebbero mandarlo a fare il piantone! E se dietro invece ci sta un'associazione di categoria, DEVE PAGARE I DANNI!!!Sarzana, fai qualcosa di utile per una volta tanto, vai a fondo della questione!
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Siamo messi male ...
        - Scritto da: ThEnOra
        Per il caso specifico, secondo me hanno speso
        poco o niente: qualche copia incolla su word,
        qualche whois, nessun ping, e poi via di
        fax.
        E' vero anche che in tutto questo tempo sprecato
        potevano fare di meglio... ma chi ha operato,
        MALE, dovrà pagare! Dovrebbero mandarlo a fare il
        piantone! E se dietro invece ci sta
        un'associazione di categoria, DEVE PAGARE I
        DANNI!!!

        Sarzana, fai qualcosa di utile per una volta
        tanto, vai a fondo della
        questione!E' sempre la prassi italiana: Usare i filtri a XXXXXXXm.
        • ThEnOra scrive:
          Re: Siamo messi male ...
          E dunque dico che è ora che chi sbaglia paghi, non sei d'accordo?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: ThEnOra
            E dunque dico che è ora che chi sbaglia paghi,
            non sei
            d'accordo?Visto che fanno una cosa al di fuori della legge...
          • ThEnOra scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: ThEnOra

            E dunque dico che è ora che chi sbaglia paghi,

            non sei

            d'accordo?

            Visto che fanno una cosa al di fuori della
            legge...Di certo non sottoscrivo questa tua affermazione (ti rammento che l'ordine era del GIP) anche perchè se fosse come dici tu, l'AIIP avrebbe già fatto ricorso al riesame... però è vero che i termini non sono ancora decorsi e forse lo faranno, ma non perchè l'illegalità del provvedimento, piuttosto punteranno sulla sproporzionalità della misura e sulla fragilità delle prove acquisite in fase d'indagine (che mi risulta non ve ne sia traccia!).Detto questo, deve pagare l'ufficiale/i che ha firmato la notizia di reato.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: ThEnOra
            Di certo non sottoscrivo questa tua affermazione
            (ti rammento che l'ordine era del GIP)A tutt'oggi (marzo 2014) nessuna legge italiana ammette l'ordine di modifica dei DNS (né pene per gli ISP che non provvedono a farlo) per i siti che non siano di scommesse/casinò o pedoXXXXXgrafici.Di conseguenza gli ordini effettuati dai vari giudici sono ILLEGALI per incompetenza territoriale in quanto agiscono al di fuori della legge (non sono siti di scommesse e non sono pedoXXXXXgrafici) per giustificare un sequestro di un qualcosa (un nome a dominio) situata al di fuori del territorio italiano e quindi fuori dalla giurisdizione nazionale.L'unica cosa che possono fare è chiamare tramite interpol o ambasciata la magistratura del Paese ospitante il dominio e far fare a loro i rilievi e le indagini del caso, sempre se tenere un sito di link sia illegale in quel Paese. E non lo è ovunque. Anzi, in alcuni Paesi (San Marino ad esempio) non è mai stata firmata alcuna convenzione internazionale sul copyright, quindi, anche fosse riconosciuto il concetto di copyright, vale solo per le opere create all'interno di quel Paese.Cioè a San Marino il copyright tecnicamente esiste, ma solo per le opere prodotte a San Marino. Quelle prodotte all'estero (Italia compresa) non sono riconosciute e quindi la loro copia è assolutamente lecita (infatti per anni hanno prodotto lì cd silver esattamente come facevano a HK e in Bulgaria).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 marzo 2014 02.47-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Siamo messi male ...

            A tutt'oggi (marzo 2014) nessuna legge italiana
            ammette l'ordine di modifica dei DNS (né pene per
            gli ISP che non provvedono a farlo) per i siti
            che non siano di scommesse/casinò o
            pedoXXXXXgrafici.Hai tirato in ballo tante volte questa pretesa regola; ogni volta ti dicevo che avevi torto, ma tu niente.Saresti così gentile da mostrare la norma precisa, così tutti possono vedere con i propri occhi su quali basi si forma tale convinzione?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Leguleio

            A tutt'oggi (marzo 2014) nessuna legge
            italiana

            ammette l'ordine di modifica dei DNS (né
            pene
            per

            gli ISP che non provvedono a farlo) per i
            siti

            che non siano di scommesse/casinò o

            pedoXXXXXgrafici.

            Hai tirato in ballo tante volte questa pretesa
            regola; ogni volta ti dicevo che avevi torto, ma
            tu niente.
            Saresti così gentile da mostrare la norma
            precisa, così tutti possono vedere con i propri
            occhi su quali basi si forma tale
            convinzione?Sei tu che sostieni l'esistenza di una legge che ammetta la censura tramite DNS e/o blocco IP per i siti che commettono violazione di copyright quindi sei tu che devi dimostrare che questa legge esiste. Io sostengo semplicemente che quella legge non esiste, di conseguenza sei tu a dover dimostrare che esiste.Ovviamente la legge che prevede il sequestro non equipara in alcun modo il sequestro alla censura: se così non fosse, non avrebbero dovuto fare una legge specifica per i siti di scommesse e i siti pedoXXXXXgrafici, sarebbe bastata la legislazione già esistente.Se poi tu, come i gip e i gup, come i preti, e come chiunque sostenga l'esistenza di qualcosa non dimostrabile, vuoi credere a ciò che non puoi dimostrare che esiste, sostenendo che esiste, è una tua libera scelta, ma non hai nessun diritto di imporre tale scelta a tutto il resto della popolazione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 marzo 2014 16.29-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Siamo messi male ...



            A tutt'oggi (marzo 2014) nessuna legge

            italiana


            ammette l'ordine di modifica dei DNS (né

            pene

            per


            gli ISP che non provvedono a farlo) per
            i

            siti


            che non siano di scommesse/casinò o


            pedoXXXXXgrafici.



            Hai tirato in ballo tante volte questa
            pretesa

            regola; ogni volta ti dicevo che avevi
            torto,
            ma

            tu niente.

            Saresti così gentile da mostrare la norma

            precisa, così tutti possono vedere con i
            propri

            occhi su quali basi si forma tale

            convinzione?

            Sei tu che sostieni l'esistenza di una legge che
            ammetta la censura tramite DNS e/o blocco IP per
            i siti che commettono violazione di copyright
            quindi sei tu che devi dimostrare che questa
            legge esiste. Io sostengo semplicemente che
            quella legge non esiste, di conseguenza sei tu a
            dover dimostrare che
            esiste.Tante righe per esprimere un semplicissimo concetto: "non lo so".
            Ovviamente la legge che prevede il sequestro non
            equipara in alcun modo il sequestro alla censura:La censura, una parola con cui tutti qui si riempiono la bocca, è stata abolita in Italia nel 1948, con la Costituzione. Non esiste più in nessuna legge, quindi non potrebbe, nemmeno volendo, esistere alcun richiamo ad essa in altre leggi.
            se così non fosse, non avrebbero dovuto fare una
            legge specifica per i siti di scommesse e i siti
            pedoXXXXXgrafici, sarebbe bastata la legislazione
            già
            esistente.Quale legge specifica? Mi dai un link? Almeno tutti qui sanno di che cosa stiamo parlando.
            Se poi tu, come i gip e i gup, come i preti, e
            come chiunque sostenga l'esistenza di qualcosa
            non dimostrabile, vuoi credere a ciò che non puoi
            dimostrare che esiste, sostenendo che esiste, è
            una tua libera scelta, ma non hai nessun diritto
            di imporre tale scelta a tutto il resto della
            popolazione.Una "scelta", questa è bella.Io dico che piove oppure c'è il sole, e la constatazione che il cielo può essere sia coperto da nuvole imbrifere sia libero da filtri costituisce una mia scelta. Non la descrizione di un'evidenza, macché: troppo facile. L'oscuramento di siti per ragioni legate al diritto d'autore esiste da almeno 7 anni, e non solo in Italia: in quasi tutta Europa. Se c'è qualcuno che ha scelto di credere a questa sciocchezza propinata da non so quale guru, quello sei tu.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Leguleio
            Tante righe per esprimere un semplicissimo
            concetto: "non lo so".No, per esprimere il concetto TU HAI TORTO MARCIO E IO HO RAGIONE
            La censura, una parola con cui tutti qui si
            riempiono la bocca, è stata abolita in Italia nel
            1948, con la Costituzione. Non esiste più in
            nessuna legge, quindi non potrebbe, nemmeno
            volendo, esistere alcun richiamo ad essa in altre
            leggi.Come al solito fai finta di non capire. Censura = modifica dei DNS in violazione della RFC 1034 (mai modificata né aggiornata) che definisce in modo univoco ed inequivocabile le modalità con cui i server DNS <b
            devono </b
            funzionare su Internet.La modifica arbitraria di un risultato non effettuata da parte del proprietario del dominio si chiama cybersquatting, nonché violazione del principio (basilare) di neutralità della rete, che consiste nel mantenere tutti i singoli nodi alla pari e non favorire mai un sito a discapito di un altro.

            se così non fosse, non avrebbero dovuto fare
            una

            legge specifica per i siti di scommesse e i
            siti

            pedoXXXXXgrafici, sarebbe bastata la
            legislazione

            già

            esistente.

            Quale legge specifica? Mi dai un link?Siti di scommesse:Legge finanziaria 2006, articoli dal 535 al 538http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05266l.htmSiti pedoXXXXXgrafici (meglio: di XXXXXgrafia minorile):Legge 38 del 2006, articolo 19, comma 1http://www.camera.it/parlam/leggi/06038l.htmNello specifico, l'introduzione degli artt.14bis, 14ter, 14quater, 14quinquies dopo l'articolo 14 della legge 3 agosto 1998, n. 269.Queste sono le uniche due leggi approvate dal Parlamento Italiano che specificano quando è possibile la censura, ossia il fare in modo che gli italiani non possano accedere ad un sito illegale ubicato all'estero.Per quanto riguarda i siti ubicati in Italia, non si provvede alla censura ma al sequestro, cioè al distacco materiale e conseguente sequestro del server (macchina connessa a internet) contenente il sito, ed il sito diventa quindi inaccessibile dall'intero pianeta. In questi ultimi casi, e solo in questi, le leggi preesistenti consentono di operare anche nei confronti di altri reati (cioè di tutti i reati in generale) in quanto, essendo il server in Italia, l'Italia è competente territorialmente.Per i server ubicati all'estero specie se gestiti da utenza straniera connessa dall'estero nessuna legge permette la modifica del DNS, e tantomeno dell'indirizzo IP, a meno che non si tratti di siti di scommesse (legge finanziaria 2006) o di siti di XXXXXgrafia minorile (legge 38/2006).Se invece viene operata una modifica ai DNS o al routing IP per altri tipi di siti, chi l'ha ordinata e chi l'ha effettuata sta agendo in violazione della legge italiana, dato che in nessun altro caso o tipo di reato è conXXXXX un comportamento del genere. Se così non fosse, dovresti essere proprio tu a citare quale legge lo permette, e deve essere una legge ovviamente successiva al 2006 visto che la stessa presenza di quelle due leggi del 2006 indica che in mancanza di quelle due leggi non era possibile agire con modifica DNS né con blocco IP nemmeno per quei due tipi di siti (violazione monopolio AAMS e siti con XXXXXgrafia minorile). Quindi sei tu a dover dimostrare l'esistenza di una legge successiva al 2006 che permetta specificamente la modifica dei DNS o del routing dell'indirizzo IP per reati diversi da quelli suindicati. Se non lo farai (e non puoi farlo perché non esiste nessuna legge approvata dal Parlamento Italiano che lo autorizzi esplicitamente, com'è invece per i due reati suddetti) avrò dimostrato in maniera trasparente e cristallina che i magistrati che tu stai difendendo sono dei criminali, in quanto hanno violato la legge italiana, abusando di un potere che la legge italiana non gli ha mai conXXXXX se non per due reati molto specifici che non sono quelli contestati nel loro provvedimento.
            Una "scelta", questa è bella.
            Io dico che piove oppure c'è il sole, e la
            constatazione che il cielo può essere sia coperto
            da nuvole imbrifere sia libero da filtri
            costituisce una mia scelta. Non la descrizione di
            un'evidenza, macché: troppo facile.Sei ubriaco.
            L'oscuramento di siti per ragioni legate al
            diritto d'autore esiste da almeno 7 anni,Cita quale sia, deve specificare che si può modificare il DNS o il routing dell'IP esattamente come gli articoli delle due leggi citate sopra: se non lo dice esplicitamente e parla genericamente di sequestro del sito allora non permette tali procedure e quindi non fa al caso tuo, visto che come ho già spiegato il sequestro del sito (a differenza dell'oscuramento che è quello di cui stiamo parlando) prevede appunto il sequestro delle macchine su cui il sito è ospitato, e comporta la non accessibilità allo stesso da qualunque parte nel mondo, non solo dall'Italia.
          • Leguleio scrive:
            Re: Siamo messi male ...


            Tante righe per esprimere un semplicissimo

            concetto: "non lo so".

            No, per esprimere il concetto TU HAI TORTO MARCIO
            E IO HO
            RAGIONEAh, ecco, vedo che gli argomenti sono inoppugnabili: alzare la voce.Ma non avevo dubbi. 8)

            La censura, una parola con cui tutti qui si

            riempiono la bocca, è stata abolita in
            Italia
            nel

            1948, con la Costituzione. Non esiste più in

            nessuna legge, quindi non potrebbe, nemmeno

            volendo, esistere alcun richiamo ad essa in
            altre

            leggi.

            Come al solito fai finta di non capire. Censura =
            modifica dei DNS in violazione della RFC 1034
            (mai modificata né aggiornata) che definisce in
            modo univoco ed inequivocabile le modalità con
            cui i server DNS <b
            devono </b

            funzionare su
            Internet.Ti svelerò il significato di un concetto che in italiano si chiama "riserva di legge", e che è presente, con più o meno efficacia, in tutti gli ordinamenti democratici moderni. Secondo la riserva di legge la disciplina di una determinata materia (o di un determinato settore) deve essere riservata a una fonte legislativa (= legge, ma anche decreto), con esclusione delle fonti subordinate. Quindi qualsiasi legge italiana è superiore ad una norma regionale, ad esempio, ma anche a una circolare o ad una regola non scritta. E quindi è superiore anche all'RFC 1034, che non è una legge e nemmeno una convenzione internazionale, ma semplicemente uno standard.Per uscire dall'ambito di internet: le porte <B
            devono </B
            essere aperte con le chiavi corrispondenti, per usare una tua espressione perentoria. Però se in risposta ad un ordine di perquisizione presso il domicilio il cittadino non apre la porta, la serratura si scassina, oppure si sfonda la porta. Di nuovo, riserva di legge, in questo caso legge penale, sulla meccanica delle serrature e delle porte serrate.
            La modifica arbitraria di un risultato non
            effettuata da parte del proprietario del dominio
            si chiama cybersquatting, nonché violazione del
            principio (basilare) di neutralità della rete,Per te è basilare il principio di neutralità della rete. Per molti Stati non esiste affatto. Non è stato codificato a livello internazionale da nessuna convenzione, per ora, solo vaghe direttive.

            Quale legge specifica? Mi dai un link?

            Siti di scommesse:

            Legge finanziaria 2006, articoli dal 535 al 538
            http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05266l.htm

            Siti pedoXXXXXgrafici (meglio: di XXXXXgrafia
            minorile):
            Legge 38 del 2006, articolo 19, comma 1
            http://www.camera.it/parlam/leggi/06038l.htm
            Nello specifico, l'introduzione degli artt.14bis,
            14ter, 14quater, 14quinquies dopo l'articolo 14
            della legge 3 agosto 1998, n.
            269.Sì, ma andiamo al dunque: dove leggi in queste norme che la Polizia postale e la Guardia di finanza possono inibire i DNS di siti esteri esclusivamente per certi reati, e non per altri?Perché di questo parliamo.
            Queste sono le uniche due leggi approvate dal
            Parlamento Italiano che specificano quando è
            possibile la censura, ossia il fare in modo che
            gli italiani non possano accedere ad un sito
            illegale ubicato
            all'estero.Vedi sopra.Io il punto in cui "specificano quando è possibile la censura" non l'ho trovato. Ma puoi indicarmelo tu.
            Per quanto riguarda i siti ubicati in Italia, non
            si provvede alla censura ma al sequestro, cioè al
            distacco materiale e conseguente sequestro del
            server (macchina connessa a internet) contenente
            il sito, ed il sito diventa quindi inaccessibile
            dall'intero pianeta. Hai fatto bene a ricordarlo, ho bisogno che qualcuno mi dica che se piove e non ho l'ombrello mi bagno, e che se lancio un oggetto dalla finestra cade dall'alto verso il basso.
            Per i server ubicati all'estero specie se gestiti
            da utenza straniera connessa dall'estero nessuna
            legge permette la modifica del DNS, e tantomeno
            dell'indirizzo IP, a meno che non si tratti di
            siti di scommesse (legge finanziaria 2006) o di
            siti di XXXXXgrafia minorile (legge
            38/2006).Le tue personali interpretazioni della legge non mi interessano, tantopiù che nessuno va a toccare i server e gli URL ubicati all'estero, come cerchi di far intendere fra le righe: agiscono solo sulla risoluzione DNS di quelli italiani, cioè gestiti da server italiani e sottoposti all'autorità italiana.Di nuovo, stiamo parlando di questo, non di questioni squisitamente tecniche che possono interessare giusto ai gestori di server e di domini, ma non all'amministrazione della legge. Indicami il punto in cui la legge penale é applicabile su internet solo a certi reati, e non ad altri.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Leguleio


            Quale legge specifica? Mi dai un link?



            Siti di scommesse:



            Legge finanziaria 2006, articoli dal 535 al
            538


            http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05266l.htm



            Siti pedoXXXXXgrafici (meglio: di XXXXXgrafia

            minorile):

            Legge 38 del 2006, articolo 19, comma 1

            http://www.camera.it/parlam/leggi/06038l.htm

            Nello specifico, l'introduzione degli
            artt.14bis,

            14ter, 14quater, 14quinquies dopo l'articolo
            14

            della legge 3 agosto 1998, n.

            269.

            Sì, ma andiamo al dunque: dove leggi in queste
            norme che la Polizia postale e la Guardia di
            finanza possono inibire i DNS di siti esteri
            esclusivamente per certi reati, e non per
            altri?
            Perché di questo parliamo.Nelle stesse leggi. E' scritto che si possono inibire siti in violazione dei monopoli AAMS e siti di XXXXXgrafia minorile.Non è che visto che ci sono siti illegali di altro tipo allora si possono inibire allo stesso modo. Deve essere fatta una legge specifica per ogni reato, oppure deve essere fatta una legge che dice che per ogni reato informatico si può procedere ad inibire. Non è stata fatta né l'una né l'altra, quindi fino a che non viene fatta, inibizioni che non siano per queste due cose sono illegali in quanto nessuna legge le ha autorizzate. I magistrati non possono fare quel cavolo che vogliono, esistono delle procedure, delle regole che sono i primi a dovere rispettare se vogliono che i cittadini rispettino le altre. Nel momento in cui un magistrato agisce fuori dalle regole, dimostra che di quelle regole se ne infischia tanto non ci saranno conseguenze, al massimo una tirata d'orecchi dal csm, tanto la responsabilità PENALE per i magistrati in Italia non esiste, se io rinchiudo una persona in una stanza contro la sua volontà vengo condannato per sequestro di persona, ma se un giudice ordina l'incarcerazione di un innocente non può essere condannato per lo stesso reato pure se quell'innocente viene poi assolto, ci sono magistrati che hanno incarcerato innocenti e sono ancora al loro posto o si godono la scorta e le pensioni da 15.000 euro al mese mentre c'è tanta gente che muore di fame o ha equitalia alla porta per pagare la loro scorta e le loro pensioni da 15.000 euro al mese.http://blog.libero.it/mondobruno/9205806.html
            Vedi sopra.
            Io il punto in cui "specificano quando è
            possibile la censura" non l'ho trovato. Ma puoi
            indicarmelo tu.Ti ho pure indicato gli articoli. <i
            535. Il Ministero dell'economia e delle finanze - Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, fermi i poteri dell'autorità e della polizia giudiziaria ove il fatto costituisca reato, comunica ai fornitori di connettività alla rete Internet ovvero ai gestori di altre reti telematiche o di telecomunicazione o agli operatori che in relazione ad esse forniscono servizi telematici o di telecomunicazione, i casi di offerta, attraverso le predette reti, di giochi, scommesse o concorsi pronostici con vincite in denaro in difetto di concessione, autorizzazione, licenza od altro titolo autorizzatorio o abilitativo o, comunque, in violazione delle norme di legge o di regolamento o dei limiti o delle prescrizioni definiti dall'Amministrazione stessa. <b
            536. I destinatari delle comunicazioni hanno l'obbligo di <u
            inibire </u
            l'utilizzazione delle reti, delle quali sono gestori o in relazione alle quali forniscono servizi, per lo svolgimento dei giochi, delle scommesse o dei concorsi pronostici, di cui al comma 535, <u
            adottando a tal fine misure tecniche idonee </u
            in conformità a quanto stabilito con uno o più provvedimenti del Ministero dell'economia e delle finanze - Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato. </b
            537. In caso di violazione dell'obbligo di cui al comma 536, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da 30.000 a 180.000 euro per ciascuna violazione accertata. L'autorità competente è l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato.538. La Polizia postale e delle telecomunicazioni ed il Corpo della Guardia di finanza, avvalendosi dei poteri ad esso riconosciuti dal decreto legislativo 19 marzo 2001, n. 68, cooperano con il Ministero dell'economia e delle finanze - Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato per l'applicazione delle disposizioni di cui ai commi 536 e 537, secondo i criteri e le modalità individuati dall'Amministrazione stessa d'intesa con il Ministero dell'interno - Dipartimento della pubblica sicurezza. </i
            <i
            Art. 14-quater. - (Utilizzo di strumenti tecnici per impedire l'acXXXXX ai siti che diffondono materiale pedoXXXXXgrafico) - 1. I fornitori di connettività alla rete INTERNET, al fine di impedire l'acXXXXX ai siti segnalati dal Centro, <b
            sono obbligati ad utilizzare gli strumenti di <u
            filtraggio </u
            e le relative soluzioni tecnologiche conformi ai requisiti individuati con decreto del Ministro delle comunicazioni, di concerto con il Ministro per l'innovazione e le tecnologie e sentite le associazioni maggiormente rappresentative dei fornitori di connettività della rete INTERNET. Con il medesimo decreto viene altresì indicato il termine entro il quale i fornitori di connettività alla rete INTERNET devono dotarsi degli strumenti di <u
            filtraggio </u
            . </b
            </i
            Devi riportare leggi che contengano lo stesso per quanto riguarda gli altri reati. Nello specifico tali leggi devono indicare:A) il tipo di reato per cui è possibile l'inibizione del sitoB) l'obbligo per i provider di inibire l'acXXXXX al sitoC) il tempo limite entro cui i provider devono ottemperareD) le pene per i provider che non ottemperanoIn mancanza di tale legge (e non esiste) NON E' POSSIBILE INIBIRE L'ACXXXXX AD UN SITO ESTERO. E' possibile sequestrare il sito, ma solo se il server è situato fisicamente sul territorio italiano, in tal caso si sequestra il server.Come già detto, sei tu che dici che si può fare l'inibizione di siti che non siano di scommesse o di XXXXXgrafia minorile, sei tu quindi che devi citare la legge che permette questo, e deve essere una legge specifica e dettagliata come quelle che io ho citato sopra.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 marzo 2014 21.40----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 marzo 2014 21.41-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Siamo messi male ...


            Sì, ma andiamo al dunque: dove leggi in
            queste

            norme che la Polizia postale e la Guardia di

            finanza possono inibire i DNS di siti esteri

            esclusivamente per certi reati, e non per

            altri?

            Perché di questo parliamo.

            Nelle stesse leggi. E' scritto che si possono
            inibire siti in violazione dei monopoli AAMS e
            siti di XXXXXgrafia
            minorile.La circostanza in sé non significa nulla: nessuno ha mai detto che si tratta di un elenco esaustivo.
            Non è che visto che ci sono siti illegali di
            altro tipo allora si possono inibire allo stesso
            modo. Deve essere fatta una legge specifica per
            ogni reato, Molto pratico, non c'è che dire. :)Poi bisogna anche prevedere una legge a parte per i decreti di perquisizione a seconda della tipologia degli spazi: stanza d'albergo, appartamento, villetta, palazzo signorile, cascina, grattacielo...Ma che dico tipologia? Anche per ogni destinatario: decreto di perquisizione per singoli cittadini, per famiglie allargate, per sedi di società in accomandita semplice, per sedi di società per azioni, per cooperative, per organizzazioni malavitose non registrare...Un codice con oltre 5000 articoli di legge...
            oppure deve essere fatta una legge
            che dice che per ogni reato informatico si può
            procedere ad inibire. Questa legge c'è già: si chiama codice di procedura penale (precisamente l'art. 253 e seguenti, l'art. 316 e seguenti, e l'art. 321 e seguenti), e stabilisce i casi in cui è ammesso il sequestro preventivo e quelli in cui non lo è. Il <B
            come </B
            viene attuato il sequestro è questione meramente tecnica, che quasi mai viene affrontata nelle leggi.

            Vedi sopra.

            Io il punto in cui "specificano quando è

            possibile la censura" non l'ho trovato. Ma
            puoi

            indicarmelo tu.[...]Finalmente citazioni puntuali.Almeno i lettori qui si fanno un'idea.
            Devi riportare leggi che contengano lo stesso per
            quanto riguarda gli altri reati. Nello specifico
            tali leggi devono
            indicare:
            A) il tipo di reato per cui è possibile
            l'inibizione del
            sito
            B) l'obbligo per i provider di inibire l'acXXXXX
            al
            sito
            C) il tempo limite entro cui i provider devono
            ottemperare
            D) le pene per i provider che non ottemperano

            In mancanza di tale legge (e non esiste) NON E'
            POSSIBILE INIBIRE L'ACXXXXX AD UN SITO ESTERO. La legge non funziona in questo modo, che definirei a "compartimenti stagni". Storicamente è vero quel che dici: in Italia i primi dispositivi per l'oscuramento di siti esteri sono stati istituiti contro il gioco d'azzardo online senza autorizzazione italiana e contro il reato di XXXXXgrafia con protagonisti minori. Come è vero che storicamente la Guardia di finanza è stata creata per i reati doganali ed economici, reati in cui tuttora è specializzata. Ma nessuna legge vieta che si occupi anche d'altro:http://www.gdf.it/GdF/it/Stampa/Ultime_Notizie/Anno_2013/Luglio_2013/info-1313034260.htmlhttp://www.ogginotizie.it/282176-bari-sventato-agguato-a-san-girolamo-due-arresti/#.UxwO3s7tsnIDove sta il lato economico in questi due episodi?
            Come già detto, sei tu che dici che si può fare
            l'inibizione di siti che non siano di scommesse o
            di XXXXXgrafia minorile, sei tu quindi che devi
            citare la legge che permette questo, L'ho sempre fatto, anche nelle discussioni precedenti. È un articolo del codice di procedura penale.Come detto, l'oscuramento di siti esteri coinvolti in violazione del diritto d'autore avviene almeno da sette anni, un lasso di tempo consistente, quindi. Non è mai capitato che un avvocato o un'associazione ponessero la questione di legittimità alla Corte di Cassazione oppure alla Corte Costituzionale. Chiediti perché.Questa baggianata giuridica l'ho letta solo nei forum.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Leguleio
            Questa legge c'è già: si chiama codice di
            procedura penale (precisamente l'art. 253 e
            seguenti, l'art. 316 e seguenti, e l'art. 321 e
            seguenti), e stabilisce i casi in cui è ammesso
            il sequestro preventivo e quelli in cui non lo è.
            Il <B
            come </B
            viene attuato il
            sequestro è questione meramente tecnica, che
            quasi mai viene affrontata nelle leggi.Quale parte di "il sequestro prevede che le macchine vengano fisicamente disconnesse dalla rete e comporta l'inaccessibilità del sito <b
            DA OGNI PARTE DEL MONDO </b
            " non hai capito?Il tuo equiparare l'oscuramento al sequestro è come se dopo aver sequestrato una partita di droga in Italia, questa partita diventasse disponibile per la rivendita all'estero. Perché è questo ciò che l'oscuramento vorrebbe comportare (senza riuscirci ovviamente): l'inaccessibilità del sito dall'Italia e la sua perfetta accessibilità da tutto il resto del mondo.Il giorno che le partite di droga sequestrate saranno rivendute dalla polizia italiana all'estero (magari la marijuana ai paesi come l'Olanda, dove non è illegale), allora potrai dire che oscuramento e sequestro sono la stessa cosa.Fino ad allora, avrò ragione io, perché oscuramento è diverso da sequestro e infatti per i siti di scommesse e di XXXXXgrafia minorile hanno dovuto fare due leggi apposta, perché altrimenti era come dovrebbe invece essere (e non è) per i siti pirata adesso, cioè che potevano fare qualcosa solo se il sito aveva i server in Italia o era almeno gestito da utenti italiani (a cui, con varie minacce, chiedere le password).
            Finalmente citazioni puntuali.
            Almeno i lettori qui si fanno un'idea.Le avevo già fatte due messaggi fa.
            La legge non funziona in questo modo, che
            definirei a "compartimenti stagni". Storicamente
            è vero quel che dici: in Italia i primi
            dispositivi per l'oscuramento di siti esteri sono
            stati istituiti contro il gioco d'azzardo online
            senza autorizzazione italiana e contro il reato
            di XXXXXgrafia con protagonisti minori. Come è
            vero che storicamente la Guardia di finanza è
            stata creata per i reati doganali ed economici,
            reati in cui tuttora è specializzata. Ma nessuna
            legge vieta che si occupi anche
            d'altro:

            http://www.gdf.it/GdF/it/Stampa/Ultime_Notizie/Ann

            http://www.ogginotizie.it/282176-bari-sventato-agg

            Dove sta il lato economico in questi due episodi?Si trovavano evidentemente sul posto, e in quanto FFOO ha avuto il dovere (e il potere) di intervenire. Poi sono pronto a scommettere che il colpevole non è stato portato alla GdF ma in questura o alla caserma dei carabinieri perché sono polizia e carabinieri a occuparsi dei reati non economici...
            L'ho sempre fatto, anche nelle discussioni
            precedenti. È un articolo del codice di
            procedura penale.No. Confondi il sequestro con l'oscuramento. Il sequestro è sempre stato possibile, ma prevede la cancellazione del sito, con la sostituzione del suo contenuto con una pagina informativa in cui si dice perché il sito è sottoposto a sequestro, il tribunale e le FFOO che hanno eseguito l'ordine e il numero del procedimento.Con l'oscuramento non sta avvenendo nulla di tutto ciò. Chi non è a conoscenza di come aggirare il blocco si ritrova con un errore generico, che potrebbe significare tutt'altro.
            Come detto, l'oscuramento di siti esteri
            coinvolti in violazione del diritto d'autore
            avviene almeno da sette anni, un lasso di tempo
            consistente, quindi.In tutto questo tempo nessuno è mai arrivato in Cassazione, fino a prova contraria.Anzi, più di una volta i siti sono stati dissequestrati con la motivazione che il provvedimento non è previsto come misura cautelare, salvo poi in qualche caso risequestrarli con le stesse identiche motivazioni della prima volta.
            Non è mai capitato che un
            avvocato o un'associazione ponessero la questione
            di legittimità alla Corte di Cassazione oppure
            alla Corte Costituzionale. Chiediti perché.In 7 anni nessun proXXXXX arriva alla Cassazione se non per i casi iper eclatanti. Al massimo qualche proXXXXX sarà in corte d'appello.
            Questa baggianata giuridica l'ho letta solo nei
            forum.Se il sequestro (previsto fin dal codice Rocco del 1930) permette l'oscuramento dei siti stranieri, non mi hai spiegato perché per i siti di scommesse o di XXXXXgrafia minorile hanno dovuto fare degli articoli appositi per permetterli. Sto ancora aspettando, tu eviti la domanda e continui a dire che il sequestro permette di farlo. Non mi hai mai voluto spiegare perché il legislatore allora abbia voluto specificare che e come sia possibile l'oscuramento solo per quei due tipi di siti. E nemmeno ti sei degnato di dire che ci sono leggi che dicano altrettanto per i siti esteri con presunte violazioni di copyright (infatti non esistono). Ti sei solo limitato a dire che ci sono stati i casi e io ti sto dicendo dall'inizio del thread che i magistrati che li hanno ordinati, e i provider che li hanno eseguiti, hanno agito in violazione della legge.A proposito, non mi è ancora chiara nemmeno quale sarebbe la pena per un provider che non dovesse ottemperare all'oscuramento di, per esempio, The Pirate Bay. Perché per i siti di scommesse e di XXXXXgrafia minorile le pene per i provider sono ben chiare e scritte nero su bianco (e peraltro non sono le stesse per i due casi), ma per le violazioni di copyright invece?
          • non perdere tempo scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            ma ancora stai a discutere con quel coso?Lascialo parlare da sol ed ignora i suoi messaggi.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Leguleio
            O più propriamente, quale parte non hanno capito
            i PM e i gip che applicano la legge, visto che di
            oscuramenti ne capita uno al mese? :8
            Gira la domanda a loro. Evidentemente quando hanno studiato giurisprudenza al CEPU non gliel'hanno chiesto...
            Proponi un sistema in grado di sequestrare un
            server all'estero agendo dall'Italia, e i giudici
            e la polizia postale lo adottano di
            corsa.Esiste, si chiama INTERPOL (o EUROPOL in Europa).
            Con il tipo di Rete esistente ora e con le
            convenzioni internazionali vigenti solo questo si
            può fare. Non serve a nulla? Certo. Ma lo attuano
            lo stesso.No, non lo possono fare. Non si possono applicare le leggi di un Paese a un altro Paese. Altrimenti sarebbe il caos: persone condannate a morte perché non credenti verso questa o quella divinità/profeta, olandesi condannati perché permettono la prostituzione o la marijuana, e via dicendo.Il principio cardine del diritto internazionale è che sul proprio territorio ogni Paese è sovrano. E i server se non sono in Italia sono competenza del Paese dove si trovano.
            Ma che paragoni allettanti! Un film o un album
            .mp3 sono diventati sostanze psicotrope. :)http://hightech.blogosfere.it/2008/07/idoser-bufala-lisergica-droga-virtuale-via-mp3-file-droganti-cyber-droga-la-vera-droga-e-la-bufala.html
            Tolto che una legge apposta, se davvero fosse
            necessaria (ma non lo è) la scrivono in cinque
            minuti e l'approvano in un mese e mezzo: nessuno
            al parlamento protegge le violazioni del diritto
            d'autore.http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/09_Settembre/14/basso.shtml
            Tolto questo: hanno approvato quei due
            dispositivi all'interno di due leggi che
            parlavano anche di molte altre cose, e poi li
            hanno applicati anche ad altri reati. Tutto qua.Non puoi applicare una legge che vale per il reato X al reato Y. Non è così che funziona.Altrimenti commetti esattamente lo stesso errore di chi dice che il download equivale al furto.

            Le avevo già fatte due messaggi fa.

            No, il testo non c'era.C'era il link, costava tanto cliccarci? Ti avevo detto gli articoli precisi, non dovevi starti a leggere tutta la legge. Non ci entrava tutto il testo nel messaggio, c'è un limite di caratteri te ne sei accorto no?
            E perdi la scommessa.Non le vinco nemmeno quando gioco su bwin...
            Altra idea da forum di PI, che non ha riscontro
            nella realtà:Nella maggioranza dei casi sì.
            capita anche il contrario, che su
            reati valutari indaghino i carabinieri:Sì vabbè questo lo so, ma anche qui, è perché viene segnalato ai carabinieri, non lo fanno di loro iniziativa.
            Altro errore:Lì anche la cassazione ha sbagliato.
            Vedi sopra.
            Sei molto documentato, vedo. E sì che
            dell'episodio se ne è parlato e
            straparlato.Ma che c'entra, non è il proXXXXX che è arrivato in Cassazione, è il provvedimento di sequestro. Il proXXXXX non è ancora nemmeno cominciato. Lo dicono pure nel film TPB:AFK. Ma ci sei o ci fai?
            Evidentemente nel 2006 l'urgenza erano le
            scommesse e la XXXXXgrafia minorile, e non i siti
            come The Pirate Bay.Strano, l'intervento di Maroni con relative polemiche risale proprio al 2006.
            Concentrarsi prima su certi reati non significa
            affatto escludere gli altri: è solo una questione
            di tempi e di priorità.Sì ma fino ad allora quei metodi non si possono usare per gli altri reati.
            Esempio inventato: io lo
            stesso giorno subisco un borseggio sul tram, e un
            furto in casa. Vado a sporgere denuncia prima per
            il borseggio, e per il furto in casa aspetto il
            giorno dopo. Bisogna dedurre che ritengo un
            reato più grave dell'altro, in base alla tua
            logica?No, bisogna dedurre che qualcuno ce l'ha con te o che hai tanta sfiga ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: Siamo messi male ...


            O più propriamente, quale parte non hanno
            capito

            i PM e i gip che applicano la legge, visto
            che
            di

            oscuramenti ne capita uno al mese? :8

            Gira la domanda a loro.

            Evidentemente quando hanno studiato
            giurisprudenza al CEPU non gliel'hanno
            chiesto...Per svolgere la funzione, oltre alla laurea, esiste una scuola di magistratura e un concorso.Per fare commenti saputelli su PI, invece, non è richiesto nessun titolo.

            Proponi un sistema in grado di sequestrare un

            server all'estero agendo dall'Italia, e i
            giudici

            e la polizia postale lo adottano di

            corsa.

            Esiste, si chiama INTERPOL (o EUROPOL in Europa).Scusa?!?L'Interpol riceve richieste di chiusura di siti in tutto il mondo? Dove hai letto di questa funzione?E per i Paesi che non sono membri dell'Interpol, ma dove i server ci sono, che si fa? Una rogatoria internazionale uno per uno?

            Con il tipo di Rete esistente ora e con le

            convenzioni internazionali vigenti solo
            questo
            si

            può fare. Non serve a nulla? Certo. Ma lo
            attuano

            lo stesso.

            No, non lo possono fare. Non si possono applicare
            le leggi di un Paese a un altro Paese. Mai detto che la norma attuale si applichi a un altro Paese. Il sequestro fa sì che gli effetti del reato non siano protratti in territorio italiano. L'unico sul quale la magistratura ha giurisdizione.
            Il principio cardine del diritto internazionale è
            che sul proprio territorio ogni Paese è sovrano.
            E i server se non sono in Italia sono competenza
            del Paese dove si
            trovano.E chi li tocca?

            Tolto che una legge apposta, se davvero fosse

            necessaria (ma non lo è) la scrivono in
            cinque

            minuti e l'approvano in un mese e mezzo:
            nessuno

            al parlamento protegge le violazioni del
            diritto

            d'autore.

            http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/0Boh?!? Se mi vuoi spiegare il nesso con quello che sto dicendo qui...Nel momento in cui viene svolta l'intervista il parlamentare in questione è all'opposizione, e all'opposizione tutti fanno sparate per far parlare di sé. Ed è anche pregiudicato, per inciso.

            Tolto questo: hanno approvato quei due

            dispositivi all'interno di due leggi che

            parlavano anche di molte altre cose, e poi li

            hanno applicati anche ad altri reati. Tutto
            qua.

            Non puoi applicare una legge che vale per il
            reato X al reato Y. Non è così che
            funziona.Stramba interpretazione.Il codice di procedura penale si applica a <B
            tutti </B
            i reati, anche quelli, è il caso della legge sul diritto d'autore, non compresi nel codice penale. E le due leggi che citi non hanno "inventato" un nuovo tipo di sequestro, non hanno cioè modificato il codice di procedura penale: hanno reso automatica e standardizzata una procedura diretta ai gestori IP.
            C'era il link, costava tanto cliccarci? Se non te ne fossi accorto, ti ho fatto quella domanda perché tu convincessi i lettori qui, in pubblico e con "carte alla mano", anzi, testi alla mano.So già cosa dicono le leggi, non sono io quello da convincere. Ma so anche che sono lunghe e nessuno le leggerebbe mai per intero se dai solo un link.

            Altra idea da forum di PI, che non ha
            riscontro

            nella realtà:

            Nella maggioranza dei casi sì.Ma non mi dire... La Finanza si occupa normalmente di reati finanziari e i Carabinieri di crimini comuni. Acqua calda, fatti da parte. :)L'idea di una giustizia a compartimenti stagni, nel quale ognuno può occuparsi solo del proprio orticello, non ha riscontro nei codici italiani. Coltivala nella tua mente, se vuoi, ma è semplicemente sbagliata.

            capita anche il contrario, che su

            reati valutari indaghino i carabinieri:

            Sì vabbè questo lo so, ma anche qui, è perché
            viene segnalato ai carabinieri, non lo fanno di
            loro
            iniziativa.Non so e non mi interessa sapere come è nata quell'indagine dei Carabinieri.Il fatto che possano indagare e compiere arresti anche su reati economici, sui cui è specializzata la Guardia di Finanza, dimostra che hanno la piena autorità per agire, esattamente come gli altri corpi di polizia esistenti in Italia. Un concetto noto come "elasticità" e di cui tu non vuoi assolutamente prendere atto.

            Altro errore:

            Lì anche la cassazione ha sbagliato.Tutti sbagliano.Solo Luco, giudice di linea mancato non sbaglia mai: "In tutto questo tempo nessuno è mai arrivato in Cassazione, fino a prova contraria"."In 7 anni nessun proXXXXX arriva alla Cassazione" (a parte che dal 2006 ad oggi, 2014, gli anni sono già 8 ).(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 marzo 2014 07.22----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 marzo 2014 07.24-----------------------------------------------------------
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Leguleio


            O più propriamente, quale parte non
            hanno

            capito


            i PM e i gip che applicano la legge,
            visto

            che

            di


            oscuramenti ne capita uno al mese? :8


            Gira la domanda a loro.



            Evidentemente quando hanno studiato

            giurisprudenza al CEPU non gliel'hanno

            chiesto...

            Per svolgere la funzione, oltre alla laurea,
            esiste una scuola di magistratura e un
            concorso.
            Per fare commenti saputelli su PI, invece, non è
            richiesto nessun
            titolo.
            Il che per alcuni è una vera fortuna.E per tutti gli altri una autentica tragedia.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: ThEnOra

            Di certo non sottoscrivo questa tua
            affermazione

            (ti rammento che l'ordine era del GIP)
            <s

            A tutt'oggi (marzo 2014) nessuna legge italiana
            ammette l'ordine di modifica dei DNS (né pene per
            gli ISP che non provvedono a farlo) per i siti
            che non siano di scommesse/casinò o
            pedoXXXXXgrafici.
            Di conseguenza gli ordini effettuati dai vari
            giudici sono ILLEGALI per incompetenza
            territoriale in quanto agiscono al di fuori della
            legge (non sono siti di scommesse e non sono
            pedoXXXXXgrafici) per giustificare un sequestro
            di un qualcosa (un nome a dominio) situata al di
            fuori del territorio italiano e quindi fuori
            dalla giurisdizione
            nazionale.
            L'unica cosa che possono fare è chiamare tramite
            interpol o ambasciata la magistratura del Paese
            ospitante il dominio e far fare a loro i rilievi
            e le indagini del caso, sempre se tenere un sito
            di link sia illegale in quel Paese. E non lo è
            ovunque. Anzi, in alcuni Paesi (San Marino ad
            esempio) non è mai stata firmata alcuna
            convenzione internazionale sul copyright, quindi,
            anche fosse riconosciuto il concetto di
            copyright, vale solo per le opere create
            all'interno di quel
            Paese.
            Cioè a San Marino il copyright tecnicamente
            esiste, ma solo per le opere prodotte a San
            Marino. Quelle prodotte all'estero (Italia
            compresa) non sono riconosciute e quindi la loro
            copia è assolutamente lecita (infatti per anni
            hanno prodotto lì cd silver esattamente come
            facevano a HK e in
            Bulgaria).
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 07 marzo 2014 02.47
            -------------------------------------------------- </s
            Scusa, puoi ripetere lasciando da parte le cavolate?
          • krane scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: ThEnOra


            Di certo non sottoscrivo questa tua

            affermazione


            (ti rammento che l'ordine era del GIP)


            <s

            A tutt'oggi (marzo 2014) nessuna
            legge
            italiana

            ammette l'ordine di modifica dei DNS (né
            pene
            per

            gli ISP che non provvedono a farlo) per i
            siti

            che non siano di scommesse/casinò o

            pedoXXXXXgrafici.

            Di conseguenza gli ordini effettuati dai vari

            giudici sono ILLEGALI per incompetenza

            territoriale in quanto agiscono al di fuori
            della

            legge (non sono siti di scommesse e non sono

            pedoXXXXXgrafici) per giustificare un
            sequestro

            di un qualcosa (un nome a dominio) situata
            al
            di

            fuori del territorio italiano e quindi fuori

            dalla giurisdizione

            nazionale.

            L'unica cosa che possono fare è chiamare
            tramite

            interpol o ambasciata la magistratura del
            Paese

            ospitante il dominio e far fare a loro i
            rilievi

            e le indagini del caso, sempre se tenere un
            sito

            di link sia illegale in quel Paese. E non lo
            è

            ovunque. Anzi, in alcuni Paesi (San Marino ad

            esempio) non è mai stata firmata alcuna

            convenzione internazionale sul copyright,
            quindi,

            anche fosse riconosciuto il concetto di

            copyright, vale solo per le opere create

            all'interno di quel

            Paese.

            Cioè a San Marino il copyright tecnicamente

            esiste, ma solo per le opere prodotte a San

            Marino. Quelle prodotte all'estero (Italia

            compresa) non sono riconosciute e quindi la
            loro

            copia è assolutamente lecita (infatti per
            anni

            hanno prodotto lì cd silver esattamente come

            facevano a HK e in

            Bulgaria).


            --------------------------------------------------

            Modificato dall' autore il 07 marzo 2014
            02.47


            --------------------------------------------------

            Scusa, puoi ripetere lasciando da parte le
            cavolate?E che avrebbe detto di sbagliato ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: ThEnOra
            Scusa, puoi ripetere lasciando da parte le
            cavolate?I GIP e i GUP che ordinano i sequestri di DNS per i siti che non sono di scommesse o pedoXXXXXgrafici sono dei criminali che stanno violando la legge italiana e le convenzioni internazionali firmate dall'Italia.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: ThEnOra

            Scusa, puoi ripetere lasciando da parte le

            cavolate?

            I GIP e i GUP che ordinano i sequestri di DNS per
            i siti che non sono di scommesse o
            pedoXXXXXgrafici sono dei criminali che stanno
            violando la legge italiana e le convenzioni
            internazionali firmate
            dall'Italia.(rotfl)(rotfl)(rotfl)Mitticco!(capisco la retorica, anche Berlusconi lo dice).
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: ThEnOra


            Scusa, puoi ripetere lasciando da parte
            le


            cavolate?



            I GIP e i GUP che ordinano i sequestri di
            DNS
            per

            i siti che non sono di scommesse o

            pedoXXXXXgrafici sono dei criminali che
            stanno

            violando la legge italiana e le convenzioni

            internazionali firmate

            dall'Italia.


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Mitticco!

            (capisco la retorica, anche CENSURA lo dice).Ah, ti stai riferendo al proprietario di Medusa e Mediaset quello che è stato condannato per mafia e che ha fatto cancellare migliaia di video da Youtube... ma che dici, lui è una personcina per bene, è a favore del copyright quindi sta dalla parte dei buoni mica come me che sto coi pirati cattivi
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            Trovami una legge che prevede filtri IP o DNS per siti che non sono pedoXXXXXgrafici o che non pagano i monopoli di stato.Nessuno ancora ha trovato nulla, ergo queste misure sono illegali.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Siamo messi male ...
            Trovami una legge che prevede filtri IP o DNS per siti che non sono pedoXXXXXgrafici o che non pagano i monopoli di stato.Nessuno ancora ha trovato nulla, ergo queste misure sono illegali.
  • ... scrive:
    ...
    PI è un sito talmente bello che mi cago addosso ogni volta che leggo un articolo.
  • Web Surfer scrive:
    Grazie
    Grazie mille !!! Non conoscevo molti di questi lodevoli servizi...Grazie ancora !! p)
    • Nauseato scrive:
      Re: Grazie
      - Scritto da: Web Surfer
      Grazie mille !!! Non conoscevo molti di questi
      lodevoli servizi...Grazie ancora !!
      p)In effetti se ne viene a conoscere un mare, e chi vuole può servirsi a piacere, ad onta dei loro ridicoli blocchi.A proposito, per curiosità ho provato l'acXXXXX a Cineblog01, che reputo il portale più proficuo: E' TUTTO OK. (per inciso io non scarico, non ne ho più bisogno, ho fatto solo una prova e mi accingo a cancellare quanto ricavato)
    • Vattelalbic occa scrive:
      Re: Grazie
      - Scritto da: Web Surfer
      Grazie mille !!! Non conoscevo molti di questi
      lodevoli servizi...Grazie ancora !!
      p)urrà per l'effetto Streisand :D
  • pinottolo scrive:
    Grazie per la lista
    grazie anche da parte mia: moltissimi siti non li conoscevo, ora so dove scaricare film e musica!!!
    • CCd scrive:
      Re: Grazie per la lista
      - Scritto da: pinottolo
      grazie anche da parte mia: moltissimi siti non li
      conoscevo, ora so dove scaricare film e
      musica!!!I quote too!!
  • unaDuraLezione scrive:
    Non fanno prima a spegnere l'internet?
    contenuto non disponibile
  • Antonio Mela scrive:
    SucXXXXXne
    Poi l'utente medio magari capita qui, legge la guida di luco il giudice di linea mancato (btw, che fine ha fatto? Di solito appare sempre a lasciarci il link ogni volta che qui appare la notizia di "sequestri") ed impara ad installarsi vidalia e configurarlo per bypassare tali incredibili blocchi.O i paladini dell'ordine sottovalutano le capacità dei netizen o questi sequestri sono buoni solo per farci le conferenze stampa e annunci roboanti.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: SucXXXXXne
      - Scritto da: Antonio Mela
      Poi l'utente medio magari capita qui, legge la
      guida di luco il giudice di linea mancato (btw,
      che fine ha fatto?Ci sono ma ultimamente di articoli interessanti non ce n'erano e quei pochi post che avevo fatto me li avevano pure censurati
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: SucXXXXXne
      - Scritto da: Antonio Mela
      Poi l'utente medio magari capita qui, legge la
      guida di luco il giudice di linea mancato (btw,
      che fine ha fatto? Di solito appare sempre a
      lasciarci il link ogni volta che qui appare la
      notizia di "sequestri") ed impara ad installarsi
      vidalia e configurarlo per bypassare tali
      incredibili blocchi.E comunque per bypassare questi blocchi non serve nemmeno vidalia perché il blocco è solo sul DNS, non anche sull'IP (come è invece per TPB) quindi basta semplicemente cambiare i DNS con quelli di opendns, quelli di google, un altro non italiano a scelta tra i diecimila liberi nel mondo oppure installarsi direttamente il proprio server DNS...
    • Ubunto scrive:
      Re: SucXXXXXne
      - Scritto da: Antonio Mela
      O i paladini dell'ordine sottovalutano le
      capacità dei netizen o questi sequestri sono
      buoni solo per farci le conferenze stampa e
      annunci
      roboanti.I "paladini dell'ordine" fanno il loro lavoro nel rispetto delle leggi, magari pure loro ritengono che questo dispiego di forze per "chiudere" dei siti con quattro filmetti sia uno spreco di denaro pubblico enorme ed inutile. Le major americane ad ogni modo ringraziano il popolo italiano che paga le tasse.
  • Sergio scrive:
    Ma grazie ancora
    Non avete idea di quanto siete utili a fornire updates sui siti da visitare e aggiungere ai preferiti.Grazie da Londra.
  • Pino scrive:
    OT: guardate qui
    Guardate che sito di XXXXX ho trovato! http://punto-informatico.it
  • bubba scrive:
    a una prima occhiata...
    a una prima occhiata... sembra la solita superXXXXXla... i siti citati sono raccolte di link, e l'opera sta' su altri domini.
  • capitan farlock scrive:
    colpire gli utilizzatori finali
    cosi come in tutta europa si multano pure i clienti delle prostitute,sarebbe ora che pure gli utilizzatori finali fossero educati, mi piacerebbe raid notturni di squadre swat che ,fucili spianati, dopo aver fatto saltare il portone irrompono nella stanza dello smanettone brufoloso (e sicuramente linaro) intimandoli di restituire tutti i film scaricati (solo porzazzi i suppose)altrimenti si chiude un sito da una parte e ne aprono altri 10 in posti dove la polizia non puo fare niennte
    • bubba scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      - Scritto da: capitan farlock
      sarebbe ora che pure gli utilizzatori finali
      fossero educati, mi piacerebbe raid notturni di
      squadre swat che ,fucili spianati, dopo aver
      fatto saltare il portone irrompono nella stanza
      dello smanettone brufoloso (e sicuramente linaro)
      intimandoli di restituire tutti i film scaricati
      (solo porzazzi i
      suppose)
      altrimenti si chiude un sito da una parte e ne
      aprono altri 10 in posti dove la polizia non puo
      fare
      niennteanche a me piacerebbe molto. Pensa un'udienza con 200'000 imputati che meraviglia..... sarebbero 3 stadi San Siro... mhh, allora si fa a turni di 3 :)
      • capitan farlock scrive:
        Re: colpire gli utilizzatori finali
        Mai parlato di proXXXXX,confisca e distruzione immediata del pc incriminato il tutto filmato e messo in streaming tipo grande fratello
        • bubba scrive:
          Re: colpire gli utilizzatori finali
          - Scritto da: capitan farlock
          Mai parlato di proXXXXX,Male. Malissimo. Non sapevi che il mondo e' gestito da avvocati? Se non ci credi guarda "l'avvocato del diavolo" ... lo puoi pescare in streaming su cineblog01:D
        • cicciobello scrive:
          Re: colpire gli utilizzatori finali
          Sei quel buffone che si firmava "LA SIAE" o sei solo un suo imitatore?
    • cicciobello scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      0/10
    • Leguleio scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali

      cosi come in tutta europa si multano pure i
      clienti delle
      prostitute,In tutta Europa? Tu corri troppo.In Svezia, in Norvegia e ora in Francia. Altrove non ci sono ancora arrivati, e anzi, in Germania e nei Paesi Bassi mi pare proprio che vadano nella direzione opposta.
    • Lezzo scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      Sei Zeb89,vero? @^
    • Sg@bbio scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      La cosa sarebbe inapplicabile con i tempi italiani.
    • krane scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      - Scritto da: capitan farlock
      cosi come in tutta europa si multano pure i
      clienti delle prostitute,
      sarebbe ora che pure gli utilizzatori finali
      fossero educati, mi piacerebbe raid notturni di
      squadre swat che ,fucili spianati, dopo aver
      fatto saltare il portone irrompono nella stanza
      dello smanettone brufoloso (e sicuramente linaro)
      intimandoli di restituire tutti i film scaricati
      (solo porzazzi i
      suppose)
      altrimenti si chiude un sito da una parte e ne
      aprono altri 10 in posti dove la polizia non puo
      fare
      niennteQuindi basta scaricarli uno per volta, guardarlo e cancellarlo, tanto con le linee di oggi inizi a guardarlo a meta' scaricamento sapendo che tanto arriva prima che tu sia arrivato a meta'.E se son linari non gli becchi neanche software pirata.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 marzo 2014 15.39-----------------------------------------------------------
      • ThEnOra scrive:
        Re: colpire gli utilizzatori finali
        - Scritto da: krane
        E se son linari non gli becchi neanche software
        pirata.
        --------------------------------------------------
        Modificato dall' autore il 05 marzo 2014 15.39
        --------------------------------------------------OT: falso.
        • krane scrive:
          Re: colpire gli utilizzatori finali
          - Scritto da: ThEnOra
          - Scritto da: krane

          E se son linari non gli becchi neanche

          software pirata.
          OT: falso.Boh, io non ho niente di pirata su linux, tu hai qualcosa ?
          • ThEnOra scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            Mica stavo parlando di te... io? Anche su linux ho tutto licenziato (ti dirò, una licenza mi costa pure diverse migliaia e euro!!!)
          • Sg@bbio scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            (rotfl)(rotfl)(rotfl) Che stai a di.
          • ThEnOra scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            In che mondo vivi?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            Ripeto: Che stai a di :D
          • ThEnOra scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            Se tu non usi sw commerciale su linux, non vuol dire che non ne esistano.
          • krane scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: ThEnOra
            Se tu non usi sw commerciale su linux, non
            vuol dire che non ne esistano.Del resto si parlava di cantinari che scaricano software e film no ?Gia' che hai linux, dici tu, scaricati anche un software da rendering farm nel caso ti venisse voglia di farti un film da te.
          • ThEnOra scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: krane

            Del resto si parlava di cantinari che scaricano
            software e film no
            ?No. Era un discorso più in generale, a meno che tu non mi voglia indicare dove cercare la locuzione "cantinari" nella tua frase."E se son linari non gli becchi neanche software pirata"Forse per te "linari" è sinonimo di "cantinari"...?
            Gia' che hai linux, dici tu, scaricati anche un
            software da rendering farm nel caso ti venisse
            voglia di farti un film da
            te.Mi aiuti? Link? :D
          • krane scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: krane



            Del resto si parlava di cantinari che
            scaricano

            software e film no

            ?

            No. Era un discorso più in generale, a meno che
            tu non mi voglia indicare dove cercare la
            locuzione "cantinari" nella tua
            frase.

            "E se son linari non gli becchi neanche software
            pirata"

            Forse per te "linari" è sinonimo di
            "cantinari"...?


            Gia' che hai linux, dici tu, scaricati anche
            un

            software da rendering farm nel caso ti
            venisse

            voglia di farti un film da

            te.

            Mi aiuti? Link? :DCompTine di Industrial Light Magic, magari sul mulo lo trovi.
          • ThEnOra scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: krane





            Del resto si parlava di cantinari che

            scaricano


            software e film no


            ?



            No. Era un discorso più in generale, a meno
            che

            tu non mi voglia indicare dove cercare la

            locuzione "cantinari" nella tua

            frase.



            "E se son linari non gli becchi neanche
            software

            pirata"



            Forse per te "linari" è sinonimo di

            "cantinari"...?




            Gia' che hai linux, dici tu, scaricati
            anche

            un


            software da rendering farm nel caso ti

            venisse


            voglia di farti un film da


            te.



            Mi aiuti? Link? :D

            CompTine di Industrial Light Magic, magari sul
            mulo lo
            trovi.Non trovo lo store... e il mulo non lo uso da secoli :DA parte l'OT, ma perchè mi citi questo prodotto?Non capisco il nesso con il mio post, ossia che uso sw commerciale su linucs...?
          • krane scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: ThEnOra


            - Scritto da: krane







            Del resto si parlava di cantinari
            che


            scaricano



            software e film no



            ?





            No. Era un discorso più in generale, a
            meno

            che


            tu non mi voglia indicare dove cercare
            la


            locuzione "cantinari" nella tua


            frase.





            "E se son linari non gli becchi neanche

            software


            pirata"





            Forse per te "linari" è sinonimo di


            "cantinari"...?






            Gia' che hai linux, dici tu,
            scaricati

            anche


            un



            software da rendering farm nel
            caso
            ti


            venisse



            voglia di farti un film da



            te.





            Mi aiuti? Link? :D



            CompTine di Industrial Light Magic, magari
            sul

            mulo lo

            trovi.

            Non trovo lo store... e il mulo non lo uso da
            secoli
            :D

            A parte l'OT, ma perchè mi citi questo prodotto?
            Non capisco il nesso con il mio post, ossia che
            uso sw commerciale su
            linucs...?Ma oggi ti sei svegliato con i crampi al cervello ?
          • ThEnOra scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: krane

            Ma oggi ti sei svegliato con i crampi al cervello
            ?Da che pulpito...
          • tucumcari scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: ThEnOra
            Mica stavo parlando di te... io? Anche su linux
            ho tutto licenziato (ti dirò, una licenza mi
            costa pure <s
            diverse migliaia </s
            diversi milioni e
            euro!!!) :D
    • collione scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      poi però gli utilizzatori si rompono le OO, si organizzano in milizie e invadono il parlamento (rotfl)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      - Scritto da: capitan farlock
      cosi come in tutta europa si multano pure i
      clienti delle
      prostitute,
      sarebbe ora che pure gli utilizzatori finali
      fossero educati, mi piacerebbe raid notturni di
      squadre swat che ,fucili spianati, dopo aver
      fatto saltare il portone irrompono nella stanza
      dello smanettone brufoloso (e sicuramente linaro)
      intimandoli di restituire tutti i film scaricati
      (solo porzazzi i suppose)Tranquillo, adesso grazie allo streaming non dobbiamo più scaricare per guardare.
    • Ubunto scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      - Scritto da: capitan farlock
      cosi come in tutta europa si multano pure i
      clienti delle
      prostitute,
      sarebbe ora che pure gli utilizzatori finali
      fossero educati, mi piacerebbe raid notturni di
      squadre swat che ,fucili spianati, dopo aver
      fatto saltare il portone irrompono nella stanza
      dello smanettone brufoloso (e sicuramente linaro)Se l'utilizzatore finale fosse linaro, le "gravi perdite" sarebbero fra lo 0,8 e l'1,1%.Se proprio volessimo indovinare una "predisposizione antropologica e culturale", la stragrande maggioranza dei fruitori finali sarebbe winara, lo dico a prescindere dalle percentuali di diffusione di windows.In ogni caso, anche se non sono linari, fanno assolutamente bene a guardare i film in streaming. E' perfettamente legale.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: colpire gli utilizzatori finali
        - Scritto da: Ubunto
        In ogni caso, anche se non sono linari, fanno
        assolutamente bene a guardare i film in
        streaming. E' perfettamente legale.Esatto, è esattamente come passare davanti alla vetrina di un negozio di elettrodomestici in cui c'è un televisore acceso su un film o su una partita e guardarla lì. Ma anche da dentro al negozio.In molti negozi che ancora si ostinano a vendere dvd/br (nei grandi Feltrinelli ad esempio, che fortunatamente per loro vendono anche altro) ci sono addirittura delle sale vere e proprie dove GRATIS ti siedi e ti guardi il film, senza pagare assolutamente nulla, non sei obbligato ad acquistare niente e puoi benissimo uscire senza aver comprato niente e intanto il film te lo sei visto.Lo stesso vale per i libri ci sono apposite sale lettura che sono come biblioteche, il libro lo paghi solo se vuoi portartelo fuori dal negozio finché sei dentro puoi farci quello che vuole (ok, non puoi distruggerlo, ma puoi tranquillamente leggerlo).Per i cd poi ci sono le postazioni dove puoi metterti le cuffie e sentirti TUTTO l'album (altro che l'anteprima di 10 secondi di itunes). E poi c'è Spotify, c'è VEVO e ci sono decine di sistemi per sentire gratis la musica su internet non si capisce perché non facciano anche per i film, se a Hollywood sono cretini non è certo un mio problema, non sono io che devo adeguare la mia intelligenza alla stupidità di chi comanda a Hollywood.Aggiungo ancora, per chi non lo sapesse, che su frecciarossa e frecciargento (*) è possibile, avendo uno smartphone, un tablet o un portatile, guardarsi svariati film in streaming gratuitamente direttamente dal portale wifi del treno.Io l'ho fatto e non ho avuto problemi.Certo non tutti i film erano gratis ma ogni settimana cambiano quelli gratis, e visto quanti ne sono è difficile che li si sia visti tutti.Senza contare che comunque ormai è strapieno di siti che fanno streaming più o meno interessanti.Ieri mi son visto (a casa) questo:https://archive.org/details/TheManWhoSavedTheWorldturkishStarWars1982(*) Sicuramente si può fare anche su italo ma non avendolo ancora preso non so però se anche lì è gratuito. Per frecciarossa e frecciargento posso confermare.
        • Funz scrive:
          Re: colpire gli utilizzatori finali
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          Ieri mi son visto (a casa) questo:
          https://archive.org/details/TheManWhoSavedTheWorldMa non è quel film turco tamarrissimo con le sequenze fregate a Star Wars? :D
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            Ieri mi son visto (a casa) questo:


            https://archive.org/details/TheManWhoSavedTheWorld

            Ma non è quel film turco tamarrissimo con le
            sequenze fregate a Star Wars?
            :DEsatto, è proprio lui.In Turchia all'epoca se ne fotterono alla grande del copyright (c'è anche la soundtrack di Indiana Jones e altre scene di altri film famosi) e ironia della sorte adesso quel film che secondo le leggi americane (ma non turche dell'epoca) sarebbe stato violazione di copyright, è ora disponibile sul sito gestito dalla libreria del Congresso degli Stati Uniti (quindi la sua legalità è certificata a livello politico, così come i TOSEC completi delle rom per emulatori, che pure sono disponibili sempre da archive.org).
          • Funz scrive:
            Re: colpire gli utilizzatori finali
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            Ieri mi son visto (a casa) questo:





            https://archive.org/details/TheManWhoSavedTheWorld



            Ma non è quel film turco tamarrissimo con le

            sequenze fregate a Star Wars?

            :D

            Esatto, è proprio lui.
            In Turchia all'epoca se ne fotterono alla grande
            del copyright (c'è anche la soundtrack di Indiana
            Jones e altre scene di altri film famosi) e
            ironia della sorte adesso quel film che secondo
            le leggi americane (ma non turche dell'epoca)
            sarebbe stato violazione di copyright, è ora
            disponibile sul sito gestito dalla libreria del
            Congresso degli Stati Uniti (quindi la sua
            legalità è certificata a livello politico, così
            come i TOSEC completi delle rom per emulatori,
            che pure sono disponibili sempre da
            archive.org).Gli sarà sfuggito, o è andato in prescrizione, o sono stati riconosciuti gli alti meriti artistici (questa tenderei ad escluderla) :D
    • prova123 scrive:
      Re: colpire gli utilizzatori finali
      Fintanto che la società che gestisce le connessioni ADSL non dimostra inequivocabilmente che nessuno può attaccarsi alla tua linea ADSL (alias le "torrette" telefoniche sono blindate e nessuno può utilizzare indebitamente la tua linea telefonica ... non chiuse con un filo di ferro o addirittura aperte o senza serratura ... basta farsi un giro in una qualsiasi città) la tua idea è semplicemente[img]http://www.finanzaonline.com/forum/attachments/messaggi-archiviati-fol/1385828d1297783698-enel-e-tornata-sopra-i-4-euro-cagata-pazzesca-fantozzi-6-.jpg[/img]
  • Sg@bbio scrive:
    Sequestro ? Quale Sequestro ?
    Dove sarebbe il sequestro se questi siti funziona e sono fisicamente attivi ? Non mi sembra che la polizia italiana a fatto irruzione in sala server e abbia messo i sigilli al HOST dei siti in questione....
    • Funz scrive:
      Re: Sequestro ? Quale Sequestro ?
      - Scritto da: Sg@bbio
      Dove sarebbe il sequestro se questi siti funziona
      e sono fisicamente attivi ? Non mi sembra che la
      polizia italiana a fatto irruzione in sala server
      e abbia messo i sigilli al HOST dei siti in
      questione....[ANSA]Vasta operazione delle forze dell'ordine che ha effettuato irruzioni in molti server DNS dislocati in tutta Italia, arrestando decine di URL colti in flagranza del reato di pirateria audiovisiva.Purtroppo quasi tutti gli IP colpevoli sono risultati irreperibili, in quanto già riparati all'estero.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Sequestro ? Quale Sequestro ?
        è uno scherzo?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Sequestro ? Quale Sequestro ?
          contenuto non disponibile
          • Certo certo scrive:
            Re: Sequestro ? Quale Sequestro ?
            Piano a sparare XXXXX sulla grande bellezza! Erano anni che non precipitavo fra le braccia di Morfeo già dal primo quarto d'ora di un film. :-oAvere una serena dormita di questi tempi, è il regalo più bello che possano farti, quindi per me l'oscar è tutto meritato.
        • Funz scrive:
          Re: Sequestro ? Quale Sequestro ?
          - Scritto da: Sg@bbio
          è uno scherzo?No, è una rappresentazione realistica delle nostre F dell'O :p
  • Mah scrive:
    Mah ...
    Sarei curioso di sapere se questo sforzo continuo ed erculeo di chiusura/oscuramento/intimidazione che c'è a livello mondiale ha un corrispettivo reale come recupero di mancati introiti oppure no.Così dovrebbe essere, se costoro sanno fare bene i conti, ma il dubbio rimane.Chi mette qualsiasi opera, software ecc. in digitale, secondo me dovrebbe pensare di essere come il titolare di un cinema estivo all'aperto: è praticamente impossibile evitare che ci sia qualcuno che si guarda "a sbafo" il film dal balcone del palazzo di fronte.E dovrebbe pensare di considerare REALISTICO il proprio guadagno al netto di quelle inevitabili perdite.
    • Abest scrive:
      Re: Mah ...
      io sarei invece curioso di sapere come mai per dei siti internet viene prodotto uno sforzo tale..Quando mi hanno rubato in casa il carabiniere ha allargato le braccia: ehhhhhhh... Ecco. Voglio vedere, anzi ESIGO, dall' l'autorità che gli stessi sforzi per tutelare gli interessi dei vari Gino Paoli siano profusi anche per ricercare il bottino che i ladri hanno fisicamente prelevato da casa mia. Quando vedrò la scientifica prendere le impronte lasciate dai malfattori, potrò anche appoggiare le richieste deliranti dei vari Paoli. fino ad allora sarà in me la convinzione che la legge è solo carta straccia mediaticamente propagandata a favore di parassiti (e loro eredi fino a 70 anni dalla morte del titolare) grandi e piccoli, noti e meno..
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Mah ...
        - Scritto da: Abest
        io sarei invece curioso di sapere come mai per
        dei siti internet viene prodotto uno sforzo
        tale..Quando mi hanno rubato in casa il
        carabiniere ha allargato le braccia: ehhhhhhh...
        Ecco. Voglio vedere, anzi ESIGO, dall' l'autorità
        che gli stessi sforzi per tutelare gli interessi
        dei vari Gino Paoli siano profusi anche per
        ricercare il bottino che i ladri hanno
        fisicamente prelevato da casa mia.Finché ci saranno idioti che daranno i loro soldi a Gino Paoli... o meglio, finché ci sarà una lobby mafioso-massonica chiamata SIAE che darà i soldi a Gino Paoli anche se Gino Paoli non fa più un XXXXX di decente da anni (sempre ammesso che in passato l'abbia mai fatto), il tuo potere conterà meno di quello di Gino Paoli.Se invece credevi di essere in un Paese dove democraticamente tutti dovrebbero avere pari diritti indipendentemente dal reddito, allora sei un pericoloso comunista sovversivo e le tue azioni, nonché quello che dirai, potranno essere usate per rovinarti la vita, riceverai minacce di morte, prese in giro, ingiurie e diffamazioni da parte dei servi delle lobby esattamente come quel carabiniere che ha allargato le braccia.
      • krane scrive:
        Re: Mah ...
        - Scritto da: Abest
        io sarei invece curioso di sapere come mai per
        dei siti internet viene prodotto uno sforzo
        tale.. Quando mi hanno rubato in casa il
        carabiniere ha allargato le braccia: ehhhhhhh...
        Ecco. Voglio vedere, anzi ESIGO, dall' l'autorità
        che gli stessi sforzi per tutelare gli interessi
        dei vari Gino Paoli siano profusi anche per
        ricercare il bottino che i ladri hanno
        fisicamente prelevato da casa mia. Cioe' facendo il parallelo con il furto in casa da te subito, vediamo un po' tutto questo sforzo:la magistratura dovrebbe...- andare su google a cercare "ladri di appartamenti"- nel caso trovasse siti specializzati chiamare il giudice che provvedera' a far cancellare il sito dai dns.Beh, direi che per i furti in appartamento si sforzano gia' molto di piu' escono dal commissariato, vengono fin a casa tua e allargano le braccia.
    • capitan farlock scrive:
      Re: Mah ...
      purtroppo no, ne chiudono 10 oggi e domani i pirati ne apraprono altri 100 da altre parti, finche non schedano gli scariconi siamo sempre daccapo
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Mah ...
        contenuto non disponibile
      • Nauseato scrive:
        Re: Mah ...
        - Scritto da: capitan farlock
        purtroppo no, ne chiudono 10 oggi e domani i
        pirati ne apraprono altri 100 da altre parti,
        finche non schedano gli scariconi siamo sempre
        daccapoEh bravo tu, cosa fai, schedi tutto il popolo italiano e non, e poi come cavolo incrimini decine di milioni di "scariconi" visto che fare download di quanto offre la rete per uso personale senza condividere alcunchè (è il caso di chi usufruisce di questi portali) NON COSTITUISCE REATO!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Mah ...
        - Scritto da: capitan farlock
        purtroppo no, ne chiudono 10 oggi e domani i
        pirati ne apraprono altri 100 da altre parti,
        finche non schedano gli scariconi siamo sempre
        daccapoFacciamo così, schediamo e rinchiudiamo chi vuole che i siti vengono chiusi: si risparmia molto più tempo. Tanto, dal tuo punto di vista, noi saremo dietro le sbarre lo stesso e in un colpo solo si risolve anche il problema del sovraffollamento delle carceri e dell'intasamento dei tribunali e delle forze dell'ordine.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Mah ...
      - Scritto da: Mah
      Sarei curioso di sapere se questo sforzo continuo
      ed erculeo di chiusura/oscuramento/intimidazione
      che c'è a livello mondiale ha un corrispettivo
      reale come recupero di mancati introiti oppure
      no.Ovviamente no.Solo chi è affetto dalla sindrome di Stoccolma può finire per dare i propri soldi a chi ha limitato la sua libertà in modo da dargli ancora più potere economico e politico per continuare a limitare sempre più la sua libertà.La realtà è questahttp://piratibitchx.org/2013/12/08/non-comprate-scaricate-download/
  • AxAx scrive:
    Meno male che...
    questi sequestri in chiaro i nomi dei siti.uno mica li può conoscere tutti
    • Funz scrive:
      Re: Meno male che...
      - Scritto da: AxAx
      questi sequestri in chiaro i nomi dei siti.
      uno mica li può conoscere tuttiDi quelli non ne conoscevo nemmeno uno. Evidentemente però, a molta gente fa più comodo lo streaming da siti poco puliti che installarsi un client torrent...
      • Shiba scrive:
        Re: Meno male che...
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: AxAx

        questi sequestri in chiaro i nomi dei siti.

        uno mica li può conoscere tutti

        Di quelli non ne conoscevo nemmeno uno.
        Evidentemente però, a molta gente fa più comodo
        lo streaming da siti poco puliti che installarsi
        un client
        torrent...Purtroppo Tele2 si ostina a bloccare il traffico torrent prima delle 01:00...
        • Web Surfer scrive:
          Re: Meno male che...
          - Scritto da: Shiba
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: AxAx


          questi sequestri in chiaro i nomi dei
          siti.


          uno mica li può conoscere tutti



          Di quelli non ne conoscevo nemmeno uno.

          Evidentemente però, a molta gente fa più
          comodo

          lo streaming da siti poco puliti che
          installarsi

          un client

          torrent...

          Purtroppo Tele2 si ostina a bloccare il traffico
          torrent prima delle
          01:00...Allora dà immediata disdetta a Tele2 come ho fatto io anni fa !! p)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 marzo 2014 18.44-----------------------------------------------------------
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Meno male che...
          - Scritto da: Shiba
          - Scritto da: Funz

          - Scritto da: AxAx


          questi sequestri in chiaro i nomi dei
          siti.


          uno mica li può conoscere tutti



          Di quelli non ne conoscevo nemmeno uno.

          Evidentemente però, a molta gente fa più
          comodo

          lo streaming da siti poco puliti che
          installarsi

          un client

          torrent...

          Purtroppo Tele2 si ostina a bloccare il traffico
          torrent prima delle
          01:00...Alla faccia della net neutrality.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Meno male che...
        contenuto non disponibile
      • tucumcari scrive:
        Re: Meno male che...
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: AxAx

        questi sequestri in chiaro i nomi dei siti.

        uno mica li può conoscere tutti

        Di quelli non ne conoscevo nemmeno uno. Neppure io se è per quello... ma i cosiddetti sequestri hanno una funzione pubblicitaria non da poco! :D
    • Antonio Mela scrive:
      Re: Meno male che...
      Verissimo, ogni tanto fa bene aggiornare i filtri di foxyproxy :-DSe non fosse per la GDF o per certi zelanti magistrati io certi siti non li avrei mai conosciuti.
  • Leguleio scrive:
    E dopo il 31 marzo...
    Il resoconto suonerà così:"L'Agcom, su richiesta di Medusa film, ha sequestrato quarantasei domini che agivano come raccoglitori di link a contenuti pirata, fruibili in streaming, con il download diretto o a mezzo torrent".La frase è molto più scorrevole e leggibile.
    • tucumcari scrive:
      Re: E dopo il 31 marzo...
      - Scritto da: Leguleio
      Il resoconto suonerà così:

      "L'Agcom, su richiesta di Medusa film, ha
      sequestrato quarantasei domini che agivano come
      raccoglitori di link a contenuti pirata, fruibili
      in streaming, con il download diretto o a mezzo
      torrent".

      La frase è molto più scorrevole e leggibile.Ma il risultato sarà identico...ovvero:"parrebbe impossibile controllare e soffocare il fenomeno: lo dimostrano...." :D
      • tucumcari scrive:
        Re: E dopo il 31 marzo...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: Leguleio

        Il resoconto suonerà così:



        "L'Agcom, su richiesta di Medusa film, ha

        sequestrato quarantasei domini che agivano come

        raccoglitori di link a contenuti pirata,
        fruibili

        in streaming, con il download diretto o a mezzo

        torrent".



        La frase è molto più scorrevole e leggibile.
        Ma il risultato sarà identico...
        ovvero:
        "parrebbe impossibile controllare e soffocare il
        fenomeno: lo
        dimostrano...."
        :DSottovaluti il ruolo dei macachi e delle salamelle, per non parlare degli zampini.Natura matrigna.
        • Leguf Iussef Khalifa scrive:
          Re: E dopo il 31 marzo...
          - Scritto da: tucumcari
          Sottovaluti il ruolo dei macachi e delle
          salamelle, per non parlare degli
          zampini.
          Natura matrigna.(newbie)eh?!?E da quando gli zampini e il resto riescono a oscurare domini? :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: E dopo il 31 marzo...
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            - Scritto da: tucumcari


            Sottovaluti il ruolo dei macachi e delle

            salamelle, per non parlare degli

            zampini.

            Natura matrigna.
            (newbie)
            eh?!?
            E da quando gli zampini e il resto riescono a
            oscurare domini?

            :DDa quando viaggiano su cocchi d'asini e imbellono. Aldo Baglio lo sa.
    • Leguleio corrector scrive:
      Re: E dopo il 31 marzo...
      - Scritto da: Leguleio
      Il resoconto suonerà così:

      "L'Agcom, su richiesta di Medusa film, ha
      sequestrato quarantasei domini che agivano come
      raccoglitori di link,a contenuti pirata, fruibili
      in streaming, con il download diretto o a mezzo
      torrent".
      Voto 4 sull' uso degli incisi Fixed 8)
  • tucumcari scrive:
    "parrebe impossibile"
    [img]http://2.bp.blogspot.com/-lYZP9Hv6-IM/T_c9L6ZRBeI/AAAAAAAAETk/YgObUR3kIMU/s320/LaughingHyena.gif[/img]Parrebbe anche a me...
    • ThEnOra scrive:
      Re: "parrebe impossibile"
      - Scritto da: tucumcari
      [img]http://2.bp.blogspot.com/-lYZP9Hv6-IM/T_c9L6Z

      Parrebbe anche a me...Giusto! Questa è la logica becera vostra.
      • tucumcari scrive:
        Re: "parrebe impossibile"
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: tucumcari


        [img]http://2.bp.blogspot.com/-lYZP9Hv6-IM/T_c9L6Z



        Parrebbe anche a me...

        Giusto! Questa è la logica becera vostra.No è semplicemente una constatazione!(rotfl)(rotfl)
  • dalek scrive:
    trionfo
    festeggeremo con gioia la morte di tnt forum
    • Funz scrive:
      Re: trionfo
      - Scritto da: dalek
      festeggeremo con gioia la morte di tnt forumstaremo a vedere, è tranquillamente in attività da parecchi anni oramai.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: trionfo
      - Scritto da: dalek
      festeggeremo con gioia la morte di tnt forumproprio la comunità piü moderata vuoi colpire? Con tutta la pirateria che c'è in Italia...
    • The Dude scrive:
      Re: trionfo
      - Scritto da: dalek
      festeggeremo con gioia la morte di tnt forumGli unici che cercano di portare avanti un discorso serio?
Chiudi i commenti