Amazon spegnerà Alexa.com il 1 maggio 2022

Amazon spegnerà Alexa.com il 1 maggio 2022

Amazon chiude i battenti al servizio Alexa.com, un tempo molto utilizzato per stimare il traffico di un sito Web e pesarne la popolarità.
Amazon chiude i battenti al servizio Alexa.com, un tempo molto utilizzato per stimare il traffico di un sito Web e pesarne la popolarità.

A scanso di equivoci, immediatamente un chiarimento fondamentale: Alexa.com è un sito che non ha nulla a che vedere con l'attuale Alexa, benché entrambi siano sotto proprietà Amazon. Mentre il secondo continuerà ad operare nella fortunata forma di un assistente vocale caricato su device di vario tipo (in primis gli Amazon Echo), il primo vede infine il suo ultimo traguardo dopo 25 anni di storia.

Addio Alexa.com

Alexa.com era un servizio che nei decenni scorsi ebbe una certa rilevanza per il modo in cui poteva analizzare il traffico di un sito Web e pesarne la sua popolarità. In un'epoca in cui la concorrenza su siti di questo tipo era ben minore di oggi, Alexa.com era un punto di riferimento che poco alla volta ha però visto decrescente la propria influenza, fino alla relativa insussistenza. Di qui la scelta di chiudere i rubinetti e porre fine allo storico servizio made in Amazon ed alla sua suite di servizi SEO oggi ancora attiva.

Alexa.com nacque 25 anni or sono. Dall'8 dicembre 2021 non è più possibile siglare nuovi abbonamenti al servizio e dal 1 maggio 2022 il sito sarà definitivamente spento (e dedicato presto o tardi, chissà, all'assistente vocale più noto al mondo). Poco male, visto che Alexa.com era ormai caduto in disuso, ma si tratta dell'ennesimo tassello che scompare di un Web che non c'è più.

Fonte: Alexa.com
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 12 2021
Link copiato negli appunti