Bitpanda e le donazioni per l'Ucraina: i dettagli

Bitpanda e le donazioni per l'Ucraina: i dettagli

La piattaforma di origine austriaca darà inizio alle donazioni con un contributo di 100.000 euro per conto di Bitpanda. Ecco altri dettagli dell'iniziativa.
La piattaforma di origine austriaca darà inizio alle donazioni con un contributo di 100.000 euro per conto di Bitpanda. Ecco altri dettagli dell'iniziativa.

La guerra in Ucraina infervora ormai da dieci giorni. Vladimir Putin ha deciso di invadere il paese limitrofo invocando come giustificazione la eccessiva avanzata della NATO nell’Est Europa, con lo scopo di accerchiarlo. La piattaforma Bitpanda non è rimasta indifferente alle sofferenze dei tanti civili coinvolti nel conflitto. D’altronde, a pagare sono sempre loro.

Questo il messaggio con cui Bitpanda ha annunciato la sua iniziativa:

Alla community di Bitpanda: negli ultimi giorni, abbiamo assistito con orrore al terribile susseguirsi di eventi che ha seguito l’invasione militare della Russia in Ucraina. Una settimana fa, la guerra in Europa sembrava un lontano ricordo del passato; oggi, è la nuova realtà in cui viviamo. Rimanere spettatori senza fare nulla non è un’opzione: di fronte alle atrocità, comportarci da esseri umani è tutto ciò che ci rimane. Qui di seguito troverai perciò la nostra risposta alla guerra in Ucraina e il modo in cui abbiamo intenzione di contribuire a fornire soccorso umanitario alle persone colpite dalla guerra.

Vediamo come funzionano le donazioni attivate da Bitpanda e come aderire.

Cos’è il Bitpanda Emergency Response Fund

La piattaforma proclama la propria convinzione fondamentale che agendo insieme, è possibile avere un impatto molto più rilevante rispetto a quello che avremmo se agissimo da soli. È quindi il momento di sfruttare la potenza dell’incredibile community di Bitpanda, che conta oltre 3 milioni di persone.

Bitpanda Emergency Response Fund è una piattaforma di crowdfunding che permette alla community di donare criptovalute a propria scelta a sostegno di organizzazioni che forniscono supporto umanitario alle persone colpite dalla guerra.

I beneficiari iniziali del Bitpanda Emergency Response Fund saranno due organizzazioni le cui missioni sono fortemente allineate ai nostri valori:

  • Save the Children – Ukraine Crisis Relief Fund, che fornisce aiuti per la sopravvivenza dei bambini ucraini e delle loro famiglie, le quali hanno bisogno di acqua, riparo e cibo
  • Medici Senza Frontiere – Medecins Sans Frontieres (MSF), che fornisce attività di risposta alle emergenze in Ucraina e al confine.

Come funziona

Da un post di presentazione sul proprio blog, Bitpanda fa sapere che darà la possibilità a chiunque nella community di Bitpanda di donare qualsiasi cripto a scelta, inviando la donazione a ukraine@bitpanda.com. Sarà la piattaforma ad effettuare la conversione in euro senza alcuna commissione e completeremo à il trasferimento alle organizzazioni selezionate.

La piattaforma di origine austriaca darà inizio alle donazioni con un contributo di 100.000 euro per conto di Bitpanda. Inoltre, destinando al fondo una cifra pari a quella donata da ogni singolo utente, fino a un massimo di 500.000€. Infine, come fondatori, ognuno potrà contribuire individualmente con una donazione personale di 50.000 euro. 

Se vuoi effettuare una donazione direttamente al governo ucraino, sappi che Bitpanda ora accetta anche donazioni in criptovaluta. E’ possibile utilizzare gli indirizzi dei portafogli qui sotto per sostenere direttamente il governo ucraino:

  1. Bitcoin 357a3So9CbsNfBBgFYACGvxxS6tMaDoa1P
  2. Ethereum 0x165CD37b4C644C2921454429E7F9358d18A45e14
  3. Tether TEFccmfQ38cZS1DTZVhsxKVDckA8Y6VfCy
  4. Polkadot 1x8aa2N2Ar9SQweJv9vsuZn3WYDHu7gMQu1RePjZuBe33Hv

Se vuoi scoprire il mondo Bitpanda fatto di ottime opportunità d’investimento ma anche etica sociale, puoi farlo da questo link.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 mar 2022
Link copiato negli appunti