CryptoWeek: Babbo Natale, regali e criptovalute

CryptoWeek: Babbo Natale, regali e criptovalute

Una settimana difficile per Bitcoin, ma proficua per tante iniziative che vedono le criptovalute protagoniste indiscusse del Natale 2021.
Una settimana difficile per Bitcoin, ma proficua per tante iniziative che vedono le criptovalute protagoniste indiscusse del Natale 2021.

La settimana appena trascorsa non è stata facile per il Bitcoin e i suoi investitori. Il crollo della regina delle criptovalute – dovuto a tutta una serie di elementi concatenati – ha destabilizzato i mercati. Tuttavia, diverse iniziative hanno tenuto alto il sentiment nei confronti di questo settore, sempre e nonostante tutto in crescita. Uno degli aspetti più interessanti riguarda il Natale e come le criptovalute siano riuscite a diventare le protagoniste di queste festività 2021 grazie a tante iniziative sicuramente importanti. Prima fra tutte quella di Crypto Smart, exchange italiana che permette di regalare crypto Gift Card da mettere sotto l'albero.

Crypto Smart Market, criptovalute per i regali di Natale

Incredibile ma vero, grazie a Crypto Smart Market chiunque può utilizzare le proprie criptovalute come regalo di Natale. Grazie a questa nuova applicazione, ideata dai fondatori di Crypto Smart, Alessandro Ronchi e Alessandro Frizzoni, è possibile acquistare Gift Card dei migliori marchi italiani della grande distribuzione e destinarle a chi vogliamo bene. Un regalo utile e apprezzato, dal valore particolare per il modo in cui ricollega direttamente gli asset crypto con l'economia reale.

Si tratta di un nuovo servizio di pagamento che permette di utilizzare le criptovalute nella vita quotidiana. Le nostre Gift Card favoriscono la conoscenza e la fiducia delle tante persone che ad oggi ancora nutrono immotivate perplessità, radicate perlopiù nella mancanza di conoscenza, per questo tipo di pagamenti. Proprio una semplice Gift Card porta gli utenti ad un contatto diretto con le qualità maggiori delle criptovalute, quali i pagamenti peer-to-peer disintermediati senza intervento di istituti di credito, modificando così attraverso l'esperienza diretta la propria percezione nei confronti delle monete virtuali. Si tratta di un fondamentale assaggio di quello che sarà il completamento della grande rivoluzione digitale, un insieme di opportunità che Crypto Smart intende offrire a chiunque nella massima semplicità operativa.

Massimo Zamporlini, Fondatore Crypto Smart

Crypto Smart

Crypto Smart: interfaccia per la gestione del portafoglio

Occhio alla SEC

A mettere i bastoni fra le ruote delle criptovalute, anche in quell'America che sembra averne sposata la fuga dai mercati orientali, potrebbe arrivare la SEC. L'autorità ha preso di mira le criptovalute e i suoi investitori: con parole ben lontane dal comune spirito natalizio, l'attuale presidente Gary Gensler ha definito – indistintamente – gli attori del mondo delle crypto come dei “truffatori“. Nessuna differenza quindi, tra qualsivoglia approccio o tipo di attività: per la SEC in questo settore non esisterebbero “attori in buona fede“.

L'approccio della SEC sembra pericoloso per un motivo semplice: non distinguere i “buoni” dai “cattivi” spesso non consente nemmeno di distinguere le “guardie” dai “ladri”, creando un magma indistinto di proposte schiave di immotivate paure. Solo un asservimento vero all'alveo della legalità potrebbe invece permettere di far crescere in modo sano il comparto ed è questo l'approccio che l'Europa sembra preferire rispetto ai chiaroscuri USA.

Se all'apparenza la cosa sembrerebbe non toccarci minimamente, questa linea dura assunta dall'America nei confronti delle criptovalute potrebbe essere facilmente emulata anche in Italia. Le conseguenze si possono solo immaginare anche se, da ogni dove, i più importanti istituti finanziari continuano a mostrare interesse per le crypto, investendo e partorendo nuovi servizi dedicati: questo a conferma di una sostanziale bontà di un fenomeno che secondo il presidente della Consob, Paolo Savona, va semplicemente meglio regolamentato.

Un esempio lampante è Visa: il colosso, leader nel settore dei pagamenti digitali, ha da poco inaugurato Visa Global Crypto Advisory Practice. Si tratta di un nuovo servizio di consulenza sulle criptovalute per clienti e partner commerciali con l'obiettivo di accompagnare i loro primi passi in questo mondo forse ancora poco conosciuto e, a volte, visto erroneamente con sospetto.

Crypto non è solo economia, ma anche solidarietà

Ha fatto eco la capacità di una start up pugliese nel trasformare l'idea di sola speculazione delle criptovalute in un meraviglioso progetto benefico. Stiamo parlando della recente piattaforma Ethicare che, attraverso il suo token solidale Ethicoin, regala visite mediche e cure a chi non se le può permettere. Un'iniziativa che nasce da una forte esperienza accumulata nel tempo della Banca delle Visite. Un circolo virtuoso che dà la possibilità a chiunque possieda delle crypto di trasformarle in una indispensabile opportunità per chi, ancora oggi, non può nemmeno curarsi.

Nonostante tutti i sali e scendi di questi giorni, cosa vale di più al mondo? Il sorriso di un bambino, sapendo che potrà curarsi grazie alla generosità di chi ha deciso di investire sul bene altrui. La serenità di un padre che potrà accedere a una visita medica e così vedere un futuro migliore per la sua famiglia. E, infine, la felicità negli occhi della persona che amiamo pronta a utilizzare la sua Gift Card che le abbiamo regalato.

È dalle fatiche dei fondatori di Crypto Smart nell'ideare qualcosa di utile e quotidiano e anche dalla forza di non arrendersi mai della start up di Ethicare che viene spontaneo sorridere a ciò che non può essere solo Natale, ma un vero e proprio stile di vita capace di vedere nelle criptovalute qualcosa che non solo raccoglie valore, ma lo redistribuisce anche.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 12 2021
Link copiato negli appunti