Criptovalute: nelle Bahamas le tasse si pagheranno in asset digitali

Criptovalute: nelle Bahamas le tasse si pagheranno in asset digitali

Continua l'adozione delle criptovalute tanto che nelle Bahamas i cittadini potranno pagare le tasse utilizzando gli asset digitali.
Continua l'adozione delle criptovalute tanto che nelle Bahamas i cittadini potranno pagare le tasse utilizzando gli asset digitali.

Pian piano tutto il mondo sta adottando le criptovalute come risorse da inserire nella vita di tutti i giorni. Non è un mistero quindi il crescente numero di utenti che detiene un personale portafoglio crittografico o ha deciso di investire in token tramite qualche exchange.

Proprio per questo, le Bahamas hanno deciso di accettare pagamenti in risorse digitali. L’amministrazione ha quindi dato il nulla osta affinché i cittadini possano decidere di pagare le tasse utilizzando le asset digitali.

Apparentemente non sembrerebbe una completa apertura alle criptovalute. Infatti, il white paper, che delinea la strategia intrapresa dal Governo delle Bahamas, prevede inizialmente la possibilità di utilizzare il Sand Dollar. Si tratta della valuta digitale emessa dalla Banca Centrale Bahamiana nel 2020.

Tuttavia, è bene ricordarsi che FTX, noto exchange che nei giorni scorsi si è incontrato con Goldman Sachs, ha trasferito il suo quartier generale proprio alle Bahamas. Questa decisione, ha dichiarato il suo CEO Sam Bankman-Fried, è frutto di un “disegno di criptovaluta progressista e lungimirante“.

Per questo e per la scelta in sé, le Bahamas potrebbero diventare presto un importante hub crittografico. La notizia sta facendo bene al sentiment positivo degli investitori. Ecco perché, secondo diversi analisti, potrebbe rivelarsi utile investire in criptovalute. Una soluzione interessante è Bitmex che unisce funzionalità, efficienza e sicurezza in un unico exchange crypto.

Criptovalute: le Bahamas hanno un disegno futuro molto chiaro

Il Governo delle Bahamas in tema di criptovalute ha tutto chiaro. Il white paper da poco pubblicato, oltre ad annunciare la decisione di accettare il pagamento delle tasse in Sand Dollar, definisce due aspetti. Primo, la posizione del Paese nei confronti del settore crittografico e, secondo, i piani futuri di adozione. Ecco una parte significativa del white paper:

Nel corso del 2022, istituiremo il Digital Asset Policy Committee e il Digital Advisory Panel, svilupperemo capacità ed amplieremo le risorse della Securities Commission of The Bahamas, espanderemo le competenze in materia di risorse digitali e le opportunità di istruzione, aggiorneremo il Digital Assets and Registered Exchanges Act, inizieremo a consentire l’accesso delle Bahamas alle risorse digitali utilizzando Bahamian Dollars e consentiremo il pagamento delle tasse utilizzando risorse digitali.
Questo ampio quadro politico sulle risorse digitali consentirà alle Bahamas di creare un’opportunità vitale per affrontare alcune delle nostre sfide economiche e fornire posti di lavoro e prosperità ai bahamiani.

Inoltre, il Primo Ministro delle Bahamas, Philip Davis, ha detto di voler trasformare l’arcipelago in un punto centrale per le criptovalute. In futuro i cittadini potranno sfruttare al meglio tutto ciò che è stato sviluppato in questi anni, in un fitto programma che prevede il suo primo culmine nel 2026. Ecco cosa ha dichiarato in merito il Primo Ministro Davis:

Abbiamo una visione per trasformare le Bahamas nel principale hub di risorse digitali nei Caraibi.

Approfitta anche tu di questo vento favorevole e investi in criptovalute. Puoi farlo scegliendo Bitmex. Questo exchange crypto è tra i più completi. Aprendo un conto gratuito avrai accesso a tutti i servizi che la piattaforma ha da offrirti.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 apr 2022
Link copiato negli appunti