Le powerline crescono. Tutto bene?

La Internet su rete elettrica secondo gli ultimi studi è un business in promettente crescita. Ma esperti e appassionati avvertono: non è tutto oro quel che luce, non è così affidabile come sembra. Non solo: può anche far danni

Roma – BPL, acronimo di Broadband on Power Lines , cioè banda larga su rete elettrica. La panacea del digital divide , la soluzione che, almeno negli States, tutti stanno acclamando come quella giusta . “La crescita globale (del BPL, ndR) si avvicina al 100 per cento”, titola WepProNews . Anche In-Stat scrive un rapporto, intitolato Powerline Home Networking 2007 Update: Gaining Power in the Global Market. E c’è chi ritiene tale tecnologia Winner (vincente).

Va detto subito che l’idea non è per nulla nuova: Punto Informatico se ne è occupato fin dagli albori. Era il 1999 quando i primi tentativi di distribuzione di Internet su rete elettrica passavano da un primo standard (Digital Power Line) al PAN (Powerline Area Network). Già allora si acclamava alla soluzione ideale, che avrebbe glissato sui ben più pressanti problemi del doppino dell’ultimo miglio, all’epoca quasi impossibile da usarsi per vettori diversi da Telecom Italia.

Ma la storia, in queste cose, corre veloce. Se ne è occupata subito Microsoft, stringendo opportuni accordi . Dopo un paio d’anni ci ha provato la Germania, in partnership con la nostrana ENEL, che subito dopo ha annunciato di voler salire sullo stesso treno , entro un anno. Ha fatto eco anche la Francia, regina del Minitel , a cui l’idea sembrava valida . Nel frattempo, Merloni Elettrodomestici faceva le prove con il protocollo WRAP ( Web Ready Appliances Protocol ), per far dialogare gli elettrodomestici tra loro anche via cavo elettrico.

Sono quindi arrivati i primi timidi tentativi italiani di dare concretezza all’idea. Nello stesso periodo, però, i tedeschi facevano sapere che preferivano invece abbandonarla: i modem non erano stabili come desiderato. Si accendeva allora una polemica tra ENEL e RWE, la cui alleanza aveva dato luce alle prime realizzazioni: ma ENEL decide di andare avanti. Così, verso la fine del 2002, in Italia si cerca di abbordare mercati più in… luce, come le scuole. Nasce Electr@lan , l’offerta ENEL della soluzione BPL.

E poi il buio. Le ADSL cominciano a essere offerte in modo più sostanzioso, pur dovendo affittare sempre e comunque qualcosa da Telecom Italia, che sia esso il doppino, il DSLAM, la tratta ATM o tutti e tre. Lo spazio concettuale per il BPL si riduce. Nel mondo, altri paesi fanno tentativi di abbordare questa tecnologia, spesso con scarso successo.

Le ragioni ci sono. E sono squisitamente tecniche, prima ancora che legate a variegate politiche commerciali, più o meno a favore di un sistema per “svincolarsi” dal lacciuolo del famoso doppino . Ne parla compiutamente EDN , specializzato in notizie sulla progettazione elettronica. Molto in breve, EDN spiega che il BPL non è affatto una panacea come si vuol far credere. Ha molte criticità, prima fra tutte quella del corretto equilibrio della linea elettrica, dei carichi che vi sono applicati e di tanti altri – e complessi – fattori, dal cui approfondito esame emerge un grado di affidabilità e di resa inferiori rispetto alle aspettative progettuali. I più curiosi troveranno i dettagli qui .

Infine, c’è un aspetto a cui pochi pensano, perché l’allarme lanciato proviene da un mondo spesso ignorato, quello dei Radioamatori. ARRL, l’associazione americana della categoria, spiega: “i Radioamatori non hanno nulla in contrario ai servizi broadband . Al contrario, essi tendono ad essere degli early adopters con le nuove tecnologie. Tuttavia, esistono molti modi di recapitare la banda larga che non inquinano lo spettro radio come la BPL. Tra queste la fibra ottica, i cavi della TV, le linee DSL e la banda larga wireless . L’ARRL – l’associazione nazionale dei Radioamatori – supporta l’accessibilità alla banda larga per tutti gli americani; ma respinge fermamente l’impiego della BPL come mezzo per raggiungere questo obbiettivo a causa del suo altissimo potenziale di disturbo arrecato alle comunicazioni radio.”, si legge nell’introduzione all’argomento sul sito.

E non si tratta di un parere “di parte”, ma dell’opinione di chi non si limita a pigiare un pulsante e accendere una radio. Piuttosto, alla ricezione di un disturbo, chiede, si informa, collega strumenti di misura, analizza e cerca di capire, quantificare e trovare le regole. Questo è l’atteggiamento del vero Radioamatore. Talmente fastidioso e caparbio, perché certo delle proprie ragioni, da scatenare un faccia a faccia con l’Autorità USA sul commercio che si trascina da anni. E le asserzioni dei Radioamatori, per voce della ARRL, risultano particolarmente insidiose perché tutte accuratamente documentate .

Se, dunque, il fenomeno della BPL riuscirà a non decollare , almeno in certe realtà geografiche, per molti aspetti potrebbe essere un bene. Basti pensare, per un attimo, che si tratta pur sempre di una trasmissione radio, a banda larga e ad alto tasso armonico. Viaggiando sulle palificazioni, lunghe a volte chilometri e chilometri, per quanto basso si tenga il livello di energia a radiofrequenza trasmesso, godrebbe comunque delle antenne più grandi del mondo. Un conto è sfruttare segnali radio per “passare” una porta USB o Ethernet da una presa elettrica a un’altra , un altro è fargli percorrere chilometri.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • CCC scrive:
    ma vi pagano?
    giusto per curiosità, almeno una volta, vorrei capire...qualcuno di coloro i quali che non fanno altro che sponsorizzare M$ o Apple, qui su PI o altrove, e/o denigrare comunque il resto del mondo (chei per costoro si riduce quasi sempre a GNU/Linux) mi spiega cosa ve ne viene in tasca? lo fate per soldi forse? per "tifo"? vi regalano la licenza? boh... ditemi...grazieps: risposte tipo "e tu che difendi Linux perché lo fai?" non sono accettate in quanto:a) la domanda è un'altra, l'ho fatta io, e vorrei una risposta precisab) chi usa/difende/sponsorizza GNU/Linux lo fa spesso sulla scia della filosofia del software libero... quindi la suddetta domanda semplicemente non ha senso...
  • Raffaele Diotallevi scrive:
    Se arriva in Italia....
    Se l'offerta viene estesa in Italia con buona probabilità mi faccio un DELL, aspetto solo questo.Se fosse possibile acquistarlo in america ad esempio lo comprerei già.
    • Petengy scrive:
      Re: Se arriva in Italia....
      - Scritto da: Raffaele Diotallevi
      Se l'offerta viene estesa in Italia con buona
      probabilità mi faccio un DELL, aspetto solo
      questo.
      Se fosse possibile acquistarlo in america ad
      esempio lo comprerei
      già.Ho chattato questa mattina con personale Dell per parlare appunto di questo. Ho avuto modo si sapere che NON vendono i loro notebook con OS diversi da quelli proposti (nel mio caso vista su xps m1730), ma mi hanno detto che installare Ubuntu integralmente o anche parzialmente (su partizione insieme a vista) non inficia ne la garanzia ne il servizio di assistenza.Inoltre navigando nel loro sito e nel loro forum, linux (ubuntu) è supportato e ci sono svariate soluzioni (soprattuto driver) per farlo girare senza problemi anche su modelli diversi da quello con ubuntu preinstallato.
  • Giancarlo Piccinini scrive:
    Linux e pc parlatene solo quando in it
    Linux e pc in vendita parlatene solo quando saranno italia e' tempo perso Io conosco utenti che hanno provato linux e dicono NON TORNERERMO MAI + a Microsoft
    • Guglielmo scrive:
      Re: Linux e pc parlatene solo quando in it
      Se è per questo conosco utenti che hanno tentato di installare Linux e dopo due giorni si sono stufati di perdere tempo e sono ritornati ai vecchi cari Windows o OSX che si voglia e credi non erano tutti utonti come li chiamate voi (e non so con che diritto e educazione).Certo poi ognuno vede quello che vuol vedere.
      • Tontolo scrive:
        Re: Linux e pc parlatene solo quando in it
        Io rappresento entrambi gli utenti...Alcuni anni fa ho provato Mandrake ma ho incontrato una montagna di problemi tecnici e ci ho rinunciato per mancanza di tempo.Ultimamente ho provato Kubuntu e questa volta è andato tutto bene: non tornerò mai più a Win, nemmeno se mi pagano loro!!!
        • Categorico scrive:
          Re: Linux e pc parlatene solo quando in it
          - Scritto da: Tontolo
          Io rappresento entrambi gli utenti...
          Alcuni anni fa ho provato Mandrake ma ho
          incontrato una montagna di problemi tecnici e ci
          ho rinunciato per mancanza di
          tempo.
          Ultimamente ho provato Kubuntu e questa volta è
          andato tutto bene: non tornerò mai più a Win,
          nemmeno se mi pagano
          loro!!!Eh, linux non l'ho mai mollato del tutto, ma anch'io con Mandrake (8.0) ho avuto un mare di guai, e anch'io alla fine ho provato Kubuntu, l'ho trovato la distro ideale per il desktop e ormai sono alla terza versione di Kubuntu che uso, la 7.10, dopo la 6.06 LTS e la 7.04.E sistemato un piccolo bachetto e cassato Dolphin, ora il bilancio del passaggio da 7.04 a 7.10 posso considerarlo totalmente positivo, rimane ancora qualche particolare da limare, ma ormai è molto più facile e proficuo da usare di Windows 2000, che pur essendo il miglior SO mai fatto da MS, purtroppo ha alcune scomodità nell'uso che essendo ormai nella fase di supporto "Extended" non verranno mai più corrette.Col migliorare di Kubuntu mi sono alla fine trovato così bene che in questo periodo, in cui uso poco i giochi, mi capita di utilizzare Win 2000 un paio di volte alla settimana al massimo, quando il mio vecchio fedele scanner parallelo con driver solo per W9x/ME/NT/2k passerà a miglior vita, i giochi rimarranno l'unica ragione di sopravvivenza di Windows sul mio PC....Bugia! Anche per i virus, i trojan e gli spyware, che noia sarebbe sennò la vita, senza un pizzico di rischio??? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • pico scrive:
        Re: Linux e pc parlatene solo quando in it
        - Scritto da: Guglielmo
        Se è per questo conosco utenti che hanno tentato
        di installare Linux e dopo due giorni si sono
        stufati di perdere tempo e sono ritornati ai
        vecchi cari Windows o OSX che si voglia e credi
        non erano tutti utonti come li chiamate voi (e
        non so con che diritto e
        educazione).
        Certo poi ognuno vede quello che vuol vedere.Io conosco donne che, pur pigliando un sacco di botte dai fidanzati/compagni/mariti, continuano a starci assieme.Onguno poi fa la fine che cerca.....
    • xbomber scrive:
      Re: Linux e pc parlatene solo quando in it
      Beh... Poco tempo fa sono stato in un negozio di PC, e mi hanno fatto vedere un listino italiano in cui erano presenti soluzioni con ubuntu installato. Magari non tutte le case pubblicizano questa possibilità. Magari non tutti i negozianti lo dicono. Ne conosco certi che pur di non parlare di linux non ti venderebbero un PC.CMQ, non so come sia ora la legge, ma trovo ancora in giro PC assemblati e pronti senza OS.Usando Linux, ultimamente opto sempre per questa soluzione.Ho già dovuto cestinare 4 licenze winzoz che non uso più da anni. (Una XP, per altro mai usata, una ME, una 98 ed una 95) e devo dire che mi rode aver dato soldi a Billy senza usare i suoi prodotti.
  • Enjoy with Us scrive:
    40000 in piu'
    Probabilmente Dell ha aumentato il fatturato di almeno 40.000 unita', senza contare quelli che pur avendo scelto un PC con Vista lo hanno comprato da Dell poiche' compatibile con Linux.Non mi sembra un risultato cosi' deprimente....
    • auf scrive:
      Re: 40000 in piu'
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Probabilmente Dell ha aumentato il fatturato di
      almeno 40.000 unita', senza contare quelli che
      pur avendo scelto un PC con Vista lo hanno
      comprato da Dell poiche' compatibile con
      Linux.
      Non mi sembra un risultato cosi' deprimente....Bhe qualcosa devono pur dire, sai... giorno dopo giorno la M$ sta perdendo credibilità..
    • nome e guardone scrive:
      Re: 40000 in piu'
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Probabilmente Dell ha aumentato il fatturato di
      almeno 40.000 unita', senza contare quelli che
      pur avendo scelto un PC con Vista lo hanno
      comprato da Dell poiche' compatibile con
      Linux.
      Non mi sembra un risultato cosi' deprimente....Ci sarebbe anche da chiedersi quanti hanno brasato linux e installato win pirata.
      • xbomber scrive:
        Re: 40000 in piu'
        Ed il contrario? Io l'ho fatto su tre PC.
      • franco scrive:
        Re: 40000 in piu'
        Ma proprio nessuno!Se compri un pc con ubuntu o sei stato talmente pirla da comprare un pc solo perchè costava 100 dollari meno della controparte con win oppure lo hai fatto con cognizione di causa sapendo cosa andavi a prendere.Poichè io stesso ritengo impossibile che di 40.000 uno o due la cazzata non l'abbiano fatta posso ragionevolmente affermare che praticamente nessuno ha fatto quello che dici tu.
        • orotoro scrive:
          Re: 40000 in piu'
          - Scritto da: franco
          Ma proprio nessuno!
          Se compri un pc con ubuntu o sei stato talmente
          pirla da comprare un pc solo perchè costava 100
          dollari meno della controparte ti pare poco? a me no. e poi se ci metti win pirata è sempre una licenza in meno pagata al draga e vai in paradiso a fare le orgie. a parte l'umorismo lugubre e osceno, usare ubuntu conviene se si ha hardware compatibile, altrimenti no. dell ha fatto dei comp compatibili, quindi conviene.
        • nome e guardone scrive:
          Re: 40000 in piu'
          - Scritto da: franco
          Ma proprio nessuno!
          Se compri un pc con ubuntu o sei stato talmente
          pirla da comprare un pc solo perchè costava 100
          dollari meno della controparte con win oppure lo
          hai fatto con cognizione di causa sapendo cosa
          andavi a
          prendere.
          Poichè io stesso ritengo impossibile che di
          40.000 uno o due la cazzata non l'abbiano fatta
          posso ragionevolmente affermare che praticamente
          nessuno ha fatto quello che dici
          tu.Incredibile come viviate di certezze, eppure il governo cinese ti ha appena detto che il 31% di quelli che comprano i loro lenovo con sopra red-flag lo brasa per installare windows pirata. Sti cinesi, cosi' diversi dal resto del mondo.
          • Pinuzzo scrive:
            Re: 40000 in piu'
            Uno che compra un pc con ubuntu al limite mette un win pirata in dual boot ma non brasa linux se lo ha comprato, a meno che sia così ignorante da credere di non dover imparare più nulla...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: 40000 in piu'
      100 dollari in meno mica male....Considerando poi che un dfual boot con win si può sempre fare....
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Si dice si dice
    Le solite patetiche critiche, di cervelli vuoti e gente che non lo ha mai realmente usato, ho non ha seriamente provato ad usarlo.
    • Guglielmo scrive:
      Re: Si dice si dice
      Ma quale successo ?!?Se vi state gongolando solo per una notiziola di Ubuntu offerto sui Dell.E' più facile che OSX dia problemi a Windows che non tutte le versioni di Linux messe assieme.Del resto di vede quello che sta riuscendo a fare il caro buon Steve in pochi anni dopo il ritorno in Apple che non i vari Fedora, Mandrake, Ubuntu, R.H. e non so quanti altri ancora che arrancano per invogliare gli utenti a convertirsi.La verità è che finora l'unica valida motivazione che sento dire è che e' gratis. Ottima argomentazione per chi non ha soldi da spendere ma per un professionista che voglia investire in ambito lavorativo il costo non è l'unico parametro di giudizio.
      • xbomber scrive:
        Re: Si dice si dice
        Boh... Io non valuto solo il costo, come ho detto in un'altro posto poco sotto ho cestinato licenze win, perchè in azienda mi trovo da dio con linux.
      • Lillo scrive:
        Re: Si dice si dice
        Nel mercato server è un successo e uno strapotere indiscusso.Sui desktop si diffonde più lentamente per un insieme di motivi di cui si è parlato spesso.Linux su desktop è comunque molto più diffuso di MacOSX.
        • Guglielmo scrive:
          Re: Si dice si dice
          Ma non diciamo scemenze.Possibile che si debba parlare sempre senza dati ?Si tratta di 70% a Microsoft e 20% a LinuxPer di più nel 2006 Linux ha subito una flessionehttp://www.webmasterpoint.org/news/linux-perde-posizioni-mentre-microsoft-windows-guadagna-nei-sistemi-operativi-per-server_p30580.html
          • xbomber scrive:
            Re: Si dice si dice
            Purtroppo tanti fanno confusione tra linux ed apache, entrambi open-source... Non è detto che su un server apache ci sia per forza linux...Questo per il WEB, ma i server non sono solo WEB. Nei database commerciali, mi sa che l'IBM con i suoi ISeries la fa ancora da padrona. In giro si vedono una miriade di terminali client access che girano su Win, ed ora IBM sta anche sviluppando il suo client access per linux.
      • Guglielmo scrive:
        Re: Si dice si dice
        - Scritto da: Guglielmo
        Ma quale successo ?!?

        Se vi state gongolando solo per una notiziola di
        Ubuntu offerto sui
        Dell.
        E' più facile che OSX dia problemi a Windows che
        non tutte le versioni di Linux messe
        assieme.
        Del resto di vede quello che sta riuscendo a fare
        il caro buon Steve in pochi anni dopo il ritorno
        in Apple che non i vari Fedora, Mandrake, Ubuntu,
        R.H. e non so quanti altri ancora che arrancano
        per invogliare gli utenti a
        convertirsi.
        La verità è che finora l'unica valida motivazione
        che sento dire è che e' gratis. Ottima
        argomentazione per chi non ha soldi da spendere
        ma per un professionista che voglia investire in
        ambito lavorativo il costo non è l'unico
        parametro di
        giudizio.Balle. Io uso sia Kubuntu, gratis, sia Win 2000, che ho pagato per avere e mettere al posto di Win ME, che a sua volta avevo pagato per mettere al posto di Win9x, perché era l'unico disponibilein un certo periodo che avesse tutti i driver necessari al mio HW, purtroppo.Ma sono già parecchio meno disposto a pagare per XP e ancor meno per Vista e non darei un cent per Office, visto che neanche uso tutte le features di OOo.La questione non è gratis o a pagamento, ma se il prodotto a pagamento dia qualcosa in più di cui si abbia bisogno.Certo che se il prodotto a pagamento in più, in cambio dei soldi sborsati, invece che vantaggi dà rogne come Product Activation et similia, il suo appeal cala parecchio, se ciuccia più risorse delle applicazioni che ci devono girare sopra le cose peggiorano ulteriormente, se esce sul mercato ancora troppo immaturo e se features utili come quelle di sicurezza vengono implementate in maniera meno ergonomica dei loro equivalenti su linux, be', allora l'appeal scende a zero.
        • Mi cospargo il capo di genere scrive:
          Re: Si dice si dice
          OOOPS! Per non so quale ragione quando ho schiacciato "Quota" mi ha inserito automaticamente il nome della persona a cui rispondevo nel campo "Nome e cognome" senza che me ne accorgessi... e me lo stava facendo di nuovo in un altro thread... :$ :( Punto Informaticooooo! Bachetto???
  • FabioAmd87 scrive:
    Tanto io Vista non lo voglio cmq...
    se devo prendere un portatile lo prendo con la distro che uso adesso: Ubuntu... anche se costa solo 10 euro in meno... tanto vista non lo userei... poi tutti qui a criticare ubuntu... ma di vista non si dice mai niente?
    • Petengy scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      - Scritto da: FabioAmd87
      se devo prendere un portatile lo prendo con la
      distro che uso adesso: Ubuntu... anche se costa
      solo 10 euro in meno... tanto vista non lo
      userei... poi tutti qui a criticare ubuntu... ma
      di vista non si dice mai
      niente?chi critica Ubuntu ? io lo uso da 6 mesi dopo anni di intossicazione da MS, e mi ci trovo stupendamente bene.E ti garantisco che anche io tempo fa ero prevenutissimo nei confronti di linux e robbba open, per fortuna poi sono guarito. Sono in procinto di prendere un dell xps e la prima cosa che farò sarà partizionare l'HD per farci stare Ubuntu, insieme, aimè, a vista per poter giocare a quei giochi che al momento non girano su ubuntu....
    • p4bl0 scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      - Scritto da: FabioAmd87... ma
      di vista non si dice mai
      niente?Quindi ti sei perso tutti gli interminabili flame di qualche te po fa??
    • nome e guardone scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      - Scritto da: FabioAmd87
      se devo prendere un portatile lo prendo con la
      distro che uso adesso: Ubuntu... anche se costa
      solo 10 euro in meno... tanto vista non lo
      userei... poi tutti qui a criticare ubuntu... ma
      di vista non si dice mai
      niente?E' il tuo primo giorno qui?Ripeti con me il mantra dei forum di PI: Linux è buono, macosx è buono, windows è cattivo. 50.000 volte. Poi ricompila il kernel almeno 10 volte.
      • auf scrive:
        Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
        - Scritto da: nome e guardone
        - Scritto da: FabioAmd87

        se devo prendere un portatile lo prendo con la

        distro che uso adesso: Ubuntu... anche se costa

        solo 10 euro in meno... tanto vista non lo

        userei... poi tutti qui a criticare ubuntu... ma

        di vista non si dice mai

        niente?

        E' il tuo primo giorno qui?
        Ripeti con me il mantra dei forum di PI: Linux è
        buono, macosx è buono, windows è cattivo. 50.000
        volte. Poi ricompila il kernel almeno 10
        volte.Ah si? mai compilato in vita mia, eppure uso tutto...Torna a giocare con Norton
        • xbomber scrive:
          Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
          Anni fa lo compilavo, perchè ci si guadagnava qualcosa in peso e prestazioni... Oggi un utente può anche dimenticarsi che il kernel esiste...
          • auf scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            - Scritto da: xbomber
            Anni fa lo compilavo, perchè ci si guadagnava
            qualcosa in peso e prestazioni... Oggi un utente
            può anche dimenticarsi che il kernel
            esiste...Confermo, anzi, compilando magari si ottimizza qualcosina, ma non vedi quasi la differenza..Oramai Linux è evoluto a tal punto da poter sbarcare sui pc degli utonti..
        • nome e guardone scrive:
          Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...

          Ah si? mai compilato in vita mia, eppure uso
          tutto...

          Torna a giocare con NortonIn vita tua ... avrai iniziato ad usare linux l'altro ieri. Ti capiterà presto.
          • xbomber scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            Ripeto, io lo compilavo sovente una volta, ora sono almeno 4-5 anni che non compilo kernel su nessuna distro ad eccezione di GENTOO, che tra l'altro ho smesso di usare, perchè faceva venire il latte alle ginocchia a compilare tutto, per un pelo in più di prestazioni.Linux lo uso da 12 anni, windows non lo uso più da 9.Sia a casa che in azienda.
          • nome e guardone scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            Che distro usavi 4 anni fa?Scritto da: xbomber
            Ripeto, io lo compilavo sovente una volta, ora
            sono almeno 4-5 anni che non compilo kernel su
            nessuna distro ad eccezione di GENTOO, che tra
            l'altro ho smesso di usare, perchè faceva venire
            il latte alle ginocchia a compilare tutto, per un
            pelo in più di
            prestazioni.
            Linux lo uso da 12 anni, windows non lo uso più
            da
            9.
            Sia a casa che in azienda.
          • xbomber scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            Fedora nelle prime versioni, non ricordo bene se la 1 o la 2... Devo andare a guardare... Prima usavo redhat... Su un PC ho messo gentoo, ma il kernel se lo compilava per i fatti suoi, io non digitavo un singolo "make".Cmq dalla redhat 5.2 alla fedora 3 non ho mai dovuto ricrearmi la home e quasi tutti gli aggiornamenti sono andati a buon fine senza reinstallare tutto. Poi ho cambiato ed ho solo mantenuto la home. (Si è grippato uno dei due hd, per fortuna la home non si è corrotta.)Ora uso kubuntu 7.10 su 4 PC, Fedora 7 su 2 PC RedHat 9 su uno e ne sono mostruosamente soddisfatto.LO USO PER LAVORARE, NON GIOCARE O PERDERE TEMPO.Gli applicativi che uso di più sono Oofice, ISeriesAccess for linux, le librerie QT4 per svilupparmi piccole apps per il database tramite ODBC, Evolution Mail, Firefox, Kopete, Skype, Kompozer, Ardour+Jack, Eagle Light, QCad e GIMP.
          • enneci scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            - Scritto da: nome e guardone

            Ah si? mai compilato in vita mia, eppure uso

            tutto...



            Torna a giocare con Norton

            In vita tua ... avrai iniziato ad usare linux
            l'altro ieri. Ti capiterà
            presto.Infatti, sto compilando proprio ora un kernel 2.4 per openmosix...La cosa fica e che non me l'ha detto nessuno ma ho scelto io di provare..PS: Aggiornato Norton?
          • nome e guardone scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...

            Infatti, sto compilando proprio ora un kernel 2.4
            per
            openmosix...
            La cosa fica e che non me l'ha detto nessuno ma
            ho scelto io di
            provare..Bravo, io invece il pc lo uso...
            PS: Aggiornato Norton?No, si aggiorna da solo, senza ricompilare niente.
    • auf scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      - Scritto da: FabioAmd87
      se devo prendere un portatile lo prendo con la
      distro che uso adesso: Ubuntu... anche se costa
      solo 10 euro in meno... tanto vista non lo
      userei... poi tutti qui a criticare ubuntu... ma
      di vista non si dice mai
      niente?Si dice si dice, solo che la gente se non ha la marca leader sul pc si sente da meno, poi alla fine se vai a vedere usano il pc per giocare si e no a solitario...
    • Abarai Renji scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      si, io dico che se non lo si prende craccato e non lo si mette su pc inadeguati, vista va bene (p.s. esistono le OEM che sono originali e costano poco ma facciamo credere che tutti prendono la versione retail da 600euro!).contento?
      • PLONK_THIS scrive:
        Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
        - Scritto da: Abarai Renji
        si, io dico che se non lo si prende craccato e
        non lo si mette su pc inadeguati, vista va beneper un OS spacciato come la rivoluzione industriale dei sistemi operativi, fa sorridere che si debbano avere configurazioni ben carrozzate solo per far girare una GUI
        (p.s. esistono le OEM che sono originali e
        costano poco ma facciamo credere che tutti
        prendono la versione retail da
        600euro!).
        contento?continuiamo a far credere che le OEM costino simbolicamente un EUR e continuiamo a far credere che i prezzi alla scatola non esistano, ma soprattutto non esistano gli acquirenti perché sono tutte OEM le versioni di vista.continuiamo a vivere nel mondo dei balocchi...bah
        • Abarai Renji scrive:
          Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
          CIAO ROBIN!le oem non sono solo imposte... se vai in un qualsiasi negozio di pc te le mollano comunque.O pensi davvero che l'informatica si acquisti solo nei supermercati?Hai notato che chi si lamenta mette Vista su PC datati dopo averlo scaricato? O si lamenta e trolleggia per l'UAC invadente (nemmeno sa che si disabilita se vuole)E tanti lo fanno per sentito dire.A partire da te. P.S. puoi dire a batman che ha la batmobile in seconda fila?
          • PLONK_THIS scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            - Scritto da: Abarai Renji
            CIAO ROBIN!caro TOPO GIGIO, ne scrivi talmente tante che non ridere a leggerti è un impresa
            le oem non sono solo imposte... se vai in un
            qualsiasi negozio di pc te le mollano
            comunque.certo...infatti se chiedi "scusi mi da vista?" di indicano le versioni retail e a meno che non conosci o non rompi le scatole niente OEM al primo colpo.mica son fessi
            O pensi davvero che l'informatica si acquisti
            solo nei
            supermercati?dove lo avrei scritto messer TOPO GIGIO?
            Hai notato che chi si lamenta mette Vista su PC
            datati dopo averlo scaricato? O si lamenta e
            trolleggia per l'UAC invadente (nemmeno sa che si
            disabilita se
            vuole)
            E tanti lo fanno per sentito dire.
            A partire da te. certo TOPO GIGIO....certoe quanti pur di difendere vista ci raccontano che non ha problemi..a partire da te?poi usi google e trovi che hai raccontato un sacco di balle
            P.S. puoi dire a batman che ha la batmobile in
            seconda
            fila?certo TOPO GIGIO...puoi dire a babbo natale di portarti un neurone almeno quest'anno?
          • Ragno scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            - Scritto da: Abarai Renji
            CIAO ROBIN!
            le oem non sono solo imposte... se vai in un
            qualsiasi negozio di pc te le mollano
            comunque.
            O pensi davvero che l'informatica si acquisti
            solo nei
            supermercati?
            Hai notato che chi si lamenta mette Vista su PC
            datati dopo averlo scaricato? O si lamenta e
            trolleggia per l'UAC invadente (nemmeno sa che si
            disabilita se
            vuole)
            E tanti lo fanno per sentito dire.
            A partire da te.
            P.S. puoi dire a batman che ha la batmobile in
            seconda
            fila?Ma pure qui... sei una selvaggia scatenata oggi.... mi sa che oltre ai pop corn ti sei fatto la scorta di birra.Sei un grande, li sobilli come nido di vespe ..tanto lo so che, se non l'hai già fatto, ti installi Ubuntu nel giro di un mese al massimo, stilli curiosità da tutti i pori....
        • Lillo scrive:
          Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
          Pensa che un commerciale Dell al telefono mi ha detto che Windows è in omaggio coi loro computer, per cui non sapeva di quanto doveva abbassare il prezzo delle macchine di chi le voleva senza.Perché Dell vende senza Windows solo alle aziende e determinati modelli...
          • auf scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            - Scritto da: Lillo
            Pensa che un commerciale Dell al telefono mi ha
            detto che Windows è in omaggio coi loro computer,
            per cui non sapeva di quanto doveva abbassare il
            prezzo delle macchine di chi le voleva
            senza.
            Perché Dell vende senza Windows solo alle aziende
            e determinati
            modelli...Certo, per fronteggiare la richiesta di rimborso si inventano anche ste cazzate...Ma supponiamo che sia così... non ti viene il dubbio che M$ lo faccia xche altrimenti nessuno se lo piglia? mah... a me pare così evidente!!
          • Lillo scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            Il fatto è che gli accordi OEM sono abbastanza segreti perché espressamente riportato nel contratto. E nell'azienda a parte poche persone di un determinato reparto gli altri ne sanno veramente poco...
          • Vlad scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            - Scritto da: Lillo
            Pensa che un commerciale Dell al telefono mi ha
            detto che Windows è in omaggio coi loro computer,
            per cui non sapeva di quanto doveva abbassare il
            prezzo delle macchine di chi le voleva
            senza.
            Perché Dell vende senza Windows solo alle aziende
            e determinati
            modelli...Certo...! Anche il mio venditore di auto di fiducia mi ha assicurato che se compro la macchina nuova i sedili me li da in omaggio!Sveglia!!! Vista si paga!!! così come Works o Office One Note o qualsiasi altro sw che trovi sugli scaffali!La prossima volta che ti dicono una tale idiozia rispondilgi così... tanto lui lo sa già e tu ti eviti l'ennesima presa per il ....
          • Lillo scrive:
            Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
            Tranquillo, la conosco la storia... Gli ho detto di evitare di insultare la mia intelligenza perché è pieno internet di sentenze contro M$ e contro Dell di gente che ha avuto il rimborso...
    • Ragno scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      - Scritto da: FabioAmd87
      se devo prendere un portatile lo prendo con la
      distro che uso adesso: Ubuntu... anche se costa
      solo 10 euro in meno... tanto vista non lo
      userei... poi tutti qui a criticare ubuntu... ma
      di vista non si dice mai
      niente?ma non mi sembra che tutti criticano ubuntu ...mi sembra, anzi, che finalmente ci sia un certo equilibrio nelle fazioni criticanti. E' un buon, democratico, segno che le soluzioni ubuntesche hanno finalmente una consistente diffusione.
    • ilmassi scrive:
      Re: Tanto io Vista non lo voglio cmq...
      di vista si dice si dice...è stato eletto peggior prodotto dell'anno!
  • ilmassi scrive:
    su ubuntu fosse a pagamento...
    ne venderebbero di più...Per assurdo la gente non può ancora fare a meno di windows per reali problemi o semplici fobie, quindi preferisce spendere quei 70-80 per avere vista 3 anni, tanto ubuntu lo può sempre mettere gratis. Se ubuntu fosse a pagamento non ci sarebbe questo opportunismo.ps. se lo mettessero obbligatorio nelle scuole italiane oltre a risparmiare un mucchio di soldi ci sarebbero giovanotti con la mente un po' più aperta e in grado di scegliere cos'è effettivamente meglio per loro.
    • BLah scrive:
      Re: su ubuntu fosse a pagamento...
      MA... vabè qui non vogliamo vedere l'evidenza.E' gratis perché non avrebbe futuro, non vale molto come sistema operativo, non da garanzie, supporto, assistenza, né garantisce in ambito professionale. Dove tutti negano, ma poi in ufficio hanno il loro bel Windows a servirli, usato purtroppo per andare nei forum a dire W Linux...Che poi boh, Linux è molto bello, ma va inquadrato in modo corretto. Uso casalingo (controllo mail, navigazione internet in sicurezza), anche se deficita pure di videogiochi... Comunque continuate a dire che è meglio.
      • MisterEmme scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        Dove tutti negano, ma poi in
        ufficio hanno il loro bel Windows a servirli,
        usato purtroppo per andare nei forum a dire W
        Linux...Falso. Io e buona parte dei miei colleghi abbiamo Linux, e va che e' una meraviglia.
        anche se deficita pure di
        videogiochi...
        Vero, ma sempre meno....
      • emmecci4867 scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        - Scritto da: BLah
        MA... vabè qui non vogliamo vedere l'evidenza.Prendi una qualsiasi rivista dedicata a linux oppure consulta un qualsiasi sito o blog dedicato a linux. Li troverai sommersi da pubblicità Microsoft. Secondo te perchè vengono investiti milioni di dollari in questo modo? Per contrastare qualche solitario utente casalingo? Mah,Bill Gates sarà l'uomo più ricco del mondo ma certo non è diventato tale buttando soldi nel cesso.Senza contare il numero non trascurabile di aziende che sono migrate a linux (e le migrazioni IN SE'COSTANO FIOR DI QUATTRINI).Senza contare il numero enorme di server linux.Secondo me sei tu che non vuoi vedere l'evidenza.Operazioni del genere DEVONO essere necessariamente limitate (pochi modelli e pochi paesi) altrimenti la Dell si metterebbe di traverso alla Microsoft che,detenendo tuttora un quasi monopolio,non la prenderebe molto bene.
      • auf scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        - Scritto da: BLah
        MA... vabè qui non vogliamo vedere l'evidenza.

        E' gratis perché non avrebbe futuro, non vale
        molto come sistema operativo, non da garanzie,
        supporto, assistenza, né garantisce in ambito
        professionale. Dove tutti negano, ma poi in
        ufficio hanno il loro bel Windows a servirli,
        usato purtroppo per andare nei forum a dire W
        Linux...

        Che poi boh, Linux è molto bello, ma va
        inquadrato in modo corretto. Uso casalingo
        (controllo mail, navigazione internet in
        sicurezza), anche se deficita pure di
        videogiochi...

        Comunque continuate a dire che è meglio.Veramente Ubuntu come molte altre offre anche l'assistenza a pagamento, senza contare quanta ne trovi su internet, cosa che non trovi per Winzoz...Informati, vedo che non sei informato e nonostante ciò spari cazzate su cazzate...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...

        Dove tutti negano, ma poi in
        ufficio hanno il loro bel Windows a servirli,
        usato purtroppo per andare nei forum a dire W
        Linux...Lo uso qui in ufficio da più di 3 anni e ci lavoro ogni giorno. Sarà un caso?
        Che poi boh, Linux è molto bello, ma va
        inquadrato in modo corretto. Uso casalingo
        (controllo mail, navigazione internet in
        sicurezza), anche se deficita pure di
        videogiochi...Sui videogiochi ok, Windows regna incontrastato e, per una volta, anche meritatamente. Ma non dimenticare che linux è usatissimo in moltissimi ambiti professionali.
        Comunque continuate a dire che è meglio.Negli ambiti in cui può essere sostituito a Windows è 1000 volte meglio, IMHO.TAD
        • xbomber scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...

          Negli ambiti in cui può essere sostituito a
          Windows è 1000 volte meglio,Non posso che quotare, anche per esperienza personale pluriennale.
        • Orlando scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...

          Sui videogiochi ok, Windows regna incontrastato e, per una volta,
          anche meritatamente. Ma non dimenticare che linux è usatissimo in
          moltissimi ambiti professionali.Mi dispiace ma anche sui videogiochi Microsoft ha giocato sporco, boicottando le opengl mediante il suo immenso potere monopolistico...http://natonelbronx.wordpress.com/2007/03/10/storia-di-un-ingiustizia-che-paghiamo-tutti-opengl-vs-directx/
          • TADsince1995 scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...

            Mi dispiace ma anche sui videogiochi Microsoft ha
            giocato sporco, boicottando le opengl mediante il
            suo immenso potere
            monopolistico...
            http://natonelbronx.wordpress.com/2007/03/10/storiSì è vero, inqualificabile. Però è indubbio che le DirectX sono un passo avanti. Ma non è detta l'ultima parola, con OpenGL si possono ancora fare cose attualissime, con una bella spinta potrebbero ritornare lo standard anche nei videogiochi.TAD
      • Lillo scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        Qui da uno che ci lavora si legge che quasi tutta l'infrastruttura di Poste Mobile gira su Linux.http://www.pitelefonia.it/b.aspx?i=2125285#postsE dove lavoro anche io Windows è praticamente moribondo, resta solo sul 2% dei server e su alcuni client.Tu hai visione solo della tua piccola comunità, ma il mondo è molto più grande e variegato.
      • pabloski scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        - Scritto da: BLah
        MA... vabè qui non vogliamo vedere l'evidenza.

        E' gratis perché non avrebbe futuro, non vale
        molto come sistema operativo, non da garanzie,
        supporto, assistenza, né garantisce in ambito
        professionale. Dove tutti negano, ma poi in
        ufficio hanno il loro bel Windows a servirli,
        usato purtroppo per andare nei forum a dire W
        Linux...

        Che poi boh, Linux è molto bello, ma va
        inquadrato in modo corretto. Uso casalingo
        (controllo mail, navigazione internet in
        sicurezza), anche se deficita pure di
        videogiochi...

        Comunque continuate a dire che è meglio.ehm guarda che è l'opposto....è windows che è buono per l'uso casalingo, linux implementa tecnologie che windows non riuscirà ad implementare nemmeno tra 10 anni
        • nome e guardone scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...

          ehm guarda che è l'opposto....è windows che è
          buono per l'uso casalingo, linux implementa
          tecnologie che windows non riuscirà ad
          implementare nemmeno tra 10
          anniAd esempio?
      • LeoLinux scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        - Scritto da: BLah
        MA... vabè qui non vogliamo vedere l'evidenza.

        E' gratis perché non avrebbe futuro, non vale
        molto come sistema operativo, non da garanzie,
        supporto, assistenza, né garantisce in ambito
        professionale.Perche' parli di cose che non sai?!?http://www.ubuntu.com/support
      • Kon scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        - Scritto da: BLah
        MA... vabè qui non vogliamo vedere l'evidenza.

        E' gratis perché non avrebbe futuro, non vale
        molto come sistema operativo, non da garanzie,
        supporto, assistenza, né garantisce in ambito
        professionale. Dove tutti negano, ma poi in
        ufficio hanno il loro bel Windows a servirli,
        usato purtroppo per andare nei forum a dire W
        Linux...
        A parte che non è vero, Novell, RedHat e persino canonical sono ben felici di darti supporto garanzie e assistenza, naturalmente pagando, esattamente come fa microsoft, che a gratis non ti da ne garanzie ne assistenza ne supporto.Quanto all'uso di linux in ufficio, beh io per esempio uso un mac come portatile (ibook) e un pc fisso proprio con ubuntu, mentre dai miei clienti le postazioni di lavoro/server sono misti linux/windows in base alle necessità, e non ci trovo poi niente di strano
        Che poi boh, Linux è molto bello, ma va
        inquadrato in modo corretto. Uso casalingo
        (controllo mail, navigazione internet in
        sicurezza), anche se deficita pure di
        videogiochi...

        Comunque continuate a dire che è meglio.Io continuo ad usarlo e mi rendo conto che è meglio, tu puoi continuare a non usarlo e a dire che è peggio di windows
      • The_GEZ scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        Ciao BLah !
        Che poi boh, Linux è molto bello, ma va
        inquadrato in modo corretto. Uso casalingo
        (controllo mail, navigazione internet in
        sicurezza), anche se deficita pure di
        videogiochi...Minkia !Ne hai di spazio a casa !http://www.news.com/Blue-Gene,-Linux-top-supercomputing-list/2100-1008_3-5443764.html
      • Mirco scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        uso casalingo?Linux NASCE per essere installato sui server. vai a fare un giretto su netcraft.Inoltre, in tutte le licenze commerciali, è sempre esplictamente scritto che il software si vende "as it is", senza nessuna garanzia di qualunque tipo.
    • Ragno scrive:
      Re: su ubuntu fosse a pagamento...
      - Scritto da: ilmassi
      ne venderebbero di più...
      Per assurdo la gente non può ancora fare a meno
      di windows per reali problemi o semplici fobie,
      quindi preferisce spendere quei 70-80 per avere
      vista 3 anni, tanto ubuntu lo può sempre mettere
      gratis. Se ubuntu fosse a pagamento non ci
      sarebbe questo
      opportunismo.

      ps. se lo mettessero obbligatorio nelle scuole
      italiane oltre a risparmiare un mucchio di soldi
      ci sarebbero giovanotti con la mente un po' più
      aperta e in grado di scegliere cos'è
      effettivamente meglio per
      loro.Sono, perfettamente d'accordo. Grazie a dio in qualche scuola stanno iniziando ad usare soluzioni open source, così almeno i nostri figli potranno imparare, fra l'altro, cosa vuol dire libertà di scelta, anzi no, semplicemente cosa vul dire avere ..... scelta.
      • Abarai Renji scrive:
        Re: su ubuntu fosse a pagamento...
        Forse non vi rendete conto di cosa dite.Analizzate la situazione: Le scuole devono usare l'open e si risparmia!E le licenze che hanno dove le mettono? E i programmi specifici? Il cad per gli istituti tecnici (e non solo autocad ma anche i programmi di disegno e progettazione tecnica di elettronica)?La spesa per FORMARE i docenti? La spesa per configurare le macchine nuove da dei tecnici (non penserete che ci vanno gli studenti!)Il tempo perso per guidare una classe di 20 persone a fare tutti la stessa operazione e a turno alzano le mani dicendo che gli manca qualche pezzettino per far girare "questo o quello"?Una scuola le licenze le paga poco e niente, sicuramente meno di quello che un tecnico gli prenderebbe per mettere Linux su 20/30 macchine.
        • xbomber scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...
          Quando andavo a scuola io usavamo AutoCad e CirCad contraffatti, in quanto costavano troppo per l'istituto.Io sono contro il software contraffatto.Meglio Eagle Light (Che per quello che si fa a scuola basta ed avanza) o con licenza studente (e garda a caso c'è pure per linux), che circad contraffatto. Meglio qcad per il 2D, io mi ci trovo benissimo e per una scuola è più che adeguato, anche questo per linux c'è.Per il 3d è più dura... (Per ora)
        • krane scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...
          - Scritto da: Abarai Renji
          Forse non vi rendete conto di cosa dite.
          Analizzate la situazione: Le scuole devono usare
          l'open e si risparmia!
          E le licenze che hanno dove le mettono? Quelle di win 98 ? Tanto non valgono piu' niente.
          E i programmi specifici? Il cad per gli istituti
          tecnici (e non solo autocad ma anche i programmi
          di disegno e progettazione tecnica di elettronica)?Ci sono fior di programmi liberi e non per linux sia per progettazione elettronica che cad, qual e' il problema ?
          La spesa per FORMARE i docenti? La spesa per
          configurare le macchine nuove da dei tecnici (non
          penserete che ci vanno gli studenti!)E per windows mica ci mandavi gli studenti ? I corsi li fai fare per il software che interessa nell'istituto comunque linux o windows che sia !
          Il tempo perso per guidare una classe di 20
          persone a fare tutti la stessa operazione e a
          turno alzano le mani dicendo che gli manca
          qualche pezzettino per far girare "questo o
          quello"?Che pezzettini dovrebbero mancare poi ? Forse e' a te che manca qualche pezzettino di informazione nella testina.
          Una scuola le licenze le paga poco e niente,
          sicuramente meno di quello che un tecnico gli
          prenderebbe per mettere Linux su 20/30
          macchine.E quindi ? Anche senza i libri si risparmia, ma non e' consigliabile per risparmiare far stare gli studenti senza libri, si chiama : investimento.
        • PLONK_THIS scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...
          - Scritto da: Abarai Renji
          Forse non vi rendete conto di cosa dite.mentre ti rendi conto di quelle che dici tu?
          Analizzate la situazione: Le scuole devono usare
          l'open e si
          risparmia!stai sostenendo che non è vero e che costa più che usare urbi et orbi windows?
          E le licenze che hanno dove le mettono?secondo te quando aggiornano i sw windows non pagano per le nuove licenze o credi che gliele regalino? E i
          programmi specifici?quali?o sei preciso nelle affermazioni o basta trollate! Il cad per gli istituti
          tecnici (e non solo autocad ma anche i programmi
          di disegno e progettazione tecnica di
          elettronica)?ammettendo che quella è una soluzione forzata su windows, credi che esistano solo computer dedicati a quel tipo di sw? ma LOL
          La spesa per FORMARE i docenti?con i sw windows li hai lo stesso quei costi, anzi le certificazioni MS non sono gratuite.la tua argomentazione vale nei 2 casi. La spesa per
          configurare le macchine nuove da dei tecnici (non
          penserete che ci vanno gli
          studenti!)mentre per installare in PC con windows e configurare la rete scolastica lo fanno gli studenti?e i tecnici certificati MS costano 0 euro all'ora?ma basta razzate dai!
          Il tempo perso per guidare una classe di 20
          persone a fare tutti la stessa operazione e a
          turno alzano le mani dicendo che gli manca
          qualche pezzettino per far girare "questo o
          quello"?ma LOL...ma tu sai di cosa stiamo parlando?guarda che l'aggiornamento dei plugin dei browser o degli OS ad esempio lo fai anche con windows e non lo fanno gli studenti ma l'amministratore del parco macchine che ha un salario mensile.
          Una scuola le licenze le paga poco e niente,certo....le paga eccome, gli costano meno perché acquista licenze di sito e non per singola macchina, ma le paga eccome se le paga.
          sicuramente meno di quello che un tecnico gli
          prenderebbe per mettere Linux su 20/30
          macchine.certo...trolletto prova ad immaginare cosa gli costa un tecnico certificato MS o un tecnico SAP che viene a sistemargli il sw per la gestione del personale e della contabilità dell'istituto....o un tecnico ciscoma di che vai cianciando?
        • auf scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...
          - Scritto da: Abarai Renji
          Forse non vi rendete conto di cosa dite.
          Analizzate la situazione: Le scuole devono usare
          l'open e si
          risparmia!
          E le licenze che hanno dove le mettono? E i
          programmi specifici? Il cad per gli istituti
          tecnici (e non solo autocad ma anche i programmi
          di disegno e progettazione tecnica di
          elettronica)?
          La spesa per FORMARE i docenti? La spesa per
          configurare le macchine nuove da dei tecnici (non
          penserete che ci vanno gli
          studenti!)
          Il tempo perso per guidare una classe di 20
          persone a fare tutti la stessa operazione e a
          turno alzano le mani dicendo che gli manca
          qualche pezzettino per far girare "questo o
          quello"?
          Una scuola le licenze le paga poco e niente,
          sicuramente meno di quello che un tecnico gli
          prenderebbe per mettere Linux su 20/30
          macchine.Quello che dici è puro FUD, anzi, pura fantascienza da utente che non conosce le cose e vive nel suo piccolo mondo...Ti posso solo dare ragione per il CAD... ma per il resto non c'è storia..Le licenze le pagano poco? certo.. pur di infilare sto win dappertutto arrivano anche a regalartelo, ma quando si inchioda? e quando si becca un virus? e quando esce la versione nuova che ti costringe a cambiare tutto? dai su non te la prendere ma non capisci proprio un cazzo :D
          • Educ scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            - Scritto da: auf
            - Scritto da: Abarai Renji

            Forse non vi rendete conto di cosa dite.

            Analizzate la situazione: Le scuole devono usare

            l'open e si

            risparmia!

            E le licenze che hanno dove le mettono? E i

            programmi specifici? Il cad per gli istituti

            tecnici (e non solo autocad ma anche i programmi

            di disegno e progettazione tecnica di

            elettronica)?

            La spesa per FORMARE i docenti? La spesa per

            configurare le macchine nuove da dei tecnici
            (non

            penserete che ci vanno gli

            studenti!)

            Il tempo perso per guidare una classe di 20

            persone a fare tutti la stessa operazione e a

            turno alzano le mani dicendo che gli manca

            qualche pezzettino per far girare "questo o

            quello"?

            Una scuola le licenze le paga poco e niente,

            sicuramente meno di quello che un tecnico gli

            prenderebbe per mettere Linux su 20/30

            macchine.

            Quello che dici è puro FUD, anzi, pura
            fantascienza da utente che non conosce le cose e
            vive nel suo piccolo
            mondo...

            Ti posso solo dare ragione per il CAD... ma per
            il resto non c'è
            storia..

            Le licenze le pagano poco? certo.. pur di
            infilare sto win dappertutto arrivano anche a
            regalartelo, ma quando si inchioda? e quando si
            becca un virus? e quando esce la versione nuova
            che ti costringe a cambiare tutto? dai su non te
            la prendere ma non capisci proprio un cazzo
            :DAbarai AbaraiGuarda meno manga che è meglio.Non puoi immaginare la soddisfazione in ambito scolatstico nell'insegnare tramite strumenti informatici open source.Non solo per una mera questione di risparmio in licenze (economiche o meno costano), non solo per tutti gli applicativi "open" perfettamente in grado di soddisfare le esigenze scolastiche ma, sopratutto, per una questione pedagogica.
        • acno scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...
          Mi hanno preceduto nelle risposte, penso che siano sufficienti, aggiungo solo che visto che si parla di scuola,ritengo estremamente formativo usare GNU/Linux o simili proprio per il fatto che volendo puoi far toccare con mano cio' che accade "dietro le quinte", invece di limitarsi a formare degli "esperti in punta e clicca".
        • Ragno scrive:
          Re: su ubuntu fosse a pagamento...
          - Scritto da: Abarai Renji
          Forse non vi rendete conto di cosa dite.
          Analizzate la situazione: Le scuole devono usare
          l'open e si
          risparmia!
          E le licenze che hanno dove le mettono? E i
          programmi specifici? Il cad per gli istituti
          tecnici (e non solo autocad ma anche i programmi
          di disegno e progettazione tecnica di
          elettronica)?
          La spesa per FORMARE i docenti? La spesa per
          configurare le macchine nuove da dei tecnici (non
          penserete che ci vanno gli
          studenti!)
          Il tempo perso per guidare una classe di 20
          persone a fare tutti la stessa operazione e a
          turno alzano le mani dicendo che gli manca
          qualche pezzettino per far girare "questo o
          quello"?
          Una scuola le licenze le paga poco e niente,
          sicuramente meno di quello che un tecnico gli
          prenderebbe per mettere Linux su 20/30
          macchine.Ma abarai che mi combini ? stavolta le hai sparate proprio grossine !!!Hai fatto le scorte di pop corn anche oggi ?eh eh beato te che non hai da lavorà....
          • Abarai Renji scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            RAGNO!!!! passato il raffreddore? Oggi ho le patatine, PI dice che i videogiochi ingrassano ma anche fermarsi a leggere le notizie non fa dimagrire :)Lavorando nel settore spesso faccio anche gare per le scuole che ridete ridete, vincono i concorsi e gli appalti quelli che mettono windows dato che preventivano pochi euro a licenza (strano ma zio bill ne vuole pochi, non vi dico quanto perchè sono prezzi da distribuzione)e spesso i docenti della scuola sanno già come configurare macchine in windows, tutto il contrario succede per linux.Quindi chi propone un sistema Open affianca anche parcelle tecniche che fanno salire le gare e salutate le vostre ideologie!ma d'altra parte sono solo 5 anni che faccio il mio lavoro :)
          • Educ scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            - Scritto da: Abarai Renji
            RAGNO!!!! passato il raffreddore?
            Oggi ho le patatine, PI dice che i videogiochi
            ingrassano ma anche fermarsi a leggere le notizie
            non fa dimagrire
            :)
            Lavorando nel settore spesso faccio anche gare
            per le scuole che ridete ridete, vincono i
            concorsi e gli appalti quelli che mettono windows
            dato che preventivano pochi euro a licenza
            (strano ma zio bill ne vuole pochi, non vi dico
            quanto perchè sono prezzi da distribuzione)e
            spesso i docenti della scuola sanno già come
            configurare macchine in windows, tutto il
            contrario succede per
            linux.
            Quindi chi propone un sistema Open affianca anche
            parcelle tecniche che fanno salire le gare e
            salutate le vostre
            ideologie!
            ma d'altra parte sono solo 5 anni che faccio il
            mio lavoro
            :)A scuola noi sui PC oltre al sistema operativo ci mettiamo (di solito) anche il software, e nemmeno (sopratutto) quello è gratis.Con l'Open source e Linux questi costi (di acquisto licenze) li abbiamo abbattuti a... zero.Se mi dai motivi validi per tornare indietro magari facciamo una riunione e ci conviciamo tutti.Per ora è meglio se mangi le patatine (che potresti offrire).Ah, a proposito, la configurazione la fa chi è preposto a farlo, per quello che riguarda noi che lo usiamo le cose sono rimaste le stesse. Forse ti immagini linux come un mostro di incredibile difficoltà, sarebbe meglio se lo provassi.
          • Abarai Renji scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            Quando faccio i sopralluoghi prima delle gare chiedo: chi installerebbe tutto? Tecnico?No, spunta il prof di elettronica/sistemi o generalmente l'esperto informatico che ogni scuola ha che sbuca con la frase: i windows e la rete la faccio io.Per esperienza chi propone linux è tagliato fuori dai bandi già solo col costo dell'assistenza.Senza contare che esisteranno tante alternative Open ma guarda caso l'altra settimana ho fornito 15 licenze Cad LT 2008, che generalmente su linux non va.Quindi come vedete chiamatela ignoranza, chiamatelo monopolio, chiamatelo abitudine io fornisco quel che chiedono e ho il compito di farlo con il prezzo più basso per vincere le gare.Non parlo di aria fritta ma di quel che faccio tutto il giorno; liberi di confrontarvi quando volete
          • Educ scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            - Scritto da: Abarai Renji
            Quando faccio i sopralluoghi prima delle gare
            chiedo: chi installerebbe tutto?
            Tecnico?
            No, spunta il prof di elettronica/sistemi o
            generalmente l'esperto informatico che ogni
            scuola ha che sbuca con la frase: i windows e la
            rete la faccio
            io.
            Per esperienza chi propone linux è tagliato fuori
            dai bandi già solo col costo
            dell'assistenza.
            Senza contare che esisteranno tante alternative
            Open ma guarda caso l'altra settimana ho fornito
            15 licenze Cad LT 2008, che generalmente su linux
            non
            va.
            Quindi come vedete chiamatela ignoranza,
            chiamatelo monopolio, chiamatelo abitudine io
            fornisco quel che chiedono e ho il compito di
            farlo con il prezzo più basso per vincere le
            gare.
            Non parlo di aria fritta ma di quel che faccio
            tutto il giorno; liberi di confrontarvi quando
            voleteTu fornisci quel che chiedono, noi invece abbiamo il dovere morale e civico di maneggare i soldi dei cittadini con parsimonia e oculatezza.Nel nostro caso il Tecnico "esperto" gestisce senza problemi linux e annessi. Noi abbiamo risparmiato, noi NON usiamo CAD, noi prendiamo a piene mani tutto il software che ci occorre senza dover pagare nulla e senza perdite di tempo nella piena legalità. Noi lavoriamo bene. Ripeto, dammi un valido motivo per tornare indietro e ne riparliamo.Mo vado che ho da fare purtroppo.Buona discussione a tutti.
          • Zabimaru scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            - Scritto da: Abarai Renji
            RAGNO!!!! passato il raffreddore?
            Oggi ho le patatine, PI dice che i videogiochi
            ingrassano ma anche fermarsi a leggere le notizie
            non fa dimagrire
            :)
            Lavorando nel settore spesso faccio anche gare
            per le scuole che ridete ridete, vincono i
            concorsi e gli appalti quelli che mettono windows
            dato che preventivano pochi euro a licenza
            (strano ma zio bill ne vuole pochi, non vi dico
            quanto perchè sono prezzi da distribuzione)e
            spesso i docenti della scuola sanno già come
            configurare macchine in windows, tutto il
            contrario succede per
            linux.
            Quindi chi propone un sistema Open affianca anche
            parcelle tecniche che fanno salire le gare e
            salutate le vostre
            ideologie!
            ma d'altra parte sono solo 5 anni che faccio il
            mio lavoro
            :)e hai imparato cosi poco in 5 anni? Mo capisco perche l'IT in italia va a scatafascio.
          • Ragno scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            - Scritto da: Abarai Renji
            RAGNO!!!! passato il raffreddore?
            Oggi ho le patatine, PI dice che i videogiochi
            ingrassano ma anche fermarsi a leggere le notizie
            non fa dimagrire
            :)
            Lavorando nel settore spesso faccio anche gare
            per le scuole che ridete ridete, vincono i
            concorsi e gli appalti quelli che mettono windows
            dato che preventivano pochi euro a licenza
            (strano ma zio bill ne vuole pochi, non vi dico
            quanto perchè sono prezzi da distribuzione)e
            spesso i docenti della scuola sanno già come
            configurare macchine in windows, tutto il
            contrario succede per
            linux.
            Quindi chi propone un sistema Open affianca anche
            parcelle tecniche che fanno salire le gare e
            salutate le vostre
            ideologie!
            ma d'altra parte sono solo 5 anni che faccio il
            mio lavoro
            :)Quasi passato...Ma potevi dirlo prima che con il software commerciale ci campi.... mo capisco.Tanto per rassicurarti, nel caso tu abbia famiglia, sebbene io opti e gradisca molto il concetto open source, e sebbene mi auspichi che si propaghi il più possibile, non credo che questo avverrà tanto presto.Anzi temo che potrebbe non avvenire mai, perchè questa manna (come napster ai suoi tempi) è troppo bella per poter durare ....
          • Abarai Renji scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            dai allora tra un po ti tocca tornare al lavoro :)Non campo solo di sw commerciale ma anche di HW, Mac, e tutto quello che si vende.Sono contento che la gente pensa che l'IT vada a scatafascio per il lavoro che faccio. D'altra parte senza la distribuzione voglio vedere come ricevete la merce nei negozi ^_^Oggi pome stavo parlando con un docente di informatica di queste discussioni e c'è un quesito che mi ha posto che mi ha fatto riflettere:"tra uno studente che esce da un istituto tecnico che presenta nel curriculum Autocad e un o che presenta in curriculum una versione alternativa open chi sceglie un azienda?"La risposta giusta sarebbe il secondo perchè sa adeguarsi al programma che si presenta ed è più elastico mentalmente, la realtà è che l'azienda preferisce una persona che non deve perdere nemmeno 1 minuto a studiare il programma ed è operativo subito.Triste realtà
          • Ragno scrive:
            Re: su ubuntu fosse a pagamento...
            - Scritto da: Abarai Renji
            dai allora tra un po ti tocca tornare al lavoro :)
            Non campo solo di sw commerciale ma anche di HW,
            Mac, e tutto quello che si
            vende.
            Sono contento che la gente pensa che l'IT vada a
            scatafascio per il lavoro che faccio. D'altra
            parte senza la distribuzione voglio vedere come
            ricevete la merce nei negozi
            ^_^
            Oggi pome stavo parlando con un docente di
            informatica di queste discussioni e c'è un
            quesito che mi ha posto che mi ha fatto
            riflettere:
            "tra uno studente che esce da un istituto tecnico
            che presenta nel curriculum Autocad e un o che
            presenta in curriculum una versione alternativa
            open chi sceglie un
            azienda?"
            La risposta giusta sarebbe il secondo perchè sa
            adeguarsi al programma che si presenta ed è più
            elastico mentalmente, la realtà è che l'azienda
            preferisce una persona che non deve perdere
            nemmeno 1 minuto a studiare il programma ed è
            operativo
            subito.
            Triste realtàpurtroppo al lavoro ci sono sempre andato (son scemo)...Il ragionamento del docente è coerente in effetti, ma, secondo me, descrive una sola di più ipotesi plausibili (oltretutto questa filosofia pare stia alla base della leggenda metropolitana che vuole che le ditte rilasciassero esse stesse il modo di crakkare facilmente i loro programmi al fine di allevare potenziali futuri clienti paganti..)Mi spiego, se lo studente lavorerà come dipendente mi sa che il docente ha ragione, ma se lo studente aprirà un proprio studio allora comprerà la soluzione alternativa (anche se la vedo difficile su un programma così potente ed efficiente come il CAD), ma vale per altri programmi.Un altro caso è che la "ditta" che sviluppa il software, una volta visto crescere il parco degli utenti linux, sviluppi una versione appunto per linux, e ti faccio l'esempio di Maya, software di modellazione 3D usato in ambito cinematografico - Shrek, Toy Story, alla ricerca di Nemo, ecc.. ecc...Questo non implica assolutamente che questi software pur passando a linux diventino Open... anzi credo rimarrano bellamente "a pagamento".Per quello che mi riguarda non penso ASSOLUTAMENTE che chi venda software e hardware mandi a scatafascio l'IT, non vedo il perchè, ma posso intuire il certo grado di preoccupazione che questa ventata di Open Source possa portare a chi vende soluzioni commerciali, ma penso anche siano totalmente infondate.Potrei invece essere più propenso a pensare ad una certa trasformazione (cambiamento) di quello che è oggi il concetto "business" di IT nel quale entrerà a far parte, se tutto va bene, il concetto di open source e tutto quello che gli gira attorno.Non so come questa integrazione possa evolversi e che faccia potrebbe avere, ma non credo che vada a inficiare chi, come te, vende (giustamente) soluzioni HW e SF.Il prblema non è di chi vende ma di chi produce (e chi compra o utilizza :) )Porca miseria dopo sta faticaccia me ne vo a giochicchiare a CoD2.Ciau nePS (per i troll e affini)questa sofisticata analisi nasce da pareri personali scaturiti da un NON esperto del settore, quindi le critiche sono Creative Commons..... abusatene pure aha ah aah
    • primo avvio scrive:
      Re: su ubuntu fosse a pagamento...
      e se mia nonna avesse le ruote allora la chiamerei cariola!
  • picchiatello scrive:
    Conviene ?
    Conviene a Ubuntu di essere preinstallato sui Dell ? Indubbiamente a Dell conviene avere pubblicità gratis ...
    • LMB scrive:
      Re: Conviene ?
      Più semplicemente riesce a vendere a 100 euro in meno i suoi pc che normalmente costano 100 euro in più rispetto ai pari fascia..Ma come diceva prima il saggio: sempre 40.000 rimangono...
      • orotoro scrive:
        Re: Conviene ?
        - Scritto da: LMB
        Più semplicemente riesce a vendere a 100 euro in
        meno i suoi pc che normalmente costano 100 euro
        in più rispetto ai pari
        fascia..
        Ma come diceva prima il saggio: sempre 40.000
        rimangono...ma ti sembrano pochi? considerando i pochi e bassi modelli e i pochi paesi dove li hanno venduti io direi che per una novità non sono pochi.io aspetto che ci siano modelli un po' più potenti, e non rimpiangerei niente a comprarlo. funziona bene, upgrade gratuiti con aggiornamenti, sicurezza accettabile predefinita, tutti i giochi e i programmi gratis.se ne hai presente uno migliore fammelo sapere.
        • jillo scrive:
          Re: Conviene ?
          il fatto è più semplicemente che su 130.000 possibili acquirenti, secondo il sondaggio di allora, moltissimi erano europei (me compreso). Se avessero esteso la vendita con Ubuntu pre-installato anche in Europa, stai sicuro che si superava tranquillamente anche la cifra di 130.000. Ad agosto ho comprato un Dell XPS m1330 ho rimosso il tumore Vista e ora ho solo Ubuntu e Debian.La cosa che conta comunque è che il mercato diventi libero sul serio, e che il cancro di windows preinstallato sparisca.
          • Abarai Renji scrive:
            Re: Conviene ?
            per poi liberare le scimmie che urlano libertà e che se il capo gli dice di usare Win in ufficio si può intraprendere una causa di mobbing!Liberarmi da un ipotetica pressione di MS per guadagnarci una reale oppressione di esaltati! EVVAI!
          • jillo scrive:
            Re: Conviene ?
            Chi non comprende modelli matematici non può comprendere evoluzioni sociali, economiche, politiche, filosofiche. Quindi si tiene windows come normale conseguenza. Questo è quanto.
          • orotoro scrive:
            Re: Conviene ?
            - Scritto da: Abarai Renji
            per poi liberare le scimmie che urlano libertà e
            che se il capo gli dice di usare Win in ufficio
            si può intraprendere una causa di
            mobbing!questa è una buona idea, grazie.
            Liberarmi da un ipotetica pressione di MS per
            guadagnarci una reale oppressione di esaltati!
            EVVAI!hai ragione, gli esaltati sono sempre uguali, meglio evitarli per quanto possibile. certo però, che esaltarsi per windo.s è più triste che per linux. se proprio mi devo esaltare (a volte non si ha scelta, purtroppo), preferisco farlo per linux.
          • Petengy scrive:
            Re: Conviene ?
            - Scritto da: jillo
            il fatto è più semplicemente che su 130.000
            possibili acquirenti, secondo il sondaggio di
            allora, moltissimi erano europei (me compreso).
            Se avessero esteso la vendita con Ubuntu
            pre-installato anche in Europa, stai sicuro che
            si superava tranquillamente anche la cifra di
            130.000. Ad agosto ho comprato un Dell XPS m1330
            ho rimosso il tumore Vista e ora ho solo Ubuntu e
            Debian.

            La cosa che conta comunque è che il mercato
            diventi libero sul serio, e che il cancro di
            windows preinstallato
            sparisca.che dire ... sono d'accordo e quindi quotoùrimane il fatto oggettivo che DELL (grossissimo venditore di hardware a livello mondiale) supporti LINUX.questo è veramente quanto:) :) :)
  • Anonimo scrive:
    ma non ne avevano venduti
    meno di 40000?
    • franco scrive:
      Re: ma non ne avevano venduti
      E quindi?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non ne avevano venduti
        che non vale la pena di farci una notizia per un articolo che venderà altri 20000 pezzi contro un giro di affari di 10 milioni a trimestre
        • qwerty scrive:
          Re: ma non ne avevano venduti
          Considera che prima dei Dell il numero di computer (desktop e portatili) con linux preinstallato tendeva a zero.
        • LMB scrive:
          Re: ma non ne avevano venduti
          Devi capire che se su 500.000.000 di milioni venduti, 40.000 hanno su Ubuntu, vuol dire liberta, vuol dire uguaglianza, vuol dire fratellanza tra i popoli. Niente più guerre, Bill Gates alla forca e Linus Towards presidente della galassia con Dark Fenner e il capitano Spock come vicepresidenti.Non scherzare su questi numeri per favore..se ogni 12.500 Pc venduti, c'è una cantina pronta ad accogliere un piccolo povero Dell Ubuntato a dovere, vuol dire speranza per un mondo migliore!
          • franco scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            La speranza è l'ultima a morire,nel tuo caso la stupidità l'ha battuta.A quando anche questo decesso??
          • LMB scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            Compagno farò direttamente rapporto al capitano Spock per questa tua insubordinazione!Ti punirà severamente mettendoti al cospetto delgran consiglio dei 4: la grande volpe di fuoco, il grande uccello del tuono, la maestosa scimmia di mare e il temibile mostro Gimp..
          • Max-B scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            - Scritto da: LMB
            Compagno farò direttamente rapporto al capitano
            Spock per questa tua
            insubordinazione!
            Ti punirà severamente mettendoti al cospetto
            delgran consiglio dei 4: la grande volpe di
            fuoco, il grande uccello del tuono, la maestosa
            scimmia di mare e il temibile mostro
            Gimp..Io uso Linux e non ho capito qual'è la tua opinione a riguardo... comunque questa mi ha fatto veramente sbellicare dalle risate!! :D:D:Dciao,Max
          • Belin scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            E magari oltre alla pace in tutto l'universo anche un cervello nuovo per te.
          • Adz scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            pc dell con ubuntu preinstallato?datemi la faccina che sbava..sbaavv..
        • franco scrive:
          Re: ma non ne avevano venduti
          Ah quindi gli unici articoli rilevanti sono quelli che trattano argomenti dai quali si ricava profitto??Sarebbe davvero una bella informazione!!Sai forse,e sottolineo il carattere strettamente personale dell'affermazione,la particolarità della notizia è che nonostante quello che può essere stato un mezzo fallimento Dell stessa abbia intenzione di riprovarci.Si spera con più serietà e credibilità dell'ultima volta ma nonostante questo è significativo come nel progetto ci credono veramente.Ma d'altronde se per te tutto si riduce a dei numerini comprendo l'obiezione da te mossa...
          • LMB scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            Numerini?!?!?Non scherzare compagno! Se scagliamo tutti insieme quei 40.000 pc contro le mura di redmond forse riusciremo ad aprire una breccia.E lì finalmente Dark Fenner e il Capitano Spock con la loro spada laser potranno puntare direttamente alla conquista del trono.Bisognerà trovare un modo però di farsi scuso contro le navi stellari e i virus giganti che serpeggiano tra le mura di Redmond.Si narra anche che l'ultimo esemplare di Harvester faccia parte della collezione privata di Gates.
          • E quindi? scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            bla bla bla...s'e' capito che sei simpaticissimo e ggggiovane... e a parte questo?qual e' la tua opinione sull'argomento?
          • Rogowin scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            Probabilmente non ha neppure mai provato Linux il signor LMB o, per gli amici, Mr.Troll.
          • ilmassi scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            quella di scagliare i pc contro microsoft è buona:)
          • sand scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            - Scritto da: franco
            Ah quindi gli unici articoli rilevanti sono
            quelli che trattano argomenti dai quali si ricava
            profitto??sissì :p
            Sarebbe davvero una bella informazione!!
            Sai forse,e sottolineo il carattere strettamente
            personale dell'affermazione,la particolarità
            della notizia è che nonostante quello che può
            essere stato un mezzo fallimento Dell stessa
            abbia intenzione di
            riprovarci.
            Si spera con più serietà e credibilità
            dell'ultima volta ma nonostante questo è
            significativo come nel progetto ci credono
            veramente.
            Ma d'altronde se per te tutto si riduce a dei
            numerini comprendo l'obiezione da te
            mossa...viva il profitto! ;)(win)
        • Xilitolo scrive:
          Re: ma non ne avevano venduti
          Non è tanto il numero di computer venduti con Ubuntu preinstallato, non so se l'hai capito, ma è una brillante trovata pubblicitaria a bassissimo costo.Il messaggio è questo:"Se vuoi installare linux scegli un mio notebook perchè è compatibile, tanto è vero che lo vendo anche con Ubuntu preinstallato".Quindi secondo me questa iniziativa ha trascinato anche le vendite delle macchine con Windows e in generale nei paesi dove i Dell con Ubuntu non sono in vendita.
          • Mass scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            - Scritto da: Xilitolo
            Non è tanto il numero di computer venduti con
            Ubuntu preinstallato, non so se l'hai capito, ma
            è una brillante trovata pubblicitaria a
            bassissimo
            costo.
            Il messaggio è questo:
            "Se vuoi installare linux scegli un mio notebook
            perchè è compatibile, tanto è vero che lo vendo
            anche con Ubuntu
            preinstallato".
            Quindi secondo me questa iniziativa ha trascinato
            anche le vendite delle macchine con Windows e in
            generale nei paesi dove i Dell con Ubuntu non
            sono in
            vendita.Vero !Io stesso stavo valutando la possibilita' di cambiare il mio pc con un portatile della Dell proprio sulla base di queste considerazioni.
          • Chef Tony scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            Proprio in base a queste considerazioni io a luglio ho comprato un portatile Dell che adesso ha dual boot vista-ubuntu.
          • bi biiii scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            [...]
            Il messaggio è questo:
            "Se vuoi installare linux scegli un mio notebook
            perchè è compatibile, tanto è vero che lo vendo
            anche con Ubuntu
            preinstallato".[...]Saggia osservazione, io spero che inizino avenderlo anche in Italia.A proposito, una domanda, ma non c'e' modo di farselospedire? Non capisco perche' in Italia non si possaordinare uno di questi pc con linux preinstallatoQualcuno m'illumina?
          • Lillo scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            Ma se lo prendi altrove poi sul laptop la localizzazione della tastiera è diversa.
          • bi biiii scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            - Scritto da: Lillo
            Ma se lo prendi altrove poi sul laptop la
            localizzazione della tastiera è
            diversa.Eh gia'...questo e' uno dei problemi, anche setutto sommato non sarebbe tragico usare una tastieraanglosassone.
          • Lillo scrive:
            Re: ma non ne avevano venduti
            Per chi programma è ottimo, per chi scrive documenti è un po' drammatico.Anche se si può provare a vedere quanto costa il ricambio presso un centro assistenza.Io ho preso una tastierina esterna col suo mouse wireless proprio compatta come quella del laptop e il dongle rf è piccolo come una comune chiave bluetooth.
    • napoletano scrive:
      Re: ma non ne avevano venduti
      - Scritto da: Anonimo
      meno di 40000?E ti sembrano pochi? certo Dell vende 10.000.000 di pc nello stesso arco di tempo ma c'è da dire che l'opzione ubuntu è disponibile in pochi paesi e soprattutto su un numero esiguo di modelli, poi alla dell credo (e spero) che non pensavano che tutti i 130.000 utenti che hanno chiesto Linux fossero con in soldi in mano pronti a cambiare il loro pc nel giro di 6 mesi, è quasi un 30% e secondo me al momento è un buon risultato per un settore di nicchia con ampie possibilità di sviluppo.
    • calypse scrive:
      Re: ma non ne avevano venduti
      i 40000 venduti da Dell erano una scelta di Dell, che ne rese disponibili solo 40000 e non di più, tra l'altro vennero venduti nel giro di pochissimo mi sembra. Ora si sono resi conto che il mercato c'e' e quindi speriamo ne reimpiano il mondo. Ci sarebbe una nuova versione di Windows all'anno, gratuita.
Chiudi i commenti