Cercasi talenti per la trasformazione digitale

Il Dipartimento per la trasformazione digitale sta assumendo nuove figure per lavorare al cambiamento della Pubblica Amministrazione.
Il Dipartimento per la trasformazione digitale sta assumendo nuove figure per lavorare al cambiamento della Pubblica Amministrazione.

Vuoi lavorare nel Dipartimento per la trasformazione digitale attivato dal Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione? Le assunzioni sono state aperte al grido di “cambiamoci!”, “una chiamata ai talenti, pronti a mettersi in gioco per un progetto ambizioso di trasformazione del Paese“.

Sta per nascere, insomma, il gruppo che erediterà il ruolo, le funzioni e le ambizioni del Team per la Trasformazione Digitale. Questo l’appello del ministro Paola Pisano:

Ci rivolgiamo a persone motivate, tecnicamente molto esperte, con esperienze professionali in ingegneria, informatica, big data, matematica, statistica, machine learning, software open source, sicurezza, product design e user experience, sviluppo applicazioni mobile, software architecture e relazioni sviluppatori. Cerchiamo veri e propri “missionari” che avranno l’opportunità di contribuire a un progetto che ha l’ambizione di essere il “volano dell’innovazione” per il Paese. Persone con comprovati successi nei rispettivi settori, con esperienza operativa e non solo di consulenza, con il desiderio di fare la differenza, abituate a pensare “fuori dagli schemi” e con il coraggio di cambiare lo status quo; persone che sanno lavorare con pazienza quando sotto pressione, essere determinate e capaci di gestire con entusiasmo situazioni complesse; persone che hanno la capacità di fare autocritica ed essere pronte a imparare dai propri errori, sapendo che questo aiuta il continuo miglioramento dei processi.

Compensi? Tra 48 e 130 mila euro all’anno. Dove? A Roma, con possibilità di parziale lavoro da remoto. Incarico? “Esperto della Presidenza del Consiglio dei Ministri”. Durata? Al massimo 3 anni.

Dipartimento per la trasformazione digitale: le posizioni aperte

  • API expert
  • Affari giuridici (privacy specialist)
  • Assistente del team
  • Business analyst
  • Chief information security officer
  • Collaborazioni Internazionali
  • Content designer
  • Data scientist
  • HR manager
  • Head of design
  • Infrastructure / production engineer
  • Open source project leader
  • Procurement expert – esperto del codice appalti
  • Progettazione bandi europei
  • Relazioni con gli sviluppatori
  • Relazioni pubbliche e comunicazione
  • Responsabile immagine e promozione
  • Security engineer
  • Service designer
  • Service owner
  • Software engineer
  • Technical innovation project manager
  • Technical project manager
  • UI/UX designer

Qui tutti i dettagli per l’invio del proprio curriculum e della propria candidatura, per la quale sono ammessi come titoli di studio tanto le lauree tradizionali quanto – ovviamente – le lauree conseguite presso università telematiche.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 02 2020
Link copiato negli appunti