YouTube, un dinosauro che va fuori tempo?

Le etichette indie passano ai fatti: se YouTube non permette loro di negoziare i contratti di licenza sarà la Commissione Europea a imporre alla piattaforma di cambiare musica

Roma – Le etichette indipendenti non intendono sottostare agli aut aut di YouTube: non scenderanno a patti, accettando le condizioni di licenza imposte dalla piattaforma pur di far parte del suo chiacchierato servizio di streaming musicale , ma attenderanno che le autorità europee ne valutino l’operato. Secondo le etichette indie, YouTube starebbe remando contro il diritto dei cittadini europei ad accedere a un mercato culturale ricco e variegato.

L’ annuncio del ricorso alla Commissione Europea da parte di Worldwide Independent Network (WIN), di Featured Artists Coalition (FAC) e delle etichette che fanno parte del network IMPALA segue di pochi giorni le rimostranze avanzate dalla stessa WIN: la coalizione di etichette indie, rappresentante tanto di nomi di nicchia quanto di nomi noti ai più, denunciava il comportamento di YouTube, che avrebbe sottoposto loro contratti di licenza precompilati, scavalcando ogni trattativa. La musica indipendente sarebbe stata valutata miseramente , ancora meno di quanto offerto da realtà come Spotify, spesso criticate dagli artisti come poco remunerative. Alle etichette YouTube non avrebbe lasciato che la scelta tra accettare queste condizioni o assistere inermi alla rimozione dei contenuti dalla piattaforma.

Nonostante YouTube abbia nei giorni scorsi ricordato di aver pacificamente stipulato contratti con musicisti e etichette di tutto il mondo, secondo Mark Chung, che rappresenta aggressivamente i musicisti tedeschi, si configurerebbe un caso evidente di abuso di posizione dominante: secondo Chung YouTube si sta mostrando oltremodo “cinica”, ricattando le etichette indipendenti in virtù del proprio monopolio mentre si propone come strenuo difensore della libertà di espressione. All’Europa è dunque chiesto di intervenire per valutare la posizione di YouTube , per dissuadere i vertici della piattaforma dall’intraprendere strategie che comportino “blocchi o minacce”: l’obiettivo è quello di “promuovere una reale competizione e la varietà sul mercato musicale digitale”.

YouTube, ha sottolineato il musicista Billy Bragg, attivissimo nel difendere la propria categoria, “si starebbe dando la zappa sui piedi”: “rischiano di lanciare un servizio di streaming che manca dell’innovazione e dei suoni all’avanguardia degli artisti indipendenti”, trascurando le esigenze degli appassionati di musica, che probabilmente non sarebbero disposti a pagare per un servizio “tanto inferiore” alla concorrenza. Per questo motivo, secondo Helen Smith, a capo di IMPALA, “YouTube si sta comportando come un dinosauro, tentando di censurare ciò che non gradisce”: l’Unione Europea, ricorda Smith, ha una precisa partitura per garantire l’abbattimento delle frontiere sul mercato della musica, allo scopo di fecondare la varietà e la qualità dei contenuti che lo popolano, e YouTube starebbe “andando fuori tempo”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • king volution scrive:
    TC audit INAFFIDABILE
    <i
    L'audit iniziato e che ha già completato la fase 1 proseguirà, come programmato, verso la fase 2 per una completa disamina del codice. In più, <b
    grazie ai fondi raccolti </b
    e alla <b
    collaborazione con la Linux Foundation </b
    , si valuta l'ipotesi di iniziare un lavoro di revisione del codice che porti al rilascio di un fork, con licenza open source </i
    ah ecco... l'audit è in <i
    collaborazione con la Linux Foundation </i
    ... quella che supporta il kernel linux "ufficiale" distribuito con i blob binari proprietari (leggasi: driver e firmware al 100% con inclusi backdoor & scherzetti NSA) e con la GPLv2 e non la GPLv3... quella che supporta "pezzi" del kernel android con annessi i soliti blob e che "siamo open ma i sorgenti li rilasciamo quando c ome ca##o ci pare a noi"...comunque vada a finire questo audit, c'è ben poco da fidarsi...e se anche ci fosse un fork, dell'eventuale truecrypt 7.3 ci sarebbe ben poco da fidarsi...
    • Passante scrive:
      Re: TC audit INAFFIDABILE
      - Scritto da: king volution
      <i
      L'audit iniziato e che ha già
      completato la fase 1 proseguirà, come
      programmato, verso la fase 2 per una completa
      disamina del codice. In più, <b
      grazie ai
      fondi raccolti </b
      e alla <b

      collaborazione con la Linux Foundation </b

      , si valuta l'ipotesi di iniziare un lavoro di
      revisione del codice che porti al rilascio di un
      fork, con licenza open source </i



      ah ecco... l'audit è in <i
      collaborazione
      con la Linux Foundation </i
      ...


      quella che supporta il kernel linux "ufficiale"
      distribuito con i blob binari proprietari
      (leggasi: driver e firmware al 100% con inclusi
      backdoor & scherzetti NSA) e con la GPLv2 e non
      la GPLv3...


      quella che supporta "pezzi" del kernel android
      con annessi i soliti blob e che "siamo open ma i
      sorgenti li rilasciamo quando c ome ca##o ci pare
      a
      noi"...

      comunque vada a finire questo audit, c'è ben poco
      da
      fidarsi...

      e se anche ci fosse un fork, dell'eventuale
      truecrypt 7.3 ci sarebbe ben poco da
      fidarsi...L'unica e' mettersi sotto a programmare un kerner sotto GPL3.
      • king volution scrive:
        Re: TC audit INAFFIDABILE
        - Scritto da: Passante
        L'unica e' mettersi sotto a programmare un kerner
        sotto GPL3.eh... magari lo si finisse davvero...https://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html
        • ... scrive:
          Re: TC audit INAFFIDABILE
          - Scritto da: king volution
          https://www.gnu.org/software/hurd/hurd.htmlHurd?[img]http://1.bp.blogspot.com/-qE2WrtpMC_c/UhjxsqNMBhI/AAAAAAAACIY/h_K3bh-OkBM/s640/elissaspitting.gif[/img]
          • ... scrive:
            Re: TC audit INAFFIDABILE
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: king volution


            https://www.gnu.org/software/hurd/hurd.html

            Hurd?Quando un progetto in 24 anni non è riuscito nemmeno a produrre un kernel stabile e un OS utilizzabile forse sarebbe meglio ammettere il fallimento.L'unico OS più ridicolo di Hurd è ReactOS (che partì per cercare di fare un clone open source di Win95 e nel 2014 non ha ancora prodotto qualcosa di minimamente usabile).
          • asdf scrive:
            Re: TC audit INAFFIDABILE
            - Scritto da: ...

            L'unico OS più ridicolo di Hurd è ReactOS (che
            partì per cercare di fare un clone open source di
            Win95 e nel 2014 non ha ancora prodotto qualcosa
            di minimamente
            usabile).Debian HURD è abbastanza stabile se paragonato a ReactOS
          • ... scrive:
            Re: TC audit INAFFIDABILE
            - Scritto da: asdf
            - Scritto da: ...



            L'unico OS più ridicolo di Hurd è ReactOS
            (che

            partì per cercare di fare un clone open
            source
            di

            Win95 e nel 2014 non ha ancora prodotto
            qualcosa

            di minimamente

            usabile).
            Debian HURD è abbastanza stabile se paragonato a
            ReactOSSe paragonato a ReactOS pure un carciofo lesso è un sistema operativo più stabile.
          • cicciobello scrive:
            Re: TC audit INAFFIDABILE
            Era partito con un kernel stile windows 95, che doveva girare su dos, poi tale kernel è stato sostituito da un kernel a 32 bit equivalente al kernel nt.Per il momento reactos è poco più che un esercizio di tecnica, non ha grosse applicazioni pratiche, ma potrebbe averne il giorno in cui la microsoft dismettesse l'architettura win32 (come per il freedos: finché msdos era ancora in circolazione, il freedos era abbastanza inutile, poco più che un giocattolo per programmatori; oggi, è l'unico dos rimasto, e pur trattandosi di un sistema operativo di nicchia ci sono ancora situazioni in cui è prezioso)
          • ... scrive:
            Re: TC audit INAFFIDABILE
            - Scritto da: cicciobello
            Era partito con un kernel stile windows 95, che
            doveva girare su dos, poi tale kernel è stato
            sostituito da un kernel a 32 bit equivalente al
            kernel
            nt.

            Per il momento reactos è poco più che un
            esercizio di tecnica, non ha grosse applicazioni
            pratiche, ma potrebbe averne il giorno in cui la
            microsoft dismettesse l'architettura win32 (come
            per il freedos: finché msdos era ancora in
            circolazione, il freedos era abbastanza inutile,
            poco più che un giocattolo per programmatori;
            oggi, è l'unico dos rimasto, e pur trattandosi di
            un sistema operativo di nicchia ci sono ancora
            situazioni in cui è
            prezioso)Sì certo, saranno anche buoni propositi, ma che senso ha perdere tempo a realizzare un'architettura intrinsecamente mediocre come Win32 quando in giro ci sono progetti molto superiori? Ma dedicarsi a migliorare un BSD no eh? O a Linux, o pure a Hurd (che magari se avesse avuto un team attivo dietro oggi non sarebbe diventato il progetto fallimentare che è stato).A parte che poi ReactOS oltre ad avere un obiettivo per il quale francamente non capisco come si possa provare alcun entusiasmo, è pure stato sviluppato col cu*o. Non sta su neanche con lo sputo, e quel poco che funziona si basa sul fatto che viene usato Wine...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: TC audit INAFFIDABILE
            contenuto non disponibile
    • Orcinus Orca scrive:
      Re: TC audit INAFFIDABILE
      - Scritto da: king volution
      <i
      L'audit iniziato e che ha già
      completato la fase 1 proseguirà, come
      programmato, verso la fase 2 per una completa
      disamina del codice. In più, <b
      grazie ai
      fondi raccolti </b
      e alla <b

      collaborazione con la Linux Foundation </b

      , si valuta l'ipotesi di iniziare un lavoro di
      revisione del codice che porti al rilascio di un
      fork, con licenza open source </i



      ah ecco... l'audit è in <i
      collaborazione
      con la Linux Foundation </i
      ...


      quella che supporta il kernel linux "ufficiale"
      distribuito con i blob binari proprietari
      (leggasi: driver e firmware al 100% con inclusi
      backdoor & scherzetti NSA) e con la GPLv2 e non
      la GPLv3...


      quella che supporta "pezzi" del kernel android
      con annessi i soliti blob e che "siamo open ma i
      sorgenti li rilasciamo quando c ome ca##o ci pare
      a
      noi"...

      comunque vada a finire questo audit, c'è ben poco
      da
      fidarsi...

      e se anche ci fosse un fork, dell'eventuale
      truecrypt 7.3 ci sarebbe ben poco da
      fidarsi...Anch'io ho i brividi nel leggere che TrueCrypt finisca in mano alla Linux Foundation o in generale alla cosiddetta "Linux community", una simpatica congrega di nerd presuntuosi e scervellati che per anni ha fatto la guerra a TrueCrypt per motivi di licenza (e raccontando balle come "non è open source!") e poi spacciandoli disonestamente per ragioni tecniche.Con lo splendido risultato di boicottare sulla loro amata pattaforma il tool migliore (come si diceva di quello che voleva far dispetto alla moglie?).Ma un conto è avere dubbi sull'evoluzione di TC, che spero finisca in mano a gente più affidabile di quella, altro è titolare "TC audit INAFFIDABILE".Che c'entra l'AUDIT e perchè mai dovrebbe essere inaffidabile?Per fortuna, l'audit è in mano a gente competente (http://opencryptoaudit.org/people) e non alla Linux Foundation.Il problema ci potrà essere eventualmente per un futuro fork, non per la 7.1a.E quello che adesso è da capire, terminando l'audit, se effettivamente la 7.1a è sicura, perchè questa potrebbe essere usata ancora per anni.
      • king volution scrive:
        Re: TC audit INAFFIDABILE
        - Scritto da: Orcinus Orca
        - Scritto da: king volution
        Ma un conto è avere dubbi sull'evoluzione di TC,
        che spero finisca in mano a gente più affidabile
        di quella, altro è titolare "TC audit INAFFIDABILE".certo, hai ragione... mi sono solo "adeguato" allo stile titolistico di PI... ;-)
        Il problema ci potrà essere eventualmente per un
        futuro fork, non per la 7.1a.è quello che dicevo infatti...
  • just to fill in the blank scrive:
    the crypto undertaker
    tombTomb 1.5.2 - a strong and gentle undertaker for your secrets Copyright (C) 2007-2014 Dyne.org Foundation, License GNU GPL v3+ This is free software: you are free to change and redistribute it The latest Tomb sourcecode is published on Syntax: tomb [options] command [arguments]Commands: // Creation: dig create a new empty TOMB file of size -s in MB forge create a new KEY file and set its password lock installs a lock on a TOMB to use it with KEY // Operations on tombs: open open an existing TOMB index update the search indexes of tombs search looks for filenames matching text patterns list list of open TOMBs and information on them close close a specific TOMB (or 'all') slam slam a TOMB killing all programs using it resize resize a TOMB to a new size -s (can only grow) // Operations on keys: passwd change the password of a KEY setkey change the KEY locking a TOMB (needs old one)Options: -s size of the tomb file when creating/resizing one (in MB) -k path to the key to be used ('-k -' to read from stdin) -n don't process the hooks found in tomb -o mount options used to open (default: rw,noatime,nodev) -f force operation (i.e. even if swap is active) -h print this help -v print version, license and list of available ciphers -q run quietly without printing informations -D print debugging information at runtimeFor more informations on Tomb read the manual: man tombPlease report bugs on .
    • non morto scrive:
      Re: the crypto undertaker
      - Scritto da: just to fill in the blank
      tomb

      Tomb 1.5.2 - a strong and gentle undertaker for
      your
      secrets

      Copyright (C) 2007-2014 Dyne.org Foundation,
      License GNU GPL
      v3+
      This is free software: you are free to change
      and redistribute
      it
      The latest Tomb sourcecode is published on
      <http://tomb.dyne.org


      Syntax: tomb [options] command [arguments]

      Commands:

      // Creation:
      dig create a new empty TOMB file of size -s
      in
      MB
      forge create a new KEY file and set its
      password
      lock installs a lock on a TOMB to use it with
      KEY

      // Operations on tombs:
      open open an existing TOMB
      index update the search indexes of tombs
      search looks for filenames matching text
      patterns
      list list of open TOMBs and information on
      them
      close close a specific TOMB (or 'all')
      slam slam a TOMB killing all programs using it
      resize resize a TOMB to a new size -s (can only
      grow)

      // Operations on keys:
      passwd change the password of a KEY
      setkey change the KEY locking a TOMB (needs old
      one)

      Options:

      -s size of the tomb file when
      creating/resizing one (in
      MB)
      -k path to the key to be used ('-k -' to
      read from
      stdin)
      -n don't process the hooks found in tomb
      -o mount options used to open (default:
      rw,noatime,nodev)
      -f force operation (i.e. even if swap is
      active)

      -h print this help
      -v print version, license and list of
      available
      ciphers
      -q run quietly without printing informations
      -D print debugging information at runtime

      For more informations on Tomb read the manual:
      man
      tomb
      Please report bugs on
      <http://github.com/dyne/tomb/issues
      .Non apprezzo il tuo tono.[img]http://dl-wim.persiangig.com/PNG/Undertaker/2695.png[/img]
    • Funz scrive:
      Re: the crypto undertaker
      Ma che è, un fork con il nome cambiato da "cripta" a "tomba"?Penso che un sacco di gente rinuncerebbe ad usarlo per il nome macabro e jettatorio :p
      • kris scrive:
        Re: the crypto undertaker
        - Scritto da: Funz
        Ma che è, un fork con il nome cambiato da
        "cripta" a
        "tomba"?
        Penso che un sacco di gente rinuncerebbe ad
        usarlo per il nome macabro e jettatorio
        :pDisse quello col morto come avatar (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • ... scrive:
          Re: the crypto undertaker
          - Scritto da: kris
          - Scritto da: Funz

          Ma che è, un fork con il nome cambiato da

          "cripta" a

          "tomba"?

          Penso che un sacco di gente rinuncerebbe ad

          usarlo per il nome macabro e jettatorio

          :p
          Disse quello col morto come avatar
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Funz scrive:
          Re: the crypto undertaker
          - Scritto da: kris
          - Scritto da: Funz

          Ma che è, un fork con il nome cambiato da

          "cripta" a

          "tomba"?

          Penso che un sacco di gente rinuncerebbe ad

          usarlo per il nome macabro e jettatorio

          :p
          Disse quello col morto come avatar
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma lo sai che significato avevano le bandiere dei pirati? Intimidazione e annuncio che non verranno fatti prigionieri in caso di resistenza. Macabro forse, ma la morte intesa era quella altrui ;)
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: the crypto undertaker
        contenuto non disponibile
        • ... scrive:
          Re: the crypto undertaker
          Modificato dall' autore il 05 giugno 2014 15.11
          --------------------------------------------------te la sei cercata! mister scassalaXXXXXXX atterrera' famelico come un condor e ti sparera' un pippone filologico da levarti la pelle!
          • krane scrive:
            Re: the crypto undertaker
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: unaDuraLezione

            - Scritto da: Funz


            Penso che un sacco di gente rinuncerebbe ad


            usarlo per il nome macabro e jettatorio


            :p

            Beh, e File <b
            Vault </b
            in OSX?

            edit:

            in effetti vault non ha sempre significato

            lugubre
            te la sei cercata! mister scassalaXXXXXXX
            atterrera' famelico come un condor e ti sparera'
            un pippone filologico da levarti la
            pelle!E nessuno lo leggera'.
      • eretico scrive:
        Re: the crypto undertaker
        - Scritto da: Funz
        Ma che è, un fork con il nome cambiato da
        "cripta" a
        "tomba"?
        Penso che un sacco di gente rinuncerebbe ad
        usarlo per il nome macabro e jettatorio
        :pNon è un fork. Non ha nulla a che spartire con truecypt ed esiste già da un bel po'
    • king volution scrive:
      Re: the crypto undertaker
      - Scritto da: just to fill in the blank
      tomb
      [...]interessantegrazie per la segnalazione
Chiudi i commenti