Google, tutto l'advertising è HTML5

Continuare ad affidarsi a Flash significa rinunciare alla grossa fetta degli utenti mobile: per questo motivo Google convertirà tutti gli ads nel formato HTML5

Roma – Per assicurare la visibilità dell’advertising anche presso le vaste platee mobile, Google ha scelto di convertire automaticamente tutti gli ads Flash in HTML5, così come annunciato mesi addietro.

Le vecchie campagne saranno aggiornate e quelle ancora da avviare saranno soggette alla conversione automatica nel momento in cui saranno caricate attraverso AdWords, AdWords Editor e altri strumenti di terze parti: tutto ciò che il tool Swiffy è in grado di convertire sarà convertito dallo strumento ora affiancato ad AdWords.

Safari per iOS non ha mai supportato il formato Flash, Adobe ha smesso di aggiornare il proprio plugin per Android nel 2012: gli utenti mobile sono di fatto stati esentati dall’advertising in formato .swf . Ma se, come spiega Google, il mobile vale la metà del tempo trascorso online dai netizen, rimanere aggrappati a Flash significa rinunciare a sfruttare appieno i canali con cui diramare la pubblicità.

Per lo stesso motivo, per raggiungere ciascun utente indipendentemente dal browser o dal dispositivo, la Grande G sta indirizzandosi con sempre più decisione verso HTML5: nei giorni scorsi Google ha annunciato il passaggio definitivo per YouTube al formato che ad ottobre 2014 si è guadagnato lo status di standard W3C.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Utente scrive:
    Skynet...
    ...E' vicino (cylon)
  • prova123 scrive:
    A questo punto potevano usare il C64
    i giochi 2D erano altrettanto datati ma con più colori e gli algoritmi si divertivano di più! :D :D :DSolo tra dieci anni forse riusciranno a fare qualcosa di analogo con i giochi 3D dello Spectrum 48K e solo qui gli algoritmi dovranno dimostrare di sapere giocare veramente !!! ;)
    • prova123 scrive:
      Re: A questo punto potevano usare il C64
      Guardando i risultati, si nota subito che il primo gioco 3D reale "Battle Zone" è al di sotto del "livello umano" 67%. Bisogna vedere cosa intendano per "livello umano", a quel gioco ero arrivato intorno ai 220000 punti quasi a fare reiniziare il gioco dall'inizio (se non sbaglio intorno ai 250000 punti ... si avete capito bene il gioco non arriva al massimo della difficoltà e continua così sino all'esaurimento dei carri armati, in quel tempo era lo standard ... dopo 35 anni spero di non avere rovinato il divertimento a qualcuno (rotfl) ).[img]http://3.bp.blogspot.com/-pB_6VHHypI0/VOzFzr9n1jI/AAAAAAAAAeM/DULg2BucYhg/s1600/Screen%2BShot%2B2015-02-24%2Bat%2B9.41.01%2BAM.png[/img]
    • nome e cognome scrive:
      Re: A questo punto potevano usare il C64

      Solo tra dieci anni <b
      forse </b
      riusciranno a
      fare qualcosa di analogo con i giochi 3D dello
      Spectrum 48K e solo qui gli algoritmi dovranno
      dimostrare di sapere giocare veramente !!!
      ;)Si ma poi gli algoritmi smettono di giocare e passano tutto il tempo a discutere se è meglio il C64 o lo spectrum.
  • Nome e cognome scrive:
    Incentivi ?
    Sarebbe bello sapere in cosa consistono
    • collione scrive:
      Re: Incentivi ?
      qui c'è il codice del software in questione https://sites.google.com/a/deepmind.com/dqn/
      • Luppolo scrive:
        Re: Incentivi ?
        - Scritto da: collione
        qui c'è il codice del software in questione
        https://sites.google.com/a/deepmind.com/dqn/A parte il codice, qui è spiegato bene.http://deeplearning.net/tutorial/lenet.htmlSono reti neurali artificiali convoluzionali.
    • Luppolo scrive:
      Re: Incentivi ?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Sarebbe bello sapere in cosa consistonoBasta leggersi qualcosina sulle reti neurali artificiali che, per inciso, sono il vero argomento dell'articolo e non i giochini idioti dell'Atari.
    • Funz scrive:
      Re: Incentivi ?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Sarebbe bello sapere in cosa consistonoCaramelle virtuali, e se batti il record 70 vergini virtuali :p
    • prova123 scrive:
      Re: Incentivi ?
      Ti assicuro che la matematica necessaria alle rete neutrali non è alla portata di chi vuole leggere qualcosina e non ha una laurea con esami del tipo Metodi Matematici per la Fisica/Analisi 3 a seconda del corso di studi (sempre che si abbia voglia di applicarla a problemi reali). Il rischio è quello di leggere tanto e nella migliore delle ipotesi avere poche idee ma confuse. :DLascia perdere i siti con articoli avanzati non accessibili a persone che sanno poco o niente di reti neurali ...Questi possono essere una buona partenza:http://retis.sssup.it/~giorgio/slides/neural-it/n1-intro.pdfhttp://www.dsi.unive.it/~srotabul/files/AppuntiRetiNeurali.pdfhttp://www.webalice.it/antonicelli/dispense/retineurali1.pdfIn generale cerca con google "reti neurali dispense", queste sono le basi ma già di livello abbastanza alto.Anche Sergey Bubka quando inizio a praticare salto con l'asta non partì mettendo l'asta a 6 metri. Se l'avesse fatto dopo qualche mese avrebbe cambiato mestiere. ;)
Chiudi i commenti