Build 2021: Satya Nadella anticipa la prossima generazione di Windows

Build 2021: Windows, nuova generazione alle porte

Il numero uno di Microsoft promette l'arrivo di importanti novità per la piattaforma, a supporto in primis di sviluppatori e creatori.
Il numero uno di Microsoft promette l'arrivo di importanti novità per la piattaforma, a supporto in primis di sviluppatori e creatori.

Alla fine, il keynote che ha aperto Build 2021 non ha ospitato l'annuncio del nuovo Windows. Il CEO Satya Nadella ha però anticipato l'arrivo di novità importanti destinate al sistema operativo e all'intero ecosistema che gli ruota attorno, ponendo l'accento sulle opportunità che questo introdurrà per gli sviluppatori. Insomma, un annuncio dell'annuncio.

The Next Generation of Windows, presto l'annuncio

Il riferimento, seppur non esplicito, dovrebbe riguardare l'arrivo di uno store per le applicazioni riprogettato e non tanto il restyling dell'interfaccia ormai noto, indicato con il nome in codice Sun Valley. Il numero uno di Microsoft cita senza giri di parole grandi opportunità economiche all'orizzonte. Staremo a vedere di cosa si tratta.

Presto condivideremo uno degli aggiornamenti per Windows più significativi dell'ultimo decennio, così da offrire grandi opportunità economiche per sviluppatori e creatori. L'ho seguito personalmente negli ultimi mesi e sono incredibilmente entusiasta a proposito della nuova generazione di Windows.

Potrebbero essere riviste le regole stabilite dal gruppo di Redmond per quanto concerne la monetizzazione, con nuovi strumenti e modalità di distribuzione, forse togliendo di mezzo qualsiasi commissione sulle transazioni generate mediante gli acquisti effettuati dagli utenti (al momento il 15% sulle app e il 12% sui giochi).

La mia promessa nei vostri confronti è questa: creeremo più opportunità per ogni sviluppatore Windows e daremo il benvenuto a ogni creatore alla ricerca della piattaforma più innovativa, nuova e aperta, per realizzare, distribuire e monetizzare attraverso le applicazioni. Condivideremo di più molto presto.

Risulta interessante sottolineare come Nadella non abbia parlato della “prossima generazione di Windows 10“, ma della “prossima generazione di Windows”, riferendosi in modo specifico a una “piattaforma” e non a un “sistema operativo”. Scopriremo presto (forse già entro le prossime settimane) cosa significa e che impatto avrà. Tra le poche certezze che abbiamo, la versione 10X inizialmente annunciata per dispositivi dual screen e pieghevoli, poi dirottata sui laptop, non vedrà la luce.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti