Le criptovalute crollano dopo il rapporto FED: dobbiamo preoccuparci?

Le criptovalute crollano dopo il rapporto FED: dobbiamo preoccuparci?

Dopo il rapporto del presidente della FED, Jerome Powell, le criptovalute hanno subito il crollo più importante di questi ultimi mesi.
Dopo il rapporto del presidente della FED, Jerome Powell, le criptovalute hanno subito il crollo più importante di questi ultimi mesi.

Come ormai siamo abituati a vedere, le criptovalute sono particolarmente sensibili a diversi fattori esterni. Questi determinano la loro volatilità in positivo, facendo crescere il prezzo, oppure in negativo, facendolo crollare. In questo caso ci troviamo nella seconda opzione.

Infatti, questo ultimo weekend di agosto non è stato particolarmente felice per gli asset digitali. Colpiti dal rapporto del presidente della Federal Reserve (FED), Jerome Powell, hanno perso quota raggiungendo prezzi di scambio bassi e sottotono.

Bitcoin, ad esempio, è tornato sotto la linea di confine dei 20.000 dollari. Attualmente, la regina delle criptovalute è scambiata a un prezzo di 19,801 dollari, con una capitalizzazione di mercato – al momento della scrittura – pari a 379,37 miliardi di dollari.

Semaforo rosso anche per Ethereum che, nelle ultime 24 ore, è crollato del 3,08%, più di Bitcoin che ha registrato un -0,99%. Al momento della scrittura ETH è scambiato a 1.449 dollari, con una capitalizzazione di mercato pari a 176,69 miliardi di dollari.

Criptovalute e FED: l’ultimo rapporto ha fatto strike

Quasi tutte le criptovalute sono crollate subito dopo il rapporto della FED pronunciato da Powell. Durante il suo discorso ha menzionato i nuovi obiettivi dell’agenzia. Tuttavia, ciò che ha colpito la criptosfera è stata la menzione dei fattori macroeconomici futuri che sfavoriranno la crescita del settore crittografico:

Il ripristino della stabilità dei prezzi – ha dichiarato Powell – richiederà del tempo e richiederà l’uso attivo dei nostri strumenti per bilanciare domanda e offerta. È probabile che sia necessario un periodo prolungato di crescita al di sotto del trend per far scendere l’inflazione. Ci saranno alcuni sfortunati costi associati a questo, ma il mancato ripristino della stabilità dei prezzi comporta perdite molto maggiori.

L’obiettivo, menzionato subito da Powell, è quello di riportare l’inflazione al 2%. Nelle sue parole iniziali, appena citate, ha sottolineato la necessità di ripristinare una certa stabilità dei prezzi. Questa è una responsabilità della FED, ha detto il presidente.

Anche se il prezzo delle maggiori criptovalute è sceso, rimane pur sempre un momento utile per aumentarne le posizioni. Puoi acquistare Bitcoin ed Ethereum direttamente su Crypto.com, una delle piattaforme più amate. Infatti, questo crypto exchange offre anche carte di debito crittografiche con ritorno in denaro ad ogni acquisto.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 29 ago 2022
Link copiato negli appunti