Amazon in crescita per merito di Alexa

Il terzo quadrimestre di Amazon va alla grande. Per Bezos le ragioni del successo vanno ricercate nella strategia "Alexa ovunque", ma gli analisti puntano invece gli occhi sul cloud di AWS
Il terzo quadrimestre di Amazon va alla grande. Per Bezos le ragioni del successo vanno ricercate nella strategia "Alexa ovunque", ma gli analisti puntano invece gli occhi sul cloud di AWS

Amazon vola alta nel terzo quadrimestre dell’anno. La nota agli investitori recita vendite in aumento del 34 per cento con vendite nette schizzate a quota 43,7 miliardi di dollari rispetto a 32,7 dello stesso periodo del 2016. Il mercato del cambio ha partecipato per 124 milioni di dollari mentre la recente acquisizione di Whole Foods Market per 1,3 miliardi. I guadagni complessivi sono stati 4,58 miliardi superando i 4,5 stimati dagli analisti. Il reddito operativo sembra essere l’unico indicatore a decrescere (40 per cento) portandosi a quota 347 milioni (di cui 21 provenienti da Whole Foods Market) contro 575 milioni dell’anno precedente a parità di periodo a fronte di utile netto, che da 252 milioni di dollari è passato a 245 milioni.

Amazon Q3

Il fondatore Jeff Bezos, rincuorato rispetto al secondo trimestre , ha commentato il successo imputandolo in gran parte all’assistente virtuale Alexa: “Solo nel mese scorso abbiamo lanciato cinque nuovi dispositivi basati su Alexa, introdotto Alexa in India, annunciato l’integrazione con BMW, superato le 25.000 skills, integrato Alexa con gli altoparlanti Sonos, insegnato Alexa a distinguere tra due voci e altro ancora. Poiché il cervello di Alexa è sul cloud AWS, le sue nuove capacità sono a disposizione di tutti i clienti Echo, non solo di chi acquista un nuovo dispositivo”; aggiungendo poi che lo sforzo commerciale per diffondere i dispositivi smart sta portando i frutti sperati . È il trionfo della strategia Alexa Everywhere : “I clienti hanno acquistato decine di milioni di dispositivi dotati di Alexa, i dispositivi Echo hanno totalizzato oltre 100.000 recensioni con 5 stelle e i clienti attivi sono aumentati di cinque volte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Con migliaia di sviluppatori e produttori di hardware che costruiscono nuove competenze e dispositivi, l’esperienza di Alexa continuerà a migliorare ancora” – ha aggiunto.

Nonostante l’interesse di Bezos sia rivolto sull’assistente virtuale, gli analisti si sono concentrati ad analizzare le perfomance di AWS , il servizio di cloud computing che da sempre garantisce i maggiori profitti per Amazon. È su questo versante infatti che la crescita sembra destinata ad un rallentamento dopo incrementi vertiginosi. “Il modello di business a questo livello è in una fase di transizione da una ipercrescita a una crescita alta per effetto di un numero crescente di competitor” – hanno commentato gli analisti di KeyBanc. Si tratta comunque di un livellamento non allarmante, visto che nel secondo trimestre Amazon deteneva un ottimo 30 per cento dell’intero comparto (seguito da Microsoft Azure con il 14 per cento).

La crescita complessiva sembra inarrestabile e dovrebbe chiudersi a fine anno con vendite oscillanti tra i 56 e i 60,5 miliardi di dollari. Ogni pedina mossa da Amazon sembra ben piazzata: nuovi dispositivi della linea Echo, investimenti nel retail , facilitazioni nei processi di recapito (come il recente servizio in-home ) e persino (ironia della sorte) l’apertura di negozi fisici .

Mirko Zago

fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 10 2017
Link copiato negli appunti