Bitcoin: 3 analisti rivelano alcuni fondamentali utili ai trader

Bitcoin: 3 analisti rivelano alcuni fondamentali utili ai trader

Bitcoin ha raggiunto un minimo di 7 settimane. Ecco i fondamentali che hanno rivelato 4 analisti molti utili ai trader che vogliono investire.
Bitcoin ha raggiunto un minimo di 7 settimane. Ecco i fondamentali che hanno rivelato 4 analisti molti utili ai trader che vogliono investire.

Bitcoin ha raggiunto un minimo di 7 settimane e ora sembra risalire la china della sua quotazione. Una situazione altamente allettante che dovrebbe interessare particolarmente chi, in maniera attiva, frequenta il mondo delle criptovalute. In questo articolo, a beneficio di tutti i trader, vi riportiamo alcuni fondamentali che sono stati rivelati da 3 importanti analisti del settore crypto. Scopriamo insieme cosa hanno detto e perché può essere davvero utile.

 

Cosa dobbiamo aspettarci da Bitcoin nei prossimi giorni

Non possiamo dire che con Bitcoin in questi giorni ci si annoi. Al contrario il suo andamento ballerino sta facendo emozionare non solo gli investitori, ma anche gli stessi asset che seguono – chi più e chi meno – la regina delle crypto o la contrastano. Ovviamente la domanda “da un milione di dollari” è sempre la stessa: “Vale la pena in questo momento investire in criptovalute?”. La risposta certa, per ovvie ragioni, non esiste.

Tuttavia si può meditare su quanto hanno detto recentemente 3 importanti analisti proprio in merito a Bitcoin e alla sua recente caduta a quota 53.000 dollari. Solo pochi giorni fa vi avevamo parlato proprio dei segnali incoraggianti di Bitcoin e ora eccoci qua a esaminare quanto espresso da Joe DiPasquale, CEO di BitBull Capital, Dylan LeClair, di Bitcoin Magazine, e Konstantin Anissimov, direttore di CEX.IO.

 

3 analisti rivelano alcuni fondamentali

Iniziamo subito da quanto ha dichiarato DiPasquale in merito all'andamento di Bitcoin e alla sua incapacità tecnica di sfondare quota 53.000 dollari:

A partire da venerdì, Bitcoin ha iniziato a testare il supporto a circa $ 53K. Ogni volta che è sceso a quel livello, è rimbalzato più in alto, segnalando un forte supporto lì. Il calo di oggi a poco più di $ 53K lo ha portato a rimbalzare. Questo segnala che abbiamo un forte interesse all'acquisto a quel livello. Quando si verifica un supporto ripetuto, è una prova della domanda a quel livello e un segnale rialzista che l'asset si apprezzerà da lì“.

Segue, a conferma, quanto detto da LeClair:

$ 53.000 è un livello chiave, che risulta essere la base di costo medio on-chain dei titolari a breve termine nel mercato. Nel corso della storia di bitcoin, il prezzo realizzato (in base al costo della catena) dei detentori a breve termine è servito come supporto chiave per il mercato rialzista“.

Infine, anche Anissimov non ha lesinato nel parlare del livello chiave di Bitcoin di questi giorni. Ma, al contrario degli altri 2 analisti, ha una visione diversa di quanto sta succedendo e del futuro della crypto:

Vediamo tre fattori che contribuiscono ai $ 53k di fungere da forte supporto. La capitalizzazione di mercato di Bitcoin è di $ 1 trilione a $ 52,950 USD. Questo livello è stato un supporto/resistenza chiave fino al 2021 e ora viene nuovamente testato come supporto. La recente pressione di vendita è in gran parte forzata tramite liquidazioni con minimi segni di vendita / capitolazione da parte degli attori del mercato a lungo termine. Ciò suggerisce che il calo del 23% circa rispetto ai massimi storici non è un'inversione di tendenza più ampia. Dal 10 novembre (giorno di ATH) ci sono stati 968 milioni di dollari di liquidazioni. BTC si è librato nella paura fino all'estremo livello di paura dell'indice, che di solito accade dopo che i detentori con una mano più debole sono usciti dal mercato“.

Fonte: Forbes
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 11 2021
Link copiato negli appunti