Iris, la GPU delle prossime CPU Intel

Santa Clara fornisce le caratteristiche della nuova generazione della grafica integrata nei processori classe Haswell. Prestazioni duplicate sui notebook, triplicate sui desktop

Roma – Assieme a tutte le caratteristiche di risparmio energetico e incrementi prestazionali già note , la microarchitettura Haswell porterà in dote miglioramenti notevoli anche sul fronte della GPU integrata. Che si chiamerà Iris, e sarà pressoché equivalente a una schede grafica discreta ma ad una frazione del costo.

Per la GPU on-die dei processori Core di quarta generazione, Intel promette “una esperienza visuale da strabuzzare gli occhi – senza richiedere nessuna scheda grafica extra”: rispetto alla precedente generazione, le performance di Iris con la grafica 3D raddoppieranno sulle CPU per Ultrabook e laptop (serie U e H) e addirittura triplicheranno sui processori per desktop (serie R).

Nel caso delle CPU per notebook (H) e PC fissi (R), dice ancora Intel, il package CPU+GPU includerà anche un certo quantitativo di memoria DRAM da usare come cache comune accessibile a entrambe i componenti. Una soluzione ponte, insomma, prima di adottare un approccio all’architettura di memoria radicalmente nuovo come ha già fatto AMD .

Altre caratteristiche salienti di Iris saranno infine il supporto a risoluzioni classificabili come UltraHD (4K), l’editing video “accelerato” tramite tecnologie Quick Sync Video e decodifica/transcodifica MJPEG, e infine il supporto alle più recenti versioni delle librerie grafiche/GPGPU DirectX (11.1), OpenCL (1.2) e OpenGL (4.0).

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tucumcari scrive:
    veramente....
    La prima cosa che faccio è eliminare da qualunque browser tutte le CADecido poi io se installare quali certificati...Poi per carità uno può sempre fidarsi....Io però ho deciso che fidarsi è bene e non fidarsi è meglio
    • bubba scrive:
      Re: veramente....
      - Scritto da: tucumcari
      La prima cosa che faccio è eliminare da qualunque
      browser tutte le
      CA
      Decido poi io se installare quali certificati...
      Poi per carità uno può sempre fidarsi....
      Io però ho deciso che fidarsi è bene e non
      fidarsi è
      meglioun po esagerato... pero' e' vero che da quando gli Usa (e non solo of coz) ad usare il modo massivo i "malware di stato" c'e' sempre piu' da toccarsi i maroni [uno sbrego di CA sono americane]Tra l'altro mi par di ricordare che l'iPr0n tra i cert ha addirittura (un|i) .MIL
Chiudi i commenti