Kim Dotcom, sarà estradizione?

Le parti si sono confrontate per dieci settimane: ora spetta alla giustizia neozelandese decidere se i vertici del fu Megaupload dovranno essere giudicati negli States

Roma – Rimandato per mesi e mesi, protrattosi per più del doppio del tempo stimato all’avvio, il confronto presso la giustizia neozelandese si è concluso con le ultime argomentazioni dei legali di Megaupload e le ultime argomentazioni dei legali che hanno agito nel nome degli USA: il giudice nelle prossime settimane delibererà riguardo al destino di Kim Dotcom e sodali, stabilendo se dare o meno il via libera all’estradizione negli USA.

Dotcom, insieme ai collaboratori Mathias Ortmann, Finn Batato e Bram van der Kolk, a quasi quattro anni dal raid che ha consegnato alla storia il servizio di hosting Megaupload, per dieci settimane ha esposto le proprie ragioni presso il tribunale distrettuale di Auckland, nel tentativo di opporsi alle richieste del Dipartimento di Giustizia degli USA, che lo vorrebbe oltreoceano per giudicarlo sulla base delle accuse di associazione a delinquere finalizzata alla gestione di un’attività illegale, riciclaggio di denaro e violazione di proprietà intellettuale. Dotcom non intende rassegnarsi ad accettare la condanna a cui il tecnico Andrus Nomm si è rassegnato consegnandosi alla giustizia statunitense: ha dato fondo a tutte le proprie risorse per tentare di convincere le autorità della neutralità di Megaupload, e della propria innocenza.

Le argomentazioni di Dotcom e del suo legale sono da sempre incentrate sulle responsabilità di Megaupload: in qualità di servizio di hosting che ospitava contenuti caricati dagli utenti, non avrebbe avuto alcun ruolo nelle violazioni del diritto d’autore commesse eventualmente da terzi. Avrebbe invece agito nel rispetto dei detentori dei diritti, provvedendo alle rimozioni su segnalazione nella stragrande maggioranza dei casi.

L’accusa, invece, nel corso delle settimane ha sostenuto non solo la negligenza di Megauplaod nel prevenire le violazioni, ma il ruolo della piattaforma nell’incoraggiarle, facendo degli abusi degli utenti un modello di business. Il servizio di hosting, ha riferito la legale Christine Gordon, nel momento del suo massimo successo rappresentava il 4 per cento del traffico dell’intera rete, e contava 50 milioni di utenti unici al giorno: utenti da cui avrebbe tratto guadagno con l’advertising (25 milioni di dollari) e con offerte premium incentrate su maggiore spazio di archiviazione e maggiore ampiezza di banda in download (150 milioni di dollari). Utenti che, al tempo stesso, avrebbe ricompensato per la loro collaborazione alla condivisione di contenuti apprezzati da altri utenti.

I legali della difesa, in ogni caso, oltre a respingere ogni accusa si appigliano al tipo di violazioni contestate: il tutto si sarebbe dovuto chiarire presso un tribunale civile, le accuse formulate dagli States non giustificano la richiesta di estradizione. Ma tutto il caso, coglie l’occasione per ricordare Dotcom, sarebbe fondato sull’ingiustizia e sulla pressioni dei potentati del copyright.
A decidere sarà il giudice neozelandese Nevin Dawson, lo stesso magistrato che nel 2012 aveva disposto il rilascio su cauzione di Dotcom.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvan scrive:
    Scopo recondito.
    I "potenti" del mondo hanno un'unico scopo, ripristinare il medioevo con pochi aristocratici e una moltitudine di gente plebea da sfruttare. Per questo vogliono annullare qualsiasi democrazia, cioè governo del popolo, levando ogni possibilità a quest'ultimo di ribellarsi.
    • Passante scrive:
      Re: Scopo recondito.
      - Scritto da: silvan
      I "potenti" del mondo hanno un'unico scopo,
      ripristinare il medioevo con pochi aristocratici
      e una moltitudine di gente plebea da sfruttare.
      Per questo vogliono annullare qualsiasi
      democrazia, cioè governo del popolo, levando ogni
      possibilità a quest'ultimo di ribellarsi.Linciamoli !
  • jack scrive:
    ma quanto sono cattivoni
    ma quanto sono birichini questi ammerikani, che per fare le spie non rispettano le convenzioni e le normativegli "altri" invece no, ci spiano solo se glie lo permettiamo noiche ca..te... il problema non è il fatto che gli spioni spiino, è il LORO MESTIERE... il problema è che nessuno CI salva il didietro a noilo vogliamo capire???
    • barcollo scrive:
      Re: ma quanto sono cattivoni
      Per me il problema è dare il consenso o peggio il beneplacito, accettarlo passivamente, essere come gli schiavi con i negrieri.Se ti senti consapevole che la tua privacy ha valore anche se tu NON hai qualcosa da nascondere, sei libero... i metodi ci sono, in primis non divulgare informazioni, successivamente difendere le leggi che lo vietano, in oltre non boicottare gli strumenti tecnici e come ultimo non fare propaganda a favore di questo sistema.Se invece sei oramai arreso, vai su FB... è li pronto, ma almeno non disquisirne.
      • Passante scrive:
        Re: ma quanto sono cattivoni
        - Scritto da: barcollo
        Per me il problema è dare il consenso o peggio il
        beneplacito, accettarlo passivamente, essere come
        gli schiavi con i negrieri.

        Se ti senti consapevole che la tua privacy ha
        valore anche se tu NON hai qualcosa da
        nascondere, sei libero... i metodi ci sono, in
        primis non divulgare informazioni,
        successivamente difendere le leggi che lo
        vietano, in oltre non boicottare gli strumenti
        tecnici e come ultimo non fare propaganda a
        favore di questo sistema.

        Se invece sei oramai arreso, vai su FB... è li
        pronto, ma almeno non disquisirne.92 minuti di applausi anche a te!
  • Etype scrive:
    USA e Jetta
    Questa è la riprova che non è per combattere il terrorismo come goni tanto i vertici americani blaterano...
  • prova123 scrive:
    Se con tutti questi dati
    continuano ad esserci attentati o sono collusi o sono totalmente incapaci, quindi se non gli raccogliessero quantomeno avrebbero un alibi.
    • la battaglia dei pianeti scrive:
      Re: Se con tutti questi dati
      - Scritto da: prova123
      continuano ad esserci attentati o sono collusi o
      sono totalmente incapaci, quindi se non gli
      raccogliessero quantomeno avrebbero un
      alibi.ma è colpa della crittografia brutta e cattiva!!!!123234565 (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Complot FUD123 scrive:
        Re: Se con tutti questi dati
        - Scritto da: la battaglia dei pianeti
        ma è colpa della crittografia brutta e
        cattiva!!!!123234565
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)scherzi Hanno zillioni di proXXXXXri... le bacchette magiche... le sfere di cristallo e poi c'è il GS... no il GH... no il GQ..... si insomma il GCHQquella roba lì....insomma non c'è speranza ...fatevi furbi-123
        • passante scrive:
          Re: Se con tutti questi dati
          - Scritto da: Complot FUD123
          - Scritto da: la battaglia dei pianeti


          ma è colpa della crittografia brutta e

          cattiva!!!!123234565

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          scherzi ben detto gennarì!
          • Complot FUD123 scrive:
            Re: Se con tutti questi dati
            Brucia il culetto del "passante"?(rotfl)(rotfl)
          • Passante scrive:
            Re: Se con tutti questi dati
            - Scritto da: Complot FUD123
            Brucia il culetto del "passante"?
            (rotfl)(rotfl)Fiuuu.... Fortuna che è passante e non Passante come me!
    • thepassenge r scrive:
      Re: Se con tutti questi dati
      ovvio, l'isis è una creature della nato voluta per destabilizzare l'europa, ovvio che sono collusi, lo scopo non è proteggere il cittadino dai terroristi ma proteggere le multinazionali e il potere coloniale dalle proteste dell'opinione pubblica contro di esse. - Scritto da: prova123
      continuano ad esserci attentati o sono collusi o
      sono totalmente incapaci, quindi se non gli
      raccogliessero quantomeno avrebbero un
      alibi.
      • ... scrive:
        Re: Se con tutti questi dati
        - Scritto da: thepassenge r
        ovvio, l'isis è una creature della nato voluta
        per destabilizzare l'europaPROT
    • xx tt scrive:
      Re: Se con tutti questi dati
      - Scritto da: prova123
      continuano ad esserci attentati o sono collusi o
      sono totalmente incapaci, quindi se non gli
      raccogliessero quantomeno avrebbero un
      alibi.Con tutte quelle aziende da spiave, vuoi che ci si metta a guavdave la posta ai plebei, dico...pvima il business!Siam mica qui a vedere se il mare va bene di sale!
      • nelle case scrive:
        Re: Se con tutti questi dati
        Dovete accettare di essere controllati nelle vostre case quando e come vogliono, solo allora FORSE, si inizia a spiare i cattivoni. @^ @^ @^ Ma forse no! I cattivoni servono per terrorizzare le popolazioni, quindi li lasciano stare. (rotfl)
  • ... scrive:
    che brutto vizio
    mi riferisco all'uso del condizionale.
  • ... scrive:
    che brutto vizio
    mi riferisco all'uso del condizionale.
Chiudi i commenti