Adobe porta Flex Builder su Linux

Dopo Flash Player 9, ecco il framework di sviluppo Adobe Flex Builder su Linux, attualmente in stato di alpha. Il software permette di creare applicazioni in Flash anche molto complesse

Santa Clara (USA) – Compiendo un primo importante passo nel portare il proprio framework di sviluppo su Linux, Adobe ha rilasciato una versione alpha del proprio ambiente di sviluppo integrato (IDE), Flex Builder, in grado di girare su alcune delle più diffuse distribuzioni del Pinguino.

Disponibile per il download sul sito Adobe Labs , il software include un sottoinsieme di funzionalità alla base del futuro Flex 3 , chiamato in codice Moxie . Attualmente Flex Builder per Linux supporta la creazione di nuovi progetti, la colorazione del codice, i suggerimenti online, la compilazione, il debugging e AJAX Bridge.

Flex Builder per Linux, che supporta ufficialmente Ubuntu 7.04, SUSE Linux Enterprise Server 10 e RedHat Enterprise Linux WS 4, non è un’IDE a sé stante, ma un plug-in per la celebre piattaforma di sviluppo open source Eclipse . Per utilizzarlo occorre, oltre ad Eclipse 3.3, anche Java Runtime Environment 1.5.x e Firefox, unico browser supportato da Adobe in ambiente Linux. Per fare il debugging delle applicazioni è inoltre necessaria la versione di Flash Player con supporto alle informazioni di debug.

Adobe Flex è un framework multipiattaforma che permette di creare applicazioni per Internet in grado di girare su tutti i principali web browser e sistemi operativi. Lo scorso maggio Adobe ha annunciato l’intenzione di pubblicare parte del codice di Flex sotto la licenza open source Mozilla, che consentirà agli sviluppatori di utilizzare tale codice anche all’interno di applicazioni proprietarie.

Questa alpha di Flex Builder segue il rilascio, avvenuto all’inizio dell’anno, di Flash 9 per Linux , una release a lungo attesa dalla comunità di utenti e di sviluppatori del Pinguino.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nazz scrive:
    differenza tra mailing list e newsletter
    Mailing list: è fatta per scambiare discussioni via email tra tutti gli iscritti, un po' come un forum, ma via emailNewsletter: è inviata da uno a tuttiL'errore di base, al dilà della configurazione (moderando i messaggi ad esempio) è stato usare un tool di mailing list per inviare una newsletterNazzhttp://www.mailup.it/
  • alfa beta scrive:
    buffoni
    queste cose non dovrebbero succedere a prescindere. A parte il vergognoso lasso di tempo trascorso prima di chiudere il problema, si sperava che quest Chuck Norris della sicurezza sapessero che cosa stavano facendo in primo luogo.
  • bowlingbpsl scrive:
    E' successa la stessa cosa in Italia...
    ...con una mailing list il cui nome non ricordo, ma che aveva a che fare con i dominii e dintorni.Ricordo vagamente fior di sarcasmi circa l'ignoranza di questi responsabili IT, con reazioni degne del peggior utonto (incluso il "cancellatemi", inviato ovviamente a tutta la lista).Tutto il mondo e' paese...
  • Egidio Cuniberti scrive:
    a me è successo lo stesso qui...
    qui anni fa avevano usato lo strumento sbagliato per inviare a tutti ... era un gruppo, quindi tutti potevano rispondere : http://www.newageclub.it/e appena ha risposto uno, ha risposto a tutti... e se inviavi l'unsubscribe... arriva a tutti.terribile!! :)poi hanno corretto, credo; ma non è stato un bel momento
Chiudi i commenti