Il nuovo (vecchio) CEO Disney: ritorna Bob Iger

Il nuovo (vecchio) CEO Disney: ritorna Bob Iger

Bob Iger torna a sedere sulla poltrona di CEO Disney, dopo aver ceduto il ruolo nelle mani del successore Bob Chapek nel febbraio 2020.
Bob Iger torna a sedere sulla poltrona di CEO Disney, dopo aver ceduto il ruolo nelle mani del successore Bob Chapek nel febbraio 2020.

A quasi tre anni di distanza dall’avvicendamento sulla poltrona di CEO, il veterano Bob Iger (a sinistra nell’immagine qui sopra) torna ad assumere la guida del gruppo Disney. Sostituisce quello che oggi può essere definito il suo successore-predecessore, Bob Chapek. La decisione è stata annunciata, a sorpresa, nel fine settimana. Questo un estratto di quanto riportato nel comunicato stampa.

Ringraziamo Bob Chapek per il suo servizio in Disney durante la sua lunga carriera, in grado anche di guidare la società attraverso le sfide senza precedenti della pandemia. Il Consiglio ha concluso che Disney sta per affrontare un periodo sempre più complesso per quanto riguarda la trasformazione dell’industria: Bob Iger si trova in una posizione unica per guidare l’azienda attraverso questo momento di importanza cruciale.

Bob Iger è (di nuovo) il CEO di Disney

Iger è anche l’azionista di maggioranza della società. Stando a quanto reso noto, rimarrà CEO per i prossimi due anni, con l’obiettivo di definire la direzione strategica per una rinnovata crescita e per lavorare a stretto contatto con il Consiglio, al fine di individuare un successore che guidi l’azienda al termine del suo mandato. Senza dubbio, la piattaforma D sarà al centro del nuovo modello di business.

Bob Chapek è finito nelle scorse settimane al centro di polemiche sollevate dagli azionisti, in seguito alla pubblicazione dei risultati finanziari relativi all’ultima trimestrale. Secondo i numeri, non sono state soddisfatte le previsioni degli analisti né dalla divisione media né da quella al lavoro sui parchi divertimenti.

A proposito di streaming, ricordiamo che dall’8 dicembre, Disney proporrà negli Stati Uniti la nuova formula Basic per l’accesso ai contenuti caratterizzata dalla presenza di inserzioni pubblicitarie.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 nov 2022
Link copiato negli appunti