Amazon in crescita per merito di Alexa

Il terzo quadrimestre di Amazon va alla grande. Per Bezos le ragioni del successo vanno ricercate nella strategia "Alexa ovunque", ma gli analisti puntano invece gli occhi sul cloud di AWS

Roma – Amazon vola alta nel terzo quadrimestre dell’anno. La nota agli investitori recita vendite in aumento del 34 per cento con vendite nette schizzate a quota 43,7 miliardi di dollari rispetto a 32,7 dello stesso periodo del 2016. Il mercato del cambio ha partecipato per 124 milioni di dollari mentre la recente acquisizione di Whole Foods Market per 1,3 miliardi. I guadagni complessivi sono stati 4,58 miliardi superando i 4,5 stimati dagli analisti. Il reddito operativo sembra essere l’unico indicatore a decrescere (40 per cento) portandosi a quota 347 milioni (di cui 21 provenienti da Whole Foods Market) contro 575 milioni dell’anno precedente a parità di periodo a fronte di utile netto, che da 252 milioni di dollari è passato a 245 milioni.

Amazon Q3

Il fondatore Jeff Bezos, rincuorato rispetto al secondo trimestre , ha commentato il successo imputandolo in gran parte all’assistente virtuale Alexa: “Solo nel mese scorso abbiamo lanciato cinque nuovi dispositivi basati su Alexa, introdotto Alexa in India, annunciato l’integrazione con BMW, superato le 25.000 skills, integrato Alexa con gli altoparlanti Sonos, insegnato Alexa a distinguere tra due voci e altro ancora. Poiché il cervello di Alexa è sul cloud AWS, le sue nuove capacità sono a disposizione di tutti i clienti Echo, non solo di chi acquista un nuovo dispositivo”; aggiungendo poi che lo sforzo commerciale per diffondere i dispositivi smart sta portando i frutti sperati . È il trionfo della strategia Alexa Everywhere : “I clienti hanno acquistato decine di milioni di dispositivi dotati di Alexa, i dispositivi Echo hanno totalizzato oltre 100.000 recensioni con 5 stelle e i clienti attivi sono aumentati di cinque volte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Con migliaia di sviluppatori e produttori di hardware che costruiscono nuove competenze e dispositivi, l’esperienza di Alexa continuerà a migliorare ancora” – ha aggiunto.

Nonostante l’interesse di Bezos sia rivolto sull’assistente virtuale, gli analisti si sono concentrati ad analizzare le perfomance di AWS , il servizio di cloud computing che da sempre garantisce i maggiori profitti per Amazon. È su questo versante infatti che la crescita sembra destinata ad un rallentamento dopo incrementi vertiginosi. “Il modello di business a questo livello è in una fase di transizione da una ipercrescita a una crescita alta per effetto di un numero crescente di competitor” – hanno commentato gli analisti di KeyBanc. Si tratta comunque di un livellamento non allarmante, visto che nel secondo trimestre Amazon deteneva un ottimo 30 per cento dell’intero comparto (seguito da Microsoft Azure con il 14 per cento).

La crescita complessiva sembra inarrestabile e dovrebbe chiudersi a fine anno con vendite oscillanti tra i 56 e i 60,5 miliardi di dollari. Ogni pedina mossa da Amazon sembra ben piazzata: nuovi dispositivi della linea Echo, investimenti nel retail , facilitazioni nei processi di recapito (come il recente servizio in-home ) e persino (ironia della sorte) l’apertura di negozi fisici .

Mirko Zago

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ufficio igiene scrive:
    Androcessi da ripulire
    Le app android arrivano infette peggio dei migranti sui barconiIphone tutta la vita (sana)
    • zozzoni scrive:
      Re: Androcessi da ripulire
      In compenso voi ricchioni siete impestati dall' epatite e dall' AIDS.
    • Wallestain scrive:
      Re: Androcessi da ripulire
      - Scritto da: Ufficio igiene
      Le app android arrivano infette peggio dei
      migranti sui
      barconi

      Iphone tutta la vita (sana)Certo, certo, come no. Convinto tu.Statevene alla larga da tutti gli smartphoni, i smartphini sono slo ed esclusivamente per ricchioni!
    • Tua mamma scrive:
      Re: Androcessi da ripulire
      Se continui a prendere 5 e 1/2 di informatica vedi il prossimo iPhone come te lo compro!A schiaffi!Tua mamma (che usa Android con profitto, non prende virus e fa sembrare te ed i tuoi amici dei ricchioni).
  • xte scrive:
    C'è un antimalware eccezionale
    si chiama free software. Se un software è sviluppato in forma comunitaria dalla partenza (o è abbastanza piccolo) è *estremamente improbabile* vi si nascondano feature sgradite, inserite di proposito. Quanto alle altre vulnerabilità, statisticamente assai meno che in altri modelli di sviluppo, sono corrette a tempo di record grazie al fatto che chi scrive il software è anche il suo primo utente e grazie al fatto che non ci sono "procedure" burocratiche e legali da seguire se qualcosa non va ma il normale flusso di sviluppo del software.Il resto? Bé un tempo in molti luoghi si era dato potere a qualche "forte" di turno per cacciare o contenere i cattivi, il risultato è praticamente sempre stato peggiore del male.
    • ping scrive:
      Re: C'è un antimalware eccezionale
      Chiamalo software libero, però: gli anglofoni hanno il problema che "free" è una parola ambigua (significa sia "libero" che "gratuito"). Noi non abbiamo questa ambiguità. :)Comunque sì e anche nel caso in cui capitasse (improbabile non vuol dire impossibile), la possibilità di controllare il codice c'è, durasse anche mesi, ma alla fine il dubbio ce lo si toglie.
      • xte scrive:
        Re: C'è un antimalware eccezionale
        Correzione acquisita, commentando da "anonimo" non posso modificare ma si, se scrivo in italiano meglio dire programmi a codice libero...Alle volte mi lascio andare a qualche anglismo.
        • Wallestain scrive:
          Re: C'è un antimalware eccezionale
          - Scritto da: xte
          Correzione acquisita, commentando da "anonimo"
          non posso modificare ma si, se scrivo in italiano
          meglio dire programmi a codice
          libero...

          Alle volte mi lascio andare a qualche anglismo.Allora potremmo chiamarlo software comunitario, scritto dalla comunità, per tutti gli uomini e donne di buona volontà.
  • albicocco al curaro scrive:
    ma come funzionano?
    come funzionano sti AV? Male, ok, ma come agiscono? Non c'è in Android una sandbox che impedisce alle app di andare a ramengo nelle zone dove lavorano la altre app?
    • Wallestain scrive:
      Re: ma come funzionano?
      - Scritto da: albicocco al curaro
      come funzionano sti AV?
      Male, ok, ma come agiscono? Non c'è in Android
      una sandbox che impedisce alle app di andare a
      ramengo nelle zone dove lavorano la altre
      app?Certo. Basta togliere di mezzo tutta la XXXXXglia messa da guggle sopra il kernel sottostante, e le app lavorerebbero come dovrebbero.
  • Google Malware Store scrive:
    Epic Fail!
    Penso sia la prima volta in assoluto che vedo un antivirus con protezione a zero pallini su sei... l'antivirus è addirittura più penoso del sistema operativo. Non che ci volesse molto, però... (rotfl)
    • Fan innamorato di Bertuccia il macaco scrive:
      Re: Epic Fail!
      A me, da androidiano della prima ora, fa solo piacere che Google prenda 'ste sonore scoppole.Vedrai come correranno ai ripari.Il bello è proprio che tutti sono a controllare tutto. Converrai con me che è molto meglio questo di un sistema Stalinista-Bolscevìco dove ti è impossibile anche il solo mettere in dubbio della bontà delle soluzioni offerte. Nessun dubbio, tutte certezze.Poi, se tu sei tra quelli che si masturbano sulle trimestrali di Apple, beh, non c'è storia. Mi fermo qui. Per quanto mi riguarda, se Google guadagna o perde, il mio stipendio non cambia.Io, i miei atti "personali", li faccio su altra carta, patinata, a colori...
Chiudi i commenti