Italia, la Rete dell'antiterrorismo

Il Consiglio dei Ministri dà il via libera a un decreto legge antiterrorismo: sono previste aggravanti per l'apologia mediata dal Web, e l'introduzione di una black list per inibire l'accesso ai siti di propaganda terroristica

Roma – Il Consiglio dei ministri ha approvato lo schema di decreto che contiene diverse norme finalizzate alla lotta al terrorismo, preannunciato all’indomani dei fatti di Parigi e della strage presso la redazione di Charlie Hebdo. Tra le misure che puntano a colpire le reti internazionali del terrore sono previsti maggiori poteri per i servizi segreti, un nuovo reato correlato all’espatrio per combattere (con pena massima di 10 anni per i “lupi solitari”, coloro cioè che si autoaddestrano all’uso delle armi), ed in più trovano spazio anche diverse norme relative specificatamente ad Internet.

In particolare, come appena stabilito anche dalla Francia, il decreto costituisce una vera e propria lista nera che ha l’obiettivo di oscurare quei siti che inneggiano ai kamikaze : per farlo si punterà a stilare la black list dei siti che inneggiano al terrorismo dando all’autorità competente il poteri di oscurarli (eventualmente tramite blocchi DNS).

Si tratta di un metodo, quello della blacklist, già utilizzato in Italia per i siti pedopornografici , quelli dedicati al gioco d’azzardo non contemplati da AAMS e, per quanto riguarda i contenuti protetti da proprietà intellettuale, le questioni affrontate dal regolamento Agcom .

Per i siti con contenuti che inneggiano al terrorismo, stando alle anticipazioni relative al decreto, la lista sarà redatta su indicazione del giudice e contenuta in un “elenco costantemente aggiornato dal Servizio Polizia Postale e delle Telecomunicazioni della Polizia di Stato”, e da quella si procederà con le richieste ai provider. Questo significa un meccanismo a due fasi: la prima è in capo al Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC) che avrà il compito di individuare i sospettati, il secondo è il passaggio dal giudice ai provider per cui per il momento non vi sono parametri di riferimento . Nel caso di inosservanza da parte degli ISP, si spiega, “è la stessa Autorità Giudiziaria a disporre l’interdizione dell’accesso ai relativi domini internet”.

Il decreto prevede inoltre “aggravamenti delle pene stabilite per i delitti di apologia e di istigazione al terrorismo commessi attraverso strumenti telematici”.
Il problema è che – a differenza dei contenuti pedopornografici – si tratta di reati dai confini sfrangiati: il confine tra apologia, istigazione al terrorismo e semplice opinione rischia di essere davvero labile e di comprimere spazi di libertà.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sisko212 scrive:
    Microsoft (o apple) ?? open source ?????
    Ma andiamo.... non fatemi ridere via....
  • Ciccio scrive:
    a voglia a svoltare...
    "abbiamo scoperto anche un'altra cosa: che il software fa schifo. Mispiego meglio: il software lasciato lì e non manutenuto, tempo qualchemese e mostrerà gravi carenze."Uau che scoperta! Ma sono avanti anni luce rispetto allaconcorrenza! Ma non si direbbe proprio!"Per parlare di openness oggi, secondo me, bisogna parlare di questiquattro pilastri: open source, open standard, community einteroperabilità. Se non comprendiamo l'interazione tra questi quattro -spiega a Punto Informatico - rischiamo di avere un concetto vuoto emolto poco calzante". Solo unendo questi aspetti, è il suo ragionamento,ci si può garantire che una pagina web risulti identica e fruibile indiversi browser, su diversi smartphone equipaggiati con diversi sistemioperativi""una pagina web risulti identica e fruibile indiversi browser"??? :-OCerto, infatti ad rilascio di IE si ottiene una renderizzazione dellepagine perfettissima e aderentissima agli standard!!! Ecchecavolo!"tanto più che si va verso una diffusa tendenza ad unire in un solopacchetto hardware e software, con scarso o nullo controllo degli utentisullo stesso"Certo, e quindi progetti come Arduino e Raspberry pi sono una chimera irraggiungibile! :-D
  • ... scrive:
    svolta opensource un caxxo!
    microsoft e' il solito bubbone infetto, marcio e purulento.E' come obama che dice "concedeteci il beneficio del dubbio", ma de che!tutti un banda di XXXXXXXX plutocratici guerrafondai.
    • maxsix scrive:
      Re: svolta opensource un caxxo!
      - Scritto da: ...
      microsoft e' il solito bubbone infetto, marcio e
      purulento.
      E' come obama che dice "concedeteci il beneficio
      del dubbio", ma de
      che!
      tutti un banda di XXXXXXXX plutocratici
      guerrafondai.Parenti di antani
  • Errore di accesso scrive:
    È tutta una finta
    Ecco il filmato che dimostra chi c'è DAVVERO dietro la Microsoft[yt]fI_xuFA18m4[/yt]
  • collione scrive:
    La svolta?
    Ecco la svolta di ms http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-old-bug-allows-malicious-code-execution-in-all-versions-of-windows/Ma non si diceva che solo l'open ha bug vecchi di anni?Dove sono i tuttologi maxsix e soci?
    • maxsix scrive:
      Re: La svolta?
      - Scritto da: collione
      Ecco la svolta di ms
      http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-ol

      Ma non si diceva che solo l'open ha bug vecchi di
      anni?
      Mai detto questo. Ma risuonano le parole tonanti degli open sorci che passano le giornate a controllare i codici sorgenti.Se permetti visti i risultati è un eufemismo definire tutto questo tragicomico.
      Dove sono i tuttologi maxsix e soci?Lo sai che non mi faccio mai negare una lisciatina al pelo cantinaro giornaliera.
      • passante meno fesso scrive:
        Re: La svolta?
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: collione

        Ecco la svolta di ms


        http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-ol



        Ma non si diceva che solo l'open ha bug
        vecchi
        di

        anni?


        Mai detto questo. Ma risuonano le parole tonanti
        degli open sorci che passano le giornate a
        controllare i codici
        sorgenti.

        Se permetti visti i risultati è un eufemismo
        definire tutto questo tragicomico.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3937484&m=3938168#p3938168
        • maxsix scrive:
          Re: La svolta?
          - Scritto da: passante meno fesso
          - Scritto da: maxsix

          - Scritto da: collione


          Ecco la svolta di ms





          http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-ol





          Ma non si diceva che solo l'open ha bug

          vecchi

          di


          anni?




          Mai detto questo. Ma risuonano le parole
          tonanti

          degli open sorci che passano le giornate a

          controllare i codici

          sorgenti.



          Se permetti visti i risultati è un eufemismo

          definire tutto questo tragicomico.

          http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3937484&m=393Le opinioni e i numeri snocciolati dal nostro collione senza g passano come il vino dell'oste. Il problema è che i nostri amichetti linari con a capo il loro pifferaio magico, con le loro convinzioni, hanno fatto danni enormi con cui conviveremo chissà per quanto.La cosa che più infastidisce è che hanno portato, e portano, la bandiera del open sorcio condiviso dove tutti controllano tutto, e invece la realtà è che tutti sfruttano e tutti se ne battono i cosiddetti. Era chiaro nel 96 è chiaro anche oggi.È palese che lo schema di sviluppo anarchico dell'open sorcio non funziona.Ed è poco che ci giriamo intorno
          • passante meno fesso scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            Le opinioni e i numeri snocciolati dal nostro
            collione senza g passano come il vino dell'oste.
            Il problema è che i nostri amichetti linari con a
            capo il loro pifferaio magico, con le loro
            convinzioni, hanno fatto danni enormi con cui
            conviveremo chissà per quanto.Ci mostreresti qualche esempio di questi danni ?Che so qualcosa di simile a: http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_tecnologia/sicurezzaweb/classifica-virus/classifica-virus.html
          • maxsix scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: passante meno fesso
            - Scritto da: maxsix


            Le opinioni e i numeri snocciolati dal nostro

            collione senza g passano come il vino
            dell'oste.

            Il problema è che i nostri amichetti linari
            con
            a

            capo il loro pifferaio magico, con le loro

            convinzioni, hanno fatto danni enormi con cui

            conviveremo chissà per quanto.

            Ci mostreresti qualche esempio di questi danni ?
            Che so qualcosa di simile a:
            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_Ed eccolo qua il cantinaro che vuole l'esempio reale.Allora, secondo te, se io sono in possesso di un modo per sfruttare un determinato bug lo vengo dire a te?E ti dico anche questo, secondo te, se io ho subito danni ingenti e riesco a mettere tutto a tacere e a "pulirmi" i panni sporchi pensi che vengo dirlo a te?No caro.Chi ha acXXXXX a sistemi sensibili che girano su piattaforma Linux non lo va a dire a nessuno.Che poi, non vi è bastata la lezione di Lizard Squad?Ne arriveranno altre tranquilli e non solo da loro.Mettete le cinture di sicurezza e il casco.Ne avrete tanto bisogno.
          • passante meno fesso scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: maxsix




            Le opinioni e i numeri snocciolati dal
            nostro


            collione senza g passano come il vino

            dell'oste.


            Il problema è che i nostri amichetti
            linari

            con

            a


            capo il loro pifferaio magico, con le
            loro


            convinzioni, hanno fatto danni enormi
            con
            cui


            conviveremo chissà per quanto.



            Ci mostreresti qualche esempio di questi
            danni
            ?

            Che so qualcosa di simile a:


            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_

            Ed eccolo qua il cantinaro che vuole l'esempio
            reale.

            Allora, secondo te, se io sono in possesso di un
            modo per sfruttare un determinato bug lo vengo
            dire a te?Strano, su windows evidentemente lo vengono a dire: http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_tecnologia/sicurezzaweb/classifica-virus/classifica-virus.html
          • maxsix scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: passante meno fesso
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: passante meno fesso


            - Scritto da: maxsix






            Le opinioni e i numeri snocciolati
            dal

            nostro



            collione senza g passano come il
            vino


            dell'oste.



            Il problema è che i nostri
            amichetti

            linari


            con


            a



            capo il loro pifferaio magico, con
            le

            loro



            convinzioni, hanno fatto danni
            enormi

            con

            cui



            conviveremo chissà per quanto.





            Ci mostreresti qualche esempio di questi

            danni

            ?


            Che so qualcosa di simile a:





            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_



            Ed eccolo qua il cantinaro che vuole
            l'esempio

            reale.



            Allora, secondo te, se io sono in possesso
            di
            un

            modo per sfruttare un determinato bug lo
            vengo

            dire a te?

            Strano, su windows evidentemente lo vengono a
            dire:
            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_Erano altri anni, altri contesti.Oggi è tutta un altra storia e se non riesci a capirlo beh, probabilmente vieni da Marte.
          • Pico de paperis scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: passante meno fesso



            - Scritto da: maxsix








            Le opinioni e i numeri
            snocciolati

            dal


            nostro




            collione senza g passano come
            il

            vino



            dell'oste.




            Il problema è che i nostri

            amichetti


            linari



            con



            a




            capo il loro pifferaio
            magico,
            con

            le


            loro




            convinzioni, hanno fatto danni

            enormi


            con


            cui




            conviveremo chissà per quanto.







            Ci mostreresti qualche esempio di
            questi


            danni


            ?



            Che so qualcosa di simile a:









            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_





            Ed eccolo qua il cantinaro che vuole

            l'esempio


            reale.





            Allora, secondo te, se io sono in
            possesso

            di

            un


            modo per sfruttare un determinato bug lo

            vengo


            dire a te?



            Strano, su windows evidentemente lo vengono a

            dire:


            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_

            Erano altri anni, altri contesti.

            Oggi è tutta un altra storia e se non riesci a
            capirlo beh, probabilmente vieni da
            Marte.Guarda che queste classifiche vengono fatte annualmente dai creatori di antivirus ed il risultato è sempre quello e se non riesci a capirlo beh, probabilmente vieni da Proxima Centauri.
          • Passante scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: passante meno fesso



            - Scritto da: maxsix








            Le opinioni e i numeri
            snocciolati

            dal


            nostro




            collione senza g passano come
            il

            vino



            dell'oste.




            Il problema è che i nostri

            amichetti


            linari



            con



            a




            capo il loro pifferaio
            magico,
            con

            le


            loro




            convinzioni, hanno fatto danni

            enormi


            con


            cui




            conviveremo chissà per quanto.







            Ci mostreresti qualche esempio di
            questi


            danni


            ?



            Che so qualcosa di simile a:









            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_





            Ed eccolo qua il cantinaro che vuole

            l'esempio


            reale.





            Allora, secondo te, se io sono in
            possesso

            di

            un


            modo per sfruttare un determinato bug lo

            vengo


            dire a te?



            Strano, su windows evidentemente lo vengono a

            dire:


            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_

            Erano altri anni, altri contesti.

            Oggi è tutta un altra storia e se non riesci a
            capirlo beh, probabilmente vieni da
            Marte.Non è che le statistiche siano cambiate eh, sei in grado di leggerle immagino ?
          • Jaguaro scrive:
            Re: La svolta?
            Ma tu guarda: quindi quelli di Apple sono fessi ad investire su progetti open source.Rispondi, o profondo raccontator di balle!
          • Funz scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            Allora, secondo te, se io sono in possesso di un
            modo per sfruttare un determinato bug lo vengo
            dire a
            te?

            E ti dico anche questo, secondo te, se io ho
            subito danni ingenti e riesco a mettere tutto a
            tacere e a "pulirmi" i panni sporchi pensi che
            vengo dirlo a
            te?

            No caro.

            Chi ha acXXXXX a sistemi sensibili che girano su
            piattaforma Linux non lo va a dire a
            nessuno.

            Che poi, non vi è bastata la lezione di Lizard
            Squad?

            Ne arriveranno altre tranquilli e non solo da
            loro.

            Mettete le cinture di sicurezza e il casco.
            Ne avrete tanto bisogno.tu fai un'affermazione, tu devi portare le prove. Punto. Tutto quello che hai scritto è solo aria fritta.
          • cracracricr acrecr scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: maxsix




            Le opinioni e i numeri snocciolati dal
            nostro


            collione senza g passano come il vino

            dell'oste.


            Il problema è che i nostri amichetti
            linari

            con

            a


            capo il loro pifferaio magico, con le
            loro


            convinzioni, hanno fatto danni enormi
            con
            cui


            conviveremo chissà per quanto.



            Ci mostreresti qualche esempio di questi
            danni
            ?

            Che so qualcosa di simile a:


            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_

            Ed eccolo qua il cantinaro che vuole l'esempio
            reale.

            Allora, secondo te, se io sono in possesso di un
            modo per sfruttare un determinato bug lo vengo
            dire a
            te?

            E ti dico anche questo, secondo te, se io ho
            subito danni ingenti e riesco a mettere tutto a
            tacere e a "pulirmi" i panni sporchi pensi che
            vengo dirlo a
            te?

            No caro.

            Chi ha acXXXXX a sistemi sensibili che girano su
            piattaforma Linux non lo va a dire a
            nessuno.AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHMiiiiii... che sei spacchiosissimo (rotfl)(rotfl)(rotfl)Fammi capire.1) Tu fai riferimento a danni enormi con cui conviviamo e <b
            convivremo </b
            (non <b
            conviveremo </b
            ) chissà per quanto.2) Il passante ti risponde facendo riferimento ad una statistica reale.3) Tu controbatti affermando che il suo riferimento non vale una ceppa perché: chi conosce una vunlnerabilità non lo dice. Chi la subisce idem. Cioè nessuna sa e dice nulla per cui ci dobbiamo fidare di te. Se ci fosse Giacobbo, ti stringerebbe la mano :DSicuro sicuro di non rilevare nessuna "piccola" falla nella logica del tuo ragionamento?E poi sarebbero i cantinari i complottisti. Amico, la tua vita deve essere un vero inferno :D
            Che poi, non vi è bastata la lezione di Lizard
            Squad?

            Ne arriveranno altre tranquilli e non solo da
            loro.

            Mettete le cinture di sicurezza e il casco.
            Ne avrete tanto bisogno.
          • passante meno fesso scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: cracracricr acrecr
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: passante meno fesso


            - Scritto da: maxsix






            Le opinioni e i numeri snocciolati
            dal

            nostro



            collione senza g passano come il
            vino


            dell'oste.



            Il problema è che i nostri
            amichetti

            linari


            con


            a



            capo il loro pifferaio magico, con
            le

            loro



            convinzioni, hanno fatto danni
            enormi

            con

            cui



            conviveremo chissà per quanto.





            Ci mostreresti qualche esempio di questi

            danni

            ?


            Che so qualcosa di simile a:





            http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/scienza_e_



            Ed eccolo qua il cantinaro che vuole
            l'esempio

            reale.



            Allora, secondo te, se io sono in possesso
            di
            un

            modo per sfruttare un determinato bug lo
            vengo

            dire a

            te?



            E ti dico anche questo, secondo te, se io ho

            subito danni ingenti e riesco a mettere
            tutto
            a

            tacere e a "pulirmi" i panni sporchi pensi
            che

            vengo dirlo a

            te?



            No caro.



            Chi ha acXXXXX a sistemi sensibili che
            girano
            su

            piattaforma Linux non lo va a dire a

            nessuno.

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

            Miiiiii... che sei spacchiosissimo
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Fammi capire.
            1) Tu fai riferimento a danni enormi con cui
            conviviamo e <b
            convivremo </b

            (non <b
            conviveremo </b
            ) chissà
            per
            quanto.
            2) Il passante ti risponde facendo riferimento ad
            una statistica
            reale.
            3) Tu controbatti affermando che il suo
            riferimento non vale una ceppa perché: chi
            conosce una vunlnerabilità non lo dice. Chi la
            subisce idem. Cioè nessuna sa e dice nulla per
            cui ci dobbiamo fidare di te. Se ci fosse
            Giacobbo, ti stringerebbe la mano
            :D
            Sicuro sicuro di non rilevare nessuna "piccola"
            falla nella logica del tuo
            ragionamento?
            E poi sarebbero i cantinari i complottisti.
            Amico, la tua vita deve essere un vero inferno
            :DQuoto: poveraccio...
          • NemoTizen scrive:
            Re: La svolta?
            Linux ha portato a una liberazione totale del mercato, ha permesso a molti creatori di hw di avere il proprio software a costo quasi nullo.E attualmente i sistemi unix like sono i più sicuri per il semplice fatto che sono stati pensati per essere sicuri e multi-utenti fin dalla loro progettazione.Microsoft di contro voleva essere alla portata di tutti e semplice da utilizzare per questo ti basta un doppio click nel punto sbagliato e ti ritrovi infetto o violato.
          • NemoTizen scrive:
            Re: La svolta?
            Quello dipende da chi trova l'exploit, ma vale per quealsiasi sitema operativo/software/sito.C'è chi li vende chi li rende publici per farli coreggere.
            Chi ha acXXXXX a sistemi sensibili che girano su piattaforma Linux non lo
            va a dire a nessuno.hai presente la storia di Sony e del più grande furto di informazioni sensibili della storia? girava tutto su sistemi Microsoft...
            Che poi, non vi è bastata la lezione di Lizard Squad?Di che parli? i Lizard Squad sono stati hackerati (ma prob hanno semplicemente indovinato la pass :D)In ogni caso parlate del nulla... tutte le piattaforme sono buone i problemi di sicurezza in genere sono per colpa degli utenti.
          • Shiba scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            Le opinioni e i numeri snocciolati dal nostro
            collione senza g passano come il vino dell'oste.
            Il problema è che i nostri amichetti linari con a
            capo il loro pifferaio magico, con le loro
            convinzioni, hanno fatto danni enormi con cui
            conviveremo chissà per
            quanto.Ah sì? Conviviamo? Curioso, perché io che mi gestisco i miei dispositivi di danni non ne sto subendo. Sei sicuro che i problemi non nascano dalle solite aziende che ti vendono la soluzione proprietaria noob-proof funzionante senza il minimo requisito informatico? It's magic!
          • collione scrive:
            Re: La svolta?
            ovviamente il fatto che quei numeri siano riportati da aziende leader nel settore sicurezza non conta nulla, giusto?come al solito dai enfasi alle notizie farlocche delle macaco-testate, ma ritieni falsi i numeri di multinazionali che lavorano in questo settoresolita arrampicata sugli specchi per cercare di giustificare l'ingiustificabile
          • maxsix scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: collione
            ovviamente il fatto che quei numeri siano
            riportati da aziende leader nel settore sicurezza
            non conta nulla,
            giusto?
            Vedi come siete fatti?Quando Symantec vi porta a favore sono aziende leader nel settore della sicurezza.Quando invece vi scovano il megabuco su Linux Android e amici vari non capiscono una mazza e sono i soliti prezzolati.Niente di nuovo eh, giusto per mettere i puntini sulle i.
            come al solito dai enfasi alle notizie farlocche
            delle macaco-testate, ma ritieni falsi i numeri
            di multinazionali che lavorano in questo
            settore
            Non ho detto falsi.Ho detto che vengono interpretati a uso e consumo delle vostre ideologie farlocche (quelle si lo sono sul serio).E te lo dimostro.http://www.symantec.com/outbreak/?id=shellshockCommenta questa, ora, vediamo se hai coraggio di essere obbiettivo oppure come sempre iniziate con la manfrina del tipo "ahhhh non ci sono prove, son tutte bagasciate, non è mai stato usato da nessuno...."Dai.
            solita arrampicata sugli specchi per cercare di
            giustificare
            l'ingiustificabileL'unica cosa di ingiustificabile qui è l'open sorcio senza controllo nel workflow dello sviluppo.Punto e basta.Lo dico da anni, continuerò a dirlo.I fatti mi danno ragione e più passa il tempo e peggio diventerà, perchè se non l'hai ancora capito, li fuori c'è gente che ne capisce parecchio più di te e me e fa delle injection sul codice sorgente completamente fuori controllo.Se lo accetti bene, se vuoi fare come i bambini e continuare a battere i piedi per terra fai pure.Io non mi sposto di un millimetro.
          • passante meno fesso scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: collione

            ovviamente il fatto che quei numeri siano

            riportati da aziende leader nel settore
            sicurezza

            non conta nulla,

            giusto?



            Vedi come siete fatti?
            Quando Symantec vi porta a favore sono aziende
            leader nel settore della sicurezza.
            Quando invece vi scovano il megabuco su Linux
            Android e amici vari non capiscono una mazza e
            sono i soliti prezzolati.

            Niente di nuovo eh, giusto per mettere i puntini
            sulle i.


            come al solito dai enfasi alle notizie
            farlocche

            delle macaco-testate, ma ritieni falsi i
            numeri

            di multinazionali che lavorano in questo

            settore


            Non ho detto falsi.
            Ho detto che vengono interpretati a uso e consumo
            delle vostre ideologie farlocche (quelle si lo
            sono sul
            serio).

            E te lo dimostro.

            http://www.symantec.com/outbreak/?id=shellshock

            Commenta questa, ora, vediamo se hai coraggio di
            essere obbiettivo oppure come sempre iniziate con
            la manfrina del tipo "ahhhh non ci sono prove,
            son tutte bagasciate, non è mai stato usato da
            nessuno...."

            Dai.


            solita arrampicata sugli specchi per cercare
            di

            giustificare

            l'ingiustificabile

            L'unica cosa di ingiustificabile qui è l'open
            sorcio senza controllo nel workflow dello
            sviluppo.
            Punto e basta.

            Lo dico da anni, continuerò a dirlo.

            I fatti mi danno ragione e più passa il tempo e
            peggio diventerà, perchè se non l'hai ancora
            capito, li fuori c'è gente che ne capisce
            parecchio più di te e me e fa delle injection sul
            codice sorgente completamente fuori controllo." Linux dimostra di essere comunque più robusto ( il 7% delle vulnerabilità permettono la RCE, contro il 17% di windows ) "Cit.
          • maxsix scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: passante meno fesso
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: collione


            ovviamente il fatto che quei numeri
            siano


            riportati da aziende leader nel settore

            sicurezza


            non conta nulla,


            giusto?






            Vedi come siete fatti?

            Quando Symantec vi porta a favore sono
            aziende

            leader nel settore della sicurezza.

            Quando invece vi scovano il megabuco su Linux

            Android e amici vari non capiscono una mazza
            e

            sono i soliti prezzolati.



            Niente di nuovo eh, giusto per mettere i
            puntini

            sulle i.




            come al solito dai enfasi alle notizie

            farlocche


            delle macaco-testate, ma ritieni falsi i

            numeri


            di multinazionali che lavorano in questo


            settore




            Non ho detto falsi.

            Ho detto che vengono interpretati a uso e
            consumo

            delle vostre ideologie farlocche (quelle si
            lo

            sono sul

            serio).



            E te lo dimostro.




            http://www.symantec.com/outbreak/?id=shellshock



            Commenta questa, ora, vediamo se hai
            coraggio
            di

            essere obbiettivo oppure come sempre
            iniziate
            con

            la manfrina del tipo "ahhhh non ci sono
            prove,

            son tutte bagasciate, non è mai stato usato
            da

            nessuno...."



            Dai.




            solita arrampicata sugli specchi per
            cercare

            di


            giustificare


            l'ingiustificabile



            L'unica cosa di ingiustificabile qui è l'open

            sorcio senza controllo nel workflow dello

            sviluppo.

            Punto e basta.



            Lo dico da anni, continuerò a dirlo.



            I fatti mi danno ragione e più passa il
            tempo
            e

            peggio diventerà, perchè se non l'hai ancora

            capito, li fuori c'è gente che ne capisce

            parecchio più di te e me e fa delle
            injection
            sul

            codice sorgente completamente fuori
            controllo.

            " Linux dimostra di essere comunque più robusto (
            il 7% delle vulnerabilità permettono la RCE,
            contro il 17% di windows )
            "
            Cit.E dove hai letto che dico il contrario?Il mio è tutto un altro discorso, ma come sempre voi linari tutto apt-get make dep make clean make install non vedete più in la del cursore lampeggiante della vostra bash o sh.
          • passante meno fesso scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: maxsix
            E dove hai letto che dico il contrario?

            Il mio è tutto un altro discorsoTi annuncio che hai GROSSI GROSSI GROSSI problemi ad esprimerti in italiano.
          • Pico de paperis scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: collione



            ovviamente il fatto che quei numeri

            siano



            riportati da aziende leader nel
            settore


            sicurezza



            non conta nulla,



            giusto?





            " Linux dimostra di essere comunque più

            robusto ( il 7% delle vulnerabilità

            permettono la RCE, contro il 17% di windows )"

            Cit.
            E dove hai letto che dico il contrario?Ma il contario di cosa ? Intendi che sono 7% windows e 17% linux ? Questo è intendere il contrario.
            Il mio è tutto un altro discorso, ma come sempre
            voi linari tutto apt-get make dep make clean make
            install non vedete più in la del cursore
            lampeggiante della vostra bash o sh.Predicato - soggetto - verbo, dai riprova su su.
          • collione scrive:
            Re: La svolta?
            come al solito dimostri di non avere nemmeno le competenze basilari per comprendere la lingua italianail tuo problemaa è che sei un fanboy e linux per te è un problema perchè funziona dannatamente bene e fa ombra al tuo macacos
      • sherrinford scrive:
        Re: La svolta?
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: collione

        Ecco la svolta di ms


        http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-ol



        Ma non si diceva che solo l'open ha bug
        vecchi
        di

        anni?


        Mai detto questo. Ma risuonano le parole tonanti
        degli open sorci che passano le giornate a
        controllare i codici
        sorgenti.

        Se permetti visti i risultati è un eufemismo
        definire tutto questo
        tragicomico.


        Dove sono i tuttologi maxsix e soci?

        Lo sai che non mi faccio mai negare una
        lisciatina al pelo cantinaro
        giornaliera.lol, poverino, tutti ti umiliano solo peerchè da bravo applefag non capisci un XXXXX di informatica
    • nome e cognome scrive:
      Re: La svolta?
      - Scritto da: collione
      Ecco la svolta di ms
      http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-ol

      Ma non si diceva che solo l'open ha bug vecchi di
      anni?

      Dove sono i tuttologi maxsix e soci?Stranamente non sono corsi qui a minimizzare il problema e trovare scuse come è stato fatto per heartbleed, shellshock e ghost, ...
      • maxsix scrive:
        Re: La svolta?
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: collione

        Ecco la svolta di ms


        http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-ol



        Ma non si diceva che solo l'open ha bug
        vecchi
        di

        anni?



        Dove sono i tuttologi maxsix e soci?

        Stranamente non sono corsi qui a minimizzare il
        problema e trovare scuse come è stato fatto per
        heartbleed, shellshock e ghost,
        ...Come scusa?Io minimizzo?Mi sa che hai capito tutto al contrario.
        • nome e cognome scrive:
          Re: La svolta?


          Stranamente non sono corsi qui a minimizzare
          il

          problema e trovare scuse come è stato fatto
          per

          heartbleed, shellshock e ghost,

          ...

          Come scusa?
          Io minimizzo?

          Mi sa che hai capito tutto al contrario.Leggi bene... NON ...
          • Passante scrive:
            Re: La svolta?
            - Scritto da: nome e cognome


            Stranamente non sono corsi qui a
            minimizzare

            il


            problema e trovare scuse come è stato
            fatto

            per


            heartbleed, shellshock e ghost,


            ...



            Come scusa?

            Io minimizzo?



            Mi sa che hai capito tutto al contrario.

            Leggi bene... NON ...E' un macaco...Bisogna spiegargli le cose in modo sempliche, tipo che so con che mano si usano gli oggetti...
          • Jaguaro scrive:
            Re: La svolta?
            XXXXX miseria!Mettetevi d'accordo e provate prima del numero no! Altrimenti il pubblico poi si accorge.Ric & Gian .
  • prova123 scrive:
    E' solo fumo negli occhi
    Il Cloud è una tecnologia antidiluviana e anacronistica di fine anni 70. Il Cloud è da boicottare per il bene di quasi tutti! :D
    • iRoby scrive:
      Re: E' solo fumo negli occhi
      Il cloud è meraviglioso per le aziende che te lo vogliono propinare e anche per i governi.Per i governi perché avere i dati di milioni di aziende, professionisti e persone è occasione gotta.Per le aziende perché spostano dalla vendita di un software una tantum, che poi viene anche crackato, ad un servizio a pagamento con una rendita certa e continuativa.Office360 è un'iniziativa assurda. Come anche Google Docs. Mi tengono i documenti li edito online, mi basta un browser, da qualunque posto e sistema operativo connesso.Ma i documenti sono miei? Li vedo solo io?Solo per avere la comodità di non dovermi portare dietro una chiavetta, e non dovere trovare un editor compatibile con quel formato, vendo la mia privacy a queste aziende.Home cloud. Un NAS aperto su Internet che mi gestisco io. Dove mi pesco ciò che serve. E passa solo il tratto di strada tra il mio NAS e dove mi trovo io. Possibilmente in VPN crittata se sono documenti sensibili. E a questo ci possiamo arrivare coi NAS moderni. E con applicazioni presto disponibili anche opensource che ci girano sopra.
      • prova123 scrive:
        Re: E' solo fumo negli occhi
        Quoto tutto il discorso e sottolineo che l'home cloud gestito in proprio è l'unica formulazione del cloud che può avere senso in quanto i tuoi dati restano tuoi fisicamente e nessun altro può accedere.
  • ... scrive:
    ...
    [yt]Q3jDWskr3Vw[/yt]
  • Mizzica scrive:
    Comunità spesso assente
    Molti progetti open finisco o passano al closed perché non c'è nessuno che ci sta dietro. i grandi progetti non sono esempi validi, sono appunto esempi, casi di sucXXXXX di progetti particolari, come Apche per l'appunto, o il kernel di GNU/Linux pochi altri. Ma se vai su software leggermente meno diffuso iniziano i problemi.Adesso ci son molte aziende che bilanciano offrendo versione open e versione closed, mi sembra tutto sommato una scelta sensata.
    • Jaguaro scrive:
      Re: Comunità spesso assente
      Vediamo, aspetta che cerco le parole....Ecco! Trovata!NO!
      • Mizzica scrive:
        Re: Comunità spesso assente
        - Scritto da: Jaguaro
        Vediamo, aspetta che cerco le parole....

        Ecco! Trovata!


        NO!E invece si, basta che il software open tu inizi ad usarlo e non solo riempirti la bocca. Noi lo usiamo per quasi tutto, è la prima cosa che cerchiamo quando ci serve qualcosa, qualsiasi cosa. Ti ripeto, se vai su progetti un po' più grossi ci mancherebbe, e comunque di solito c'è anche qualcuno ch spinge da dietro, ma tanti altri progetti "minori" rimangono abbandonati e senza fondi ben presto. Ti ricordo che gli stessi responsabili del progetto openSSL dicevano che di fondi ne avevano ricevuti ben pochi, figurati un qualsiasi altro progetto dove chi ci lavora lo fa a tempo perso o quasi.La formula "ti do tutto gratis e se vuoi compri l'assistenza" vacilla un po', non è semplice farla funzionare perché se il progetto è buono ci sono già altre comunity che ti danno assistenza e manualistica, addirittura gente che ci scrive libri. Vedo che invece prende piede la formula "ecco il codice e la versione gratuita, se vuoi queste funzionalità aggiuntive, oltre che all'assistenza, paghi".Fastidiose invece tutte quelle situazioni dove, visto che non si racimolano molti soldi, continuano a darti il prodotto gratuitamente ma iniziano a farti pubblicità più o meno invasiva, uno fra tutti la distro pfSense che nella ultima versione ha messo un bel menù "gold" a ricordare che si può acquistare assistenza, e lo chiede anche nel wizard iniziale. Sto solo aspettando che diventi commerciale anche questa, penso che manchi poco ormai.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Comunità spesso assente
      A parte Mediacoder, non ricordo di software che fanno cambiamenti cosi repentini.
      • sgabbiano scrive:
        Re: Comunità spesso assente
        Rigirata di frittata.[img]http://stream1.gifsoup.com/view/17001/gira-frittata-o.gif[/img]
      • Mizzica scrive:
        Re: Comunità spesso assente
        - Scritto da: Sg@bbio
        A parte Mediacoder, non ricordo di software che
        fanno cambiamenti cosi
        repentini.NOn ho detto che lo facciano tutti, forse sono di più quelli che muoiono. Tra tutti io ricordo logzilla che usavo, se ricordi c'era anche Nessun, e Snort non mi stupirebbe facesse la stessa fine (dipende quando guadagnano con la vendita di regole ad oggi). I fork sono sempre una spanna sotto agli originali, una delle rare eccezioni ad un fork migliore dell'originale è LibreOffice ma solo perché OO lo stanno lasciando morire.E poi ci sono una infinità di software che non sono mantenuti o aggiornati ogni morte di papa, basta farsi un giro su sourceforge per vedere.Io credo che il concetto di open-source vada rivisto, nel senso che bisogna uscire dalla definizione "tecnica" e passare ad una definizione "filosofica", nel senso che chi vuole rilasciare in open-source non vuol dire che metterà una bella licenza GPLvX, ma lo farà con l'interesse esclusivo di condividere qualcosa, senza aspettarsi nulla in cambio. Alcuni progetti invece li vedi che ti danno con la mano destra ma si aspettano qualcosa dalla mano sinistra, se tu parti a fare qualcosa, qualsiasi cosa, aspettandoti qualcosa in cambio, allora parti già perdente. Ovviamente per le attività commerciali non vae questo principio, ma per l'appunto diventa allora attività commerciale.
    • Stefano Brizzante scrive:
      Re: Comunità spesso assente
      Ciao,Questa discussione è un po obsoleta. L'Open Source è un mondo reale e sempre più conosciuto. Il fattore che, purtroppo, i fondi siano sempre pochi è dovuto alle persone che anche se ne fanno un buon uso non accennano minimamente a fare un obulo a favore della fondazione o della software house.Per quanto riguarda progetti Open Source Aperti che hanno raggiunto un alto valore ce ne sono molti: Gimp, Inkscape, Firefox, Thunderbird, LibreOffice, LibreCad, Filezilla, etc. etc. (non sto ad elencarli tutti).
      • Mizzica scrive:
        Re: Comunità spesso assente
        - Scritto da: Stefano Brizzante
        Ciao,

        Il fattore che, purtroppo, i fondi siano sempre
        pochi è dovuto alle persone che anche se ne fanno
        un buon uso non accennano minimamente a fare un
        obulo a favore della fondazione o della software
        house.Certo che non fanno donazioni, perché dovrebbero? Non è scritto da nessuna parte che l'open-source sia gratuito come non è scritto che se lo è sarebbe meglio/giusto dare un obolo.
        Per quanto riguarda progetti Open Source
        Aperti che hanno raggiunto un alto valore ce ne
        sono molti: Gimp, Inkscape, Firefox, Thunderbird,
        LibreOffice, LibreCad, Filezilla, etc. etc. (non
        sto ad elencarli
        tutti).Una minima parte dei progetti che esistono, basta farsi un giro su sourceforge. Tanto per dirne uno, http://smstools3.kekekasvi.com/index.php?p=packages, guarda date di rilascio, hai alternative più aggiornate?
        • Jaguaro scrive:
          Re: Comunità spesso assente
          - Scritto da: Mizzica
          Una minima parte dei progetti che esistono, basta
          farsi un giro su sourceforge. Tanto per dirne
          uno,
          http://smstools3.kekekasvi.com/index.php?p=packageSpiegami qual'è il problema?
        • Stefano Brizzante scrive:
          Re: Comunità spesso assente
          Ecco qui alcune rispostehttp://www.kannel.org/http://sourceforge.net/projects/playsms/files/playsms/https://www.rapidsms.org/projects/
  • xx tt scrive:
    Sopravvivenza del cloud centralizzato
    Questa mossa non è altro che un modo per recuperare fiducia da parte dei possibili clienti per quanto riguarda il cloud.Vista l'accoppiata NSA + Patrioct Act, sono in tanti a non fidarsi più dei cloud centralizzati targati USA. E l'alternativa c'è: l'home cloud.E una volta abiutato con un buon home cloud, un cliente non lo convinci più ad affidarti i suoi dati tra l'altro a pagamento.E allora per evitare l'esodo definitivo della mandria si fanno vedere pro open-source. Ovvero cercano di promuovere questa idea: "se sono pro open-source, vuol dire che sono onesti quindi mi posso fidare"Probabilmente renderanno open-source tutto quello che ufficialmente gira nei loro server. Il problema è ciò che ufficialmente non ci gira.
    • Fogin Laied scrive:
      Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
      Reputo che la Microsoft debba riprendersi dal tornado Ballmer, da un ritardo enorme sui dispositivi mobili e da una concorrenza lato server che offre ottime soluzioni a prezzi contenuti.L' apertura al mondo open source (a parere personale) è un tentativo di arrivare a quella fetta di utenza/sviluppatori che ha smesso di sentire i suoi prodotti come unica soluzione.
    • passante meno fesso scrive:
      Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
      - Scritto da: xx tt
      Vista l'accoppiata NSA + Patrioct Act, sono in
      tanti a non fidarsi più dei cloud centralizzati
      targati USA.ma tanti quanti?Due, tre persone?Ma non scherziamo... la massa NEMMENO è a conoscenza di NSA e di tutto quello che ha fatto.Alle prime rivelazioni snowden qualcuno ha alzato sì un sopracciglio, poi visto che continuavano ad arrivare notizie tutte simili incessantemente si è abituato e ha lasciato perdere.
      • xx tt scrive:
        Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
        Le rivelazioni sono cose "lontane". L'utonto non le sente sulla propria pelle in modo significativo.Ma supponiamo ad es. che l'utonto scopra che i suoi dati e le sue attività sul web vengono passati alle assicurazioni, perché scopre che tra due persone nella stessa situazione con un cellulare ha un preventivo, con un'altra marca di cellulare ne ha un altro.Avere tutto "open" può evitare che gli utenti scappino.
        • passante meno fesso scrive:
          Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
          - Scritto da: xx tt
          Ma supponiamo ad es. che l'utonto scopra che i
          suoi dati e le sue attività sul web vengono
          passati alle assicurazioni"ma no, sarà un invenzionme di qualche paranoico"
          perché scopre che tra
          due persone nella stessa situazione con un
          cellulare ha un preventivo, con un'altra marca di
          cellulare ne ha un
          altro."probabilmente il tizio dell'assicurazione era il vicino di pianerottolo"
          Avere tutto "open" può evitare che gli utenti
          scappino.pia illusione
          • xx tt scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            "Scoprano" vuol dire che vedono un video in TV o su un sito famoso.Tipo servizio di Le Iene, per capirci. Quindi non può essere un caso isolato: se lo hanno visto in TV è "sicuramente vero".Poi che non reputino la cosa importante dipende da cosa hanno da nascondere:-l'utonto può pensare di essere multabile o accusabile per qualcosa che ha fatto e che "non doveva sapere nessuno"-può avere paura che lo ricattino per qualcosa che può essere reso pubblico-può pensare che i dati sulla sia vita privata siano in vendita e che magari la ex moglie ne possa approfittare-può pensare che qualcuno possa usare i suoi dati per rubargli i soldi dall'home bankingLa paura fa 90 e tutti hanno qualcosa da nascondere più o meno lecitamente.
        • Funz scrive:
          Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
          - Scritto da: xx tt
          Le rivelazioni sono cose "lontane". L'utonto non
          le sente sulla propria pelle in modo
          significativo.

          Ma supponiamo ad es. che l'utonto scopra che i
          suoi dati e le sue attività sul web vengono
          passati alle assicurazioni, perché scopre che tra
          due persone nella stessa situazione con un
          cellulare ha un preventivo, con un'altra marca di
          cellulare ne ha un
          altro.se uno ha un iphone, possono dedurre due cose:1) disponibilità di soldi da sprecare2) ridotte capacità intellettive, quindi più elevata probabilità che l'assicurato faccia danni, e minore probabilità che si renda conto di essere turlupinato.Quindi è logico che gli facciano un premio più alto :p
    • nome e cognome scrive:
      Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato

      targati USA. E l'alternativa c'è: l'home
      cloud.Eh? Quindi un server?
      • Il punto scrive:
        Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
        - Scritto da: nome e cognome

        targati USA. E l'alternativa c'è: l'home

        cloud.
        Eh? Quindi un server?Che differenza ci sarebbe tra un server e il tuo smartphone ?
        • Fogin Laied scrive:
          Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
          Che il server di solito non lo porti in tasca!Ho indovinato?
          • Il punto scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: Fogin Laied
            Che il server di solito non lo porti in tasca!
            Ho indovinato?Dipende dalle tasche...http://www.generazione2000.com/Blog/ulti-server-completo-php-mysql-server-per-android/
          • Fogin Laied scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            Grazie per il link, dalle recensioni sullo store sembra ben fatta
      • xx tt scrive:
        Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
        Non proprio: si tratta di un router tuttofare progettato per essere facile da installare (leggasi a prova di utonto).Ad es. le FritxBox: http://it.avm.de/prodotti/fritzbox/fritzbox-7490/ma è solo un esempio fra tanti.L'utonto potrebbe comprarne una per tenere i suoi dati e trovarla molto comoda:-collegarsi quando è a casa con qualsiasi cosa per vedersi i film, le foto o sentire la musica-navigare-tenere i suoi dati "gratis" senza pagare il cloud M$ o affini-collegarsi dal cellulare pagando il solo traffico web. Una volta collegato il cellulare al router, quest'ultimo può fare da gateway verso la rete fissa telefonica, in modo da poter telefonare con la tariffa da telefono fisso. Una cosa del genere può essere talmente comoda e risparmiosa da poter diventare una moda. Anche visti i prezzi in caduta libera.Tanto un router lo devi avere comunque, per navigare.
        • passante meno fesso scrive:
          Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
          - Scritto da: xx tt
          Non proprio: si tratta di un router tuttofare
          progettato per essere facile da installare
          (leggasi a prova di
          utonto).

          Ad es. le FritxBox:
          http://it.avm.de/prodotti/fritzbox/fritzbox-7490/

          ma è solo un esempio fra tanti.

          L'utonto potrebbe comprarne una per tenere i suoi
          dati e trovarla molto comoda:L'utonto va torturato a morte dal sistema operativo:Fosse per me a quelli che non sanno leggere le opzioni e poi vanno a piangere sui forum, il SO dovrebbe formattargli l'hard disk a basso livello.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4221493&m=4224043#p4224043
          • passante meno fesso scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: passante meno fesso
            L'utonto va torturato a morte dal sistema
            operativo:L'hai presa bene, niente da dire.Sei già passato a IOS?
          • passante meno fesso scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: passante meno fesso
            - Scritto da: passante meno fesso


            L'utonto va torturato a morte dal sistema

            operativo:

            L'hai presa bene, niente da dire.
            Sei già passato a IOS?Guarda che io sono un altro assolutamente d'accordo con te: morte agli utonti ![img]http://img850.imageshack.us/img850/2519/homersimpson36777805.gif[/img]
          • ... scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: passante meno fesso
            - Scritto da: passante meno fesso

            - Scritto da: passante meno fesso




            L'utonto va torturato a morte dal
            sistema


            operativo:



            L'hai presa bene, niente da dire.

            Sei già passato a IOS?

            Guarda che io sono un altro assolutamente
            d'accordo con te: morte agli utonti
            !
            [img]http://img850.imageshack.us/img850/2519/homerqundi al mondo cosa restetremo, 20-25 milioni?
          • panda rossa scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: passante meno fesso
            L'utonto va torturato a morte dal sistema
            operativo:
            Fosse per me a quelli che non sanno leggere le
            opzioni e poi vanno a piangere sui forum, il SO
            dovrebbe formattargli l'hard disk a basso
            livello.Questa opzione c'e' gia'.Si chiama BSOD ed e' presente in tutti i modelli di telefono con WC.
          • ... scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            Probabilmente hai quel problema a causa di Linux.Ti consiglio di passare a Windows 8.1 per risolverlo.Ciao,Paolo
          • collione scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: ...
            Ti consiglio di passare a Windows 8.1 per
            risolverlo.certo certo http://arstechnica.com/security/2015/02/15-year-old-bug-allows-malicious-code-execution-in-all-versions-of-windows/
        • nome e cognome scrive:
          Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
          - Scritto da: xx tt
          Non proprio: si tratta di un router tuttofare
          progettato per essere facile da installare
          (leggasi a prova di
          utonto).Si ma in pratica cosa cambia? Avere i dati su cloud significa che mi scordo dei problemi di backup, mancanza di corrente, guasti hardware perché dell'infrastruttura se ne occupa chi gestisce il servizio. Se home cloud significa semplicemente che invece di usare ftp per accedere ai miei dati uso un'interfaccia web hai solo dato una mano di vernice al buon vecchio server.
          Tanto un router lo devi avere comunque, per
          navigare.Se mi si rompe il router lo butto e con 50 euro ne prendo uno nuovo, se mi si rompe quella roba li ho perso tutti i miei dati.
          • passante meno fesso scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: xx tt

            Non proprio: si tratta di un router tuttofare

            progettato per essere facile da installare

            (leggasi a prova di

            utonto).

            Si ma in pratica cosa cambia? Avere i dati su
            cloud significa che mi scordo dei problemi di
            backup, mancanza di corrente, guasti hardware
            perché dell'infrastruttura se ne occupa chi
            gestisce il servizio. Se home cloud significa
            semplicemente che invece di usare ftp per
            accedere ai miei dati uso un'interfaccia web hai
            solo dato una mano di vernice al buon vecchio
            server.


            Tanto un router lo devi avere comunque, per

            navigare.

            Se mi si rompe il router lo butto e con 50 euro
            ne prendo uno nuovo, se mi si rompe quella roba
            li ho perso tutti i miei dati.Ok, le persone che sono in grado di fare 2+2 già ora usano i NAS casalinghi, poi se tu non sei in grado spiace, mica è un obbligo eh.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato

            Ok, le persone che sono in grado di fare 2+2 già
            ora usano i NAS casalinghi, poi se tu non sei in
            grado spiace, mica è un obbligo
            eh.Le persone che sanno fare 2+2 hanno capito che c'è una grossa differenza tra il doversi preoccupare del proprio hardware (on premise) e il pagare qualcuno perché lo faccia (cloud). Poi se non capisci che cloud non è l'interfaccia con cui accedi ai dati ma il concetto di de-materializzare l'infrastruttura ... mi spiace, capire non è un obbligo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: nome e cognome

            Ok, le persone che sono in grado di fare 2+2
            già

            ora usano i NAS casalinghi, poi se tu non
            sei
            in

            grado spiace, mica è un obbligo

            eh.

            Le persone che sanno fare 2+2 hanno capito che
            c'è una grossa differenza tra il doversi
            preoccupare del proprio hardware (on premise) e
            il pagare qualcuno perché lo faccia (cloud). Poi
            se non capisci che cloud non è l'interfaccia con
            cui accedi ai dati ma il concetto di
            de-materializzare l'infrastruttura ... mi spiace,
            capire non è un
            obbligo.Le persone che sanno fare 2+2 hanno capito che pagare per un servizio che nell'eula ha chiaramente scritto: "non siamo responsabili dei tuoi dati e il servizio lo possiamo cessare unilateralmente in qualunque momento senza alcun preavviso e i dati diventano nostri", e' una idiozia, senza contare che cani e porci violeranno quel sistema entrando in possesso di tutti i dati.In ogni caso non devi preoccuparti: il NAS casalingo e' un concetto troppo tecnico per le tue limitate capacita', quindi paga e arrangiati.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato

            Ok, le persone che sono in grado di fare 2+2 già
            ora usano i NAS casalinghi, poi se tu non sei in
            grado spiace, mica è un obbligo
            eh.Le persone che sanno fare 2+2 hanno capito che c'è una grossa differenza tra il doversi preoccupare del proprio hardware (on premise) e il pagare qualcuno perché lo faccia (cloud). Poi se non capisci che cloud non è l'interfaccia con cui accedi ai dati ma il concetto di de-materializzare l'infrastruttura ... mi spiace, capire non è un obbligo.
          • Passante scrive:
            Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
            - Scritto da: nome e cognome

            Ok, le persone che sono in grado di fare

            2+2 già ora usano i NAS casalinghi, poi se

            tu non sei in grado spiace, mica è un

            obbligo eh.
            Le persone che sanno fare 2+2 hanno capito che
            c'è una grossa differenza tra il doversi
            preoccupare del proprio hardware (on premise) e
            il pagare qualcuno perché lo faccia (cloud). Poi
            se non capisci che cloud non è l'interfaccia con
            cui accedi ai dati ma il concetto di
            de-materializzare l'infrastruttura ... mi spiace,
            capire non è un obbligo.Posso dematerializzare anche da solo senza bisogno di pagare qualcuno, spiace che tu non capisca il paragone con il NAS, forse non hai abbastanaza esperienza da ricordare quando i NAS erano fantascienza e "Le persone che sapevano fare 2+2 avevano capito che c'era una grossa differenza tra il doversi preoccupare del proprio hardware e il pagare qualcuno perché lo faccia."
        • nome e cognome scrive:
          Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
          - Scritto da: xx tt
          Non proprio: si tratta di un router tuttofare
          progettato per essere facile da installare
          (leggasi a prova di
          utonto).Si ma in pratica cosa cambia? Avere i dati su cloud significa che mi scordo dei problemi di backup, mancanza di corrente, guasti hardware perché dell'infrastruttura se ne occupa chi gestisce il servizio. Se home cloud significa semplicemente che invece di usare ftp per accedere ai miei dati uso un'interfaccia web hai solo dato una mano di vernice al buon vecchio server.
          Tanto un router lo devi avere comunque, per
          navigare.Se mi si rompe il router lo butto e con 50 euro ne prendo uno nuovo, se mi si rompe quella roba li ho perso tutti i miei dati.
    • iRoby scrive:
      Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
      Hanno semplicemente aperto un settore che rende sempre meno.Il futuro è il cloud e aprire questi strumenti serve sia come facciata sia per lasciare che le community si occupino di queste tecnologie ormai non più principali al posto loro.
      • xx tt scrive:
        Re: Sopravvivenza del cloud centralizzato
        Ma quale tipo di cloud?Quello home ovvero usufruibile gratis e senza spionaggio?O quello centralizzato ovvero usufruibile a pagamento e a rischio spionaggio?Io non credo poi che si possa formare una community che si fidi a investire tempo nello sviluppo delle cose M$. Perché è un'azienda privata e può sempre arrivare il nuovo CEO che rimette le cose come prima. Ovvero che lasci .NET alla community e intanto faccia funzionare windows con un altro framework, perché così è stato deciso.Per linux si è certi della strada. Con M$ l'unica certezza sarebbe nel comprarsi la maggioranza delle azioni..."Ma tanto la M$ è onesta e non farà mai una cosa del genere"http://www.keinpfusch.net/2014/07/no-ip-down.htmlhttp://www.keinpfusch.net/2014/05/go-consumers-ii.htmlNella seconda parte si intravedono anche la coppola e la lupara.
Chiudi i commenti