Bitcoin si avvicina ai livelli del 2017: c'è da preoccuparsi?

Bitcoin si avvicina ai livelli del 2017: c'è da preoccuparsi?

Bitcoin ha da poco raggiunto i 20 mila dollari di quotazione, vicino ai livelli del 2017, e una ripresa potrebbe tardare per diversi motivi.
Bitcoin ha da poco raggiunto i 20 mila dollari di quotazione, vicino ai livelli del 2017, e una ripresa potrebbe tardare per diversi motivi.

La situazione del mercato crittografico sta affrontando un momento particolarmente difficile. Il cosiddetto winter crypto sembra non essersi concluso, con Bitcoin che attualmente si trova a 20.321 dollari di quotazione.

La sua capitalizzazione di mercato ha subito un forte calo nelle ultime 24 ore, registrando segno meno con una percentuale del 10,33% (al momento della scrittura). Se il trend discendente dovesse continuare potremmo trovarci di fronte ai livelli visti nel 2017.

Ora Bitcoin si trova particolarmente vicino a questa situazione. Inoltre, secondo quanto dichiarato da molti analisti, la sua ripresa sembra essere improbabile a breve. Infatti, si attende prima un miglioramento delle condizioni macroeconomiche.

Ci troviamo di fronte al più grande crollo delle criptovalute registrato in due anni. Gli investitori attendono con impazienza un segno verde tra le quotazioni degli asset digitali principali, ma questo non sembra arrivare nel breve periodo.

Se vuoi approfittare di questo sell-out di Bitcoin puoi acquistare la criptovaluta aprendo un conto su Crypto.com. Questo exchange non solo permette di acquistare, vendere e detenere criptovalute, ma garantisce anche una varietà di strumenti e opzioni così da diversificare i propri investimenti con NFT e Fan Token.

Bitcoin e i tassi di interesse della Banca Centrale Statunitense

Una politica aggressiva sembra essere la soluzione per domare l’inflazione, ma alcuni credono possa innescare una recessione. Ovviamente, tutti gli investitori in criptovalute e Bitcoin attendono con impazienza che la Banca Centrale Statunitense aumenti i tassi di interesse.

Secondo i più esperti si pensa che i tassi di interesse saranno di 0,75 punti base e non più di 0,50 come si ipotizzava in precedenza. A questo proposito, in merito ai tassi di interesse e alla situazione di Bitcoin, si è espresso Edward Moya, Senior Analyst Americas di Oanda:

È meglio che i trader di bitcoin stringano le cinture per prendere la decisione del FOMC. Bitcoin mantiene ancora il livello di $ 20.000 e se Wall Street prenderà una decisione molto aggressiva e una conferenza stampa, i rendimenti del Tesoro e il dollaro potrebbero aumentare ancora una volta e ciò metterebbe alla prova la linea nella sabbia che molti trader di criptovalute hanno tracciato.
Wall Street è stata pronta a dileguare il rimbalzo mattutino che ha arginato un modesto miglioramento dei prezzi alla produzione, fornendo forse qualche speranza che l’inflazione core continui ad allentarsi per le imprese.

Acquistare Bitcoin a questo prezzo può essere un’idea. Occorre però diversificare gli investimenti per affrontare al meglio la volatilità delle criptovalute. A questo proposito un’ottima piattaforma per fare questo è Crypto Exchange che offre tantissime soluzioni all’avanguardia.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 giu 2022
Link copiato negli appunti